Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Investire piccole somme per guadagnare: Come e dove conviene?

Tutti possono investire piccole somme, anche grazie al cambiamento epocale che sta attraversando il mondo della finanza e, soprattutto, degli intermediari. Se prima il risparmio postale era praticamente l’unica alternativa per chi aveva piccole somme, magari accantonate mese per mese, da investire, oggi c’è semplicemente l’imbarazzo della scelta.

Complici di questa rivoluzione gli intermediari per gli investimenti più moderni, che consentono a tutti di accedere a mercati un tempo riservati a chi aveva capitali importanti da mettere sul tavolo.

In questa guida analizzeremo insieme quali sono le possibilità che oggi vengono offerte anche ai piccoli risparmiatori, possibilità che sono assolutamente concrete e che permettono a tutti di accedere a mercati, lo ripetiamo ancora una volta, un tempo assolutamente impensabili.

Le alternative sono molte, con un rischio incorporato che può essere basso o meno basso. Imparare a conoscere queste alternative, anche quando poi ci si vorrà rivolgere ad un promotore finanziario, è necessario per avere pieno controllo dei nostri risparmi.

Investire piccole somme definizione

Investire piccole somme oggi vuol dire poter investire anche poche decine di euro per volta, anche se l’obiettivo sono i mercati finanziari.

È chiaro che senza fissare anticipatamente quello che vuol dire piccole somme potremmo stare a parlare per ore, senza cavare il proverbiale ragno dal buco.

Dobbiamo definire piccole somme in base a quello che è il minimo di investimento che ci viene richiesto dagli intermediari oggi disponibili online. Come sarà più chiaro più avanti nel corso della nostra guida, ci sono oggi broker e intermediari che permettono di investire anche poche decine di euro.

Possiamo dunque ribadire che il mondo degli investimenti è stato coinvolto in un processo di democraticizzazione intenso e che oggi si possono investire anche meno di 100 euro (molto meno in realtà).

Investire piccole somme guida
Investire piccole somme oggi è possibile e conveniente

Somma che noi riterremo essere la “piccola somma” di cui parliamo sin dall’inizio. Per intenderci, non esiste somma troppo piccola per essere investita – e chi avesse desiderio di accantonare anche il denaro sufficiente per un paio di pizze al ristorante, oggi potrà investire quella somma.

Un tempo considerata quasi ridicola e che comunque oggi le banche classiche continuano ad ignorare. L’altra buona notizia contingente è che se un tempo questo tipo di somme venivano raccolte – a scopo di investimento – soltanto da Poste Italiane.

Oggi, come vedremo tra pochissimo, le possibilità sono diventate in realtà molteplici e non ci sono differenze di sorta (almeno a livello di accesso ai mercati) con chi invece ha somme ben più importanti da investire.

Come investire piccole somme online

Per investire piccole somme online è necessario rivolgersi ai servizi di un intermediario specializzato. Oggi i servizi di questo tipo, come sarà chiaro già al termine di questo paragrafo, sono in realtà molti e possiamo muoverci su mercati un tempo semplicemente impensabili.

Ma procediamo con ordine: abbiamo detto di avere bisogno necessariamente di un intermediario, ovvero di una piattaforma trading che ci permetta di avere accesso ai principali mercati.

Questa è già una buona notizia, perché possiamo essere certi di liberarci di due categorie di intermediari che fino ad oggi hanno fatto il bello e il cattivo tempo per i piccoli investitori e piccoli risparmiatori .

Parliamo in primo luogo delle banche – che offrono pochissimo a chi ha pochi capitali da investire, spesso tra le altre cose con costi e commissioni assolutamente fuori mercato.

Dall’altro abbiamo Poste Italiane – che no è un arcinemico di InvestimentiFinanziari.net – ma che deve essere considerato oggi per quello che è: un intermediario che offre zero rendimenti, sia per somme piccole che per somme più importanti.

La strada da seguire, almeno per chi volesse investire piccole somme in libertà e decidendo la destinazione del proprio capitale, sono i broker che offrono CFD, che oggi tra le altre cose, in diversi casi, permettono anche di avere accesso diretto e non mediato da contratto ai mercati.

Rendimento piccoli investimenti
Anche l’investimento di piccole somme può regalare frutti importanti

Procediamo con ordine: cosa possiamo fare con i nostri capitali da investire, pur se ridotti? Possiamo comprare titoli su diversi mercati: dalle valute alle azioni, passando per gli ETF, gli indici, le criptovalute oppure ancora le materie prime.

Come fare? Facciamo due esempi, prendendo quello che hanno da offrire quelli che riteniamo essere i principali broker attualmente attivi in Europa.

  • Esempio di investimento di piccole somme con eToro

Partiamo con un piccolo esempio di investimento con eToro (qui per il sito ufficiale della piattaforma), broker che non solo offre la possibilità di investire poche centinaia di euro, ma che offre anche accesso, diretto e non, a diversi tipi di mercati.

Scegliendo questo broker ad esempio potremmo decidere di investire – anche se non abbiamo grosse somme a disposizione – nelle azioni dei migliori mercati del mondo, nelle materie prime, nelle coppie del Forex, nelle criptovalute e anche negli ETF e negli indici di borsa.

Ma partiamo insieme con un esempio pratico. Apriamo un conto demo con eToro, un conto completamente gratuito e che offre capitale virtuale, che potremo utilizzare liberamente per capire come funziona il broker in questione.

Dopo aver fatto accesso, potremo passare alla scelta dei titoli sui quali andremo investire poi, una volta caricato denaro reale, le nostre piccole somme.

L’interfaccia di eToro è relativamente lineare e permette di scegliere senza alcun tipo di problema il mercato sul quale puntare. Sceglieremo Azioni, che rimane, come vedremo tra poco, uno dei mercati principali per chi vuole investire con buone potenzialità di profitto.

Una volta scelte azioni, potremo scegliere sia lo scambio (ovvero la borsa specifica), sia le azioni divise per settore della compagnia. Per fare il nostro esempio andremo su Servizi e sceglieremo Amazon. Dopo aver cliccato su Investi, potremo piazzare il nostro ordine.

Piccoli investimenti con eToro
Dalla piattaforma di eToro è possibile scegliere facilmente tra migliaia di investimenti

Qual è il vantaggio di questo sistema offerto da eToro per investire in azioni? Quando si sceglie di farlo tramite CFD, possiamo investire anche una somma molto inferiore al prezzo dell’azione. Nel caso di Amazon viaggiamo ben sopra i 3.300 USD nel momento in cui scriviamo. Senza CFD quello sarebbe il minimo da investire. Scegliendo invece i contratti per differenza, potremo investire anche 50 USD su questa azione.

Vale la pena di ricordare, prima di passare al secondo esempio, che eToro permette anche l’acquisto diretto di azioni, senza intermediazione dei CFD, senza commissioni aggiuntive e con la stessa medesima piattaforma di cui sopra.

  • Investire piccole somme con FP Markets

Il secondo degli esempi che portiamo per chi vuole investire piccole somme passa da FP Markets (qui per il sito ufficiale), broker australiano ormai da anni disponibile anche in Europa, grazie alla licenza CySEC di cui si è dotato.

Anche qui i minimi di investimento sono molto bassi e sono tantissime le opportunità che abbiamo effettivamente a disposizione per fare trading e per investire piccole somme.

Qui la piattaforma che viene offerta è MetaTrader, anche in versione Demo. Una piattaforma che è tra le migliori al mondo secondo il giudizio di chi investe professionalmente e che permette a tutti di accedere con gli stessi strumenti dei professionisti ad un gran numero di mercati.

Si parte anche qui aprendo un conto demo con FP Markets, per poi fare il login attraverso la piattaforma web, a meno che non si voglia scaricare direttamente MetaTrader sul proprio PC o Mac.

Una volta fatto il login, potremo scegliere da MetaTrader tutti gli asset che vengono proposti da questo specifico broker. Anche qui vale il discorso fatto poco sopra: tramite CFD possiamo infatti andare ad investire anche per frazioni di valore del titolo stesso.

Anche qui il minimo di investimento è molto basso: soli 100 euro, una somma decisamente “piccola“, che può essere poi integrata a piacimento.

Puoi conoscere meglio ogni aspetto di questa consigliata piattaforma, leggendo la nostra recensione aggiornata a questo indirizzo: FP Markets recensione e opinioni

Dove investire pochi euro per iniziare

Ci sono molti mercati sui quali investire piccole somme: materie prime come l’oro, le criptovalute, azioni e anche altri.

Insieme al nostro staff abbiamo appunto scelto quelli che riteniamo essere i mercati che possano offrire il maggior livello di soddisfazione a chiunque volesse cominciare con piccole somme, analizzandone pregi e difetti.

Ricordando prima di passare alle analisi specifiche che ci sono broker come IQ Option (qui per approfondire sul sito ufficiale), che permettono di fare trading anche soltanto con 10 euro per aprire un conto reale. Una somma davvero bassa – che incarna il concetto perfetto di piccola somma e che rende estremamente democratici i mercati finanziari.

Investire piccole somme di denaro in oro

Si possono facilmente investire oggi piccole somme in oro, sia tramite l’acquisto di lingotti sia tramite quelli che sono i contratti CFD.

Ci occuperemo di analizzare entrambe le prospettive per chi vuole investire piccole somme in oro, dato che nonostante si tratti dello stesso sottostante in realtà i percorsi profondamente diversi.

  • Acquistare CFD sull’oro con eToro

Anche in questo caso partiremo con esempio di investimento di piccole somme che muove da eToro (qui per aprire una demo gratis), broker che tra le altre cose offre anche la possibilità di investire proprio in materie prime di questo tipo.

Il percorso non è molto diverso da quello che appunto riguarda l’investimento in azioni o in altri tipi di titoli. Da Mercati sceglieremo Materie prime, per poi selezionare Oro.

I vantaggi di questo approccio, ovvero quello tramite CFD, sono diversi. Innanzitutto abbiamo un contratto finanziario immediatamente liquido, che può essere venduto in qualunque momento con un click, cosa che non possiamo dire dei lingotti fisici.

In secondo luogo abbiamo un contratto sicuro: perché non può essere rubato e perché non dovremo chiuderlo in una cassetta di sicurezza per dormire dei sonni tranquilli.

In terzo luogo abbiamo il vantaggio di poter applicare leva finanziaria e dunque di poter andare a moltiplicare l’andamento dell’oro. Il tutto a costi di commissione irrisori, di pochi centesimi ogni migliaio di euro investito.

Non è questa ovviamente l’unica alternativa che abbiamo a disposizione per andare ad investire sull’oro. eToro offre ottime condizioni ma si tratta pur sempre di contratti che rappresentano l’oro. Chi vorrebbe acquistare oro reale ha delle importantissime alternative.

  • Comprare oro fisico con Bullion Vault

Bullion Vault (qui per il sito ufficiale) è un servizio online di grandissimo spessore e di grandissima reputazione che oggi permette a tutti di acquistare, da remoto, oro e altri preziosi.

Il vantaggio di questo servizio è che l’oro non ci verrà recapitato, ma sarà custodito presso aziende terze assicurate, che garantiscono il massimo della sicurezza.

Noi però, comodamente dalla nostra interfaccia online, potremo acquistare e vendere oro, argento e altri preziosi (incluso il platino) con un solo click, con commissioni bassissime e con la certezza di poterlo reimmettere sul mercato in pochi secondi.

Una differenza abissale sia per chi vuole investire piccole somme, sia per chi invece vuole investire delle somme più alte, rispetto alla detenzione fisica dell’oro, che comporta costi enormi di messa in sicurezza e anche delle commissioni estremamente importanti quando andremo a rivenderlo.

Chi vuole saperne di più sull’investimento di piccole somme in oro può consultare il nostro approfondimento sugli investimenti in oro.

Investire pochi soldi in criptovalute

Si possono investire anche pochi soldi in criptovalute, un mercato che oggi è a pieno titolo parte del mondo finanziario internazionale.

Al netto di quanto raccontano le truffe da un lato e dall’altro i detrattori delle criptovalute, oggi asset come Bitcoin e Ripple sono pieno titolo materiale da investimento, tanto da muovere anche i grandissimi investitori verso di loro.

Si possono investire piccole somme su diverse criptovalute, a patto però di individuare soltanto quelle che possono effettivamente essere materiale da investimento. Non tutte purtroppo lo sono e per questo individueremo insieme quelle che riteniamo oggi essere ideali per chi vuole investire piccole somme senza correre dei rischi eccessivi.

  • Investire piccole somme in Bitcoin

Oggi investire in Bitcoin è aperto a tutti, anche grazie al fatto che l’asset in questione è presente presso tutti i principali broker CFD al mondo. Bitcoin è sicuramente la più popolare criptovaluta al mondo, sia per valore e capitalizzazione di mercato, sia per le sue possibilità di utilizzo a livello pratico.

Bitcoin è una criptovaluta di vecchia generazione che è un po’ il dollaro USA del mondo dei cryptocoin: è il più apprezzato, è quello di riferimento ed è quello a cui tutti guardano quando vogliono analizzare il settore. Il management inoltre, pur essendo enormemente orizzontale, continua a prendere decisioni apprezzate dal mercato.

Le prospettive sembrano essere piuttosto interessanti e anche per chi non volesse puntare sulla crescita di Bitcoin nel futuro, ci sono degli strumenti adatti. Con IQ Option si può investire al ribasso anche con piccole somme, ovvero puntando appunto sulla ribasso di Bitcoin nel futuro.

  • Investire piccole somme in Ethereum

Investire in Ethereum è una delle principali alternative per chi vuole puntare piccole somme sulle criptovalute, affidandosi comunque ad una criptovaluta molto solida e conosciuta.

Ethereum è una criptovaluta di seconda generazione, dato che incorpora anche strutture software avanzate per la gestione dei contratti. Ad oggi è una di quelle con il maggior valore e sicuramente parte del gruppo di criptovalute che hanno un management molto solido.

Anche questa criptovaluta è presente nei principali broker – qui ci si può investire in demo con FP Markets – che come abbiamo visto sopra offrono anche la possibilità di partecipare ai mercati con pochi denari da investire.

  • Investire piccole somme in Ripple

Investire in XRP / Ripple è la terza alternativa che proponiamo ai nostri lettori. Perché appunto Ripple è una delle più solide criptovalute, complice anche il fatto di essere fortemente sostenuta da un numero importantissimo di banche internazionali.

XRP – che è la criptovaluta del circuito Ripple – sembrerebbe avere davanti a se un futuro particolarmente roseo e comunque interessante.

Possibile inoltre inserirla anche all’interno di portafogli più complessi, perché anche in questo caso siamo davanti a criptovalute che sono appunto disponibili da tutti i migliori broker attualmente in circolazione. Qui si può testare in demo con Trade.com, altro broker particolarmente attento a quello che offrono le criptovalute oggi ai piccoli investitori.

Investire piccole cifre di denaro in azioni

Investire piccole cifre in azioni? Anche questo è possibile, principalmente grazie a quanto viene proposto e consentito dai broker CFD.

Il mondo delle azioni è stato purtroppo, per anni, quasi ad esclusivo appannaggio di chi aveva grossi capitali da investire. Situazione che è stata completamente ribaltata dall’arrivo anche sul mercato europeo dei cosiddetti broker CFD, ovvero broker che offrono contratti che rappresentano il valore dell’azione e che non rappresentano invece l’acquisto diretto del titolo.

Piccole somme in azioni
Senza CFD sarebbe praticamente impossibile investire piccole somme in azioni Amazon

Oggi bastano anche 10 euro per investire in azioni, grazie al fatto che le azioni appunto possono essere “frazionate” grazie all’artificio dei contratti per differenza. Ma può essere conveniente investire piccole somme in azioni? Bisogna tenere conto di diversi fattori:

  • L’investimento in azioni va diversificato

Il che vuol dire che non dovremmo mai accontentarci di un singolo investimento in un singolo titolo. Per quanto possibile con le piccole somme, grazie ai broker CFD come eToro (qui per testarlo in conto prova gratis) si può fare.

Perché si possono investire anche pochi euro su di un singolo titolo.

  • L’investimento in azioni deve essere di medio/lungo periodo

Soprattutto per chi vuole investire delle piccole somme. Le borse danno il meglio di loro su orizzonti temporali che superano i 3/5 anni. Con le piccole somme meglio poi non correre rischi eccessivi e crearsi una strategia importante che permetta di operare su lassi di tempo di questa portata.

Anche investire poche centinaia di euro oggi in azioni può offrire delle buone soddisfazioni per il risparmiatore.

  • Si può investire anche acquistando azioni direttamente (DMA)

Ci sono diversi broker che oltre ad offrire l’acquisto di azioni tramite CFD, lo offrono anche in modalità diretta, ovvero in quella modalità che in gergo tecnico si chiama DMA (Direct Market Access).

eToro (qui per saperne di più) offre una politica di commissioni zero anche sull’acquisto diretto di azioni, proprio come fa anche per la modalità in CFD.

Lo stesso si può dire per Trade.com (qui per il suo speciale sulle azioni) che da tempo ormai è diventato un broker ibrido tra CFD e accesso diretto, anche al mercato delle azioni.

Acquistare azioni direttamente permette di non pagare le commissioni overnight (di pochi centesimi ogni migliaio di euro investito, ma comunque importanti sul lungo periodo) e di avere direttamente in portafoglio il titolo, che dovrà poi essere rivenduto ad una controparte da pescare sul mercato.

Chi sceglie questa modalità però dovrà necessariamente rinunciare alla leva finanziaria e alla vendita allo scoperto. La nota estremamente positiva sulle due piattaforme che abbiamo appena citato è che in realtà dallo stesso broker è possibile investire sia in CFD, sia in modalità DMA.

Investire piccole somme mensili: conviene?

Sì, investire piccole somme è sempre conveniente. L’alternativa rimane quella di lasciare il nostro risparmio a marcire su di un conto corrente o su di un libretto, senza ottenere praticamente dei rendimenti.

Ci sono diversi metodi che oggi vengono utilizzati per investire piccole somme, oltre a quelli che abbiamo elencato poco sopra. Rimandando sempre agli approfondimenti, li passeremo in rassegna uno per uno, cercando di comprenderne la convenienza.

I piani di accumulo sono nati proprio con l’obiettivo di far versare ai risparmiatori piccole somme periodiche, con un montante del capitale che cresce nel tempo.

Questi denari vengono poi reinvestiti dal gestore del PAC in strumenti finanziari – tipicamente fondi comuni – che dovrebbero offrire, in un mondo ideale, dei rendimenti.

Potrebbe sembrare una situazione sempre vantaggiosa per chi vuole investire piccole somme, ma va comunque considerato il fatto che i costi di gestione ci sono e che sono particolarmente alti, cosa che va spesso ad annullare anche il vantaggio fiscale che lo Stato riconosce a questo tipo di prodotti.

  • Libretto postale

Il libretto postale ha rivestito per decenni il ruolo di destinazione ideale per le piccole somme. Dopotutto, almeno fino a qualche anno fa, pagava dei rendimenti (seppur bassi) senza che ci si dovesse preoccupare di conoscere i mercati.

Oggi la realtà dei libretti postali è però diversa: i rendimenti sono a zero e non esiste più neanche quella facilità di accesso allo strumento, che si è moltiplicato e che ha preso diverse forme, molte delle quali incomprensibili. Il libretto postale è oggi un deposito senza frutti, cosa che non dovremmo mai prendere in considerazione per investire le nostre piccole somme.

  • Prodotti assicurativi

Con la scusa dell’impignorabilità (cosa tra le altre cose non vera, almeno da giurisprudenza recente) i prodotti assicurativi hanno letteralmente invaso il mondo del piccolo risparmio.

In realtà sono strumenti finanziari a tutti gli effetti, ai quali viene abbinato un prodotto assicurativo a pagamento. Nella stragrande maggioranza dei casi, nonostante i premi possano essere versati periodicamente, non sono strumenti dei quali tenere grande considerazione.

  • Fondi comuni

Nulla vieta di comprare mese per mese diverse quote di un fondo comune di investimento. Non siamo pregiudizievolmente contrari a questa forma di investimento, ma dobbiamo comunque rilevare il fatto di essere davanti ad un prodotto che presenta anche diverse ombre.

La prima è sicuramente quella dei costi, che spesso superano addirittura il 2% annuo. Cosa assolutamente inconcepibile per strumenti che poi difficilmente performano meglio dei benchmark di riferimento.

In secondo luogo la trasparenza: perché fondamentalmente siamo davanti a strumenti che vengono gestiti con poche e scarne regole. Fatte salve pochissime eccezioni, il mondo del risparmio gestito per chi vuole investire piccole somme è molto avaro di soddisfazioni.

App per investire piccole somme

Oggi i migliori broker del settore permettono anche di investire piccole somme tramite App. Lo smartphone è diventato a tutti gli effetti uno strumento che permette di fare investimenti, tanto di piccole somme quanto di capitali decisamente più sostanziosi.

  • App di eToro per fare investimenti

eToro (qui per maggiori approfondimenti sul sito ufficiale) offre la possibilità di fare trading tramite App, disponibile tanto quanto su Android che su iOS.

Sono dunque coperte tutte le principali piattaforme per chi volesse investire tramite la piattaforma mobile di eToro, che permette di accedere a tutti i servizi che avremmo in disponibilità con la piattaforma da utilizzare tramite PC.

Qui si può aprire il conto demo di eToro, conto che permette tra le altre cose di accedere anche all’utilizzo della App, a prescindere da quel sia la piattaforma nostra di riferimento.

  • App di Trade.com

Trade.com (sito ufficiale qui) è un broker che offre, tra i diversi servizi a disposizione dei suoi clienti, la possibilità di fare trading tramite App.

Anche in questo caso siamo davanti ad un broker che ha deciso di fornire tanto una versione per dispositivi iOS (e quindi iPhone e iPad), sia invece una versione per i dispositivi Android.

Sono entrambe scaricabili direttamente sugli store ufficiali e sono disponibili anche in versione demo gratuita ed illimita.

L’App per investire a marchio Trade.com ricalca esattamente quelle che sono le funzionalità offerte dal broker nella sua versione web e nella versione applicativo per PC.

Leggi anche: Recensione e opinioni Trade.com

Per questo possiamo considerare questa App completa, adatta anche a chi vuole investire piccole somme con strumenti professionali e un ottimo punto di partenza per chi inizia.

  • App di FP Markets

Anche FP Markets (qui il sito ufficiale) permette di fare trading tramite App. Questa volta però, al contrario del caso visto sopra, non avremo davanti una App specifica per il broker, ma ci affideremo alla piattaforma ufficiale del broker australiano.

FP Markets infatti mette a disposizione MetaTrader 4, direttamente tramite App Store per iOS e Google Play per Android, scegliendo di affidarsi alla versione ufficiale del popolare software per fare trading.

La profondità di MetaTrader 4 anche in versione mobile è di quelle importanti, per una scelta che dovrebbe essere la preferita per chi vuole fare analisi tecnica di livello anche mentre investe piccole somme da dispositivo mobile. Aprendo un conto demo con FP Markets è possibile testare anche la versione tramite App

Conclusioni

Si può, anzi si dovrebbe investire oggi, anche se si hanno a disposizione piccole somme.

Gli investimenti, se fatti in modo oculato e tenendo conto anche di una potenziale strategia di medio e lungo periodo, sono oggi il miglior modo per far crescere il nostro capitale, cercando al contempo di mitigare i rischi.

Le alternative che vengono proposte dai migliori broker sulla piazza sono sicuramente di buon livello e partendo da questa guida, per poi analizzare anche gli approfondimenti relativi che InvestimentiFinanziari.net offre ai suoi lettori, è possibile cominciare a tracciare un percorso.

Un percorso che, speriamo, sarà di grande successo.

Investire piccole somme FAQ

Si possono investire piccole somme? 

Sì, anche nei mercati finanziari. Oggi i minimi di investimento richiesti dai principali broker sono molto bassi.

Come investire piccole somme? 

Affidandosi a broker e strumenti che siano sicuri e soprattutto in grado di offrire accesso ai migliori mercati.

Dove investire piccole somme?

Ci sono centinaia di mercati disponibili oggi anche per chi vuole investire piccole somme. Azioni, criptovalute, preziosi sono soltanto tre delle migliori alternative disponibili.

Posso investire piccole somme tramite App? 

Certamente. Oggi tablet e smartphone sono strumenti più che adeguati per fare trading e per investire piccole o grandi somme.

Qual è il capitale minimo per iniziare ad investire?

Con IQ Option bastano anche soltanto 10 euro. Con altri broker comunque viaggiamo intorno a 100 euro di minimo di investimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.