InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

FTSE China A50

Il FTSE China A50 è un indice della Borsa Cinese gestito dal FTSE Group che comprende i 50 titoli finanziari con la più alta capitalizzazione delle due principali borse cinesi: la Borsa di Shangai e la Borsa di Shenzen.

Le azioni A cinesi sono un caso particolare poiché sono state introdotte nei principali indici globali gradualmente ed in tempi molto recenti, circa all’inizio del 2000 quando la Cina ha allentato le restrizioni sugli investimenti stranieri.

Analisi finanziaria del titolo FTSE China A50 a cura degli esperti di Investimentifinanziari.net
Guida completa agli investimenti sul FTSE China A50 Index

Questo indice è stato lanciato nel 2003 ed, in breve tempo, con l’esplosione dell’economia cinese avuta in quegli anni, è diventato molto rilevante a livello mondiale. Negli ultimi diciassette anni, ha mantenuto questa sua rilevanza suscitando l’interesse di molti investitori in giro per il mondo.

In questa guida agli investimenti sul FTSE China A50, ti forniremo una panoramica completa sull’indice raccogliendo il maggior numero di dati utili ai tuoi investimenti per darti la possibilità di utilizzarlo sia per investimenti diretti, sia per inserire nel tuo portafoglio i migliori titoli che lo compongono.

Nella seguente tabella, potrai trovare le principali caratteristiche dell’ indice FTSE China A50:

Nazionalità::Cina🇨🇳
Anno di composizione:2003
Composizione:50 società cinesi a più alta capitalizzazione
Codice:XIN9
Min. 12 mesi:16426,46 CNY
Max. 12 mesi:16759,96 CNY
Come comprare:Azioni DMA / CFD
Dove comprare:eToroFP Markets / Trade.com
Caratteristiche dell’indice di Borsa cinese FTSE China A50

FTSE China A50: Cos’è e come funziona?

Come abbiamo accennato nel paragrafo introduttivo, FTSE China A50 Index è un indice del mercato azionario gestito da FTSE Group. Lanciato sul mercato nel 2003, era conosciuto come FTSE Xinhua China-A50 Index e fino al 2010, si trattava di una joint – venture tra FTSE e Xinhua. I suoi componenti sono stati scelti tra le principali azioni A – Share della Borsa di Shanghai e Shenzhen Stock Exchange .

Pur essendo numericamente limitato per quanto riguarda i componenti, questo indice è uno dei più rilevanti in Cina nel mercato delle azioni A – Share. Grazie alla grande capitalizzazione di mercato dei suoi componenti, infatti, l’indice rappresenta il 43,5% di quella di un altro importante indice cinese, il FTSE China Free, che conta 800 componenti.

Per comprendere meglio come funziona questo indice, sarà necessario capire come funziona la Borsa cinese in generale e la sua storia.

La Borsa cinese è la Shangai Stock Exchange, una borsa valori nata nel 1990 nel quartiere Lujiazui, conosciuto come “il quartiere degli affari” di Shangai. Le sue origini, però, sono ancora più vecchie poiché fu fondata per la prima volta nel 1891 ma è stata chiusa quando, nel 1949, è stata istituita la Repubblica Popolare Cinese.

FTSE China A50
Shaghai Stock Exchange: la Borsa presso la quale è quotato il FTSE China A50

La riapertura di questa Borsa, ha coinciso con un periodo di forti innovazioni per il paese, da un punto di vista sociale, politico e, soprattutto, economico. Tra gli anni ’90 e 2000, infatti, la Cina è diventata molto rilevante globalmente da un punto di vista economico ed ha aperto i suoi mercati finanziari anche ad investitori esteri.

Ciò ha favorito la nascita di vari indici, tra cui quello di Shenzen le cui azioni, insieme a quelle della Borsa di Shangai, compongono il FTSE China A50 Index.

C’è da dire, inoltre, che queste due Borse insieme raggruppano circa 1200 società e che l’unione delle loro capitalizzazioni di mercato raggiunge il 30% del PIL dell’intero Paese, pari a circa 500 miliardi di dollari. Non c’è da meravigliarsi, quindi, se queste Borse costituiscono la seconda più grande piazza finanziaria dell’ Estremo Oriente (dopo Tokyo).

Qui di seguito le migliori piattaforme per trading con cui puoi investire:

Investire nell’indice FTSE China A50: Trading in CFD e azioni pure DMA

Per investire sul mercato dell’indice FTSE China A50, le varie piattaforme di trading online mettono a disposizione, principalmente, due modalità d’investimento : trading con CFD ed investimenti diretti in modalità DMA. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta:

Il Trading di CFD è la tipologia d’investimento maggiormente scelta dai trader di tutto il mondo e consiste in strumenti finanziari derivati chiamati Contract for difference che consentono di investire in un titolo finanziario senza comprarne le parti ma puntando sulle oscillazioni del titolo stesso.

In questo modo, è possibile puntare sia sul rialzo, e quindi sull’acquisto di un titolo, che sul ribasso con vendita allo scoperto.

Questa tipologia di trading, è particolarmente adatta per investimenti sul breve tempo: le operazioni effettuate con CFD, infatti, se dopo 24 ore sono ancora aperte, subiscono il pagamento del tasso di overnight, ossia, il prezzo che perette di mantenere i contratti aperti anche nelle ore in cui le negoziazioni su un determinato asset sono bloccate.

Se sei interessato ad investire sul lungo termine,  invece, puoi optare per l’acquisto diretto di azioni in modalità DMA Market.

Questa modalità d’investimento non è soggetta a tasso di overnight, ma non consente di puntare su un trend ribassista dato che non si basa sull’oscillazione del titolo ma sulla crescita dell’asset nel tempo. D’altro canto, però, comprando azioni con DMA, è possibile diventare azionisti diretti di una determinata società con tutti i benefici connessi.

Dove investire sul FTSE China A50: piattaforme consigliate

Una volta aver capito quali sono le modalità d’investimento con le quali poter investire nei titoli dell’indice FTSE China A50, bisogna trovare un broker online che ci permetta di effettuare queste operazioni in completa sicurezza.

Come fare? É semplice, basta seguire alcuni criteri di valutazione che ti permetteranno di trovare un broker affidabile e che ti fornisca tutti gli strumenti adeguati per investire al meglio.

Innanzitutto, è necessario controllare che il broker in questione abbia le autorizzazioni necessarie per operare nel trading online. Per quanto riguarda l’Italia, c’è bisogno della licenza della CONSOB che consente ai broker online di esercitare in tutta la penisola, e la certificazione CySEC che autorizza ad operare in Europa. Inoltre, è bene controllare che sia conforme con le direttive europee ESMA.

Oltre alle licenze, bisogna anche controllare i costi delle commissioni. I migliori broker online, infatti, hanno aderito ad una campagna a zero commissioni dato che il loro guadagno non dipende dai servizi che offrono ma dallo spread. Pertanto, bisogna guardarsi bene dai broker che chiedono costi aggiuntivi per effettuare operazioni di trading poiché potrebbero essere disonesti o addirittura delle vere e proprie truffe.

Dopo aver preso tutte le precauzioni possibili riguardanti la sicurezza, consigliamo di controllare la praticità della piattaforma e le sue funzionalità. Per investire in modo facile ed ottimale, infatti, bisognerebbe trovare un broker online che utilizzi una piattaforma con un’interfaccia semplice da utilizzare e che offra numerosi strumenti.

Seguendo questi criteri, abbiamo selezionato per te i migliori broker online per investire in FTSE China A50 che ti presenteremo in maniera dettagliata nei prossimi paragrafi.

eToro

Il primo broker online che andremo a presentare è  eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Questo Broker famoso in tutto il mondo conta più di 10 milioni di utenti e permette di fare trading online in totale sicurezza, infatti è impossesso di molte certificazioni tra cui quelle per esercitare nel nostro paese, ossia, CONSOB e CySec.

Con eToro è possibile investire nei titoli presenti sul FTSE China A50 Index sia comprando azioni reali in modalità DMA, sia tramite CFD, il tutto senza pagare commissioni aggiuntive dato che, ogni operazione di trading sulla piattaforma di eToro viene effettuata a zero commissioni, pagando, quindi, solo lo spesa.

Tra le tante funzioni che hanno reso questa piattaforma così famosa, ne troviamo due in particolare, entrambe brevettate da eToro, che hanno contribuito a rendere questa piattaforma di Trading online così famosa: Social Trading e Copy Trading.

Il  servizio di Social Trading il sistema sul quale si basa l’intera piattaforma e permette ai trader di consultarsi, commentare operazioni, scambiarsi opinioni funzionando proprio come un Social Network. Questo connubio tra trading online e social network, ha dato origine alla figura del Top Investor, ossia, un trader che si distingue per investimenti particolarmente vantaggiosi affermandosi come una sorta di “influencer”.

La figura del Top Investor, è strettamente collegata alla seconda funzione di cui vogliamo parlarti: il Copy trading . Questo strumento, infatti, permette di copiare automaticamente le operazioni di trading di un Top Investor selezionato. In questo modo, si possono replicare le sue strategie ed ottenere gli stessi risultati, sempre in proporzione del capitale investito.

Per provare questi ed altri strumenti di eToro prima di fare investimenti veri e propri, è possibile aprendo un conto demo gratuito  , simulare strategie ed investimenti servendosi di un conto virtuale senza correre il rischio di perdite.

Leggi anche:

FP Markets

Un altro broker che vogliamo consigliarti è FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale). , uno dei più amati dai trader di tutto il mondo che pone al centro della sua attenzione, le esigenze del cliente fornendo numerosi servizi volti a soddisfare tutte le esigenze.

FP Market è un broker multiasset che ti permetterà di investire in numerosi titoli presente sul FTSE China A50 in totale sicurezza, possiede, infatti, le certificazioni CONSOB e CySEC per poter esercitare nel nostro paese. Inoltre, consente di fare sia trading con CFD che in modalità DMA senza commissioni aggiuntive.

FP Market, inoltre, consente di fare trading online, oltre che sulla piattaforma proprietaria del broker, anche su alcune tra le più importanti piattaforme di trading online per soddisfare più esigenze:

  • MetaTrader 4/5: sono tra le piattaforme più utilizzate dagli utenti e mettono a disposizione numerosi strumenti ed un software agile e veloce. Su Metatrader 4/5 potrai, inoltre, trovare diversi Expert Advisor gratuiti, che rendono queste piattaforme particolarmente interessanti per i trader più esperti che avranno, così, la possibilità di provare strategie più avanzate ed effettuare operazioni come il trading algoritmico;
  • IRESS: è un’altra piattaforma molto conosciuta che ha un sistema capace di  mutare le interfacce in base al tipo di mercati selezionati. Per investire in FTSE China A50, ad esempio,  IRESS ti presenterà un’interfaccia atta a mostrare gli strumenti utili  per analizzare indici di Borsa .

Infine, con FP Markets è possibile utilizzare numerosi strumenti di misurazione finanziaria per effettuare in maniera autonoma le analisi dei titoli desiderati.  Iscriviti qui per utilizzarli gratuitamente quando vuoi.

Leggi anche la recensione sul broker:

Trade.com

Se vuoi investire nei titoli dell’indice FTSE China A50 ma ti sei appena avvicinato al mondo del trading online, Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) potrebbe essere la scelta giusta per te. Questo broker, infatti, è uno dei più accessibili presenti in rete e, con un deposito iniziale di soli 100 euro, ti permette di investire su numerosi asset a zero commissioni.

Inoltre, è un broker totalmente sicuro e legale in possesso delle certificazioni CONSOB e  CySEC col quale potrai fare sia trading con CFD che investimenti diretti in modalità DMA.

Una delle principali caratteristiche di questo broker, oltre alla convenienza economica, è la sua formazione gratuita che si afferma tra le migliori nel campo. Trade.com, infatti, ha puntato principalmente sulla formazione per permettere agli aspiranti trader di fare un corso partendo da zero, ed ai trader più esperti di restare sempre aggiornati.

La sua area didattica, mette a disposizione degli utenti dei veri e propri corsi di trading online composto da videolezioni gratuite. Inoltre, fornisce degli e – book a tema trading gratuiti. Per saperne di più ricordati di cliccare qui per la formazione gratuita offerta da Trade.com.

Leggi anche la recensione sul broker:

FTSE China  A50: analisi completa del titolo

Arrivati a questo punto della guida, possiamo procedere con un’attenta analisi dell’indice in modo da riuscire a raccogliere tutti i dati che ci permetteranno di fare le giuste valutazioni per i nostri investimenti. Le tipologie di analisi che andremo ad effettuare sono due: analisi tecnica ed analisi fondamentale.

  • Analisi fondamentale: sul FTSE China A50 andrà ad analizzare una serie di elementi interni ed esterni all’indice, riguardanti principalmente la composizione ed il peso del titolo che ti permetteranno di comprendere il macro – trend del titolo, i vantaggi e gli svantaggi e le prospettive future;
  • Analisi tecnica: è una tipologia di analisi che, invece, ti permetterà di fare previsioni sul breve termine e, mediante l’utilizzo di strumenti di misurazione finanziaria come grafici e statistiche, ti darà la possibilità di capire quando aprire una posizione.

Queste due tipologie di investimento, seppur diverse tra loro, sono complementari e vanno effettuate entrambe per poter raccogliere il maggior numero di dati che ti permetteranno di trarre il massimo dei benefici dai tuoi investimenti.

Analisi fondamentale  FTSE China A50

Come abbiamo già accennato in precedenza, l’analisi fondamentale è quello strumento che permette  di comprendere in che modo un titolo finanziario si evolve sul lungo termine studiando tutti gli elementi che possono condizionare l’andamento di un determinato asset.

Per quanto riguarda gli indici di borsa, è necessario analizzare principalmente la loro composizione ed il rapporto che hanno con l’economia del paese al quale fa riferimento l’indice.

Gli elementi che andremo a prendere in considerazione per un’analisi fondamentale ottimale del FTSE China A50 Index, sono:

  1. Quotazioni e dati storici, per conoscere i risultati passati dell’indice;
  2. Composizione per capire quali sono i settori presi maggiormente in considerazione dall’indice
  3. Indici correlati della Borsa Cinese;
  4. Market Movers, cioè, i fattori principali che determinano variazioni significative di quotazioni dell’indice.

Questi dati ti permetteranno di effettuare una previsione sul lungo termine sull’indice che ti aiuterà a capire se un titolo si presta bene per investimenti in modalità diretta.

FTSE China A50: quotazione e dati storici

Come abbiamo già detto, l’indice FTSE China A50 è stato aperto nel 2003 per raggruppare gli asset della Borsa di Shangai e la Borsa di Shenzen con la più alta capitalizzazione.  

Per questo motivo, per capire qual è stato l’andamento del suddetto indice in questi 17 anni, dovremo fare riferimento alle quotazioni storiche della Borsa cinese in generale.

Già dopo tre anni dall’apertura del China A50, la Borsa Cinese garantiva la quotazione di 842 società raggiungendo una capitalizzazione borsistica di 915 miliardi USD che, l’anno successivo, ha segnato un progresso del 97% raggiungendo i 6124 punti.

Questi progressi sono dovuti all’economia cinese che, mostrandosi estremamente dinamica, ha suscitato l’interesse di numerosi investitori esteri.

Purtroppo, nel 2008, anche la Borsa Cinese ha risentito della crisi finanziaria che si è abbattuta sull’economia mondiale perdendo il 65% del suo valore corrispondente ad una perdita di 3000 miliardi USD di capitalizzazione arrivando ad una quotazione finale di 1820 punti.

Alla fine dello stesso anno, risultavano attivi circa 120 milioni di conti di azione A con una minima parte del capitale delle aziende quotate aperta al pubblico, ciò ha incrementato i movimenti della quotazione.

FTSE China A50:  composizione

Come abbiamo già specificato nei paragrafi precedenti, l’indice FTSE China A50 è composto dai 50 titoli azionari con la più alta capitalizzazione di mercato presenti sulla Borsa Cinese .

La seguente tabella ti mostra tutti i titoli presenti nel paniere di azioni dell’indice , il settore al quale appartengono ed il peso che hanno sulla quotazione dell’indice.

SocietàSettorePeso
Banca Agricola della CinaBanche3,21%
Banca di PechinoBanche2,88
Banca di CinaBanche2,07%
Bank of CommunicationsBanche3,23
BYDVetture0,09%
China CITIC BankBanche0,48%
China Communications ConstructionBanche0,54%
China Constructions BankBanche1,36%
China Everbright BankBanche1,53%
Banca Industriale e Commerciale CineseBanche2,76%
China Life InsuranceAssicurazioni0,91%
China Merchants BankBanche6,16%
China Minsheng BankBanche6,68%
China National Nuclear PowerEnergie0,77%
China Pacific InsuranceAssicurazioni2,14%
China Railway ConstructionCostruzioni pesanti1,14%
China Railway IngegneriaCostruzioni Pesanti1,40%
China Shenua EnergyEnergie0,91%
China Shipbuilding IndustryVeicoli e autocarri commerciali1,72%
China State ConstructionCostruzioni pesanti2,34%
Citic SecuritiesInvestimenti3,75%
CRRCVeicoli e autocarri commerciali2,41%
Daquin RailwayFerrovie1,01%
Focus Media Information TechnologyTecnologie0,24%
Titoli GFInvestimenti1,13%
Groenlandia HoldingsImmobiliare0,36%
Guangzhou AutomobileVetture0,22%
Guozen Securities InvestimentiInvestimenti0,60%
Guotai Junan SecuritiesInvestimenti1,72%
Haitong SecuritiesInvestimenti2,78%
HikvisionTecnologie1,15%
Huaneng Power InternationalEnergie0,39%
Huatai SecuritiesInvestimenti1,43%
Industrial BankBanche6,39%
Jiangsu Yanghe BreweryAlcolici0,72%
MideaElettrodomestici2,01%
MoutaiAlcolici4,03%
Nuova China Life InsuranceAssicurazioni0,69%
PetroChinaOlio e gas0,86%
Ping An BankBanche1,90%
Ping An InsuranceAssicurazioni9,13%
Poly Real EstateImmobiliare1,58%
SAIC MotorVetture1,52%
Shangai International PortServizi di Trasporto0,45%
Shangai Pudong Development BankBanche5,02%
Shangai RAAS emoderivatiBiotecnologie0,51%
Shekou Zona IndustrialeImmobiliare1,01%
Shenwan HongyuanFinanziario1,05%
SinopecOlio e Gas1,37%
WuliangyeAlcolici1,72%
Società che compongono il paniere del FTSE China A50

Come puoi vedere dalla tabella, il settore predominante è quello finanziario: l’indice, infatti, contiene molti istituti bancari ed altre società operanti nel campo assicurativo e degli investimenti. Il settore finanziario è poi seguito da quello dell’edilizia che conta società di costruzioni pesanti ed alcune imprese operanti nel campo immobiliare.

FTSE China A50: indici correlati

Come abbiamo già visto, il mercato cinese è complesso ed è composto da più piazze finanziarie importanti tra cui quelle di Shanghai e di Shenzhen che sono le più rilevanti. Naturalmente, in queste piazze finanziarie, sono presenti diversi indici di riferimento oltre a quello illustrato in questa guida. Di seguito andremo a vedere quali sono e come funzionano.

Un indice importante che fa riferimento alle due Borse sopracitate è l’indice Shanghai Shenzhen 300, che  raggruppa le prime 300 imprese quotate sul mercato cinese . Tuttavia gli indici a cui fanno maggiormente riferimento gli investitori sono lo Shanghai Composite  (SSE Composite) e lo Shenzhen Composite (SHSE Composite).

Per comprendere meglio il funzionamento delle borse cinesi e degli indici ad esse correlati, bisogna fare una precisazione: le azioni sono fortemente controllate dallo Stato, e questo vale sia per quelle privilegiate, che sono generalmente trascurate dagli investitori, che per quelle ordinarie , che un tempo erano riservate solo agli investitori cinesi .

Per questo motivo, la maggior parte degli investitori stranieri, sceglie di investire sulla Borsa di Hong Kong che, tra l’altro, è composta da una buona parte di azioni privilegiate  di tutti i settori di attività. L’indice principale della Borsa di Hong Kong è l’Hang Seng China Entreprises Index, conosciuto anche come H-Shares. e composto solo da società cinesi quotate a Hong Kong.

Tra i vari indici che compongono la Borsa Cinese, ce n’è anche uno più globale, chiamato MSCI China Index, che comprende la maggior parte delle società cinesi quotate sulle Borse di Shanghai, Shenzhen e Hong Kong ed anche quelle quotate su dei mercati stranieri come, ad esempio, quelli di Singapore e gli Stati Uniti.

 Generalmente , poiché gli investimenti sono fortemente controllati dalle autorità cinesi, gli investitori stranieri preferiscono investire sulla  Borsa di Hong Kong. Questo rende, quindi, l’indice borsistico Hang Seng China Entreprise  meno volatile rispetto ad altri indici cinesi  segnando una perdita massima del 50% dal suo massimo raggiunto nel 2007, mentre lo Shanghai Composite ha segna una perdita massima del 65% dal suo massimo storico.

Tuttavia, per i trader più esperti che vogliono mettere in atto una strategia basata su una maggiore volatilità, l’indice Shanghai Composite è senza dubbio quello più adatto dato che, come abbiamo visto, presenta una volatilità superiore rispetto ad altri indici cinesi.

Infine, gli investitori che non desiderano mettere in atto strategie di borsa più elaborate,  possono optare per l’indice MSCI China che comprende società quotate su diversi  mercati esteri, oltre che quelli cinesi e possono, quindi, costituire una scelta più varia.

FTSE China A50: i market movers

Uno studio importante per investire in indici riguarda, senza dubbio i Market Movers. Ma cosa sono e perchè sono così importanti?

I Market Movers sono tutti quei fattori esterni che possono incidere sulla quotazione di un titolo e fanno, quindi, muovere il mercato. Si tratta, quindi, di indicatori economici, finanziari o politici che possono influire su un titolo e sul suo andamento.

I Market Movers del FTSE China A50 sono:

  • Governo cinese, il quale attraverso numerose società da esso controllate, è presente nei Consigli d’Amministrazione di tutte le società quotate sull’indice. I piani economici governativi, dunque, influenzano significativamente le prestazioni del FTSE China A50 nel suo insieme;
  • Politica economica internazionale: il più grande avversario della Cina è la Cina stessa. Il suo espansionismo rapido e globale, infatti, spesso la porta ad essere oggetto di provvedimenti mirati che possono causare profonde crisi dei suoi indici di Borsa;
  • Hang Seng: il FTSE China A50 e l’Hang Seng sono strettamente correlati e i trend dell’uno tendono a ripercuotersi sui trend dell’altro. In particolar modo la Borsa di Hong Kong ha rappresentato fino ad ora il ponte tra il mercato interno cinese e quello mondiale;

Per realizzare investimenti finanziari proficui sul FTSE China A50, dunque, è necessario considerare attentamente la posizione del mercato cinese su quello internazionale.

Prestare attenzione ai Piani Economici stagionali della PRC (Popular Republic of China) e della reazione dei mercati è essenziale per prevedere le direzioni di sviluppo dell’indice di Shaghai.

Ne puoi vedere un esempio nell’immagine sottostante, tratta dal conto demo di eToro:

FTSE China A50
Gli effetti sul FTSE China A50 delle decisioni del Governo cinese

FTSE China A50:  Analisi tecnica

Dopo aver completato l’analisi fondamentale ed aver raccolto tutti i dati relativi ad essa, possiamo procedere con l’analisi tecnica dell’indice.

Per effettuare l’analisi tecnica del FTSE China A50, bisogna prendere in considerazione il grafico sottostante basato su indicatori di trading che ci aiutano a reperire informazioni sui livelli sensibili di prezzo.

Per informazioni più dettagliate su come effettuare l’analisi tecnica, puoi dare un’ occhiata al manuale di trading di Trade.com (scaricabile qui) che ha una sezione apposita dedicata agli indicatori di trading ed a come applicarli all’interno di un grafico.

Detto questo, possiamo procedere con il grafico che ci mostra gli indicatori di trading relativi all’analisi tecnica dell’indice FTSE China A50 effettuata sulla piattaforma di eToro (puoi iscriverti gratis qui):

Grafico esempio FTSE China A50
Esempio di analisi tecnica sul FTSE China A50 Index

Gli indicatori che il grafico ci mostra sono basati sulle Bande di Bollinger che permettono di comprendere le mutazioni di volatilità del titolo e di individuarne i livelli di Supporto e Resistenza. In questo modo sarà possibile pianificare operazioni della durata di qualche giorno per investire sul breve e sul medio periodo.

Supporti e Resistenze, infatti, permettono di individuare i livelli estremi entro i quali si sviluppa il trend di un titolo in fase laterale. Cosa significa? 

Semplice: durante i periodi in cui il titolo non cresce nè decresce, si potrà speculare sulle micro-variazioni di prezzo basandosi su quei due livelli. Quando uno di questi viene rotto, invece, si ha un segnale di breakout e si può investire sul trend dominante che ne segue.

Leggi anche:

Grafico con quotazione in tempo reale  del FTSE China A50

Nel seguente grafico potrai trovare quotazione in tempo reale del FTSE China A50 per monitorarne costantemente l’andamento.

[GRAFICO PREZZO FTSE CHINA A50, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Grazie a questo grafico, potrai capire quando sarà il momento giusto per un investimento e cogliere subito l’occasione aprendo un conto con eToro, Trade.com o FP Markets che ti consentiranno di investire con CFD o in modalità DMA a seconda dei tuoi obiettivi e le tue esigenze.

Prospettive future FTSE China A50

Quali sono le prospettive future per l’indice di Borsa cinese?

Come ben sappiamo, la Cina è stata l’epicentro del coronavirus, ma insieme ad altri stati asiatici, è stata anche la prima a prendere provvedimenti sulla diffusione della pandemia. In borsa, i frutti di questa ripresa sono già visibili dato che, già verso la seconda metà dell’anno, i listini della borsa cinese hanno mostrato un bilancio positivo rispetto all’inizio dell’epidemia. 

Per questo motivo, ora che siamo giunti quasi al termine di questo anno, il continente asiatico mostra un forte recupero economico partito proprio dalla Cina. Secondo gli analisti, il mercato cinese, chiuderà il 2020 con una crescita marginale ed i pronostici per l’anno venturo sembrano essere anche migliori.

A questo proposito, l’ FMI ha dichiarato che il PIL globale quest’anno dovrebbe segnare una flessione leggermente inferiore al  5% e la Cina risulta essere l’unica tra le principali economie ad archiviare un dato positivo, determinando una ricaduta salutare su tutta l’Asia.

Grazie a questo effetto benefico che la Cina avrà sui mercati, si registra un calo degli utili per azione, a livello societario, che rispetto al resto del mondo, in Asia dovrebbe essere più contenuto.

Le Borse di Shangai e Shenzen  sono stati  tra i migliori listini azionari per tutto il 2020, segnando  rispettivamente,  dei rialzi di 11% e 35%.  Le aziende quotate sulla borsa cinese che hanno permesso questi rialzi,  sono imprese innovative e ad alta crescita, operanti in settori atti a soddisfare l’incalzante richiesta di beni e servizi a di tipo tecnologico e digitale.

FTSE China A50
Il mercato cinese conferma il proprio primato in Asia

Questo in cosa si traduce per l’indice FTSE China A50?

Questa ripresa segna sicuramente un segnale positivo. Dopo le cadute precipitose delle borse di tutto il mondo registrate nel marzo 2020, il fatto che la Cina abbia riportato una crescita così veloce, nonostante tutte le conseguenze dell’epidemia, che hanno interessato principalmente la Cina, denota sicuramente un’ottima capacità di ripresa che fa ben sperare sul futuro dell’indice.

Target Price FTSE China A50

Il Target Price è uno strumento particolarmente importante per  l’analisi di un titolo finanziario. Il suo scopo è quello di prevedere le quotazioni che un asset potrebbe raggiungere nel medio periodo .

La seguente tabella, ti mostra il target price alto, basso e medio del FTSE China A50 Index individuati dal nostro team di esperti finanziari:

Target priceAltoMedioBasso
FTSE China A5019830,4916525,4113220,32
Target price FTSE China A50 Index

Come ci mostra la tabella, quindi, il target price medio che l’indice dovrebbe raggiungere nel medio periodo, si aggira intorno ai 16.525,41 CNY. Nella peggiore delle ipotesi, la quotazione potrebbe raggiungere il prezzo minimo di 13.220,32 CNY mentre, nell’ipotesi migliore, potrebbe raggiungere la cifra massima di 19.830,49 CNY.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: tutte le previsioni ed i dati relativi all’indice FTSE China A50 presenti nella guida, sono costantemente monitorate ed aggiornate dal nostro team di esperti finanziari  per fornirvi dati sempre attendibili ed utili in fase di investimento.

FTSE China A50: Previsioni 2021/2022

Secondo molti analisti, nel 2021, il mercato cinese dovrebbe essere quello nel quale sarà più vantaggioso investire. Queste previsioni si basano su un principio chiamato “first in, first out“, che indica che l’area che per prima è entrata in una crisi, sarà, automaticamente la prima ad uscire.

In questo caso, la Cina, essendo stata la prima a subire gli effetti della pandemia da Covid-19, potrebbe essere la prima a riprendersi. In effetti, i risultati degli ultimi tempi, sembrano confermare questa tesi che, di conseguenza, fa ben sperare sulle performance del mercato cinese nel prossimo biennio.

Secondo le previsioni degli analisti, la Cina, dovrebbe concludere l’anno con un aumento del 2%  per poi salire al 7,5% nel 2021 e al 5,7% nel 2022.

Se questo non bastasse a restituire un’immagine adeguata dell’importanza di questo mercato, prendi anche in considerazione il fatto che il mercato cinese, nel 2020, è stato riconosciuto come il principale mercato emergente al mondo.

La presenza dei prodotti cinesi a livello internazionale è di vitale importanza per l’economia globale e il perfezionamento delle tecniche di produzione massiva di prodotti ad alta tecnologia è la chiave di volta di un successo destinato a tagliare traguardi importantissimi in futuro.

La Cina rappresenta il futuro e più gli stati occidentali ricorrono al protezionismo più le permettono una rapida espansione. La guerra commerciale nel 2019/2020 di fatto ha rafforzato le sue posizioni in Asia.

FTSE China A50
Gli effetti della guerra commerciale con gli USA sul FTSE China A50

Non è difficile comprendere come l’epoca post-Covid-19 avrà un disperato bisogno della liquidità di cui il Celeste Impero dispone.

Niente Quantitative Easing per la Cina: solo un mercato interno in rapida crescita e un sistema economico ad elevata efficienza. Denaro, dunque, garantito da una granitica base materiale.

FTSE China A50
La ripresa dalla crisi da Covid-19 ha portato il FTSE China A50 a superare i massimi storici

Investire in FTSE China A50 conviene?

Siamo quasi giunti al termine di questa guida all’ Indice FTSE China A50 e siamo pronti a rispondere alla domanda che ti avrà probabilmente condotto qui: investire in FTSE China A50 conviene?

Chiaramente, in settore finanziario, tutti i pronostici positivi sono sempre condizionati da qualche fattore di rischio, ed il mercato cinese non è esente da questa regola.

Bisogna, innanzitutto, ricordare che il mercato finanziario cinese non è ancora del tutto liberalizzato e l’accesso ai mercati interni è riservato a investitori esteri qualificati.

Quindi , il mercato azionario cinese è esposto  a numerosi piccoli investitori locali che lo rendono sensibile ad una forte volatilità,con frequenti oscillazioni violente che lo rendono più adatto ad investimenti sul breve tempo o comunque ad investitori più propensi al rischio.

Un altro rischio legato alle azioni del China A50  può essere quello della sovra-esposizione. Le azioni di tutte le imprese cinesi, infatti, rappresentano circa il 34% dell’intero MSCI Emerging le cui azioni quotate a Shanghai e Shenzen hanno un peso di circa il 4%. Tuttavia, la loro importanza è destinata a crescere.

Data la ripresa economica che sta vivendo la Cina dopo la battuta d’arresto delle borse mondiali dovuta alla crisi pandemica in atto, investire nelle 50 società cinesi a più alta capitalizzazione presenti, appunto, nell’indice FTSE China A50, potrebbe essere conveniente. Data l’estrema volatilità di questi titoli, però, si potrebbe optare per investimenti sul breve termine per mezzo dei CFD.    

FTSE China A50: opinioni e considerazioni finali

Siamo giunti al termine di questa guida agli investimenti sull’indice FTSE China A50 di cui abbiamo analizzato l’andamento sia storico che attuale per poter ricavare una previsione futura che ci tornerà utile per i nostri investimenti.

I dati raccolti in questa guida, ci hanno mostrato le caratteristiche di un indice borsistico composto dalle 50 azioni con la più alta capitalizzazione di mercato in tutto il territorio cinese che è quasi la colonna portante dell’economia del paese, con un’influenza importante in tutto l’estremo oriente.

Pur trattandosi di titoli con delle caratteristiche particolari, sia per la scarsa liberalizzazione dei mercati finanziari cinesi e l’estrema volatilità del mercato borsistico di riferimento, sono molti gli investitori stranieri che si interessano ad essi e che li inseriscono nel loro portafoglio d’investimenti.

Va da sé che, trattandosi di titoli ad alta volatilità, il modo migliore per investire sarebbe il trading con CFD sul breve termine. Ad ogni modo, tutti i dati e gli strumenti forniti in questa guida, potrebbero esserti utili per valutare anche delle strategie sul lungo termine in modalità DMA.

FTSE China A50: domande frequenti

Cos’è il FTSE China A50?

Il FTSE China A50 è un indice della Borsa Cinese che comprende le azioni delle 50 società a più alta capitalizzazione presenti  nei mercati borsistici di Shangai e Shenzen.

Investire nel FTSE China A50 conviene?

Investire in FTSE China A50 in questo momento può essere conveniente principalmente sul breve termine tramite trading CFD.

Vale la pena investire nella Cina in tempi di Covid – 19?

La Cina è stato uno dei primi paesi a segnare una ripresa dopo l’inizio della crisi pandemica e, secondo le previsioni degli esperti, ci sarà un ulteriore rialzo positivo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.