Gli Investimenti Finanziari a 360°.
navigazione Categoria

Carte Prepagate

Le carte prepagate sono strumenti di pagamento elettronici che non hanno bisogno di un conto corrente collegato, né di una linea di credito da parte della banca.

Sono presenti ormai sul mercato da anni e tutti abbiamo imparato a conoscerle: basta caricare, secondo le modalità indicate dall’emittente, la carta per avere subito un mezzo di pagamento su Internet, ma anche offline.

Le carte prepagate devono la loro enorme popolarità alla praticità, alla sicurezza e anche alla possibilità di assegnarle, per le piccole spese, ai più giovani membri della famiglia.

Qui impareremo a conoscere le migliori carte prepagate, tenendo conto di quelle con IBAN e senza IBAN, delle carte conto e delle carte prepagate pure.

Non abbiamo trovato nulla

Sembra che non siamo in grado di trovare quello che stai cercando. Forse la ricerca può aiutare.

Cos’è e come funziona una Carta Prepagata

La carta prepagata è una carta di pagamento non collegata ad un conto corrente, ma ad un deposito che è caricato direttamente sulla carta.

Si distinguono dalle cosiddette carte Bancomat (o carte di debito) perché queste sono direttamente collegate ad un conto corrente (e spesso fanno parte di circuiti che non permettono di pagare online).

Si distinguono inoltre dalle carte di credito perché non si paga appunto a credito, ovvero attingendo da una linea di credito che ci ha aperto la banca. Con la carta prepagata, dovrebbe essere ovvio già dal nome, potremo spendere soltanto quanto abbiamo precedentemente caricato sulla carta.

La linea tra carte prepagate e carte con conto corrente collegato oggi si è ulteriormente assottigliata, con l’arrivo di prodotti ibridi che vedono carte prepagate alle quali sono associati degli IBAN e che dunque, limitatamente, sono in grado di comportarsi come un conto corrente. Sempre in grado di ricevere bonifici e talvolta anche di effettuarli.

Carte prepagate tipologie

Oggi ci sono diverse tipologie di carte prepagate: carte con IBAN, carte conto, carte prepagate ricaricabili. Ognuna di queste tipologie incorpora determinate funzionalità (e in genere determinati costi).

  • Carte prepagate ricaricabili

Sono le carte prepagate classiche, quelle che hanno fatto il loro esordio sul mercato italiano ormai 20 anni fa. Non hanno un IBAN associato e vanno ricaricate presso l’emittente, in genere con il circuito LottoMatica o tramite Poste Italiane nel nostro Paese.

  • Carte prepagate con IBAN

Le carte prepagate con IBAN sono l’evoluzione delle carte prepagate ricaricabili. Non hanno bisogno infatti di intermediari per essere ricaricate, perché appunto hanno un IBAN associato verso il quale possiamo versare con un bonifico da un altro conto.

  • Carte conto prepagate

In questo caso siamo proprio al limite, perché in realtà il conto corrente associato c’è, anche se questo tipo di carte viene rilasciato anche senza mettere mai piede in banca. Le carte conto hanno la particolarità sia di avere l’IBAN, sia di avere un minimo di servizi associati, tipicamente la possibilità di inviare bonifici.

Migliori Carte Prepagate: TOP Lista 2020 [10 più convenienti]

Abbiamo scelto per i nostri lettori le 10 carte prepagate migliori del 2020, scegliendo tra diverse tipologie prepagate, come appunto quelle con IBAN, le carte conto e le carte prepagate classiche.

  • Qonto

Tipo Carta: Carta Prepagata Conto App: sì, gestione completa Circuito: Mastercard Plafond massimo: illimitato Costo: 9 euro al mese

Qonto non è soltanto carta prepagata, ma un modo innovativo di gestire il proprio conto corrente, sia personale che aziendale. Tra i servizi offerti da questo specifico intermediario, oggi ci sono anche tre diverse carte: One, Plus e X.

Si tratta di carte dalla gestione molto moderna, con la possibilità di bloccare e sbloccare la carta direttamente dalla App, personalizzare il codice PIN e per gestire anche i bonifici in uscita.

In realtà siamo di fronte ad una carta tecnicamente prepagata, ma che si comporta davvero come un conto corrente. Il meglio che oggi si può ottenere in Italia sotto questo aspetto, seppur a costi sicuramente importanti.

  • VIABUY

Tipo Carta:Carta Prepagata Conto
App:sì, gestione completa
Circuito:Mastercard
Plafond Massimo:illimitato
Costo:zero costi fissi mensili
Carta Prepagata VIABUY

VIABUY è una carta prepagata nata per offrire tutte le funzionalità di un conto corrente, senza l’ingombro dello stesso a livello burocratico e di costi fissi. Aprirla costa parecchio – almeno rispetto alla concorrenza – perché c’é un una tantum di 69.90€ da versare all’apertura.

Ma dopo il primo versamento si gode di tutta la libertà del mondo: zero controlli sul credit score e sul reddito, bonifici in uscita gratis e quota mensile gratis se la carta viene utilizzata ogni mese.

  • Hype

Tipo Carta: Carta Prepagata Conto App: sì, gestione completa Circuito: Mastercard Plafond Massimo: 2.500€ per la carta di base Costo: 0€ per la carta di base

Quanto abbiamo riportato sopra relativamente a Hype è per la carta di base, quella con meno funzionalità e il plafond più basso. Si tratta di una carta conto prepagata con funzionalità minime e costi zero. Si può ricarica via bonifico, PagoBancomat QuiMultiBanca e tramite altro account Hype.

Uno dei migliori prodotti per chi vuole spendere poco e avere comunque le funzionalità di base di una carta prepagata.

  • N26

Tipo Carta: Prepagata Conto App: sì, gestione completa Circuito: Mastercard Debit Plafond Massimo: illimitato Costo: zero costi mensili

N26 è un’altra delle carte estremamente popolari, tra le ricaricabili conto, presenti nel nostro paese. Siamo davanti ad una carta tedesca, che può essere oggi utilizzata anche in Italia e che offre costi estremamente bassi di gestione e funzionalità avanzate tramite App. Comoda, pratica, e con la possibilità di utilizzare anche versioni più avanzate, con coperture assicurative di viaggio e altri tipi di servizi.

  • BUNQ

Tipo Carta: Prepagata Conto App: sì, gestione completa Circuito: Mastercard Plafond Massimo: Illimitato Costo: 7,99 € per il servizio premium, 0,00€ per la carta Travel

BUNQ è un servizio carta prepagata olandese, che oggi è disponibile anche in Italia e che offre tantissime funzionalità, su livelli diversi di pagamento. Al suo livello di base è una carta prepagata con IBAN europeo associato, che possiamo anche utilizzare per inviare e ricevere bonifici. Assolutamente di qualità, costi bassi per chi usa la soluzione Travel e possibilità di passare anche a soluzioni business.

Gestione totale tramite la App, che permette di cambiare PIN, creare carte virtuali per ulteriori pagamenti e anche avere degli account di risparmio.

  • TINABA

Tipo Carta: Prepagata Conto App: Sì, gestione avanzata Circuito: Mastercard Plafond massimo: 12.500 euro Costo: nessun costo fisso mensile

Tinaba è una carta decisamente popolare e che offre tutti i servizi delle carte che abbiamo visto sopra, compresa la possibilità di avere un conto salvadanaio per i nostri risparmi. Ancora un’alternativa al classico conto corrente, completamente gestibile tramite App e che si può ricaricare anche con bonifico.

  • Oval Pay

Tipo Carta: Prepagata Conto App: Sì Circuito Visa Plafond massimo: illimitato Costo: Gratis il rilascio, no canone mensile

Oval Pay ha la particolarità di offrire un IBAN italiano associato alla carta, cosa che è una semi-rarità, soprattutto da quando il settore bancario liberalizzato permette anche ad operatori europei di intervenire nel nostro Paese.

Funzionalità interessanti, nessun limite di plafond, App al passo con in tempi. Altra carta prepagata sicuramente interessante.

  • Nexi Prepaid

Tipo Carta: Prepagata Ricaricabile App: Sì, poche funzionalità Circuito: Mastercard Plafond Massimo: 12.500 euro Costo: 10 euro per il rilascio, 20 euro quota annuale

Nexi Prepaid è la carta prepagata disponibile presso diversi circuiti bancari italiani. Carta dalle funzionalità minime e dai costi comunque molto elevati, almeno se paragonati a quelli che abbiamo visto fino ad ora. Non a caso, pur essendo una carta di qualità, si trova in fondo alla nostra classifica.

  • PostePay

Tipo Carta: Prepagata Ricaricabile App: Sì, poche funzionalità Circuito: Mastercard Plafond Massimo: 3.000€ euro Costo: 10,00€ per il rilascio

PostePay ha sicuramente fatto la storia del mondo delle carte prepagate ricaricabili ed è stato il primo servizio su larghissima scala utilizzato in Italia. Oggi sicuramente accusa un minimo gli anni: pochissime le funzionalità via App e praticamente impossibile, almeno nella versione standard, utilizzarla al posto di un conto corrente.

  • PostePay Evolution

Tipo carta: Prepagata con IBAN App: sì, poche funzionalità Circuito: Mastercard Plafond Massimo: 30.000 euro Costo: 5,00 € emissione, 12,00€ canone annuo

Chiudiamo la nostra rassegna con l’evoluzione della PostePay standard, ovvero appunto PostePay Evolution. Una carta prepagata di Poste Italiane che è finalmente dotata di IBAN e che dunque permette a tutti ricevere bonifici per la ricarica. Per il resto, non si discosta molto da PostePay classica, se non fosse per un plafond decisamente più importante.

Come scegliere una Carta Prepagata

Ci sono diversi fattori da tenere in considerazione quando dobbiamo scegliere una carta prepagata – con questioni che spesso esulano anche dai costi fissi associati a questo tipo di servizio.

  • Solidità dell’emittente

Perché se è vero che comunque i fondi versati in una carta prepagata sono comunque coperti dal Fondo Interbancario fino a 100.000 euro per carta, sempre meglio affidarsi a chi ha una buona storia e una buona reputazione. Anche per evitare problemi.

  • App a supporto

Una App è oggi necessaria per controllare il saldo rimanente, per verificare i pagamenti effettuati, per bloccare la carta prepagata tempestivamente nel caso in cui dovessimo smarrirla. Meglio affidarsi a carte prepagate che offrono un buon servizio in questo senso.

  • Modalità di ricarica

Preferiamo e consigliamo le carte che abbiano delle modalità di ricarica quanto più possibile flessibili. Perché appunto avere diverse modalità di ricarica vuol dire avere meno problemi nella gestione dei nostri fondi.

  • Costi

Oggi la competizione per le carte prepagate è altissima e dunque possiamo sicuramente strappare un buon contratto. Bisogna sempre evitare le carte che hanno costi di ricarica troppo elevati o costi di gestione, occulti o meno, troppo alti.

  • Funzionalità e promozioni aggiuntive

Riteniamo che le carte prepagate siano apprezzabili proprio perché minime nelle funzionalità. Diffidiamo dunque di quelle che ne offrono troppe, perché in genere sono una scusa per aggiungere costi. Anche le promozioni vanno valutate una per una, perché spesso nascondono degli svantaggi.

  • Le nostre necessità

Perché appunto non possiamo assolutamente pensare di utilizzare una carta prepagata che non abbia le funzionalità di cui abbiamo bisogno. Se siamo di quelli che devono o vogliono ricaricare tramite bonifico, dovremo scegliere una carta con IBAN, e così via.

Tenendo conto di quanto abbiamo appena elencato in termini di funzionalità, possiamo essere certi di trovare la carta prepagata, tra quelle consigliate, che faccia di più al caso nostro.

Perché conviene usare una Carta Prepagata

Le carte prepagate sono convenienti sotto il profilo dei costi e soprattutto offrono funzionalità minime, che per i pagamenti online possono essere un vantaggio, invece che uno svantaggio.

Ci sono, a nostro modo di vedere le cose, diversi vantaggi legati all’utilizzo delle carte prepagate, motivo per il quale continuano ad essere uno strumento apprezzatissimo dagli italiani.

  • Sicurezza

Avere una quantità limitata di fondi ci permette di acquistare online e offline con maggiore disinvoltura, perché anche nel caso di clonazione della carta, saranno pochi i fondi a disposizione di ladri e truffatori.

  • Praticità

Avere un numero di carta da utilizzare online senza troppe complicazioni, poter ricaricare quando si vuole, avere la possibilità di utilizzare la carta presso qualunque sportello ATM. Sono vantaggi innegabili delle carte prepagate.

  • Semplicità d’apertura

Le procedure burocratiche che sono legate all’ottenimento di una carta prepagata sono in genere ridotte rispetto a quelle per l’ottenimento di una carta di credito o di un conto corrente. Il che vuol dire che potremo ottenerla semplicemente e senza troppi laccioli burocratici.

  • No credit check

Per chi non ha un buon credit score, ottenere una carta prepagata è comunque possibile, mentre sarebbe letteralmente impossibile ottenere una carta di credito.

Sono vantaggi che riteniamo importantissimi e che dovrebbero spingere, sempre a nostro modo di vedere le cose, praticamente chiunque ad avere almeno una carta prepagata per i propri acquisti e per la gestione di parte del proprio capitale.

Carta prepagata VS Carta di Credito: analogie e differenze

Carte prepagate e carte di credito sono due strumenti estremamente diversi, sebbene simili nell’aspetto esteriore: è vero che entrambe possono essere utilizzate per pagare online e offline, ma le loro similitudini iniziano e finiscono qui.

  • Le carte di credito presumono un credito da parte della banca

Le carte di credito non pescano da quanto abbiamo sul conto o sulla carta, ma sono a tutti gli effetti del debito che abbiamo nei confronti della banca. Debito che è sottoposto a tassi di interesse molto alti.

  • Tassi di interesse altissimi per le carte di credito

Questo è il punto consequenziale a quanto abbiamo detto poco sopra. Le carte prepagate non pagano interessi, perché appunto si tratta di capitale che abbiamo versato precedentemente e stiamo utilizzando. Con le carte di credito invece paghi i tassi più alti sul mercato (anche più del 15% in totale su base annua), anche sui piccoli acquisti.

  • Indebitamento perpetuo

Con le carte di credito, soprattutto se revolving, è possibile innescare un ciclo di debito perpetuo dal quale è estremamente difficile risollevarsi. Sono moltissime le famiglie con indebitamento fuori controllo proprio a causa di un utilizzo troppo disinvolto delle carte di credito.

Con le carte prepagate questo non può avvenire. Certo, non vogliamo affermare che non ci siano ragion d’essere per le carte di credito. Ma vogliamo sottolineare che l’accesso semplice al credito – a queste condizioni – non è sempre un vantaggio per chi lo ottiene.

Le carte prepagate rispetto alle carte di credito permettono, anzi obbligano ad una gestione assolutamente più controllata dei propri denari.

Considerazioni finali

Oggi le carte prepagate si sono evolute e sono in grado di offrire servizi molto avanzati e funzionali. Possono finalmente rimpiazzare, per la stragrande maggioranza delle persone, il classico conto in banca, a patto che non si abbia la necessità di richiedere del credito.

Per questo possiamo consigliare a tutti di valutare l’apertura di almeno uno di questi servizi, scegliendo magari tra quelli che, dopo le nostre approfondite analisi, abbiamo appunto segnalato.

Non abbiamo trovato nulla

Sembra che non siamo in grado di trovare quello che stai cercando. Forse la ricerca può aiutare.