InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

NASDAQ

Il NASDAQ 100, acronimo di “National Association of Securities Dealers Automated Quotation” è ormai diventato il principale indice azionario negli Stati Uniti avendo scalzato tutti gli altri panieri azionari. Oggi il Nasdaq è il miglior indice capace di fare da termometro per l’economia statunitense ed è ottimo per fare investimenti.

In questa guida vogliamo presentarti tutti gli strumenti necessari a realizzare buoni investimenti finanziari sul NASDAQ. Trattandosi di uno dei principali indici mondiali, infatti, è indispensabile muoversi con cautela.

Indice statunitense NASDAQ - cos'è e come funziona. Analisi completa degli esperti finanziari di Investimentifinanziari.net con analisi tecnica, fondamentale, previsioni future e come investire.
Guida completa agli investimenti sul NASDAQ

Analizzare il NASDAQ è un’operazione semplice solo in apparenza. Il titolo, infatti, è connesso ad un gran numero di mercati e apprendere in quale proporzione le sue quotazioni dipendono da ciascuno di essi è di vitale importanza. Per questo motivo procederemo descrivendoti brevemente quale sono le caratteristiche fondamentali dell’indice e quali sono le migliore piattaforme di investimento a cui puoi far riferimento.

Dopo questa breve ma essenziale introduzione, potremo addentrarci nel vivo della questione e fornirti esempi pratici di come puoi impiegare i principali strumenti analitici a tua disposizione.

NASDAQ 100 – Principali caratteristiche:

🌏Nazionalità:Statunitense
📆Anno:1971
🌈Composizione:100 società non finanziarie a maggior capitalizzazione
📢Codice:NDX-100
📉Min 12 mesi:6627,85
📈Max 12 mesi:12466,10
💰Come comprare:acquisto reale (DMA) o strumenti derivati (CFD)
🔍Dove comprare:eToro, Trade.com, FP Markets
Tabella riassuntiva sull’indice di Borsa americano, NASDAQ-100

Cos’è il NASDAQ Index 100?

Il NASDAQ 100 è il principale indice di Borsa che fa riferimento alla NASDAQ, la seconda Borsa Valori degli Stati Uniti (dopo la NYSE). Nel 1971 venne creata sia la Borsa NASDAQ che l’indice ad essa connessa, fin dal principio assume una connotazione particolare. Si tratta, infatti, del primo indice di Borsa dedicato esclusivamente alle società del nascente settore tecnologico (dall’elettronica all’informatica e servizi digitali).

Il binomio NASDAQ e tecnologia da allora non si è mai sciolto:

  • Nel 1992 creò la prima rete di Borse Valori al mondo intercontinentali, con la LSE;
  • Nel 1998 fu la prima Borsa al mondo a supportare il trading online;
  • Nel 2002 Nasdaq Inc. affrontò una delle IPO più convenienti della storia.

Attualmente l’indice NASDAQ-100 è amministrato dalla Nasdaq Inc., società che controlla l’omonima Borsa e altre diverse Borse Valori sparse in tutto il mondo (prevalentemente in Europa).

Come vedremo in seguito, il NASDAQ 100 è uno degli indici che meglio è riuscito a riassumere nel proprio paniere il primato economico americano. Questo lo rende complessivamente uno dei titoli più importanti al mondo.

A prescindere da quali possano essere i tuoi interessi da investitore o i mercati verso cui intendi indirizzare le tue operazioni, infatti, il NASDAQ è un titolo che non puoi ignorare.

Perché investire nel NASDAQ?

A differenza di alcune altre borse, il Nasdaq non ha un luogo di trading fisico. Tutte le sue azioni sono negoziate elettronicamente attraverso una rete automatizzata di computer, e questa era la sua missione fin dall’inizio. Il Nasdaq è stato il primo mercato azionario completamente elettronico al mondo nel 1971.

Il Nasdaq attira alcune delle più grandi società di blue-chip del mondo, ecco perché è assolutamente un indice su cui puntare. Molte delle sue azioni rappresentano società di software, computer e internet ad alta tecnologia, anche se anche altri settori commerciano sul Nasdaq.

Tutte questi titoli sono disponibili su broker come FP Markets, prese singolarmente, ma nel Nasdaq si può investire su tutte loro insieme. Essendo la seconda borsa valori al mondo per capitalizzazione di mercato, il Nasdaq negozia sia azioni quotate che fuori borsa (OTC). I simboli dei ticker azionari sul Nasdaq hanno generalmente quattro o cinque lettere.

La storia del NASDAQ mostra una serie di risultati rivoluzionari. Oltre ad essere la prima borsa ad offrire il trading elettronico, è stata la prima borsa a lanciare un sito web, la prima a memorizzare i record nel cloud, e la prima a vendere la sua tecnologia ad altre borse.

Nasdaq può anche riferirsi specificamente al Nasdaq Composite, un fondo di indici di mercato (come il Dow Jones o l’S&P 500) progettato per seguire le tendenze generali del Nasdaq.

Come investire sull’Index NASDAQ 100

Per chi desiderasse intervenire oggi sul Nasdaq 100, la cosa risulterà molto più semplice e diretta, rispetto a quello che l’investitore medio immagina. Grazie alla rete, oggi non c’è bisogno di essere laureati in economia o essere professionisti del settore per approfittare dell’andamento dell’indice.

Ancora oggi c’è chi crede che per operare su indici di borsa o sulle azioni in generale, l’unica soluzione sia quella di investire tramite banca. Niente di più sbagliato. Ci sono almeno 3 motivi per cui si dovrebbe evitare di operare sul Nasdaq in banca:

  • Le banche non sono quasi mai preparate all’investimento dei loro clienti in indici, questo perché preferiscono offrire l’investimento azionario sul quale guadagnano di più. Cosa che invece non accade su ottime piattaforme come FP Markets disponibili online e dove si può scegliere liberamente ogni asset su cui investire in borsa;
  • Le banche come altri istituti finanziari offrono davvero un supporto nullo o molto scarso all’investitore, anzi molto spesso i clienti delle banche si lamentano della scarsa trasparenza sui costi, che talvolta vengono anche nascosti al cliente;
  • Eccoci poi al punto più debole delle banche: vale a dire i costi di commissione. Su ogni operazione le banche stabiliscono costi fissi che sono dei veri e propri salassi per i piccoli investitori. Questi costi sono invece assenti per chi scegliere i investire online sul Nasdaq con le piattaforme di trading come eToro (dove si paga solo lo spread);

Investire sul NASDAQ: Trading in CFD e DMA

Appurato che affrontare investimenti finanziari su un titolo tramite gli istituti bancari non è negli interessi di un retail trader, vediamo adesso quali sono le principali alternative. In primis ti consigliamo di rivolgerti alle migliori piattaforme di trading online. Queste, infatti, ti mettono a disposizione tutti gli strumenti necessari ad operare sul NASDAQ in piena autonomia.

In particolar modo gli strumenti maggiormente indicati sono due: uno adatto alle operazioni sul lungo termine e l’altro, invece, alla speculazione. Si tratta, rispettivamente, del DMA e dei CFD.

Il DMA (Direct Market Access) ti permette di comprare realmente il titolo. IN questo modo diverrai reale proprietario del tuo investimento e potrai puntare a rendimenti annuali o pluriennali senza preoccuparti della gestione del rischio.

Un investimento DMA sul NASDAQ, infatti, non andrà incontro alla Margin Call: il suo valore seguirà fedelmente quello dell’indice americano. Ogni qual volta il NASDAQ vedrà un rialzo di quotazione, parimenti farà il tuo investimento.

Al contrario i CFD (Contract for Difference) sono stumenti derivati e, conseguentemente, non ti permettono di diventare reale possessore dell’asset su cui stai investendo. Come il nome stesso indica, infatti, i CFD sono contratti di acquisto o vendita allo scoperto che prendono in considerazione le oscillazioni di prezzo del titolo in questione.

Trattandosi di strumenti soggetti a leva finanziaria, i CFD possono andare incontro a Margin Call per cui la gestioen del rischio è un elemento importantissimo da tenere a mente.

Dove investire sul Nasdaq 100: piattaforme consigliate

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Per utilizzare i CFD o il DMA potrai contare su un gran numero di piattaforme e offerte a cui far riferimento. Il nostro consiglio, tuttavia, è di selezionare un broker che ti permetta di accedere ad ambo gli strumenti, in modo da garantirti la maggior libertà d’azione possibile. Tra i migliori broker DMA e CFD disponibili sul mercato, ne abbiamo selezionati 3:

1. eToro

Broker leader nel settore, eToro (visita qui il sito ufficiale) soddisfa le esigenze di numerosi traders in tutto il mondo. Propone una piattaforma utilizzabile da qualsiasi tipologia di utente e regolamentata CySEC con numero di licenza 109/10.

La piattaforma è tra le più all’avanguardia del settore, poiché consta di funzioni come il Social Trading e il Copy Trading. Operare con eToro significa entrare a fare parte di una vera community di traders da cui ottenere i migliori consigli di mercato. 

In più, principianti di tutto il mondo iniziano dal copy trading: strumento gratuito con cui copiare i guru del trading ed ottenere, in maniera direttamente proporzionale, i loro medesimi risultati. Clicca qui per scoprire il Copy Trading.

La proposta di eToro sugli investimenti nel mercato azionario è molto più allettante di quanto si pensi: disponibilità di diversi titoli a zero commissioni. Clicca qui per approfondire l’offerta sul sito ufficiale.

2. FP Markets

FP Markets (qui il sito ufficiale) è un broker e una società che è stata fondata nel 2005 ed è regolata dall’Australian Securities and Investments Commission (ASIC), che offre la segregazione dei fondi dei clienti e la liquidità di primo livello.

FP Markets inoltre è una società avallata anche in europa questo perché è autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Il broker offre la possibilità di negoziare su oltre 11.000+ strumenti finanziari che coprono Forex, Azioni, Metalli preziosi, Materie prime, Indici e Cryptocurrency CFD (mercato criptovalute). Gli utenti hanno accesso a una serie di conti, tra cui:

  • il Conto Standard (senza commissioni);
  • il Conto Raw (basato su commissioni) per gli utenti MetaTrader.

Entrambi offrono prezzi ECN e un leverage massimo di 500:1 (30:1 in Europa). Gli utenti possono anche accedere a conti Iress con alcuni importanti vantaggi come vedremo a beve.

Le piattaforme di trading offerte dal broker sono MT4, MT5 e la sua versione di IRESS. La MetaTrader 4 e la MT5 sono piattaforme di base del settore, utili per la creazione di grafici funzionali e indicatori di analisi tecnica.

Inoltre, ci sono gli Expert Advisors per il trading automatico, che utilizzano algoritmi di trading che portano grandi benefici agli utenti. Avrete anche accesso a calendari economici e altro ancora. In questa pagina puoi aprire un conto e provare le funzioni.

L’IRESS è un tipo di piattaforma sviluppata in Australia che vi dà accesso diretto al mercato. Gli utenti dei conti CFD avranno accesso a queste piattaforme. Riceverete specifiche come:

  • Gestione avanzata degli ordini;
  • Fare trading automatico attraverso l’utilizzo di EA su MetaTrader 4/5 (Expert Advisor);
  • Accesso alla profondità e all’analisi completa del mercato;
  • Dati di mercato dinamici e in tempo reale;
  • Essendo una multi-piattaforma all’avanguardia è possibile utilizzare evoluti trading system;
  • Collegamento dei moduli;
  • Grafici avanzati;
  • Capacità di negoziare prima e dopo le aste;
  • Streaming in diretta;
  • Questa piattaforma è perfetta per i trader attivi, e anche se costano di più con il deposito minimo ne vale la pena.

Con pagamenti aggiuntivi, riceverete l’accesso ad altri strumenti. La cassetta degli attrezzi del trader offerta da questo eccellente broker è davvero da non lasciarsi sfuggire. Vai qui per approfondire le offerte sul sito ufficiale del broker.

3. Trade.com

Uno dei broker più apprezzati per investire in indici è Trade.com (visita il sito ufficiale). Questa piattaforma potrebbe risultare particolarmente interessante per via dei tanti materiali formativi gratuiti che mette a disposizione dei suoi clienti. Aprendo un conto su Trade.com (visita questa pagina), infatti, potrai ricevere gratuitamente:

  • Corsi di trading completi, dal livello base a quello avanzato;
  • Videolezioni su tecniche e strategie di investimento;
  • Webinar periodici di aggiornametno sulle novità di mercato;
  • Manuale di trading scaricabile in .PDF o eBook;

Oltre a questo Trade.com ti permette di fare trading sulla MetaTrader4, disponibile sia per il conto reale che per il conto demo.

In questo modo potrai fare affidamento su uno dei supporti agli investimenti più impiegati e amati al mondo.

Visitando questa pagina potrai accedere direttametne alla formula di iscrizione di Trade.com: l’apertura del conto ti impegnerà solo per un paio di minuti. La procedura è complessivamente tra le più sicure e non comporta alcun rischio sia per i tuoi dati personali che per il conto che collegherai al tuo account.

NASDAQ 100: analisi completa del titolo

Come ti abbiamo anticipato, dopo averti fornito un quadro generale sul tipo di operazioni possibili sul NASDAQ e sui migliori broker da prendere in considerazione per investire sull’indice, possiamo venire al pratico. Nei paragrafi a seguire vogliamo proporti un esempio di analisi completa sul titolo, in modo da mettere in evidenza tutti quei fattori e quelle analisi che dovrai prendere in considerazione una volta che avrai deciso di fare sul serio.

Ti anticipiamo che i metodi di analisi del titolo sono fondamentalmente due, ognuno particolarmente adatto a una tipologia di investimento:

  • Se vuoi speculare sul NASDAQ allora dovrai imparare a fare analisi tecnica sul titolo;
  • Se intendi investire sul lungo periodo, allora dovrai realizzare una buona analisi fondamentale.

Nei paragrafi a seguire ci dedicheremo ad entrambe e ci teniamo a consigliarti di fare lo stesso. Specialmente se investi su titoli rilevanti come il NASDAQ, infatti, ti renderai presto conto che non esistono situazioni definite. Spesso l’analisi fondamentale può far la differenza anche nelle operazioni di speculazione e viceversa. Ti abbiamo detto che il NASDAQ è un titolo semplice solo in apparenza?

Ebbene, come spesso accade, i titoli più interessanti sono allo stesso tempo i più complessi. Se imparerai a leggere bene i movimenti del NASDAQ, tuttavia, come avrai modo di vedere, potrai operare anche su altri mercati apparentemente sconnessi da quello degli indici.

Ma procediamo con ordine.

NASDAQ analisi fondamentale

L’analisi fondamentale prende in considerazione tutti quei fattori relativi ai fondamentali economici di un determinato titolo. Chi fa analisi fondamentale solitamente non si preoccupa affatto di valutare la quotazione di un titolo quanto, piuttosto, presta attenzione ad altri fattori che influenzano l’andamento sul lungo periodo.

Detto altrimenti l’analisi fondamentale sul NASDAQ è quel metodo di indagine che ti permette di ricavare previsioni di ampio respiro, che spaziano da qualche mese a qualche anno.

Come è possibile tutto questo?

Come vedrai nei paragrafi successivi, procederemo con metodo ad analizzare aspetti cruciali dell’evoluzione del NASDAQ:

  • Dati storici;
  • Market Movers;
  • Composizione;
  • Indici connessi;

Sapere come si evolve il NASDAQ in relazione a questi aspetti ti permetterà di comprendere come le evoluzioni dell’economia-politica mondiale possono influenzare l’indice e, conseguentemente, quali saranno i macro-trend futuri. Per trovare queste informazioni ti consigliamo di far riferimento al Social Trading di eToro (visita questa pagina), una fonte affidabile di dati in tempo reale.

NASDAQ 100: quotazioni e dati storici

Il NASDAQ viene istituito per la prima volta nel 1971. Inizialmente alla Borsa Valori viene collegato solo il NASDAQ Composite, l’indice più comprensivo relativo alla Borsa.

Nel 1985 dal NASDAQ Composite viene ricavato il NASDAQ 100. Nato come un sotto-indice, quest’ultimo partì con una quotazione di 132,29 punti. Nonostante il NASDAQ Composite comprenda nel proprio paniera la quasi interezza delle società quotate al NASDAQ, è il suo sotto-indice ad assumere un ruolo preminente a partire dalla metà degli anni ’90 in poi.

Infatti il NASDAQ 100 comprende le azioni delle 100 società attive nel settore tecnologico a maggior capitalizzazione. I suoi rendimenti medi superano di gran lunga quelli del Composite dato che le 100 società che ne compongono il paniere garantiscono circa il 90% della performance complessiva della Borsa.

A partire dal 1997 il NASDAQ 100 si è mantenuto sempre al di sopra dei 1000 punti (eccezion fatta per il 2002) e il titolo è in crescita continua ormai dal 2009.

A partie dal Giugno 2020, inoltre, l’indice ha stabilmente superato la soglia dei 10.000 punti, segnando un momento storico per l’intera industria tecnologica americana.

NASDAQ 100: la dot-com Bubble

L’evento che ha segnato l’ingresso del NASDAQ 100 nel podio degli indici di Borsa maggiori al mondo è stato allo stesso tempo anche il momento più buio della sua storia.

La cosiddetta Bolla tecnologica, o Dot-com Bubble, infatti, costituise un evento traumatico per le quotazioni del NASDAQ. Gli amanti del cinema trovano una fedele ricostruzione delle cause della crisi del 2000 nella pellicola The Wolf of Wall Street di Scorsese.

Nella pellicola vengono riproposti eventi tratti dalla auto-biografia di Jordan Belfort, uno dei broker più celebri di quegli anni e sicuramente quello con meno scrupoli.

La bolla tecnologica si basò sulle numerose speculazioni che avvennero a partire dagli anni ’90 sul settore tecnologico. Le start-up del settore high-tech spuntavano come funghi e il sentimento ingenuamente positivo nei confronti dell’innovazione tecnologica portò gli investitori a fiondarsi su qualsiasi penny stock con del potenziale.

La mancata valutazione dei fondamentali aziendali portò a investimenti spericolati che “pomparono” a dismisura il valore delle azioni di queste società.

La bolla finanzairia che ne derivò fu chiamata dot-com bubble proprio in riferimento al fatto che bastava un sito internet con dominio .com (all’epoca sinonimo di affidabilità e ricondotto alle attività commerciali) per indurre un sentimento di fiducia negli investitori.

Dal 1997 al 1999, infatti, l’indice quintuplicò il proprio valore. Ritmi di crescita tali non sono mai genuini: dal 1999 al 2002 il NASDAQ 100 crollò del -73,5%.

Market Movers del NASDAQ 100

I market movers sono quei fattori esterni all’indice o alla società che lo gestisce che, tuttavia, possono influenzare significativamente le sue quotazioni.

Individuare i market movers del NASDAQ 100, dunque, ti permetterà di comprendere a quali notizie dare credito e a quali ricercare per comprendere al meglio come valutare le variazioni future del titolo.

A seguire vogliamo elencarti i principali:

  • Settore tecnologico: le azioni che compongono il paniere del NASDAQ 100 sono tutte di società attive nel settore tecnologico. Questo significa che gli eventi specifici dell’industria dell’high tech americana hanno un fortissimo impatto sull’indice;
  • Materie prime: il settore tecnologico dipende fortemente dalla disponibilità di alcune materie prime molto specifiche, appartenenti per lo più alla classe dei metalli preziosi o dei minerali. La loro disponibilità e le oscillazioni dei loro prezzi risultano essere rilevanti per cogliere gli sviluppi del NASDAQ 100;
  • Accordi commerciali: il settore trecnologico è tra i più vanazati al mondo specialmente per quanto riguarda la geolocalizzazione dei propri reparti e il comparto logistico. Le relazioni internazionali sono vitali alla salute del settore;
  • Dollaro: i livelli di inflazione del dollaro determinano la natura vantagiosa o meno degli scambi delle società tecnologiche con il resto del mondo. Il rafforzamento del dollaro è vitale per garantire alle società americane solidi profitti a discapito della concorrenza;

Monitorare le evoluzioni delle principali coppie di valute Forex, dunque, è vitale per comprendere le prospettive future del NASDAQ 100.

Le società tecnologiche americane, infatti, sfruttano la forza del dollaro per acquistare materie prime e componenti a basso costo e rivendere prodotti finiti a prezzi elevati.

Composizione del NASDAQ 100

A seguire vogliamo elencarti alcune delle principali azioni quotate nel NASDAQ 100. In questo modo puoi farti un’idea del reale peso dell’indice sull’economia globale e, soprattutto, puoi pensare di realizzare investimenti paralleli mirati su alcune di esse.

SOCIETA’PRODOTTI/SERVIZI/SETTORE
Activision BlizzardVideogiochi
AdobeSoftware
Alphabet Inc.Holding che fa capo a Google
AmazonServizi multimediali (computing, streaming, vendite)
AMDSemi-conduttori
AppleDispositivi
BaiduServizi web
BiogenBiotecnologia
BookingServizi turistici
CintasServizi per le imprese
CiscoApparati di networking
Citrix SystemsCloud computing e servizi di interfaccia
DocuSignGestione accordi elettronici
eBayVendite on-line
Electronic ArtsVideogiochi
ExpediaServizi turistici
FacebookSocial-media
Fox CorpTelevisione & prodotti multimediali
IDEXXBiotecnologie
IntelHardware per elettronica
Liberty GlobalTelecomunicazioni
Microchip TechnologySemiconduttori
Micron TechnologySemiconduttori
MicrosoftDispositivi, Software & servizi informatici
ModernaBiotecnologie
NetEaseServizi web
NetflixServizi multimediali
NVIDIASchede video
PayPal HoldingsServizi finanziari
QualcommTelecomunicazioni senza fili
Regeneron PharmaBiotecnologie
Sirius XMServizi di broadcasting
StarbucksCatena di caffè
SynopsysAutomazione & Design elettronico
TeslaAutomobili elettriche
VerisignInfrastrutture web
Vertex PharmaceuticalsBiofarmaceutica
ZoomServizi di teleconferenza
Principali titoli dell’indice di borsa NASDAQ 100

Come puoi vedere, la maggior parte delle soceità che compongono il paniere del NASDAQ 100 sono molto giovani. Alcune di queste, infatti, hanno meno di 20 anni di vita e tuttavia sono tra i leader indiscussi del proprio settore.

Vedi ad esempio la Tesla (fondata nel 2003), la Moderna (fondata nel 2010) o la stessa Amazon che, sebbene sia stata fondata nel 1994, attualmente è tra i colossi aziendali più grossi e importanti del pianeta.

NASDAQ 100: indici connessi

Come ti abbiamo detto, il NASDAQ 100 nasce come sotto-indice del NASDAQ Composite nel 1985. Il NASDAQ Composite si poneva un obiettivo simile a quello di indici di più ampio respiro, come l’S&P500.

Inserire nel paniere un gran numero di azioni (la quasi interezza di quelle quotate al NASDAQ), infatti, rendeva il titolo meno suscettibile alle fluttuazioni di mercato e più utile per monitorare lo stato di salute della Borsa Valori.

Il principale svantaggio di avere un paniere particolarmente ampio, tuttavia, sta nel fatto che il titolo risulta essere non solo messo al riparo dai crolli ma anche e sopratutto dalle crescite.

I tassi di rialzo delle azioni delle società maggiori, infatti, sono diluiti dai tassi minori delle restanti componenti del paniere. Per questo motivo nel 1985 si sentì l’esigenza di creare un sotto-indice, il NASDAQ 100, che raccogliesse le 100 società a maggior capitalizzazione attive nel settore tecnologico.

Questo sotto-indice divenne ben presto il titolo più interessante della Nasdaq Inc. in quanto al suo interno comprendeva le migliori promesse del boom tecnologico.

Accanto al NASDAQ 100, inoltre, venne creato anche un altro sotto-indice, il NASDAQ Financial-100. Questo si concentrava sulle società di servizi finanziari quotate al NASDAQ. Tra gli indici che monitorano lo sviluppo delle società finanziarie, tuttavia, il NASDAQ Financial-100 non è il più rilevante e, in generale, si tratta di un paniere che vive nell’ombra del gemello.

Analisi tecnica NASDAQ 100

Adesso che sai quali sono i fattori principali da prendere in considerazione nel realizzare una buona analisi finanziaria del NASDAQ 100, possiamo procedere con l’altra tipologia di studio del titolo.

L’analisi fondamentale ti permetterà di comprendere le potenzialità del titolo sul lungo periodo mentre, invece, l’analisi tecnica ti permette non solo di speculare sul breve termine ma anche di cogliere i migliori punti di ingresso sul mercato.

Ma come fare analisi tecnica sul NASDAQ 100?

Il primo punto di partenza è quello di consultare un grafico di trading. Nei paragrafi a seguire ti faremo esempi basati sul conto demo di eToro (clicca qui per aprirne uno gratuitamente).

Dopo aver visionato il grafico ti trading, dovrai andare ad aggiungervi gli indicatori di trading adatti al tipo di operazione che intendi realizzare. Il materiale formativo di Trade.com ti permette di apprendere velocemente come fare o, in alternativa, puoi leggere la nostra guida: migliori indicatori di trading. Prendi ad esempio l’immagine sottostante tratta dal conto demo gratuito della piattaforma eToro:

NASDAQ 100
Esempio di analisi tecnica sul NASDAQ 100

Come puoi vedere, grazie all’applicazione di un indicatore semplice da leggere come le Bande di Bollinger, è possibile ricavare numerosi utili segnali di trading sul NASDAQ 100. Trattandosi di un indice, infatti, ci si può aspettare che i tend si sviluppino in modo sufficientemente regolare. Questo rende i livelli individuati dalle Bande di Bollinger estremamente utili.

In questo modo non solo si possono realizzare operazioni intra-day ma anche e sopratutto investimenti su più giorni, puntando a profitti più consistenti.

Quotazioni in tempo reale del Nasdaq

Qui presentiamo il grafico con l’andamento in tempo reale del Nasdaq 100, uno strumento da non lasciarsi scappare per investire in questo indice che si posiziona tra i migliori a livello globale proprio come il Dow Jones.

[GRAFICO CON QUOTAZIONE IN TEMPO REALE NASDAQ]

Prospettive future NASDAQ 100

C’è poco da dire quando si vuole indagare il complesso campo delle prospettive future di un indice come il NASDAQ 100.

Trattandosi di un paniere completo di alcune tra le migliori società high-tech al mondo, non vi sono dubbi circa il suo sconfinato potenziale. Ecco perché in questo paragrafo intendiamo metterti al corrente dei principali punti di forza e debolezza del NASDAQ 100, che ti permetteranno di comprendere quali possono essere le prospettive future.

Facciamo affidamento alla tabella sottostante:

NASDAQ 100 punti di forza– Settore tecnologico;
– Società di rilevanza mondiale;
– Produzione geo-dislocata;
– Branding;
NASDAQ 100 debolezze– Dollaro;
– Politica statunitense;
– Competitività crescente di altri mercati;
Debolezze e punti di forza del NASDAQ 100

Comprendere esattamente il significato di questi punti ti permetterà di valutare autonomamente le evoluzioni delle prospettive future dell’indice. Procediamo con ordine nell’analisi di ciascuno.

I punti di forza dipendono da:

  • Dislocazione della produzione e della distribuzione su tutto il globo (la catena produttiva, infatti, è dislocata in centri sparsi su più continenti);
  • Trattandosi in molti casi di società pioneristiche, esse possono contare sull’enorme forza del brand per imporsi sui nuovi mercati;
  • Gli investimenti nei settori di ricerca & sviluppo permettono a queste aziende di rappresentare di fatto l’innovazione tecnologica.

Al contrario, i punti di debolezza riguardano:

  • Dipendenza dal sistema finanziario americano, da tempo sotto gli effetti negativi dell’abbandono del dollar standard sui mercati internazionali (il 2008/9 è stato il colpo di grazia all’egemonia del dollaro);
  • Dipendenza dalla politica statunitense, specialmente in tema di rapporti esteri con potenze crescenti (in primis la Cina). L’inasprimento dei rapporti non giova alla salute del NASDAQ 100;
  • Competitività crescente degli altri mercati, specialmente in seguito all’inasprimento dei rapporti. La Cina sta iniziando a investire pesantemente nel settore tecnologico e la collaborazione con gli USA è ormai compromessa.

Questi sono gli aspetti cruciali da considerare per ricavare previsioni future sul NASDAQ 100.

Target Price NASDAQ

Il target price è un importantissimo indicatore per valutare le potenzialità degli investimenti su di un titolo. Si tratta di valori che possono essere ricavati individualmente in quanto corrispondono a stime soggettive sui prezzi che l’asset può o non può toccare in futuro. Emessi dalle principali società di rating, ti ricordiamo che i target price devono essere ovviamente correlati al tipo di operazioni che vuoi condurre sull’asset.

Per questo motivo a seguire vogliamo proporti i nostri, calcolati sul medio periodo:

Target PiceLowMediumHigh
NASDAQ 10011.40012.25013.100
Target Price NASDAQ 100

Sul Social Trading di eToro potrai chiedere stesso agli utenti quali target price fissano sul titolo e confrontarti con loro. Più dati e opinioni raccogli e più potrai ricavare dei valori precisi di volta in volta.

Importante in merito all’aggiornamento dei dati ivi proposti: effettuiamo costantemente studi analitici su questo titolo al fine di tenere i dati previsionali costantemente aggiornati. In questo modo garantiamo una guida con dati analitici quanto più affidabili possibili.

Previsioni NASDAQ 2021 / 2022

In base a quanto detto finora, quali sono le previsioni relative al NASDAQ per il 2021/2022?

Ebbene, come hai avuto modo di vedere nel paragrafo relativo alla composizione dell’indice, nel paniere del NASDAQ 100 non sono comprese solo società che nell’ultimo periodo hanno performato bene, ma anche aziende per le quali si prospetta un futuro nettamente roseo.

Il Covid-19, infatti, ha messo chiaramente in mostra come la tecnologia sia di vitale importanza per le persone e le società. Se il disastro più completo è stato evitato è stato grazie agli sviluppi tecnologici che si sono accumulati nel corso dei secoli.

Amazon, Baidu, Facebook e altre società simili, infatti, hanno permesso al tessuto sociale ed economico dell’intero pianeta di sopravvivere ai lockdown e alle misure di prevenzione.

A ciò si aggiunge lo sforzo che il settore delle biotecnologie sta immettendo nella ricerca di metodi di cura efficaci. Sia la Moderna (uno dei primi vaccini all’m-RNA contro il Covid-19) sia la Regeneron Pharma (farmaci a base di anticorpi monoclonali), infatti, hanno coperto un ruolo centrale. Questo ha portato i principali analisti a reputare che il NASDAQ 100 vedrà, nel biennio 2021/2022, una crescita netta e toccherà massimi finora inesplorati dal titolo.

Consigli pratici per investire sul Nasdaq 100

Prima di chiudere questa guida, vogliamo darti alcuni consigli utili per operare sul NASDAQ 100 nel migliore dei modi. Si tratta di qualche suggerimento sugli strumenti adatti per investire su questo particolare indice, sugli orari migliori in cui farlo e, sopratutto, su quali approcci sconsigliamo.

In particolar modo ti voglimao mettere in guardia da una caratteristica comune alla maggior parte delle società high-tech. Se investi sul NASDAQ sul lungo periodo, infatti, non aspettarti dividendi degni di nota. Spesso leggiamo opinioni di utenti che si dicono perplessi del fatto che i loro investimenti DMA sul NASDAQ 100 gli hanno portato dividendi inferiori alle aspettative.

Ebbene, non si tratta di imbrogli nè tantomeno di una pecca del broker che hanno impiegato. Le società del settore della tecnologia non rilasciano quasi mai dividendi.

Se società storiche come Apple e Microsoft, infatti, ricomensano annualmente gli investitori, altre come Amazon, Tesla o Facebook non lo fanno.

Questo, inoltre, rende inutile un approccio trasversale all’indice, con strategie simili a quella Dogs of the Dow. Infatti le società blue chip del NASDAQ non performano meglio delle altre e dovrai considerare altri aspetti se intendi basare il tuo portafogli sul paniere dell’indice.

Orari di trading consigliati sul NASDAQ 100

I futures Nasdaq 100 possono essere negoziati alla Chicago Mercantile Exchange (CME) da:

Domenica (dalle 18:00)– venerdì (alle 17:00) con un blocco delle contrattazioni dalle 16:15 alle 16:30 ET;

È programmato un periodo di manutenzione giornaliera dal lunedì al giovedì dalle 17:00 alle 18:00 ET;

Ci sono anche ETF che tengono traccia del Nasdaq 100 come Invesco Trust che fa trading sulla borsa NASDAQ. Questo ha:

  • Orario di trading pre-mercato dalle 4:00 a.m. alle 9:30 a.m. ET
  • Orario di mercato dalle 9:30 alle 16:00 ET
  • Orario del dopo-mercato dalle 16:00 alle 20:00 ET

Ricordiamo che sulle piattaforme di trading come FP Markets si può avere accesso al mercato 24 ore al giorno senza alcuna limitazione dal lunedì al venerdì sugli indici.

Opinioni dei professionisti sul NASDAQ

Infine vogliamo riportarti alcune opinioni degli investitori professionisti sul NASDAQ. Trattandosi di uno degli indici principali al mondo, infatti, è caratterizzato da elevati volumi di trading anche da parte dei grandi investitori. Si tratta in generale di un sintomo di ottima salute e di un vantaggio per tutti coloro che iniziano da zero.

Attraverso le opinioni, i pareri e le esperienze dei grandi investitori, infatti, potrai apprendere trucchi e segreti per investire sul NASDAQ.

NASDAQ 100
Celebre affermazione di Ken Worthington sul NASDAQ 100

La celebre affermazione di Ken Worthington sul NASDAQ mette in chairo la stretta connessione tra l’indice, le società che vi sono comprese e i mercati. Monitorare il NASDAQ è, per i professionisti, un compito giornaliero da assolvere in quanto le sue variazioni spesso nascondono importanti opportunità di investimento. Un modo per ottenere opinioni sull’indice americano in modo sicuro e rapido è quello di affidarsi al Social Trading di eToro (clicca qui).

Come puoi vedere nell’immagine tratta dal conto demo gratis di eToro, infatti, la sezione di news feed dedicata al NASDAQ 100 è ricchissima di importanti spunti, previsioni e opinioni sull’andamento del titolo.

NASDAQ 100 opinioni
La pagina di Social Trading di eToro sul NASDAQ

Inoltre, se qualcuna di esse ti sarà poco chiara potrai sempre chiedere maggiori delucidazioni nei commenti, in modo da comprendere al meglio quale operazione è maggiormente consigliata di volta in volta.

Investire sul NASDAQ 100 conviene oggi?

Prima di conscludere questa guida, vogliamo dare una risposta esaustiva alla domanda che sicuramente ti starà assillando: investire sul NASDAQ conviene?

Ebbene, nel caso in cui tu abbia tenuto conto di tutto quello che ti abbiamo detto finora e sia riuscito a fare una buona analisi tecnica e fondamentale sul titolo, allora la risposta è un sonoro: SI, MOLTO!

Il NASDAQ è un titolo finanziario di tutto rispetto, capace di tempi di ripresa eccellenti anche alla peggiore delle situazioni. La spinta alla crescita che caratterizza la maggior parte delle azioni presenti nel suo paniere si trasmette direttamente anche al NASDAQ 100. Prendi ad esempio questo grafico tratto dal conto dimostrativo gratis di eToro:

NASDAQ 100
Ripresa del NASDAQ a dispetto della crisi da Covid-19

A dispetto del crollo dei mercati a Marzo 2020, infatti, il NASDAQ è riuscito a rimbalzare al rialzo, recupernado le posizione perse a Giugno e toccando nuovi massimi storici a Settembre.

Questa crescita, inoltre, proseguiva da oltre due anni, dopo l’episodica fase di ribasso del 2018. Eslcudendo il periodo bearish del 2018, infine, si può dire che il NASDAQ 100 sia in crescita dal 2002. Questo lo rende un titolo decisamente conveniente sul quale investire. Non a caso da molti è visto come il simbolo dell’egemonia economica Americana.

Considerazioni finali

Operare sul Nasdaq 100 può essere sicuramente vantaggioso considerato quanto è importante questo indice di borsa, tuttavia come abbiamo visto non si tratta certo di un’attività da prendere alla leggera.

Per investire sugli indici c’è bisogno di analisi tecnica e fondamentale e bisogna sapere come muoversi per non entrare a mercato nel momento sbagliato. Tuttavia affidandosi alle migliori piattaforme trading come eToro, tutto diventa possibile e si possono fare analisi e trades vincenti.

A seguire vogliamo proporti alcune delle domande più frequenti che ci sono state poste dai lettori. Ti ricordiamo che per qualsiasi chiarimento o dubbio puoi scriverci nei commenti. Il nostro team di esperti ti risponderà prontamente.

FAQ – NASDAQ Index: domande e risposte frequenti

Cos’è il NASDAQ?

NASDAQ è il nome della seconda Borsa Valori statunitense, la più importante al mondo dopo la NYSE. Su questa Borsa poi si basano tre indici di Borsa in particolari, il NASDAQ Composite, il NASDAQ Financial 100 e, il più importante, il NASDAQ 100.
Questi indici di Borsa sono tra i più seguiti al mondo.

Come investire sul NASDAQ 100?

Per investire sul NASDAQ 100 è necessario considerare che non solo si tratta dell’indice di Borsa tecnologico par excellence, ma anche di quello che comprende le azioni dei principali colossi mondiali delle telecomunicazioni, dei servizi web, dell’informatica e della robotica.
Si tratta, dunque, di settori all’avanguardia che non hanno ancora manifestato il loro pieno potenziale. Investire sul NASDAQ richiede, pertanto, un ottimo equilibrio tra operazioni sul lungo termine (DMA Trading) e strumenti derivati (CFD).

Il NASDAQ continuerà a crescere sul lungo periodo?

Si tratta di una domanda a cui non è semplice rispondere. Se i mercati rimanessero sempre nella condizione in cui si trovano attualmente, allora il NASDAQ continuerà a crescere indefinitamente. Tuttavia i mercati si evolvono e anche rapidamente. Per questo motivo consigliamo di far riferimento a broker che mettano a disposizione offerte e strumenti per mantenersi aggiornati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.