Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Exor

La Exor è una holding italiana, con sede in Olanda, appartenente alla famiglia Agnelli. Fondata nel 1927, è una delle realtà finanziarie di maggior successo in termini europei.

Nonostante si tratti di un gruppo storico, è ancora attento a non farsi scappare gli investimenti più allettanti del momento: di recente, sembra che la Exor possiederà il 14,4% del gruppo Stellantis; la quarta società al mondo che occupa il settore automobilistico, nata dalla fusione tra FCA e PSA.

Partendo da tale notizia, si può immediatamente intuire che la Exor guidata da una delle famiglie più prestigiose d’Italia, ha ancora intenzione di dominare i mercati. Dunque, è al centro dell’attenzione anche di numerosi investitori interessati alle azioni più promettenti del momento.

Lo scopo della guida è quello di fornire informazioni circa la Exor come attiva di Borsa, attraverso un attento studio dei punti di forza e degli svantaggi del titolo. Dopodiché, si potrà effettivamente capire se le azioni Exor siano quelle giuste per dare una svolta ai propri investimenti finanziari.

Una questione da risolvere, prima di cimentarsi nell’analisi di Exor, riguarda le modalità per accedere ai mercati. A tal proposito, si tratterà del trading online: un’attività del tutto innovativa, che si rende accessibile anche ai principianti.

Principali caratteristiche del titolo Exor:

ISIN:NL0012059018
Quotata in borsa dal:1868
Indice di riferimento:FTSE MIB
Settore:Servizi finanziari
Capitalizzazione:13,66 mrd
Target Price Medio:72,13 €
Come comprare:Azioni DMA / CFD
Dove comprare:eToroFP Markets / Trade.com
La tabella mostra le principali caratteristiche del titolo Exor.

Come comprare azioni Exor: Trading in CFD e azioni pure DMA

Per comprare azioni Exor in maniera efficiente, garantendosi immediatezza nelle esecuzioni ed una maggiore accessibilitĂ  (tanto in termini economici, che di esperienza), il trading online appare la scelta piĂą adatta. In effetti, sembra accomunare un numero sempre crescente di investitori, avendo risolto i limiti legati alle tradizionali modalitĂ  per investire in Borsa.

Trattandosi di un’attività finanziaria completamente gestibile tramite Internet, consente la piena gestione del proprio wallet, nei momenti e nei luoghi che si preferiscono per concentrarsi sui propri affari.

Ciò che rende ancor più interessante il trading, riguarda la doppia possibilità per speculare sugli assets di mercato selezionati:

  • Trading in CFD: investire attraverso strumenti finanziari derivati;
  • Trading DMA: accedere direttamente al mercato attraverso broker specifici che permettono questo.

Partendo dal primo punto, i Contracts for Difference si sono rivelati strumenti flessibili e versatili, adattabili a qualsiasi strategia, ma anche ad ogni mercato finanziario. In primis, è bene sapere che consentono di negoziare su un asset senza possederlo, avendo il vantaggio di realizzare profitti grazie alle frequenti variazioni di valore che riporta.

In verità, il beneficio principale da evidenziare è la possibilità di ricavi bilaterali: si può investire al rialzo, ma anche al ribasso. Procedendo semplicemente con la vendita allo scoperto, si potrà tentare di ottenere il meglio dai mercati anche quando appaiono poco propizi.

exor logo aziendale
Logo Exor: il gruppo che ha fatto la storia del mondo finanziario in Italia ed oltre. La nostra guida completa con analisi tecnica, analitica, target price e previsioni sul prezzo.

Per investitori interessati ad andare in long, ben consapevoli di rischi e profitti legati a ciascuna operazione, c’è l’opportunità di fare trading DMA. L’acronimo che sta per “Direct Market Access” indica che si potrà acquistare direttamente un titolo finanziario. Così facendo, si diventerà soci effettivi del gruppo, avendo diritto alla percezione di dividendi (se previsti dalla società).

Bisogna chiarire che l’acquisto di azioni pure implica un diretto legame tra capitale investito e andamento del titolo sul mercato: si otterranno profitti solo quando registrerà dei rialzi. In caso contrario, è bene sapere che si andrà incontro a delle perdite che, per evitare di compromettere la propria attività, è bene considerare in anticipo.

Per poter investire, sia mediante CFD che in modalità DMA, è necessaria l’intermediazione di un broker. Nel caso di accesso diretto ai mercati, ha il compito di piazzare l’ordine dei propri utenti sulla scia della “migliore esecuzione”, cioè quando il titolo azionario sembra incamminarsi verso trend rialzisti.

Intanto, ecco i migliori broker DMA a cui potersi affidare:

Dove comprare azioni Exor: migliori piattaforme da utilizzare

La piattaforma di trading a cui affidarsi è una scelta fondamentale per evitare di incappare in sorprese spiacevoli. Nonostante ciò, le truffe che potrebbero inibire molti traders inesperti, sono facilmente evitabili se si attuano delle veloci verifiche.

In effetti, ci sono requisiti fondamentali che le migliori piattaforme di trading devono soddisfare affinché siano ritenute tali.

In primo luogo, è indispensabile utilizzare esclusivamente piattaforme trading affidabili e regolamentate. Nel caso di traders europei, ci sono due autorità di vigilanza che si occupano di disporre normative per la tutela e la salvaguardia dei traders online: CySEC e CONSOB.

Un altro fattore a cui prestare attenzione riguarda, invece, le commissioni: generalmente, fare trading online non ne comporta. Per esser più chiari, si andrà incontro ad una piccola somma tecnicamente definita “spread”: unica fonte di entrata per i broker, che indica il divario tra prezzo iniziale e finale di un asset.

Infine, un broker serio e professionale offre una piattaforma semplice e chiara da utilizzare, con lo scopo di facilitare il tutto anche ai neofiti.

Sulla base di quanto appena detto, la guida proseguirĂ  con una breve menzione a quelle che, attualmente, occupano il mercato come migliori piattaforme di trading online, adatte a qualsiasi tipologia di traders e ben note nel settore.

eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è la prima piattaforma a cui poter pensare per intraprendere un’attività di trading in totale sicurezza, con il supporto di cui si necessita. Ciò significa che il broker offre servizi di trading in maniera del tutto trasparente e legale: non a caso, è ormai un indiscusso leader del settore.

Le particolaritĂ  che maggiormente hanno suscitato interesse negli utenti sono state funzioni come:

  • Social trading: eToro è la prima piattaforma che riprende le funzioni tipiche di un social network, consentendo agli utenti di interagire tra loro. Dunque, si potranno ricavare previsioni di Borsa, in tempo reale, dai piĂą esperti;
  • Copy Trading: strumento brevettato, consente di seguire dei popular investor, cioè i migliori traders della piattaforma. DopodichĂ©, in automatico, verranno riportati i risultati da loro ottenuti sul proprio profilo.

eToro propone sia servizi di brokeraggio in CFD che in modalità reale DMA: in entrambi i casi, a zero commissioni, potendo selezionare i titoli azionari più interessanti del momento. Il modo più rapido per mettersi alla prova e, al contempo, testare la qualità dei servizi proposti da eToro è aprire un conto demo gratuito e non vincolante.

Letture consigliate:

FP Markets

Un secondo broker conosciuto su scala internazionale è FP Markets (qui per il sito ufficiale). Naturalmente, si tratta nuovamente di una piattaforma che possiede le autorizzazioni necessarie, nonché all’avanguardia ed esente da commissioni.

FP Markets presenta una piattaforma ricca di strumenti d’analisi finanziaria, utilizzabili sia dai più esperti, che dai novizi traders in cerca di linee guida per comprendere verso quale direzione muoversi.

Allo stesso tempo, è disponibile una sezione didattica gratuita, da cui poter iniziare a curare l’aspetto teorico del trading: tanto fondamentale quanto la pratica. Clicca qui per accedere gratuitamente all’area didattica FP Markets.

Per traders già esperti, è bene sapere che il broker consente di investire mediante MetaTrader: la piattaforma più amata da traders di tutto il mondo, poiché combina potenza ed immediatezza.

Infine, anche FP Markets permette di puntare alle azioni Exor in due modalità differenti: CFD o trading DMA, in modo da soddisfare le esigenze di ognuno. Accedi qui al conto demo gratuito per scoprire l’offerta di trading FP Markets.

Trade.com

Trade.com (qui per il sito ufficiale) è un ultimo punto di riferimento per numerosi traders in tutto il mondo: garantisce un’attività di trading totalmente sicura, così come le dovute regolamentazioni dimostrano.

La prima peculiarità da porre in evidenza è la vastità dei titoli azionari su cui si può negoziare: circa 1700, con la possibilità di investire persino sulle IPO dei gruppi in attesa di esser quotati. Naturalmente, il tutto a zero commissioni e potendo scegliere personalmente se investire in CFD oppure acquistare azioni pure. Per iniziare a fare trading azionario con Trade.com, visita questa pagina.

L’offerta di Trade.com non termina qui: il broker offre un’area formativa comprendente i principali materiali da cui iniziare, come e-book e video-lezioni divise per livello. Attualmente, rientrano tra i migliori materiali didattici di trading disponibili sul mercato. Iscrivendoti qui puoi ottenere il tuo pacchetto formativo con Trade.com.

Infine, è importante sapere che l’accessibilità è un’ulteriore caratteristica che ha reso il broker così apprezzato. Con un deposito minimo di soli 100 euro, si potrà ottenere un conto di trading ed iniziare a speculare sui mercati principali.

Comprare azioni Exor: analisi completa del titolo

Come accennato durante l’introduzione, la guida vuole studiare l’holding italiana come attiva di Borsa, procedendo con un attento studio del titolo. Più precisamente, si partirà da due discipline portanti del trading online, per rispondere al frequento quesito: “comprare azioni Exor conviene?”

Dunque, si procederĂ  con:

  • Analisi fondamentale: studio di elementi di natura micro e macroeconomica che esercitano una notevole influenza sul titolo, provocandone spostamenti di prezzo. Inoltre, è una modalitĂ  valida per comprendere l’attuale posizione che il gruppo detiene sul mercato;
  • Analisi tecnica: studio di rendimenti passati di un titolo per identificarne i piĂą probabili trend futuri.
Analisi finanziaria delle azioni Exor - analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Trading online: studio, costanza e dedizione

Tra le due materie sopraelencate, l’analisi tecnica è quella che maggiormente sembra frapporsi tra un trader principiante e i propri piani. In verità, con la giusta pratica ed un valido broker di mercato, si potrà studiare un titolo senza riscontrare le difficoltà tipiche di chi è alle prime armi.

Analisi fondamentale azioni XXX

Partendo dall’analisi fondamentale, il primo aspetto su cui si vuole soffermare è la storia della società Exor.

Fondata nel 1927 con il nome di “Istituto Finanziario Industriale” da Giovanni Agnelli, aveva un solo obiettivo: riunire, in una sola holding, tutte le società di sua proprietà. Dopo circa 30 anni, acquisì il controllo di quello che era conosciuto come “Istituto Commerciale Laniero Italiano”: è stato, questo, solo l’inizio di ulteriori acquisizioni, soprattutto nel settore bancario.

Nel 2003 viene attuato un riassetto del gruppo, che divenendo “IFIL Investments”, acquisì le partecipazioni possedute, tranne della Exor. Da quel momento in poi, si è affermata come la principale holding company del gruppo intero.

Dopo che IFIL e IFI sono diventate una sola società, la società è diventata, nel 2009, Exor S.p.A: denominazione derivante da una compagnia francese.

Nel 2016, la sede principale viene trasferita ad Amsterdam, divenendo “Exor Holding N.V”. Nonostante questo cambiamento, le azioni in questione sono ancora quotate alla Borsa di Milano, rientrando nell’Indice FTSE MIB.

In effetti, il lungo percorso evolutivo che ha vissuto, ha fatto sì che gli Agnelli arrivassero a possedere la 28esima compagnia più ricca al mondo; con una posizione dominante in Italia.

Azioni Exor: quotazione e dati storici

Il gruppo di Agnelli fa il suo debutto in Borsa nel 1968. Inizialmente, però, vennero emesse solo azioni privilegiate, cioè una categoria speciale che conferisce un certo privilegio ai possessori. La situazione evolve quando le famiglie Agnelli e Nasi decidono di modificare l’assetto societario.

I dati storici della Exor mostrano una società abbastanza resiliente da poter fronteggiare anche fasi di mercato complesse. La crisi del 2008, ad esempio, colpì le azioni Exor che subirono un dimezzamento del proprio valore, tuttavia, l’anno successivo mostrarono una veloce e netta ripresa. Nel 2009, infatti, l’azienda ha mostrato di possedere un’elevata redditività, pari a ben 52,520 miliardi di euro. Nel 2012, invece, era già quasi raddoppiata: con 110,671 miliardi, il gruppo ha continuato a stuzzicare l’appetito di azionisti ed investitori di tutto il mondo.

Un ribasso per le azioni avviene tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, passando da 45 a 30 euro. Il motivo fu la decisione di ricollocare 12 milioni di azioni proprie, cioè il 4,87% dell’intero capitale sociale emesso sul mercato. Il motivo fu chiarito dallo stesso Giovanni Agnelli: l’intenzione era quella di gestire al meglio le risorse economiche Exor sul lungo termine.

Nonostante qualche variazione di valore riportata, il massimo raggiunto in questi ultimi 10 anni è stato di 75,76 euro per azione: una quotazione da ricordare, poiché le previsioni future potrebbero favorire nuovamente prezzi simili.

Giungendo a dati piĂą recenti, la societĂ  dalla capitalizzazione piĂą elevata in Italia, sta riportando risultati interessanti anche sul breve termine: negli ultimi 6 mesi, le azioni hanno subito una variazione del +23,28%.

Exor: principali competitors

Dare un’occhiata alla competitività del settore è un punto di partenza interessante per capire quali sono le concrete opportunità di crescita per una società, in rapporto ad altri gruppi che propongono i medesimi servizi.

I principali competitors Exor sono:

  • Eurazeo;
  • Wendel Group Companies;
  • Pershing Square;
  • Conifer Holdings.

Exor: azionariato

L’azionariato Exor è così suddiviso:

  • Giovanni Agnelli: 52,99%;
  • Harris Associates L.P: 4,99%;
  • Exor N.V: 4,15%;
  • Southeastern AM: 2,96%.

Il restante 34,91% è ripartito tra investitori indipendenti e piccoli traders retail, interessati agli elevati rendimenti che la società appartenente agli Agnelli potrebbe assicurare.

Exor: business model e piani strategici per il futuro

La Exor nasce come una holding di investimenti, principalmente attratta dal settore finanziario, automobilistico e sportivo.

Infatti, il gruppo ha attuato numerose acquisizioni ed investimenti legati a multinazionali ben affermate in tutto il mondo, come

Partendo da tali informazioni, si può immediatamente chiarire che il modello business del gruppo italiano si basa sulla volontà di combinare disciplina finanziaria ad uno spirito imprenditoriale: una cultura del tutto nuova ma che, a quanto pare, sta dando i suoi frutti.

Sono davvero diverse le persone che si chiedono quale sia lo scopo di tutto ciò, la risposta è data nuovamente dalle strategie e dai piani elaborati: lo scopo della Exor è costruire compagnie nuove, offrendo nuove opportunità di crescita. Di conseguenza, gli Agnelli tentano di dare il proprio contributo alla società, nonché di offrire interessanti ritorni ai propri investitori. Dunque, sembra che si tratti di una struttura circolare che pone al centro l’attività finanziaria.

Per rientrare tra le compagnie più ricche degli ultimi anni, è naturale che l’holding in questione si fondi su principi e valori come: ambizione, curiosità, pazienza e reponsabilità.

Non a caso, lo slogan del gruppo è: “Exor builds great companies” operando con un focus verso investimenti che, sul lungo termine, potrebbero rivelarsi concretamente profittevoli, aspirando al meglio, sia per la compagnia stessa che per gli azionisti che danno fiducia al gruppo.

Analisi tecnica azioni Exor

Proseguendo verso l’aspetto forse più temuto da investitori ancora alle prime armi, si vuole fornire un esempio pratico di analisi tecnica sulle azioni Exor.

Osservando il grafico sottostante, si potrà iniziare a capire come muoversi per identificare i più probabili trend che caratterizzeranno il titolo in questione. In questo caso, si tratta di informazioni utili per il medio periodo, in quanto il time frame è impostato su un’ora.

La strategia di trading qui applicata è tra le più semplici ed efficaci: la Doppia Media Mobile. Partendo da questa, i traders riescono a determinare i punti d’ingresso e di uscita dal mercato, visionando i movimenti di prezzo che le azioni Exor riportano durante un intervallo temporale ben preciso.

Analisi finanziaria delle azioni Exor- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Grafico (n°1) offerto dal conto demo gratuito eToro

Bisognerà focalizzarsi sull’intersezione tra le linee, così come abbiamo cerchiato sul grafico. Queste, rappresentano le due medie: la rossa quella veloce, mentre la gialla quella lenta.

In questo caso, la media mobile veloce incontra quella gialla con un movimento che va dall’alto verso il basso. In poche parole, i traders leggeranno un segnale di vendita: le azioni Exor sembrano incamminarsi verso un trend ribassista.

Analisi finanziaria delle azioni Exor- analisi tecnica, fondamentale, target price e come comprare.
Grafico (n°2) offerto dal conto demo gratuito eToro

Questa seconda immagine mostra, al contrario, un segnale di vendita. In questo caso, la media mobile veloce incontra quella lenta con un movimento che va dal basso verso l’alto. Dunque, i traders avranno una prima informazione riguardo un probabile trend rialzista per le azioni Exor. Naturalmente, per ottenere indicazioni più specifiche sarà necessario utilizzare più indicatori di trading, in modo da effettuare un’analisi tecnica più precisa.

Intanto, per coloro che non sanno da dove iniziare, scaricare un pacchetto formativo gratuito potrebbe rivelarsi un ottimo espediente per colmare eventuali lacune teoriche.

Leggi anche:

Azioni Exor: grafico con quotazione in tempo reale

Per investire correttamente su un titolo azionario, è necessario monitorarne costantemente l’andamento sul mercato. Ecco, perciò, un grafico con quotazione in tempo reale sulle azioni Exor:

[GRAFICO PREZZO AZIONI EXOR, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Exor: Target price e prospettive future

Prima di giungere a delle conclusioni riguardo la Exor e la convenienza delle azioni, vogliamo fornire ulteriori informazioni fondamentali, riguardanti il target price piĂą probabile stimato sul medio periodo.

Inoltre, si presenteranno le prospettive future circa il biennio 2021/22, da cui comprendere se il titolo possa essere allettante sul breve termine. Intanto, si ricorda che usufruire di un calendario economico offre l’opportunità di seguire le ultime news di mercato, potendo reagire tempestivamente per ottenere benefici personali da qualsiasi situazione si presenti.

Target Price azioni Exor

Il target price definisce, semplicemente, i range di prezzo stimati dagli analisti. In questo caso, si presenteranno 3 livelli, improntati per il medio periodo.

72,13TM64,50TB80,00TA
Target Price Medio, Target Price Basso, Target Price Alto – MEDIO PERIODO

Attualmente, le azioni Exor vengono scambiate a €58,44. Riportando leggere, interessanti e costanti variazioni in positivo in questi ultimi periodi.

Partendo dal TB (target price basso), gli analisti prevedono un valore pari a €64,50: un netto miglioramento rispetto all’ultimo anno, il cui prezzo minimo è stato di soli €34,80 per share.

Il TA (target price alto) è un’ulteriore conferma della fiducia che gli esperti ripongono nelle azioni Exor: con una quotazione di €80, potrebbe andare oltre anche il massimo raggiunto di €75,76 in queste ultime 52 settimane.

Considerando che circa 14 analisti su 16 consigliano il buy, il valore delle azioni Exor attuale potrebbe essere una chance per accedere al titolo a prezzi piĂą abbordabili, traendo dei vantaggi successivamente.

Naturalmente, si vuole sottolineare che si tratta di semplici indicazioni: è davvero complesso fare previsioni di mercato precise, soprattutto se improntante al medio/lungo periodo.

Se hai intenzione di comprare azioni Exor, vai qui per aprire un conto FP Markets.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: ogni informazione riportata nell’analisi del titolo viene revisionata regolarmente dal nostro team di esperti finanziari, in modo da rendere concretamente utili ai fini dei propri investimenti

Azioni Exor: previsioni 2021/2022

Le previsioni riguardo l’andamento della Exor sul mercato riguardo il biennio 2021/2022, proprio come ci si aspettava, risultano positive. Le motivazioni sono legate alle attività finanziarie di cui il gruppo si sta già occupando.

Con una partecipazione del 14,4% all’azionariato Stellantis, sembra che la Exor non voglia lasciarsi sfuggire la multinazionale che vede la fusione di due giganti del settore automobilistico: FCA e PSA.

Ciò che conferma le ipotesi degli analisti sono le strategie che, da sempre, il gruppo attua: investendo in settori ciclici, meno esposti a rischi come auto/calcio, si assicura una stabilità finanziaria non indifferente.

In effetti, la societĂ  prestigiosa in tutta Europa, possiede tutte le carte in regola per espandere il proprio business e crescere negli anni a venire.

Comprare azioni Exor conviene?

E’ naturale domandarsi se comprare azioni Exor conviene, oppure è un titolo destinato a perdere la propria predominanza sui mercati.

Purtroppo, non esiste una riposta univoca a tale questione: tutto dipende dalle strategie da voler attuare, l’orizzonte temporale durante il quale investire e quali sono gli obiettivi finali da raggiungere.

In linea generale, è bene sapere che il gruppo di origini italiane presenta numerosi punti di forza. In prima istanza, non si può non considerare la diversificazione attuata per investimenti più consapevoli: la holding degli Agnelli punta a compagnie occupanti diversi settori, in modo da bilanciare rischi e profitti. In verità, gode di una presenza più che strategica, avvicinandosi persino a società operanti sui mercati emergenti, come quelle asiatiche.

La fiducia conferita alla Exor deriva dalle interessanti prospettive future che adotta per attuare manovre finanziarie dedite a risultati sempre migliori. Ciò non deve, però, offuscare la vista a coloro che cercano di ottenere profitti ingenti: i mercati non sono mai stabili.

  • Leggi la guida relativa alla psicologia del trading per capire come gestire al meglio l’aspetto emotivo degli investimenti online.

Comprare azioni Exor: opinioni e considerazioni finali

Ripercorrendo la storia del gruppo, si capisce immediatamente che la Exor ha conferito maggior prestigio al mercato italiano, nonché a quello dell’intera eurozona. Storia di successi e acquisizioni, sembra che la famiglia Agnelli abbia tra le mani una delle società più promettenti, grazie anche al patrimonio posseduto, dei tempi moderni.

Purtroppo, però, tutto ciò non è sufficiente: i rischi e le perdite sono una costante da dover necessariamente valutare quando si investe, soprattutto se si opta per il mercato azionario. In tal caso, è meglio lasciar perdere l’idea di comprare azioni Exor? Assolutamente no: il trading online CFD potrebbe essere la soluzione ai propri dubbi.

Potendo investire anche al ribasso, iniziando da capitali esigui e godendo del supporto necessario, sicuramente si avranno margini di entrate maggiori rispetto a quanto un principiante possa aspettarsi.

In conclusione, con i migliori broker di mercato e la pratica necessaria, le azioni Exor potrebbero essere un punto di svolta per la propria attivitĂ  di investimenti.

Azioni Exor: domande frequenti

Come comprare azioni Exor?

La soluzione piĂą innovativa e adatta ricade sul trading online: gestibile in totale autonomia, iniziando anche da piccole somme.

Dove comprare azioni Exor?

Per garantirsi un’esperienza positiva e trarre il meglio dalle azioni Exor, è bene operare con le migliori piattaforme di trading, professionali e regolarmente autorizzate.

Posso investire al ribasso sulle azioni Exor?

Sì, strumenti come i CFD permettono di investire al ribasso sulle azioni Exor, grazie all’operazione “vendita allo scoperto”.

Comprare azioni Exor senza pagare commissioni è possibile?

Sì, il trading online non richiede commissioni o costi di gestione che potrebbero limitare le proprie possibilità di comprare azioni Exor.

Posso acquistare azioni Exor direttamente?

Sì, il trading DMA consente un acquisto diretto delle azioni Exor, diventando soci effettivi del gruppo.

Qual è la capitalizzazione di mercato della Exor?

Il gruppo Exor possiede una capitalizzazione di mercato pari a 13,66 miliardi di euro.

Qual è il target price previsto per le azioni Exor?

Sul medio periodo, il target price massimo previsto per le azioni Exor è di 80 euro per azione.

Comprare azioni Exor conviene?

Le prospettive di crescita sono ancora tutte a favore della societĂ , rendendo le azioni Exor una scelta piĂą che conveniente

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.