Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Crédit Agricole

La società finanziaria Crédit Agricole ha fatto la storia del settore bancario in Francia, essendo stata fondata nel 1894 e avendo apportato interessanti novità sui mercati.

Leader del retail banking in Europa, di recente ha espresso la volontà di volersi occupare della questione ambientale: ha aperto le porte alla sostenibilità, creando un legame tra economia, società e rispetto verso il territorio.

Grazie all’impegno mostrato verso le nuove esigenze della clientela, la Crédit Agricole non fa altro che rendersi interessante anche da un punto di vista finanziario. Infatti, il proposito della guida è fornire un’analisi delle azioni legate all’istituto bancario francese, così da valutarne le potenzialità.

In verità, senza conoscere le modalità per accedere al titolo, anche previsioni allettanti si rivelerebbero poco utili. Per tale ragione, si proporrà anche una soluzione per investire il Borsa, innovativa ed accessibile: il online trading: una scelta che sembra accomunare un numero sempre crescente di investitori in tutto il mondo.

Principali caratteristiche del titolo Walmart:

ISIN:FR0000045072
Quotata in borsa dal:2001
Indice di riferimento:CAC40
Settore:Banking
Capitalizzazione:25,63 miliardi
Target Price Medio:14,88 EUR
Come comprare:Azioni DMA / CFD
Dove comprare:eToro / FP Markets / Trade.com
La tabella mostra le principali caratteristiche del titolo Crédit Agricole.

Come comprare azioni Crédit Agricole: Trading in CFD e azioni pure DMA

Prima di giungere al fulcro della guida e studiare, come attiva di Borsa, la società bancaria Crédit Agricole, riteniamo opportuno proporre le modalità d’investimento più adatte per accedere al titolo.

Riprendendo quanto accennato nell’introduzione, l’opzione attualmente più all’avanguardia per investire in Borsa è fare trading on line. In poche parole, si tratta di un’attività finanziaria speculativa, totalmente gestibile online.

Il trading CFD rientra tra le possibilità d’accesso ai mercati finanziari, adatto a qualsiasi tipologia d’investitore: dal più esperto al neofita che parte da zero. In effetti, i Contracts for Difference si rivelano flessibili e versatili, ponendo le basi per un’attività gestibile in base alle proprie capacità, ma soprattutto senza andare oltre l’effettivo capitale di cui si dispone.

Si tratta di strumenti derivati con cui poter effettuare la compravendita degli assets finanziari più promettenti del momento. Ciò significa, innanzitutto, che si potrà speculare su un bene senza possederlo, generando profitti dalle continue variazioni di prezzo riportate sul mercato. Tuttavia, il vantaggio principale risiede nella possibilità di investire al rialzo, oppure al ribasso, attraverso la cosiddetta vendita allo scoperto.

Analisi finanziaria delle azioni Crédit Agricole- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Il logo storico di Crédit Agricole. La nostra guida completa con analisi tecnica, analitica, target price e previsioni sul prezzo.

Nel secondo caso, è chiaro che si potrà tentare di trarre il meglio dal mercato anche quando appare sfavorevole: sarà sufficiente vendere allo scoperto, naturalmente in base a studi e strategie adatti alla situazione.

Comprare azioni Crédit Agricole con il trading online offre anche un’ulteriore opportunità, principalmente scelta da investitori che preferiscono operare in long, valutando bene rischi e profitti ottenibili da ciascuna operazione. Dunque, si potrà fare trading in DMA, garantendosi un diretto accesso al mercato, divenendo soci a tutti gli effetti del gruppo. Così facendo si avrà anche diritto ai dividendi, nel caso in cui la società scelta li prevedesse.

Scegliendo di accedere al mercato in questo modo, è bene sapere che ci sarà un rapporto direttamente proporzionale tra il capitale investito e l’andamento dell’asset: in caso di rialzi, si registreranno plusvalenze.

Una volta che si sceglierà qual è la soluzione migliore per fare trading, ci si scontrerà con un’altra decisione: a quale piattaforma affidarsi per i propri investimenti finanziari?

Dove comprare azioni Crédit Agricole: migliori piattaforme da utilizzare

La scelta della piattaforma è determinante quando si fa trading online: una scelta sbagliata, purtroppo, potrebbe condurre a sorprese indesiderate. Infatti, le truffe non sono estranee al settore, anche se si rivelano facilmente evitabili con delle piccole verifiche.

In prima istanza, si consiglia di controllare le autorizzazioni e le regolamentazioni che il broker scelto possiede. Caratteristica essenziale, permette ai traders di identificare una piattaforma professionale e che opera in maniera del tutto legale, rispettando le normative imposte sul territorio.

Le autorità, sul territorio europeo, preposte per la verifica ed il controllo di broker, così da rendere i mercati trasparenti, sono due:

Un altro elemento da sottoporre alla propria attenzione durante la scelta del broker riguarda i costi e le commissioni trading previste. Ciò che spesso molti investitori inesperti non sanno è che, il trading online, non ne prevede: l’unica somma, davvero irrisoria, è lo spread. Tecnicamente, indica il divario tra prezzo iniziale e finale di un asset, al momento di chiusura della posizione. Per quanto possa apparire banale, per coloro che investono piccole somme, potrebbe esser limitante dover far fronte a spese che potrebbero superare i profitti.

Infine, le migliori piattaforme di trading risultano chiare ed intuitive, cioè facilmente utilizzabili anche dai meno esperti, così che ogni utente possa focalizzarsi esclusivamente sulle operazioni da effettuare. Intanto, la guida proseguirà menzionando brevemente le particolarità più interessanti di quelli che, attualmente, si possono considerare come i migliori broker di mercato.

eToro

eToro (qui per il sito ufficiale del broker) occupa il podio tra le migliori piattaforme di trading, proponendo servizi professionali, privi di commissioni e del tutto innovativi. Chiaramente, possiede tutte le carte in regola per offrire la propria piattaforma ad utenti di tutto il mondo.

La prima caratteristica da evidenziare riguarda il doppio servizio di brokeraggio proposto da eToro: si potrà investire mediante CFD, oppure in modalità pura DMA. Se si considera l’interessante selezione di titoli azionari presenti, su cui negoziare a zero spese, la proposta di trading azionario di eToro risulta più che vantaggiosa.

Nel particolare, la fama del broker è stata sancita dall’introduzione di funzioni all’avanguardia e concretamente di supporto per gli utenti meno esperti. Infatti, nasce come la prima piattaforma funzionante come un social network, ponendo l’interazione tra gli utenti al primo posto. Scopri di più sul Social Trading visitando questo indirizzo.

Lo strumento preferito dai traders è, però, il Copy Trading di eToro, con cui poter scegliere i cosiddetti “Popular Investor”, lasciando che automaticamente i risultati da loro ottenuti siano replicati sul proprio profilo. Per poter prendere visione di tutto ciò in prima persona, basterà aprire un conto demo gratuito e non vincolante.

Letture consigliate:

FP Markets

Un’ulteriore piattaforma apprezzata su scala internazionale è FP Markets (qui per il sito ufficiale). Broker regolamentato da chi di dovere, si rivela un’ottima scelta sia per i più esperti, che per i novizi traders.

La piattaforma offerta è davvero intuitiva, ma ricca di strumenti di cui usufruire a proprio vantaggio. Infatti, è possibile accedere gratuitamente ad una sezione didattica da cui iniziare a conoscere il mondo del trading e le complesse dinamiche che reggono i mercati finanziari. Dopodiché, l’account demo per fare pratica gratis si rivelerà fondamentale per mettere in pratica quanto appreso, senza preoccuparsi di perdere i propri risparmi.

FP Markets possiede anche numerosi strumenti d’analisi finanziaria, con cui studiare al meglio gli assets su cui negoziare: da Autochartist alle previsioni Forex, si otterrà un supporto completo.

Per traders professionisti, il broker rende disponibile MetaTrader: la piattaforma più amata al mondo, perché combina sofisticazione e rapidità per operare a livelli più complessi.

N.B: FP Markets consente di fare trading CFD, oppure in modalità pura DMA; in entrambi i casi a zero spese e con spread davvero competitivi.

Trade.com

Trade.com (qui per il sito ufficiale) è un ultimo broker ben apprezzato nel settore, poiché presta una particolare attenzione agli utenti meno abili. Naturalmente, ci si riferisce nuovamente ad una piattaforma che opera in totale trasparenza, godendo delle regolamentazioni necessarie.

Investire online con Trade.com, prima di tutto, significa aver accesso ad un pacchetto di titoli azionari più che notevole: propone circa 1.700 azioni su cui negoziare a zero spese. In più, la scelta della modalità è totalmente soggettiva; sono gli utenti a decidere se utilizzare i CFD, o optare per il trading DMA.

La piattaforma è particolarmente nota per la validità dell’area formativa che presenta, ricca di contenuti divisi in base al livello personale dei traders che variano da ebook a videolezioni per soddisfare qualsiasi esigenza. Per scaricare il materiale didattico Trade.com, visita questa pagina.

Infine, oltre al conto demo comune ai migliori broker di mercato, il broker rende la propria piattaforma ancor più accessibile: saranno sufficienti 100 euro di deposito minimo per aprire un account reale.

Azioni Crédit Agricole: analisi completa del titolo

Finalmente, si può giungere alla tanto attesa analisi delle azioni Crédit Agricole: un aspetto basilare per investimenti corretti e consapevoli. Infatti, il primo step per creare un wallet ben diversificato ed equilibrato comprende lo studio dettagliato degli assets scelti, in modo da valutarne bene profitti e rischi: una costante nel mondo delle finanze.

In particolare, la guida si soffermerà sulle due principali discipline nel trading online: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica.

Analisi fondamentale azioni Crédit Agricole

Il primo aspetto affrontato riguarda l’analisi fondamentale delle azioni Crédit Agricole. In breve, si tratta di una disciplina che studia i principali fattori (micro e macroeconomici) che esercitano un’influenza tale sul titolo in questione da attuarne dei cambiamenti in termini di prezzo. Inoltre, è utile per comprendere le strategie e le prospettive di crescita che una società possiede per il futuro.

La Crédit Agricole nasce in un periodo storico molto particolare: la fine dell’800, rientrando tra i primi istituti bancari che fecero da cassa per la classe contadina. L’istituzione effettiva del gruppo, però, avviene solo nel 1894, con la partecipazione di casse locali e, poco dopo, anche di quelle regionali.

Dopo un piano ben elaborato, la Crédit Agricole si distacca totalmente dal controllo statale, da cui era nata, potendo iniziare l’espansione territoriale che le ha garantito il titolo di maggior player europeo nel settore del retail banking.

Crédit Agricole: quotazione e dati storici

La Crédit Agricole debutta in Borsa nel 2001, con una quotazione presso l’Euronext di Parigi e anche nell’Indice principale della Nazione: il CAC40, comprendente esclusivamente le società dalla capitalizzazione più elevata.

Da questo punto di vista, con un’attuale capitalizzazione di mercato pari a 25,59 miliardi di euro, è la terza banca più importante sul territorio francese.

Analisi finanziaria delle azioni Crédit Agricole- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Una delle filiali Crédit Agricole.
Analisi finanziaria a cura degli esperti di Investimentifinanziari.net

L’IPO del 2001 si è rivelata un successo per il gruppo bancario: con una stima iniziale di €16,60, dopo poco il valore è aumentato giungendo a €17,85. Ciò ha messo in evidenza l’elevata richiesta da parte degli investitori, attirati da una market cap di 17,4 miliardi iniziali.

I rendimenti storici della Crédit Agricole mostrano, in linea generale, un titolo propenso alla crescita. Naturalmente, occupando un settore rischioso, perché strettamente dipendente dall’economia nazionale e internazionale, ha subito anche flessioni negative. Tra i periodi più complessi, si ricorda il 2007: piena crisi finanziaria su scala globale che comporta un deprezzamento del titolo.

La piena ripresa avviene nel 2014, quando il gruppo amplia le proprie filiali, detenendo un più stabile patrimonio finanziario e registrando un incremento delle entrate, pari a 15,85 miliardi di euro (+1,1% rispetto all’ anno precedente).

Nel 2015 riesce a dimostrare quanto il gruppo bancario sia interessato ad imporsi come leader del settore su larga scala, rialzando le quotazioni in Borsa del +14%: con gli utili netti di 6 miliardi di euro, la Crédit Agricole raggiunge il proprio massimo storico.

Come si può ben comprendere, il titolo Crédit Agricole riesce a fronteggiare bene anche le più complesse situazioni di mercato, attuando strategie che favoriscono anche gli investitori che decidono di dare fiducia alla compagnia.

Crédit Agricole: principali competitors

Il settore bancario è più competitivo di quanto ci si possa aspettare. Ciò si rivela importante per conoscere le effettive prospettive di crescita di un titolo, in relazione ai propri competitors.

Nel caso della Crédit Agricole, i principali competitors sono:

Nonostante si tratti di gruppi ben noti, la società in analisi rientra tra le prime dieci banche più importanti in Europa, con una visibilità al di fuori del territorio in crescita costante.

Per restare aggiornati sulle principali news di mercato, si consiglia di affidarsi a piattaforme di trading professionali come Trade.com: propone un calendario economico consultabile quotidianamente.

Azionariato Crédit Agricole

L’azionariato Crédit Agricole è così suddiviso:

  • SAS Rue La Boétie: 56,6%;
  • Investitori istituzionali: 31,9%;
  • Azionisti individuali: 7,4%;
  • Dipendenti del gruppo: 3,4%

Crédit Agricole: business model e piani strategici per il futuro

La compagnia francese Crédit Agricole fonda il proprio business model, così come le strategie future, sulle esigenze e gli interessi dei propri clienti. Grazie a tali basi, è riuscita ad imporsi come un istituto bancario di eccellenza nella relazione con la clientela: fondamentale per esser scelti in un settore così competitivo.

La compagnia si erge su una struttura piramidale che prevede:

  • Crédit Agricole SA;
  • Casse locali;
  • Casse regionali.

Un conglomerato del genere non poteva che offrire servizi individuali e personalizzati, divisi in precisi segmenti: dal reparto assicurativo, al credito al consumo, al leasing&factoring, la Crédit Agricole è riuscita ad attuare un’ottima strategia di diversificazione.

Ciò in cui eccelle è il retail banking, affermandosi come la numero uno in Europa nel settore: la digitalizzazione e l’innovazione sono un punto chiave per il modello business della compagnia, i cui scopi principali sono volti ad un’espansione territoriale e l’acquisizione di nuovi clienti.

Se si aggiungono anche valori come trasparenza e credibilità, si può comprendere ulteriormente come la crescita dell’istituto sia stata dettata dall’adozione di piani strategici validi per conquistare una clientela fidelizzata, ma anche soddisfatta.

Di recente, la Crédit Agricole si sta impegnando anche nel settore green: accompagnando l’economia al rispetto verso l’ambiente, l’azienda vuole promuovere finanziamenti responsabili e puliti.

Sulla scia di queste affermazioni, si può anche comprendere il senso dello slogan del gruppo:

“Crédit Agricole: una banca tutta per voi”

Analisi tecnica azioni Crédit Agricole

Passando ad un aspetto sicuramente più complesso agli occhi dei traders alle prime armi, si presenterà l’analisi tecnica sulle azioni Crédit Agricole. In parole semplici, si tratta della disciplina che, attraverso lo studio dei rendimenti passati, con l’utilizzo di un grafico di trading, consente di definire i più probabili movimenti di mercato futuri del titolo. Nello specifico, il grafico qui utilizzato è stato ottenuto dal conto demo gratuito di eToro.

Grafico generato tramite gli strumenti di misurazione finanziaria della piattaforma di trading online di eToro.

Per agevolare i meno esperti, al grafico è stata applicata una delle strategie di trading più semplici ed efficaci: la Doppia Media Mobile. Si tratta di una strategia che prevede il calcolo di due medie mobili differenti (una lenta, l’altra veloce). Impostate su un time frame preciso, in questo caso un’ora -utile per investimenti sul breve periodo- si potranno individuare i punti di ingresso/uscita dai mercati.

Più nello specifico, le intersezioni delle linee mostrano due segnali:

  • Di vendita: quando la media mobile veloce (linea rossa) incontra quella lenta (linea gialla) dall’alto verso il basso;
  • Di acquisto: quando la media mobile veloce, al contrario, incrocia quella lenta dal basso verso l’alto.

Visionando il grafico, si potrà notare che sono stati riportati entrambi i casi. Il primo cerchio mostra un segnale di vendita, poiché il titolo si sta incamminando verso una tendenza ribassista. Il secondo, invece, mostra una ripresa delle azioni Crédit Agricole, fornendo uno spunto di vendita ai traders. Si ricorda che, solo operando con i migliori broker CFD si potrà investire al ribasso, mettendo in pratica la vendita allo scoperto.

Azioni Crédit Agricole: grafico con quotazione in tempo reale

Per investire correttamente sul titolo francese è importante monitorarne costantemente l’andamento sul mercato. Ecco un grafico con la quotazione in tempo reale delle azioni Crédit Agricole:

[GRAFICO PREZZO AZIONI WALMART, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Crédit Agricole: Target Price e prospettive future

Prima di concludere la guida, si vogliono fornire le ultime indicazioni riguardo il titolo Crédit Agricole: per ottenere dei benefici concreti dalle proprie operazioni, controllarne il target price è un primo importante passo. In più, per avere una panoramica completa riguardo il futuro della società, verranno presentate le prospettive per il biennio 2021/2022.

Target Price azioni Crédit Agricole

Il target price si riferisce al valore più probabile che le azioni Crédit Agricole presentano sul medio periodo.

14,88 TM9,50 TB17,02 TA
Target Price Medio, Target Price Basso, Target Price Alto – MEDIO PERIODO

TB sta per target price basso ed indica una quotazione di 9,50 euro per azione: se si considera il minimo toccato nell’ultimo anno, pari a 5,70 euro, si potrà giù tirare un sospiro di sollievo. Il titolo, anche nel peggiore dei casi, dovrebbe registrare perfomances migliori rispetto all’anno scorso.

Il massimo previsto, invece, è pari a 17,02 euro per share: netto rialzo rispetto ai massimi raggiunti di 13,80 euro. Dunque, in caso di trend positivi, le azioni riporteranno un interessante rialzo.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: le informazioni finanziari riportate durante la guida sono sottoposte ad una periodica revisione da parte del nostro staff di esperti, così da fornire indicazioni valide ai fini dei propri investimenti.

Azioni Crédit Agricole: Previsioni 2021/2022

Le previsioni sul titolo per il biennio 2021/2022 risultano positive per diversi punti di vista. Prima di tutto, entro fine anno si vocifera di una probabile fusione con il banco BPM: potrebbe realizzarsi un gruppo bancario dalle dimensioni piuttosto grandi, agevolato dai lunghi anni di esperienza che hanno portato la Crédit Agricole ad imporsi tra i giganti del mercato.

Inoltre, con piani strategici proiettati verso piani finanziari green e sostenibili, potrebbe crescere il consenso degli investitori verso le azioni Crédit Agricole. Ciò trova l’appoggio anche degli esperti: sul lungo termine, consigliano un buy. Su 13 analisti: 9 consigliano l’acquisto, mentre i restanti quattro spingono per l’hold.

Coloro che, invece, preferiscono posizioni short ma proficue, possono approfittare dell’attuale situazione che il titolo francese sta vivendo: sembra che l’investimento, contraddistinto da un titolo che si sta discostando chiaramente dal valore dei prezzi precedenti, sia tanto rischioso quanto quanto cospicuo. In questo caso, c’è bisogno di avere alle proprie spalle un bagaglio di esperienza tale da non lasciarsi sopraffare dalle proprie emozioni, operando nella maniera richiesta dall’occasione.

Comprare azioni Crédit Agricole: conviene?

Dopo una lunga analisi sulle azioni Crédit Agricole, è naturale chiedersi se investire sul titolo sia la scelta giusta. Purtroppo, non si può fornire una risposta unidirezionale: tutto varia in base alle strategie che si vogliono adottare, l’orizzonte temporale su cui si vuole operare e i propri obiettivi finali.

In linea generale, uno dei vantaggi di investire in azioni Crédit Agricole riguarda la portata internazionale che, ormai, vede il titolo tra i più perfomanti del settore bancario europeo. Inoltre, è bene sapere che il gruppo si rivolge ad un target di clienti abbastanza ampio: dai privati, alle aziende, agli investitori individuali. Ciò significa che la solvibilità rientra tra i punti di forza della banca

L’istituto di credito francese presenta anche dei rendimenti piuttosto stabili, con cui può dedicare parte del capitale ad investimenti in settori nuovi, come il banking online: una delle novità più apprezzato in questo campo, di cui la Crédit Agricole si fa leader.

Un aspetto a cui si vuole sottoporre l’attenzione dei traders potrebbe passare spesso inosservato: la banca in questione ha delle mancanze nel marketing non indifferenti, lasciando che il marchio non cresca quanto dovuto al di fuori dell’Europa.

Le opportunità, tuttavia, sono ancora numerose: si prospetta un’entrata sui mercati emergenti, raggiungendo lo scopo di affermarsi come un punto di riferimento finanziario su scala mondiale.

Comprare azioni Crédit Agricole: opinioni e considerazioni finali

Dopo uno studio della Crédit Agricole condotto su due direzioni diverse, ma complementari l’una con l’altra, si può tranquillamente affermare che puntare al titolo francese può rivelarsi una scelta remunerativa. In effetti, la banca ha dalla sua parte dei vantaggi innegabili: posizione predominante, marchio affidabile e prodotti e servizi innovativi che non possono non attrarre una clientela numerosa.

Bisogna ricordare che, nata come piccola realtà legata al mondo agricolo, la Crédit Agricole è riuscita a mettere in piedi un agglomerato solido e apprezzato in tutto il mondo, con una particolare preferenza dai paesi europei.

Trarre tutti i potenziali vantaggi dal titolo francese significa, come già affermato, affidarsi alla scelta d’investimento più adatta alle proprie abilità, ma che fornisca anche chances reali di ottenere importanti risultati. Dunque è possibile rimettere in gioco i CFD: gli unici strumenti con cui poter investire al ribasso, senza dover necessariamente acquistare il titolo e senza preoccuparsi delle commissioni. Selezionando un broker tra quelli proposti durante la guida, anche i principianti potranno pensare di comprare azioni Crédit Agricole e diventare professionisti del settore.

Azioni Crédit Agricole: domande frequenti

Come comprare azioni Crédit Agricole?

La soluzione migliore per comprare azioni Crédit Agricole, potendo gestire in totale autonomia la propria attività, sarebbe fare trading online.

Posso comprare azioni Crédit Agricole senza pagare commissioni?

Sì, il trading in CFD non prevede commissioni.

Posso acquistare in modalità diretta le azioni Crédit Agricole?

Sì, selezionando un valido broker DMA si potrà accedere in modalità diretta alle azioni Crédit Agricole.

E’ possibile investire al ribasso sulle azioni Crédit Agricole?

Sì, operando con una delle migliori piattaforme di trading si potrà attuare la vendita allo scoperto, puntando sul ribasso delle azioni Crédit Agricole.

Qual è la capitalizzazione di mercato di Crédit Agricole?

Attualmente, la capitalizzazione di mercato della Crédit Agricole equivale a 25,59 miliardi di euro.

Qual è il target price medio previsto per le azioni Crédit Agricole?

Il target price medio previsto è di pari a 14,88 euro per azione.

Comprare azioni Crédit Agricole conviene?

L’istituto bancario francese possiede ancora interessanti margini di crescita, appetibili per il medio/lungo periodo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.