InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Grafici di trading: quali sono i migliori? Come imparare ad usarli

Un grafico di trading è uno strumento essenziale per conoscere i cambiamenti di prezzo di un asset nel tempo. Si può facilmente intuire che ogni trader, prima di investire, ha la necessità di far uso di un grafico, impostato secondo i propri obiettivi strategici, per comprendere le modalità e le tempistiche ottimali per aprire/chiudere una posizione.

Utilizzare questi grafici di trading, in breve, consente di avere una visione piĂą precisa di come un bene quotato si sta comportando sul mercato. Allo stesso tempo, assumono un ruolo essenziale per effettuare previsioni di mercato.

Considerando l’importanza che un grafico riveste nel mondo del trading on-line, la nostra guida si concentrerà sugli aspetti principali di questi strumenti, offrendo anche ai meno esperti informazioni necessarie per iniziare ad acquisire familiarità con gli aspetti più tecnici del settore.

🎖Tipi di grafici:Lineare, a barre, candele giapponesi
đź’°Quanto costano:Sono gratuiti in demo
âť“Dove si usano:Sulle migliori piattaforme
đź’»Come fare pratica:Usando le demo di trading
đź“šCosa studiare:Analisi tecnica e indicatori di trading
Caratteristiche dei migliori grafici di trading

Inoltre, prima di proseguire, precisiamo che in assenza di una valida piattaforma d’investimento, sarĂ  pressochĂ© improbabile riuscire a consultare un grafico e mettere in pratica i risultati delle proprie analisi. Infatti, le condizioni ottimali per riuscire nelle operazioni si creano nel momento in cui si dispone di tutto il necessario per interpretare il mercato: grafici professionali, da personalizzare in base alle esigenze e, soprattutto, indicatori a propria disposizione da poter inserire e combinare. 

“Non è tanto importante comprare al prezzo più basso possibile quanto comprare al momento giusto.”

(Jesse Livermore)

Lo scopo della guida è fornire tutte le indicazioni necessarie per capire come si usa un grafico di trading, quali tipologie sono disponibili e a quali mercati poterli applicare. Intanto, ecco una tabella che riassume i tratti più importanti dell’argomento in questione.

Grafici di trading: cosa sono?

Un grafico di trading non è altro che una rappresentazione dell’andamento di un asset in tempo reale. Nello specifico, fornisce indicazioni precise riguardo le frequenti variazioni di valore registrate nel corso di una seduta di mercato aperta. Di solito, sono composti dai tipici assi (X/Y) che contraddistinguono i grafici. Infatti, abbiamo l’indicazione del valore del prezzo di un bene su un’asse, e il valore del tempo sull’altro. 

I grafici per fare trading on-line, dunque, si rivelano degli strumenti essenziali per restare al passo con mercati finanziari dinamici ed in costante cambiamento, offrendo gli spunti necessari per capire come e quando inserirsi sul mercato. 

Introduzione ai grafici di trading
Grafici di trading: quali sono i migliori? Guida per capire come funziona un grafico di trading

Naturalmente, si tratta di una definizione generale da cui partire, in quanto nel corso della guida presenteremo le varie tipologie di grafici disponibili a cui far riferimento. Tuttavia, bisogna tenere sempre a mente che i grafici di trading online assumono un ruolo chiave nell’analisi tecnica: una delle due discipline portanti in quest’attività.

A tal proposito, potrebbe interessare anche:

A cosa servono i grafici di trading?

Consultare un grafico di trading offre diversi vantaggi. Per questa ragione, è importante capire a cosa servono esattamente. Prima di tutto, servono a determinare QUANDO entrare o uscire dal mercato. Ciò significa sapere quando:

  • aprire una posizione e avviare quindi l’investimento;
  • chiudere una posizione, terminando l’operazione di mercato.

A questo proposito è bene sapere che grazie ai CFD si può entrare a mercato anche quando il trend è ribassista e quindi gli asset stanno perdendo quotazione.

Perché si usano grafici di trading in tempo reale?

I grafici di trading in tempo reale sono un vero e proprio asso nella manica da non sottovalutare, in quanto consentono di conoscere l’attuale andamento di un asset così da avere l’opportunitĂ  di agire tempestivamente. Le migliori piattaforme di trading oggi disponibili offrono tutte questa tipologia di grafico perchĂ© senza conoscere l’andamento dei prezzi in tempo reale, insieme allo storico, sarebbe impossibile prendere decisioni di trading efficaci.

Sulla base di tali motivazioni, è chiaro che un grafico di trading è il primo elemento con cui acquisire familiarità nel momento in cui si considera seriamente la possibilità di ottenere profitti da un’attività finanziaria.

Come funzionano i grafici di trading?

Per spiegare come funzionano i grafici di trading si rivela molto più pratico offrire un esempio tangibile. L’immagine riportata considera l’andamento della regina delle crypto, ovvero i Bitcoin, valutato mediante un grafico offerto dal conto demo gratuito del broker eToro:

Grafici di trading esempio su come funzionano
Come funzionano i grafici di trading: esempio sull’andamento dei Bitcoin

Ciò che risalta è sicuramente l’intuitivitĂ  di questi strumenti: a destra abbiamo un asse verticale che rappresenta i prezzi, mentre in basso c’è quello orizzontale che definisce l’arco temporale.  Con un’impostazione davvero semplice, in quanto è stato utilizzato un grafico di trading lineare, si può comprendere l’andamento del BTC in base ad un preciso time frame. In questo caso, così come cerchiato, è stato impostato a 30 minuti. 

Dopo aver settato correttamente il grafico, a seconda di quanto ci appare, è possibile iniziare a dedurre come operare sul mercato. In questo specifico caso, ad esempio, emerge l’estrema volatilità di mercato che caratterizza i BTC: graficamente è data dagli ampi movimenti della linea.

Naturalmente, si tratta di un esempio iniziale: maggiori informazioni saranno ricavabili combinando diversi indicatori di trading, essenziali per formulare una valida e corretta strategia di mercato. Dopo esser certi di aver ottenuto le informazioni necessarie, è proprio dal grafico che si potrĂ  aprire una posizione.

Aprire una posizione coi grafici di trading
Grafici di trading: come aprire rapidamente una posizione

In questo caso, dal grafico trading offerto da eToro abbiamo scelto di vendere allo scoperto, impostando uno stop loss per limitare eventuali perdite. Naturalmente, possiamo visionare il prezzo in tempo reale dell’asset e decidere la somma da voler investire. Tutto ciò avviene in maniera molto rapida e semplice, rendendo il funzionamento dei grafici di trading adatto anche ai principianti.

Intanto, consigliamo la lettura di:

Dove trovare grafici di trading gratis: migliori piattaforme consigliate

Le principali piattaforme dove trovare i grafici di trading migliori sono:

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Un argomento da affrontare con attenzione, in quanto determina l’andamento della propria attività, riguarda la piattaforma di trading a cui affidarsi. Considerando la necessità di un servizio sicuro e professionale per servirsi di grafici funzionali e utili allo studio dei mercati, è bene valutare con criteri ben definiti quale broker scegliere.

Tendenzialmente, consigliamo di optare esclusivamente per piattaforme regolamentate da apposite autorità di controllo, in modo tale da avere la certezza che il broker rispetti le normative imposte per tutelare gli interessi dei traders stessi.

Andiamo ora ad approfondire meglio quali sono e come si usano i grafici trading su alcune di esse.

eToro

eToro (sito ufficiale qui) è, in assoluto, uno dei broker piĂą affidabili e popolari nel mondo del trading online. Grazie all’introduzione di strumenti gratuiti e di supporto ai principianti è riuscito ad affermarsi su scala internazionale, ottenendo il favore di numerosi utenti. Nello specifico, ci riferiamo a funzioni come il Copy Trading: sicuramente uno dei piĂą noti espedienti con cui ovviare alla propria mancanza di esperienza.

Nello specifico, questa funzione consente di copiare a tutti gli effetti dei popular investor, ovvero gli utenti migliori della piattaforma. Così facendo, gli utenti hanno la possibilitĂ  di realizzare profitti o perdite in base ai risultati ottenuti dal trader copiato. E’ innegabile che il Copy Trading sia un escamotage perfetto anche per comprendere come operano i piĂą esperti, iniziando a valutare le tattiche che utilizzano per leggere ed interpretare i grafici professionali proposti da eToro.

Esempio di grafico di trading con la piattaforma eToro
Grafici di trading: una delle proposte del leader del Copy Trading eToro

L’immagine riportata mostra un’altra variante di grafico: quella a candele, proposto sempre a titolo gratuito accedendo ad un conto demo gratuito di eToro.

Per approfondire leggi anche:

Trade.com

Piattaforma sicura e professionale, utilizzata sia da investitori esperti che alle prime armi è Trade.com (sito ufficiale qui). Prima di cimentarsi nello studio dei mercati attraverso grafici di trading aggiornati in tempo reale, il broker offre un pacchetto formativo gratuito da cui iniziare a porre le basi per fornire una direzione ai propri piani di trading. Attualmente, l’offerta di Trade.com rientra tra le piĂą complete ed efficienti del settore, gratuitamente disponibili sul Web.

Inoltre, utenti giĂ  avanzati potranno ottimizzare i propri investimenti attraverso la MetaTrader4/5: un gioiellino che offre prestazioni di livello, con cui poter iniziare anche a fare trading automatico.

Trade.com e la proposta di grafici di trading
Trade.com: la professionale proposta di grafici da utilizzare su MetaTrader4

Consigliamo di testare la piattaforma per valutare se possa rivelarsi all’altezza delle proprie aspettative, aprendo un conto demo gratuito e senza alcun vincolo.

Per approfondire, leggi anche:

FP Markets

Un’ultima piattaforma che merita il podio per la qualitĂ  e l’affidabilitĂ  dei servizi proposti è FP Markets (sito ufficiale qui). Senza alcun dubbio, si tratta di un broker completamente innovativa e all’avanguardia, con cui poter accedere a due piattaforme: IRESS per i principianti e MetaTrader per i piĂą abili. In qualsiasi caso, si andrĂ  incontro a commissioni ridotte e spread realmente competitivi.

In termini operativi, il broker offre strumenti di ultima generazione per studiare i mercati nei minimi dettagli, avendo l’opportunità di accedere a grafici professionali e personalizzabili a seconda delle proprie preferenze.

FP Markets e l'offerta sui grafici di trading
FP Markets: utilizzare grafici di trading sicuri e professionali

Grazie a news di mercato sempre in primo piano, FP Markets consente agli utenti di avere sempre una panoramica completa delle fasi che gli assets scelti stanno affrontando. Per aprire un account di prova gratuito saranno sufficienti 3 minuti, dopodichĂ© chiunque potrĂ  mettersi alla prova senza correre rischi.

Per approfondire, leggi anche:

Grafici di trading: concetti essenziali

Parlare di grafici di trading implica una conoscenza dettagliata di tutti quei concetti tecnici che, prima o poi, i traders saranno costretti ad affrontare. Tra quelli principali da non lasciarsi assolutamente sfuggire, ci sono:

  • trend: indica la tendenza di mercato, ovvero si riferisce a movimenti ben definiti di un asset che possono rivelarsi sia rialzisti che ribassisti;
  • supporto: il livello che indica un arresto della fase ribassista di un asset che, di solito, si verifica quando c’è un’elevata richiesta di acquisto;
  • resistenza: indica un livello in cui l’asset smette di tendere al rialzo, di norma dovuto a vendite eccessive che ne arrestano la crescita;
  • fase laterale: momento in cui un asset presenta dei movimenti così limitati da restare bloccato in un determinato livello di prezzo, oscillando tra massimi e minimi;
  • pattern: concetto strettamente legato ai grafici, in quanto identifica dei modelli che si potrebbero presentare in base all’andamento dell’asset; quando ben individuati servono ad intuire qual è la situazione attuale del mercato.

Intanto, consigliamo l’approfondimento di:

Le diverse tipologie di grafici di trading

Come giĂ  accennato in precedenza, esistono diverse tipologie di grafici di trading a cui far riferimento. In base al grafico scelto, si potranno ottenere precise informazioni riguardo il mercato. In termini ancor piĂą semplici, ciascun investitore definisce la tipologia da utilizzare a seconda degli assets da analizzare.

Grafici di trading lineari

Procedendo per gradi, possiamo iniziare dai grafici di trading lineari. Si tratta di quelli piĂą chiari ed intuitivi da interpretare, ma sono probabilmente anche i piĂą basic. In linea generale, questi considerano semplicemente i prezzi di chiusura, non considerando tutte le fluttuazioni di valore che assets estremamente volatili riportano. Da questo punto di vista, appare chiaro che sono consigliati per tutti quei traders proiettati al lungo termine e che prenderanno in considerazione time frame abbastanza lunghi.

Grafico di trading lineare
Tipologie di grafici di trading: esempio di grafico lineare

Grafici di trading a barre

Un’altra tipologia riguarda i grafici di trading a barre, sicuramente utili per traders intraday e coloro che necessitano di informazioni relative ai minimi/massimi di un asset. Come mostra l’immagine, l’andamento del bene in questione è rappresentato da barre verticali con dei piccoli trattini orizzontali. I trattini servono per identificare i prezzi di apertura e chiusura, mentre dal massimo e dal minimo della barra verticale si ricaveranno, appunto, i due estremi raggiunti da un asset. 

grafici di trading tipologia a barre
Tipologie di grafici di trading: esempio di grafico a barre

In sintesi, il grafico a barre è tra i piĂą validi per ottenere indicazioni legate ai trend e alle tendenze dominanti (magari su un brevissimo periodo). Infine, l’ultima tipologia è quella su cui ci soffermeremo di piĂą: il grafico a candele giapponesi. Ad oggi, pare che sia quello piĂą utilizzato a prescindere dal mercato e dagli assets a cui accedere. Il motivo è dovuto ad una struttura abbastanza semplice, in quanto ricorda quella dei grafici a barre, ma che offre delle informazioni ancor piĂą importanti, soprattutto per strategie future.

Grafici a candele giapponesi

Come evidenzia l’immagine ottenuta sempre grazie al conto demo eToroanche il grafico a candele giapponesi può essere utilizzato dai neofiti del trading online. 

tipologia di grafico a candele
Tipologia di grafici di trading: esempio di grafico a candele giapponesi

Proviamo a spiegarlo in modo semplice, così da incrementare le possibilitĂ  di riuscire ad applicarlo ai propri investimenti finanziari. Sicuramente la prima caratteristica che si nota riguarda il colore delle candele. Nello specifico, si avrĂ :

  • colore rosso: se il prezzo di chiusura è inferiore a quello di apertura;
  • colore verde: al contrario, se la chiusura è maggiore rispetto all’apertura.

Il “rettangolo” colorato che si vede, tecnicamente è definito come “corpo”, mentre le linee superiori ed inferiori sono dette “ombre”. Queste ultime definiscono il prezzo massimo/minimo toccato da un asset. 

Attraverso queste brevissime informazioni, sono stati giĂ  messi in chiaro i vantaggi di utilizzare un grafico del genere. In sintesi, offre indicazioni essenziali riguardo i trend dominanti ed eventuali fasi laterali o inversioni. Inoltre, quando s’inseriscono degli appositi indicatori di trading, questa tipologia di grafico si rivela ampiamente impiegata anche per elaborare previsioni di Borsa o altri mercati che si preferiscono.

Grafici di trading: per quali mercati utilizzarli?

Ciascuna tipologia di grafico è adatta a fare particolari tipi di analisi e ad applicare specifiche strategie, tuttavia è innegabile il carattere versatile che contraddistingue tali strumenti. Infatti, è possibile utilizzare un grafico di trading di qualsiasi tipo per intervenire su tutti i principali mercati:

Naturalmente, il corretto utilizzo di un grafico di trading dipende dalla conoscenza del mercato a cui si vuole accedere. Infatti, risulta davvero importante non dare per scontati i vantaggi ottenibili dall’utilizzo di un grafico, esso rivela tutto ciò che si necessita conoscere per poter cogliere le migliori opportunità di accesso al mercato.

Mercati estremamente volatili e liquidi richiedono grafici in tempo reale adatti a cogliere le fluttuazioni di valore registrate anche sul brevissimo termine, in modo da potersi insinuare correttamente tra le complesse dinamiche che rendono determinati assets piĂą instabili di altri.

Per un approfondimento specifico sui grafici del mercato valutario si consiglia la lettura di:

Come leggere un grafico di trading: spiegazione

Quando si parla di grafici di trading è fondamentale non lasciarsi sfuggire l’importanza che questi rivestono, come giĂ  detto, nello studio dell’analisi tecnica. Per tale ragione, è bene iniziare a fornire una spiegazione dettagliata di come funzionano i grafici di trading. Il modo migliore per chiarire un concetto è offrirne un esempio pratico: nel nostro caso, abbiamo preso in considerazione le azioni Unicredit, utilizzando un semplice grafico a candele giapponesi impostato su 30 minuti.

quali informazioni offrono i grafici di trading
Come leggere un grafico di trading: esempio di segnale rialzista ed entrata sul mercato

In base al movimento mostrato dalle candele, è stato possibile tracciare un trend rialzista vissuto dal titolo. Ciò viene mostrato in modo chiaro dal grafico qui riportato: c’è un evidente rialzo nel prezzo delle azioni Unicredit. Allo stesso modo, siamo riusciti ad identificare una possibile entrata sul mercato, in quanto ci sono molte probabilitĂ  che il titolo si assesti e segua un trend ancora in rialzo.

Dalla seconda immagine qui presente, è possibile notare il caso opposto: una fase ribassista per il titolo Unicredit. In questa breve fase, le azioni hanno riportato un leggero crollo nei prezzi.

Come investire attraverso i grafici di trading
Grafici di trading: come interpretare un movimento ribassista

Attraverso questi due rapidi e semplici esempi, si è riusciti a comprendere come in molti casi la lettura e l’interpretazione di un grafico di trading si rivela adatta anche a coloro che hanno poca esperienza nel settore.

Come si studiano i grafici di trading 

Quando ci si accinge allo studio di un grafico di trading è importante conoscere le modalitĂ  piĂą adatte per realizzare una corretta analisi tecnica. Quest’ultimo è un concetto essenziale per chiunque sia intenzionato a fare trading online, in quanto riguarda lo studio dei rendimenti passati di un asset, attraverso gli appositi grafici, per effettuare previsioni e dedurre qual è la situazione di mercato attuale che un asset sta affrontando.

Naturalmente, non è per niente consigliabile affidarsi ad un semplice grafico, ma è bene conoscere i principali indicatori per elaborare delle precise strategie di trading. Una volta selezionato il mercato, bisognerĂ :

  • scegliere la tipologia di grafico;
  • settare il time frame;
  • selezionare gli indicatori necessari;

In quest’ultimo caso, dal grafico del conto di prova eToro, la selezione degli strumenti necessari è un’operazione che si rivela nuovamente rapida e semplice da effettuare. La scelta è davvero ampia: si potranno applicare indicatori rilevanti per misurare la volatilitĂ  e la forza di un trend come i Ritracciamenti di Fibonacci, oppure oscillatori come il MACD, sicuramente tra i piĂą usati dai traders online.

E’ importante ribadire l’essenzialità di procedere in questa direzione: purtroppo, non è pensabile fare trading online senza studiare i mercati con gli appositi grafici e la combinazione di tutti gli strumenti indispensabili per l’analisi tecnica.

Grafici di trading: considerazioni finali

Per ottenere risultati concreti, pur partendo da zero, è importante comprendere quali sono gli strumenti da sfruttare a proprio vantaggio. Tra questi, è impossibile non inserire i grafici di trading: essenziali per conoscere l’andamento del mercato ed individuare i momenti migliori per applicare le proprie strategie.

Per quanto possa sembrare un concetto trito e ritrito, durante la guida abbiamo evidenziato come ogni investitore, in base ai propri scopi, necessiti di scegliere quello più adatto, senza tralasciare aspetti come il time frame. Prima di concludere, si rivela opportuno ricordare che solamente scegliendo tra i migliori broker di trading online, si avrà l’opportunità di affiancare la propria attività ad uno studio corretto e preciso dei mercati.

FAQ Grafici di trading: domande frequenti

Cosa sono i grafici di trading?

Un grafico di trading è semplicemente uno strumento, spesso interattivo, con cui conoscere le variazioni di valore di un bene o asset in uno specifico lasso temporale.

Quali sono le tipologie di grafici di trading?

Tra le tipologie di grafici proposte dalle migliori piattaforme di trading ci sono: i grafici lineari, quelli a barre e a candele giapponesi.

A cosa servono i grafici di trading?

I grafici servono per elaborare precise strategie di trading in base all’attuale situazione di mercato, in quanto forniscono dati aggiornati in tempo reale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.