Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Analisi Fondamentale

L’analisi fondamentale è la disciplina che studia i fattori che influenzano i prezzi degli asset di mercato allo scopo di guidare le decisioni operative degli investitori sul medio e lungo termine. Si tratta di una disciplina fondamentale per prendere decisioni informate.

Per questo qui tratteremo tematiche fondamentali come: cos’è l’analisi fondamentale? A cosa serve nel trading? Come usare l’analisi fondamentale per investire sui mercati di borsa, Forex o materie prime?

Risulta importante capire che, per investimenti di successo, un trader dovrà studiare i mercati finanziari per comprenderne i più probabili movimenti. Lo scopo della guida è quello di illustrare, nel dettaglio, l’importanza dell’analisi fondamentale nel trading online.

In più, la guida proseguirà esplicando quelle che appaiono come le modalità migliori per accedere alle principali proposte di mercato: le migliori piattaforme di trading online.

Si tratta di strumenti gratuiti e ampiamente utilizzati anche da investitori alle prime armi. Per semplificare la scelta di un valido broker di mercato, saranno menzionate piattaforme come:

NOTA BENE: la guida prenderà in considerazione esclusivamente piattaforme di trading online sui CFD e DMA (Direct Market Access) autorizzate e regolamentate, dunque, totalmente affidabili da un punto di vista legale. In più, ogni broker provvede a fornire servizi di qualità, con conti demo gratuiti con cui iniziare a far pratica a rischi zero.

Analisi fondamentale cos’è

L’analisi fondamentale è uno dei due aspetti essenziali dell’analisi dei beni quotati sui mercati finanziari.

Considerando il fatto che è una disciplina la cui validità resta invariata a prescindere dal mercato d’interesse, è importante sapere che si basa sullo studio di fattori micro e macro economici.

analisi fondamentale - guida-corso completo
Analisi Fondamentale: cos’è e come funziona

In tal modo, un trader potrà capire come si muoverà un asset in base alle molteplici influenze esterne che potrebbero farne variare il valore di mercato.

Ciò significa doversi focalizzare sui fattori principali da cui scaturiscono i movimenti laterali di mercato, così da reagire prontamente per trarne eventuali vantaggi personali.

Per una corretta analisi fondamentale, è necessario restare aggiornati quotidianamente sulle principali news di mercato. Nello specifico, i principali fattori micro e macroeconomici sono:

  • Notizie di politica internazionale;
  • Stato di salute di un Paese;
  • Domanda/offerta;
  • Costi di produzione;
  • Assetto interno di un’azienda (nel caso del mercato azionario).

Naturalmente, si tratta di semplici esempi: sono numerose le influenze esterne che determinano le frequenti oscillazioni di prezzo dei principali asset di mercato.

Per questo motivo, chiunque abbia già un minimo di familiarità col trading online, potrà usufruire immediatamente del calendario economico su IQ Option: risorsa di grande aiuto per una precisa analisi fondamentale.

Analisi fondamentale: i migliori indicatori da utilizzare

Lo scopo dell’analisi fondamentale per un trader è definire un determinato range di prezzo verso il quale l’asset selezionato potrebbe muoversi, soprattutto sul medio/lungo periodo.

In questo modo, potrà decidere se e quando accedere al mercato. Per avere una visione più completa di tutto ciò che riguarda l’asset su cui negoziare, è importante l’utilizzo di appositi indicatori.

Prima di passare ad una rassegna dei migliori indicatori per l’analisi fondamentale, è bene ribadire l’importanza delle nozioni teoriche basilari del trading online. Per tale ragione, potrebbe risultare interessante iniziare dall’offerta formativa gratuita di FP Markets: essenziale per partire col piede giusto.

Principali indicatori macroeconomici per l’analisi fondamentale

L’analisi fondamentale implica lo studio di numerosi fattori per avere una panoramica totale di quelli che saranno i più probabili scenari di mercato.

Su questa scia, è bene iniziare presentando i migliori indicatori di cui tener conto prima di investire: quelli economici.

Si tratta di un aspetto davvero importante nel settore, utile per capire com’è l’attuale situazione economica di un Paese, o meglio, di una società e mettere in atto le strategie più adatte al momento.

1. PIL

Un elemento portante dell’economia è il Prodotto Interno Lordo. In termini semplici, è il principale indicatore che determina lo stato di salute di un Paese, poiché rappresenta il valore dei servizi e dei prodotti realizzati in uno specifico arco temporale.

In questo caso, il valore si riferisce a quello ottenuto dalla vendita dei prodotti e servizi in uno Stato, ma senza tener conto di tutto ciò che è legato all’autoconsumo.

Si calcola su base trimestrale ed è importante monitorarlo per capire in quale direzione il mercato potrebbe muoversi.

2. Debito pubblico

Indica essenzialmente i debiti accumulati da un Paese. In realtà, si tratta di una componente essenziale per far sì che uno Stato si assicuri una crescita economica e riesca a soddisfare i fabbisogni primari dei cittadini.

Una corretta gestione del debito pubblico, naturalmente, ha degli impatti positivi sul mondo delle finanze.

3. Inflazione

Indicatore che rappresenta una crescita costante dei prezzi. Risulta così importante da studiare perché, un aumento di valore sui beni di consumo, ha naturalmente delle influenze sul potere d’acquisto in un Paese.

Principali indicatori di mercato

Quando si utilizza un valido calendario economico come base per la propria analisi fondamentale, è bene conoscere gli indicatori di mercato a cui doversi interessare.

E’ possibile riassumere i più importanti così:

  • CCI: Indice di Fiducia dei Consumatori, è l’indicatore che analizza la fiducia che i consumatori medi riversano verso l’economia del proprio Paese, attraverso gli acquisti e la stabilità finanziaria che caratterizzano diverse famiglie;
  • PPI: Indice di Prezzi alla Produzione, è un ulteriore indicatore importantissimo, come il PIL, per conoscere lo stato economico di un Paese. In tal caso, riguarda i prezzi di beni/servizi, tra cui materie prime e prodotti finiti;
  • CPI: Indice dei Prezzi al Consumo, è utile per conoscere il valore medio dei principali prodotti utilizzati dalle famiglie di un Paese; è molto rilevante per quanto riguarda i movimenti di prezzi dei mercati.

Indicatori per l’analisi fondamentale: principali categorie

Dopo aver compreso, in linea generale, a cosa servono gli indicatori e cosa rappresentano quelli più utilizzati da traders di tutto il mondo, è importante che gli investitori sappiano verso quale direzione potersi dirigere.

Le principali categorie d’analisi di una disciplina come questa, sono:

  • Valutazione di una società (in caso d’investimenti sul mercato azionario);
  • Analisi settoriale;
  • Analisi del conteso macroeconomico.

Bisogna chiarire che non è necessario applicare l’analisi fondamentale esclusivamente per investimenti di medio o lungo termine. Con un attento studio degli elementi principali che potrebbero intaccare l’andamento di un asset sul mercato, un trader riuscirà ad attuare anche strategie di trading vincenti improntate sul breve periodo.

Tuttavia, nel caso dei principianti, è più che consigliabile iniziare facendo pratica con un conto demo gratuito e senza vincoli.

Analisi fondamentale: migliori piattaforme di trading

Non è possibile studiare basandosi su una precisa analisi fondamentale finché non si utilizza un’ottima piattaforma di trading CFD. Partendo dalle basi, è interessante conoscere quali sono gli innumerevoli vantaggi che hanno condotto milioni di investitori a fare trading online mediante i Contracts For Difference.

In effetti, le piattaforme che consentono di negoziare con tali strumenti finanziari derivati, permettono di ottenere profitti dalle frequenti oscillazioni di valore registrate da un asset.

In più, i traders avranno una più diretta esposizione ai mercati, potendo investire al rialzo, ma anche al ribasso. Ciò è possibile perché non è necessario acquistare direttamente il bene e, dunque, si potranno generare profitti dai movimenti laterali di mercato.

Tuttavia, non è raro incappare in truffe o in errori legate all’inesperienza. Per esser certi di aver scelto il giusto broker di mercato, la guida proseguirà menzionando quelli che occupano una posizione predominante nel settore.

1. eToro

Leader indiscusso del trading online, eToro (qui il sito ufficiale) è tra le prime scelte di traders di tutto il mondo. Bisogna subito chiarire che il broker ha tutti i requisiti per prestare i propri servizi online legalmente: autorizzato CySEC, con numero di licenza 109/10.

La fama di una piattaforma priva di commissioni e all’avanguardia come eToro, è principalmente legata all’introduzione di funzioni brevettate e davvero di supporto per traders inesperti.

Infatti, si propone come un social di trading vero e proprio, sul quale poter interagire e scambiarsi consigli di mercato con investitori professionisti.

Iniziando col Social Trading, dunque, si potrà conoscere il sentiment dei più esperti riguardo i probabili scenari di mercato, ottenendo un aiuto concreto per la propria analisi fondamentale.

Scopri i vantaggi del Social Trading di eToro.

Allo stesso tempo, il broker fornisce un’altra opzione interessante per iniziare ad investire online: il copy trading.

Si tratta di una funzione che consente di selezionare dei popular investor e, in automatico, la piattaforma replicherà sul proprio profilo i risultati da loro ottenuti. Potrebbe essere uno strumento vantaggioso per generare rendimenti pur partendo da zero. Visita questa pagina per iniziare a fare copy trading gratuitamente.

Lettura consigliata: eToro recensione

2. FP Markets

FP Markets (qui il sito ufficiale) è tra le piattaforme più intuitive ma professionali a cui potersi affidare. Anche in questo caso, è necessario chiarire che il broker possiede le autorizzazioni necessarie che ne attestano la serietà: autorizzato CySEC, con licenza numero 371/18.

La piattaforma in questione è adatta ai più esperti che necessitano di operare a livelli professionali, perché consente di accedere ai mercati mediante MetaTrader: tra le più utilizzate ed apprezzate al mondo e disponibile per i clienti di FP Marksts.

FP Markets è un broker particolarmente attento anche alle esigenze di utenti principianti. Difatti, la piattaforma consta di una sezione didattica, gratuitamente accessibile, ricca di materiali formativi per acquisire le conoscenze necessarie. Accedi all’offerta formativa FP Markets.

Naturalmente, è possibile mettere in pratica le strategie elaborate senza correre rischi, accendendo ad un conto trading demo gratuito.

Lettura consigliata: FP Markets recensione

3. IQ Option

Un’ultima piattaforma valida e, senza dubbio, professionale è IQ Option (qui il sito ufficiale). Con un’autorizzazione CySEC numero 274/14, il broker gode di un successo a livello mondiale.

Risulta tra le piattaforme più intuitive e semplici da utilizzare, nonché ricca di strumenti con ci elaborare un’approfondita analisi fondamentale. Inoltre, propone una vasta gamma di assets negoziabili a zero commissioni per diversificare ed equilibrare il proprio profilo di rischio.

Vai a questa pagina per conoscere le vantaggiose proposte di IQ Option.

Con un deposito minimo di soli 10 euro, il broker consente l’accesso alla piattaforma anche a piccoli traders indipendenti. Inoltre, si può iniziare con una simulazione di trading gratuita e priva di vincoli. Ottieni un conto di prova gratis su IQ Option.

Lettura consigliata: IQ Option recensione

Analisi fondamentale e il mercato Forex

Uno dei principali interessi dei traders riguarda l’applicazione dell’analisi fondamentale al mercato Forex. Prima di tutto, è importante sapere che si tratta del Foreign Exchange Market, ovvero il mercato valutario per eccellenza.

Risultando appetibile agli occhi di numerosi investitori, è ricco di potenziali profitti da generare anche su base giornaliera. Prima di tutto, per conciliare analisi fondamentale e Forex bisogna servirsi di una valida e sicura piattaforma di trading CFD.

Per seguire i principali aggiornamenti su tale mercato, si consiglia di tenere d’occhio eventuali problematiche di natura geopolitica, o gli indicatori menzionati poco fa. Le coppie di valute quotate sul Forex sono contraddistinte principalmente da un’elevata liquidità, ma anche da una particolare volatilità giornaliera.

Ecco perché investire nel Forex con l’ausilio di un calendario economico potrebbe rivelarsi la scelta più giusta per ottenere dei benefici dal mercato più caotico e liquido al mondo.

Analisi fondamentale azioni

Il mercato azionario è da sempre un evergreen per i traders. Tuttavia, è necessario sapere che i migliori titoli richiedono un attento studio, sia della società che emette le azioni, sia del contorno che potrebbe influire sul valore delle stesse.

Partendo dall’assetto interno di un’azienda, i traders potranno comprenderne il patrimonio economico e le modalità di gestione per il futuro. Comparando poi i risultati ottenuti in passato, potranno capire se investire al rialzo, oppure procedere con la vendita allo scoperto.

Naturalmente, tutto ciò è possibile solo se s’investe con un broker CFD professionale come FP Markets.

Con una corretta analisi fondamentale, dunque, i traders potranno valutare la convenienza di un titolo azionario, partendo dalla posizione che la società occupa rispetto i competitors e le prospettive di crescita. Nel caso in cui non si fosse certi delle proprie capacità al riguardo, è sempre utile far pratica con un conto demo gratuito a rischi zero.

Analisi fondamentale: esempi col conto demo

Il conto demo è, in assoluto, uno degli strumenti migliori per cimentarsi nel mondo del trading online e conoscerne le caratteristiche, senza correre alcun rischio.

In effetti, in tal modo, un trader potrà acquisire familiarità con la piattaforma e i relativi strumenti da accompagnare ad una precisa analisi fondamentale. Si tratta di una funzione utile per ottimizzare la propria attività di trading e comprendere qual è il mercato finanziario più adatto ai propri obiettivi.

Intanto, ecco un esempio pratico di analisi fondamentale sul titolo ENI, consultando il grafico offerto dal broker leader eToro:

analisi-fondamentale-titolo-eni
Dati di analisi fondamentale su ENI offerti da eToro

A causa della pandemia Covid19, la società italiana ha riportato gravi perdite nel primo semestre di quest’anno. Potrebbe, però, essere un’ottima occasione per subentrare nel mercato, poiché sono previsti importanti rialzi.

In tal discorso, è importante inserire l’analisi fondamentale: fattori esterni da monitorare agevolano la scelta della posizione da aprire. In caso di traders inesperti, la soluzione è iniziare con il copy trading gratuitamente proposto da eToro.

Analisi fondamentale vs Analisi tecnica

Per uno studio più attento dei mercati, è importante sapere che i traders studiano anche l’analisi tecnica di un determinato asset.

In questo caso, si tratta di una disciplina che si basa sullo studio di dati, valori passati, e statistiche con l’ausilio di appositi grafici. E’ utile per decidere se acquistare o vendere un bene, con un focus su un preciso arco temporale.

Cos’è meglio tra le due discipline? In realtà, i più esperti consigliano di applicare entrambe le analisi per una maggiore sicurezza nelle operazioni da effettuare. In effetti, combinando analisi tecnica e fondamentale, i traders avranno maggiori informazioni da sfruttare a proprio vantaggio.

Potrebbe capitare che brusche variazioni di prezzo studiate con l’analisi tecnica, siano chiarite mediante lo studio di fattori legati all’analisi fondamentale.

Per quanto l’analisi tecnica possa risultare più semplice, flessibile e con informazioni più semplici da ricavare, non bisogna sottovalutare l’importanza giocata dall’analisi fondamentale.

Il modo migliore per verificare il tutto in prima persona, è aprire un conto di trading ed iniziare a studiare, autonomamente, i movimenti dei mercati finanziari.

Imparare l’analisi fondamentale

Per chi ha intenzione di fare investimenti online è importante imparare a fare analisi fondamentale. Per riuscirci di certo un fattore che conta molto è sicuramente l’esperienza. Bisogna trascorrere del tempo a informarsi e leggere dati per capire quali sono davvero utili all’investimento.

Un’idea può essere quella di leggere i report trimestrali o annuali che riguardano le performance delle aziende. Questo è sicuramente un passo interessante dal quale iniziare visto che lì sono contenute tutte le informazioni per arrivare a una valutazione concreta e di qualità del valore aziendale.

Infine, come abbiamo detto per imparare a fare questo genere di analisi è importante informarsi presso le corrette fonti di informazioni. Molte piattaforme di brokeraggio dispongono per ciascuna azienda di dati utili e grafici che aiutano l’investitore a capire quando e come intervenire sul mercato.

In genere, basta accedere allo storico del grafico di prezzo per capire come sia l’andamento attuale e valutare quello futuro tenendo sempre presenti le leggi dei mercati menzionate in precedenza. Per fare tutto ciò è possibile rivolgersi sempre a broker come eToro.

Analisi fondamentale libri

Altro metodo per imparare l’analisi fondamentale sono sicuramente i libri. Esistono validi sussidi in tal senso creati da grandi esperti del settore. Abbiamo pensato di presentarne una breve carrellata qui che potrà risultare molto utile a chiunque fosse intenzionato ad approfondire il discorso:

1. Benjamin Graham: Security Analysis

Security Analysis scritto da Benjamin Graham e David L. Dodd è stato pubblicato per la prima volta nel 1934, dopo il crollo del mercato azionario nel 1920. Sebbene sia stato pubblicato per la prima volta più di 75 anni fa, fornisce ancora oggi molte utili intuizioni sul funzionamento del mercato azionario.

L’autore, Benjamin Graham è conosciuto come “il padre dell’investimento di valore”. Questo è un grande libro per qualsiasi livello di investitore, sia esso un novizio o un investitore esperto, per averlo nella propria collezione. È abbastanza lungo e a volte può essere noioso per un novizio, ma compensa fornendo una conoscenza approfondita dei fondamenti.

2. Benjamin Graham: L’investitore intelligente

Questo libro scritto da Benjamin Graham è considerato il libro più popolare sull’analisi fondamentale oltre che sull’investimento di valore. Pubblicato nel 1949, questo libro è considerato una bibbia sull’investimento per tutti i tipi e tutti i livelli di investitori nel mondo. Il libro tratta di come gli investitori possono analizzare le performance future di una società studiando il presente bilancio.

3. Peter Grinch: Impara a guadagnare

Questo libro è stato scritto da Peter Lynch, investitore americano e gestore di fondi comuni d’investimento. Secondo lui, chiunque può raggiungere i propri traguardi finanziari investendo nei marchi che usa ogni giorno.

Questo libro è stato concepito per aiutare gli investitori a comprendere e ad investire sul mercato attraverso i prodotti visti o consumati ogni giorno.
In questo libro l’autore ha spiegato con uno stile tale che chiunque sia a scuola o più anziano può capire molte cose.

Come leggere una tabella azionaria, la relazione annuale dell’azienda e perché tutti dovrebbero prestare attenzione al mercato azionario. L’autore ha spiegato non solo come investire, ma anche come pensare come un investitore.

4. Matt Krantz: analisi fondamentale per principianti

Questo libro scritto da Matt Krantz è un libro supplementare per coloro che già conoscono l’analisi fondamentale delle azioni e degli investimenti o che vogliono iniziare la ricerca sulle azioni. Il libro ha una buona introduzione all’analisi fondamentale e fornisce al lettore anche informazioni dettagliate sugli investimenti.

Questo libro è eccessivamente semplificato, quindi non è adatto agli investitori che già conoscono l’investimento e l’analisi fondamentale. Una volta che si inizia a leggerlo si trovano ottime informazioni sull’argomento. È un buon libro per coloro che vogliono costruire la loro base sull’analisi fondamentale.

5. John Williams: La teoria dell’investimento di valore

Questo libro si basa sull’idea che le azioni valgono il valore attuale dei dividendi pagati in perpetuo. Questo libro è noto per la tecnica del discounted cash flow. Questo è il fondamento della valutazione della società che viene utilizzata per prendere decisioni di investimento.

Anche Warren Buffet si ispira a questo libro scritto da John Burr Williams. In questo libro il valore attuale del titolo è presentato come valore attuale netto dei dividendi futuri.

Analisi fondamentale corsi

In Italia, avendo una cultura finanziaria ancora un po’ arretrata non sembrano essere presenti (almeno online) dei corsi di analisi fondamentale di valore. Quindi questa potrebbe non essere la strada da seguire per imparare la disciplina in questione.

Esistono alcuni corsi in formato video sulla piattaforma di Udemy, qui c’è del materiale sugli investimenti interessante, ma tutto il materiale relativo all’analisi fondamentale è in lingua inglese, il che è un limite importante per gli utenti italiani che non conoscono tale lingua.

Per questo il nostro consiglio è anche quello di provare a cercare un mentore, ovvero qualcuno che investa già sui mercati finanziari usando le tecniche e le analisi di questa disciplina.

Trovarlo nella vita reale è molto difficile, tuttavia è possibile provare con il Social Trading di eToro, piattaforma ricca di professionisti che usano anche l’analisi fondamentale.

Analisi fondamentale: considerazioni finali

Il trading online è un’attività che presenta diversi rischi, arginabili con le giuste strategie. Infatti, è bene seguire metodologie precise e studiate per evitare spiacevoli sorprese.

In tal senso, un ruolo essenziale è svolto dall’analisi fondamentale. Come si è visto, è una disciplina di prima utilità per conoscere gli elementi che pesano sull’andamento di un bene sul mercato.

In più, durante la guida si è compresa l’importanza di affiancare tale studio, all’analisi tecnica, in modo da avere margini di manovra più ampi sulla gestione dei propri investimenti. Accedendo ai mercati finanziari con una piattaforma di trading professionale ed autorizzata, i traders potranno far un trading flessibile ed adatto alle proprie esigenze.

Selezionando un broker tra eToro, FP Markets o lo stesso IQ Option, si potrà avere la certezza di formulare una corretta analisi fondamentale con il supporto degli strumenti necessari.

FAQ Analisi fondamentale: Domande e Risposte

Serve la laurea per fare analisi fondamentale?

No non serve una laurea per diventare un esperto di analisi fondamentale, ma devi comunque conoscere alcune terminologie basiche di economia.

Quali sono i migliori corsi di analisi fondamentale?

Ne esistono alcuni molto validi su internet. Tra i migliori segnaliamo senza dubbio quelli di “Udemy“.

Quanti soldi servono per fare analisi fondamentale?

Per fare analisi fondamentale preventiva prima di investire su un determinato titolo, come ad esempio le azioni Amazon, non serve anticipare soldi. L’importante è raccogliere tutte le informazioni societarie sull’azienda, le news e le notizie macroeconomiche del momento e le informazioni sull’indice di riferimento (nel caso di amazon è il NASDAQ).

Quali sono i migliori testi sull’analisi fondamentale?

Abbiamo selezionato i migliori testi sull’analisi fondamentale come: “La Teoria dell’investimento di valore di John Williams”, “Analisi fondamentale per principianti di Matt Krantz” e “Security Analysis di Benjamin Graham”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.