InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Indicatore Alligator

L’indicatore Alligator, realizzato nel 1995 dal noto analista Williams, è un valido alleato per individuare i trend di mercato durante la propria analisi tecnica.

Noto anche più semplicemente come “coccodrillo” a causa di come appare sul grafico, è innegabile che si tratti di uno strumento che combina efficienza e semplicità. Infatti, consente di conoscere la tendenza dominante di mercato, ricavando indicazioni più chiare circa la probabile direzione che gli assets scelti potrebbero percorrere. 

L’Alligator rientra tra gli indicatori di trading più utilizzati da traders di tutto il mondo, principianti compresi: trattandosi di tre medie mobili, come si vedrà nei paragrafi seguenti, graficamente appare abbastanza intuitivo da intrepretare.

Partendo da queste brevi informazioni, è già possibile intuire il fulcro della guida: spiegare dettagliatamente cos’è e come usare l’indicatore Alligator. Attraverso una spiegazione accompagnata da appositi esempi, questo approfondimento vuole rivelarsi utile per tutti gli investitori interessati a migliorare la propria esperienza di trading on-line, iniziando a conoscere le basi dell’analisi tecnica per studiare i mercati.

Con una menzione anche a piattaforme di trading online sicure e professionali, si potrà immediatamente intraprendere un’attività finanziaria consapevole, evitando i tipici errori legati alla scarsa esperienza nel settore.

Intanto, ecco una breve tabella introduttiva sull’indicatore Alligator:

Tipologia:Indicatore Di Trend
👌Affidabilità:Alta
📱Come imparare:🥇Le migliori demo gratuite
👍Voto:4,7/5
Caratteristiche Indicatore Alligator

Indicatore Alligator cos’è

L’indicatore Alligator nasce nel 1995 dopo diverse revisioni da parte dell’analista e studioso di psicologia dei mercati, Bill Williams. L’americano intuì che i costanti movimenti di mercato fossero perlopiù caotici e difficilmente prevedibili, per cui giunse ad un metodo di studio che combinava due approcci, cioè uno razionale e l’altro irrazionale.

Partendo da questo presupposto, presentò cinque variabili da cui partire per studiare i mercati.

  • Intensità e forza: zone;
  • Energia: forze direttrici;
  • Spazio: frattali;
  • Linee di bilancio;
  • Accelerazione/decelerazione.

Partendo da ciò, Williams elabora una serie di indicatori da utilizzare per comprendere queste cinque estensioni che contraddistinguono i mercati finanziari. Tra questi, c’è l’Alligator Indicator; uno strumento da cui ottenere segnali di trading online (acquisto/vendita) basato su tre medie mobili differenti.

Prima di scendere nei particolari ed introdurci in questione meramente tecniche, si rivela particolarmente interessante sapere che si parla di “coccodrillo” per la forma che le linee assumono sul grafico. Infatti, in base ai movimenti che riportano, i traders riescono a comprendere in quale fase si trova il mercato: laterale, ribasso o rialzo. 

Dove usare l’indicatore Alligator: migliori piattaforme consigliate 

Nel momento in cui si decide di investire online è necessario conferire particolare importanza alla scelta della piattaforma di trading a cui affidarsi. Per tale ragione, è stata inserita una tabella riguardante le migliori piattaforme di trading da prendere come riferimento per iniziare nel migliore dei modi la propria attività finanziaria.

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Si tratta di broker autorizzati e regolamentati da parte di autorità di controllo internazionali, il cui scopo è quello di tutelare e salvaguardare gli interessi dei traders stessi.

Considerando anche che applicano commissioni di trading abbordabili e flessibili, tali piattaforme sono alla portata anche di coloro che iniziano da capitali più esigui. Inoltre, ciascun servizio consta di numerose funzioni e strumenti di cui usufruire gratuitamente, come apposite aree formativo/didattiche utili per i principianti. 

In conclusione, selezionando uno tra questi broker si avrà la sicurezza di operare senza incorrere in truffe, godendo del supporto necessario per iniziare ad investire.

Come usare l’indicatore Alligator

“Come usare l’indicatore Alligator? è sicuramente la prima questione che qualsiasi tipologia di trader si pone prima di iniziare a fare analisi tecnica.

L’utilizzo di tale strumento è abbastanza semplice: considerando che si basa su tre medie mobili, i migliori broker di trading propongono di utilizzarlo già pre-impostato. Dunque, l’unica cosa da fare sarà quella di applicare l’Alligator al grafico, avendo cura di scegliere il time frame corretto. Dopodiché, l’indicatore si relazionerà col grafico in base all’attuale situazione di mercato, lasciando che gli investitori inizino a dedurre come e quando investire.

Per usare correttamente l’indicatore in questione, si consiglia di valutare attentamente le strategie di trading da voler attuare, avendo cura che queste siano in linea con i mercati e le principali caratteristiche degli assets su cui negoziare. Inoltre, è fondamentale capire come usare l’Alligator in base ai segnali che offre. Difatti, i paragrafi che seguono s’incentrano sulle modalità per intrepretarlo e ricavare informazioni validi ai fini dei propri investimenti finanziari.

Come si interpreta l’indicatore Alligator

L’indicatore Alligator, come già accennato durante l’introduzione, appare abbastanza semplice da interpretare poiché si basa semplicemente su tre linee che rappresentano tre medie mobili differenti. 

Da ciò, è chiaro che si tratta di medie che calcolano il prezzo di un asset su periodi diversi, così da poter seguire il trend dominante di mercato, offrendo ai traders dei concreti vantaggi per le proprie negoziazioni.

Più nel dettaglio, sui grafici di trading si noterà:

Media Mobile Semplice a 13 periodi:linea blu, definita anche come “mascella dell’alligatore”;
Media Mobile Semplice a 8 periodi:linea rossa, identifica i denti dell’alligatore;
Media Mobile Semplice a 5 periodi:linea verde, cioè le labbra dell’alligatore.
Comme interpretare l’Alligator: le tre medie mobili

Per semplificare il discorso, ecco un esempio grafico ottenuto dal conto demo gratuito eToro di come interpretare l’indicatore Alligator:

Indicatore Alligator
Interpretare l’indicatore alligator: un esempio grafico

L’immagine mostra dapprima una fase di mercato laterale: le tre medie si avvicinano tra loro e presentano un’ampiezza davvero minima, dunque il coccodrillo sta dormendo. In questi casi, l’asset non ha ancora intrapreso una direzione chiara, per cui è consigliabile non aprire posizioni. Dopodiché, c’è una riapertura delle tre medie mobili: l’alligatore si sveglia e, stando alla conformazione assunta dalle singole linee, è possibile identificare un trend ribassista. Dunque, la scelta migliore sarebbe procedere con la vendita allo scoperto per tentare di ottenere risultati positivi nonostante l’andamento al ribasso del mercato.

Ti consigliamo di leggere anche:

Segnali di trading offerti dall’indicatore Alligator: quali sono e come leggerli

Un maggior approfondimento potrebbe rivelarsi un ottimo aiuto per identificare più velocemente l’attuale situazione di mercato. Tutto ciò diviene possibile nel momento in cui le tre medie assumono delle determinate forme sul grafico.

Più nello specifico, si possono individuare tre casi diversi che possono offrire ai traders un aiuto per comprendere come inserirsi sul mercato:

  1. Alligatore che dorme: probabilmente situazione facilmente verificabile, poiché come mostra l’immagine precedente, non è altro che un momento in cui le tre medie si accavallano tra loro; fase laterale di mercato;
  2. Alligatore che cerca cibo: le tre linee presentano un’ampiezza più evidente, divergendo così tanto da suggerire ai traders l’inizio di un nuovo trend di mercato;
  3. Alligatore sazio: si tratta dell’ultima fase affrontata dall’indicatore, ovvero dopo il consolidamento di un trend questo viene chiuso e l’alligatore, sazio, torna a dormire.

Di norma, è bene sapere che maggiore sarà la durata di una fase di mercato laterale, maggiore sarà la forza del trend successivo su cui speculare. 

Prima di concludere il paragrafo, è bene sintetizzare così i segnali offerti dall’indicatore Alligator:

  • Rialzista: quando la linea verde supera le altre, con quella rossa al centro a la blu in basso;
  • Ribassista: linea blu in alto, seguita dalla linea rossa e quella verde alla fine.

Infine, un consiglio spesso elargito dai migliori traders è quello di riferirsi principalmente all’andamento della media mobile più veloce, ovvero quella verde a 5 periodi. Il motivo di ciò è molto semplice: l’Alligator fornisce anche interessanti spunti per un corretto money management. Infatti, la media a 5 periodi è utile per capire dove inserire lo stop loss e proteggere il proprio investimento. Tutto ciò ha maggior validità nel caso di beni poco soggetti a volatilità giornaliera.

Potresti approfondire anche:

Strategie di trading con l’Alligator

Una corretta strategia di trading online, elaborata con l’ausilio di strumenti di analisi finanziaria professionali, serve agli investitori per prendere decisioni più precise circa le modalità e le tempistiche con cui inserirsi sui mercati.

Contestualizzando ciò all’indicatore di trend per eccellenza Alligator, è bene chiarire che si tratta di uno strumento finanziario versatile che si adatta a diverse tipologie di strategie. Infatti, come si vedrà successivamente, è possibile applicare l’Alligator per investire in Borsa, studiando il mercato azionario e i principali titoli di mercati. Allo stesso tempo, l’indicatore di Williams appare ottimo per operazioni intraday, tipiche di coloro che intendono investire in mercati liquidi e volatili come il Forex, le commodities o le criptovalute.

Come Investire in azioni  con l’Alligator 

Come investire in azioni con l’Alligator Indicator? Per quanto possa apparire banale, anche questa è questione abbastanza diffusa tra i traders. Per offrire una risposta esaustiva, ecco un esempio pratico di come utilizzare l’indicatore Alligator per comprare azioni Microsoft

Il grafico ottenuto dal conto dimostrativo gratuito (virtuale) di eToro è stato impostato su 4 ore: time frame consigliato per investimenti di medio periodo. Operando in questa direzione, l’indicatore mostrerà i trend più consistenti affrontati dal titolo MSFT, suggerendo agli investitori se andare in long, o speculare al ribasso.

Indicatore Alligator
Investire in azioni con indicatore Alligator

L’immagine inserita mostra dapprima l’Alligator che dorme: il titolo Microsoft ha vissuto una breve fase laterale. Dopodichè, si ha un trend rialzista ben definito, così come mostra l’andamento delle tre medie mobili in relazione al grafico.

Tuttavia, come evidenziato, nel mese di dicembre le azioni Microsoft hanno riportato una correzione. L’indicatore Alligator rende evidenti questi casi in quanto si nota facilmente una contrazione delle medie mobili

In termini operativi, c’è stato un breve arresto nel rialzo del titolo, superato facilmente come pone in risalto anche il gap-up di inizio gennaio, cioè la parte finale del grafico.

Situazioni del genere possono rivelarsi appetibili sia per traders che optano per la modalità DMA che per coloro che hanno scelto i CFD, in quanto l’indicatore utilizza to ha mostrato i movimenti più solidi del titolo di cui poter approfittare.

Ti consigliamo di approfondire anche:

Come fare Scalping con l’Alligator 

Fare scalping è una scelta che accomuna un numero sempre più notevole di traders in tutto il mondo. In effetti, si tratta di una strategia efficace per trarre vantaggi dalle principali caratteristiche di determinati mercati, proprio come il Forex. In breve, consiste nell’apertura/chiusura di posizioni sul brevissimo tempo, a volte anche solo pochi minuti. Così facendo, lo scalper si assicura profitti dall’elevata volatilità giornaliera che caratterizza soprattutto le coppie major del Forex, in quanto soggette a continue variazioni di prezzo.

L’esempio qui riportato, relativo alla coppia USD/JPY, è stato ottenuto dal conto demo gratuito eToro, con un grafico impostato su 1 minuto:

Indicatore Alligator strategie Forex
Indicatore Alligator: come fare scalping Forex

L’immagine mostra ben 9 operazioni fattibili durante una sola ora di negoziazione. L’indicatore Alligator, in tal caso, mostra una fase di mercato laterale in cui il valore del cross in questione oscilla in continuazione. In breve, si è rivelato un asso nella manica per accedere velocemente ma in maniera proficua sul mercato.

Bisogna chiarire che riguardo al Foreign Exchange Market, l’Alligator mostra la propria efficienza soprattutto nei momenti in cui si registra un incremento nei volumi di scambio. Ad esempio,  durante l’apertura del mercato stesso in cui si concentrano le operazioni della maggior parte dei traders.

Ti consigliamo anche la lettura di:

L’Alligator è un indicatore affidabile?

L’indicatore Alligator è indiscutibilmente uno strumento finanziario che può offrire valide prospettive di investimento ai traders, rivelandosi particolarmente indicato per le strategie Forex. Come per ogni indicatore, anche l’Alligator di Williams non è infallibile al 100%. Ciò significa che non bisogna dare per scontate le indicazioni che si ricavano da un grafico, in quanto potrebbe capitare di incappare in falsi segnali.

Per ovviare a tale problematica, si consiglia di combinare l’Alligator con:

Attraverso questi escamotage, numerosi investitori riescono a beneficiare dei segnali e delle informazioni ottenute dall’applicazione dell’Alligator, utile per: individuare i trend dominanti di mercato, ma anche per intercettare i punti di ingressi sul mercato e inserire strumenti per la gestione rischio.

Indicatore Alligator: considerazioni finali 

L’indicatore Alligator è uno strumento la cui validità non è da sottovalutare nel momento in cui si ha intenzione di effettuare una valida analisi tecnica, andando a definire i trend dominanti di mercato per comprendere i punti d’ingresso e di uscita.

Grazie ad una corretta applicazione di questo indicatore di trend, combinandola magari con altri strumenti che studiano l’andamento dei mercati, si potranno avere maggiori garanzie circa l’a riuscita dei propri investimenti.

Naturalmente, si ribadisce l’importanza di optare per dei validi broker come quelli menzionati nel corso della guida, i quali offrono le migliori piattaforme di trading dove usare l’indicatore Alligator.

Prima di concludere definitivamente, si consiglia di dare un’occhiata alle FAQ sottostanti, ovvero le domande frequenti relative all’uso e al funzionamento dell’Alligator.

FAQ indicatore Alligator: Domande Frequenti

Cos’è l’Alligator?

L’Alligator rientra tra gli indicatori di trading più utili per individuare i trend di mercato dominanti e capire quando aprire una posizione.

Dove usare l’indicatore Alligator?

Per usare l’Alligator è consigliabile affidarsi alle migliori piattaforme di trading online, decidendo se fare trading in CFD oppure selezionare i più professionali broker DMA.

L’Alligator è affidabile?

L’indicatore Alligator si rivela abbastanza affidabile per effettuare una corretta analisi tecnica, tuttavia, combinarlo con ulteriori strumenti finanziari offre maggiori garanzie di operazioni corrette.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.