Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Hang Seng

L’Hang Seng è il principale indice di Borsa asiatico. Abbreviato in HSI, l’Hang Seng fa riferimento alla Borsa di Hong Kong, tra le più importanti del mondo. L’indice è composto da 50 società che, da sole, rappresentano più del 58% dell’intera capitalizzazione della borsa di Hong Kong.

Si tratta di un indice borsistico molto utile a comprendere complessivamente l’andamento del mercato di Hong Kong e a sbirciare complessivamente sul mercato cinese, tanto promettente quanto ancora giovane e immaturo.

Sotto questo punto di vista l’Hang Seng risulta essere un titolo che non può mancare nel portafogli di un investitore interessato a trarre vantaggio dal mercato del Celeste Impero. In questa guida, dunque, vogliamo proporti un profilo completo dell’Hang Seng, andando ad analizzarne la composizione, lo storico e le caratteristiche salienti.

Attraverso queste informazioni, infatti, sarà possibile cogliere le somiglianze e le differenze tra Hong Kong e il resto della Cina e capire in che modo questo può aiutare la propria attività di investimenti finanziari.

In particolare approfondiremo il rapporto tra l’Hang Seng e l’indice cinese per eccellenza, il FTSE China A50. Lo stretto rapporto tra i due titoli, infatti, lascia ampio margine a interessanti operazioni di investimento.

Hong Kong
Hong Kong: cuore pulsante della finanza asiatica, alla cui Borsa fa riferimento l’Hang Seng

Per operare sull’Hang Seng dovrai far riferimento ad un broker di trading online affidabile e sicuro al 100%, motivo per cui dedicheremo spazio anche alla descrizione delle offerte dei migliori per chi investe dall’Italia.

Ti anticipiamo che per fare investimenti finanziari online sull’Hang Seng potrai contare su: eToro, FP Markets e Trade.com, tutte piattaforme regolamentate dalla CySEC e riconosciute dalla CONSOB.

Hang Seng: il “Dow Jones cinese”

L’Hang Seng è anche noto come il Dow Jones cinese in quanto l’idea originaria era quella di costituire un indice di Borsa che mimasse la composizione del Dow Jones americano, in modo da includere le principali società cinesi nel settore dell’industria pesante.

Questa, almeno, era l’intenzione di Ho Sin Hang, allora direttore della Hang Seng Bank quando, nel 1964, commissionò a Stanley Kwan il compito di creare un indice che comprendesse i 50 titoli principali quotati alla Borsa di Hong Kong.

Il risultato fu un indice value weighted, il cui paniere, cioè, è composto da titoli il cui peso è proporzionale alla capitalizzazione della società. Il Dow Jones, al contrario, è un indice price weighted (il peso dei titoli è proporzionale alla loro quotazione di mercato).

Avendo adottato un metodo di classificazione dei titoli che si basa sulla capitalizzazione di mercato delle aziende, l’Hang Seng è stato apprezzato fin dal principio come un indice adeguato a restituire un’immagine sufficientemente fedele dello stato di salute economico della Cina.

Nonostante fosse stato commissionato nel 1964 e, di fatto, essere pronto al debutto già dopo pochi mesi, l’Hang Seng verrà inserito nella Borsa di Hong Kong solo il 24 Novembre del 1969, chiudendo quell’anno con un totale di 155,47 punti.

Da allora l’Hang Seng ha contribuito a rendere agli investitori un panorama su quello che era lo sviluppo finanziario della Cina.

Trattandosi di una nazione che ha adottato fin dal principio una forma economica particolare (il cosiddetto comunismo capitalista), lo sviluppo industriale della Cina non si è mai direttamente riflesso in un parallelo sviluppo finanziario.

Il modello cinese: il comunismo capitalista e il FTSE China A50

La caratteristica del comunismo capitalista, infatti, è sempre stata quella di separare nettamente il mercato interno da quello estero.

Non a caso, mentre l’Hang Seng è rimasto aperto agli investitori stranieri il resto del mercato cinese ha preferito procedere ad una bipartizione dei propri titoli finanziari, tra le famose A-shares, aperte agli investitori stranieri riconosciuti dal Governo cinese, e le B-shares, scambiate invece in dollari.

Fintantoché il mercato cinese è rimasto ancorato a questa divisione dei titoli finanziari e alle limitazioni di accesso degli stranieri al mercato domestico (le A-shares), l’Hang Seng è rimasto un affidabile modello della salute economica del paese.

Da quando, invece, il Governo cinese ha man mano reso meno restrittivi gli accessi al mercato interno, le performance dell’Hang Seng hanno cessato di corrispondere a quella della Borsa Valori del mercato interno: la Borsa di Shanghai.

Le performance dell’indice della Borsa di Shanghai, il FTSE China A50, o semplicemente China A50, dunque, hanno soppiantato l’Hang Seng nel ruolo di indicatore economico del colosso asiatico. I due titoli, tuttavia, sono strettamente correlati e questo si traduce in interessanti possibilità di investimento, come vedremo in seguito.

Investire in Hang Seng: le migliori piattaforme

Per investire sull’Hang Seng è necessario fare affidamento ad un buon intermediario finanziario, che abbia accesso al mercato cinese e che permette di fare transazioni in piena sicurezza.

Per questo motivo consigliamo di far riferimento esclusivamente a broker di trading on-line con licenza CySEC e riconosciuti dalla CONSOB. Queste due autorità di vigilanza finanziaria, infatti, si occupano di verificare che i brokers rispettino le normative ESMA e, pertanto, che permettano ai traders europei di operare in maniera completamente legale.

I broker che ti elenchiamo in seguito sono le migliori piattaforme di trading per chi investe dall’Italia e permettono di fruire non solo dei normali metodi di investimento, ma anche di strumenti innovativi con cui affrontare il mercato in maniera diversa.

Senza dilungarci ulteriormente, ti presentiamo le offerte di ciascuno di essi:

eToro: investire in CFD o acquistare il titolo Hang Seng

eToro (visita il sito ufficiale) è un broker che ti permette di realizzare due diversi tipi di investimento sull’indice Hang Seng:

  • Impostando leva finanziaria nulla, infatti, potrai acquistare realmente il titolo finanziario, in modo da inserirlo all’interno di un portafogli che punti ad operazioni sul lungo termine;
  • Selezionando gli investimenti con leva (fino ad un massimo di 20:1), invece, potrai operare con i CFD, strumenti decisamente più indicati per il trading intra-day e per fugaci operazioni speculative.

Oltre a questa interessante possibilità, eToro ti permette anche di sfruttare due strumenti molto interessanti:

  • Il Social Trading (clicca qui) ti permetterà di consultare le opinioni, le previsioni e i dubbi degli altri investitori attivi sul titolo, in modo da confrontarti attivamente con loro e sviluppare una strategia di investimento anche valutando le esperienze di traders più esperti;
  • Il Copy Trading (accessibile a questo link), invece, è uno strumento di trading automatico che ti permette di copiare direttamente le operazioni dei top investors che operano sull’Hang Seng. In questo modo potrai ottenere automaticamente profitti proporzionali ai loro;

Una volta che avrai aperto un conto su eToro, depositando almeno 200€ sulla piattaforma, avrai libero accesso a tutti i suoi strumenti, completamente gratuiti.

Trade.com: imparare ad investire sull’Hang Seng

Trade.com, invece, è un broker che dà particolare importanza all’aspetto formativo del trading.

Aprendo un conto su Trade.com con un deposito minimo di 100€, infatti, potrai accedere ad una ampia biblioteca di contenuti formativi, sia scritti che in formato video. Questi ti permetteranno di colmare qualsiasi lacuna tu possa avere nel trading e approfondire tutti gli aspetti tecnici degli investimenti.

Il pacchetto formativo di Trade.com, inoltre, comprende anche webinar di aggiornamento periodici che ti metteranno in grado di essere costantemente informato circa le più rilevanti evoluzioni dei mercati.

Trade.com, inoltre, ti permette di fare trading con le piattaforme MetaTrader, particolarmente indicate ad investire in titoli dei mercati emergenti per via degli strumenti extra presenti nel suo store.

La MetaTrader, come scritto nella nostra guida sugli Expert Advisor, infatti, prevede un market pieno di indicatori, programmi di trading e altri strumenti realizzati stesso dagli utenti.

Alcuni degli strumenti presenti nel market della MetaTrader sono appositamente pensati per operare sul mercato cinese. La MetaTrader di Trade.com è disponibile sia aprendo un conto reale che un conto demo. In entrambi i casi puoi registrarti direttamente da qui.

FP Markets: l’innovazione del trading

FP Markets (visita il sito ufficiale) è un altro broker particolarmente indicato per operare su un titolo come l’indice Hang Seng.

Il problema che la maggior parte degli investiori riscontra relazionandosi con i titoli di un mercato lontano come quello cinese, infatti, è dato dalla scarsità di informazioni valide che possono essere reperite tramite i canali ufficiali.

Ebbene, FP Markets non solo permette ai suoi clienti di ricevere quotidianamente segnali di trading gratuiti, ma mette anche a disposizione una piattaforma all’avanguardia, la IRESS.

  • I segnali di trading di FP Markets ti permetteranno di sapere in tempo reale quando l’Hang Seng risulta essere particolarmente vantaggioso, comunicandoti anche i livelli significativi per una completa gestione del rischio. Per riceverli ti basta registrarti e aprire un conto di trading;
  • La piattaforma IRESS, invece, è un supporto agli investimenti che presenta interfacce diverse in base alle operazioni che si intendono fare. Ogni diverso approccio al trading comporta una interfaccia diversa, ottimizzata per lo stesso. Se vuoi provare la IRESS, visita questo indirizzo;

FP Markets è il broker che meglio di tutti riesce a combinare un approccio tradizionale al trading con tutte le innovazioni concesse dalla ricerca tecnologica.

Puoi provare tutti i suoi servizi sia aprendo direttamente un conto reale sia un conto demo gratuito e illimitato. In entrambi i casi dovrai registrarti: cliccando qui accedi direttamente alla formula di iscrizione.

Investire nell’Hang Seng: informazioni utili sul titolo

A seguire vogliamo realizzare una breve analisi degli aspetti salienti del titolo che ti permetteranno di comprendere al meglio sia come esso funzioni sia quali sono gli eventi che maggiormente ne influenzano le quotazioni e l’andamento.

Trattandosi di un titolo appartenente ad un mercato che, dal punto di vista finanziario è ancora classificato come “emergente, l’Hang Seng non è oggetto di interesse giornalistico pari ai mercati maggiormente consolidati, come quello Statunitense o Europeo.

Questo cosa significa?

Che dovrai cavartela da solo nel realizzare le previsioni di Borsa. Per questo motivo sapere qual è la composizione dell’Hang Seng ti aiuterà notevolmente a sapere quali informazioni cercare e come interpretarle.

Procediamo con ordine e ti ricordiamo, nel frattempo, che il Social Trading di eToro è un ottimo strumento per ricevere informazioni utili direttamente da chi opera da anni su questo indice.

Composizione dell’Hang Seng

L’Hang Seng racchiude al proprio interno i titoli delle 50 società maggiori per capitalizzazione quotate alla Borsa di Hong Kong. La classificazione dei titoli all’interno dell’Hang Seng seguono principi ben precisi:

  • I ricavi delle vendite dei diversi settori in cui è attiva un’azienda costituiscono un importante fattore di classificaizone all’interno dell’indice;
  • La società viene inserita all’interno di diversi settori in base a quella che è la sua principale fonte di profitti;
  • Una riclassificazione del settore in cui è inserito il titolo di un’azienda avverrà solo in seguito a cambiamenti radicali, come acquisizioni o fusioni;

I settori di classificazione sono:

  • Energia;
  • Materiali;
  • Beni Industriali;
  • Beni di consumo;
  • Servizi;
  • Telecomunicazioni;
  • Utenze;
  • Finanza;
  • Immobili e Costruzioni;
  • Tecnologie di Informazione;
  • Conglomerati;

Tra questi i principali sono 4, che vanno a costituire i 4 principali sotto-indici dell’Hang Seng. A seguire un elenco delle principali società per ciascun sotto-indice:

  • HSI Finance, che comprende 11 società, le più importanti delle quali sono:
    • HSBC Holdings plc (codice 5)
    • Hang Seng Bank (codice 11)
    • China Life (codice 2628)
    • Bank of China (codice 3988)
    • AIA (codice 1299)
    • ICBC (codice 1398)
  • HSI Utilities, che comprende 4 società:
    • CLP Holdings (codice 2)
    • HK & China Gas (codice 3)
    • Power Assets (codice 6)
    • CKI Holdings (codice 1038)
  • HSI Properties, di cui fanno parte 11 società, le maggiori delle quali sono:
    • Henderson Land (codice 12)
    • China Overseas (codice 688)
    • CK Asset (codice 1113)
  • HSI Commerce & Industry, di cui fanno parte le restanti 24, le maggiori delle quali sono:
    • China Mobile (codice 9)
    • Petrochina (codice 857)
    • Sinopec Corp (codice 386)
    • CKH Holdings (codice 1)
    • CSPC Pharma (codice 1093)

Analisi Hang Seng e prospettive future

Come puoi vedere, la composizione dell’Hang Seng comprende i titoli delle maggiori società attive in Cina. Investire sull’Hang Seng, dunque, significa partecipare alla maturazione finanziaria di uno dei colossi mondiali in rapidissima ascesa.

Le prospettive future dell’Hang Seng sono senza eguali sul mercato finanziario proprio per alcune caratteristiche delle società che sono inserite nel suo paniere.

Ti abbiamo detto che in Cina il modello economico è dato dal capitalismo comunista?

Ebbene, questo modello ha portato in pochissimo tempo ad una industrializzazione senza precedenti del mercato interno. Trattandosi del maggior mercato interno al mondo per numero di consumatori, questa caratteristica si traduce in un incredibile vantaggio per le aziende.

Nonostante, come ti dicevamo, lo sviluppo finanziario del mercato cinese sia ancora lontano dai livelli raggiunti sia in Europa che in America, infatti, la base su cui poggiano le società cinesi è di gran lunga più solida.

Facciamo un esempio pratico: prendiamo come modello la China Mobile (codice 9), inserita nel sotto-indice HSI Commerce & Industry.

La società nel 2019 ha registrato un fatturato di oltre 845,81 miliardi, in aumento del +2,14% rispetto a quello di 4 anni prima. Il rapporto tra l’indebitamento e il patrimonio aziendale è molto basso rispetto alle medie delle aziende occidentali (6,23%), così come il rapporto tra capitalizzazione (1094 miliardi) e fatturato.

Prendiamo come controparte Amazon: sebbene la capitalizzazione superi quella della China Mobile (1500 miliardi contro 1094), il fatturato è meno di un decimo (74 miliardi di Amazon contro gli 845 di China Mobile).

A sua volta anche l’indebitamento di Amazon è superiore (si stima sia il 122,98%).

Questo cosa significa?

Che a fronte di prestazioni societarie superiori, le aziende cinesi devono ancora affrontare la piena maturazione finanziaria. Questa sopraggiungerà solo con l’espansione al di fuori dei confini nazionali.

L’interessamento al titolo di investitori di maggior rilevanza mondiale, infatti, porta ad una riqualificazione delle quotazioni per share e, di conseguenza, ad un aumento esponenziale della capitalizzazione.

Hang Seng: l’espansione del mercato cinese

L’espansione del mercato cinese, a cui si sta assistendo negli ultimi anni, costituisce il miglior segnale per la crescita dell’indice Hang Seng.

Attualmente la Cina occupa un posto preminente nel mercato asiatico e si sta creando spazi in quello Europeo.

Man mano che queste operazioni prenderanno piede, le società quotate all’Hang Seng aumenteranno significativamente il proprio peso e le proprie prestazioni.

Questo è il motivo per cui le prospettive future dell’Hang Seng sono a dir poco illimitate. Il titolo è un must per tutti coloro che sono interessati ai mercati emergenti e a costruirsi un portafogli finanziario destinato ad ottimi rendimenti nell’arco di qualche anno.

Un obiettivo, questo, che puoi tranquillamente perseguire affidandoti alle offerte di eToro a zero commissioni (clicca qui), per l’acquisto reale di indici di Borsa.

Hang Seng previsioni

Quali sono, dunque, le previsioni sull’indice Hang Seng?

Ti vogliamo fornire due previsioni, una sul lungo e una sul medio periodo, in modo da permetterti di investire sia con i CFD di FP Markets e Trade.com, sia con l’investimento diretto di eToro.

Per ricavare valide previsioni sul lungo termine partiamo dal considerare il grafico tratto dal conto demo di eToro (clicca qui per aprirne uno). Il time frame è stato impostato su 1 giorno, in modo da apprezzare le variazioni sul lungo periodo.

Abbiamo, inoltre, comparato l’Hang Seng con il FTSE China A50 che, come vedrai in seguito, risulta essere un ottimo indice per le prestazioni dell’Hang Seng.

Hnag Seng
Rialzo post-Covid: Hang Seng in ritardo sul recupero

Lo stretto rapporto dell’Hang Seng con i mercati occidentali ne ha provocato un ritardo nel recupero. Il livello dei massimi storici, già superato dal FTSE China A50, dunque, deve ancora interessare l’Hang Seng.

Proprio sulla base di questa previsione, gli investitori si stanno nuovamente precipitando sul titolo. Anche tu, se sei interessato, dovresti prendere in considerazione questa prospettiva e comprare Hang Seng con eToro.

Passiamo alle prospettive, invece, sul medio periodo. Il grafico, stavolta, è stato impostato su un time frame di 1 ora.

Hang Seng
Con l’analisi tecnica è possibile fare investimenti di qualche giorno sull’Hang Seng

Applicando le Bande di Bollinger si ha la possibilità di individuare i livelli di Supporto e Resistenza del titolo, oltre che comprenderne le mutazioni di volatilità. Questo permette di pianificare operazioni della durata di qualche giorno (o una settimana) che permettano di ricavare profitti sul breve/medio periodo.

I CFD ti permetteranno, dunque, di sfruttare sia i rialzi sia i ribassi del titolo e di andare ad investire con strategie efficaci come lo Swing Trading nel caso in cui l’Hang Seng dovesse stavilizzarsi entro Supporti e Resistenze più statiche, come nel caso di un Trend laterale.

Hang Seng e FTSE China A50

Attraverso uno specifico approfondimento d’analisi tecnica, andiamo ora ad analizzare il forte rapporto che lega questi due indici.

Come ti abbiamo detto l’Hang Seng è tuttora il maggiore indice di Borsa asiatico, superiore per punteggio anche al Nikkei 225 della Borsa di Tokyo. Allo stesso tempo la capitalizzazione di mercato complessiva delle Borse cinesi (Hong Kong, Shanghai e Shenzhen) è seconda solo a quella della Borsa americana.

Si tratta, dunque, di un mercato emergente di calibro a dir poco enorme.

Il ruolo principale è giocato, dunque, dall’Hang Seng e dal FTSE China A50. In entrambi i casi si tratta di indici composti da panieri di 50 titoli.

Le differenze, tuttavia, stanno nel fatto che mentre il China A50 fa riferimento prevalentemente al nascente mercato cinese, l’Hang Seng è soggetto alle peculiarità della Borsa di Hong Kong, città indipendente da sempre in stretto rapporto con l’Europa e, in particolare, con la Borsa di Londra.

Con la progressiva apertura agli investitori esteri della Borsa di Shanghai, il China A50 si sta piano piano svincolando dalle performance dell’Hang Seng e, sebbene non viaggi sulle stesse quotazioni, mostra un ritmo di sviluppo diverso.

Per rendercene conto diamo un’occhiata al grafico tratto dal conto demo di eToro (aprine uno cliccando qui):

Hang Seng
Il FTSE China A50 a confronto con l’Hang Seng

Come puoi vedere, l’Hang Seng risulta essere un indice che monitora più attentamente l’influenza di capitali stranieri sulla Borsa cinese, al contrario del China A50 che, invece, si concentra prevalentemente sui risultati del mercato interno.

Questo cosa significa?

Spread Trading su Hang Seng e China A50

I due titoli si prestano ad approcci e interpretazioni diverse. Come investitore, tuttavia, il loro rapporto costituisce un’opportunità unica:

  • Da un lato puoi sfruttare questi due titoli per applicare con efficacia la strategia dello Spread Trading;
  • Dall’altro il China A50 costituisce un metro del livello di interesse dei capitali sul mercato cinese.

Se il China A50 performa meglio dell’Hang Seng significa che è più che plausibile che anche questo affronterà un trend positivo nell’immediato futuro.

L’Hang Seng, infatti, è un titolo decisamente più affidabile per gli investitori stranieri proprio in virtù della sua connessione alle borse europee. I capitali occidentali sono maggiormente attratti dall’Hang Seng piuttosto che dalla Borsa di Shanghai dato che ad Hong Kong le azioni possono essere acquistate senza alcuna limitazione imposta dal governo.

Come puoi vedere nell’immagine tratta dal conto demo gratis di eToro, i due indici, strettamente correlati, reagiscono diversamente agli eventi mondiali:

Hang Seng
2 anni di storia di Hang Seng e China A50: da osservare le performance

Applicando la strategia dello Spread Trading altro non dovrai fare che investire una eguale somma di denaro su entrambi gli indici, comprando quello con le migliori performance e vendendo quello con performance peggiori.

In questo caso, comprando China A50 e vendendo Hang Seng. Se anche l’Hang Seng riprendesse a crescere immediatamente, saranno le performance migliori del China A50 a portarti comunque un profitto.

Con una differenza di performance così accentuata si tratta del modo migliore per ricavare profitti sul mercato cinese.

Hang Seng
Applicare lo Spread Trading ai due indici cinesi

Investire in Hang Seng: opinioni ed esperienze

Fino a qualche anno fa era diffusa la voce secondo cui il mercato cinese fosse ancora troppo immaturo per presentare solide potenzialità di profitto.

Si trattava di affermazioni vere solo in parte: sebbene i livelli di volatilità siano ancora molto elevati, il mercato cinese è caratterizzato da un’enorme liquidità.

Dove vi è tanta liquidità, infatti, vi è potenziale di crescita. Specialmente se si considera che tutte le società cinesi sono sorrette dallo Stato attraverso organizzazioni governative che detengono porzioni significative di quote di ciascun titolo.

Questo cosa significa? Che si tratta di titoli con alle spalle forti garanzie.

Il controllo parziale (o totale) dello Stato permette una solida organizzazione del mercato interno e, pertanto, della base minima di ricavi periodici di ciascuna società.

Non dimenticarti, infatti, che i consumatori cinesi sono oltre 1,3 miliardi, quasi il doppio della popolazione Europea (740 milioni circa).

L’Hang Seng è un titolo indicato a tutti coloro che sono interessati alle opportunità del mercato cinese e desiderano studiarlo nel suo insieme prima di inserirvisi: investendo e monitorando le evoluzioni dell’Hang Seng (anche in relazione al China A50) è possibile comprendere le dinamiche delle aziende cinesi e i loro ritmi di rivoluzione del capitale.

In definitiva, sebbene la volatilità si mantenga tuttora elevata, non si può più ignorare la Cina e le Borse cinesi, soprattutto ora che è iniziata la loro espansione verso i mercati esteri.

Investire in Hang Seng conviene?

È nostra opinione che si tratti di un investimento assolutamente conveniente, da studiare e progettare con cura. Per saperne di più puoi leggere le recensioni degli utenti sul Social trading di eToro (accedi cliccando qui).

A seguire ti proponiamo alcune delle domande più comuni fatteci dai nostri lettori. Anche queste potrebbero aiutarti nella decisione:

Cos’è l’Hang Seng?

L’Hang Seng è il principale indice di Borsa asiatico, composto da un paniere dei 50 titoli a maggior capitalizzazione quotati alla Borsa di Hong Kong. Attivo dal 1969, si tratta di uno degli indici maggiori al mondo, superiore anche la Nikkei 225, indice della Borsa di Tokyo.

Investire nell’Hang Seng conviene?

Se si studia attentamente il titolo per comprendere il momento migliore per inserirsi sul mercato, l’Hang Seng conviene sicuramente.
Questo perché si tratta di uno spaccato su uno dei mercati emergenti più promettenti, attualmente superiore per capitalizzazione anche al mercato europeo e secondo solo alla Borsa di New York.

Qual è il rapporto dell’Hang Seng con il mercato cinese?

Trattandosi di un indice di Borsa, l’Hang Seng permette di misurare il livello di potenzialità della Borsa di Hong Kong. Tuttavia Hong Kong non è tutta la Cina: per valutare il mercato cinese è necessario sia far riferimento all’Hang Seng, ma anche alla Borsa di Shanghai.

Come investire nell’Hang Seng?

Trattandosi di un indice di Borsa, l’Hang Seng è un titolo naturalmente diversificato che si presta ad operazioni sul lungo termine. Tuttavia, dato che il mercato cinese è caratterizzato da ottimi livelli di volatilità, gli investitori possono anche ricorrere al trading online e a strumenti più speculativi. Questo, ovviamente, valutando attentamente i rischi.

Investire in Hang Seng: considerazioni finali

In conclusion Hang Seng è un titolo imprescindibile per un portafogli che voglia includere al proprio interno titoli finanziari cinesi.

In questa guida ti abbiamo mostrato sia quali sono le caratteristiche principali dell’indice della Borsa di Hong Kong sia una prima strategia indicata ad operare sia sull’Hang Seng che sul China A50.

Ti ricordiamo che i migliori broker per investire su questo titolo sono eToro, Trade.com e FP Markets. Per approfondire la conoscenza delle loro offerte ti rimandiamo alle recensioni che abbiamo dedicato a ciascuno di essi.

Buon trading online.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.