Gli Investimenti Finanziari a 360°.

CONSOB: cos’è e come funziona

La CONSOB ( acronimo di Commissione nazionale per le società e le Borse) è l’organo di controllo del mercato finanziario in Italia.

L’obiettivo principale della CONSOB è quello di proteggere gli investitori, di migliorare il funzionamento del mercato mobiliare italiano, aiutandone lo sviluppo, e di aumentare la trasparenza dello stesso. La CONSOB venne istituita nel 1974 con l’obiettivo principale di controllare le società quotate in borsa e di vigilare sul mercato mobiliare italiano.

Fino ad allora infatti il compito di sorvegliare il sistema borsistico in Italia spettava al Ministero del Tesoro, un ente non indipendente ma parte del potere esecutivo. La nascita della CONSOB si deve dunque alla necessità di avere un’organizzazione indipendente che fosse altamente specializzata nel settore e dotata di competenze tecniche specifiche.

consob-cosè-e-come-funziona

Nel 1983 con la legge n.77 la CONSOB annette ai propri compiti quello di controllare tutte le operazioni relative il risparmio pubblico, e nel 1985 con la legge n.281 riesce ad ottenere una maggiore autonomia e indipendenza.

Altro snodo importante nella crescita della Commissione avviene nel 1991, quando grazie alla legge n.1 le viene affidata la supervisione delle Società di intermediazione mobiliare (SIM) e il ruolo di contrastare l’Insider trading.

Con il termine Insider Trading indichiamo il fenomeno di compravendita di titoli di specifiche società (ad esempio azioni o obbligazioni) effettuate da persone che grazie al loro ruolo professionale o grazie alla loro posizione all’interno della società stessa hanno accesso a informazioni non di dominio pubblico.

Le informazioni nello specifico permettono dunque a chi ne è in possesso di avere un ruolo privilegiato rispetto ad agli investitori all’interno del mercato ed è per questo che viene considerato un reato.

CONSOB: Organizzazione societaria

L’ organizzazione ad oggi conta oltre 600 tra funzionari e dipendenti, divisi nelle 2 sedi in Italia e in oltre 50 uffici:

  • Sede principale: Roma
  • Sede secondaria (operativa): Milano

A capo dell’ente ci sono un presidente e 4 membri. Il presidente in carica ad oggi è Paolo Savona, ex Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato (dal 29 Aprile 1993 al 19 Aprile 1994) nonché ex Ministro per gli affari europei (dal 1 Giugno 2018 all’8 Marzo 2019).

La Commissione, che ha come ruolo quello di prendere le decisioni ha una struttura collegiale, mentre i 4 membri sono rispettivamente il Direttore Generale, il Vice direttore Generale, il Segretario Generale e l’Avvocato Generale.

  • Il Direttore Generale coadiuva la Commissione nello svolgimento dei propri incarichi.
  • Il Vice Direttore Generale viene incaricato dalla Commissione a svolgere specifiche mansioni e affianca il Direttore Generale.
  • Il Segretario Generale ha il compito di sostenere, congiuntamente al Direttore Generale, il Presidente e la Commissione nei rapporti istituzionali.
  • L’Avvocato Generale svolge la funzione di difesa legale e consulenza, curando la commissione negli affari legali.

Membri della Commissione

Paolo Savona: Presidente della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominato con DPR dell’8 marzo 2019 ed in carica per 7 anni.

Anna Genovese: Membro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominata con DPR del 15 Luglio 2014 ed in carica per 7 anni.

Giuseppe Maria Berruti: Membro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominato con DPR del 4 Febbraio 2016 ed in carica per 7 anni.

Carmine Di Noia: Membro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominato con DPR del 4 Febbraio 2016 ed in carica per 7 anni.

Paolo Ciocca: Membro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominato con DPR del 12 Febbraio 2018 ed in carica per 7 anni.

CONSOB: le funzioni

Come visto in precedenza, dunque, la CONSOB oggi ha l’incarico di svolgere numerose funzioni improntate al controllo del mercato finanziario italiano. Andiamo a vedere ora quali sono le sue principali funzioni:

1 – Sorvegliare sulle società di gestione dei mercati, vigilare sulla trasparenza e sullo svolgimento delle negoziazioni e controllare la correttezza nella condotta delle persone che operano all’interno dei suddetti mercati, compreso quello del trading online.

2 – Disciplinare i servizi e le attività di investimento da parte degli intermediari, gli obblighi informativi delle società quotate all’interno dei mercati regolamentati e le operazioni relative al pubblico risparmio.

3 – Sanzionare e condannare le condotte proibite.

4 – Autorizzare i programmi riguardanti le offerte pubbliche di vendita e i documenti d’offerta interessanti offerte pubbliche di acquisto, le attività dei mercati regolamentati e l’iscrizione agli Albi delle imprese di investimento.

5 – Esaminare le informazioni e i dati forniti al mercato dagli individui che si riferiscono al pubblico risparmio per assicurare un’informazione onesta e trasparente.

6 – Comunicare con gli addetti e con la comunità degli investitori per migliorare l’efficacia nell’esecuzione dei suoi compiti e per aiutare la crescita della cultura nell’ambito finanziario dei risparmiatori.

7 – Collaborare con enti e autorità nazionali nonché internazionali responsabili dell’organizzazione e del funzionamento dei mercati finanziari.

Le collaborazioni della CONSOB

Come abbiamo visto dunque la CONSOB svolge un ruolo fondamentale oggi nel controllo del mercato e degli intermediari ed è responsabile della tutela del pubblico risparmio.

Per garantire un controllo efficiente la Commissione si avvale di numerose collaborazioni con altri enti istituzionali, tra i più importanti troviamo:

  • Il Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • La Banca d’Italia;
  • L’Organismo per la tenuta dell’Albo dei promotori finanziari
  • La Guardia di Finanza;
  • L’Autorità giudiziaria.

La CONSOB partecipa inoltre all’ESMA.

Che cos’è l’ESMA?

L’ESMA, nata il 1 Gennaio 2011, è l’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati ed ha dunque gli stessi scopi e le stesse funzioni della CONSOB ma nell’ambito dei mercati internazionali.

L’ESMA si fa carico quindi di vigilare sui mercati finanziari e sugli strumenti, di accertarsi che tutte le operazioni all’interno di esso siano trasparenti e che nessuna operazione fraudolenta effettuata all’interno dei mercati europei possa recare danno agli investitori.

Ad oggi tutti le autorità nazionali in materia finanziaria e dei mercati dei 27 stati membri dell’Unione Europea sono membri dell’autorità di vigilanza e ognuno di essi ha diritto di voto sulle decisione prese dall’ESMA.

I Broker autorizzati CONSOB

Per essere un broker rispettato e affidabile all’interno del mondo dei mercati finanziari, oggi, risulta fondamentale dunque essere certificato dalla CONSOB.

Il nostro consiglio dunque è quello di assicurarsi (per farlo basta semplicemente affidarsi al sito ufficiale della CONSOB) che la piattaforma sulla quale decidete di investire i vostri risparmi rientri nella lista dei broker certificati appunto dalla Commissione.

Andiamo insieme ora a vedere quali sono le migliori piattaforme sulla quale possiamo decidere di investire senza incorrere in rischi non calcolati:

eToro

La prima piattaforma che vi proponiamo è eToro (qui il sito ufficiale), broker israeliano nato nel 2007 a Tel Aviv. eToro è una delle piattaforme più conosciute e affidabili al mondo e sin dalla sua nascita ha saputo conquistare la fiducia di un vastissimo pubblico, divenendo oggi un colosso nel mondo del trading online.

La piattaforma è disponibile in tutti i paesi europei, e gode di numerose certificazioni, tra le quali spiccano naturalmente quelle CONSOB e CySEC;

La CySEC è l’autorità di vigilanza di Cipro, parte della direttiva europea MiFID, che si occupa di vigilare e regolamentare i broker e le società finanziarie.

Ad oggi oltre 200 tra piattaforme e società godono della certificazione CySEC. La sua affidabilità però non è l’unico punto di forza della piattaforma, tra le caratteristiche che hanno reso famoso il broker israeliano troviamo infatti:

  • un’interfaccia semplice e intuitiva ( molto utile nel caso in cui si è alle prime armi); – numerosi asset sulla quale è possibile investire;
  • assistenza 24 ore su 24 agli investitori;
  • possibilità di rendere automatici i propri investimenti;
  • condizioni di mercato vantaggiose;
  • possibilità di investire utilizzando il social trading.

Che cos’è il social trading?

Tutti gli utenti che si registrano GRATIS su eToro hanno la possibilità di copiare, in maniera automatica, le mosse dei traders più esperti iscritti a loro volto sulla piattaforma. Questa possibilità viene offerta in maniera completamente gratuita dal broker e risulta estremamente vantaggiosa nel caso siete degli investitori retail, dunque alla prime armi.

Dopo esserti registrato sul sito per utilizzare questa opportunità vi basterà cliccare sulla sezione Persone e in pochissimo tempo potrete iniziare a copiare le mosse di qualsiasi trader, avendo a vostra disposizione la possibilità di scegliere chi preferite in base ai loro rendimenti precedenti.

Aprire un conto con eToro comporta un deposito minimo di 200€ e permette di accedere ai servizi di Social Trading e Copy Trading.

IQ Option

Altro broker che negli anni ha saputo riscontrare un enorme successo è sicuramente IQ Option (visita il sito ufficiale), broker cipriota che dal 2014 opera in tutta Europa. La piattaforma in questione risulta molto sicura e affidabile e gode anch’essa come eToro e come le altre piattaforme che andremo a prendere in considerazione della certificazione CONSOB.

Tra le migliori piattaforme pensate per gli investitori retail IQ Option offre la possibilità di registrarti con un deposito di soli 10€ e mette inoltre a disposizione un’assistenza ai clienti tra le migliori sul mercato che vi aiuterà anche nelle situazione più complesse.

Ma non è tutto. Tra gli innumerevoli vantaggi che potrai avere registrandoti su IQ Option avrai anche:

  • Investimenti minimi a partire da 1 euro;
  • Nessuna commissione di trading online;
  • Rischi sui rendimenti meno variabili e più sicuri;
  • Possibilità di chiudere la tua posizione anche dopo solo 1 minuto; – Scuola di trading gratuita.

Nel caso in cui ancora non avete capito in che modo funziona la borsa o in che modo investire i vostri soldi perché ancora non siete esperti del settore la piattaforma vi offre anche la possibilità di accedere ad una sezione formativa che, in maniera gratuita, vi permetterà di acquisire la consapevolezza su tutti gli asset disponibili sul broker.

Aprire un conto su IQ Option garantisce la possibilità di negoziare anche in modalità demo senza bisogno di effettuare un deposito minimo.

Trade.com

Fondato nel 2009 da Trade Capital Markets (TCM) LTD e Livermarkets LTD e con oltre 100.000 trader attivi al momento il broker Trade.com (visita il sito ufficiale) rientra sicuramente nella lista delle piattaforma più affidabili presenti al momento sul mercato del trading online.

Gode di numerose certificazioni ed è regolato dalla CySEC e in Italia dalla CONSOB e offre la possibilità di investire in oltre 2000 asset nonché di avere accesso diretto al mercato DMA.

Direct Market Access: cos’è il DMA

Nel mondo del trading online con il termine Direct Market Access ( in italiano “accesso diretto al mercato”) indichiamo la possibilità di effettuare operazioni molto più elastiche e intuibili rispetto alle modalità di contrattazioni presenti nei mercati tradizionali ( indicati solitamente con il termine OTC, ovvero “over the counter”)

Solitamente questo tipo di mercato è consigliato ai trader più esperti. Trade.com offre inoltre la possibilità di accedere ad alcune funzionalità che non troveremo all’interno delle altre piattaforme come ad esempio utilizzare portafogli tematici che permettono ai traders di investire in specifiche attività che verranno selezionate e consigliate da un team di esperti messo a vostra disposizione dalla piattaforma stessa.

Per aprire un conto di trading su Trade.com bisognerà inserire un indirizzo e-mail e una password nonché una copia del tuo documento d’identità e una di quello di residenza e potrai iniziare ad investire sfruttando un deposito minimo di 100€.

Se invece non sei ancora sicuro e non ti senti pronto ad investire i tuoi risparmi come le altre piattaforme anche su Trade.com avrai la possibilità di iniziare iscrivendoti ad un account demo con la quale potrai acquisire esperienza e migliorare le tue abilità nel trading prima di iniziare a fare sul serio.

FP Markets

L’ultima piattaforma che andremo a prendere in considerazioni in questo articolo è FP Markets (sito ufficiale), broker di alto livello che opera all’interno dei mondo del trading online da molto tempo. Come gli altri broker presenti all’interno dell’articolo, FP Markets in Italia è regolamentato dalla CONSOB, ed opera in tutta Europa sotto certificazione CySEC.

FP Markets è senza dubbio uno dei broker più completi presente sul mercato e iscrivendoti sul suo sito ufficiale potrai iniziare a fare trading utilizzando i CFD e investire su una piattaforma che offre degli spread in assoluto tra i migliori dell’intero panorama finanziario.

I contratti per differenza (CFD) sono dei particolari strumenti finanziari che vi offriranno la possibilità di guadagnare non solo investendo sulla salita di determinate azioni ma anche sulla loro discesa (investimento al ribasso).

Tra gli innumerevoli asset sui quali potrete decidere di investire utilizzando i CFD una volta iscritti a FP Markets troviamo tra i più utilizzati:

Come detto in precedenza la piattaforma è celebre per avere degli spread estremamente vantaggiosi, che rappresentano inoltre l’unico modo con la quale il broker guadagna dai vostri investimenti.

Infatti, a differenza di altri broker su FP Markets non si pagano commissioni per aprire e chiudere posizioni di mercato. Aprire un conto di trading su FP Markets comporta un deposito minimo di 100€ e permette di accedere a 3 diverse piattaforme di trading:

Consob: conclusioni e opinioni finali

Se ti stai affacciando solo ora al mondo del trading online o se ne fai parte già da tempo avrai sicuramente capito quanto sia importante che enti istituzionali come la CONSOB regolamentino questo mondo.

Negli ultimi anni grazie a queste autorità sempre più piattaforme seguono determinate direttive molto più improntate alla tutela degli investitori che ad un profitto ai danni di essi.

Il consiglio della nostra redazione, quindi, è quello di assicurarsi sempre che il broker sulla quale avete deciso di investire rispetti determinate direttive e goda di specifiche regolamentazioni come appunto quelle della CONSOB.

Per fare ciò vi basterà accedere al sito ufficiale della CONSOB e dare un’occhiata alla lista dei broker autorizzati dalla Commissione, oppure, di ricercare le regolamentazioni direttamente sui siti ufficiali dei brokers.

Se negli anni passati, dunque, il mondo del trading online risultava poco trasparente alla maggior parte delle persone, sfiduciate dagli innumerevoli casi di frodi, oggi la situazione è sicuramente migliorata e sempre più traders si affacciano a questo mondo intravedendo in esso ottime possibilità di guadagno.

FAQ Consob: domande frequenti

Qual’è il sito ufficiale di CONSOB?

L’indirizzo internet corretto della CONSOB è www.consob.it.

Cos’è la Consob?

Si tratta dell’ente di regolamentazione finanziaria in Italia, vigila dunque sui mercati nazionali collaborando anche con altri enti del territorio.

Che funzioni svolge Consob?

La Consob veglia sui consumatori che fanno investimenti per garantire la regolarità delle operazioni finanziarie. Per di più si occupa di rilasciare le autorizzazioni a chi offre investimenti, come banche o broker di trading online.

Quali sono i broker Consob?

Tutti i broker che operano in Italia legalmente sono anche broker Consob perché l’ente si è certamente dovuto esprimere prima di avallare l’ingresso in Italia di tali operatori. Tra essi ricordiamo comunque la presenza di eToro e IQ Option.

Si può richiedere l’intervento della Consob?

In Italia delle frodi soprattutto online si occupa in prima istanza la polizia postale, ma gli investitori che si ritenessero truffati possono comunque fare segnalazioni all’Ente che occuperà di fare delle verifiche se necessario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.