InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Recordati

Recordati S.p.A. è una multinazionale farmaceutica di origini italiane fondata nel 1926 e tutt’oggi ancora attiva su scala internazionale.

Ultimamente la società è tornata a far parlare di sé dopo aver presentato i risultati ottenuti durante l’anno fiscale 2020, proponendo già delle strategie di crescita future per il triennio 2021 / 2023. Sembra che lo scopo del gruppo sia finalizzato a delle nuove acquisizioni, sia nel campo farmaceutico che chimico, in modo da incrementare tanto le entrate nette quanto l’importanza che riveste nel settore farmaceutico.

Ad oggi, il titolo REC.MI è tra le pietre miliari di Piazza Affari, ma comprare azioni Recordati conviene? Con una lunga esperienza alle spalle ed una presenza globale, la multinazionale in questione si rivela una scelta di diversificazione per numerosi investitori.

Nonostante ciò, è bene condurre un approfondimento circa le principali peculiarità della Recordati in termini finanziari, seguendo due direzioni ben precise: studiare il titolo attraverso l’analisi tecnica e fondamentale.

L’appetibilità di un investimento è direttamente proporzionale alle modalità con cui si decide di investire: per questo motivo, non mancheranno delle indicazioni riguardo il trading online. Considerando che si tratta di un’attività vantaggiosa sotto molteplici punti di vista, adatta anche ai meno esperti, appare doveroso sottolinearne i principali aspetti. Infatti, verranno persino presentate le piattaforme di trading online con cui investire in Recordati combinando sicurezza ed efficienza.

Prima di iniziare, ecco una tabella per conoscere le principali caratteristiche della Recordati:

ISIN: IT0003828271REC.MI
Quotata in Borsa dal1984
Indice di riferimentoFTSE MIB
SettoreFarmaceutico
Capitalizzazione€9,14 Mrd
Target Price Medio€45,64
Come ComprareAzioni CFD / DMA
Migliori piattaformeeToro / Capital.com / Trade.com
Principali caratteristiche titolo Ricordati (REC.MI)

Dove comprare azioni Recordati: migliori piattaforme consigliate

Risulta essenziale avere un’idea ben chiara di quale piattaforma utilizzare per accedere agli assets più interessanti del momento. Per tale motivo, ecco una tabella per conoscere i migliori broker azioni, ovvero quelli che propongono servizi di trading online in totale trasparenza, sicurezza e professionalità.

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Bisogna importante chiarire che ogni piattaforma presentata gode di regolamentazioni ed autorizzazioni da parte di autorità di controllo internazionali. Nel caso di investitori europei, gli enti di riferimento sono: CySECCONSOB. Si tratta di un particolare da non lasciarsi sfuggire: investire con piattaforme autorizzate significa avere la certezza di non incappare in truffe.

In più, questi broker propongono una moltitudine di servizi e funzioni gratuite di cui usufruire per ottimizzare la propria attività di trading online sin da subito, senza doversi preoccupare della propria scarsa esperienza nel settore.

Come comprare azioni Recordati: Trading CFD e acquisto diretto (DMA)

Una volta aver scelto la piattaforma di trading più adatta alle proprie esigenze, è bene interrogarsi si un’altra questione: come comprare azioni Recordati? In questo caso, le soluzioni possono essere due: ognuna presenta delle specificità che possono presentare dei benefici per diverse tipologie di traders. Infatti, si potrà scegliere se fare:

  • Trading di CFD: investimenti attraverso strumenti finanziari indiretti, più tecnicamente conosciuti come “Contratti per Differenza”;
  • Trading online DMA: consente un accesso diretto al mercato, così come intuibile dall’acronimo “Direct market Access”, così da acquistare azioni pure.

Partendo dal trading mediante strumenti derivati, questo offre agli investitori maggiori possibilità di inserirsi sul mercato. Infatti, i CFD replicano l’andamento dell’asset principale, permettendo ai traders di speculare su un titolo piuttosto che acquistarlo direttamente. Da ciò deriva l’opportunità di poter generare profitti approfittando delle variazioni di quotazione che un bene riporta sul mercato.

Inoltre, il trading CFD è particolarmente apprezzato per l’esposizione più diretta a qualsiasi situazione i mercati offrano, in quanto si può investire al rialzo, oppure al ribasso. In questo secondo caso, sarà sufficiente procedere con la vendita allo scoperto che non richiede un acquisto precedente dell’asset.

Questa opzione di investimento sembra calzare meglio ad investitori in cerca di condizioni flessibili e che si adattano ad ogni mercato finanziario, così da poter attuare tanto strategie intraday che proiettate sul lungo termine. Prima di terminare, bisogna anche sottolineare che il trading CFD consta del vantaggio di applicare la leva finanziaria: uno degli strumenti più apprezzati da coloro che iniziano da piccoli capitali, in quanto consente di moltiplicare eventuali profitti per ogni posizione da coprire.

Azioni Recordati - guida completa con analisi tecnica, fondamentale e target price a cura di Investimentifinanziari.net
Guida alle azioni Recordati: come investire sul titolo col trading CFD/DMA. Analisi finanziaria completa a cura di InvestimentiFinanziari.net

Pe r investitori che preferiscono modalità di stampo più tradizionale entra in gioco il trading DMA. In questo caso, si acquisterà realmente il titolo azionario e verrà inserito nel proprio wallet. Dunque, è facile intuire che si diventerà azionisti veri e propri di una società, beneficiando di eventuali dividendi quando previsti: una sorta di bonus che un gruppo distribuisce agli investitori che hanno dato la propria fiducia alle azioni in questione.

Bisogna sottolineare che la modalità DMA non è elastica quanto i CFD, infatti è consigliata per traders interessati al medio/lungo periodo. Il motivo di ciò è dovuto al rapporto che si instaura tra capitale investito e andamento di un asset: si otterranno delle entrate esclusivamente quando il bene incrementerà il proprio valore di mercato. Dunque, tratta dei tipici investimenti unidirezionali.

Tuttavia, con l’avvento dei broker DMA anche questa soluzione è diventata interessante, poiché questi piazzeranno gli ordini seguendo il principio della migliore esecuzione. Ciò significa che il proprio ordine verrà piazzato quando il mercato apparirà propizio, non dovendosi preoccupare di commissioni troppo elevate se non dello spread.

In conclusione, chiunque potrà intraprendere un percorso di investimento conforme alle proprie preferenze e anche alle proprie esigenze economiche; sarà sufficiente aprire un conto di trading con il broker giusto.

Ti consigliamo di approfondire anche:

Analisi fondamentale azioni Recordati

L’analisi fondamentale è una delle discipline di cui migliaia di traders non possono più fare a meno. In effetti, è un ottimo strumento di cui servirsi se s’intende investire sul medio/lungo termine e si necessita una conoscenza più approfondita della società che il titolo scelto rappresenta.

Attraverso questa tipologia di analisi, gli investitori potranno iniziare a valutare la convenienza finanziaria di un asset. Puntando sia ad elementi microeconomici che macroeconomici, si otterrà un quadro generale di tutti quei fattori che possono influenzare l’andamento del bene quotato sul mercato.

Nell’ambito specifico dell’analisi fondamentale applicata al mercato azionario, gli aspetti che si andranno ad approfondire sono tre:

  • Aspetto economico: capacità della società di ricavare entrate nette nel futuro, con un’iniziale valutazione dello storico finanziario;
  • Aspetto finanziario: riguarda la gestione delle entrate/uscite di un gruppo, in modo che si riesca a raggiungere un equilibrio tra le due per garantirsi una posizione dominante sul mercato;
  • Aspetto patrimoniale: lo stato patrimoniale raggiunto dall’azienda nel corso del tempo, il quale mostra un’eventuale consolidazione della compagnia nel settore in cui opera.

Trattandosi di uno studio abbastanza dinamico, nel corso dei paragrafi si noterà che ci sono diversi argomenti da dover considerare: ad esempio, tale tipologia di analisi è utile anche per valutazioni comparative con altre società occupanti il medesimo campo (competitors). Oppure, è sempre bene prestare attenzione ai piani e alle strategie future attuate per crescere ed affermarsi (modello business).

Procedendo gradualmente, i paragrafi seguenti saranno incentrati sullo studio di determinate caratteristiche del titolo da dover scambiare, piuttosto che sul valore che presenta sul mercato. Tutto ciò si rivela importante non solo per determinare l’importanza assunta dalla Recordati in termini economico-finanziari sul mercato, ma è pur sempre uno studio atto ad elaborare delle corrette previsioni di Borsa.

Dati storici Recordati: la sostenibilità fa crescere il gruppo

La Recordati, nel corso della propria storica esperienza come attiva di Borsa, ha riportato una crescita davvero interessante. Tutto ciò, si è reso evidente soprattutto negli ultimi anni, quando la multinazionale ha dimostrato di avere le idee ben chiare: attraverso acquisizioni strategiche e la produzione di diversi farmaci, è rientrata persino nella classifica “Novasecta Global” grazie ai risultati ottenuti nel 2018.

Infatti, durante quest’anno, il gruppo ha registrato un aumento dei ricavi, degli utili netti e degli utili operativi, facendo sì che il marchio venisse accostato a dei colossi come Johnson&Johnson. Per voler esser più chiari, è possibile presentare una tabella da cui ricavare i dati finanziari Recordati durante il triennio 2018-2020:

Dati in Milioni di euro / Anno201820192020
CAPITALIZZAZIONE€6.3 mln€7.7 mln€9.3 mln
VALORE D’IMPRESA€6 897 mln€8 570 mln€10.1 mln
EBITDA€499 mln€544 mln€569 mln
FLUSSO DI CASSA€352 mln€303 mln€382 mln
Dati storici Recordati 2018/2020

Come si può notare, la crescita della società farmaceutica italiana è proseguita con costanza durante l’arco temporale considerato, mostrando che si tratta di una realtà ben consolidata nel settore in cui opera.

La società ha dichiarato anche di esser attenta alla questione della sostenibilità che, assieme alle strategie di acquisizione, ha fatto sì che il titolo aumentasse considerevolmente il proprio valore. Oltre ad una rapida e costante crescita sui mercati azionari, la Recordati ha ottenuto anche dei consensi sempre maggiori da parte di traders ed azionisti di tutto il mondo, allettati anche dai dividendi distribuiti attraverso un piano annuale.

Modello di Business Recordati

La società Recordati è sicuramente tra le pietre miliari italiane che lavora nel settore farmaceutico e chimico, vantando oltre novanta anni di esperienza. Nel corso di questo lungo periodo, il gruppo ha attuato piani e strategie per consolidarsi come leader internazionale, facendo sì che il marchio diventasse noto anche in Europa e oltre.

Infatti, da sempre segue una politica di internazionalizzazione grazie alla quale è riuscito a concludere numerose acquisizioni che ne hanno garantito una crescita esponenziale. Inoltre, la Recordati da sempre divide le proprie attività tra:

  • Settore farmaceutico: con farmaci propri e licenze ottenute per prodotti di medicina generale, anche se ultimamente mostra particolar interesse in medicinali per la cura di malattie rare;
  • Settore chimico.

Sulla base di queste poche informazioni, è già possibile individuare uno degli obiettivi del gruppo: affermare la propria presenza anche sui mercati emergenti, godendo di un portafoglio ben diversificato e di partnership sempre più importanti.

La società vanta anche numerose filiali sparse per il mondo, così da garantire la commercializzazione dei propri prodotti su vari mercati. Infatti, considerando i dati del 2019, i ricavi sono stati così distribuiti:

  • Europa Occidentale: 55,2%;
  • Europa Orientale: 14,1%;
  • Nord Africa: 9,0%;
  • USA: 14,1%.

Infine, è bene sapere che ci sono principi e valori fondamentali che, da sempre, spingono la Recordati ad investire in ricerca e sviluppo, come: sostenibilità, trasparenza, etica e innovazione per trovare una cura per i propri pazienti.

Le azioni Recordati sono molto influenzate da investimenti in ricerca e sviluppo
Investimenti in Ricerca e Sviluppo Recordati

Molto interessante sono alcune informazioni relative alla governance della compagnia impegnata anche nella questione ambientale. Infatti, nel 2018 inizia ad occuparsi del consumo idrico, iniziando ad utilizzare acqua riciclata attraverso appositi impianti. Allo stesso modo, il concetto di etica è tra i più importanti per la Recordati, in quanto lo considera come un “dovere inderogabile per l’intera azienda”. 

Tutto ciò non fa altro che creare valore per la società Recordati, sia per investitori (istituzionali e piccoli traders indipendenti) che per la clientela ormai fidelizzata su scala globale. Ad oggi, la società è sicuramente tra i player italiani più apprezzati all’estero, rappresentando una compagnia storica e pluripremiata per i concreti cambiamenti che ha apportato al settore farmaceutico.

Principali Competitors di Recordati

Studiare la competitività di un settore è una carta da non lasciarsi sfuggire, poiché permette di comprendere la posizione esatta che l’azienda scelta occupa nel settore in cui opera, paragonandola ad altri big che potrebbero comprometterne un’eventuale crescita sui mercati.

Nel caso della Recordati, è chiaro che si tratta di un campo in cui la competizione è abbastanza accesa. Inoltre, investire in azioni farmaceutiche si rivela per molti investitori una scelta interessante sul lungo termine, poiché si tratta di titoli rappresentati uno dei settori maggiormente propensi a crescita ed innovazione dell’intero mercato.

Dunque, i principali competitors Recordati sono:

  • Johson&Johnson;
  • Pfizeruno dei leader nel campo della ricerca con sede presso gli USA;
  • Ipsen;
  • Sanofi;
  • Novartis.

Sebbene si tratti di colossi ormai già affermati nel settore, la Recordati sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per sbaragliare la concorrenza e diventare un titolo apprezzato globalmente.

Azionariato Recordati: dagli insider agli istituzionali

L’ultimo focus legato all’analisi fondamentale del titolo Recordati riguarda la divisione dell’azionariato. Il flottante è diviso tra: insider, istituzionali, fondi comuni e piccoli traders indipendenti. Con un volume di scambi in crescita secondo le statistiche recenti, investire in Borsa per puntare al titolo REC.MI potrebbe rivelarsi una scelta appetibile per diverse tipologie di investitori.

Intanto, l’azionariato Recordati è suddiviso così:

FIMEI Finanziaria Industriale Mobiliare ed Immobiliare SpA 51.8%
Fidelity Management & Research Co. LLC 5.45%
Mawer Investment Management Ltd. 5.01%
Recordati Industria Chimica e Farmaceutica S.p.A.2.05%
The Vanguard Group, Inc. 1.23%
Welch Capital Partners LLC 1.19%
BlackRock Fund Advisors 0.92%
Fundsmith LLP 0.84%
Norges Bank Investment Management 0.81%
BNP Paribas Asset Management France SAS 0.65%
Azionariato Recordati

Dalla BlackRock al Vanguard Group alla BNP Paribas, la presenza di figure di spicco nel campo finanziario in questo è innegabile: risultano davvero numerosi gli esperti del settore che decidono di dare fiducia al titolo italiano.

Il consiglio maggiormente elargito da investitori già affermati nel settore è quello di restare aggiornati quotidianamente sulle principali news che riguardano la Recordati. Ad esempio, operando con delle valide piattaforme di trading, il tutto sarà reso più semplice e rapido attraverso un calendario economico.

Analisi tecnica azioni Recordati (REC.MI)

Una volta terminato lo studio dei dati fondamentali, è possibile dirigersi verso una direzione del tutto opposta, ma ugualmente importante per elaborare previsioni di mercato. Infatti, si procederà con l’analisi tecnica delle azioni Recordati: più nel dettaglio, si considereranno dati storici da cui ricavare pronostici per investimenti futuri.

Tale disciplina si rivela utile sia per coprire posizioni sul medio/lungo periodo, che per il breve periodo: il tutto dipende dalle modalità scelte per l’impostazione dei grafici di trading.

In effetti, è bene chiarire che i grafici proposti dalle migliori piattaforme di trading sono lo strumento principale di cui usufruire durante lo studio di dati tecnici di un titolo finanziario. Infatti, applicando diversi indicatori di trading, si potrà analizzare l’andamento e la variazione di quotazione delle azioni in questione su un determinato orizzonte temporale.

Partendo da tale disciplina, i traders possono ottenere informazioni di mercato essenziali ai fini dei propri investimenti, come il trend di mercato,i massimi/minimi di prezzo raggiunti e dati simili.

Prima di iniziare, appare importante chiarire che entrambe le discipline menzionate per l’analisi finanziaria camminano di pari passo, poiché forniscono una panoramica più definita dei potenziali profitti da poter ricavare da un titolo.

Potrebbe interessarti anche:

Recordati (REC.MI): analisi tecnica di breve periodo

 Lo studio tecnico della società farmaceutica italiana prende il via da un’analisi tecnica di breve periodo. Prima di passare ad un esempio pratico, è bene chiarire alcune questioni.

Prima di tutto, considerando che si tratta di operazioni condotte su base giornaliera, il time frame da impostare sarà breve: può variare dai 5 ai 30 minuti, così da catturare la trendline principale del titolo e preparare le strategie di trading più consone all’attuale situazione di mercato.

In questo caso, sarebbe una prospettiva da adottare esclusivamente nel caso in cui si facesse trading CFD, in modo da poter avere una duplice chance di profitti, potendo speculare anche su eventuali ribassi.

Il caso qui riportato è stato ottenuto attraverso l’applicazione di una Media Mobile Semplice a 50 periodi, su un time frame di 5 minuti. Attraverso un indicatore così semplice ed intuitivo da interpretare, gli investitori hanno l’opportunità di definire quali sono le tendenze principali seguite dal titolo. Osservando il grafico ottenuto dal conto dimostrativo gratuito eToroè possibile notare l’andamento della REC.MI sul brevissimo periodo:

Analisi tecnica azioni Recordati sul breve periodo
Analisi di breve periodo azioni Recordati (REC.MI)

L’immagina inserita risulta abbastanza chiara da leggere: alle 12 la Recordati ha intrapreso una direzione ribassista permanente fino alle 16:30. Sebbene in apparenza questo possa apparire uno svantaggio, attraverso i “Contratti per Differenza”, i traders possono vendere allo scoperto sfruttando a proprio vantaggio la variazione negativa pari al -0,51%. 

Grazie ad operazioni intraday, investitori dinamici e attenti alle minime oscillazioni di prezzo delle azioni Recordati, possono chiudere in positivo anche se i mercati potrebbero apparire sfavorevoli ai propri piani.

Ti consigliamo anche la lettura di:

Recordati (REC.MI): analisi tecnica di medio periodo

Il passaggio successivo prevede l’analisi tecnica di medio periodo sulle azioni Recordati; uno studio utile principalmente a coloro che intendono cogliere l’andamento del titolo su orizzonti temporali più ampi rispetto al caso precedente. Infatti, impostando il grafico da 1 ora a 4 ore, gli investitori potranno iniziare a comprendere dei movimenti più consistenti riportati dal titolo italiano, inscrivendolo in movimenti anche settimanali.

La soluzione in questione appare adatta sia per la modalità DMA che per investimenti CFD, fornendo a diverse tipologie di traders l’opportunità di inserirsi sul mercato. In tal caso, si farà ancor più evidente il livello di volatilità giornaliera che caratterizza le azioni in analisi, ma anche i trend e le eventuali inversioni di cui poter ugualmente approfittare.

Per il grafico qui riportato, ottenuto dal conto demo gratuito eToro, è stato utilizzato l’indicatore di trend Alligator, su un time frame di 4 ore. Anche in questo caso, si tratta di una strategia alla portata anche dei principianti: lo strumento in questione propone semplicemente 3 medie mobili differenti.

Analisi tecnica azioni Recordati con 3 medie mobili sul medio periodo
Analisi di medio periodo azioni Recordati (REC.MI)

La parte iniziale del grafico mostra un’evidente fase di mercato laterale. Si tratta di una situazione velocemente identificabile, in quanto le tre medie mobili si avvicinano tra loro, assumendo la posizione definita come “l’alligatore che dorme”. In situazioni del genere, è consigliabile non aprire posizioni, poiché il titolo non ha ancora intrapreso una direzione sicura.

Successivamente, è stato possibile evidenziare una fase nettamente al rialzo per le azioni REC.MI: durante un orizzonte temporale di circa 17 giorni, il titolo ha incrementato il proprio valore del +4,59%. Approfittando delle performances positive delle azioni Recordati, sia investitori che traders hanno potuto beneficiare della trend line definita e rialzista affrontata dal titolo italiano.

Recordati (REC.MI): analisi tecnica di lungo periodo

Per concludere, è bene focalizzarsi sull’analisi tecnica di lungo periodo delle azioni Recordati: uno studio essenziale per investitori che optano per la modalità DMA. In questo caso, si avrà l’occasione di inquadrare movimenti più consolidati del titolo sul mercato, catturando l’andamento delle azioni REC.MI su orizzonti temporali davvero ampie. I

n questo caso, bisognerà ponderare attentamente sul rapporto profitti/perdite, aprendo una posizione solo dopo un attento approfondimento della situazione di mercato. Nonostante il rischio di perdite non sia basso come per le operazioni intraday, i profitti dopo investimenti sul lungo termine appaiono molto più consistenti.

Il periodo temporale da dover considerare varia da qualche giorno a diverse settimane/mesi, in modo da individuare la direzione di mercato delle azioni REC.MI su base semestrale o annuale. L’esempio qui presente, ottenuto grazie al conto gratuito dimostrativo eToro, vede l’impostazione di un time frame di un giorno, con l’applicazione dell’indicatore di volatilità per eccellenza: le Bande di Bollinger.

Dall’immagine è stato possibile individuare un unico movimento al rialzo, durato circa 4 mesi, in cui le azioni REC.MI hanno riportato una variazione del +46,74%. Durante quest’arco temporale, è stato individuato un movimento correttivo al ribasso: nonostante sia durato poco tempo, si tratta di un’ottima chance per andare in short (esclusivamente per trading CFD).

L’intero grafico mostra picchi di volatilità differenti: nella prima parte, con un’ampiezza più elevata delle bande, si rivela una volatilità maggiore che nell’ultima parte dell’immagine. Situazioni del genere, conducono investitori DMA a registrare consistenti profitti nel caso in cui riescano ad approfittare di movimenti al rialzo prolungati nel tempo.

Recordati (REC.MI): analisi tecnica di lungo periodo

Per concludere, è bene focalizzarsi sull’analisi tecnica di lungo periodo delle azioni Ricordati: uno studio essenziale per investitori che optano per la modalità DMA. In questo caso, si avrà l’occasione di inquadrare movimenti più consolidati del titolo sul mercato, catturando l’andamento delle azioni REC.MI su orizzonti temporali davvero ampie.

In questo caso, bisognerà ponderare attentamente sul rapporto profitti/perdite, aprendo una posizione solo dopo un attento approfondimento della situazione di mercato. Nonostante il rischio di perdite non sia basso come per le operazioni intraday, i profitti dopo investimenti sul lungo termine appaiono molto più consistenti.

Il periodo temporale da dover considerare varia da qualche giorno a diverse settimane/mesi, in modo da individuare la direzione di mercato delle azioni REC.MI su base semestrale o annuale. L’esempio qui presente, ottenuto grazie al conto gratuito dimostrativo eToro, vede l’impostazione di un time frame di un giorno, con l’applicazione dell’indicatore di volatilità per eccellenza: le Bande di Bollinger.

azioni Recordati: analisi di lungo periodo
Analisi di lungo periodo azioni Recordati (REC.MI)

Dall’immagine è stato possibile individuare un unico movimento al rialzo, durato circa 4 mesi, in cu le azioni REC.MI hanno riportato una variazione del +46,74%. Durante quest’arco temporale, è stato individuato un movimento correttivo al ribasso: nonostante sia durato poco tempo, si tratta di un’ottima chance per andare in short (esclusivamente per trading CFD).

L’intero grafico mostra picchi di volatilità differenti: nella prima parte, con un’ampiezza più elevata delle bande, si rivela una volatilità maggiore che nell’ultima parte dell’immagine. Situazioni del genere, conducono investitori DMA a registrare consistenti profitti nel caso in cui riescano ad approfittare di movimenti al rialzo prolungati nel tempo.

Leggi anche:

Azioni Recordati: prospettive sul lungo termine a cura di InvestimentiFinanziari.net

Il titolo Recordati è al centro dell’attenzione degli esperti poiché ha riportato interessanti performances al rialzo nell’ultimo periodo. Dunque, è naturale domandarsi quali siano le prospettive sul lungo termine per le azioni Recordati.

La squadra di esperti analisti di InvestimentiFinanziari.Net ha deciso di intraprendere uno studio focalizzato sul lungo periodo, così da offrire prospettive di investimento molto più ampie, interessanti sia per investitori CFD che DMA. Lo studio in questione ha preso in considerazione alcuni aspetti relativi ai progetti futuri della Recordati:

  • Piano strategico 2021 / 2023;
  • Nuove acquisizioni ed incorporazioni.

Recentemente, la compagnia di origini milanesi ha presentato i risultati ottenuti durante l’ultimo anno fiscale, mostrando già il nuovo piano d’azione per il triennio 2021-2023. Dopo l’approvazione dello stesso, la Recordati ha messo in evidenza gli obiettivi di crescita ed espansione futuri, con lo scopo di creare maggior valore anche per i propri azionisti.

Le strategie confluiscono verso uno sviluppo organico delle attività Recordati, da accompagnare con piani business più innovativi e mirati rispetto al passato. Agendo in questo modo, la società farmaceutica stima una crescita annua (media) del 10,4% per ciò che riguarda i ricavi netti. Tutto ciò, entro il 2023 dovrebbe risolversi in maniera ancor più positiva per il gruppo, il quale attraverso campagne di acquisizioni ed incorporazioni, intende moltiplicare gli utili netti e i profitti.

Come si può notare, si tratta di tattiche i cui risultati saranno evidenti nel corso del tempo. Per questa ragione, gran parte degli analisti consiglia di mirare al medio/lungo periodo, poiché sul breve termine le azioni REC.MI riportano ancora performances incerte.

Ultimamente, anche esperti come gli analisti di MedioBanca hanno mostrato interesse verso la REC.MI, innalzando le aspettative sul lungo termine: il valore delle azioni previsto è stato fissato a 53,23 euro. Con un rating unilaterale, il titolo di Piazza Affari è considerato outperform, incrementando ulteriormente l’appetibilità della Recordati.

Target Price azioni Recordati

Analizzare i target price delle azioni Recordati offre il vantaggio di conoscere i livelli di prezzo più probabili entro i quali il titolo dovrebbe muoversi. In questo caso, si tratta di range di valore utili per il medio periodo, studiati attraverso una dettagliata analisi dell’attuale situazione del titolo. 

Target Price AltoTarget Price MedioTarget Price Basso
€53,50€45,64€40
Target price azioni Recordati a cura di InvestimentiFinanziari.net

Il consenso degli analisti, in questo caso, non è univoco, ma sembra che ci siano allettanti aspettative per il titolo sul medio/lungo termine. Infatti, su 9 analisti:

  • 6 consigliano il buy: sembra che la Recordati stiano facendo il possibile per scalare i mercati ed incrementare il valore delle proprie azioni, con risultati attesi già ve

Nota di aggiornamento dati: le informazioni tecniche relative alle previsioni e ai dati delle azioni Recordati sono sottoposte ad una costante revisione da parte degli esperti di InvestimentiFinanziari.net, con lo scopo di garantire indicazioni ottimali per chi si interessa al titolo in questione.

Azioni Recordati previsioni 2022 / 2023

Considerando il piano strategico recentemente reso pubblico dal gruppo, è bene iniziare a comprendere quali sono i margini di crescita legati al biennio 2022 / 2023, così da approfondire ulteriormente l’andamento futuro del titolo REC.MI e l’eventuale potenziale di crescita delle azioni sul mercato.

Per poter presentare le previsioni 2022 / 2023 sulle azioni Recordati è stato nuovamente impiegato un grafico ottenuto dalla simulazione gratuita offerta eToro:

Azioni Ricordati Previsioni 2022 / 2023
Previsioni 2022/2023 azioni Recordati a cura di InvestimentiFinanziari.net

Il grafico mostra una probabile crescita per il titolo REC.MI. Infatti, già all’inizio del 2022 dovrebbe superare il target price medio previsto per il medio periodo, rivelandosi allettante tanto per investitori CFD che DMA.

Inoltre, entro il 2023 potrebbe toccare quota 48,50 euro per azione, superando di gran lunga le performances registrate nell’ultimo periodo. Il consiglio degli esperti è quello di tenere d’occhio il mercato, anche se la convinzione che il titolo possa esser più profittevole sul lungo periodo, piuttosto che sul breve, sembra aumentare costantemente.

Importante in merito all’aggiornamento dei dati: qualsiasi informazione relativa all’aspetto previsionale sul titolo è sottoposta ad aggiornamenti continui da parte del team di InvestimentiFinanziari.net, il cui scopo è offrire indicazioni di investimento sempre valide e utili per le proprie operazioni.

Comprare azioni Recordati conviene? Ecco cosa consigliano gli esperti

Per molti anni comprare azioni Ricordati è stata una scelta che ha accomunato un elevato numero di investitori interessati a small cap come queste. Tuttavia, nel corso della guida, si è visto come la società sia riuscita a riportare cifre interessanti sia da una prospettiva economica interna, sia da un punto di vista finanziario.

Dunque, tale paragrafo nasce con lo scopo di rispondere ad una delle domande più frequenti tra i traders: comprare azioni Recordati conviene? Per fornire una risposta esaustiva, è stato deciso di riportare il punto di vista di esperti e investitori professionisti che hanno già dato fiducia al titolo italiano.

Tra le più recenti opinioni sulle azioni Recordati sono emersi delle informazioni interessanti. Ad esempio, il titolo in questione ultimamente è rientrato tra i più appettibili del settore farmaceutico, in quanto non legato alla faccenda dei vaccini del covid-19. Per questa ragione, gran parte degli investitori in cerca di strategie di diversificazione, non ha perso l’occasione di speculare su questo titolo piuttosto che su azioni meno stabili come Moderna.

Inoltre, la compagnia presenta diversi punti di forza che rendono le azioni poco suscettibili a volatilità giornaliera e fasi altalenanti che potrebbero compromettere le negoziazioni dei traders. Tra questi, è possibile considerare:

  • Vendite su scala globale;
  • Crescita verso mercati emergenti;
  • Diversificazione dei prodotti;
  • Continue strategie di acquisizioni;
  • Customer satisfaction davvero elevata.

Sulla base di queste 5 punti è possibile intuire che la storia azienda farmaceutica italiana rappresenta un titolo che ha dei potenziali di crescita sui mercati finanziari internazionali da non sottovalutare, proponendo un titolo resiliente e abbastanza liquido.

dividendi delle Azioni Recordati
Crescita annuale dei dividendi annuali Recordati

Infine, come mostra l’immagine riportata, i dividendi distribuiti da Recordati sono in aumento dall’anno 2010, premiando così gli azionisti che hanno deciso di inserire definitivamente il titolo nel proprio wallet azionario.

Considerazioni finali

La società Recordati rientra tra i gruppi storici di Piazza Affari e sembra che, ancora oggi, riesca a stuzzicare l’appetito di diversi investitori nel mondo. In effetti, proseguendo la propria scalata verso i mercati a colpi di strategie e piani sempre più mirati verso l’obiettivo finale, il titolo REC.MI presenta delle buone chances per inserirsi tra i leader del settore farmaceutico.

Sebbene le previsioni sul medio/lungo periodo siano davvero positive, purtroppo i rischi sono una costante nel mondo delle finanze. Per questo motivo, sarebbe ottimale pensare di fare trading online: avvalendosi dei migliori servizi disponibili, anche i meno esperti potranno cimentarsi in tale attività con la certezza di poter raggiungere, col tempo, risultati soddisfacenti.

Intanto, ecco delle FAQ, ovvero delle domande frequenti relative al comprare azioni Recordati, utili per iniziare a capire se si tratta di un investimento in linea con i propri piani.

FAQ Azioni Recordati: Domande Frequenti

Di cosa si occupa la Recordati?

La società italiana Recordati occupa il settore farmaceutico e chimico, godendo di una visibilità ormai globale.

Come e Dove comprare azioni Recordati?

Per comprare azioni Recordati è consigliabile fare trading online, potendo scegliere tra DMA e CFD. Grazie ad una gestione autonoma della propria attività e commissioni di trading accessibili, anche i principianti possono cogliere l’occasione di investire sul titolo.

Comprare azioni Recordati conviene?

Con riferimento a delle previsioni di Borsa, è emerso che comprare azioni Recordati è conveniente soprattutto sul medio / lungo periodo, soprattutto dopo aver pubblicato il nuovo piano 2021 /2023.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.