Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Arbitraggio Criptovalute

Il rapido successo ottenuto dal mercato delle criptovalute, cioè monete digitali su cui investire principalmente online, ha fatto sì che sorgesse un linguaggio tecnico direttamente legato a tale mercato. Difatti, negli ultimi tempi ci si ritrova spesso a chiedersi cosa sia l’arbitraggio sulle criptovalute: una delle tecniche più diffuse nel trading online.

Inizialmente, l’arbitrage definiva semplicemente un meccanismo secondo cui un investitore procede con l’acquisto e la vendita, in simultanea, dei medesimi asset per generare profitti dalle differenze di prezzo. L’opportunità di sfruttare i movimenti di valore su differenti mercati è stata ampliata anche all’interessante ed innovativo mercato delle valute digitali, spingendo numerosi traders a considerare strategie basate sull’arbitraggio di crypto. 

Sono davvero numerosi coloro che ne parlano come una tecnica fondamentale per poter ottenere il meglio anche in momenti in cui i mercati appaiono inefficienti: nel caso delle crypto, l’elevata volatilità giornaliera sarebbe solamente un vantaggio a proprio favore. 

Analisi arbitraggio criptovalute a cura della redazione di Investimentifinanziari.net - tutto ciò che c'è da sapere sull'argomento.
Analisi criptovalute: tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento. Analisi finanziaria a cura degli esperti di Investimentifinanziari.net

Lo scopo della guida è presentare, nel dettaglio, come funziona l’arbitraggio sulle criptovalute, chiarendo se si tratta di una scelta conveniente oppure è solo una truffa da cui stare lontani. In verità, si cercherà di fornire informazioni più precise, presentando anche le migliori alternative all’arbitraggio, con cui non perdersi alcuna occasione per far fruttare i propri investimenti finanziari grazie ad asset come le criptovalute.

Così facendo, ci si auspica che anche investitori alle prime armi acquisiscano le informazioni necessarie per elaborare un piano di trading confacente alle proprie abilità, ma anche al proprio capitale: si anticipa che, tra gli eventuali benefici del trading online, rientra l’opportunità di iniziare investendo piccole somme.

Arbitraggio criptovalute: cos’è?

La prima questione principale da chiarire riguarda la definizione di “arbitraggio criptovalute”. Riprendendo quanto accennato durante l’introduzione, è una di quelle tecniche più conosciute dai traders, applicabile anche da coloro che intendono investire in Borsa.

Ma, nel caso delle criptovalute, di cosa si tratta? In termini semplici, è un processo con cui si acquista e si vende un asset, sfruttandone lo spread, cioè il divario tra prezzo iniziale e finale del bene stesso. Di solito, la vendita avviene su un mercato diverso, o utilizzando strumenti finanziari differenti. 

Un molto pratico potrebbe riguardare l’acquisto su un exchange di crypto come Coinbase: si acquistano Stellar Lumens al prezzo di $0,1228.  Dopodiché, accedendo ad un’altra piattaforma, dopo poco si potrà considerare il valore attuale delle crypto appena acquistate: nel caso in cui fosse maggiore, la scelta più logica sarebbe quella di rivendere le Stellar Lumens possedute.

Considerando che ogni exchange effettua operazioni con valute diverse (es: Coinbase opera principalmente in USD), i traders più dinamici attuano l’arbitraggio sulle crypto, traendo vantaggi anche dal tasso di cambio.  

In termini più riassuntivi, l’arbitraggio non è altro che una tecnica applicabile al trading online, con cui si può accedere al mercato criptovalutario con lo scopo di beneficiare dagli squilibri di valore riportati.

Letture d’approfondimento consigliate:

Arbitraggio criptovalute: come funziona?

Un concetto da tenere sempre bene a mente riguardo l’arbitraggio sulle criptovalute è che la chiave principale sta nello sfruttare il divario tra i prezzi di una criptovaluta. Dunque, è lecito chiedersi come funziona esattamente tale tecnica affinché possa rivelarsi concretamente profittevole.

In primis, c’è bisogno di rapidità nelle esecuzioni: la volatilità di una crypto è talmente elevata che riporta minime variazioni anche sul brevissimo termine. Di conseguenza, è di fondamentale importanza che un investitore riesca a rigirare a proprio favore la velocità dei movimenti di mercato tipica di questi asset.

Il primo passo per subentrare nel mercato criptovalutario è la scelta delle criptovalute. Di norma, è molto semplice: è sempre bene optare per una media/alta liquidità. In caso contrario, l’assenza di tale caratteristica, in un contesto del genere, significa escludere ogni opportunità di ottenere profitti dall’arbitraggio di criptovalute. 

Naturalmente, come per ogni attività svolta sui mercati finanziari, è bene operare seguendo una precisa strategia di trading online. In questo caso, bisogna focalizzarsi sui prezzi presentati da uno o più exchange, iniziando a concentrarsi sul valore di acquisto e di vendita. Ciò significa valutare attentamente i punti di ingresso e di uscita dal mercato.

Il modo migliore è quello di effettuare transazioni avendo ben chiare le spese da affrontare: dopo aver considerato le commissioni, il prezzo d’acquisto in una specifica valuta, si potrà iniziare a ricercare un altro exchange su cui vendere l’asset detenuto. Oppure, come si vedrà nel corso della guida, si potrà operare sulla medesima piattaforma seguendo una metodologia differente.

Gran parte di coloro che hanno ottenuto fortuna con l’arbitraggio sulle criptovalute, consigliano di monitorare costantemente il volume di scambio tra acquisto/vendita, in modo da ricercare il valore migliore a cui poter rivendere l’asset ottenendo una netta percentuale in rialzo dall’operazione una volta conclusa. 

Per semplificare il discorso, l’arbitraggio sulle criptovalute funziona nel momento in cui si vende un asset su un exchange ad un valore più elevato rispetto a quello dell’acquisto.

Numerosi esperti, a tal proposito, consigliano di effettuare una simulazione anticipata degli ordini da eseguire: in maniera sistematica, si potrà cercare di visionare il modo in cui una crypto si muove sul mercato, tentando di agire tempestivamente quando la situazione appare propizia in base ai piani effettuati. Tutto ciò diviene possibile, prima di tutto, studiando attraverso appositi grafici di trading, proposti da piattaforme affidabili come eToro.

Arbitraggio criptovalute: tipologie più diffuse

Approfondendo il discorso, è bene sapere che fare arbitraggio sulle criptovalute implica anche la possibilità di scegliere tra metodi diversi. Naturalmente, la scelta è del tutto personale: si consiglia di operare tenendo sempre gli occhi fissi sui propri obiettivi, ma anche sulle proprie capacità e senza sforare il capitale di cui si dispone.

Guida all’arbitraggio sulle criptovalute: una delle tecniche più affascinanti di sempre

 Probabilmente è importante già sapere che tale tecnica comporta una rischiosità medio-alta, adattandosi anche a qualsiasi tipologia di traders che riesca a non farsi trascinare dalle proprie emozioni. 

In questo caso, è più consigliata la lettura della nostra guida alla psicologia del trading, in modo da iniziare a comprendere come l’aspetto emotivo possa influenzare l’andamento della propria attività.

Arbitraggio semplice

Come si può facilmente intuire, l’arbitraggio semplice sulle criptovalute è la tecnica più comune tra i traders alle prime armi. Tale tipologia è conosciuta anche come cross exchange. Il motivo è legato al fatto che, in questo caso, si procederà usufruendo di due piattaforme per lo scambio di monete digitali.

Nello specifico, l’acquisto e la vendita riguarderanno la medesima crypto, tuttavia lo scopo da perseguire è ricercare quei broker che offrono le migliori opportunità per rivenderla traendo dei benefici effettivi, includendo nel calcolo dei profitti ricavabili anche le spese legate alle commissioni. 

Una volta selezionati i due exchanges, i traders tengono costantemente sotto controllo l’andamento e le variazioni frequenti riportate sul mercato, in modo da comparare i prezzi su entrambi. Dopodiché bisognerà fare un calcolo netto includendo i costi applicati dalla singola piattaforma, riguardanti le transazioni, i prelievi ed eventuali trasferimenti a cui aggiungere, naturalmente, il valore d’acquisto.

Se tutto sembra combaciare, allora è opportuno procedere in maniera rapida, così da non andare incontro ad ulteriori movimenti di mercato che potrebbero stravolgere i propri piani.

Bisogna chiarire un altro aspetto che potrebbe far storcere il naso a coloro che non hanno alcuna praticità con strumenti come gli exchanges: la lentezza nelle esecuzioni è una problematica a cui si potrebbe andare incontro, perdendo l’opportunità di acquistare/vendere la valuta digitale scelta al prezzo visionato nel momento in cui si sceglie di piazzare l’ordine. 

Un’altra particolarità da non tralasciare nella scelta degli exchange riguarda il confronto tra i volumi di scambio su entrambi: nel caso in cui l’offerta sarà ampia, allora si andrà incontro a prezzi contenuti. Questo è il caso in cui si prevede l’acquisto, mentre la vendita potrebbe avvenire su un exchange la cui offerta è più limitata, incrementando il valore dell’asset posseduto. Reagendo con tempestività, si potranno ottenere degli ottimi risultati.

Arbitraggio triangolare

L’arbitraggio triangolare prevede un procedimento più complesso agli occhi di traders inesperti se paragonato a quello semplice. Definito anche come “arbitraggio a tre punti” prevede l’uso di un solo exchange.

Dunque, qual è l’obiettivo in questa situazione da raggiungere? Anche in questo caso, la risposta è abbastanza intuitiva: l’operatività si concentrerà su tre criptovalute differenti.

Ad esempio, si potrà seguire uno schema del genere:

  1. Acquisto di Bitcoin (in USD): asset iniziale ma anche finale a cui si farà ritorno durante l’ultima operazione;
  2. Vendita di BTC in USD con Litecoin;
  3. Conversione di Litecoin in USD.

In questa situazione, bisogna calcolare ogni singola transazione da effettuare: il punto 3 deve condurre ad un risultato maggiore rispetto al punto 1, in modo da registrare un’entrata netta maggiore rispetto alla somma iniziale. In breve, tutto segue la semplice linea della disparità di valore tra le valute scelte.

Questo significa che non è importante la tipica previsione di come, ad esempio, il BTC si muoverà nel futuro, ma risulta essenziale saper sfruttare a proprio vantaggio le attuali condizioni di mercato. 

Questa strategia è chiaramente più adatta ad investitori che hanno già una certa esperienza, in quanto è necessario accedere al mercato con maggiore meticolosità.

Arbitraggio automatico

Un’ultima opzione ampiamente considerata da investitori ancora agli albori della propria carriera finanziaria riguarda la possibilità di fare arbitraggio automatico sulle criptovalute. Per chi non fosse a conoscenza di cosa significa fare trading automatico, la risposta è facilmente intuitiva: scegliendo determinati bot, comunemente definiti come Expert Advisor, si accederà ai mercati lasciando che questi operino al proprio posto.

E’ necessario immediatamente affermare che non è così semplice come potrebbe apparire a prima vista: sull’investitore grava ugualmente una certa responsabilità, in quanto il software viene impostato personalmente. Di positivo, il trading automatico non comporta operazioni dettate dalla propria emotività, lasciando che sia il bot ad aprire e chiudere una posizione.

Nel caso specifico dell’arbitraggio automatico sulle criptovalute, esistono numerosi Robot a cui potersi affidare. Il funzionamento è pressoché sempre simile, anche se si ribadisce che ogni trader potrà configurare il bot in base alle strategie personalmente elaborate. In linea generale, si tratta di un’opzione che accomuna principalmente coloro che non sanno da dove iniziare, in quanto consapevoli che l’arbitraggio sulle crypto può essere tanto profittevole quanto rischioso. 

Di norma, il bot opera in modo da comparare il prezzo di una specifica valuta digitale sui diversi exchange, in modo da trovare quello più conveniente per procedere all’acquisto. Successivamente, si occuperà del procedimento inverso: cercherà l’exchange su cui la crypto acquistata vale di più, in modo da poterla rivendere per trarne profitti. Se si preferisce, il bot può piazzare ordini durante l’intera giornata, avendo chances concrete di chiudere in positivo. 

Naturalmente, la situazione è molto più complessa, poiché esistono diversi fattori da considerare. In prima istanza, non tutti gli Expert Advisor sono affidabili come sembrano. A tal proposito, la guida proseguirà spiegando qual è la scelta migliore per investire in criptovalute in totale sicurezza.

In più, spesso si parte dall’idea che il trading automatico sia un semplice escamotage per guadagnare senza impegnarsi: purtroppo, non è così. E’ bene considerarlo come un punto da cui partire per iniziare a comprendere come si muove il mercato criptovalutario, studiandolo per ottenerne dei vantaggi. 

Letture collegate:

Arbitraggio criptovalute: è legale?

Dopo aver introdotto la questione dei bot con cui fare trading automatico sulle criptovalute, è giunto il momento di chiarire definitivamente uno dei dubbi più frequenti tra i traders: l’arbitraggio sulle criptovalute è legale?

La risposta è sì, fare arbitraggio sul mercato delle monete digitali è legale, ed è una di quelle pratiche più diffuse tra i traders online. In effetti, come si è probabilmente già compreso, è un semplice procedimento con cui un investitore acquista e vende rapidamente un medesimo asset, cercando di sfruttarne le piccole ma frequenti fluttuazioni di valore. 

A tal proposito, è necessario chiarire che esiste una netta differenza tra il meccanismo in analisi e la speculazione. Nel caso dell’arbitraggio, un investitore opera puramente col presupposto di generare profitti da una crypto, piazzando ordini sul brevissimo termine, rivedendo spesso l’asset su un mercato/piattaforma diverso. In tal caso, bisognerà tener conto di elementi come i tassi di cambio, momenti di inefficienza di mercato e differenze di prezzo sul medesimo asset.

Nel caso della speculazione, tipica del trading online di CFD, è una strategia con cui un investitore tenta di ottenere il meglio anche da situazioni di mercato apparentemente sfavorevoli. Più specificamente, scelgono di acquistare un qualsiasi bene ad un prezzo accessibile, potendo decidere di vendere allo scoperto e ottenere ugualmente dei profitti. 

Entrambe le soluzioni sono del tutto legali, ma non si esclude purtroppo la possibilità di lasciarsi trarre in inganno da false promesse di guadagno, incappando in truffe.

Arbitraggio criptovalute: come individuare le truffe?

Dopo l’esplosione sui mercati finanziari di asset innovativi come le criptovalute, una delle conseguenze dirette è stata la rapida diffusione di appositi exchange. Purtroppo, non sono noti per la fama di servizi sicuri ed affidabili. Al contrario, molto spesso utenti hanno riportato pessime esperienze: malfunzionamenti temporanei della piattaforma, o addirittura la perdita di tutto il capitale depositato.

In tal caso, individuare truffe potrebbe essere difficile agli occhi di coloro che non hanno alcuna conoscenza del settore. Tuttavia, i primi segnali sono: pubblicità aggressive, promesse di guadagni rapidi ed ingenti e testimonianze false di utenti che in pochi mesi sono riusciti a diventare ricchi. Tutto ciò, chiaramente, non è possibile: investire richiede tempo ed impegno affinché si possa vedere il proprio capitale aumentare come sperato. 

Con ciò si vuole semplicemente mettere in guardia i traders interessati a fare arbitraggio sulle criptovalute che la scelta dell’exchange richiede più attenzione di quanto ci si aspettasse: è sempre bene informarsi, individuare un servizio regolamentato e magari dare un’occhiata alle recensioni degli utenti. Esistono ulteriori fattori da dover considerare: tempistiche per l’esecuzione di un ordine, commissioni e criptovalute/valute accettate.

Nel caso in cui si volessero cercare delle alternative all’arbitraggio sulle criptovalute fattibile esclusivamente attraverso tali exchange, quali sono le opzioni disponibili? Si consiglia di proseguire con la lettura della guida, così da acquisire le informazioni necessarie per trovare la soluzione perfetta per le proprie esigenze.

Leggi anche: Truffe Bitcoin

Arbitraggio criptovalute: migliori alternative disponibili

Attualmente, esistono davvero numerose possibilità per accedere in maniera rapida, semplice e soprattutto in totale sicurezza alle migliori occasioni presenti sui mercati finanziari. Ciò significa che, per quanto l’arbitraggio sulle criptovalute mediante exchange sia un’opzione che, col tempo e con la giusta pratica possa rivelarsi proficua, esistono delle alternative ugualmente appetibili. 

In questo caso, ci si vuole soffermare sulle funzioni e gli strumenti gratuiti e all’avanguardia proposte dai migliori broker CFD. Dunque, il discorso sta per virare verso un’altra direzione: non ci si affiderà più a degli exchange, ma a delle piattaforme di trading online CFD. 

L’importanza di valutare delle alternative è direttamente legata ad esigenze di natura personale: le migliori piattaforme che si stanno per menzionare, ad esempio, risultano accessibili anche ad investitori inesperti, i quali intendono iniziare ad investire piccole somme.

Tutto ciò diviene possibile perché non sono previste commissioni, né costi di gestione. A voler esser chiari, l’unica somma a cui si dovrà far fronte è davvero irrisoria: si tratta dello spread già sopracitato; unica fonte di entrata per i broker.

Inoltre, gli strumenti disponibili per investire secondo strategie e piani di trading ben precisi, utili per speculare sulle criptovalute più performanti del momento si rivelano un concreto supporto per qualsiasi tipologia di investitore.

Ecco i migliori broker con cui investire in criptovalute:

Capital.com

La prima piattaforma degna di nota per l’affidabilità e l’efficienza dei servizi proposti è Capital.com (qui per il sito ufficiale). Regolarmente autorizzata da enti di controllo, detiene un elevato numero di utenti interessati ad investire su diversi mercati finanziari, ma a zero commissioni e con l’ausilio di numerosi strumenti d’analisi finanziaria.

Il motivo per il quale il broker in questione ha ottenuto un successo così rapido e vasto è legato principalmente alle soluzioni basate sull’intelligenza artificiale, con cui il modo di investire in criptovalute è stato del tutto rivoluzionato.

Il funzionamento è altrettanto affascinante: in base alle posizioni aperte in precedenza, l’I.A di Capital.com presenta delle statistiche seguendo le modalità operative più frequenti. Dopo aver raccolto le informazioni necessarie, offre consigli e suggerimenti, correggendo eventuali errori commessi in passato. Partendo da questo, un trader procederà più spedito verso investimenti più ragionati e consapevoli, approfittando di un mercato liquido e volatile come quello delle criptovalute.

Visita questa pagina per scoprire la proposta di trading criptovalutario di Capital.com.

Si consiglia di approfittare di tutti i vantaggi presenti su piattaforme professionali e complete come questa: ad esempio, il broker propone un’app per smartphone da cui seguire corsi ed approfondire l’aspetto teorico del trading, così da ovviare alla propria mancanza di esperienza.

Per testare personalmente la qualità dei servizi proposti, si potrà semplicemente iniziare da un conto demo: account di prova gratuito e senza vincoli, con cui accedere alla piattaforma e verificare la reale efficienza dell’intelligenza artificiale di Capital.com. Apri gratuitamente un conto con Capital.com.

FP Markets

Un’altra valida alternativa all’arbitraggio sulle criptovalute è offerta da una piattaforma nota ormai in termini internazionali: FP Markets (qui per il sito ufficiale). Anche in questo caso, si sta proponendo un broker autorizzato, affidabile e che non prevede commissioni.

Di gran popolarità, FP Markets si rivolge a qualsiasi tipologia di utente, proponendo una scelta tra:

  • MetaTrader 4/5: indirizzata ai più esperti, offre prestazioni massime per livelli operativi più complessi. Si potranno configurare Expert Advisor per fare trading automatico su asset come le criptovalute, ottenendo un supporto reale e continuo durante le proprie operazioni.
  • IRESS: Intuitiva e ben strutturata, è maggiormente consigliata per utenti inesperti. L’interfaccia varia in base all’asset scelto, in modo da presentare le informazioni finanziarie necessarie per investire su tali beni al momento giusto.
expert advisor di fp markets
FP Markets e gli Expert Advisor a propria disposizione

Come si può notare, FP Markets consente di configurare EA basati sul linguaggio informatico MQL4, dunque programmati prettamente per MetaTrader4 e che consentono di personalizzare gli script, le strategie e gli indicatori tecnici per un trading automatico sulle migliori crypto che sia all’altezza delle proprie aspettative.

Dunque, si andrà incontro ad una semplificazione dell’analisi finanziaria, dell’operatività con cui accedere al mercato perché tutto ruota attorno alla flessibilità e alla personalizzazione con cui, ogni investitore, potrà installare e programmare gli Expert Advisor migliori per i propri scopi.

Utilizza gli strumenti di trading FP Markets gratuitamente raggiungendo quest’indirizzo.

Per coloro che intendono far pratica prima di mettere in gioco il proprio capitale, il consiglio è quello di aprire un account di prova gratuito e raggiungere l’esperienza necessaria per investire come dei veri e propri esperti.

Trade.com

Un’altra piattaforma ampiamente apprezzata con cui fare trading automatico sulle criptovalute in totale tranquillità è Trade.com (qui per il sito ufficiale). Oltre a fornire servizi affidabili, il broker presta particolare attenzione alle esigenze di utenti alle prime armi, conferendogli il supporto necessario per non limitare le proprie possibilità a causa della poca esperienza.

Infatti, prima di tutto, è consigliabile fare un salto nella sezione live coaching disponibile: attualmente, i materiali Trade.com infatti sono considerati tra i migliori del settore. Ottieni qui una sessione formativa gratuita. 

Negli ultimi tempi, il broker non ha fatto altro che ampliare gli strumenti di trading offerti, proponendo anche in tal situazione la possibilità di investire mediante Expert Advisor installati personalmente su MetaTrader4.

Apri un conto demo gratuito Trade.com e scopri come fare trading automatico con i migliori Expert Advisor disponibili.

Una volta scaricata, tutto avverrà in modalità rapida e semplice: pianificando e personalizzando le proprie strategie di trading, si potrà operare in modalità automatica sui mercati più interessanti, proprio come quello criptovalutario.

eToro

Restando in tema di alternative all’arbitraggio sulle criptovalute, non si può non proporre una delle soluzioni più originali degli ultimi anni, proposte dal maggior player del settore eToro (qui per il sito ufficiale). E’ ovviamente scontato affermare che la fama internazionale di cui gode il broker è giustificata dalla professionalità e l’attenzione posta verso il rispetto delle normative imposte per la tutela e la salvaguardia dei traders.

La funzione migliore per fare trading automatico, gratuita e brevettata dalla piattaforma eToro in questione è conosciuta come Copy Trading. L’innovazione è dovuta al fatto che non ci si affiderà a dei software, a dei bot e a vari algoritmi, ma a dei traders veri e propri. Definiti “popular investor”, sono gli utenti più performanti della piattaforma.

Visionando il profilo di ognuno, si potranno scegliere quelli che sembrano avvicinarsi maggiormente ai propri scopi e al proprio profilo di rischio. Dopodiché, tutto sarà automaticamente gestito dalla piattaforma: i risultati da loro ottenuti, saranno riportati in maniera direttamente proporzionale sul proprio profilo.

Grazie alle ricerche filtrate, sarà ancor più semplice la decisione dei traders a cui affidarsi inizialmente, così da ottenere risultati immediati ed imparare osservando i più esperti in azione.

etoro piattaforma social trading
eToro: Copy Trading come alternative all’arbitraggio sulle criptovalute

Come si può scorgere dall’immagine riportata, basterà selezionare il mercato d’interesse, i guadagni e i rendimenti spalmati sul periodo di operatività che si preferisce. Con una selezione accurata e pertinente ai propri bisogni, potrebbe rivelarsi un’ottima alternativa all’arbitraggio su criptovalute. Inizia qui a fare Copy Trading gratuitamente con eToro.

Scopri l’intera proposta di trading eToro attraverso un conto demo gratuito.

A dire il vero, anche l’offerta riguardante il trading sulle crypto è tra le più allettanti del momento: negoziabili a zero commissioni, sono disponibili le più note ma anche le più promettenti così da diversificare nel migliore dei modi il proprio wallet.

Arbitraggio criptovalute: fattori da considerare

Nel caso in cui le opportunità di profitto intrinseche all’arbitraggio sulle criptovalute apparissero interessanti per dare una svolta ai propri investimenti finanziari, risulta importante conoscere i fattori principali da considerare per operare al meglio.

Tra questi, i principali sono:

  • Situazione di mercato: incertezze, inefficienze e news soprattutto di natura macroeconomica hanno un’influenza tale da causare evidenti variazioni di prezzo sulle crypto, soprattutto sulle più importanti come il Bitcoin;
  • Tempi di transizione dell’exchange: nel caso in cui si optasse per l’arbitraggio su exchange differenti, è di fondamentale importanza conoscere le tempistiche richieste per i trasferimenti di una crypto, poiché un’eccessiva lentezza potrebbe compromettere i propri piani;
  • Commissioni: nel caso in cui le commissioni richieste fossero troppo elevate, ci consiglia di valutare altre scelte, in quanto potrebbero limitare le proprie opportunità di profitto.

Nonostante sembra che gli exchange vogliano incamminarsi verso una medesima direzione, cercando di correggere le disparità di prezzo sulle crypto presenti, sono ancora numerose le opportunità per scorgere le situazioni migliori per fare un corretto arbitraggio di criptovalute.

Tenendo conto dei fattori sopraelencati, si potrà mettere in pratica tale tecnica di investimento senza stravolgere i piani iniziali, ma soprattutto assicurandosi di aver valutato gli elementi principali che potrebbero aumentare le proprie chances di rendite in rialzo.

Arbitraggio criptovalute: come funziona sul BITCOIN?

Quando si tratta del mercato criptovalutario, non si può non far riferimento alla prima e più nota valuta digitale apparsa: i Bitcoin. Sin dal 2009 hanno stuzzicato l’interesse non solo di investitori, ma anche di governi. Infatti, in certi casi vengono considerati come un metodo di pagamento a tutti gli effetti, accompagnando le tradizionali valute FIAT. Ma come fare arbitraggio sui Bitcoin? Il procedimento è molto semplice, soprattutto se si seguono i punti fondamentali chiariti durante la guida.

  1. Bisogna aprire un conto sui due exchange accuratamente scelti;
  2. Consultare il prezzo;
  3. Acquistare nel caso in cui la situazione sia promettente;
  4. Visionare i prezzi sull’altro exchange;
  5. Trasferire i BTC acquistati;
  6. Rivenderli nel caso in cui il prezzo fosse maggiore rispetto a quello d’acquisto.

Per maggiore chiarezza, ecco un pratico esempio ripreso rispettivamente da due degli exchange più noti del settore: Coinbase e Kraken.

coinbase per criptovalute
Coinbase: uno degli principali exchange del settore

L’immagine in questione è stata ricavata dalla homepage di Coinbase (clicca qui per visitarla). Tra le crypto in prima linea, naturalmente, c’è il Bitcoin il cui valore (in euro) è pari a 22,781,10 euro.

sito ufficiale di kraken exchange - pagina principale
Homepage di Kraken: una delle scelte più comuni per investire in crypto

Questa seconda immagine, invece, è stata presa dalla pagina principale dell’exchange Kraken. Anche qui, la prima crypto considerata è il Bitcoin, il cui valore risulta essere di 22.838,10 euro.

In una situazione simile, il ragionamento per fare arbitraggio su Bitcoin usando due piattaforme differenti è sempre il medesimo: Coinbase presenta un valore leggermente inferiore, dunque è consigliabile l’acquisto. Al contrario, Kraken presenta un prezzo superiore, da utilizzare per vendere i BTC posseduti.

Sebbene le variazioni siano davvero minime, lo scopo non è quello di operare una sola volta ed ottenere ingenti guadagni, ma aprire molteplici posizioni così da tentare di ottenere ricavi contenuti ma frequenti.

Arbitraggio criptovalute: conviene?

Dopo aver lungamente trattato di cosa significa e come funziona l’arbitraggio sulle criptovalute, presentando persino le alternative migliori, è naturale domandarsi se sia una scelta conveniente.

Partendo da una considerazione piuttosto superficiale, l’arbitraggio si rivela una tecnica profittevole e semplice perché non richiede assolutamente lo studio previo dei mercati, tantomeno è necessario prevederne il futuro andamento. L’unico scopo di un trader è scegliere il prezzo più conveniente a cui acquistare, così da rivendere immediatamente ed ottenere quanto gli spetta.

Nonostante ciò, se si giunge al nocciolo, la questione si fa più complicata: è necessario riuscire a reagire con immediatezza, calcolando bene i costi d’acquisto e le commissioni applicate per verificare se l’operazione potrà riportare delle entrate nette. Dunque, non è una strategia priva di rischi come si potrebbe pensare, soprattutto se si è costretti, a causa di quanto richiesto dall’exchange, a versare una somma di denaro elevata.

Per quanto possa sembrare banale, non esiste una sola risposta: una volta compreso che l’arbitraggio è del tutto legale e possibile grazie alle numerose piattaforme disponibili, tutto dipende dalla propria attitudine al rischio e le capacità sviluppate nel settore. Per tale motivo, si consiglia di considerare anche le alternative proposte in precedenza: la pratica è il primo step per districarsi al meglio tra situazioni di mercato che potrebbero apparire troppo complicate da decifrare. 

Arbitraggio criptovalute: opinioni e recensioni

Prima di concludere la guida, si vogliono proporre le recensioni e le opinioni più comuni tra gli utenti che hanno già provato a fare arbitraggio sulle criptovalute. Il modo più rapido per trovare riscontro con altri traders è ricercare “arbitraggio criptovalute forum”, in quanto sono sorti numerosi siti su cui ognuno esprime il proprio parere circa l’esperienza vissuta.

Il consiglio più pratico che si vuole riportare riguarda proprio la scelta degli exchange: sarebbe meglio operare con quelli che consentono conversioni in valute fiat, poiché non sono tanti come si può pensare.

In più, conoscere le tempistiche diventa un elemento sempre più preponderante se si approfondiscono le ricerche sulle opinioni di traders già esperti: le crypto sono tra gli asset più volatili di sempre, per cui è necessario operare rapidamente per non mandare tutto in fumo.

Infine, nessuno ha evitato di trattare del fattore rischio, in quanto è una costante nel trading online. Ciò che bisogna ricordare è che non si opera per eliminarlo, poiché sarebbe impossibile, ma il proprio obiettivo è minimizzarlo per incrementare le probabilità di riuscita. Con un po’ di pratica e le scelte giuste, l’arbitraggio sulle criptovalute potrebbe rivelarsi una strategia soddisfacente e stimolante. 

bill gates e le criptovalute
Bill Gates, il miliardario ideatore di Microsoft, si pronuncia riguardo il futuro del denaro.

Se si considera quindi che il mercato in questione è relativamente giovane ma al centro dell’attenzione di migliaia di traders in tutto il mondo, sarà facilmente comprensibile che ci si riferisce ad asset che hanno ancora un potenziale da poter sfruttare a proprio vantaggio.

Arbitraggio criptovalute: considerazioni finali

Fare arbitraggio sulle criptovalute può rivelarsi tanto una scelta vincente quanto una di cui pentirsene. Come già affermato, tutto dipende da fattori di natura soggettiva, ma anche da scelte compiute personalmente.

In primis, è bene saper riconoscere una truffa in modo da garantirsi un’esperienza positiva ed affidabile. Di conseguenza, è necessario operare esclusivamente con exchange regolamentati ed autorizzati. Inoltre, è altrettanto chiaro che non si può considerare di cimentarsi in una tecnica del genere se non si valutano i rischi e i profitti in base al capitale disponibile e le proprie capacità operative.

Nel caso in cui si volesse tentare di trarre il meglio da asset come le crypto, in modo da rendere particolarità come l’estrema volatilità giornaliera un elemento a proprio vantaggio, si avranno numerose possibilità di impostare strategie e operazioni come più si preferisce.

Intanto, sono state presentate anche delle alternative all’arbitraggio sulle criptovalute, soffermandosi principalmente sulle proposte dei migliori broker di trading in CFD. Qualsiasi opzione potrà rivelarsi vincente se si seguono i consigli e le mosse giuste, senza lasciarsi sopraffare dalle proprie emozioni o dal timore di non essere abbastanza esperti per fare trading online.

Arbitraggio criptovalute: FAQ

Cos’è l’arbitraggio sulle criptovalute?

Si tratta di una tecnica che prevede l’acquisto e la vendita immediata di una crypto, in modo da sfruttare al meglio le continue variazioni di prezzo riportate.

Come fare arbitraggio sulle criptovalute?

Bisogna accuratamente scegliere un exchange, cioè una piattaforma sorta esclusivamente per negoziare su tali asset digitali.

L’arbitraggio sulle criptovalute è legale?

, fare arbitraggio sulle criptovalute è assolutamente legale.

Come evitare truffe quando si fa arbitraggio sulle criptovalute?

Risulta importante scegliere un exchange regolamentato, autorizzato e che rispetti quanto imposto per la tutela dei traders online.

Fare arbitraggio sulle criptovalute conviene?

Per molti utenti, considerando il potenziale sfruttabile dalle crypto, l’arbitraggio si è rivelata una tecnica conveniente. Tuttavia, c’è bisogno di far pratica e conoscere i mercati. 

La valutazione dell'autore

⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.