Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Novartis

Novartis International AG è una multinazionale farmaceutica svizzera leader mondiale nel suo settore e seconda soltanto alla Pfizer in quanto a fatturato. Fondata nel 1996 a seguito di conseguenti fusioni tra importanti case farmaceutiche svizzere, al momento è uno dei titoli di maggior prestigio per quanto riguarda il settore delle tecnologia sanitaria e biotecnologica.

Nonostante il recente annuncio riguardante il fallimento nel tentare di curare le polmoniti da Covid-19 con il suo farmaco Canakinumab (nome commerciale: Ilaris), il fatturato del terzo trimestre 2020 della casa farmaceutica svizzera ha fatto registrare un risultato operativo core in crescita dell’11%.

Sebbene la casa farmaceutica è stata invischiata in passato in controverse legali di non poco conto, questa è rimasta sempre all’apice del suo settore. Inoltre, dopo aver subito anch’essa enormi perdite finanziarie e caduta di quotazione a seguito della caduta delle borse del marzo 2020, questa si è subito ripresa, favorita dal periodo positivo che stanno vivendo (per ovvi motivi) le grandi case farmaceutiche in questo momento storico.

Non sorprende quindi che siano in molti a chiedersi quale sia il miglior modo per poter investire in borsa sul titolo Novartis oppure, nel caso in cui si sappia già quale strumento utilizzare, se effettivamente vale la pena investire in questo titolo. Ed è a questi, compreso tu che stai leggendo in questo momento, che la nostra guida sul comprare azioni Novartis cercherà di dare risposta.

Principali caratteristiche del titolo Novartis:

ISIN:CH0012005267
Quotata in borsa dal:1995
Indice di riferimento:LSE – International
Settore:Tecnologia Sanitaria – Biotecnologie
Capitalizzazione:195 miliardi
Target Price Medio:105,75 USD
Come comprare:Azioni DMA / CFD
Dove comprare:eToro / FP Markets / Trade.com
La tabella mostra le principali caratteristiche del titolo Novartis.

Come comprare azioni Novartis: Trading in CFD e azioni pure DMA

Prima però di valutare se sia il caso o meno di investire in questo titolo e procedere con l’analisi del titolo Novartis, c’è bisogno di comprendere quali sono gli strumenti più adatti per poter investire in rete. Stiamo parlando quindi naturalmente degli elementi caratterizzanti del trading online e di come investire grazie ad esso nel modo più sicuro ed agile possibile.

Oggigiorno, le tipologie di investimento che troveremo più spesso sulle piattaforme dedicate al trading online, si dividono generalmente in due tipi: il trading attraverso i Contratti per Differenza e il trading in modalità DMA.

Anche se al momento va per la maggiore il trading con i CFD, vale la pena sottolineare che anche l’accesso al servizio DMA viene particolarmente apprezzato dai trader nostrani.

Per quel che riguarda le caratteristiche tecniche di questi due tipi di investimenti, ebbene, essi sono estremamente diversi tra loro, anche se gravitano entrambe nel mondo della borsa:

  • Trading CFD: con questo termine si definisce il trading effettuato tramite i CFD, acronimo stante per “Contract for Difference“. Questi tipi di contratti per differenza sono uno strumento finanziario derivato la cui base poggia sul generare profitti dall’oscillamento delle quotazioni di un dato asset presente sul mercato, senza però avere il bisogno di possederne direttamente una parte.

Ciò significa che non saremo azionisti diretti di Novartis se scegliamo questa forma di investimento, anche se le suddette oscillazioni di mercato possono portare guadagni anche sostanziosi sia se il titolo va in positivo, come per l’investimento diretto, sia che questo cominci a cedere di quotazione e viva un periodo negativo.

Analisi finanziaria delle azioni Novartis - analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Il famoso logo del gruppo Novartis. La nostra guida completa con analisi tecnica, analitica, target price e previsioni sul prezzo.

In quest’ultimo caso, si punterà a guadagnare coi CFD puntando al ribasso del titolo e utilizzando una tecnica detta Short Selling“. Facendo così, otterremo un’arma in più nel nostro arsenale finanziario, in modo da avere una possibilità in più a prescindere dall’andamento del titolo se sapremo anticipare la direzione che questo prenderà sui mercati.

Detto ciò, rimane l’alta volatilità di questo strumento finanziario derivato e i rischi intrinsechi provenienti dal suo utilizzo.

Se si è invece dei trader vecchio stampo e si punta a voler acquistare direttamente le azioni Novartis, i migliori broker online sul mercato danno anche questa possibilità entrando in modalità trading DMA.

  • Trading DMA: è una modalità che, come suggerisce la traduzione dell’acronimo da cui proviene (dall’inglese: “Direct Market Access”), dà la possibilità di accedere in maniera diretta al mercato grazie all’intercessione burocratica di broker DMA autorizzato, permettendo così di fare investimenti diretti e divenire azionisti della società selezionata.

Grazie a questa forma di investimento che potremo definire old school, abbiamo la possibilità di diventare azionisti del gruppo Novartis, partecipare alle famose riunioni azionarie del gruppo e guadagnare grazie ai cosiddetti dividendi.

Quello che però rende meno appetibile questa modalità di investimento se confrontata agli investimenti effettuati con i CFD, è l’impossibilità di puntare su un’eventuale ribasso dell’asset selezionato, rimanendo quindi vincolati al solo andamento positivo del titolo in questione. In caso contrario, rischieremo di veder sfumare il nostro investimento.

Fatta però questa premessa, ognuno è libero di poter scegliere la modalità d’investimento più consona ai propri interessi e obiettivi personali, l’importante è pianificare il tutto, avere le idee chiare e affidarsi a un broker online autorizzato per accedere a una piattaforma di trading online.

Se invece sei già interessato a voler investire direttamente, ecco una lista dei migliori broker DMA su cui contare:

Dove comprare azioni Novartis: migliori piattaforme da utilizzare

Una volta quindi chiarite le idee sulle due principali forme di investimento presenti sulle piattaforme di trading online e compreso quale sarà la forma più consona alle nostre finanze, è arrivato il momento di occuparci di selezionare un broker online per azioni.

A questo proposito, ti raccomandiamo di seguire i consigli che daremo in questa sezione per evitare di incappare in brutte sorprese o delusioni, visto anche il proliferare di broker online non-autorizzati dai nomi altisonanti e dalle presunte offerte stracciate, i quali si riveleranno puntualmente una truffa o un buco nero per i tuoi risparmi.

Ragion per cui, la prima cosa di cui dovremo assicurarci sarà quella di affidarci in maniera esclusiva a un broker online autorizzato. Ciò significa che il broker da noi selezionato dovrà avere tutte le carte (legali) in tavola per poterci far operare sui mercati online in completa serenità e sicurezza, mostrando una serie di certificazioni e autorizzazioni rilasciate dalle autorità competenti del territorio in cui ci troviamo.

Un esempio su tutti sono la licenza CySEC per l’Europa, rilasciata dalle autorità cipriote e valida per l’intero territorio EU, e l’autorizzazione CONSOB italiana. Una vola accertatosi della presenza di queste licenze e controllato sulla pagina ufficiale delle suddette che esista il numero di certificazione connesso ad esse, potremo chiudere col capitolo legale assicurandoci infine che il broker online svolga la sua attività in conformità con le direttive europee ESMA.

Fatto quanto detto sopra, potremo passare successivamente al controllo di un altro aspetto di primaria importanza nel momento in cui si intraprende questa strada: il lato economico.

Fondamentale è infatti assicurarsi che il broker selezionato non faccia pagare commissioni di trading ai suoi clienti, aderendo alla famosa politica di zero commissioni, oramai in auge tra i principali broker online, e che non si paghi nient’altro se non lo spread in queste situazioni.

In aggiunta a tutto ciò, ci preme sottolineare che l’aspetto dell’interfaccia utente è un’altra di quelle cose con cui bisogna confrontarsi immediatamente per capire se la piattaforma di trading in questione sia adatta alle nostre esigenze e che sia di semplice utilizzo, soprattutto se siamo dei neofiti del settore trading.

Ancora meglio sarebbe poi se la piattaforma di trading selezionata sia accessibile tramite un conto trading demo gratuito offerto dal broker online interessato, in modo da potersi interfacciare direttamente con tutte le modalità presenti e i tipi di investimenti accessibili con questo strumento.

L’accesso a un conto demo poi ha enormi benefici dal lato formativo, poiché permetterà all’utente di fare pratica a cuor leggero con tutto ciò che la piattaforma ha da offrire, investimenti finanziari compresi ovviamente, senza preoccuparsi di eventuali sbagli o errori di valutazione.

Queste demo infatti funzionano con un balance virtuale fittizio che non utilizza denaro reale, ma che mostra in ogni caso gli effetti positivi e negativi degli investimenti da noi effettuati.

In base a quanto suggerito ed evidenziato finora quindi, abbiamo deciso di selezionare per te lettore ben tre broker online con cui investire tra la miriade di nomi presenti in rete che rispecchino a pieno i principi di cui sopra.

eToro

Il primo e più conosciuto tra i broker online presenti in questa lista è eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Broker che ha visto muovere i primi passi nel 2007 a Tel Aviv, questo è riuscito a mettere su in pochissimi anni una piattaforma di trading online utilizzabile sia in web che in app per iOS e Android che ha raggiunto vette di popolarità prima impensabili per un servizio di brokeraggio online.

Diffuso in diverse parti del mondo, eToro è in possesso di tutta una serie di autorizzazioni e certificazioni utili a poter operare in ogni territorio in cui è presente. Nel nostro caso, è in possesso della licenza europea CySEC  e dell’autorizzazione CONSOB.

Ciò che però ha colpito maggiormente il grande pubblico riguardo la sua piattaforma sono le funzionalità peculiari che la contraddistinguono dalla maggior parte dei servizi offerti dai broker in rete. Stiamo parlando principalmente di:

  • Social Trading: il pilastro su cui si basa l’intera piattaforma, un mix di concetti social media e punti focali relativi al mondo degli investimenti online. Grazie a questa modalità, gli utenti si relazionano tra di loro come se si fosse su una qualunque piattaforma social, con la differenza però che i consigli e i pareri scambiati dai trader iscritti tratteranno esclusivamente gli innumerevoli asset presenti su eToro e il mondo della finanza online;
  • Copy trading: è l’opzione brevettata da eToro che l’ha reso famoso in tutto il mondo. Grazie ad esso sarà possibile fare trading automaticamente le operazione di trading effettuate da altri utenti, scegliendo tra un rooster di trader dai guadagni particolarmente proficui che la piattaforma stessa ci segnalerà. Questi trader, resi famosi proprio dagli investimenti fruttuosi eseguiti con eToro, vengono definiti Top Investors, e sono trattati sulla piattaforma alla stregua di Influencers.

Grazie a queste due features avvincenti e innovative, eToro è riuscita a guadagnarsi il favore di milioni di trader in tutto il globo, superando la strabiliante quota dei 300 milioni di utenti.

Ciò è dovuto, come già sottolineato poco fa, in particolare all’opzione del copy trading, poiché essa dà una possibilità di guadagno anche a tutti quei trader inesperti che si approcciano per la prima volta a una piattaforma di trading online.

Se tuttavia permangono dei dubbi riguardo il semplice utilizzo di questa piattaforma e delle opzioni presenti in essa, eToro dà la possibilità a chi è interessato di provare il suo servizio aprendo un conto demo gratuito con cui poter fare liberamente pratica prima di iniziare con gli investimenti reali.

Leggi anche:

FP Markets

Ai vertici dei grandi nomi dei broker online troviamo FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale), un broker online autorizzato con cui sarà possibile investire sia in modalità DMA che approfittando dei prodotti finanziari derivati più in voga sulle piattaforma di trading online, e cioè i CFD.

Clicca qui se vuoi iscriverti gratuitamente a FP Markets.

Ciò verrà eseguito nel pieno della sicurezza e della tutela legale, poiché FP Markets compare nelle liste dei broker online certificati e autorizzati ad operare sul territorio europeo in quanto in possesso della licenza CySEC e dell’autorizzazione della nostrana CONSOB.

Ma la sicurezza dei propri clienti non è l’unica preoccupazione del famoso broker online. Il fiore all’occhiello di questo broker è soprattutto l’interesse che esso ha verso la formazione dei trader presenti in piattaforma, formazione supportata con diversi e-book gratis sul trading online, oltre a tutta una serie di strumenti atti a poter eseguire delle misurazioni finanziarie adeguate, utili perciò anche per i trader veterani. Quest’ultimi strumenti, ricordiamolo, vengono offerti gratuitamente da FP Markets.

Trade.com

Il terzo, nonché ultimo broker online che ti presentiamo è Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale), un broker con all’attivo tutta una serie certificazioni e licenze già citate e di cui abbiamo già parlato ampiamente nei precedenti paragrafi, come ad esempio quelle della CONSOB e la licenza CySEC.

Queste autorizzazioni rilasciate dalle autorità competente danno la possibilità a questo illustre broker di farti investire liberamente  sul titolo Novartis, e di fare questi investimenti sia in forma di CFD che di DMA. Il tutto sarà possibile farlo pagando un deposito minimo di soli 100 euro, deposito tra i più bassi tra quelli presenti attualmente sul mercato.

Il tutto, seguendo una politica di zero commissioni che ti permetterà di fare un qualsivoglia trade senza dover temere costi nascosti o quant’altro. Se quindi sei tra quelle persone interessate a investire senza aver paura di dover pagare alcuna commissione, clicca qui per iscriverti a Trade.com.

Ciò che però ha reso celebre l’offerta di Trade.com è la formazione ed il tempo che esso dedica al trader. Nella sua offerta compare infatti un ottima serie di videolezioni gratuite sull’argomento, i quali non sono dissimili dai corsi di trading online che troviamo spesso in rete a pagamento.

Per amplificare poi il percorso di formazione dei futuri trader, la piattaforma ha messo a disposizione anche tutta una serie di e-book facilmente consultabili nella libreria elettronica lì presente.

Se invece vuoi semplicemente capirci di più di questo mondo finanziario, puoi farti una cultura su questo argomento cliccando qui per la formazione gratuita offerta da Trade.com.

Azioni Novartis: analisi completa del titolo

Finita quindi la scelta del broker online che più si addice alle tue esigenze, possiamo passare avanti e procedere con l’analisi completa del titolo Novartis.

Analisi finanziaria delle azioni Novartis- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Una sede posseduta dalla Novartis. Analisi finanziaria a cura degli esperti di Investimentifinanziari.net

Una corretta analisi completa di un titolo finanziario si struttura fondamentalmente avvalendosi di due categorie specifiche atte ad ottenere un quadro completo dell’asset in questione. Queste analisi si suddividono in due parti:

  • L’Analisi fondamentale: una tipologia di analisi il cui compito è quello di occuparsi della natura sia macroeconomica che microeconomica del titolo, nonché di tutti quegli elementi interni ed esterni alla società che possono influenzare l’andamento del titolo. Questa analisi è particolarmente utile se si punta ad un investimenti sul lungo periodo;
  • Analisi tecnica: una tipologia di analisi il cui compito è quello di studiare i grafici e i dati statistici inerenti all’andamento di un dato asset in borsa per prevederne il suo andamento futuro.

Per effettuare le analisi sopraelencate, puoi cliccare qui per utilizzare gli strumenti forniti da FP Markets.

Per avere perciò un’analisi ad ampio spettro di tutto ciò che riguarda un titolo quotato in borsa su cui si vuole investire, fare entrambe le suddette analisi e procedere con la raccolta di tutti quei dati necessari al compito è d’obbligo. Ciò servirà infatti per poter capire quale sia il momento propizio per aprire una posizione e come comportarsi.

Analisi fondamentale azioni Novartis

Novartis è una società nata in Svizzera nel 1995 ed è presente saldamente sulle scene del settore farmaceutico internazionale, mantenendo una posizione di primo rilievo, ben al di sopra della maggior parte della concorrenza.

La sua attività principale consiste principalmente nello sviluppo e nella commercializzazione di farmaci specifici, farmaci generici e medicine oncologiche, anche se come vedremo nei paragrafi successivi, ha differenziato col tempo la sua offerta.

Novartis: quotazione e dati storici

Il gruppo Novartis è una multinazionale farmaceutica quotata al New York Stock Exchange e al prestigioso Swiss Market Index. Colosso indiscusso delle settore farmaceutico, il suo fatturato ammonta a 195 miliardi ed è secondo soltanto alla concorrente Pfizer, mentre risulta ventesima nella classifica globale delle più grandi multinazionali.

Per comprenderne però il successo, bisogna ripercorrerne la storia, fatta di fusioni, vendite e acquisizioni, iniziando proprio dalla fusione che ha generato il gruppo stesso, e cioè quella tra la Sandoz e Ciba-Geigy nel 1996.

Da allora, il gruppo ha fatto registrare una serie di tappe storiche qui riassunte:

  • 2000: raggruppamento delle attività agroindustriali delle società Novartis e AstraZeneca nel gruppo Sygenta;
  • 2006: acquisto del gruppo Chiron Corporation;
  • 2007: vendita della propria filiale Gerber al gruppo Nestlé
  • 2008: acquisto del 25% delle quote Alcon, salvo poi acquistare e assorbire l’azienda nel 2010;
  • 2012: acquisto della società Fougera Pharmaceutical;
  • 2013: vendita della propria filiale Grifols, specializzata in test del sangue e trasfusione sanguigna.
  • 2014: acquisto della società biotech CoStim.
  • 2014: sottoscrizione di scambi di attivi con la GlaxoSmithKline e la Eli Lilly per acquistare parte delle attività e delle ricerche nel settore oncologico in cambio di diverse attività relative allo sviluppo e commercializzazione di vaccini. Ad Eli Lilly, invece, vende tutte le attività connesse al settore veterinario.
  • 2015: acquisto del gruppo Aduro per la cifra di 750 milioni di dollari
  • 2016: acquisto di Selexys Pharmaceuticals per 665 milioni di dollari, società specializzata in ematologia. Lo stesso anno Novartis acquista inoltre il gruppo Encore Vision, specializzato invece nella presbiopia.

Dal punto di vista azionario invece, vale la pena sottolineare il fatto che questa possiede il 33,3% delle azioni La Roche, senza tuttavia esercitarne il controllo. Allo stesso modo, era in possesso del 24,9% delle azioni Idenix Pharmaceuticals, salvo però venderle alla casa farmaceutica concorrente Merck.

Novartis: principali competitors

La concorrenza di Novartis rientra nel campo farmaceutico, un settore particolarmente in fibrillazione soprattutto in questo ultimo periodo segnato da emergenze sanitarie non di poco conto e dalla ricerca costante da parte di queste ultime di vaccini e cure terapeutiche efficaci.

Ricerche che, va da sé, richiedono ingenti capitali e fasi di sperimentazioni che vanno a scontarsi con le tempistiche della concorrenza.

Qui di seguito trovate quindi i principali competitors del gruppo Novartis:

  • Pfizer;
  • Merck;
  • Sanofi;
  • Bristol-Myers Squibb;
  • Johnson & Johnson;
  • Abbott;
  • Becton Dickinson;
  • Amgen.

Azionariato Novartis

Per quel che riguarda gli investitori principali del colosso farmaceutico, l’azionariato maggioritario è composto da alcuni dei più grandi società di investimenti al mondo, tra i quali si annoverano:

  • Vanguard/Primecap Fund;
  • Dodge & Cox Stock Fund;
  • Franklin Mutual Series Fund-Mutual Global Discovery Fund;
  • Vanguard Horizon Fund-Capital Opportunity Portfolio;
  • John Hancock Mutual Fds III-Disciplined Value Fd;
  • Loomis Sayles Growth Fund;
  • American Mutual Fund Inc;
  • Franklin Mutual Series Fund-Mutual Shares Fund;
  • Vanguard Fenway Fds-Primecap Core Fund;
  • Vanguard/Windsor II.

Novartis: business model e piani strategici per il futuro

Il core buisness di questo titano farmaceutico si basa sull’offerta di tutta una serie di prodotti farmaceutici di primaria importanza, tra cui spiccano:

  • il Clozaril (clozapina);
  • il Voltaren (diclofenac);
  • il Tegretol (carbamazepina);
  • il Diovan (valsartan);
  • il Gilvec (imatinib mesilato);
  • il Noeral / Sandimmun (ciclosporina);
  • il Femara (letrozolo);
  • il Ritalin (metilifenidato);
  • il Lamisil (terbinafina).

Il suo volume d’affari però non si limita ai prodotti farmaceutici, ma tocca anche altri settori affini come i prodotti relativi alla cura oculistica, la produzione e la commercializzazione dei vaccini, i farmaci generici, strumenti e prodotti relativi alla diagnostica e tanto altro

Le attività gestite dal gruppo Novartis incaricate della ricerca e produzione dei prodotti sopracitati vengono suddivise ed eseguite da tre divisioni operative:

  • Innovative Medicines (suddivisa a sua volta in: Novartis Pharmaceuticals e Novartis Oncology;
  • Sandoz (generici);
  • Alcon (cure oculistiche).

Analisi tecnica azioni Novartis

Una volta quindi terminata l’analisi fondamentale del titolo Novartis, possiamo andare avanti e procedere con l’analisi tecnica. Questo tipo di analisi vi aiuterà a comprendere l’andamento del titolo Novartis sui mercati.

A questo proposito vi mostreremo due su cui abbiamo applicato due indicatori specifici: le medie mobili semplici. Indicatori di questo tipo ci danno la possibilità per conoscere il momento più adatto per poter aprire una posizione, ottimizzando in questo modo l’operazione in questione.

Se analizziamo insieme i seguenti grafici, possiamo quindi osservare dei punti di intersezione tra gli indicatori analitici cerchiati. Queste sono le intersezioni delle medie mobili e indicano il momento più adatto per aprire una posizione.

Analisi finanziaria delle azioni Novartis- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Grafico n.1: Grafico generato tramite gli strumenti di misurazione finanziaria della piattaforma di trading online di eToro

Nel primo grafico si denota un segnale di vendita: la media mobile veloce (linea rossa) va a intersecarsi a quella lenta (linea blu) seguendo un percorso che va dall’alto verso il basso, segnalando così un forte trend di ribasso, causato in questo caso specifico dal tonfo delle borse di tutto il mondo avvenuto nel marzo 2020 durante la guerra petrolifera tra Russia e l’OPEC scaturita dalla prima ondata pandemica. In questo caso, scegliere l’utilizzo dei CFD è la scelta più appropriata.

Analisi finanziaria delle azioni Novartis- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Grafico n.2: Grafico generato tramite gli strumenti di misurazione finanziaria della piattaforma di trading online di eToro

Nel secondo grafico al contrario si denota un segnale d’acquisto: la media mobile veloce va a intersecarsi questa volta a quella lenta, seguendo un percorso contrario al precedente che va dal basso verso l’alto. Ciò segnala il fatto che il titolo è in procinto di vivere un trend rialzista, e si può optare di conseguenza per la scelta di un investimento diretto.

Azioni Novartis: grafico con quotazione in tempo reale

Data l’instabilità e la rapidità che caratterizzano i mercati finanziari, è importante controllare costantemente l’andamento del titolo su cui abbiamo deciso di puntare i nostri soldi. Per questa ragione abbiamo deciso di fornirti un grafico delle quotazioni Novartis aggiornato in tempo reale.

[GRAFICO PREZZO AZIONI NOVARTIS, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Novartis: Target Price e prospettive future

Un altro strumento molto che rivelerà essenziale per tenere sotto controllo il tuo investimento è il target price, strumento che permette di fare una serie di previsioni sulle possibili quotazioni che il titolo farà registrare in futuro. Nei paragrafi successivi quindi ti forniremo il target price del titolo Novartis e le previsioni dei nostri esperti sul biennio 2021/2022.

Target Price azioni Novartis

Qui di seguito troverai le quotazioni minime, medie e massime a cui un’azione Novartis potrebbe arrivare nel arco del medio periodo.

105,75 TM64,73 TB140,81 TA
Target Price Medio, Target Price Basso, Target Price Alto – MEDIO PERIODO

Se si è interessati a questi e tanti altri dati di mercato, essenziali per poter fare in futuro delle previsioni in maniera completamente autonoma, li potrete trovare facilmente sulla piattaforma di trading online di eToro.

Per ricavarli ti basterà andare all’interno della sezione “dati di mercato“, sezione in cui troverai preziose info relative all’asset selezionato e alle ultime news che lo riguardano.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: queste previsioni riguardanti il titolo Novartis sono state scritte e curate  dal nostro team di esperti finanziari, i quali si occupano anche di aggiornare i suddetti dati in maniera attiva e costante, così da avere sempre tutto l’occorrente in fase di investimento.

  • Leggi la guida relativa alla psicologia del trading per comprendere come gestire l’aspetto emotivo degli investimenti in borsa.

Azioni Novartis: Previsioni 2021/2022

Le previsioni del prossimo biennio 2021/2022 si basano sulla strategia complessiva su cui poggia l’intero gruppo. Questa è focalizzata principalmente sui farmaci e tutto ciò che ne concerne, e punta allo sviluppo tecnologico e all’implementazione di piattaforme terapeutiche avanzate sostenute e supportate dalla scienza dei dati.

La priorità strategica è quindi concentrata su cinque priorità espresse direttamente dalla società stessa, tutte indirizzate a creare valore per l’azienda e gli azionisti in futuro.

  • Stimolare le potenzialità dei dipendenti, in modo da esprimere il potenziale di ogni dipendente della società e creare un’organizzazione coesa e ispirata;
  • Realizzare innovazione trasformativa, sfidando i paradigmi medici ed esplorando ogni possibilità di curare le malattie, intervenendo in maniera precoce contro quelle di tipo cronico e trovare nuovi modi per migliorare la qualità generale della vita;
  • Incoraggiare l’eccellenza operativa, creando nuove metodologie di lavoro e incoraggiando la formazioni di team agili e ottimizzati sul lato produttivo, in modo da incrementare i profitti;
  • Potenziare l’aspetto relativo ai dati e il digitale, innescando una nuova rivoluzione digitale in seno all’azienda e adottare nuove forme di tecnologia, analisi avanzate e implementazione dell’intelligenza artificiale;
  • Costruzione di un rapporto di fiducia con la società, supportando attività ispirate all’integrazione di valori inspirati a integrità e integrazione, in modo da individuare a ampliare nuovi accessi ai trattamenti curativi erogati dalla società verso sempre più pazienti.

Comprare azioni Novartis conviene?

In questa guida, abbiamo quindi eseguito un’analisi approfondita del titolo Novartis e a tutto ciò che ne concerne proprio per arrivare a comprendere se sia o meno conveniente investire in questo prestigioso tiolo azionario.

Rispondere però a questa domanda non è mai semplice, poiché ci sono una serie di elementi che vanno messi in conto prima di fare questo passo, soprattutto se si considera il fatto che i mercati finanziari hanno la tendenza ad essere molto instabili ed ogni investimento si porta dietro quindi tutta una serie di incertezze e rischi da non sottovalutare.

Fatta quindi questa breve ma doverosa premessa, possiamo affermare però che il colosso farmaceutico resta un titolo più che solido, sempre improntato alla ricerca e al miglioramento, attestandosi come una delle migliori multinazionali per fatturazione e performance

Se sei deciso a comprare azioni Novartis clicca qui per iscriverti gratuitamente (demo inclusa) su Trade.com.

Comprare azioni Novartis: opinioni e considerazioni finali

In questa guida abbiamo perciò analizzato a fondo il titolo Novartis sotto tutti gli aspetti più importanti, eseguendo tra le altre cose entrambe le analisi fondamentale e analisi tecnica, in modo da avere un quadro chiaro sulla famosa società di origine elvetica.

Da queste si evince una società che ha attutito bene l’impatto della crisi finanziaria e della caduta borsistica di marzo, in costante crescita e che sta approfittando del momento favorevole per il settore farmaceutico, favorito, ahinoi, dalla pandemica da covid-19 che sta affliggendo il mondo in questo anno 2020.

Resta però il fatto di essere di fronte a una multinazionale di altissimo spessore ed enorme solidità, che si presta bene sia agli investimenti sul lungo periodo tramite broker DMA e investimento diretto, sia tramite prodotti finanziari derivati come i CFD.

Azioni Novartis: domande frequenti

Comprare azioni Novartis conviene?

Comprare azioni Novartis  può essere più che conveniente data la sua posizione di primo rilievo nel panorama delle aziende farmaceutiche mondiali.

Comprare azioni Novartis è rischioso?

Investire col trading online porta con sé sempre dei rischi. Per limitare questi rischi però a quelli relativi esclusivamente all’instabilità del mercato finanziario, il nostro consiglio è quello di affidarti solo a broker per azioni autorizzati.

Comprare azioni Novartis senza pagare commissioni?

La maggioranza dei broker online autorizzati più importanti ha aderito a una politica di zero commissioni, inclusi quelli presenti in questa lista. Ragion per cui, l’unica cosa da pagare durante un trade sarà lo spread.

Posso acquistare azioni Novartis direttamente?

Sì, se si seleziona uno dei broker online autorizzati DMA, come quelli presenti nella lista da noi presentata in questa guida.

Target price medio delle azioni Novartis?

Il target price medio delle azioni Novartis si assesta sui 105,75 USD sul medio periodo.

Quanto costano le azioni Novartis?

Un’azione Novartis al momento costa tra gli 85,33 USD e gli 89,11 USD per azione.

Qual è la capitalizzazioni di mercato di Novartis?

La capitalizzazione di mercato del gruppo Novartis ammonta a 195 miliardi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.