Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Broker DMA

I broker DMA sono broker che offrono accesso diretto al mercato – senza contratti derivati. Sono da sempre contrapposti ai broker cosiddetti market maker, broker che al contrario di quanto avviene con i DMA, offrono contratti che replicano l’andamento di un determinato asset.

La distinzione in questione è di quelle importanti, perché appunto scegliere di fare trading on line in modalità DMA oppure di farlo tramite CFD (i contratti derivati più popolari tra i piccoli investitori) ha delle implicazioni a livello di costi, di strategie e di strumenti di trading.

Approfondiremo questi aspetti nel corso della nostra guida di oggi, una guida nata non solo per capire come funzionano i broker DMA e cosa sono, ma anche per aiutare chi ci legge a scegliere il broker migliore in relazione alle proprie strategie.

Con una piccola nota: oggi ci sono broker in grado di offrire sia la modalità DMA sia quella Market Maker, offrendo accesso ad entrambe i tipi di approccio al mercato.

Broker DMA accesso diretto
I broker DMA offrono accesso diretto ai principali mercati

eToro (qui per il sito ufficiale) è uno di questi, ma ce ne saranno altri che dovranno essere necessariamente citati, proprio perché in grado di offrire questo tipo di trading.

Cos’è un broker DMA

Il broker DMA è un broker che permette di avere direttamente accesso alla borsa e ai mercati. È un tramite a tutti gli effetti e non apre o chiude posizioni ma si limita a girarle al book della borsa.

Per intenderci quando acquistiamo un’azione ENI (ad esempio) tramite il nostro deposito titoli bancario, la banca si comporta esattamente come un broker DMA. Gira l’ordine alla borsa per nostro conto e trattiene il titolo nel nostro deposito.

Fino a qualche tempo fa i broker DMA erano la cosiddetta normalità, soprattutto per i piccoli investitori, o comunque per quelli non istituzionali.

Oggi invece la concorrenza, soprattutto da parte dei broker market maker è alta, perché questi, seppur con piani di commissioni diversi e anche con rischi diversi per l’investitore, sono in grado di offrire strumenti in più. Che possono essere determinanti per talune strategie e per taluni approcci al mercato.

La distinzione tra i due tipi di broker, inoltre, si è molto assottigliata da quando operatori come FP Markets (qui per la demo gratis) hanno iniziato ad offrire entrambe le possibilità, ovvero l’opportunità di acquistare direttamente titoli in modalità DMA, oppure di ricorrere ai contratti CFD.

DMA definizione

DMA significa Direct Market Access, ovvero Accesso Diretto al Mercato.

Ed è proprio questa la grande differenza che rende i broker DMA assolutamente unici. O meglio, la differenza che li contraddistingue dai broker che offrono invece direttamente intermediazione e mercato.

I broker invece Market Maker, che sono antitetici a quelli DMA, sono broker che appunto fanno mercato, perché sono non soltanto intermediari, ma anche il banco contro il quale scambiare i propri titoli.

Per fare un esempio non attinente con il mondo della finanza, che però può aiutare a comprendere la situazione, potremmo dire che i broker DMA agiscono da autostrada, in grado di portarci in borsa.

I broker market maker invece sono la borsa stessa, ovvero sono dei centri che non si limitano a inoltrare i nostri ordini verso le borse. Ma comprano e vendono titoli da noi, agendo da controparte fissa.

DMA Brokers come funzionano

I broker DMA sono dei canali che ci permettono di accedere alla borsa, inoltrando i nostri ordini.

Hanno un principio di funzionamento relativamente semplice:

  • Sono accreditati presso le principali borse

Oppure stringono accordi con altri intermediari accreditati su borse non locali.

  • Ricevono gli ordini dai clienti

In questo caso noi che vogliamo investire. L’ordine viene eseguito immediatamente nel caso in cui sai appunto un ordine ad esecuzione immediata. In caso contrario, viene eseguito secondo le direttive impostate dal cliente.

  • L’ordine raggiunge la borsa

E viene eseguito nel caso in cui ci sia una controparte disposta a fare uno scambio al prezzo richiesto dal cliente. Questo punto è una delle maggiori differenze per quanto concerne appunto i broker DMA e quelli MM.

Perché nel caso in cui al prezzo richiesto dal cliente non ci siano controparti disposte allo scambio, con i broker DMA l’ordine non può essere eseguito.

Un esempio può essere di grande aiuto nella comprensione del funzionamento dei broker DMA. Immaginiamo di voler acquistare a 8,90 € cad. azioni ENI.

Eseguiamo l’ordine tramite la nostra piattaforma di trading DMA, e nel frattempo il prezzo di ENI però si muove a 8,92 euro. A meno che non abbiamo impostato l’esecuzione a qualunque prezzo del nostro ordine, ci troveremo impossibilitati ad acquistare il titolo proprio per mancanza di controparte.

Cosa che invece difficilmente si verifica con i broker MM, che appunto fanno sempre da controparte e quindi accettano acquisti o vendite di titoli al prezzo da loro stesso fissati.

Non sono soltanto queste però le differenze dei broker DMA rispetto a quelli che offrono contratti derivati e si comportano da Market Maker. Sulla questione avremo modo di tornare più avanti nel corso della nostra guida. Le differenze ci sono, anche quando sono gli stessi broker ad offrire l’una o l’altra modalità.

Ci se ne può rendere conto analizzando quanto offre FP Markets (qui il sito ufficiale), un broker che tramite MetaTrader continua a proporre contratti CFD e quindi in modalità MM, mentre con IRESS offre accesso diretto ai mercati, appunto in modalità DMA.

Migliori Brokers DMA

I migliori broker DMA di oggi sono eToro e FP Markets. Sono due broker in realtà nati come broker CFD ma che oggi offrono la possibilità di fare trading in modalità DMA sulle azioni.

Li preferiamo non perché degni di particolari simpatie, ma perché, come avremo modo di vedere tra pochissimo, riescono in realtà ad offrire condizioni pressoché uniche ai loro clienti.

eToro Broker DMA

eToro (qui per il sito ufficiale) è – limitatamente alle azioni – un broker DMA, ovvero un broker che offre accesso diretto alle borse che sono listate all’interno della sua piattaforma.

Questo viene accompagnato dai classici CFD sulle stesse azioni, nonché sulle materie prime, sulle criptovalute, gli ETF e gli indici, per un broker che dovrebbe essere tenuto in considerazione anche soltanto per la sua completezza.

Caratteristiche

eToro offre centinaia di azioni in modalità DMA, ovvero con acquisto diretto e inclusione nel proprio portafoglio del titolo reale e non di un CFD che lo rappresenta.

Per accedere a questo tipo di modalità, laddove disponibile (non tutti i titoli sono ancora negoziabili in modalità DMA), basterà selezionare l’azione di nostro interesse ed acquistarla senza leva finanziaria.

Per chi si sta avvicinando per la prima volta ai mercati, seguire i prossimi passi permetterà di capire come funziona l’acquisto dei titoli azionari su eToro in modalità DMA.

Il conto è gratuito e permette di testare la piattaforma con 100.000 dollari di capitale virtuale. Non costa nulla e si può aprire seguendo il link in pochi minuti.

  • Accedere al conto

Con le credenziali che si sono scelte in fase di apertura del conto.

  • Andare su Mercati>Azioni>NASDAQ>AMZN

Per scegliere le azioni Amazon, che saranno oggetto del nostro esempio di oggi. Una volta scelte le azioni e cliccato su Investi, potremo piazzare il nostro ordine.

  • Piazzare l’ordine con leva X1

Basterà scegliere leva X1 per avere l’acquisto diretto – e non tramite CFD – sul broker eToro delle azioni Amazon (e di tante altre azioni).

eToro ordine DMA
Ecco come piazzare l’ordine in modalità DMA con eToro

eToro è un broker che riteniamo essere tra i migliori in ambito DMA perché:

  • Offre migliaia di titoli sui migliori mercati;
  • Ha una piattaforma semplice da capire e da utilizzare
  • Politica zero commissioni anche sulle azioni;
  • Affidabilità e legalità, perché dotato di licenza europea.

Non è però l’unica scelta che abbiamo effettivamente a disposizione per fare trading in DMA. Il prossimo broker è sugli stessi livelli, seppur con differenze importanti.

Recensione completa del broker: eToro recensione e opinioni

FP Markets Broker DMA

FP Markets (vai qui per il suo sito) è un broker misto DMA + CFD che permette di investire anch’esso su migliaia di titoli azionari anche in acquisto diretto.

Lo fa principalmente aprendo le porte a tutti i suoi clienti verso le principali piazze borsistiche a livello mondiale, tra le quali New York, Londra, Hong Kong, Singapore e Sydney.

Un broker storico, con più di 10.000 titoli all’attivo che riteniamo essere uno dei migliori a livello mondiale e non solo in ambito DMA.

Caratteristiche

Al contrario di quanto abbiamo visto poco sopra con l’altro broker, FP Markets (qui per il sito ufficiale) offre un canale completamente separato per chi vuole fare trading in DMA.

Chi vuole i CFD può rivolgersi infatti all’offerta MetaTrader di questo broker. Chi vorrà invece operare tramite DMA, dovrà accedere al conto IRESS, piattaforma di assoluta qualità e tra le migliori per l’accesso diretto ai mercati.

Il conto IRESS DMA di FP Markets presenta le seguenti caratteristiche:

  • 10 AUD + 0,01% di commissioni per chi investe meno di 25.000 AUD o equivalente;
  • 9 AUD + 0,09% di commissioni per chi invece vuole investire tra i 25.000 AUD e i 100.000 AUD;
  • 0,08% e niente commissioni fisse per chi investe oltre 100.00 AUD.

Nel caso di questo broker non c’è assolutamente alcun tipo di differenza da impostare nell’ordine. Perché avendo accesso all’account IRESS appunto, saremo certi di piazzare il nostro ordine in modalità DMA.

FP Markets (che qui possiamo testare in demo) è un broker che il nostro staff consiglia in quanto:

  • Ha più di 11.000 titoli a listino: una scelta assolutamente incredibile e che le banche difficilmente possono offrire;
  • Commissioni uguali a prescindere dal mercato. Chi investe tramite banca invece paga commissioni più alte sui mercati oltre-oceano;
  • Licenza doppia: ovvero CySEC per l’Europa e ASIC per l’Australia.
piattaforma IRESS versione DMA
La piattaforma IRESS, per fare trading con la versione DMA di FP Markets

Un altro grande broker DMA, che offre comunque anche la possibilità, per chi ne sentisse il bisogno, di utilizzare un account CFD.

Recensione completa del broker: FP Markets recensione e opinioni

Broker DMA e CFD: analogie e differenze

Investire in DMA o con i CFD comporta delle differenze importanti, che possono riflettersi in modo radicale sulle scelte di investimento e sulle strategie da applicare.

I broker DMA o misti in modalità sono broker che offrono accesso diretto al mercato e che dunque non possono né manipolare i prezzi né tantomeno fare da controparte nel corso delle negoziazioni.

Quando si acquista un titolo in DMA, si acquista il titolo stesso, senza che possano essere applicate sopra differenze di prezzo, leva finanziaria, vendita allo scoperto e qualunque altro tipo di strumento che è invece tipico dei CFD.

Di contro, quando andiamo a investire tramite CFD, abbiamo a disposizione i seguenti strumenti:

  • Leva Finanziaria: trattandosi di un titolo derivato e a margine, il CFD può essere impostato anche con leva finanziaria.

Ovvero con un moltiplicatore dell’andamento, che ci permetterà di ottenere i risultati che otterremmo sia per quanto concerne i guadagni che le perdite.

  • Vendita allo scoperto: con i CFD si può anche puntare sul ribasso di un determinato titolo.

È la vendita allo scoperto, che troveremo su qualunque tipo di broker CFD e accessibile anche soltanto con un click.

  • Ordini frazionali: i CFD non prevedono l’acquisto di un titolo intero necessariamente.

Nel caso di azioni molto costose, potremmo acquistarne anche soltanto una frazione. Ci sono dunque differenze importanti che poi si riflettono sull’intero impianto dei broker in questione. Impianto che andremo ad analizzare nel prossimo paragrafo.

Broker DMA vs Market Maker

Broker DMA e Market Maker sono molto diversi tra loro e queste differenze hanno portato alla nascita di diversi schieramenti, pronti a giurare che una soluzione sia sempre meglio dell’altra.

In realtà le cose non stanno così: broker DMA e Market Maker sono molto diversi tra loro e sono in grado di servire, appunto, delle necessità altrettanto diverse.

  • Trasparenza dei prezzi

Per quanto concerne la trasparenza dei prezzi, i broker DMA sono sicuramente migliori. Nel senso che non potendo fare loro i prezzi, ma rivolgendosi direttamente al mercato, i broker DMA non hanno occasione di modificarli prima di proporli al cliente.

eToro DMA CFD
Anche dallo stesso broker i prezzi sono diversi se in CFD o in DMA

Al contrario di broker Market Maker fanno essi stessi i prezzi, aggiungendo una piccola differenza che è poi parte della loro commissione.

Nel caso in cui dovessimo imbatterci in broker Market Maker poco onesti, il rischio sarebbe quello di vedersi applicare degli spread troppo alti a nostro totale detrimento. Quando però si scelgono broker market maker seri e onesti, e soprattutto trasparenti come eToro (qui per il suo sito ufficiale) la differenza tra le due modalità è davvero minima.

Che sono poi gli stessi broker che abbiamo consigliato anche per quanto concerne la modalità DMA.

  • Con i broker market maker giochiamo contro il broker stesso

Un aspetto molto sottovalutato del mondo dei broker Market Maker (e di conseguenza di quelli DMA) è che in realtà quando stiamo investendo con i CFD e con i broker MM, in realtà non stiamo accedendo al mercato, ma stiamo letteralmente puntando contro il broker.

Questa caratteristica dei broker Market Maker li rende particolarmente rischiosi, almeno quando ci rivolgiamo a broker poco sicuri e poco conosciuti.

Un problema che non si pone con i broker DMA (o in modalità DMA) e che possiamo comunque limitare ricorrendo sempre e comunque a broker garantiti e certificati.

  • Commissioni

In genere con i broker DMA si pagano commissioni fisse e variabili in media più alte.

Di contro con i broker CFD e Market Maker si paga un piccolo spread, nonché le cosiddette commissioni overnight, ovvero commissioni che sono dovute per ogni posizione aperta oltre le 23:00.

  • Strumenti

È qui che i broker Market Maker, tramite CFD, sono molto avvantaggiati. Perché come abbiamo visto sopra, solo con i CFD puoi avere accesso a strumenti quali la leva finanziaria, la vendita allo scoperto e gli ordini frazionali.

La scelta è dunque difficile, o meglio, è difficile se non abbiamo idea di quale sarà il nostro stile di trading e degli strumenti di cui avremo comunque bisogno.

Ad ogni modo, l’unica certezza rimane quella di affidarsi sempre a broker legali, con licenza e che abbiano una buona reputazione. Perché questo è e rimarrà sempre l’unico modo per fare trading online in modo sicuro, a prescindere dalle caratteristiche di base dell’una o dell’altra soluzione.

Broker DMA: Opinioni e considerazioni finali

I broker DMA sono una buona alternativa oggi, soprattutto quando vengono offerti da intermediari di qualità come quelli che abbiamo consigliato.

Rimangono aperte le questioni dei costi e della liquidità: talvolta con l’accesso diretto al mercato può risultare difficile vendere un determinato titolo, anche al prezzo presunto di mercato.

Dall’altro lato, scegliere un broker non DMA vuol dire fidarsi molto di più, perché lo spazio di manovra del broker stesso è sicuramente più ampio.

Come in quasi tutte le circostanze, il vero è un po’ ovunque e la convenienza deve essere necessariamente valutata anche in relazione a quelle che sono le nostre specifiche necessità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.