Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azoni Pfizer

La Pfizer è una delle società farmaceutiche più importanti al mondo. Classificata al 64° posto nella lista Fortune500 sulle società a maggior fatturato, le azioni Pfizer sono un titolo che non può in alcun modo essere ignorato da chi investe in azioni.

Pfizer logo
Logo della storica azienda Pfizer

In questa guida vogliamo metterti al corrente di tutte le informazioni necessarie a realizzare investimenti proficui sulla Pfizer. Ti comunicheremo, infatti, quali metodi di analisi risultano essere più appropriati, quali sono le piattaforme trading a cui far riferimento e, soprattutto, se comprare azioni Pfizer conviene.

L’obiettivo?

Mettere in chiaro se gli investimenti finanziari sul titolo Pfizer costituiscono un’opportunità e in che modo questa può essere colta. A seguire ti proponiamo una scheda riassuntiva delle principali caratteristiche del titolo mente, nei paragrafi successivi potrai scoprire tutte le caratteristiche che rendono la Pfizer un leader di settore.

ISINUS7170811035
Quotata in Borsa dal1972
Indice di riferimentoS&P 500
SettoreFarmaceutico
Capitalizzazione208,08 miliardi di dollari
Target price medio41,5$
Come comprareAzioni DMA/CFD
Dove comprareeToro / FP Markets / Trade.com
Principali informazioni sul titolo Pfizer

Come comprare azioni Pfizer: CFD e DMA

La prima cosa che è necessario fare interessandosi ad un titolo finanziario è constatare effettivamente se questo può essere acquistato o meno con il trading on-line. Nonostante, infatti, i cataloghi di asset disponibili all’investimento contengano un numero di strumenti elevatissimo, non sempre vi è una diretta corrispondenza con i titoli che, invece, figurano in Borsa.

Nel caso della Pfizer, dunque, ti avvisiamo che è possibile operare sia con i CFD che con i DMA:

  • Il trading in CFD in azioni Pfizer ti permetterà di sfruttare la flessibilità degli strumenti derivati per fare trading con leva sul medio/breve periodo. Trattandosi di strumenti derivati, infatti, potrai operare sulle oscillazioni di prezzo, sia procedendo all’acquisto che alla vendita allo scoperto;
  • Gli investimenti DMA in azioni Pfizer, invece, comportano l’acquisto reale del titolo. In questo modo potrai puntare più facilmente ai rendimenti sul lungo periodo e ricevere periodicamente i dividendi;

Con gli investimenti DMA dovrai fare affidamento a broker DMA affidabili e sicuri (che ti elencheremo nel prossimo paragrafo). Si tratta di una strategia di investimento sulla Pfizer che in molti adottano in quanto la società è solita distribuire regolarmente i propri dividendi agli azionisti.

Questi sono distribuiti ogni quadrimestre e hanno un rendimento medio che oscilla tra il 3,5% e il 4,5%. Si tratta, dunque, di una società blue chip. Il nostro consiglio è quello di non disdegnare nessuno dei due strumenti: se da un lato, infatti, i DMA ti permettono di accedere a rendimenti sul lungo periodo, i CFD sono strumenti ottimali per operazioni di speculazione sulle significative oscillazioni delle azioni.

Ecco perché a seguire, nel descriverti le offerte delle migliori piattaforme, ti elencheremo broker che offrono sia soluzioni DMA che CFD.

Dove comprare azioni Pfizer: piattaforme consigliate

Le migliori piattaforme per investire in azioni Pfizer sono in primis quelle regolamentate dagli enti di vigilanza finanziaria europea. Le loro licenze, infatti, attestano che la piattaforma segue e rispetta le normative previste dal piano MiFID II dellESMA. Queste, diversamente dagli altri piani di regolamentazione, offrono maggiori tutele agli investitori e limitano i rischi di alcuni strumenti finanziari in particolari, come nel caso delle opzioni binarie e della leva finanziaria.

Ecco perché i broker che ti consigliamo presentano tutti una licenza CySEC, CONSOB e FCA, le principali e più severe autorità finanziarie attive nell’eurozona.

eToro

eToro (visita il sito ufficiale) è un broker che ti permette di investire su una vasta gamma di titoli azionari. Il broker mette a disposizione dei suoi clienti due strumenti particolarmente utili, specialmente a chi inizia da zero:

  • Il Social Trading costituisce una sezione specifica e dedicata ad ogni titolo quotato su eToro. Analogamente ad una pagina di un social media, il Social Trading di eToro (clicca qui) ti permette di consultare le opinioni degli altri investitori circa un determinato asset. Inoltre il broker ti permette di interagire liberamente, pubblicando a tua volta notizie o informazioni e reagendo a queste nella sezione “commenti”. In questo modo potrai ottenere chiarimenti, ulteriori spiegazioni e pareri professionali dai trader esperti attivi sul broker;
  • Il Copy Trading, invece, costituisce un’ulteriore implementazione del Social Trading in quanto ti permette di copiare le operazioni dei top investors che operano su eToro. A questo indirizzo potrai accedere direttamente alla sezione dedicata al Copy Trading, selezionare l’investitore con le migliori statistiche e iniziare a copiarne automaticamente le operazioni, garantendoti entrate passive;

Questi due strumenti, se combinati nel modo corretto, vanno a costituire uno dei sistemi di trading automatico più efficienti al mondo. Se a questo aggiungi il fatto che eToro ti permette di fare trading DMA sulle azioni a zero commissioni, puoi comprendere per quale motivo è al primo posto tra le piattaforme consigliate.

Cliccando qui potrai accedere direttamente alla formula di iscrizione: per velocizzare il processo puoi anche collegarti direttamente con il tuo account Google o Facebook.

FP Markets

FP Markets (visita il sito ufficiale) è un broker che ti permette di selezionare tra una vasta scelta di piattaforme di trading. Oltre alla IRESS (la piattaforma proprietaria), infatti, potrai scegliere anche tra la MetaTrader4e5..

La IRESS è una piattaforma di nuova generazione, particolarmente apprezzata in quanto presenta interfacce personalizzate per i vari mercati. Se investi in azioni sulla IRESS, ad esempio, avrai direttmente accesso a diversi strumenti rispetto all’interfaccia della stessa piattaforma per il Forex Market. MetaTrader4 e MetaTrader5, invece, ti permettono di sfruttare l’immensa libreria della MetaQuotes, per scaricare indicatori di trading di nuova generazione o Expert Advisor, sistemi di trading algoritmico di nuova generazione.

Queste piattaforme sono disponibili sia che tu decida di aprire un conto reale o dimostrativo gratuito. La completezza di questa offerta rendono FP Markets un’ottima scelta per chi vuole personalizzare al meglio i propri investimenti.

Trade.com

Trade.com (visita il sito ufficiale) costituisce la migliore soluzione se sei intenzionato ad intraprendere un completo percorso di formazione nel trading. Il broker, infatti, premia i propri clienti offrendo loro gratuitamente il proprio pacchetto formativo. Il motivo per cui raccomandiamo questo broker deriva proprio dal fatto che la sua offerta formativa non ha eguali al mondo.

A questo indirizzo puoi accedere a tutti i materiali, comprensivi di:

  • Webinar periodici di aggiornamento sulle evoluzioni di mercato;
  • Video-lezioni gratuite sul funzionamento della piattaforma e degli strumenti di investimento;
  • Corso di trading completo, dal livello base a quello avanzato;
  • Manuale di trading in .PDF o e-Book;

Aprire un conto su Trade.com comporta un deposito minimo di appena 100€, la cui efficacia viene massimizzata da offerte competitive e Spread ridotti. Per questo motivo, specialmente se sei a digiuno di qualsiasi nozione sugli investimenti finanziari, ti consigliamo di affidarti a Trade.com (clicca qui per registrarti).

Azioni Pfizer: analisi completa del titolo

Adesso che abbiamo preso in considerazioni le informazioni essenziali per considerare la validità dell’investimento, possiamo dedicarci agli aspetti più interessanti. Per investire, infatti, avrai bisogno di realizzare un’analisi completa del titolo: uno studio, cioè, che ti permetta di ricavare valide previsioni future. Per questo, i prossimi paragrafi sono prettamente analitici, dedicati nello specifico ad:

La prima costituisce un metodo di indagine sul grafico estremamente utile per investire sul medio/breve periodo e per comprendere qual è il miglior momento per entrare sul mercato. Per fare analisi tecnica avrai bisogno solo del grafico di trading.

La seconda, invece, costituisce un metodo di indagine usato prevalentemente dagli investitori sul lungo periodo. Per fare analisi fondamentale dovrai indagare i fondamentali dell’azienda, cioè tutti quei dati sensibili e relativi alle sue performances annuali.

In base a questi potrai determinare se la società ha la forza necessaria a crescere negli anni a venire oppure se si trova in difficolta. Il nostro consiglio è quello di combinare sempre i due metodi di indagine: se l’analisi tecnica sul lungo periodo è lacunosa e vaga, infatti, l’analisi fondamentale è pressoché inutile a valutare le oscillazioni giornaliere. Prendendole entrambe in considerazione potrai ottenere una panoramica completa e comprensiva delle potenzialità delle azioni Pfizer.

Analisi fondamentale azioni Pfizer

Partiamo dall’analisi fondamentale delle azioni Pfizer. A seguire troverai un esempio che si affida ad un procedimento metodico semplice ma efficace. A partire dai dati storici della società, infatti, si procederà poi nel valutare quali sono i principali competitors, l’efficacia del business model e la composizione dell’azionariato.

Complessivamente queste informazioni permettono di comprendere se la posizione di mercato della società è sufficientemente solida da mantenere intatto il proprio ruolo di leader di settore o, invece, affronterà un down-grade.

Si tratta di un metodo di analisi che puoi applicare a qualsiasi titolo finanziario: padroneggialo e potrai fare analisi fondamentale su qualsiasi asset.

Azioni Pfizer: quotazioni e dati storici

Negli ultimi 30 anni la Pfizer è stata interessata da ben 4 stock split. Complessivamente la storia della società ne conta 5. Di questi sono tutti quanti stati di 2:1 (raddoppio del numero di azioni), solo l’ultimo, del 1 Luglio 1999, è stato di 3:1.

Complessivamente, dunque, l’entità degli stock splits della Pfizer è stato di 48:1. Questi provvedimenti hanno portato ad un ribasso del titolo durato oltre nove anni e interrottosi solo dopo il 1 Luglio 2010. In questo lasso di tempo le azioni Pfizer hanno perso complessivamente il 75,35% del proprio valore.

In tempi recenti, una data importante per la Pfizer è stata il Dicembre 2011: in seguito alle dimissioni del precedente CEO, Jeffrey Kindler, e alla nomina di Ian Read, infatti, la società ha subito una rivalutazione delle proprie azioni di ben 5 dollari in più.

Un segnale positivo che ha portato al definitivo rialzo del titolo.

Dal punto di vista dei fondamentali, la Pfizer mantiene da anni il proprio fatturato sulla soglia dei 52/53 miliardi di dollari mentre gli utili aziendali mostrano una netta crescita. Da notare che l’indebitamento societario si mantiene al di sotto dell’entità complessiva del patrimonio (96,77%), con una maggioranza di debiti sul lungo termine (76,29%).

Questi dati ci confermano il fatto che la Pfizer abbia amministrato sapientemente le proprie finanze nel corso degli anni. Nonostante il ribasso dei primi anni del 2000 e gli alti e bassi fino al 2011, infatti, l’amministrazione delle entrate e degli investimenti societari è stata gestita sapientemente.

Questo ha portato la società a godere di un’eccellente reputazione presso gli enti elargenti credito: detto altrimenti, il suo potenziale di espansione è enormemente accresciuto dal fatto che la Pfizer è un ottimo debitore.

Azioni Pfizer: principali competitors

Nonostante la Pfizer sia leader di settore e una delle società farmaceutiche maggiori al mondo, questo non toglie che abbia tra i propri competitors dei gruppi altrettanto validi e influenti.

I principali sono:

  • Novartis: la società svizzera è tra i principali competitors della Pfizer, con un fatturato annuo di circa 51,9 miliardi;
  • Merck & Co: sebbene possa contare su un fatturato minore (circa 22 miliardi), la società compete su uno dei maggiori mercati della Pfizer, quello statunitense;
  • Johnson & Johnson: società attiva in più settori, la Johnson & Johnson conta un fatturato annuale di circa 100 miliardi;
  • Moderna: sebbene la Moderna sia una piccola società (fatturato di circa 60,2 milioni), la sua elevata competitività dipende in particolar modo dal business model innovativo e dalla sua elevata spesa nella ricerca;

La Pfizer, tuttavia, non è seriamente minacciata da nessuna di queste aziende. La sua presenza sul mercato da oltre 171 anni, infatti, la hanno resa una società di rilevanza mondiale, con oltre 88mila impiegati e sedi in tutti i principali paesi.

Per questo motivo la posizione di mercato della Pfizer è tra le più solide nel settore. Anche start-up innovative e aggressive come la Moderna, infatti, non costituiscono affatto una minaccia: la Pfizer dispone di fondi a sufficienza per acquisirla in qualsiasi momento.

Business Model Pfizer

Il successo secolare della Pfizer è stato fortemente influenzato da un business model di successo. Questo si basa su una strategia estremamente efficace nei confronti della clientela, attentamente selezionata tra società ospedaliere e enti sanitari di elevata affidabilità e copertura.

I rapporti tra la Pfizer e i suoi clienti, inoltre, sono assicurati tramite:

  • Reputazione del marchio e infrastrutture industriali: la Pfizer è una delle società farmaceutiche che può contare su una distribuzione globale degli impianti di produzione e dei laboratori;
  • Vasto portfolio di prodotti, che coprono diverse soluzioni terapeutiche e offrono rimedi per un gran numero di patologie (non per ultimo il famoso vaccino contro il Covid-19);
  • Comparto vendite: la Pfizer può contare sul comparto vendite più organizzato nel settore dei Big Pharma, capace di rifornire tutti i continenti;
  • Ricerca & Sviluppo: tuttora, nonostante il gran numero di brevetti, la Pfizer continua a devolvere significative percentuali del proprio fatturato alla sezione di Ricerca & Sviluppo, ottenendo risultati che nessun’altra società può rivaleggiare.

In particolar modo a garantire il successo di questo business model frastagliato vi sono due particolari rilevanti:

  • Settore vaccini e oncologia, che occupano gran parte delle spese per la ricerca e garantiscono alla Pfizer costante attenzione e interesse da parte della comunità e delle organizzazioni internazionali;
  • Rapporti con le ONG, in particolar modo quelle che, come Medici Senza Frontiere, sono attive nel fornire aiuti umanitari nelle zone del mondo più sensibili;

Questo permette all’azienda di impegnarsi notevolmente in settori destinati ad una crescita futura garantita che, nel 2019, hanno registrato risultati non indifferenti:

  • La ricerca oncologica, sebbene assorba molte risorse, nel 2019 ha contribuito al fatturato complessivo con 13,95 miliardi;
  • La sezione vaccini, inoltre, permette all’azienda di proporre rimedi tempestivi alle varie emergenze sanitarie (esempio su tutti, il Covid-19).

Azionariato Pfizer

A tutto ciò si somma il fatto che la Pfizer può contare su un azionariato da record. Sono 3158 gli investitori istituzionali che posseggono quote percentuali del titolo e tra questi i primi 3 sono rispettivamente le tre società di investimento maggiori al mondo:

  • Vanguard Group, che detiene l’8,22% delle azioni Pfizer (oltre 14 miliardi di investimento);
  • Blackrock Inc, che detiene il 7,46% delle azioni Pfizer (circa 13 miliardi di investimento);
  • State Street Corporation, che detiene il 5,20% delle azioni Pfizer (circa 10 miliardi di investimento);

Con simili investitori ad assicurare il titolo non è affatto strano che le azioni Pfizer si siano potute permettere 4 stock split nell’arco di un decennio e che attualmente siano in crescita da oltre un decennio.

Le quotazioni contenute del titolo (che viaggia su una media di 30/40 dollari ad azione), inoltre, incoraggiano anche i piccoli investitori a partecipare al mercato, permettendo una distribuzione equilibrata dei volumi e un andamento storico più che adatto agli investimenti.

Ne vuoi una prova? Clicca qui e apri un conto demo gratuito su eToro: potrai visualizzare direttamente il parere degli esperti sul titolo nella sezione dedicata al Social Trading.

Analisi tecnica azioni Pfizer

L’analisi tecnica sul titolo Pfizer ti permette non solo di comprendere qual è il momento giusto per entrare sul mercato, ma anche di realizzare investimenti sul breve termine che vadano a sfruttare le oscillazioni giornaliere dei prezzi.

Ciò che devi fare è aprire un conto di trading e imparare ad applicare al grafico pochi indicatori utili, in base a quello che è il tuo stile di investimento. Per imparare ad utilizzare gli indicatori di trading ti consigliamo di fare affidamento all’offerta formativa di Trade.com.

A seguire vogliamo proporti un esempio pratico tratto dal conto demo gratis di eToro:

Azioni Pfizer - analisi tecnico grafica del titolo
Esempio di analisi tecnica sulle azioni Pfizer

Come puoi vedere, applicando un indicatore semplice come le Bande di Bollinger, è possibile individuare segnali di trading validi per speculare sul breve termine.

I livelli individuati dalle Bande di Bollinger, inoltre, ti segnalano anche gli estremi su cui basare la gestione del rischio, in modo da investire coscientemente e non perdere immediatamente tutto il proprio denaro. Ti consigliamo, a tal proposito, di leggere anche la nostra guida: strategie di trading.

Lì puoi trovare più informazioni sulle tecniche di investimento sul breve termine e come sfruttarle in occasione di particolari segnali. Il titolo Pfizer, infatti, si presta in particolar modo a strategie intra-day o programmate sul time frame orari.

Azioni Pfizer: quotazione e grafico in tempo reale

Per poter investire al meglio su un titolo, è bene restare aggiornati riguardo l’andamento sul mercato. Qui, si potrà consultare un grafico in tempo reale sulle azioni Pfizer:

[GRAFICO PREZZO AZIONI TENARIS, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Pfizer: Target Price e prospettive future

Prima di giungere alle conclusioni è d’obbligo analizzare alcuni aspetti fondamentali per comprendere quali possono essere gli sviluppi futuri dell’azienda. Ti riporteremo quali sono i target price più attendibili per il medio periodo, quali sono le prospettive per il 2021/2022 e, soprattutto, quale sviluppo porterà il vaccino anti-Covid sulle quotazioni dell’azienda.

Azioni Pfizer: il vaccino contro il Covid-19

L’annuncio dei risultati del vaccino contro il Covid-19 hanno fatto salire alle stelle le aspettative degli investitori nei confronti della Pfizer. Del resto nessun’altra società è riuscita ad eguagliarne i risultati sia in termini di efficacia che di tempo. Da mesi si vociferava circa le ricerche della Moderna su un vaccino m-RNA efficace contro il virus ma le risorse su cui la Pfizer può contare, alla fine, hanno fatto la differenza.

La società di New York, infatti, ha battuto tutti: un vaccino all’m-RNA che supera la Fase 3 dei test con un’efficacia del 90% va ben oltre quelle che erano le aspettative di tutte le organizzazioni sanitarie.

L’OMS, infatti, si era detta pronta a ritenere valide anche soluzioni efficaci al 50%. Questo è un dato di un’importanza eclatante: laddove il vaccino dovesse superare, infatti, la diffusione al grande pubblico, le azioni della Pfizer potrebbero toccare vette inesplorate.

Nel caso in cui la società dovesse ritenerlo opportuno, questo potrebbe portare addirittura ad un sesto stock split.

Il nostro consiglio?

Comprare! Comprare non appena ai primi milioni di dosi distribuiti seguiranno i secondi ordini. A quel punto, infatti, il prezzo delle azioni semplicemente schizzerà alle stelle.

Come comprare?

Ebbene, se sei uno speculatore, allora puoi affidarti ai CFD. Il nostro consiglio, tuttavia, è quello di acquistare titoli reali con il DMA di eToro, FP Markets e Trade.com.

Questo perché, anche nel caso in cui la società dovesse decidersi per un sesto stock split, i profitti saranno comunque assicurati. Essendo la Pfizer una società blue chip con dividendi quadrimestrali, il raddoppio delle azioni comporterà un raddoppio dei dividendi ricevuti e compenserà l’inflazione del valore del titolo.

Target price azioni Pfizer

A seguire vogliamo proporti una tabella con quelli che sono i target price sulle azioni Pfizer per il medio periodo. Ci teniamo a precisarti che si trattano di valori indicativi calcolati dai nostri esperti e, pertanto, soggettivi. Questi, tuttavia, possono comunque risultare utili nel caso in cui volessi puntare a investimenti su archi temporali di qualche mese.

Target priceAltomedioBasso
azioni Pfizer53$41,5$35$
Target Price azioni Pfizer – MEDIO PERIODO

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: le indicazioni e le informazioni qui riportate vengono sottoposte a revisioni periodica da parte del nostro staff, in modo che risultino valide ai fini dei propri investimenti.

Azioni Pfizer: previsioni 2021/2022

Non vi sono dubbi che le previsioni delle azioni Pfizer per il 2021/2022 sono strettamente connesse e correlate alla riuscita della commercializzazione del vaccino anti-Covid-19. Nel caso in cui, infatti, questo dovesse andare a buon fine non vi sono dubbi che il titolo potrebbe arrivare anche a raddoppiare il proprio valore. La Pfizer si è spesso dimostrata propensa ad affrontare stock split in corrispondenza della quota dei 40 dollari e per questo motivo anche questa possibilità è da prendere in considerazione.

Uno stock split, infatti, continuerebbe a mantenere il titolo vantaggioso per i retail trader.

Le nostre opinioni al riguardo sono:

  • Uno stock split di 2:1 non fermerebbe la corsa al rialzo e continuerebbe a rendere convenienti le operazioni con i CFD;
  • Se non avviene lo stock split, la speculazione sarebbe il miglior modo di procedere, almeno nel 2021: rialzi troppo repentini, infatti, spesso portano a picchi di volatilità e a ghiotte opportunità per la speculazione;
  • In caso di stock split (specialmente se superiori a 2:1), allora il miglior strumento per investire è il DMA, che permette di trarre maggior vantaggio dalla distribuzione dei dividendi e dal rialzo del titolo;

Detto questo, il titolo nel biennio 2021/2022 non potrà che aumentare la propria appetibilità.

Comprare azioni Pfizer e vaccino: conviene?

In base a quanto detto finora, comprare azioni Pfizer conviene? Si tratta di una domanda spinosa che è legata ai risultati della commercializzazione del vaccino.

Sicuramente Pfizer è un titolo su cui si deve investire. Anche nel caso in cui la vendita del vaccino dovesse incontrare dei problemi, infatti, i CFD permettono di sfruttare al meglio il ribasso che ne conseguirà. Non si tratterà affatto di un crollo (i fondamentali dell’azienda sono troppo solidi), motivo per cui l’acquisto successivo diverrà d’obbligo.

Ipotesi a parte, dunque, investire in Pfizer conviene al 100%. CFD e DMA offrono tutta la flessibilità che serve a operare e i broker che ti abbiamo consigliato ti permettono di sfruttare strumenti innovativi per semplificarti la vita.

Armati, dunque, di tempo e pazienza e fidati quando ti consigliamo di iniziare a studiare il titolo Pfizer fin da ora. Tieniti aggiornato che qualora dovesse giungere il momento cruciale sicuramente il nostro team di esperti te lo comunicherà tempestivamente.

Comprare azioni Pfizer: considerazioni e opinioni finali

Tirando le conclusioni, in questa guida abbiamo voluto analizzare uno dei titoli più promettenti del momento. Le azioni Pfizer, è opinione diffusa, hanno riacceso per molti l’interesse per il mercato azionario. Tirando le conclusioni, in questa guida abbiamo voluto analizzare uno dei titoli più promettenti del momento. Le azioni Pfizer, è opinione diffusa, hanno riacceso per molti l’interesse per il mercato azionario.

Detto questo, ti ribadiamo il nostro consiglio di rivolgerti alle offerte di Trade.com, eToro e FP Markets per i tuoi investimenti. A seguire trovi le domande più comuni che ci hanno rivolto i nostri lettori. Ti ricordiamo che per qualsiasi dubbio potrai rivolgerti direttamente ai nostri esperti scrivendo nei commenti.

FAQ azioni Pfizer: domande frequenti

Azioni Pfizer: il vaccino contro il Covid-19 porterà un rialzo?

Nel caso in cui dovesse rivelarsi privo di contro-indicazioni, il vaccino aumenterà significativamente le entrate della Pfizer.
Il rialzo in questo caso è pressoché certo.

Come investire in azioni Pfizer?

Per investire in azioni Pfizer si può far riferimento sia ai CFD che al DMA. Per questo motivo la soluzione migliore è affidarsi a broker che permettono di operare con entrambi gli strumenti.

Azioni Pfizer: un investimento solido?

Anche prima del Covid-19 le azioni Pfizder costituivano uno degli investimenti migliori nel settore farmaceutico. Con l’emergenza pandemica la società ha raddoppiato gli sforzi nel settore “Ricerca & Sviluppo” e questo l’ha resa semplicemente irresistibile dal punto di vista finanziario.

Comprare azioni Pfizer conviene?

Vale la pena di sottolineare che nessun investimento è sicuro, nemmeno quello in un’azienda che sembra poter avere un boom a brevissimo termine. Pfizer tuttavia è in questo momento un’azienda su cui puntare senza ombra di dubbio.

Previsioni azioni Pfizer, come si muoverà il titolo?

Facile prevedere che per tutto il periodo che precede il lancio del vaccino l’azienda avrà un boom di vendite azionarie. Attenzione però alla minima notizia negativa relativa al vaccino il titolo potrebbe anche crollare. Quindi forse meglio pensare inizialmente a un piccolo investimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.