Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Starbucks

La Starbucks è una delle “caffetterie” più popolari a livello mondiale, fondata nel 1971 con sede principale a Seattle.

Dotata di una fama indiscutibile nel settore in cui opera, ha condotto numerosi investitori a chiedersi: comprare azioni Starbucks conviene?” E’ una scelta indicata per i miei investimenti finanziari?La guida nasce col proposito di placare tali dubbi, proponendo un attento studio del titolo.

Grazie all’analisi tecnica e fondamentale, si potrà comprendere se le azioni Starbucks godono di un potenziale da poter sfruttare a proprio vantaggio. Partendo da ciò, è altrettanto necessario un focus su quella che potrebbe essere la modalità migliore per accedervi: il trading online.

Proponendo due possibilità: investimenti CFD oppure in modalità reale DMA, si vogliono fornire le informazioni necessarie per garantirsi un’esperienza positiva e soddisfacente di trading online sul titolo Starbucks.

Principali caratteristiche del titolo STARBUCKS:

ISINLUO156801721
Quotata in borsa dal1922
Indice di riferimentoNASDQA
SettoreMTA / Caffetteria
Capitalizzazione101,90 mrd $
Target Price Medio90,50 $
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToroCapital.com / Trade.com
Principali caratteristiche titolo starbucks

Comprare azioni Starbucks: CFD e azioni reali DMA

Come già accennato durante l’introduzione, la prima parte della guida sarà dedicata a rispondere ad un’altra questione: come comprare azioni Starbucks. La scelta più in voga tra investitori di tutto il mondo ricade sul trading on-line: un’attività di compravendita di beni di mercato interamente svolgibile sul Web. Al trading viene concesso il merito di aver reso il mondo delle finanze molto più accessibile, sia da un punto di vista economico, che di esperienza.

Allo stesso tempo, è bene sapere che si potrà accedere a titoli come Starbucks in due modi:

Nel primo caso, ci si riferisce ad un’opzione che appare adatta a qualsiasi tipologia di investitore. In effetti, i Contracts for Difference si prestano bene per negoziare su ogni asset di mercato; avendo la possibilità di investire a condizioni versatili e flessibili.

Il primo vantaggio dei CFD è legato all’opportunità di speculare su un asset senza necessariamente doverlo acquistare. Dunque, i traders potranno generare profitti dalle continue oscillazioni di prezzo che lo stesso riporta.

Inoltre, consentono una doppia possibilità di rendimenti positivi: si può investire al rialzo, ma anche al ribasso. Procedendo con la vendita allo scoperto, si tenterà di trarre il meglio anche da situazioni in cui i mercati si mostrano poco favorevoli.

Per coloro che, invece, preferiscono un approccio più tradizionale, c’è il trading DMA. Come si può intuire dall’acronimo, che sta per “Direct Market Acess”, si tratta di un’opzione con cui accedere direttamente all’asset selezionato. Fare trading DMA sulle azioni Starbucks, di conseguenza, consentirà di diventare soci effettivi del gruppo. In più, se previsti, si avrà diritto anche a percepire dividendi.

Tale scelta si rivela più consona per traders che operano sul lungo periodo e che hanno ben ponderato eventuali profitti e perdite legate ad ogni operazione. Da questo punto di vista, è importante sapere che si potrà investire esclusivamente al rialzo, ottenendo profitti solo quando il bene incrementa il proprio valore di mercato.

Per chi fosse già a conoscenza di tutto ciò, ecco la lista dei migliori broker DMA con cui comprare azioni Starbucks:

Dove comprare azioni Starbucks: migliori piattaforme

Fare trading online non sempre garantisce esperienze positive e all’altezza delle proprie aspettative, a causa delle numerose truffe nel settore. A tal proposito, è bene inserire in questa guida delle piccole indicazioni per evitare di incappare in spiacevoli sorprese.

Il primo step per scegliere correttamente una piattaforma è, per traders europei, verificare che appartenga ad un broker ESMA; ente sorto per stabilire normative che tutelano i diritti e gli interessi dei traders stessi. Gli enti preposti per la regolamentazione di una piattaforma e che s’impegnano affinché i mercati siano trasparenti sono: CySEC e CONSOB.

Un altro fattore a cui prestare attenzione riguarda le commissioni di trading: il trading non ne prevede. L”unico “costo” a cui far fronte è lo spread: una cifra davvero irrisoria, perché indica la differenza tra prezzo iniziale e finale di un asset. E’ altrettanto importante tranquillizzare i meno esperti: le migliori piattaforme di trading risultano chiare ed intuitive già dal primo utilizzo. In questo modo, si eviteranno difficoltà operative e ci si potrà cimentare in tale attività anche investendo piccole somme.

Per semplificare una scelta determinante per il proprio trading on line, si procederà con una breve recensione delle piattaforme migliori attualmente disponibili.

eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è un broker da dover necessariamente menzionare, per la professionalità e la sicurezza dei servizi proposti. Piattaforma autorizzata, gratuita e friendly user, risulta una tra le prime scelte per fare trading online. L’efficienza di eToro si può già comprendere analizzandone i servizi: consente di fare trading CFD, oppure DMA.

Con una vasta scelta tra i titoli azionari più promettenti del momento, i traders potranno negoziare, in modalità reale e a costo zero, quelli che preferiscono. Per conoscere l’offerta sulle Real Stock di eToro, sarà sufficiente visitare questo indirizzo.

La fama del broker è principalmente dovuta all’introduzione di funzioni all’avanguardia, concretamente valide per ottimizzare il proprio livello operativo, pur partendo da zero.

La prima è conosciuta come “Social Trading e rivela una delle peculiarità più interessanti di eToro. Difatti, si propone come la prima piattaforma ad emulare il tipico funzionamento dei social network. Promuovendo l’interazione tra gli utenti, sarà davvero semplice ricavare previsioni di Borsa dai più esperti.

In verità, la funzione più apprezzata è il Copy trading, con cui seguire personalmente dei popular investor. Dopo tale scelta, sarà la piattaforma, in automatico a riportare i loro risultati sul proprio profilo. Visita questa pagina per scoprire come fare Copy Trading gratuitamente con eToro.

Infine, si vuole sottolineare che è prevista la possibilità di iniziare da un conto demo gratuito: utile sia per mettersi alla prova senza correre rischi, sia per valutare la qualità della piattaforma.

FP Markets

Una seconda piattaforma ben affermatasi internazionalmente è FP Markets (qui per il sito ufficiale). Broker autorizzato e dalle proposte di trading più adatte sia per esperti che per principianti, potrebbe essere quello giusto con cui comprare azioni Starbucks.

Broker munito di licenza australiana ASIC e dell’europea CySEC, è ritenuto oggi tra i maggiori intermediari per trading finanziario in rete, grazie anche ai suoi oltre 15 anni di esperienza.

Proprio come eToro, anche FP Markets presta un duplice servizio, fungendo sia da broker CFD che da broker DMA: entrambe le soluzioni non prevedono commissioni. E’ interessante sapere che, per negoziare sulle migliori azioni del momento, FP Markets offre due piattaforme:

Nel primo caso, si tratta della più potente mai realizzata, amata dai professionisti di tutto il mondo. La seconda, invece, combina semplicità e strumenti avanzati per agevolare anche i meno esperti. Puoi scoprire, a questa pagina, i servizi di trading di FP Markets.

Il broker presta una particolare attenzione ai bisogni dei propri utenti. Ragion per cui, oltre a numerosi strumenti d’analisi tecnica e fondamentale, rende disponibile una sezione didattica. Dopo aver acquisito la teoria necessaria, si potranno mettere in pratica le strategie elaborate attraverso un account di prova gratuito. Puoi aprire un conto demo FP Markets raggiungendo questo indirizzo.

Trade.com

Trade.com (qui il sito ufficiale) è l’ultimo broker che sale sul podio tra le migliori piattaforme di trading. Piattaforma regolamentata ed autorizzata, possiede le carte in regola necessarie per prestare i propri servizi a numerosi utenti in tutto il mondo.

La prima caratteristica del broker in questione, riguarda l’opportunità di fare trading CFD sui migliori assets di mercato a zero spese. Inoltre, possiede una valida offerta di trading azionario in DMA, accedendo direttamente ai titoli prescelti.

Per i neofiti, è presente sulla piattaforma un’area formativa ricca di materiali da consultare gratuitamente: glossario, video-lezioni ed un ebook contenente le principali informazioni sul fare trading. Per scaricare il pacchetto formativo di Trade.com, bisognerà visitare questa pagina.

La piattaforma, oltre al tipico conto demo, cerca di soddisfare ulteriormente le esigenze degli utenti. Infatti, per ottenere un conto Trade.com basterà versare 100 euro di deposito minimo: somma abbordabile da chiunque.

Azioni Starbucks: analisi completa del titolo

La seconda parte della guida sarà interamente volta allo studio della società statunitense Starbucks come attiva di Borsa. Più precisamente, si condurranno studi basati sulle due discipline basilari del trading online:

  • Analisi fondamentale: studio di elementi esterni ed interni alla società. Dunque, si prenderanno in considerazione i principali fattori micro e macroeconomici che possono determinare variazioni di prezzo sul titolo. Inoltre, è utile per definirne i potenziali di crescita per il futuro;
  • Analisi tecnica: studio, grazie ad appositi grafici, dei rendimenti storici di un titolo per comprendere, nella maniera più probabile, quali risultati potrebbe ancora raggiungere.
azioni Starbucks classico bicchiere per il caffè - la guida analitico/previsionale sul titolo Starbucks a cura degli esperti finanziari di Investimentifinanziari.net.
In primo piano, il logo storico della società Starbucks – La nostra guida analitico/previsionale sul titolo del noto marchio.

Prima di tutto, è bene specificare che i più esperti investono affiancando entrambe le analisi: permettono un approccio più approfondito riguardo le opportunità da trarre da un determinato asset. Per coloro a cui tutto ciò è ancora estraneo, sarebbe meglio optare per il CopyTrader e imparare osservando direttamente i migliori in azione.

Analisi fondamentale azioni Starbucks

Partendo dall’analisi fondamentale delle azioni Starbucks, si vuole chiarire che posizione occupa attualmente il gruppo statunitense sui mercati.

La società Starbucks è ben nota soprattutto negli Stati Uniti, avendo sede principale a Seattle, la cui fondazione risale al 1971. La scelta del nome del brand è molto particolare: richiama il libro Moby Dick, con uno studio attento da parte dei pubblicitari affinché restasse ben impresso ai clienti.

Il gruppo, all’inizio, si dedicò esclusivamente alla produzione di chicchi di caffè. Nel tempo ha ampliato l’offerta dei servizi, ma anche dei prodotti offerti, iniziando un’espansione geografica notevole. E’ il 2012 l’anno in cui il marchio sbarca in Europa. Dopo 5 anni, invece, è presente in tutti i continenti, rivelandosi una delle caffetterie più in dei tempi odierni.

Il sogno dei fondatori del marchio è sempre stato quello di rivoluzionare la tipica esperienza di gustare un caffè, riproducendone diverse varianti, come il noto Frappuccino. Allo stesso tempo, il gruppo ha conferito un aspetto meno tradizionale a ciò: col take away, l’esperienza di gustare un caffè in città ha un sapore del tutto diverso.

Nel 2018, è approdato anche in Italia, aprendo una sede a Milano e godendo del grande entusiasmo mostrato dai clienti futuri.

Starbucks: quotazione e dati storici

L’IPO per la Starbucks avviene nel 1992, con un valore iniziale di 17 dollari per azione. La capitalizzazione iniziale, ai tempi, fu pari a $73,5 milioni di dollari. La crescita per il titolo finanziario in questione, è avvenuta di pari passo con il rafforzamento del marchio: attualmente, conta più di 30.000 negozi aperti su scala globale.

Rientrando tra le società quotate presso l’Indice NASDAQ, le azioni Starbucks si sono dimostrate, in linea di massima, sempre ben performanti. Un ribasso evidente avviene nel 2008, quando raggiunsero una quotazione di soli 4 dollari per azione. Dopodiché, il titolo ha ripreso la propria scalata verso una posizione dominante nel proprio settore: nel 2019, tocca il massimo storico di 99 dollari per share.

Sebbene abbia riportato fasi altalenanti, mostra degli evidenti segnali di rialzo, interessanti sia sul breve che sul lungo termine. Infatti, nell’ultimo anno segna una performance in variazione positiva del +1,73%, stuzzicando la curiosità di molteplici investitori.

Azioni Starbucks: principali competitors

Per quanto riguarda i principali competitors Starbucks, è possibile citare:

  • Nestlé;
  • Subway;
  • Dunkin’ Donuts;
  • Mc Donalds;
  • Costa.

Tutte le compagnie sopracitate si rivelano dei giganti per il fatturato, ma anche per l’indiscussa popolarità che possiedono. Tuttavia, la Starbucks continua ad accaparrarsi il favore della clientela, per la qualità e la varietà dei prodotti offerti, naturalmente di produzione propria.

Restare aggiornati sulle news di mercato si rivela davvero importante per non perdersi nulla che potrebbe favorire/sfavorire il titolo Starbucks. Per questo motivo, è bene affidarsi a piattaforme di trading professionali, con cui visionare le ultime di mercato semplicemente accedendo al proprio account.

Azionariato Starbucks

I maggiori azionisti Starbucks sono:

  • Vanguard Group;
  • BlackRock Inc;
  • State Street Corp;
  • Magellan Asset Management Ltd;
  • Howard Schultz.

Oltre ad investitori istituzionali, il titolo Starbucks sembra allettare anche azionisti di fondi comuni, e piccoli traders retail.

Starbucks: business model e strategie per il futuro

La Starbucks è una compagnia retail che si occupa, principalmente, della produzione e commercializzazione di bevande di caffè, ma anche di cibo. Ogni prodotto nasconde un obiettivo fondamentale nel modello business del gruppo: creare un’esperienza nel consumatore, cercando di soddisfarne i gusti attraverso bevande di produzione propria.

L’attenzione verso il cliente, ha condotto la multinazionale a migliorare anche il proprio asseto interno: ogni negozio Starbucks cerca di riprendere le caratteristiche principali della comunità in cui sorge, garantendosi fidelizzazione e lealtà.

Lo scopo della compagnia, sin da sempre, è stato quello di imporsi come il principale venditore di caffè e thé. Ma, con un pizzico d’innovazione, è riuscita anche a proporre una relativa offerta sul cibo: tutto ciò non poteva far altro che ottenere il favore della clientela.

Ad oggi, sembra che il piano strategico attuato sia andato a buon fine: in ogni città straniera, qualsiasi turista va alla ricerca di un punto Starbucks ed immergersi completamente nell’atmosfera che si voleva ricreare. Senza dimenticare l’accessibilità che consente ad un largo target di consumatori di vivere un’esperienza da Starbucks, il gruppo è riuscito ad ottenere un’invidiabile solidità patrimoniale.

Starbucks ha deciso di rafforzare la propria crescita interna affacciandosi anche ai mercati emergenti: ad esempio, possiede dei punti café in Africa.

Con un logo ormai facilmente riconoscibile ed una campagna di marketing perfettamente studiata in base all’evoluzione delle preferenze dei clienti, il leader delle bevande a base di caffè si è garantito una notorietà davvero invidiabile.

Purtroppo, però, c’è una caratteristica davvero svantaggiosa per il gruppo: i prodotti non sono stati brevettati. Ciò significa che, pur essendo di proprietà Starbucks, chiunque potrebbe imitarli. Lanciando dei prodotti uguali, ma a prezzi più convenienti, la compagnia potrebbe incorrere in gravi perdite.

Un’altra pecca di un piano business così ben strutturato concerne l’utilizzo di protocolli standard per la realizzazione dei propri prodotti, che spesso interferiscono con il sistema culturale nel Paese in cui si sta inserendo.

Analisi tecnica azioni Starbucks

L’analisi tecnica sulle azioni Starbucks potrebbe apparire troppo complessa agli occhi di traders ancora poco abili nel settore. Per questa ragione, è bene sapere che molti investitori ovviano al problema facendo pratica grazie ad un conto demo di trading online gratuito.

Tuttavia, si sta per fornire un esempio pratico di cosa vuol dire analizzare i rendimenti storici di un titolo, grazie al grafico offerto dal leader del settore eToro:

azioni Starbucks
Grafico analisi tecnica sulle azioni Starbucks ripreso dal broker eToro gratuitamente.

Al grafico è stata applicata una delle strategie di trading di riferimento per ogni investitore: la Doppia Media Mobile. Basandosi sul calcolo tra due medie differenti, una veloce (linea rossa) e l’altra lenta (linea gialla), è possibile determinare i punti di ingresso e di uscita dal mercato, durante un intervallo di tempo ben preciso.

Nel caso specifico del grafico sovrapposto, il time frame è impostato ad un’ora: linea temporale utile per investimenti sul medio periodo. Da ciò, dunque, si potranno studiare i movimenti riportati dalle azioni Starbucks.

Con più precisione, si otterranno due segnali:

  • Di acquisto: quando la media mobile veloce interseca quella lenta dal basso verso l’alto;
  • Di vendita: al contrario, quando la media mobile veloce incontra quella lenta con un movimento che va dall’alto verso il basso.

I casi cerchiati riprendono entrambi gli esempi: il primo cerchio, mostra le medie che si incrociano verso l’alto, dopo un lungo trend negativo. Il secondo, invece, indica agli investitori che le azioni stanno per incamminarsi verso una scia ribassista.

Si vuole ricordare che risultati più accurati deriveranno da una combinazione di maggiori indicatori di trading online. Naturalmente, si tratta di competenze che si potranno semplicemente acquisire con la pratica e lo studio.

Azioni Starbucks: grafico con quotazione in tempo reale

Come si è largamente compreso, investire correttamente su un asset comporta monitorarne, con costanza, l’andamento sul mercato. Ecco perché è stato inserito un grafico con quotazione in tempo reale sulle azioni Starbucks:

[GRAFICO PREZZO AZIONI TENARIS, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Starbucks: Target Price e prospettive future

Un’ultima carrellata di informazioni sul titolo Starbucks riguarderà il target price e le previsioni per il biennio 2021/2022 più probabili. Partendo dai livelli di prezzo, dal più basso al più alto, previsti sul medio termine, si tenterà di fornire un range di valore entro i quali le azioni potrebbero muoversi.

Inoltre, per coloro che intendono operare in long, verranno riportate previsioni da cui iniziare farsi un’idea della convenienza del titolo. Si ricorda che, trattandosi di indicazioni, non bisogna considerarle come sicure. Per assicurarsi performance positive anche se le azioni dovessero ribassare, sarebbe ottimale fare trading con una piattaforma CFD autorizzata e professionale.

Target Price azioni Starbucks

Il target price si riferisce, semplicemente, alle quotazioni stimate dagli analisti su un preciso asset.

90,50 TM75,00 TB108,00TA
Target price- livello medio,basso,alto- delle azioni Starbucks – MEDIO PERIODO

Attualmente, le azioni Starbucks stanno riportando delle leggere flessioni negative. Difatti, vengono scambiate ad un prezzo pari a $87,17.

Dunque, con un target price massimo stabilito a 108,00 dollari per azione, entro fine anno il titolo potrebbe riprendersi. Considerando, inoltre, che nell’ultimo anno ha toccato un minimo di 50 dollari, nel peggiore dei casi, riporterebbe ugualmente dei miglioramenti.

Su 33 analisti, solamente uno ritiene che il titolo sia sovrapprezzato: 14 optano per il buy e 14 per l’hold. Investendo sulle azioni Starbucks con un broker CFD regolamentato, si potrà negoziare evitando commissioni e approfittando di qualsiasi occasione di mercato.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: le indicazioni e i dati riportati durante la guida, vengono controllati periodicamente dal nostro team di esperti di finanza. In questo modo, si vuole garantire l’opportunità di ricavare informazioni utili ai fini dei propri investimenti.

Azioni Starbucks: previsioni 2021/2022

Le previsioni per le azioni Starbucks risultano più interessanti di quanto ci aspettasse. Il motivo è, prima di tutto, legato agli obiettivi di crescita del gruppo: entro il 2021, dovrebbe aprire 12.000 nuovi punti vendita. In tal senso, il CEO del gruppo, ha affermato la volontà di incrementare del 5%, su base annua, dei rendimenti della società.

Procedendo con previsioni stimate per gli anni a venire, entro poco il titolo potrebbe toccare quotazione 131 dollari (2024), garantendo così degli ottimi ritorni agli investitori. Attualmente, non si esclude l’opportunità di poterne trarre benefici anche con strategie short. In qualsiasi caso, gli esperti invitano a procedere con cautela, così da non esporsi a rischi troppo elevati.

Comprare azioni Starbucks: conviene?

Dopo aver cercato di canalizzare, in un’unica guida, le maggiori caratteristiche del titolo Starbucks, si vuole finalmente dare una risposta alla domanda più frequente tra gli investitori: “comprare azioni Starbucks conviene?”

Prima di tutto, è bene sapere che tale risposta potrebbe variare in base alle strategie e agli obiettivi finali da voler conseguire. Tuttavia, le azioni Starbucks si rivelano vantaggiose sotto diversi punti di vista.

In primis, la società possiede una forte immagine del proprio brand: riconosciuto, amato e al centro dell’industria di cibo e beveraggio. A ciò, naturalmente conseguono delle elevate prestazioni finanziarie. Ad esempio, nel 2019 è riuscita ad ottenere un profitto pari a 3,6 miliardi di dollari.

Efficienza, qualità e crescita geografica sono solo alcuni dei principi che, da sempre, hanno accompagnato la multinazionale statunitense. Così come grazie ad importanti acquisizioni è riuscita ad incrementare, in poco tempo, la propria notorietà.

Le opportunità di crescita per il gruppo sono ancora numerose. In effetti, con una maggiore presenza sui mercati emergenti ed una varietà di prodotti ancor più vasta, la Starbucks potrebbe continuare a dominare i mercati.

Comprare azioni Starbucks: opinioni e considerazioni finali

Comprare azioni Starbucks è un’idea che, per numerose ragioni, da anni intriga diversi investitori. In effetti, le azioni del maggior player nel settore della caffetteria hanno riportato dei risultati interessanti negli ultimi anni. Senza dimenticare che possiede ancora margini di crescita che potrebbero, in poco tempo, incrementarne il valore.

Si ricorda ugualmente che, purtroppo, i mercati non sono stabili. Ciò significa che, per quanto le aspettative siano positive, nessun investimento è mai privo di rischi.

Entrano, così, di nuovo in gioco strumenti finanziari come i CFD: gli unici con cui poter speculare su un titolo anche al ribasso. Con la vendita allo scoperto, senza pagare commissioni, si potrà approfittare anche da eventuali situazioni negative di mercato.

Come già affermato, tutto ciò diventa possibile solo operando con broker affermati come eToro, Trade.com o FP Markets, avendo chances concrete di raggiungere risultati importanti pur partendo da zero.

Azioni Starbucks: domande frequenti

Come comprare azioni Starbucks?

Sarebbe opportuno usare piattaforme di trading online, garantendosi una gestione autonoma della propria attività, potendo partire anche da piccoli capitali.

Dove comprare azioni Starbucks?

Fare trading richiede la scelta di un’apposita piattaforma, autorizzata e regolamentata al fine di evitare spiacevoli soprese.

Come acquistare azioni Starbucks in modalità reale?

Per comprare azioni Starbucks in modalità reale bisogna fare trading in DMA, diventando azionisti a tutti gli effetti del gruppo.

Comprare azioni Starbucks senza commissioni è possibile?

Comprare azioni Starbucks col trading non comporta commissioni, in modo da non limitare le possibilità di coloro che investono piccole somme.

Qual è il target price delle azioni Starbucks:?

Il target price medio sulle azioni Starbucks previsto è pari a $90,50.

Comprare azioni Starbucks conviene?

Attualmente, le previsioni sulle azioni Starbucks lasciano ben sperare per un futuro rialzo del titolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.