Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Analisi tecnica

L’analisi tecnica è la protagonista indiscussa degli investimenti finanziari online. Si tratta di una modalità di analisi dei titoli finanziari estremamente utile per ricavare previsioni di borsa sul medio/breve periodo. Bisogna sapere che nel mondo degli investimenti online, infatti, quando si legge formazione in realtà è da intendere “analisi tecnica”.

Nonostante, come vedremo in questa guida, infatti, vi siano alternative a questa particolare tipologia di analisi, essa è globalmente considerata la conditio sine qua non di ogni buon trade.

La tecnica serve al 30% e non è difficile da imparare, il restante 70% dipende da noi e dalla nostra “testa”.

William Gann

In questa guida, dunque, prenderemo in considerazioni tutte le principali caratteristiche sull’analisi tecnica e le conoscenze da possedere per riuscire a realizzarne una vincente sui titoli che si stanno analizzando.

Nel farlo prenderemo in considerazione le offerte di quattro broker in particolare. Si tratta di eToro, IQ Option, Trade.com e FP Markets. Ognuna di queste piattaforme possiede una licenza CySEC ed è riconosciuta dalla CONSOB. Sono, dunque, da ritenere affidabili e sicure al 100%.

Tieni a mente, inoltre, che le offerte di cui ti parleremo nel corso di questa guida sono tutte gratuite. Gli utenti possono accedervi non appena effettuano la registrazione completa sul broker da loro scelto.

Detto questo, caliamoci direttamente nel vivo della questione.

Cos’è l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica è una tipologia di indagine di un titolo finanziario che prende in considerazione esclusivamente il grafico di trading. Chi fa analisi tecnica non si interessa affatto dei risultati della società a cui il titolo fa riferimento.

Non a caso, dunque, l’analisi tecnica viene prevalentemente impiegata da chi fa trading intra-day o sul medio periodo. Operando sul grafico, infatti, si possono ottenere informazioni più puntuali man mano che si considerano time frame più ridotti.

Guida all'analisi tecnica nel trading
Quanto è importante l’analisi tecnica per il trading online?

Ma quante informazioni possono essere ricavate dal grafico dello storico delle quotazioni di un titolo? Ebbene, l’analisi tecnica si compone di più momenti. Quello che opera solo ed esclusivamente sul grafico non è che il primo. Dopo questa indagine preliminare, infatti, si va ad intervenire applicando al grafico uno o più indicatori di trading.

Questi, basandosi su precisi calcoli, permettono di ricavare informazioni aggiuntive che rendono l’analisi completa e permettono di ricavare previsioni di borsa accurate.

Dalle informazioni ricavate con l’analisi tecnica, inoltre, possono essere evinti anche i livelli significativi per la gestione del rischio di un investimento.

Per questo motivo viene considerata la protagonista indiscussa degli investimenti online e il requisito essenziale per diventare un trader professionista.

Come funziona l’analisi tecnica: i 3 step fondamentali

Il funzionamento dell’analisi tecnica è estremamente semplice. La difficoltà sta nell’apprendere la corretta lettura e interpretazione dei dati che si ricavano.

Ma procediamo per gradi e prendiamo in considerazione il grafico delle azioni Amazon consultabile aprendo un conto demo su eToro:

Analisi tecnica come funziona
Esempio di un grafico a candele per fare analisi tecnica

Come procedere a questo punto? Eccoti i 3 step fondamentali per ricavare un’analisi tecnica completa:

Step 1: analisi del grafico e pattern candlestick

Il primo passo per studiare il grafico di un titolo è osservare attentamente il suo sviluppo. Per fare questo è necessario impostare immediatamente il time frame giusto per la tipologia di operazione che si intende realizzare.

Per il trading intraday, ad esempio, è opportuno selezionare un time frame inferiore ad 1 ora. Selezionare periodi superiori, infatti, potrebbe portare a realizzare una previsione che suggerisce un investimento superiore alle 24 ore per completarsi.

Allo stesso modo, il trading sul medio periodo comporta l’impostazione di un time frame almeno di 1 ora (per operazioni di massimo 72 ore) o di 4 ore (per week trading).

Altre tecniche di investimento particolari, come lo scalping, impongono time frame molto ridotti, dell’ordine massimo di 1 o 5 minuti.

A questo punto si passa all’osservazione del grafico. Il nostro consiglio è di prendere in considerazione esclusivamente il grafico a candele giapponesi, quello che fornisce maggiori informazioni circa i 4 valori che definiscono la volatilità di un titolo:

  • Apertura;
  • Chiusura;
  • Massimo;
  • Minimo;

In figura puoi vedere un esempio pratico di questo step iniziale applicato alle azioni Amazon sul conto demo di eToro.

Analisi tecnica
Il primo step per l’analisi tecnica sul grafico di eToro

Una volta considerato il time frame giusto si passa alla prima osservazione del grafico. Specialmente agli inizi è opportuno imparare a riconoscere alcuni pattern candlestick, ovvero formazioni di candele giapponesi che aiutano ad individuare i punti sensibili di un grafico.

Dette anche formazioni di candele, questi pattern si compongono di determinate composizioni di una o più candele che individuano punti critici di inversione o continuazione di un trend e forniscono degli iniziali segnali di trading.

Per imparare di più sui pattern candlestick si può far riferimento al manuale di trading di FP Markets, che può essere scaricato visitando questa pagina e completando il processo di registrazione.

Step 2: applicare gli indicatori di trading

Una volta analizzato inizialmente il grafico e individuato un punto sensibile, si procede con l’applicazione di indicatori di trading.

Attenzione, tuttavia: non necessariamente un titolo presenta un segnale iniziale chiaro, un pattern candlestick noto o una compressione di volatilità (segnale di un breakout imminente). In questi casi è sempre opportuno procedere all’applicazione degli indicatori di trading online.

Solo nel caso in cui nemmeno questi riescono a fornire informazioni utili è opportuno desistere e dedicarsi ad un altro titolo o cambiare strategia di approccio.

Il ruolo degli indicatori di trading è fondamentale all’interno dell’analisi tecnica. Le informazioni (o la loro assenza) che comunicano all’investitore, infatti, gli fanno capire se è opportuno o meno operare sul titolo in questione.

Imparare ad usare gli indicatori è fondamentale. Ecco perché consigliamo di far riferimento ad un corso di trading completo come quello di Trade.com.

Inoltre è importante applicare le conoscenze apprese prima sul conto trading demo: in questo modo si avrà la libertà di applicare gli indicatori di trading senza rischiare necessariamente il proprio capitale.

L’analisi tecnica, dopo tutto, non è una cosa che può essere appresa in pochi giorni.

In media un principiante impiega minimo 6 mesi ad apprendere le nozioni di analisi tecnica necessarie ad investire. Un altro importante consiglio sull’uso degli indicatori di trading è quello di mantenere il grafico del titolo pulito.

Qui sotto ti proponiamo un esempio di un’analisi tecnica efficiente e di una confusionaria, che non porta a nulla di buono.

Analisi tecnica
Applicare il numero giusto di indicatori è importante per rendere il grafico leggibile

Mantenere il grafico pulito è essenziale anche per il passaggio al prossimo step e permette di visualizzare correttamente lo stato di salute di un titolo. Inserire troppe linee su un grafico, infatti, può confondere e proporre una situazione opposta a quella reale.

Step 3: ricavare gli estremi di una previsione di trading

Una volta applicati i giusti indicatori di trading e averne ricavato tutte le informazioni utili, si arriva nel vivo dell’analisi tecnica: l’interpretazione di questi dati.

Non esiste una vera e propria scienza esatta di quest’ultimo passaggio. Di fatti le condizioni per un buon investimento variano di volta in volta in base al periodo dell’anno, alle fasi di mercato, al titolo e al mercato di riferimento.

A volte può rendersi necessario integrare le nozioni fornite dagli indicatori ricorrendo al tracciamento manuale di linee di trend o di valori indicativi per il titolo, come massimi o minimi storici.

Ti basti sapere che per concludere un buon investimento devi essere in possesso delle seguenti informazioni:

  • Trend futuro del titolo, che può essere ricavato dai dati forniti dagli indicatori;
  • Livello di Stop Loss, che varia in base alla tipologia e alla volatilità del titolo;
  • Ordine di Take Profit, anch’esso ricavabile dalla volatilità e dai risultati storici dell’asset in questione.

Tieni a mente che Stop Loss e Take Profit solitamente vengono ricavati individuando i livelli di Supporto e Resistenza.

Analisi tecnica più semplice: le offerte dei broker

Non bisogna farsi scoraggiare da quanto detto finora. L’analisi tecnica non è qualcosa che può essere appresa in poco tempo ma questo non significa che non possa essere semplice.

Gran parte dell’efficacia dell’analisi tecnica deriva dall’esperienza accumulata e dalla bravura nell’interpretazione dei dati. Per questo motivo è necessario trascorrere del tempo a fare pratica con il conto demo.

Tuttavia vi sono strumenti e offerte particolari che permettono di facilitare non poco l’apprendimento. Prendiamo in considerazione le offerte dei 4 broker che ti abbiamo consigliato e vediamo in che modo possono aiutare l’investitore:

eToro: analisi “social

eToro (visita il sito ufficiale) è un broker che ha fatto di una intuizione geniale il suo principale cavallo di battaglia. Attualmente la piattaforma può contare oltre 10 milioni di utenti in tutto il mondo e di un servizio di Social Trading leader al mondo.

Questo strumento, in particolare, può essere impiegato per velocizzare e facilitare l’apprendimento dell’analisi tecnica.

Affidandosi al Social Trading di eToro (accessibile gratuitamente cliccando qui), infatti, gli utenti possono consultarsi con i più esperti per ricevere dritte, informazioni o consigli su come muoversi tra i mercati finanziari.

Molti utenti, inoltre, spesso pubblicano analisi tecniche sui principali titoli finanziari, che possono essere liberamente consultate sia per prenderne spunto per le proprie operazioni sia per apprendere nuove tecniche di indagine.

Nel mentre si apprendono le nozioni?

Ebbene, eToro ha pensato anche a questo frangente. Grazie al suo servizio di Copy Trader (o Copy Trading), infatti, gli utenti alle prime armi possono investire il proprio capitale anche nel mentre fanno pratica con il conto demo.

In che modo?

Copiando le operazioni dei trader professionisti. Si tratta di uno strumento di trading automatico poco ortodosso ma efficace, per accedere al quale basta cliccare qui.

Leggi la guida completa al broker: eToro recensioni ed opinioni

IQ Option: 139 video-tutorial gratuiti

IQ Option (visita il sito ufficiale) è un broker che fin dal principio ha puntato tutto sull’accessibilità. Dotato di una piattaforma molto intuitiva e di un deposito minimo tra i più bassi (circa 10€), IQ Option permette a chiunque di iniziare a investire.

Aprendo un conto demo con IQ Option, infatti, si accede ad una sezione formativa molto ben curata, suddivisa in argomenti, che comprende 139 video-tutorial.

Questi possono essere consultati direttamene dal conto demo, in modo da avere la possibilità di applicare in tempo reale tutto ciò che viene appreso.

Con un deposito minimo di 10€, inoltre, gli utenti hanno la possibilità di sperimentare fin dal principio gli effetti della psicologia di trading senza rischiare troppo. Per aprire una posizione con IQ Option su un qualsiasi titolo, infatti, è necessario investire appena 1€.

Per aprire un conto reale (o un conto demo) è richiesta una procedura rapida e si può procedere sia via tramite un PC, con la piattaforma Desktop, sia via mobile, con la comoda app. Clicca qui se sei intenzionato a procedere.

Leggi la guida completa al broker: IQ Option recensioni ed opinioni

Trade.com: la migliore formazione

Trade.com (visita il sito ufficiale) è un broker che si affida alla vecchia maniera. Studiare l’analisi tecnica su Trade.com significa affrontare approfonditamente ogni singolo argomento.

Il broker, infatti, mette a disposizione degli utenti un pacchetto formativo completo sotto ogni aspetto:

  • Video lezioni;
  • Manuali;
  • Webinar;
  • Corsi di trading sia di base che avanzati.

Il tutto è accessibile visitando questa pagina e completando la formula di registrazione.

Il conto demo del broker, inoltre, è illimitato e gratuito e permette di essere impiegato per tutto il tempo necessario a familiarizzare con l’argomento e con gli strumenti della piattaforma. Per aprirne uno basta cliccare qui.

FP Markets: MetaTrader o IRESS?

FP Markets (visita il sito ufficiale), infine, permette di apprendere l’analisi tecnica su ben 3 piattaforme diverse:

  • MetaTrader 4 e 5, le quali permettono di accedere al servizio di Expert Advisor e all’intera biblioteca di indicatori ideata dalla MetaQuotes Software Corp. Si tratta di una delle più complete al mondo e viene costantemente aggiornata;
  • IRESS, piattaforma di nuova generazione che mette in campo la possibilità di personalizzare completamente il grafico e di sfruttare tempi esecutivi rapidissimi.

Per scegliere a quale piattaforma far riferimento per i propri investimenti è sufficiente registrarsi sul broker (visita questa sezione).

Dopo aver effettuato la registrazione, inoltre, FP Markets mette anche a disposizione un manuale di trading completo che guida non solo all’impiego delle piattaforme trading ma anche all’applicazione degli indicatori di trading e alle più famose scuole di interpretazione dei dati ricavati con l’analisi tecnica.

Visita questa pagina per ottenere maggiori informazioni stesso sul sito di FP Markets.

Leggi la guida completa al broker: FP Markets recensioni ed opinioni

Analisi tecnica per professionisti

Nel caso in cui conosci già come impiegare alcuni indicatori di trading o hai già passato qualche mese sul conto demo applicando le tecniche apprese, allora è giunto il momento opportuno per iniziare a fare analisi tecnica come un professionista.

Per quanto riguarda questo argomento il nostro consiglio è semplice: decidere un proprio percorso personale.

Se le basi di analisi tecnica possono essere facilmente insegnate e apprese, infatti, diventare un trader professionista dell’analisi tecnica comporta la personalizzazione dello stile di trading. Non è qualcosa che si può apprendere leggendo una guida.

Ciò che può aiutare è leggere alcuni libri, scritti da investitori professionisti che hanno racchiuso tutta la propria esperienza in poche ma preziose pagine.

Leggere libri sull’analisi tecnica aiuterà a carpire piccoli trucchi, segreti e nozioni di trading che, sebbene non possono essere applicati da chiunque, cionondimeno permettono di osservare l’argomento da un altro punto di vista. Nella lista che segue ti proponiamo alcuni dei libri di analisi tecnica più famosi e importanti.

Ti consigliamo di iniziare con uno per poi leggerne quanti più possibile: sebbene il trading non si fa con i libri, non vi è trader di successo che non li abbia letti o sentiti nominare.

Migliori libri d’analisi tecnica

Non è facile individuare i 3 migliori libri di analisi tecnica. La letteratura al riguardo abbonda enormemente di testi, alcuni meno validi di altri.

Il criterio che abbiamo adottato è semplice: abbiamo selezionato i volumi che sono stati maggiormente letti e che sono stati scritti da grandi investitori, le cui azioni hanno influito enormemente sul corso dell’economia e della finanzia.

Attraverso la loro penna non solo si possono apprendere nozioni fondamentali per diventare dei professionisti di analisi tecnica, ma si apprende anche, attraverso la loro esperienza, ad apprezzare diversamente ogni investimento.

Japanese Candlestick Charting Techniques – Steve Nison

Si tratta della Bibbia sui pattern candlestick. Attualmente non esiste volume più completo a riguardo di quello scritto da Steve Nison. Steve Nison ha costruito gran parte della sua carriera sullo studio e sulla corretta applicazione dei pattern candlestick al trading.

Di fatto Steve Nison è colui che ha portato lo studio delle formazioni di candele giapponesi nella finanza occidentale e chiunque le voglia impiegare ad alti livelli deve necessariamente far riferimento a questo volume.

Analisi tecnica dei mercati finanziari – Jhon J. Murphy

Jhon J. Murphy è considerato il padre dell’analisi tecnica applicata ai mercati finanziari. Inizialmente specializzatosi nel mercato dei futures, Murphy ampliò il proprio campo d’azione anche agli altri settori e al trading negli altri derivati.

Il suo libro è considerato globalmente IL manuale da leggere per diventare un professionista a tutto tondo in questa metodologia di indagine e di investimento.

Non vi è Accademia o Corso di trading professionale che non prenda in considerazione questo volume.

Encyclopedia of chart pattern – Thomas Bulkowski

Si tratta di un libro enciclopedico. Il sapere che Thomas Bulkowski ha trasmesso nelle pagine del suo libro è sconfinato.

Comprende praticamente ogni aspetto dell’analisi tecnica, dall’investimento al rialzo a quello al ribasso. Sono inclusi anche studi sui falsi segnali di trading, sul rapporto tra eventi reali e configurazioni grafiche, per un’esperienza di trading completa come poche.

Oltre 1.000 pagine di conoscenza ed informazioni indispensabili se si desidera fare del trading online una fonte regolare di profitti.

I limiti dell’analisi tecnica

Adesso che abbiamo esplorato a pieno cosa è e come applicare l’analisi tecnica ai propri investimenti, possiamo procedere ad elencarti quelli che si son rivelati, nel tempo, i principali limiti di questa metodologia di indagine dei mercati.

Investire con l’analisi tecnica, infatti, non è da tutti. Se ti rendi conto che, nonostante mesi di studio e pratica con il conto demo comunque non riesci ad ottenere i risultati sperati dovresti considerare di cambiare modalità di indagine dei mercati.

Le nozioni che possono essere apprese dai libri, dai manuali e dai corsi di trading, infatti, non hanno valenza universale.

Il trader deve sempre essere flessibile e adattare le proprie conoscenze alla situazione che si trova a fronteggiare. Se sei una persona che ama prendersi il suo tempo e ragionare a fondo prima di operare, allora potresti trovare l’analisi tecnica limitante.

I principali svantaggi dell’analisi tecnica, infatti, sono:

  • Tempo: non si ha a disposizione molto tempo per analizzare un titolo. In base al time frame scelto, infatti, la decisione di operare non può prendere più tempo del periodo selezionato. Se si fa trading intra-day con time frame a 30 minuti, ad esempio, la tua autonomia decisionale è di massimo mezz’ora;
  • Strategia di investimento: l’analisi tecnica risulta essere particolarmente indicata per fare trading sul breve/medio termine. Se vuoi puntare su investimenti più lunghi, l’analisi tecnica perde di efficacia in quanto tende a rivelarsi meno precisa e quindi deve essere integrata o sostituita dall’analisi fondamentale;
  • Psicologia: l’analisi tecnica è maggiormente soggetta agli aspetti negativi della psicologia di trading. Dovendo prendere decisioni in tempi spesso ristretti che coinvolgono comunque i tuoi soldi, spesso si viene assaliti da ansia, euforia o sconforto, anche in base all’esito delle operazioni. Se non si sa gestire queste emozioni è meglio desistere.

Alternativa all’analisi tecnica: investire sul lungo periodo

La principale alternativa all’analisi tecnica consiste nel puntare agli investimenti sul lungo termine.

Si tratta di una possibilità resa accessibile da offerte come le Real Stocks di eToro a zero commissioni, che ti permettono di acquistare azioni (o porzioni di azioni) reali, senza far riferimento a strumenti derivati come i CFD.

In questo modo si possono tranquillamente compiere investimenti della durata anche di molto tempo, senza incorrere nel pagamento dei tassi di overnight.

Gli investimenti sul lungo termine sono molto meno stressanti da gestire e lasciano un maggiore margine decisionale.

Grazie all’analisi fondamentale, infatti, le previsioni su un titolo possono essere anche realizzate in più giorni proprio in quanto l’obiettivo è quello di aprire posizioni della durata minima di qualche mese.

Come ti abbiamo detto, si tratta di una prospettiva completamente diversa sui mercati finanziari. Ci teniamo a dire che entrambe le tecniche sono estremamente valide e che spesso, se ne hai la possibilità, sarebbe altamente consigliato combinarle.

Analisi tecnica è davvero efficace? Le opinioni degli utenti

Prima di concludere questa guida, ci teniamo a prendere in considerazione un altro aspetto fondamentale per chi fa trading: le opinioni degli utenti e dei principali investitori.

Sebbene non vi sia alcun dubbio che l’analisi tecnica sia il must assoluto per ogni trader, le opinioni dei principali analisti tendono sempre e comunque a dare un eguale peso ad altri fattori cardine degli investimenti.

Il trading è il lavoro più affascinante del mondo. Ma non è un lavoro per gli stupidi, i mentalmente pigri, persone di inferiore equilibrio emotivo, avventurieri che pensano di diventare ricchi in poco tempo. Questi moriranno poveri.

Jesse Livermore

Il fattore psicologico ha una rilevanza enorme nel determinare un investitore di successo da una persona che, invece, perde i soldi facendo trading online.

Per questo motivo la maggior parte degli utenti solitamente consiglia, oltre all’analisi tecnica, di apprendere anche il controllo delle proprie emozioni e di approfondire questo aspetto di sé stessi.

Analisi tecnica FAQ

A seguire ti elenchiamo alcune tra le domande più ricorrenti presenti nei forum di trading sull’analisi tecnica:

Cos’è l’analisi tecnica?

Si tratta di un metodo di indagine di un titolo finanziario che permette di ricavare previsioni partendo solo dal grafico di trading.

A cosa serve l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica permette di studiare analiticamente i grafici dei prezzi per fare previsioni corrette in borsa. L’analisi tecnica viene applicata principalmente per i titoli azionari ed indici di borsa.

Come imparare a fare analisi tecnica?

Bisogna far riferimento a manuali, libri o corsi specifici. I principali broker hanno il vantaggio di offrirti questo e anche un conto demo gratuito con cui simulare operazioni di trading. In questo modo si può applicare ciò che si studia man mano che lo si è appreso.

L’analisi tecnica funziona veramente?

L’efficacia dell’analisi tecnica dipende dalla capacità del singolo investitore di interpretare i dati che ricava. Per ottenere i migliori risultati dall’analisi tecnica sono necessarie esperienza e un buon controllo delle emozioni.

Come approfondire l’analisi tecnica?

Per approfondire l’analisi tecnica è consigliato far riferimento a libri scritti dai grandi investitori. In questo modo oltre alle ulteriori nozioni si può apprendere anche dalla loro esperienza.

Esistono alternative all’analisi tecnica?

Assolutamente si! Dall’analisi fondamentale fino al trading automatico: gli investitori possono sfruttare numerosi strumenti se non hanno tempo di approfondire l’indagine del grafico.

Analisi tecnica: considerazioni finali

In conclusione, hai avuto modo di vedere che l’analisi tecnica è indispensabile se si vuole fare trading sul breve/medio periodo.

Si tratta di un insieme di passaggi necessari all’analisi di un titolo che vengono eseguiti sul grafico dell’asset in questione e non, come nel caso dell’analisi fondamentale, sulla base delle informazioni e dei dati relativi alla società a cui il titolo fa riferimento.

Questo la rende particolarmente adatta ad operazioni veloci con i CFD, motivo per cui rappresenta uno dei topic centrali di ogni corso, manuale o webinar sul trading online.

In conclusione il nostro consiglio è di imparare a realizzare una buona analisi tecnica solo su piattaforme di qualità, che ti mettono a disposizione tutti gli strumenti di analisi più importanti e ti permettono di personalizzare completamente il tuo grafico di trading.

Tra queste piattaforme le migliori sono quelle di eToro, IQ Option, FP Markets e Trade.com. Non ci resta che augurarti buoni investimenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.