InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Tesla

La compagnia TESLA, precedentemente conosciuta come Tesla Motors, è una compagnia pubblica fondata dal noto Elon Musk, occupante il settore dei veicoli elettrici. Il gruppo Tesla è uno dei principali titoli di riferimento dell’indice NASDAQ e conta oggi una capitalizzazione di oltre 692 miliardi di dollari.

Con una multinazionale fondata sull’innovazione e il rispetto per l’ambiente, la Tesla riesce a commercializzare i propri prodotti ormai in tutto il mondo. Questo significa che si tratta di un marchio dall’indiscutibile notorietà, seppure sia presente tra i mercati finanziari dal 2010.

Nonostante le note problematiche relative alla scalabilità nella produzione, il titolo Tesla da molti anni continua ad accaparrarsi i favori di investitori localizzati in tutto il mondo. Il carisma del fondatore dell’azienda riesce ad impattare il sentiment di mercato come pochi altri CEO sanno fare. Ciò negli anni ha garantito all’azienda il superamento di sfide che pochi analisti pensavano possibili.

Viste le caratteristiche del titolo, parliamo di un asset che non dovrebbe mancare in un portafoglio borsistico ben diversificato, tenendo comunque sempre ben presente che come caratteristica di base la Tesla vanta una volatilità senza precedenti, cui ogni investitore dovrebbe prestare la massima attenzione.

Principali caratteristiche del titolo Tesla:

📑ISIN & TickerUS88160R1014 : TSLA
💼Quotata in borsa dal:2010
Indice di riferimento:NASDAQ
Settore:GLOBAL EQUITY MARKET
💰Capitalizzazione:692,12 mld $
📈Target Price medio:621,00 $
🤑Come comprare:Azioni DMA / CFD
🥇Dove comprare:eToro Capital.com / Trade.com
Principali caratteristiche azioni Tesla

Dove comprare azioni Tesla: migliori piattaforme consigliate

Naturalmente, per trarre il meglio da un titolo finanziario di questo calibro, bisogna optare per le modalità d’investimento più adatte. Infatti, sono presenti nel successivo elenco le piattaforme di trading migliori: strumenti innovativi ed efficienti, adatti anche a principianti per poter negoziare su Tesla.

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

La scelta della piattaforma è fondamentale per l’andamento della propria attività di trading, tuttavia è altrettanto importante la sicurezza. Per questo motivo è fondamentale ricordarsi di scegliere solo broker autorizzati CySEC e Consob, come quelli riportati nel precedente elenco.

Come comprare azioni Tesla

Prima di analizzare il titolo Tesla e scoprirne i principali tratti per investimenti futuri, è bene iniziare dalle modalità con cui accedere ai mercati finanziari utili per operare sul titolo.

Azioni Tesla: guida completa a cura di InvestimentiFinanziari.net
Azioni Tesla: guida completa a cura di InvestimentiFinanziari.net

Gran parte dei traders fanno un ampio utilizzo di due principali strumenti finanziari allo scopo di operare su Tesla, ma non solo. Stiamo parlando di:

  • Trading in CFD: I Contracts For Difference sono strumenti finanziari derivati con cui poter speculare su un titolo senza procedere un acquisto diretto, sono infatti strumenti di tipo puramente speculativo.
  • Trading in DMA: i broker DMA, dall’inglese “Direct Market Access“, permettono di avere accesso diretto al mercato senza passare per contratti finanziari di tipo derivato.

I benefici collegati ai CFD riguardano soprattutto la possibilità di effettuare la cosiddetta vendita allo scoperto, una sorta di scommessa sul ribasso di un titolo, con cui ottenere risultati positivi anche se il mercato dovesse riportare flessioni negative.

Di tutt’altra tipologia è il trading DMA utile per acquistare e vendere titoli alla maniera classica diventando azionisti a tutti gli effetti e con la possibilità di fare profitti soprattutto sul lungo termine, oppure ricevendo dividendi da Tesla, qualora la società li ripartisca tra gli azionisti.

Analisi fondamentale azioni Tesla

Per un trading online corretto, è importante sapere che lo studio di un asset e il modo in cui si relaziona al mercato, si basa su una disciplina essenziale: l’analisi fondamentale ovvero lo studio di elementi di micro e macro economia, per comprendere come fattori esterni o interni all’azienda possano influenzare un titolo, in modo da capire quali obiettivi si prospettano per il futuro.

Supercharger Tesla per ricaricare in un batter d'occhio il proprio veicolo
Supercharger Tesla per ricaricare in un batter d’occhio il proprio veicolo

Per fare analisi fondamentale ci si può aiutare con la l’aiuto di broker come eToro (qui il sito ufficiale), il quale ha integrato molte funzioni utili per la raccolta dei dati nei sui newsfeed. Più in generale, si consiglia di fare delle ricerche approfondite che riguardano il titolo Tesla nei seguenti dati:

  • Quotazione e dati storici;
  • Competitors;
  • Azionariato;
  • Modello business.

In questo modo si potranno rilevare gli aspetti più importanti riguardanti la struttura societaria e la resilienza del titolo in Borsa, nonché i piani strategici e le tattiche utilizzate per scalare la vetta dei mercati finanziari.

Il primo passo per l’analisi fondamentale sulle azioni Tesla, è capire nel dettaglio di cosa si occupa la società. Fondata il 1 luglio del 2003 col nome di Tesla Motors, la multinazionale ha sede a Palo Alto (USA).

Tra le figure di spicco che hanno tentato di rivoluzionare il settore degli autoveicoli, c’è il visionario Elon Musk; uomo che non perde occasione per far parlare di sé. Con circa 45.000 dipendenti, è chiaro che la Tesla sia una delle case automobilistiche più importanti del settore.

La società ha ottenuto l’IPO (Initial Pubblic Offering) nel 2010. Sin da subito, il titolo si è mostrato di principale interesse per traders in tutto il mondo, aumentandone immediatamente il valore azionario.

Tesla: quotazione e dati storici

La multinazionale, attualmente, possiede una capitalizzazione di mercato di circa 620,18 miliardi di dollari. In effetti, dall’inizio del 2020 la società ha riportato delle cifre esorbitanti che hanno portato famose società di analisi come Bloomerg, a parlare di una bolla formatasi sulle azioni di questa società, che sarebbe di gran lunga superiore a quella sui Bitcoin nel 2017.

Nonostante ciò, il periodo compreso tra il 2018 e il 2019 non è stato molto positivo: le azioni hanno subito un ribasso, giungendo ad un valore di circa 200 $. Il CEO dell’azienda, ha deciso di adoperarsi per conferire nuovamente liquidità e stabilità economica alla Tesla, riportandola sulla cresta dei mercati senza troppi problemi.

Nel 2021 Tesla ha riportato grossi profitti: nel secondo trimestre Le azioni sono salite di circa il 2%. Ecco i risultati:

  • Guadagni: 1,45 dollari contro i 98 centesimi per azione previsti, secondo Refinitiv.
  • Entrate: 11,96 miliardi di dollari contro gli 11,30 miliardi di dollari attesi, sempre secondo Refinitiv.

L’azienda ha riportato 1,14 miliardi di dollari di utile netto (GAAP) per il trimestre aprile/giugno, ed è la prima volta che ha superato 1 miliardo di dollari. Nello stesso trimestre dell’anno 2020, il reddito netto ammontava a 104 milioni di dollari.

Le entrate complessive del settore automobilistico sono arrivate a 10,21 miliardi di dollari, di cui solo 354 milioni di dollari, circa il 3,5%, provengono dalle vendite di crediti normativi. I margini lordi del settore automobilistico sono stati del 28,4%, più alti che in tutti gli ultimi quattro trimestri.

Tesla: business model

Alla base di una società dal calibro internazionale come la Tesla, c’è l’attuazione di un preciso piano strategico. Prima di tutto, sembrerebbe che il successo della Tesla debba ricollegarsi necessariamente alla carismatica figura di Musk e la sua abilità nel realizzare veicoli elettrici di qualità.

Durante il lancio del primo modello, infatti, egli affermò di aver lanciato sul mercato il primo veicolo basato interamente su nuove tecnologie, per cui il prezzo non poteva che esser elevato. Una volta assunta una posizione sul mercato, la Tesla ha rafforzato le proprie strategie. Prima di tutto, l’azienda utilizza degli showrooms propri, creando un mercato internazionale.

Oltre a produrre veicoli elettrici, la multinazionale ha realizzato anche dei punti per la ricarica degli stessi. In questo modo, potranno ricaricare le autovetture gratuitamente e in tempistiche assolutamente brevi.

L’obiettivo principale della Tesla è quello di accelerare l’entrata sul mercato di veicoli e trasporti sostenibili. La combinazione di prodotti di qualità nel totale rispetto verso l’ambiente sono alla base della crescita economica di una compagnia ormai miliardaria.

Tesla: principali competitors

Nell’analisi fondamentale rientra anche lo studio dei competitors, cioè l’analisi delle aziende più temibili in termini di mercato e che potrebbero rallentarne la crescita.

Tra i marchi più importanti, si può menzionare:

Un’altra azienda di origine giapponese, conosciuta come NIO, si sta rivelando un interessante competitor per la Tesla, introducendo sul mercato veicoli elettrici a prezzi più abbordabili. Nonostante ciò, la multinazionale statunitense sembra reggere bene il confronto, avendo ormai conquistato una gran fetta del mercato automobilistico.

Azionariato Tesla

Per investire su un titolo del calibro di Tesla è importante conoscere la composizione del suo azionariato principale. Questo perché delle variazioni nel piano societario, eventuali grosse cessioni o acquisti, possono influenzare moltissimo l’andamento del titolo in borsa. Se per esempio Elon Musk dovesse acquistare o cedere parte delle sue azioni si potrebbe assistere a importanti oscillazioni del titolo con forti conseguenze per qualsiasi investitore abbia creduto in Tesla.

Maggiori azionisti% posseduta
Elon Musk20,01%
Susquehanna Securities6,5%
Capital World Investors5,6%
Maggiori azionisti Tesla

Come si può notare il maggior azionista è Elon Musk, in quanto CEO e fondatore ha deciso di mantenere la maggior quota societaria sotto il suo controllo. Ci sono poi 2 aziende di investimento che detengono quote sotto il 7%. Ma tra gli azionisti vale la pena ricordare anche la presenza del fratello minore di Elon, Kimbal Musk con lo 0,07% di Tesla.

Le partnership di Tesla

Alla stregua dell’analisi dei competitors, bisogna inserire anche le alleanze strategiche strette dal gruppo. Tra le più importanti, si ricorda quella con il gruppo Allianz, che con la Tesla collabora per fornire assicurazioni sugli autoveicoli. Anche la Panasonic e Nvidia sono dei marchi che, in relazione con la compagnia in questione, sono riuscite a trovare un punto d’incontro per scalare i mercati.

Ciò dimostra come lo scopo della multinazionale sia quello di fornire esperienze complete alla propria clientela, così da rivelarsi un marchio degno di fiducia e dal successo più che meritato. La maniera più rapida per non perdere alcuna notizia relativa alle decisioni strategiche prese dalla Tesla, è consultare le news di mercato offerte da broker professionali come Capital.com.

Analisi tecnica azioni Tesla (TSLA)

A differenza dell’analisi fondamentale, l’analisi tecnica che si sta per effettuare apparirà basata sui grafici di trading che gli esperti utilizzano allo scopo di fare previsioni di mercato.

Applicando diversi indicatori di trading, è stato possibile analizzare il titolo sia sul breve, che sul medio, che sul lungo periodo. In questo modo, si inizierà ad avere una visione più ampia di come Tesla risponde all’interesse degli investitori e agli altri fattori esterni che potrebbero causarne oscillazioni ed inversioni di trend.

Leggi anche:

Analisi tecnica breve periodo

Per poter operare su un titolo volatile come quello di Tesla, l’analisi tecnica di breve periodo risulta essere fondamentale. Essa consente si sfruttare anche le più piccole e brevi oscillazioni di mercato a proprio vantaggio, entrando e uscendo dal mercato nello spazio di poche ore.

Nell’esempio qui riportato è stata effettuata l’analisi di breve periodo su un grafico orario (timeframe cosiddetto H1), offerto dal conto dimostrativo gratuito di Capital.com, noto broker di trading CFD e DMA:

Analisi tecnica breve periodo con MACD su azioni Tesla
Analisi tecnica breve periodo con MACD su azioni Tesla

In questo caso è stato utilizzato l’indicatore MACD (Moving Average Convergence Divergence) per individuare due distinti segnali di mercato uno rialzista, nel cerchio giallo e l’altro ribassista nel cerchio rosso. I segnali con questo indicatore vengono generati dall’intersezione di due medie mobili esponenziali, una blu, l’altra rossa.

Leggi anche la nostra guida completa:

Analisi tecnica medio periodo

Non solo attività di trading mordi e fuggi, è possibile investire nell’azionario anche su archi temporali più ampi come quelli di medio periodo. In questo caso è necessario impostare il grafico del proprio broker su un orizzonte detto H4, il che significa che si farà analisi su un grafico a 4 ore.

Si rivela sempre ottimo per questo genere di analisi, fare delle prove presso un broker del calibro di Capital.com, grazie al suo conto dimostrativo gratuito permette facilmente di impostare un’analisi di medio periodo con grafico a 4 ore e con un gran numero di indicatori tecnici come si vede nell’immagine sottostante:

Grafico Tesla in H4: analisi tecnica di medio periodo sul titolo
Grafico Tesla in H4: analisi tecnica di medio periodo sul titolo

Il medio periodo è adatto a investitori che usano una certa cautela. Grazie all’indicatore RSI, utilizzato per questa analisi grafica, è stato possibile individuare addirittura 3 ottimi segnali operativi 2 di ribasso e uno di rialzo. L’RSI, quando è in ipercomprato genera segnali ribassisti, mentre quando è in ipervenduto genera segnali rialzisti facili da sfruttare.

Leggi anche la nostra guida completa:

Analisi tecnica di lungo periodo

Come già accennato prima, l’analisi tecnica sulle azioni Tesla è di primaria importanza per determinare i più probabili movimenti futuri del titolo. Per fornire un esempio concreto, la guida riporterà l’analisi della Tesla mediante il grafico fornito dal broker specializzato su intelligenza artificiale Capital.com (qui il sito ufficiale):

Analisi tecnica di lungo periodo con doppia media mobile su azioni Tesla
Analisi tecnica di lungo periodo con doppia media mobile su azioni Tesla

Al grafico è stata applicata la Doppia Media Mobile, una delle strategie più utilizzate dai traders, perché semplice ed efficiente. In breve, ci sono due linee come si può vedere, utili per il calcolo di due medie (una lenta; l’altra veloce) con cui comprendere gli spostamenti del titolo Tesla durante un preciso periodo temporale.

In questo caso, ci sono due medie impostate rispettivamente su 20 e 50, su base giornaliera. Ciò che conta è l’intersezione tra le linee, per capire come e quando introdursi sul mercato.

Nello specifico, si potranno leggere due segnali:

  1. Di vendita: quando la media mobile veloce (linea rossa) interseca quella lenta dall’alto verso il basso;
  2. D’acquisto: quando, al contrario, la media mobile veloce incontra quella lenta dal basso verso l’alto.

Nel primo cerchio riportato sul grafico, si intravede un leggero spostamento della media mobile veloce verso l’alto, rendendo chiaro che i traders hanno ottime chances di comprare azioni Tesla. Il consiglio è quello di iniziare facendo pratica mediante un conto trading demo gratuito come quello di Capital.com, in modo da familiarizzare con tali strategie senza correre rischi.

Azioni Tesla: Target Price e prospettive future

Stando alle future previsioni, il mercato automobilistico dovrebbe subire un’impennata, soprattutto per la vendita di veicoli elettrici. Per fine 2020 ha raggiunto gran parte degli obiettivi in precedenza prefissati (quantomeno i principali), ovvero:

  • diminuire i costi di gestione;
  • aumentare i profitti netti.

Tutto ciò fa ben sperare gli analisti che dovrebbe riportare un’ulteriore fase rialzista, stimata principalmente per il lungo periodo. Nei prossimi mesi ci aspettiamo un movimento del titolo all’interno della forbice target price tra i 200 dollari e i 1.000 dollari. Naturalmente, si consiglia di operare con cautela, mantenendo un profilo di rischio contenuto.

Target Price azioni Tesla

I tre livelli del target price azioni Tesla sono:

Target Price medioTarget Price AltoTarget Price Basso
620,00 $1.000,00 $200 $
Target Price – MEDIO PERIODO azioni Tesla a cura di InvestimentiFinanziari.net

In base alle nostre analisi, dunque, il target medio previsto su un arco temporale di 6/12 mesi per le azioni Tesla è pari oggi a 620 USD.

Come puoi vedere la forbice di prezzo è molto ampia sulle azioni Tesla oggi in quanto caratterizzata da un vero e proprio exploit del prezzo sul finire del 2020, che ne ha determinato quasi il raddoppio del loro valore, e a metà del 2021 la situazione si è confermata, generando ora una fase laterale di prezzo intorno a quota 600 dollari.

Importante sugli aggiornamenti alla guida: Teniamo a precisare, inoltre, che i dati e gli approfondimenti analitici presenti in questa guida sono soggetti a costanti revisioni ed aggiornamenti.

Azioni Tesla previsioni 2022 / 2023

Per fare previsioni sul titolo Tesla, c’è un fattore che più di ogni altro conta e andrà valutato nei prossimi anni: il livello di produttività. Questo, si sa, per ora è stato il più grande tallone d’Achille dell’azienda.

Gli esperti dichiarano che il grosso della valutazione per fare previsioni Tesla nel 2022 e 2023, deriva direttamente da quante automobili riuscirà a a consegnare l’azienda. Tuttavia, questa è una sfida grandissima visto che sebbene gli ordini continuino ad aumentare l’azienda spesso in passato ha mostrato l’incapacità di soddisfarli.

Se nel primo quadrante del 2022 Tesla dovesse essere in grado di consegnare più di 170 mila unità, riuscirebbe a soddisfare pienamente la domanda e in tal modo finalmente il collo di bottiglia al valore azionario sarebbe rimosso. Questo andamento, se confermato, farebbe schizzare in alto il valore che a quel punto potrebbe oscillare tranquillamente tra i 1.000 e i 1.500 dollari per azione. Un target price che si potrebbe raggiungere già a fine 2022 ed è sicuramente alla portata anche per il 2023.

Conviene comprare azioni Tesla?

E’ naturale chiedersi, dopo tali considerazioni, se comprare azioni Tesla conviene. Ovviamente, la società presenta numerosi punti di forza che non possono passare inosservati agli occhi di traders attenti e dinamici che non vogliono perdere alcuna possibilità di profitto.

Prima di tutto, la Tesla punta all’innovazione e alla qualità, senza nascondere che i prodotti si rivolgono principalmente ad un target benestante. Per quanto possa sembrare assurdo, si è dimostrata uno dei punti di partenza vincenti per l’azienda. Non a caso, la multinazionale domina il settore dei veicoli elettrici in tutti gli USA.

Il governo ha deciso di supportare il piano aziendale, offrendo circa 365 milioni di dollari che la società ha impiegato per investimenti nel settore energetico. In effetti, non si può negare la continua attenzione della multinazionale verso la ricerca e gli investimenti, in modo da migliorare continuamente la qualità dei prodotti.

Per semplificare il tutto, si può semplicemente affermare che la Tesla differisce dalle altre case automobilistiche. Lo scopo della società guidata da Musk non è semplicemente la vendita dei propri prodotti, ma dare una svolta all’esperienza di guida della propria clientela.

Se riuscisse a commercializzare prodotti più accessibili in termini economici, le opportunità di entrate più redditizie incrementerebbero in un batter d’occhio. Tuttavia, ad oggi, non si può negare che il titolo è tra i più appetibili degli ultimi anni.

Infine, la società ha ancora qualche pecca nella gestione del proprio capitale, non riuscendo sempre a saldare i propri debiti. Questo è un altro motivo per il quale, molto spesso, la Tesla non riesce a soddisfare le aspettative degli investitori e degli analisti.

Considerazioni finali

La Tesla ha immediatamente mostrato di avere le qualità necessarie per imporre i propri prodotti su scala mondiale. Con obiettivi e strategie ben elaborate e, soprattutto, basati sulle preferenze dei consumatori in linea col rispetto per l’ambiente, il marchio è tra i più famosi del settore automobilistico. Tuttavia, molto spesso il titolo ha riportato delle brusche variazioni sul prezzo delle quotazioni. Dunque, come fare?

Come accennato durante la guida, i CFD sono strumenti finanziari flessibili, con cui investire al rialzo, ma anche al ribasso. Così facendo, nessun trader potrà precludersi l’opportunità di trarre benefici da un titolo azionario anche se dovesse flettersi in negativo.

Azioni Tesla: Domande e Risposte Frequenti

Comprare azioni Tesla conviene?

Attualmente, la società ha ancora numerose possibilità di crescita. Non a caso, risulta un must have nel portafoglio azionario di traders in tutto il mondo.

Comprare azioni tesla è rischioso?

Il rischio è una parte intrinseca del trading online. Tuttavia, operando con broker professionali e affidabili, si avrà una maggiore gestione dei rischi, e anche dei profitti.

Posso comprare azioni Tesla in assenza di commissioni?

Fare trading online con CFD sulle azioni Tesla implica l’opportunità di poter operare senza pagare commissioni di trading sulle singole operazioni da effettuare.

Posso acquistare azioni Tesla direttamente?

Si, certo. Questo è possibile attraverso eToro grazie alla possibilità offerta dal servizio Direct Market Access.

Qual è la previsione di medio termine delle azioni Tesla?

Per il medio periodo le previsioni sulle azioni Tesla sono moderate, con un prezzo di mantenimento che oscillerebbe interno ai 1.000 usd.

Target price azioni Tesla?

Il target price delle azioni Tesla oscilla tra i 200 usd e i 1.000 usd. Il target price medio è di 620$.

Quanto costano le azioni Tesla?

Il titolo Tesla essendo quotato in borsa è in costante variazione. Oggi un’azione viene scambiata sull’indice NASDAQ ad un prezzo che oscilla oggi intorno ai 690/720 USD.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.