Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Strategie di Trading: Migliori 10 tecniche d’investimento

Le strategie di trading sono tecniche che permettono di approcciare i mercati finanziari in modi precisi con lo scopo di ottenerne il maggior profitto possibile. Il principale vantaggio di realizzare investimenti finanziari tramite strategie di trading precise deriva dal loro essere particolarmente flessibili e adattabili a molteplici mercati.

In questa guida vogliamo fornirti una panoramica complessiva delle migliori strategie di investimento disponibili per chi investe con il trading online. Non vogliamo affatto concentrarci su un mercato in particolare ma proporti tecniche flessibili e universali.

Prenderemo in considerazione, inoltre, la cruciale differenza di strategie di investimento e strategie sugli investimenti, mettendo in luce l’importanza di entrambe. Devi sapere, infatti, che operare sui mercati non è l’unico modo per assicurarsi buone prospettive di profitto.

Strategie di trading: le nostre migliori 10 strategie [TESTATE] d'investimento - tecniche di trading by InvestimentiFinanziari.net
Strategie di investimento e sugli investimenti: perché sono essenziali?

Un altro importante aspetto del trading online è quello delle operazioni di gestione del proprio portafogli di investimento. Ecco perché alcune delle strategie più importanti riguardano proprio il micro-management del proprio capitale e dei propri investimenti.

Non devi lasciarti intimorire dalla mole di lavoro di cui ti parleremo: come avrai modo di vedere, le nozioni da tenere a mente sono molteplici ma ciascuna di esse può essere appresa e padroneggiata in tempi ragionevoli.

Stando alle statistiche, infatti, dopo pochi mesi si possono realizzare già i primi investimenti e puntare a ritorni medi del 7% sul capitale investito. Per operazioni più rischiose e proficue e per ritorni maggiori è necessario padroneggiare bene gli strumenti, e questo può prenderti anche qualche anno. Un trader professionista, tuttavia, in media viaggia su ritorni del 20% o più.

Sul lungo periodo, per alcune operazioni, si parla anche di profitti maggiori, del 200% o superiori. Ma procediamo con ordine.

Le strategie di trading di cui ti parleremo possono essere realizzate grazie alle offerte di alcuni broker in particolare. Ti anticipiamo che si tratta di eToro, FP Markets, Trade.com, IQ Option e Capital.com.

Principali caratteristiche delle migliori strategie di trading:

Difficoltà:Media / Alta
Come impararle:Conti dimostrativi per fare pratica (Gratis)
Quanto costano:Gratis
Dove impararle:InvestimentiFinanziari.net
Dove usarle:Migliori piattaforme consigliate
STRATEGIE DI TRADING – Riassunto tabellare

Strategie di trading: cosa sono?

Come ti abbiamo anticipato, le strategie di trading sono pianificazioni di investimento progettate in modo da assicurare determinati risultati nel momento in cui vengono soddisfatte alcune premesse.

In apparenza potresti pensare che si tratta di modelli meccanici di investimento ma non è affatto così: la loro principale caratteristica è la flessibilità.

Una strategia di trading è strutturata in modo tale da prendere in considerazioni condizioni di mercato precise ma lascia sempre e comunque spazio all’analisi del titolo in questione. Questo significa che per applicarla dovrai sapere bene come studiare un titolo finanziario, sia con l’analisi tecnica che con l’analisi fondamentale.

È a partire dai risultati del tuo studio, infatti, che potrai poi applicare le regole della strategia.

La loro struttura è semplice:

  • Premesse: si tratta delle condizioni di mercato che devono verificarsi affinché sia applicabile la strategia. Se, ad esempio, un titolo non è sufficientemente volatile, non potrai applicare la tecnica dello scalping;
  • Studio del titolo: ovvero il momento in cui dovrai valutare se il titolo in questione è effettivamente adatto all’applicazione della strategia. Se vengono soddisfatte le condizioni di volatilità necessarie all’applicazione dello scalping, è comunque necessario stabilire il grado di forza del trend, la salute del titolo in questione e per quanto tempo esso manterrà tale condizione;
  • Applicazione: la parte “meccanica”, durante la quale dovrai seguire il procedimento stabilito dalla strategia e operare sul titolo secondo regole precise;

Puoi apprendere le nozioni essenziali di studio del titolo facendo riferimento all’offerta formativa completa di Trade.com (clicca qui). Una volta registratoti sulla piattaforma, infatti potrai scaricare gratuitamente manuali e corsi di trading che ti metteranno in grado di apprendere sia l’analisi tecnica che l’analisi fondamentale.

Strategie di trading: quali i mercati finanziari?

In questa guida, come ti abbiamo detto, ti presenteremo strategie di trading che si adattano a qualsiasi mercato finanziario. La loro incredibile flessibilità è stata, allo stesso tempo, la chiave principale del loro successo.

Probabilmente avrai già sentito parlare di molte di esse proprio per questo motivo: si tratta di tecniche immortali, la cui validità è legata alla natura stessa dei mercati finanziari contemporanei.

Fintantoché continueranno a persistere le attuali condizioni di mercato e sarà disponibile investire con gli strumenti finanziari a disposizione oggi, queste strategie resteranno valide.

Quali sono i mercati a cui puoi applicarle?

  • Azioni: il mercato azionario è il più famoso al mondo, quello da cui partono la maggior parte degli investitori;
  • Indici di Borsa, come il FTSE MIB o il Dow Jones: si tratta di titoli molto variegati, con caratteristiche diverse e che si prestano a molteplici strategie;
  • Commodities, come oro e petrolio: le materie prime sono asset che non godono di particolare fama ma che, tuttavia, nascondono spesso delle ottime opportunità di investimento;
  • ETF, assimilabili ai SICAV, fondi di investimento a gestione passiva con ottimi rendimenti periodici e commissioni ridotte;
  • Criptovalute, gli asset volatili per eccellenza, aggredibili con diversi strumenti e diverse strategie per profitti interessanti specialmente nel breve periodo;
  • Forex, il primo mercato per volumi di scambio al mondo. Sebbene il Forex non sia estremamente intuitivo, esso è comunque oggetto di numerose strategie.

A tal riguardo, leggi anche: strategia Forex: migliori 10 tecniche usate dai professionisti.

La flessibilità di una strategia si misura in base alla sua capacità di adattarsi a qualsiasi titolo che rispetti le sue premesse. Specialmente se sei all’inizio del tuo percorso come investitore, puntare a strategie di trading versatili è d’obbligo.

Quando avrai raccolto sufficiente esperienza da specializzarti su uno o più mercati allora potrai decidere di dedicarti a strategie di trading specifiche su quel titolo.

Strategie di trading: quali le migliori piattaforme?

Per poter applicare al meglio una strategia di trading è necessario avere a disposizione tutti gli strumenti adatti per farlo.

È indispensabile, infatti, poter eseguire una buona analisi del titolo, poter confrontare le proprie opinioni con quelle degli altri utenti o, in alternativa, consultare dati certi e attendibili sulle ultime novità di mercato.

L’efficacia di una strategia, devi sapere, è direttamente proporzionale alla tempistica con cui si riconoscono i segnali di mercato e la si applica. In generale il tempo è un elemento cruciale per qualsiasi investimento finanziario.

Ecco perché ti serviranno non solo broker che ti mettono a disposizione gratuitamente tutti gli strumenti utili, ma che ti permettono di realizzare operazioni d’investimento in borsa che vengono rapidamente eseguite sul mercato.

Uno slittamento pronunciato tra il tuo comando e la reale esecuzione dell’ordine può di fatto provocare il fallimento dell’investimento. Se nel mentre le condizioni di mercato cambiano, ti ritroveresti nella spiacevole condizione di aver eseguito un’ottima previsione di trading ma un pessimo investimento.

Ecco perché a seguire ti elencheremo i migliori broker con cui investire utilizzando le strategie di trading: una volta scelto quello che meglio si adatta ai tuoi bisogni, potrai procedere all’applicazione di quelle che ti descriveremo nei prossimi paragrafi.

eToro

eToro (visita il sito ufficiale) è un broker di rilevanza mondiale. La piattaforma è utilizzata da oltre 11 milioni di investitori in tutto il mondo e può vantare un assortimento di titoli enorme.

Il numero di utenti che investono su eToro è un vantaggio enorme per tutti i principianti in virtù di due strumenti particolari messi a disposizione dal broker: il Social Trading e il Copy Trading.

  • Il Social Trading di eToro, infatti, ti permette di condividere dubbi, informazioni, previsioni e strategie di investimento con i restanti traders attivi sul titolo. Ogni asset presente nel roster di eToro, infatti, ha una propria pagina dedicata alle feeds degli investitori, tradotta in oltre 27 lingue;
  • Il CopyTrader ti permette, invece, di copiare le operazioni degli investitori professionisti attivi su eToro. In questo modo, anche se non possiedi ancora le capacità necessarie, potrai comunque sfruttare strategie di investimento avanzate per rendere proficuo il tuo capitale.

Entrambi gli strumenti sono gratuitamente disponibili una volta effettuata la registrazione: clicca qui per aprire un conto su eToro.

Leggi la nostra recensione completa: eToro recensioni e opinioni

FP Markets

FP Markets è un broker che si distingue per le numerose piattaforme di trading che mette a disposizione dei suoi clienti.

Aprendo un conto gratis su FP Markets (clicca qui), infatti, potrai scegliere se affidarti a:

  • MetaTrader4 o MetaTrader5, due tra le piattaforme più diffuse e utilizzate al mondo;
  • IRESS, una piattaforma di nuova generazione contraddistinta per la velocità esecutiva degli ordini ultra-rapida e un’interfaccia innovativa dedicata a ciascun settore finanziario.

FP Markets, inoltre, ti permette di accedere gratuitamente ai servizi di Autochartist, un servizio di riconoscimento automatico dei modelli di grafici che ti permette di ricavare valide informazioni sulle caratteristiche dei titoli. Cliccando qui puoi accedere direttamente alla formula di registrazione e scegliere a quale piattaforma fare affidamento per il tuo conto di trading.

Leggi la nostra recensione completa: FP Markets recensioni e opinioni

Capital.com

Capital.com (visita il sito ufficiale) è un broker particolarmente indicato per chi intende mantenersi costantemente aggiornato sulle novità di mercato.

La piattaforma, infatti, permette di accedere gratuitamente alla sua sezione blog, ricca di contenuti scritti e video aggiornati da David Jones, famoso analista britannico e conduttore del programma Radio5 della BBC.

Questa sezione è costantemente aggiornata con analisi e novità riguardanti le principali opportunità del momento che gli investitori possono sfruttare. Un servizio utilissimo specialmente a chi è intenzionato ad applicare le strategie di trading fin dagli inizi.

Il broker, inoltre, fa affidamento ad un sistema di intelligenza artificiale per accompagnare gli investitori alle prime armi nei primi steps del proprio percorso.

Questo sistema monitora i progressi dei clienti di Capital.com e li avvisa di volta in volta sugli errori più comuni e sui miglioramenti da apportare alla propria attività di trading.

Accedendo a questo indirizzo potrai aprire direttamente un conto di trading su Capital.com e accedere gratuitamente sia ai contenuti pubblicati da David Jones sia sfruttare l’intelligenza artificiale della piattaforma.

Guida completa: Capital.com opinioni e recensione

Trade.com

Trade.com (visita il sito ufficiale), invece, è il broker adatto a tutti coloro che credono in un approccio più tradizionale agli investimenti e sono affamati di conoscenza.

Come ti abbiamo accennato in precedenza, infatti, Trade.com mette a disposizione dei suoi clienti un pacchetto formativo completo ed esaustivo sul trading online.

Registrandoti e aprendo un conto, infatti, avrai libero accesso a:

  • Webinar periodici;
  • Corsi di trading di livello base e avanzato;
  • Video-lezioni sull’uso della piattaforma;
  • Manuale di trading gratuito in .PDF o e-Book.

Visita questa pagina per maggiori dettagli sull’offerta formativa di Trade.com e per aprire un conto sulla piattaforma.

Leggi anche la nostra recensione completa: Trade.com recensione e opinioni

IQ Option

IQ Option (visita il sito ufficiale), invece, è un broker particolarmente indicato per chi ha intenzione di iniziare a fare esperienza sui mercati finanziari partendo da piccole esposizioni.

 Su IQ Option, infatti, potrai aprire un conto di trading con appena 10€ e il broker ti permette di aprire posizioni di investimento anche con solo 1€. Si tratta, ovviamente, di condizioni di investimento adatte ai principianti che desiderano fare esperienza diretta.

Ecco perché IQ Option consiglia, a distanza di qualche mese dall’apertura dell’account, di effettuare un secondo deposito più corposo, in modo da puntare a risultati più concreti (un ritorno del 7% su 10€, infatti, è di appena 70 centesimi. Per risultati più concreti è consigliato investire almeno 100€).

A questo indirizzo potrai accedere direttamente alla formula di registrazione di IQ Option, da cui decidere se aprire un conto reale o un conto demo gratuito e illimitato.

Leggi anche la nostra recensione completa: IQ Option recensioni e opinioni

Le 10 migliori strategie di trading: quali sono?

Adesso che hai un’idea più chiara su cos’è una strategia di trading e su quali sono i migliori broker per applicarle concretamente, possiamo esporre il nocciolo della questione e arrivare alla parte più interessante: quali sono, infatti, le migliori strategie di trading?

Per maggior chiarezza abbiamo deciso di suddividerti le 10 migliori strategie di trading in categorie, in modo da renderti più facile orientarti tra ciascuna di esse:

1) Strategie di investimento:

  • Tecniche con i CFD (Scalping, Spread trading, PullBack);
  • Strategia con DMA (Buy’n’Hold);
  • Strategie con CFD e DMA (Swing Trading, Breakout e Fibonacci);

2) Strategie sugli investimenti:

  • Gestione del rischio (Hedging);
  • Strutturazione del portafogli (diversificazione e Copy Trading);
  • Gestione del capitale (money management).

Strategie di investimento: CFD e DMA

Le strategie di investimento sono anche dette strategie operative dirette in quanto ti permettono di realizzare investimenti e puntare direttamente ai profitti.

Quando senti parlare di “strategie di trading” molto probabilmente si fa riferimento a queste tecniche operative. Per poterle applicare ti serve aprire un conto reale presso una delle migliori piattaforme di trading e iniziare a operare sui titoli più interessanti del momento.

Partiremo dal descriverti le due principali strategie di trading con i CFD. Queste ti permettono di operare al meglio con i Contracts For Difference, strumenti derivati molto flessibili che rendono possibile sia investire al rialzo che al ribasso (cioè vendere allo scoperto) dei prezzi.

In quanto strumenti derivati i CFD non comportano il possesso del titolo su cui si sta investendo e prevedono il pagamento del tasso di overnight per posizioni aperte per più di 24 ore. La loro efficienza è massimizzata per operazioni di speculazione veloci.

Tutti i broker regolamentati dall’ESMA ti mettono a disposizione la possibilità di operare con i CFD.

A seguire troverai la principale strategia con offerte DMA (Direct Market Access). I broker DMA che ti consigliamo sono eToro e FP Markets, i quali rendono possibile realizzare investimenti diretti sul titolo.

In questo modo non si pagano commissioni né tantomeno il tasso di overnight, ma non si può fare trading con leva finanziaria né, tantomeno, speculare sul ribasso dei prezzi.

Infine, ti proponiamo altre tre strategie che possono essere realizzate sia con i CFD che con le offerte DMA.

Startegia di trading CFD: lo Scalping

Scalping è un termine inglese che indica il bagarinaggio. In finanza esso indica operazioni puramente speculative che consistono nel “rosicchiare” piccoli profitti dalle oscillazioni di un titolo nel breve periodo.

Chi fa scalping è abituato ad aprire e chiudere decine di operazioni ogni ora, dedicandosi a sessioni di trading intense, che richiedono molta concentrazione.

Vediamo le caratteristiche dello scalping:

Premessevolatilità elevata e trend laterale
Studio del titoloindividuare i massimi e i minimi che racchiudono i movimenti del titolo durante le ore di scalping. Impostare time frame ridotti, di massimo 5/10 minuti
Svolgimento– Aprire una posizione di acquisto non appena il titolo tocca la linea dei minimi, con Take Profit in corrispondenza dei massimi.
– Aprire, allo stesso modo, una posizione di vendita non appena il titolo tocca i massimi e posizionare il Take Profit in corrispondenza dei minimi
Strategia scalping – principali caratteristiche della tecnica

A seguire un esempio pratico di scalping sul DAX 30 tratto dal conto demo di eToro:

Strategie di trading
Esempio di Scalping sul DAX 30 con eToro

Come puoi vedere, abbiamo applicato un indicatore specifico, le Bande di Bollinger, che non solo monitorano la volatilità del titolo ma ci indicano anche i massimi e minimi che racchiudono le oscillazioni del titolo.

Una volta applicate le Bande di Bollinger devi stare attento a valutare i livelli da considerare. Nel nostro caso abbiamo scelto la linea mediana come riferimento minimo dato che il livello inferiore delle Bande fungeva da Supporto. A quel punto è necessario rispettare le regole dello scalping e, a distanza di qualche ora, raccogliere i profitti cumulati da ciascuna operazione.

Attenzione: non usare lo scalping in corrispondenza di trend ben definiti ma solo quando il titolo è in fase di trend laterale. In caso contrario gli investimenti di tendenza opposta a quella del trend dominante andranno in perdita o, addirittura, ti porteranno in Margin Call.

Strategia di trading CFD: lo Spread Trading

Lo Spread Trading è una strategia che non prende in considerazione l’analisi tecnica dei titoli finanziari. Per fare Spread Trading, infatti, ti basterà individuare due asset appartenenti allo stesso settore, uno con una posizione rilevante e l’altro, invece, più marginale.

A quel punto saranno le regole di mercato stesse a portare il tuo investimento a profitto.

Vediamo come studiando le caratteristiche dello Spread Trading:

Premessedue titoli, uno leader di settore e l’altro no
Studio del titolodeterminare il trend dominante del titolo leader
SvolgimentoAssecondare il trend dominante del titolo leader con un investimento corrispondente (acquisto se rialzo, vendita se ribasso).
Sul titolo marginale, invece, eseguire un investimento di direzione opposta
Strategia Spread Trading

A seguire un esempio di Spread Trading sul conto demo di eToro:

Strategie di Trading
Esempio di Spread Trading su Tesla-Volkswagen

Come puoi vedere, abbiamo paragonato le azioni Tesla con il titolo Volkswagen. La prima è attualmente leader di settore nella produzione di auto elettriche e società automobilistica a maggior capitalizzazione al mondo. La seconda, invece, storica casa tedesca.

Lo Spread Trading ci porta a realizzare un investimento al rialzo su azioni Tesla e uno al ribasso su azioni Volkswagen.

Ti potrebbe sembrare assurdo: se le azioni Volkswagen crescono, l’investimento non sarà in perdita?

Il principio dello Spread Trading è proprio questo: il leader di settore è tale in quanto definisce grossomodo lo sviluppo di tutti i titoli che appartengono al suo stesso settore. La sua caratteristica principale è quella di avere, tuttavia, rialzi più pronunciati e ribassi contenuti.

I rialzi delle azioni Tesla produrranno scostamenti maggiori rispetto a quelli delle azioni Volkswagen, motivo per cui se entrambe crescono si avrà comunque un profitto.

Se, invece, dovessero crollare? Ebbene, Volkswagen presenterebbe un ribasso maggiore rispetto a Tesla, motivo per cui avremmo comunque un profitto. Si tratta di una strategia completa in quanto comprende anche una buona gestione del rischio!

Nel grafico sottostante ti proponiamo un esempio di Spread Trading che ha effettivamente funzionato:

Strategie di trading
Investimento su Tesla-Volkswagen con lo Spread Trading

Strategia di trading CFD: Pullback

La strategia di trading Pullback consiste nell’individuare e anticipare i movimenti correttivi di un trend, in modo da ricavare profitti nel momento in cui il mercato presenta maggiori opportunità e vantaggi dagli investimenti contro-tendenza.

Il Pullback di fatto indica proprio il movimento di ritirarsi. Il mercato, infatti, non segue mai unilateralmente un trend ma tende sempre e comunque a correggersi nel mentre.

Si tratta di micro-movimenti di tendenza opposta che, sebbene non abbiano sufficiente forza da trasformarsi in vere e proprie inversioni, comunque possono garantire ottime opportunità di profitto se assecondati nel modo giusto.

Vediamo ora le caratteristiche di questa strategia:

PremesseIndividuare un titolo in fase di trend dominante
Studio del titoloÈ necessario studiare in particolar modo il momentum del trend in atto, in modo da comprendere quando possono occorrere i movimenti correttivi.
Può essere di aiuto anche imparare a riconoscere alcuni pattern candlestick, in quanto spesso questi anticipano le correzioni
SvolgimentoNon appena si presenta l’opportunità di un movimento correttivo, aprire una posizione di tendenza opposta a quella del trend in atto.
Gli strumenti di gestione del rischio (Stop Loss e Take Profit) vanno impostati in base ai risultati dell’analisi tecnica
Strategia di trading Pullback – Principali caratteristiche

A seguire, un esempio pratico di PullBack tratto dal grafico del conto demo di eToro:

Strategie di trading
Esempio di Pullback sull’oro

Come puoi vedere, un trend dominante può presentare molteplici movimenti correttivi.

L’analisi tecnica ti permette di distinguere quelli più pronunciati (e dunque più proficui) da quelli di breve durata, caratterizzati da volatilità bassa e da scarso interesse.

Strategia di trading DMA: Buy’n’Hold

La Buy’n’Hold è la strategia di trading tradizionale per eccellenza. Essa caratterizza la maggior parte delle operazioni di tutti i grandi investitori e consiste nel comprare un titolo e mantenerlo in proprio possesso per almeno 5 anni.

La strategia di trading Buy’n’Hold è parte fondamentale del value investing di Warren Buffett, uno dei metodi di investimento diretto sul mercato più efficaci di sempre.

Per la sua realizzazione dovrai padroneggiare l’arte dell’analisi fondamentale, motivo per cui ti consigliamo di fare affidamento al Social Trading di eToro, in modo tale da confrontarti con tutti i trader che ricorrono a questa strategia.

Vediamo ora le sue caratteristiche:

PremesseTrovare un titolo con dei fondamentali solidi
Studio del titoloVa realizzata una precisa ed accurata analisi fondamentale.
L’obiettivo è quello di riuscire a ricavare previsioni di Borsa almeno quinquennali, che riescano a darti un’indicativa direzione di mercato per i prossimi 5 anni.
SvolgimentoUna volta trovato il titolo giusto, esso va acquistato tramite un’offerta DMA e lasciato crescere per tutta la durata prevista.
Nel mentre questa strategia permette di accedere alla distribuzione dei dividendi nel caso in cui la società su cui si è investito li preveda.
Strategia Buy’n’Hold – Principali caratteristiche

A seguire un esempio di Buy’n’Hold sulle azioni Amazon tratta dal conto di eToro:

Startegie di trading
Esempio di Buy’n’Hold su azioni Amazon

Come puoi vedere, nel corso di poco più di 5 anni il titolo Amazon è cresciuto del +1043,83%. Un investimento di 200€ realizzato nel 2015, nel 2020 avrebbe un valore di 2087€.

Lettura integrativa consigliata:

Strategia di trading DMA e CFD: Swing Trading

Lo Swing Trading è una strategia di investimento che può fare affidamento sia alle offerte DMA che ai CFD. Ovviamente l’acquisto diretto (DMA) può essere realizzato solo nel caso di operazioni al rialzo. Per quelle al ribasso ci si può affidare solo ai CFD.

Lo Swing Trading permette di ingabbiare i movimenti ondulatori dei trend di un titolo, da cui il suo nome swing, traducibile in italiano come “ondulare, dondolare”.

La strategia Swing Trading si propone esattamente di assecondare a pieno le oscillazioni interne ad un trend e prevede investimenti di durata variabile, da qualche giorno ad una settimana.

Vediamo le sue caratteristiche:

PremesseIndividuare un titolo con trend ben definito
Studio del titoloÈ necessario analizzare bene lo stato di salute del trend in atto, andando a studiarlo con l’analisi tecnica.
In particolar modo è necessario tracciare trend lines, individuare i livelli di Supporto e Resistenza sensibili e monitorare il momentum del trend stesso.
SvolgimentoÈ necessario andare ad assecondare gli sviluppi del trend con degli investimenti mirati che aggrediscano il titolo dal momento in cui esce dalla fase di trend laterale al momento in cui ne esce.
Strategia Swing Trading – principali caratteristiche

A seguire ti forniamo un esempio di Swing Trading sull’Hang Seng tratto dal conto demo di eToro:

Strategie di trading
Esempio di Swing Trading sull’Hang Seng: sfruttare tutti i movimenti

Come puoi vedere, il punto centrale di ogni strategia di Swing Trading è l’analisi tecnica. Se si riesce ad eseguire una buona analisi tecnica, allora il gioco è fatto.

Per questo motivo consigliamo di passare prima del tempo seguendo i corsi di Trade.com o tenendosi aggiornati sul blog di Capital.com. Solo in questo modo sarà possibile essere pronti ad applicare questa strategia.

Strategia di trading CFD e DMA: Breakout

La strategia di trading Breakout punta a individuare il momento preciso in cui una fase di trend laterale si sta apprestando alla conclusione e la fase di concentrazione dei prezzi entro minimi e massimi delimitati è pronta a liberare un trend dominante.

Il Breakout, infatti, individua proprio questa rottura della concentrazione dei prezzi in una direzione maggiormente definita. Questa strategia, sebbene presenti numerosi vantaggi, ti richiederà una maggiore abilità nell’analisi tecnica.

Sarà proprio l’analisi tecnica, infatti, che ti permetterà di individuare con precisione il punto di rottura. Ma vediamo attentamente le specifiche di questa strategia:

Premesseun titolo in fase di trend laterale
Studio del titoloÈ necessario eseguire una buona analisi tecnica individuando con precisione il punto di rottura che anticipa il successivo trend.
In particolar modo è necessario comprendere se la rottura provocherà un trend rialzista o meno.
SvolgimentoUna volta individuato il trend rialzista in divenire, realizzare un investimento che abbia come Stop Loss il punto di entrata e Take Profit variabile in base ai risultati dell’analisi tecnica.
Strategia Breakout – Principali caratteristiche

Perché è importante impostare lo Stop Loss in corrispondenza del prezzo di entrata sul mercato?

Ebbene, la strategia Breakout ti mette in grado di investire sui trend dominanti. Nel caso in cui il titolo dovesse rimbalzare e non sfondare la Resistenza o il Supporto, probabilmente si avrà una nuova fase di trend laterale che si reggerà su nuovi livelli di massimi e minimi.

In questo caso ti conviene ricorrere ad altre strategie e non andare ad operare con il Breakout dato che questo non prevede provvedimenti per la gestione del rischio in fasi di trend laterale.

Qui sotto ti proponiamo un esempio pratico di Breakout su ETF argento tratto dal conto demo di eToro:

strategie di trading
Breakout su ETF argento con l’indicatore Alligator

Come puoi vedere il Breakout in alcuni casi può essere individuato molto semplicemente. La cosa importante è affidarsi ad indicatori di trading adeguati, come nel caso specifico l’Alligator.

Strategia di trading CFD e DMA: Fibonacci

La strategia Fibonacci di fatto non costituisce una vera e propria tecnica di investimento definita, ma una strategia versatile che può essere applicata in diverse modalità.

La sua caratteristica principale è quella di fare affidamento agli indicatori Fibonacci (Ritracciamenti e Zig Zag) oltre a indicatori calcolati secondo i livelli di Fibonacci, come i Pivot Point Fibonacci.

Questa strategia fa affidamento, inoltre, ad una famosa teoria di trading, la Teoria delle Onde di Elliott, la quale permette di individuare con una certa accuratezza le fasi di sviluppo di un trend. Vediamo ora le sue caratteristiche:

PremesseIndividuare un titolo che non sia in fase di trend laterale
Studio del titoloApplicare al grafico i Ritracciamenti di Fibonacci in corrispondenza del primo movimento del trend dominante (vedi l’immagine sottostante) e inserire i restanti indicatori di Fibonacci (Zig Zag e pivot Point).
Questi non sono sempre necessari ma rendono lo studio più semplice e completo
SvolgimentoDecidere se cavalcare integralmente il trend dominante o realizzare una specie di Swing Trading di Fibonacci, sfruttando tutti i movimenti del titolo.
Strategia Fibonacci – Principali caratteristiche

Nell’immagine sottostante, tratta dal conto demo gratis di eToro, puoi vedere un esempio pratico di strategia Fibonacci sulle azioni Apple:

Strategie di trading
Esempio di strategia Fibonacci su azioni Apple

Come puoi vedere, l’intera strategia segue l’individuazione dei livelli sensibili dei Ritracciamenti di Fibonacci, secondo quanto stabilito dalla Teoria delle Onde di Elliott.

Strategie sugli investimenti

Al contrario delle strategie di investimento, le strategie sugli investimenti ti permettono, invece, di gestire il tuo portafogli una volta realizzati tutti gli investimenti principali.

Questa serie di tecniche ha il principale vantaggio di permetterti di regolare il rischio dei tuoi investimenti finanziari e di ottimizzare i rendimenti che ne conseguono.

Non commettere l’errore di considerarla una componente superflua dei tuoi investimenti: queste tecniche, infatti, svolgono un ruolo capitale nell’economia complessiva di un portafogli di trading e ti permetteranno anche di correggere eventuali errori in corso d’opera.

L’attività di un investitore, infatti, non si esaurisce nel momento in cui il suo ordine viene eseguito dal broker ma prosegue fintantoché questo non si chiude.

La micro-gestione delle proprie attività ti permetterà di rendere il tutto più efficiente e, in numerosi casi, di assicurarti che i profitti che otterrai saranno i massimi possibili dalle operazioni eseguite.

Tieni a mente, inoltre, che queste strategie sugli investimenti possono essere realizzate solo su piattaforme di trading di ottima qualità, che ti permettono di intervenire sul tuo portafogli anche dopo aver effettuato le operazioni di trading.

Ecco perché la scelta del broker a cui fare affidamento è di vitale importanza: se non ti viene garantita la possibilità di gestire le tue operazioni dopo averle immesse sul mercato è meglio cambiare broker!

Strategia di gestione del rischio: l’Hedging

L’Hedging è un’importantissima strategia di gestione del rischio che consiste nell’intervenire successivamente su un’operazione, nel momento in cui il trend di un titolo si è già definito.

Ovviamente questa non può essere applicata a quelle tecniche particolarmente veloci come lo scalping, né tantomeno a quelle strategie che, come il Buy’n’Hold lasciano poco spazio agli interventi successivi.

Se investi con il Buy’n’Hold, infatti, le variazioni di prezzo sul breve-medio termine non influiscono sul risultato complessivo dell’investimento che, come ormai ben sai, è almeno di durata quinquennale.

Ma in cosa consiste l’Hedging?

Ebbene, questa tecnica ti permette di realizzare ulteriori operazioni di correzione o potenziamento del tuo investimento.

Se ti rendi conto che la tua previsione di trading si è rivelata errata, infatti, puoi limitare le perdite realizzando una serie di micro-investimenti di direzione opposta, che mitighino le perdite e ti concedono maggio tempo per valutare l’effettivo valore della tua operazione.

Un esempio pratico?

Prendiamo in considerazione il grafico del conto demo di eToro:

Strategie di trading
Gestire il rischio di un investimento fallimentare con l’Hedging

In questo caso, come puoi ben vedere, è stato realizzato un investimento rialzista utilizzando la strategia di Breakout: l’analisi tecnica ha suggerito che il titolo sarebbe salito ma questo, invece, si è precipitato al ribasso.

Che fare?

Aspettare l’arrivo della Margin Call? Ebbene no!

Applicando l’Hedging si realizzano operazioni di vendita allo scoperto con i CFD come vedi in figura. Queste permettono di alleggerire le perdite e scongiurano la possibilità di andare in Margin Call, in modo da portare poi a chiudere l’investimento nel momento in cui questo riguadagna posizioni, in modo da registrare perdite contenute.

Il risultato finale?

Ebbene, alla fine l’Hedging è riuscito non solo a scongiurare una Margin Call ma anche a farti ricavare profitti da un’operazione altrimenti fallimentare.

Strategia di gestione del portafogli: diversificazione e Copy Trading

Un’altra importantissima strategia da applicare al proprio portafogli di investimento è quella della diversificazione. Per dirla con le parole di Warren Buffett:

«Do not pull all eggs in one basket».

Warren Buffett

Del resto, che succederebbe nel caso in cui questo dovesse incidentarsi? Si tratta di un’efficacissima analogia. Allo stesso modo non bisogna investire tutto il proprio capitale in un solo titolo o un solo settore finanziario.

Le crisi settoriali o il crollo di un titolo sono cose all’ordine del giorno sui mercati finanziari. Sei un investitore in materie prime?

Ebbene, non mobilitare tutto il tuo capitale sul petrolio o su altre commodities destinate al settore energetico: se una va male, anche le altre condivideranno la stessa debolezza.

Piuttosto diversifica il tuo portafogli e, pur volendo restare nel settore delle materie prime, investi anche in metalli preziosi, in ETFs o nelle soft commodities.

Lo stesso vale anche per gli altri mercati!

Un modo efficace per diversificare il proprio portafogli è quello di investire impiegando il Copy Trading di eToro o il Mirror Trading di FP Markets: in entrambi i casi potrai copiare le operazioni di altri investitori professionisti attivi sulle due piattaforme.

Questo ti permette non solo di fare trading automatico, ma anche e soprattutto di investire in un titolo (in questo caso un investitore) che presenta ottimi livelli di diversificazione. Ciò che andrai a copiare, infatti, sarà un piccolo “fondi di investimenti privato, ovvero nelle tante operazioni che il professionista da te selezionato aprirà di volta in volta.

In questo modo le probabilità di un crollo diffuso del tuo portafogli si assottigliano notevolmente e potrai quasi sempre contare su una base solida di entrate, sia per aumentare i tuoi margini di profitto sia per mitigare eventuali perdite registrate altrove.

Strategia di gestione del capitale: money management

Il money management è un riflesso diretto delle due strategie finora elencate. Si tratta, infatti, di ripartire il tuo capitale in tante porzioni da destinare a diversi investimenti. Hai visto in che modo l’Hedging può salvare un investimento in perdita?

Ebbene, per fare Hedging dovrai sempre poter disporre di capitale extra non usato, da destinare alle operazioni correttive.

La regola generale del money management sancisce che non bisogna investire più del 3% del proprio capitale per singola operazione. Si tratta ovviamente di una regola molto generosa che difficilmente può essere applicata da un principiante.

Prendiamo ad esempio eToro (qui per il suo sito ufficiale). Il broker presenta dei margini iniziali ben precisi per investire, ovvero ti impedisce di operare sui titoli se non si dispone di una somma minima.

Per il trading azionario, ad esempio, il margine iniziale è di 50€ sulle offerte DMA e di 100€ con i CFD (a leva finanziaria massima di 1:5). Volendo applicare questa regola, per investire con le offerte DMA dovresti depositare almeno 1700€, mentre con i CFD almeno 3500€.

Si tratta di cifre che non tutti i principianti hanno a disposizione.

Per questo motivo, sebbene la regola del 3% risulti essere l’ottimale, all’inizio è sufficiente ricordarsi di distribuire equamente il proprio capitale e di lasciare sempre almeno 100€ disponibili alle operazioni correttive dell’Hedging.

Ciò ti permette anche di farti un’idea indicativa del deposito minimo necessario a investire in maniera realmente efficace: su eToro, sebbene sia possibile aprire un conto reale con 200€, sconsigliamo di iniziare con meno di 500€!

Strategie di trading: opinioni e considerazioni finali

A questo punto ti sei fatto un’idea più precisa su cosa siano le strategie di trading e su quali siano le 10 più famose. Per iniziare con il piede giusto il tuo percorso di trader ti consigliamo di apprenderne almeno un paio, per poi gradualmente estendere il repertorio di tecniche a tua disposizione.

Per quanto riguarda, invece, le strategie sugli investimenti, queste vanno padroneggiate tutte. La loro importanza è capitale, sia per i principianti che per i professionisti.

Ti ricordiamo che i broker che ti abbiamo consigliato: eToro, IQ Option, Trade.com, Capital.com e FP Markets, ti mettono a disposizione tutti gli strumenti e le conoscenze necessaria ad applicare tanto le strategie di investimento quanto le strategie sugli investimenti.

A seguire puoi trovare alcune delle domande più diffuse sulle strategie di trading che gli utenti hanno chiesto sui forum di trading o nei commenti sotto i nostri articoli.

FAQ Strategie di Trading: domande frequenti

Cosa sono le strategie di trading?

Le strategie di trading sono modelli di investimento che si basano su regole precise. Queste permettono di approcciare i mercati finanzairi in modo efficiente basandosi sull’applicazione di indicatori e analisi di mercato.

Come funzionano le strategie di trading?

Il loro funzionamento è semplice: ognuna di esse ha delle premesse che devono essere rispettate per permetterne l’applicazione. Vi sono, inoltre, strategie che intervengono direttamente sul mercato e permettono di investire con un modello preciso di riferimento. Vi sono anche strategie che intervengono sugli investimenti e permettono di ottimizzare il proprio portafogli.

Imparare le strategie di trading: come fare?

Il modo migliore per imparare strategie di trading è quello di affidarsi alle offerte del proprio broker di fiducia: dai materiali formativi fino a strumenti particolari come il Social Trading. Imparare una strategia dalla piattaforma che si usa significa apprendere un metodo già ottimizzato per gli strumenti di riferimento che hai a disposizione.

Quale strategia imparare prima?

Dipende dalle tue personali propensioni. Le strategie di gestione del portafogli DEVONO essere imparate tutte. Le altre invece possono essere apprese in ordine sparso in quanto molte di loro si prestano maggiormente ad un approccio al trading piuttosto che ad un altro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.