Gli Investimenti Finanziari a 360°.
navigazione Categoria

Conto Deposito

Il conto deposito è uno strumento di risparmio che permette di guadagnare interessi semplicemente depositando delle somme sul conto stesso.

Ce ne sono di diversi tipi, tra quelli vincolati e quelli invece liberi, tutti però con la stessa identica caratteristica di base: sono conti semplici da utilizzare, che riconoscono interessi non altissimi e che sono molto sicuri, soprattutto sotto la soglia dei 100.000 euro per conto e per correntista.

Qui proveremo a capire non solo che cos’è un conto deposito, ma quali sono le tipologie più comuni e quali dovremmo ragionevolmente scegliere per le nostre operazioni e per i nostri risparmi.

Non abbiamo trovato nulla

Sembra che non siamo in grado di trovare quello che stai cercando. Forse la ricerca può aiutare.

Il conto deposito è uno strumento di risparmio sicuro e a basso rendimento, che espone a pochi rischi e permette di ottenere interessi in cambio dell’impegno del nostro capitale.

La definizione scolastica è come sempre poco adatta allo scopo del nostro sito, che ha come mission principale quella di offrire ai lettori una disamina attenta, trasparente e comprensibile di quello che offre il mondo del risparmio e della finanza.

Il conto deposito è maggiormente comprensibile se dovessimo proporre ai nostri lettori un esempio pratico del suo funzionamento.

  • Il conto deposito è un conto dove si possono depositare soldi

Una volta che avremo attivato questo tipo di servizio, avremo un conto separato dal nostro conto corrente, che non potremo utilizzare per le spese, ma che sarà appunto riservato al deposito stesso.

  • A scadenze regolari il conto deposito paga degli interessi

A seconda del conto che avremo scelto, avremo degli interessi a scadenze regolari, interessi che possono essere più o meno alti a seconda del tipo di deposito e dell’istituto presso il quale lo abbiamo aperto.

  • Al termine del vincolo abbiamo di nuovo il capitale disponibile

Mentre con il conto deposito libero non abbiamo alcun tipo di vincolo e potremo utilizzare le somme che abbiamo depositato senza alcun tipo di restrizione.

Certo, il conto deposito libero è molto più comodo e non ci costringe a programmare i nostri risparmi sul lungo e lunghissimo periodo.

Rende però anche molto meno: motivo per il quale per le somme che siamo certi non dovremo sbloccare prima del termine di un vincolo più o meno lungo, il conto deposito vincolato rimane la migliore opportunità che abbiamo effettivamente a disposizione.

Tipologie di Conti deposito

Le tipologie classiche di conto deposito sono due: libero e vincolato. Questa caratteristica si riferisce direttamente alla possibilità o meno di disporre liberamente del capitale che abbiamo depositato.

  • Conto deposito libero

È un conto deposito dove depositiamo somme che sono sempre disponibili. Basta trasferire, quando si vuole, il proprio denaro su un conto corrente per averlo di nuovo disponibile per essere speso.

Come abbiamo già detto poco sopra però, il conto deposito libero ha rendimenti molto più bassi rispetto a quelli che vengono offerti dai conti deposito vincolati.

  • Conto deposito vincolato

In questo caso abbiamo deciso di vincolare la somma depositata, in cambio di interessi che sono mediamente molto più alti.

Vale la pena di ricordare due fatti: il vincolo è in genere di diversa lunghezza. Possiamo scegliere di vincolare a 3, 6, 12 mesi o anche per scadenze molto più lunghe.

La durata del vincolo si ripercuote sulla quantità di interessi che ci viene riconosciuta: al crescere del vincolo infatti ci vengono riconosciuti interessi crescenti.

La scelta tra deposito libero e deposito vincolato può cambiare – e di molto – le prospettive del nostro risparmio/investimento. Il deposito libero è molto più comodo, ma ha rendimenti che spesso fanno fatica a star dietro anche alla minima inflazione dell’area Euro.

Allo stesso modo va assolutamente ricordato che i vincoli sono superabili tramite il pagamento di penali e nella stragrande maggioranza dei casi rinunciando semplicemente agli interessi.

Questa valutazione su quale sia il conto deposito che fa maggiormente al caso nostro può e deve essere fatta prima di versare anche soltanto 1 euro.

Miglior Conto Deposito Online: TOP Lista 2020 [10 più Convenienti]

Abbiamo scelto per i nostri lettori tutti i migliori conti deposito del 2020 disponibili in Italia. Li abbiamo selezionati non solo per la quantità di interessi che vengono riconosciuti, ma anche e soprattutto in virtù dell’affidabilità degli istituti bancari che li propongono.

  1. Conto Deposito Illimity: vincolato e con un buon tasso di interesse;
  2. Libretto Junior di Credit Agricole: dedicato ai minori, ad interesse fisso;
  3. Conto Deposito Banca Privata Leasing: ottimi rendimenti per chi vuole vincolare a 12 mesi;
  4. Conto Deposito Vivi Banca: anche qui ottimi rendimenti su orizzonti temporali brevi;
  5. Santander IoPOSSO: conto libero di Santander, con ottimi rendimenti sulle somme senza vincoli;
  6. Conto Deposito IBL Banca: interessi alti – per il settore – per chi vincola a 24 mesi;
  7. Conto Deposito CheBanca!: ideale per chi vuole vincoli a breve e non guarda troppo ai rendimenti. Interessi versati anticipatamente;
  8. Conto IoSCELGO Santander: versione vincolata, che offre rendimenti relativamente alti;
  9. Conto Deposito FCA Bank: 15 o 24 mesi di vincolo e rendimenti al top;
  10. Esagon: per chi cerca vincoli di lungo periodo e si accontenta di rendimenti bassi.

Confronto Conti deposito

  • Conto deposito Illimity

Tipologia conto: vincolato Durata: fino a 24 mesi Interesse: fino al 2% lordo

Illimity è un istituto bancario del quale abbiamo già parlato in altre guide dedicate a strumenti di risparmio e investimento. Il suo conto deposito oggi è uno dei più convenienti e duttili e permette anche di gestire il vincolo su diverse scadenze.

  • Libretto Junior di Credit Agricole

Tipologia conto: libretto Durata: fino alla maggiore età Interesse: o,5% lordo su base annua

Sì, quello proposto da Credit Agricole non è esattamente un conto deposito, ma si comporta proprio come se lo fosse. Tracciare infatti la linea tra libretti e conti deposito è sempre difficile.

Questo prodotto di Credit Agricole è nato per soddisfare le necessità di chi vuole mettere da parte un gruzzolo per i più giovani della famiglia, con un rendimento basso ma costante e zero spese di gestione.

  • Conto Deposito Banca Privata Leasing

Tipologia Conto: vincolato Durata: 1 anno Interesse: 1,30% lordo su base annua

Anche il conto deposito che viene offerto da Banca Privata Leasing ha dei tassi di interesse congrui con la tipologia di prodotto.

Il vincolo che viene offerto da parte di questo istituto è di 1 anno, al termine del quale si rientra in possesso del capitale versato.

  • Conto Deposito Vivi Banca

Tipologia Conto: Vincolato Durata: 1 anno Interesse: 1,25% lordo su base annua

Buona anche l’alternativa offerta oggi da Vivi Banca. Interessi leggermente più bassi di quelli che abbiamo appena visto, ma la certezza comunque di mettersi nelle mani di un istituto bancario solido e che non presenta rischi.

  • Sandander Conto Io Posso

Tipologia Conto: Libero Durata: libera Interesse: 0,80% lordo con promozione

Un conto libero di Banco Santander, banca da sempre attentissima ai prodotti retail di risparmio. Il conto è appunto libero e quindi le somme sono sempre disponibili e viene riconosciuto, in relazione alla tipologia di conto , un tasso di interesse molto alto.

  • Conto Deposito IBL Banca

Tipologia Conto: Vincolato Durata: variabile, fino a 24 mesi Interesse: fino ad un massimo del 2% lordo

Conto Deposito di IBL Banca merita sicuramente una menzione, in quanto conto appunto molto modulare e che permette a tutti di scegliere la durata del vincolo che preferiscono. Disponibile anche in una versione non vincolata, ma dai rendimenti davvero troppo bassi per essere presi in considerazione.

  • Conto Deposito CheBanca!

Tipologia Conto: Vincolato Durata: 6 o 12 mesi Interesse Fino all’1% versato anticipatamente

Il Conto Deposito CheBanca! sicuramente non offre rendimenti stratosferici. Ma è uno dei pochissimi conti deposito che offrono la possibilità di ricevere anticipatamente gli interessi, proprio al momento del vincolo.

  • Conto Deposito IoSCELGO di Santander

Tipologia Conto: Vincolato Durata: 12, 24 o 36 mesi Interessi: fino all’1,20%

Anche Santander Offre il massimo della flessibilità quando si parla di conti vincolati. Si possono infatti scegliere 3 diverse durate con tre diversi livelli di interessi riconosciuti. Duttile, anche se non al top per gli interessi riconosciuti.

  • Conto Deposito FCA Bank

Tipologia Conto: Vincolato Durata: 15 o 24 mesi Interessi: fino al 2%

Anche FCA Bank offre oggi la possibilità di andare ad investire con un conto deposito e offre tassi molto competitivi. Interessante la possibilità di scegliere tra due diversi vincoli e ricevere comunque interessi superiori a quelli di mercato.

  • Conto Esagon

Tipologia Conto: Vincolato Durata: fino a 60 mesi Interessi: fino all’1%

Esagon non offre sicuramente degli interessi statosferici, ma consente comunque di modulare sul lunghissimo periodo il proprio vincolo. Ad oggi non è competitivo, ma potrebbe tornare ad esserlo dovessero cambiare le condizioni di mercato. Sicuramente da seguire.

Come scegliere un buon Conto deposito

Ci sono pochi criteri a marcare la differenza tra i diversi conti deposito disponibili sul mercato: libertà, elasticità, interessi riconosciuti e sicurezza dell’emittente. Vediamo subito insieme come metterli in linea e come scegliere il meglio che il mercato può offrire.

  • Libertà

Non parliamo soltanto della possibilità di poter ottenere indietro le somme ovvero di avere un conto libero, parliamo anche della libertà di rescindere il vincolo, senza che questo ci costi di più degli interessi che avremmo percepito. Riteniamo che i conti deposito migliori siano quelli che in caso di scioglimento anticipato del vincolo si limitino a non riconoscerci interessi.

  • Elasticità

Preferiamo sempre i conti deposito che ci permettono di scegliere tra diverse durate del vincolo. Perché al rinnovo le nostre necessità possono cambiare e perché potremmo anche decidere di impiegare somme diverse su vincoli diversi. Essere elastici è sicuramente un plus per questo tipo di prodotti.

  • Interessi riconosciuti

Ovviamente andiamo a depositare le nostre somme presso un conto deposito per ottenere dei rendimenti. Non ci si muove molto in questo specifico settore, dato che comunque si tratta di investimenti super-sicuri. Ci sono comunque, come dovrebbe essere estremamente chiaro da quanto abbiamo raccontato poco sopra, delle differenze importantissime tra i diversi conti deposito anche sotto questo specifico aspetto.

  • Sicurezza dell’istituto

L’istituto bancario presso il quale depositiamo le nostre somme deve essere europeo, perché sono gli unici che vedono riconoscere la tutela del Fondo Interbancario di Garanzia. Quando si sceglie un istituto europeo possiamo essere certi al 100% che le somme fino a 100.000 euro per conto e per correntista siano completamente coperte e sicure.

Con queste caratteristiche, tenendole sempre a mente, non dovremmo avere affatto difficoltà a scegliere il conto deposito capace di adattarsi al meglio alle nostre caratteristiche.

Conti deposito caratteristiche

I conti deposito possono essere anche categorizzati in relazione a specificità come l’assenza di spese aggiuntive, le cedole anticipate e il riconoscimento di altri tipi di premi. Nello specifico oggi sul mercato non è difficile trovare:

  • Conti deposito a zero spese

Dove le spese di bollo e di registrazione, nonché quelle di gestione, sono appunto a carico della banca. Val la pena però di ricordare ai più ingenui che le banche sicuramente non pagheranno al posto nostro. Tali somme si materializzano comunque in forma di interessi meno importanti.

  • Conti deposito con cedole/interessi anticipati

Ci sono tipi diversi di conto deposito anche pertanto concerne la possibilità di ricevere gli interessi in anticipo. Anche qui la differenza è letteralmente minima però con i conti deposito classici. Ricevere prima o dopo gli interessi maturati è un artificio contabile. Quel che conta è effettivamente quanto potremo incassare dal nostro investimento.

  • Conti deposito per minori

Se vogliamo accumulare un gruzzoletto per i più giovani della famiglia, il conto deposito può essere un’ottima alternativa. Ce ne sono di specifici proprio per chi non è ancora maggiorenne, sottoposti a diversi tipi di vincoli.

Considerazioni finali

Il conto deposito è uno strumento di risparmio sicuro e coperto totalmente fino a 100.000 euro. Questa sicurezza, che è effettiva, non poteva che ripercuotersi sui rendimenti, che sono oggettivamente molto bassi.

Il conto deposito pertanto si configura come uno strumento adatto a chi non vuole correre rischi e non vuole rischiare neanche la minima parte del proprio capitale.

Chi è a caccia di rendimenti più alti dovrà necessariamente andare a caccia di altri strumenti, sicuramente più rischiosi e meno semplici da gestire. Semplicità e sicurezza continueranno sempre a giocare dalla parte del conto deposito, ad oggi uno strumento trasparente e sicuro per il risparmio familiare.

Non abbiamo trovato nulla

Sembra che non siamo in grado di trovare quello che stai cercando. Forse la ricerca può aiutare.