InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Bitpanda: Opinioni e recensioni 2021 [Come funziona e come si usa]

Bitpanda (qui il sito ufficiale) è un exchange che consente l’acquisto, la vendita o lo scambio di oltre 100 risorse digitali come criptovalute, ETF, azioni, metalli preziosi e indici di criptovalute.

La società è stata fondata a Vienna (Austria) nel 2014 da Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer, con l’obiettivo di rendere le attività di investimento alla portata di tutti. L’accessibilità ai servizi che Bitpanda offre è incentrata sulla semplicità e l’immediatezza, rendendo l’universo degli investimenti digitali, comprensibile anche a chi non è esperto di mercati o di finanza in genere.

Ad oggi, Bitpanda è la prima start-up “unicorno” austriaca (cioè in grado di raggiungere la valutazione di un miliardo di dollari). Il valore di mercato attuale è di 1,2 miliardi di dollari e la società vanta oltre 400 dipendenti in 50 diverse aree geografiche ed è utilizzata nel 2021 da oltre 2 milioni di utenti.

Queste cifre rendono Bitpanda una delle fintech più in crescita del palcoscenico europeo. Districarsi nella vasta offerta di exchange disponibili in rete oggi non è affatto facile, essere sicuri che servizi come quelli offerti da Bitpanda siano affidabili ed efficienti ai fini degli investimenti è tutt’altro che una dinamica semplice da decifrare.

Lo scopo di questa recensione è proprio quello di analizzare nel dettaglio, tutte le informazioni che riguardano questo exchange, chiarendo inoltre l’annosa domanda: “Bitpanda è una truffa? Conviene scambiare criptovalute con Bitpanda?”.

Chiaramente, ai fine di completezza d’informazione e chiarezza sui temi trattati, verranno presentate alcune valide alternative all’exchange austriaco. In particolare modo, si tratterà il trading online CFD che risulta essere una delle soluzioni più solide e convenienti per addentrarsi nel mondo degli investimenti online in maniera efficiente, concedendo la possibilità di iniziare con piccoli capitali.

Tipologia:EXCHANGE – Sito ufficiale
Nascita:2014
Valute accettate:Valute FIAT
Conti disponibili:Standard/Pro
Criptovalute disponibili:Bitcoin, Ethereum, Dash, Litecoin, Ripple, Bitcoin Cash, ecc..
Registrazione:FMA, AMF, Licenza Mifid II
Opinioni di voto:Positive – 8,5🟢
Alternative:Trading CFD eToro, IQ Option, FP Markets – 🥇Elenco completo
Affidabilità:Media👍
Principali caratteristiche del servizio di Bitpanda

Cos’è Bitpanda

In generale Bitpanda opera come exchange, permettendo ai propri utenti di scambiare, acquistare o vendere valute digitali ed altre risorse supportate dalle valute fiat.

Si vedrà in questa guida che c’è anche dell’altro: Bitpanda offre diversi servizi che verranno analizzati nel dettaglio in seguito, tra i quali un servizio avanzato per trader professionisti, istituzioni ed aziende ed un servizio per i piani di accumulo.

Dall’anno di fondazione (il 2014), Bitpanda ha fatto segnare una rapida ascesa per numero di utenti e volume di transazioni. Questa crescita è stata sicuramente influenzata dalla sempre maggiore reputazione e importanza del mercato delle criptovalute tra gli investitori di tutto il mondo.

Non sono mancati però altri fattori, come il recente round di finanziamento pari a 170 milioni di dollari da parte della Valar Ventures: società guidata dal fondatore di PayPal. La mission alla base della creazione di Bitpanda, secondo i 3 CEO austriaci, è quella di: “trasformare l’idea di investimento, rendendo le attività online le meno complesse ed esclusive possibili”.

Vi è quindi un forte spirito democratizzante alle base della visione di quella che è l’offerta di questo exchange, che tenta di mettere al centro la figura del trader amatoriale o del privato risparmiatore interessato a nuove modalità di investimento come le valute digitali. Il tutto compreso in un ambiente di investimento abbastanza sicuro, economico ed immediato.

Sono questi i principali fattori che hanno permesso alla società austriaca di diventare una delle principali piattaforme di scambio di criptovalute in Europa.

Potrebbe interessarti anche:

Bitpanda come funziona esattamente

Ogni investitore è alla ricerca di un ambiente di trading che lo soddisfi secondo quelli che sono i propri obiettivi, e più in generale secondo i principi di:

  • Usabilità;
  • Sicurezza;
  • Convenienza.

Questo è possibile affidandosi a piattaforme ottimizzate per la “user experience” e che rispettino le regolamentazioni degli Enti di controllo senza imporre costi elevati su operatività e movimenti di capitale.
Dunque la domanda: “come funziona Bitpanda?” è ben posta e va esaurientemente esaurita.

BitPanda come funziona: guida completa all'exchange
BitPanda: come funziona? Introduzione all’interfaccia friendly-user dell’exchange

Guardando la schermata in figura, si può notare come la piattaforma offerta da Bitpanda sia semplice ed intuitiva. Tramite pochi passaggi, da app o web browser, sarà possibile iscriversi ed aprire un e-wallet  che permetterà di acquistare le principali criptovalute con valute fiat, evitando passaggi ulteriori di conversione.

Per registrarsi sono sufficienti le credenziali base come indirizzo email e password personale, si dovrà risolvere un classico captcha e si è pronti ad iniziare. Una volta registrati, nella barra superiore della schermata iniziale del proprio account Bitpanda, sono presenti tre diversi pulsanti:

  • Account: dove configurare e modificare il proprio conto;
  • Acquista: per passare direttamente all’acquisto di cripto valute ed altri asset disponibili;
  • Vendi: comando per vendere gli asset che si possiedono nel proprio portafoglio elettronico.

Bitpanda: come comprare criptovalute?

Comprare criptovalute con Bitpanda è decisamente semplice, una volta registrato il proprio account e verificata la propria identità saranno necessarie poche semplici operazioni per acquistare una o più delle criptovalute disponibili. Per comodità si elencano di seguito i passaggi corretti da eseguire per comprare criptovalute con Bitpanda:

  1. Accedere al proprio account e individuare il pulsante “acquista” nella parte superiore della schermata principale o nella sezione “saldo”. Cliccare sul pulsante “acquista” per accedere all’area operativa;
  2. Selezionare la criptovaluta che si vuole acquistare ed inserire il metodo di pagamento da utilizzare per la transazione;
  3. Controllare il valore della criptovaluta che si sta acquistando e l’importo destinato all’investimento;
  4. Confermare l’operazione una volta controllati tutti i dati nel dettaglio, la transazione avverrà immediatamente.

È interessante notare come sia possibile scegliere l’importo di criptovalute da acquistare o vendere prendendo come riferimento il valore in Euro o altre valute fiat, oppure utilizzando le altre valute digitali disponibili.

La velocità nell’esecuzione dell’ordine è sicuramente un punto a favore quando si parla di operare con Bitpanda, tuttavia va fatta attenzione ai prezzi delle criptovalute su cui si vuole investire. Infatti quest’ultimi sono comprensivi delle commissioni previste dall’exchange, e quindi leggermente differenti dal valore “netto” dell’asset che si vuole scambiare.

Visita il sito ufficiale di BitPanda qui.

Bitpanda: criptovalute disponibili

Un aspetto decisamente importante quando si investe con questi strumenti è quello di verificare quali asset sono negoziabili sulla piattaforma. Compiere questo controllo può rivelarsi fondamentale al fine di diversificare i propri investimenti e rendere così il portafoglio più stabile, correndo un rischio di investimento minore.

Le criptovalute disponibili su Bitpanda sono:

CRIPTOVALUTE BITPANDASIGLA
BITCOINBTC
ETHEREUMETH
RIPPLEXRP
BITCOIN CASHBCH
LITECOINLTC
IOTAIOT
EOSEOS
DASHDASH
STELLAR LUMENSXLM
ZCASHZEC
NEMXEM
AUGURREP
OXZRX
TEZOSXTZ
OMISEGOOMG
KOMODOKMD
PANTOSPAN
Bitpanda: lista di criptovalute disponibili

L’offerta di criptovalute risulta abbastanza ampia, comprendendo crypto famose come Bitcoin ed Ethereum e alcune criptovalute minori od emergenti. Bitpanda monitora costantemente l’offerta per i propri utenti, aggiornando periodicamente il prezzo di ogni singolo asset, in modo da mantenere i servizi offerti ed i relativi valori al passo con i mercati.

Bitpanda commissioni e costi

Analizzando la convenienza ad operare con Bitpanda non si può evitare di considerare la struttura di costi e commissioni trading previste per chi investe utilizzando questo exchange.

A differenza di molti broker, infatti, utilizzare exchange come Bitpanda per fare trading può rivelarsi meno conveniente proprio a causa di commissioni più elevate. Utilizzando Bitpanda ci si troverà a sostenere costi di commissione che variano dall’1% al 5%, a seconda degli asset e del sistema di pagamento che si è collegato al  proprio conto.

Facendo un esempio pratico, prendiamo in considerazione come si articolano le commissioni per i Bitcoin: se si acquistano Bitcoin tramite Bitpanda si pagherà una commissione di 1,49%, se invece si vendono BTC si va in contro ad una commissione di 1,29%. Il livello di commissione è molto simile anche per le altre principali criptovalute disponibili.

Si prenda in considerazione la tabella di seguito:

CriptovalutaDeposito minimoCommissioni di depositoNessuna commissione per depositi superiori a:
Bitcoin (BTC)0,001 BTC0,0001 BTC0,05 BTC
Ethereum (ETH)0,001 ETH0,0005 ETH0,1 ETH
Dash (DASH)0,001 DASH0,0001 DASH0,1 DASH
Litecoin (LTC)0,001 LTC0,0001 LTC0,1 LTC
Bitcoin Cash (BCH)0,001 BCH0,0001 BCH0,01 BCH
Ripple (XRP)0,01 XRP0,1 XRP0,1 XRP
Costi e commissioni BitPanda

Volendo capire i costi relativi a depositi e prelievi, va fatta un’ulteriore distinzione tra le principale modalità di pagamento. Anche se non rese esplicite sul sito Bitpanda, è necessario tenere conto dei costi sulle transazioni. Si riportano di seguito le percentuali di commissione dovute all’exchange per ogni tipologia di metodo di pagamento:

  • Se si utilizza Carta di Credito, si avranno delle commissioni pari al 2%;
  • Utilizzando altri e-wallet come Skrill e Neteller, le commissioni saranno all’incirca il 3,5%;
  • Se invece si è scelto come metodo di pagamento il bonifico bancario, si pagheranno commissioni del 1,8%, in base alla banca di cui si è corsista.

Visita il sito ufficiale di BitPanda qui.

Va detto che Bitpanda permette di trasferire denaro con moltissimi strumenti, confermando un grande interesse nel rendere gli utenti liberi di selezionare il metodo che preferiscono. Altri metodi di pagamento accettati su Bitpanda sono: 

  • Sofort;
  • Zimpler;
  •  Amazon;
  •  Ideal, Eps;
  •  GiroPay;
  •  OBT;
  •  Bitpanda to go.

Nonostante l’ampia scelta di metodi di pagamento per versare e prelevare capitale dai propri conti, il sistema di commissioni di Bitpanda tende a sfavorire chi investe cifre non consistenti ed è lecito domandarsi se non sia consigliabile utilizzare broker come eToro o IQ Option che permettono di operare senza alcuna commissione.

Si vedrà successivamente come è possibile scambiare metalli preziosi tramite il servizio Bitpanda Metals. Anche per questo strumento sono presenti dei costi, in alcuni casi significativi. Scambiando ed investendo i materie prime quali: oro, argento, palladio e platino si dovrà fare i conti con costi di assicurazione e deposito oltre che alcune commissioni sulle transazioni.

Se si acquista o si vende oro con questo exchange, si andrà incontro ad una commissione dello 0,05%, i costi di assicurazione e deposito sono annullati se si acquistano almeno 20 grammi di metallo prezioso. Se si acquistano più di 20 grammi, la commissione passa al 0,0125% divenendo decisamente più conveniente.

Per quanto riguarda l’argento, si verificano commissioni sull’acquisto del 2,5% e del 2% per quanto riguarda la vendita. In questo caso i costi di assicurazione e deposito vengono annullate  se si acquistano 200 grammi di argento. Per investimenti superiori a tali quantità si avrà un costo di commissione più contenuto dello 0,025%.

Vale lo stesso criterio anche per le altre materie prime quali il Platino e il Palladio: per il primo se si scambia una quantità minore di 20 grammi si dovranno pagare commissioni pari al 2,5% per l’acquisto e del 2% per la vendita. Per importi superiori ai 20 g la commissione si abbassa a 0,025%. La stessa configurazione è valida per il Palladio, dove per transazioni superiori ai 20 g si paga una commissione del 0,025%, mentre per volumi minori ai 20 grammi si trova un costo all’acquisto del 2,2% e dell’1,8% alla vendita.

Risulta evidente che nonostante superati certi volumi di investimento, i costi di commissioni diventino più sostenibili. Va detto che nel mondo del trading online è possibile fare trading su materie prime senza pagare alcuna commissione, utilizzando broker regolamentati come FP Markets, eToro e IQ Option.

Bitpanda: principali servizi disponibili

L’offerta di servizi di Bitpanda è molto variegata e completa, negli anni la società austriaca ha sviluppato strumenti e servizi per molte tipologie di investimento o di risparmio. In prima analisi, va fatta una distinzione tra i due principali tipi di conto:

  • Bitpanda;
  • Bitpanda Pro.

Questi sono i principali conti per scambiare criptovalute disponibili per gli utenti. La differenza principale sta nel fatto che il conto Bitpanda Pro è diretto a trader professionisti o aziende, e permette di utilizzare strumenti di trading automatico.

Il conto Bitpanda standard è il servizio più “user friendly” e utilizzabile anche da investitori amatoriali o neofiti. Inoltre, sono previsti 3 diversi  livelli di operatività, regolati da differenti limiti di verifica e di acquisto:

  • “Starter”, il livello base al quale si accede verificando il proprio indirizzo email e permette di scambiare risorse digitali in piccole dimensioni; I limiti sono di 1000 Euro di transazioni giornaliere, 7.500 Euro di operazioni mensili per un totale di 30.000 Euro;
  • “Bronzo”, è il secondo livello e per essere raggiunto va fornito e verificato il numero di cellulare. Acquisendo questo livello i limiti di transazioni giornaliere è di 1.500 euro, per un totale di 10.000 Euro al mese scambiabili e 50.000 Euro in totale;
  • “Gold” è il terzo livello di operatività. Richiede una verifica completa della titolarità del conto e necessita l’invio dei documenti di identità in corso di validità come un documento di identità e un documento che attesti l’effettiva residenza. Raggiunto il livello Gold, si potranno effettuare transazioni fino a 15.000 Euro al giorno per un totale di 300.000 Euro mensili e 1.500.000 Euro di operazioni in generale.

Ma non è tutto, infatti Bitpanda ha allargato la propria offerta oltre le criptovalute consentendo di acquistare ed investire anche su Indici di criptovalute e altri token.

Visita il sito ufficiale di BitPanda qui.

BEST: (Bitpanda ecosystem Token)

Lanciato nel 2019, BEST è il token virtuale proprio dell’ecosistema Bitpanda. Questa valuta virtuale interna, gioca un ruolo molto importante per l’azienda viennese. BEST, infatti, offre un vantaggio decisamente ampio a tutti gli utenti di Bitpanda, a partire dal 25% di sconto  per pagare i premi di trading degli account Bitpanda e Bitpanda PRO.

Inoltre garantisce costi commissioni più bassi del 20% se si utilizzano carte di credito come metodo di pagamento. Tramite il programma BEST Rewards, utilizzando questi token e mantenendoli per più tempo nel proprio portafoglio virtuale, si possono richiedere mensilmente dei “reward” e altri bonus calcolati sui volumi di scambio mensili generati.

Bitpanda Saving

Il servizio Bitpanda Saving permette di creare un piano di accumulo risparmi utilizzando le criptovalute. Questo servizio si avvicina a tutti gli investitori che preferiscono sistemi di investimenti legati al risparmio costante anche modesto, ma praticamente privo di rischio. Tramite Bitpanda Saving sarà possibile destinare con cadenza prefissata, una somma di denaro al “salvadanaio” personalizzato del proprio conto Bitpanda.

Questa strategia a basso rischio, consente di investire anche senza esperienza sul lungo periodo, senza risentire della volatilità dei mercati. Acquistare criptovalute o altri asset digitali con cadenza mensile, rende l’investimento meno soggetto alle fluttuazioni dei prezzi giornalieri o settimanali.

Bitpanda Pro: cos’è e come funziona

Nonostante Bitpanda abbia raggiunto un’alta considerazione tra gli investitori amatoriali grazie alla semplicità di utilizzo e di operatività, è possibile registrare un account “Pro” più strutturato e complesso. Questa tipologia di conto è ideato per trader professionisti, aziende ed istituzioni ed integrato con funzionalità maggiori rispetto all’exchange base.

Utilizzando Bitpanda Pro si rende possibile integrare la piattaforma con strumenti automatizzati come bot e programmi per il trading automatico. Da considerare che l’accesso a questo tipo di account ha però forti limitazioni e non è disponibile in paesi come gli Stati Uniti o Cina.

Bitpanda Pro (qui per il sito ufficiale del servizio) è strutturato per consentire alti volumi di investimento, si consideri che il sistema di costi e commissioni è inversamente proporzionale all’ammontare dell’investimento: più è alta la cifra destinata all’investimento, minori saranno le commissione dovute al broker per l’operatività.

Si possono consultare i valori di tali percentuali sul sito ufficiale dell’exchange, ma come è stato già ribadito, tali costi risultano poco convenienti rispetto a quelli offerti dai principali broker di trading online come eToro.

Bitpanda Metals (Materie Prime)

Una significativa differenza tra Bitpanda e gli altri maggiori exchange sul mercato la si può trovare nel servizio denominato Bitpanda Metals. Tramite questa funzionalità, è possibile investire sulle principali materie prime, quali:

Per accedere a questa funzione, è necessario verificare il proprio account. Una volta svolta questa operazione si potrà comprare una o più delle materie prime sopra elencate.

Il servizio Bitpanda Metals, supporta token fisici dei metalli che si acquistano, ciò significa che ogni token di oro, argento, o altro che viene acquistato rappresenta una reale quantità espressa in grammi (g) della materia su cui si è deciso di investire. 

A garanzia di sicurezza ed affidabilità, Bitpanda assicura i propri investitori che quando scambiano virtualmente con metalli preziosi, le rispettive quantità fisiche saranno conservate dall’exchange in un caveau di una banca Svizzera.

Anche nel caso di investimenti sulle materie prime, Bitpanda predispone costi e commissioni sui movimenti (acquisto/vendita, prelievi e depositi).

Leggi anche: Elenco Commodities

Bitpanda è una truffa?

Analizzati i principali servizi offerti da Bitpanda e la struttura di costi e commissioni previsti se si utilizza questo exchange, si può rispondere alla domanda cruciale che ogni investitore si chiede prima di selezionare la piattaforma per fare trading online: Bitpanda è una truffa?

Nonostante non sia tra le piattaforme più convenienti per fare trading, è evidente che non si può parlare di Bitpanda come una truffa. L’exchange austriaco possiede infatti tutti i criteri di sicurezza ed affidabilità, a partire dall’identificazione a due fattori che, ad oggi, consente il livello più elevato di sicurezza all’accesso del proprio portafoglio o account.

Oltre alle regolamentazioni che disciplinano le attività di Bitpanda nei paesi europei (Normativa MIFID II del 3/01/2018), ulteriore garanzia di serietà ed affidabilità è data dalla assistenza clienti 24h, disponibile per informazioni o problemi tecnici.

Leggi anche:

Bitpanda: Regolamentazioni e sicurezza

Analizzati i maggiori aspetti operativi di questo exchange, vanno assolutamente passate al vaglio le condizioni inerenti alla sicurezza e alle regolamentazioni osservate da Bitpanda nei confronti dei conti dei propri utenti.

Va subito avvertito il lettore, che trattandosi di un exchange specializzato in criptovalute e non di un broker vero e proprio, Bitpanda non gode delle stesse regolamentazioni delle piattaforme più conosciute di trading online, ed infatti non è soggetto a regolamentazione CySEC, ne CONSOB (l’ente italiano di controllo). 

Tuttavia la società d’investimento austriaca è disciplinata dalla direttiva MiFID II con la licenza PSD2 ed inoltre, come si può facilmente evincere dal sito ufficiale, l’exchange è pienamente conforme alla direttiva AML5: direttiva che determina una sicura conservazione dei fondi in portafogli offline sicuri.

Questi fondi offline garantiscono maggiore sicurezza relativa all’archiviazione dei dati relativi agli utenti, che vengono crittografati e salvati in backup in modo da evitare attacchi informatici da parte di hacker.

Alternative a Bitpanda: trading online CFD

Ecco quali sono secondo gli esperti di Investimentifinanziari.net i migliori broker per operare con i CFD sulle criptovalute:

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Nonostante gli exchange come Bitpanda nascono appositamente per scambiare criptovalute, nel 2021, alcuni broker di trading online rappresentano una valida alternativa, talvolta più conveniente e sicura, specialmente per traders non ancora esperti che si affacciano a questo tipo di investimento per la prima volta.

Il trading online con strumenti derivati come i CFD (contratti per differenza) rappresenta un solido vantaggio in termini di rischio ed esposizione sui mercati. Inoltre, affidarsi a broker autorizzati e regolamentati CySEC o CONSOB garantisce un livello di sicurezza ben più elevato di quello offerto dagli exchange.

Affidarsi a top broker regolamentati per fare trading online CFD, comporta un sensibile vantaggio in termini di risparmio e convenienza: non si applicano infatti costi se non minimi (spread) e le commissioni sono nulle, così come previsto dalle suddette regolamentazioni.

I Contratti per differenza (CFD) sono strumenti derivati che permettono operatività anche con capitali molto bassi e consentono di speculare sull’andamento dei prezzi del sottostante, senza possederne realmente il titolo su cui si è deciso di operare. Conferiscono, infatti, la possibilità di trarre profitti anche dalla decrescita dei prezzi mediante la “vendita allo scoperto”: una prerogativa esclusiva dei CFD con cui aumentare notevolmente i profitti derivanti dal trading giornaliero.

Bitpanda: Vantaggi e svantaggi

Dopo questa breve panoramica relativa al trading con CFD e le migliori piattaforme dedicate a questi strumenti, è il momento di tornare all’argomento di questa guida: l’exchange di criptovalute Bitpanda. Si possono sintetizzare i principali vantaggi e svantaggi nell’utilizzare Bitpanda così da avviarsi alla conclusione di questa analisi approfondita su questo exchange.

Elencando i vantaggi che emergono dallo studio compiuto su Bitpanda, va detto che questi non sono maggiori degli svantaggi riscontrati.
La caratteristica più rilevante e positiva nello scegliere Bitpanda la si può trovare nella assoluta facilità e intuitività che la piattaforma restituisce ai propri utenti. La veste grafica altamente “responsive” permette di scambiare valute virtuali comodamente dal proprio smartphone, tablet o pc.

Inoltre la varietà di servizi offerti ed i molti strumenti messi a disposizione degli investitori colloca Bitpanda nei primi posti tra gli exchange disponibili in rete oggi. Si annovera tra i vantaggi la possibilità di effettuare depositi e prelievi con vari metodi, molti dei quali estremamente veloci.

Bitpanda risulta essere tra gli exchange più utilizzati dai traders online interessati al mercato delle criptovalute: offre loro la possibilità di diversificare gli investimenti tra valute virtuali, materie prime, indici di criptovalute e token come BEST

Tuttavia, dopo un’analisi approfondita, si evince come risultano esserci alcuni svantaggi rilevanti nell’utilizzare l’exchange austriaco. In primo luogo, risulta lampante come il sistema di costi e commissioni di Bitpanda non sia di certo conveniente rispetto ad altri broker sulla piazza. Specialmente per gli investitori con meno capacità di investimento, cioè capitali più ridotti, risulta davvero limitante in termini di convenienza pagare tali percentuali di commissione o costi sui depositi e prelievi.

Un ulteriore tasto dolente che è necessario annoverare tra gli svantaggi nell’utilizzare Bitpanda, lo si può trovare nelle regolamentazioni mancanti (CySEC e CONSOB) che ne rendono la sicurezza a tutela degli utenti non di massimo livello. Gli attacchi informatici, così come possibili malfunzionamenti del sistema possono causare veri e propri down temporanei delle operatività e comportare problemi anche gravi agli investimenti.

Bitpanda Opinioni e Recensioni 2021

I feedback reperibili in rete riguardo l’esperienza degli utenti che hanno utilizzato Bitpanda per i loro investimenti, sono complessivamente positivi. Non mancano recensioni di utenti che hanno avuto problemi, principalmente inerenti a depositi e prelievi, ma nel complesso circa l’80% delle recensioni effettuate tramite il sito Trustpilot (più di 5860), dichiara Bitpanda “eccellente”, contro un 9% che invece la valuta come “scarsa”.

BitPanda: recensioni ed opinioni Trustpilot

In generale l’opinione degli esperti di trading risulta essere univoca:  Bitpanda può risultare una scelta papabile se non si ha nessuna esperienza di trading e si vuole investire in criptovalute sul lungo periodo. Rispetto ad altri exchange, Bitpanda è sicuramente interessante per i vantaggi già analizzati in precedenza ma è doveroso fare seriamente attenzione alle commissioni, tra le più alte rispetto ad altri exchange.

Bitpanda: problematiche e controversie legali

Nonostante l’ottima reputazione dell’exchange è sicuramente d’obbligo notare che negli anni Bitpanda non si è affatto sottratto a numerose criticità da parte degli utenti.

In particolar modo tra gli aspetti più controversi vi sono i trade fantasma che alcuni utenti su Bitpanda hanno denunciato nell’anno 2019. Si tratta di operazioni non autorizzate che vengono realizzate sul conto dell’utente in modo da aprire posizioni su asset ai quali il cliente era già interessato. Il problema è che questi movimenti non autorizzati sono realizzati durante movimenti di mercato che non convengono all’utente ma che permettono all’exchange di ricavare ghiotte commissioni.

In risposta a questi movimenti non di rado Bitpanda annuncia sui propri profili Social che il sito sta riscontrando alcuni “problemi tecnicie che si sta impegnando a risolverli.

Nessuna di queste controversie, tuttavia, è scaturita in vere e proprie operazioni legali ai danni dell’exchange, anche in virtù del fatto che questi, non offrendo servizi finanziari riconosciuti legalmente, non è regolamentato dall’ESMA. Pertanto gli utenti non godono della stessa copertura legale di chi, invece, si affida alle migliori piattaforme di trading online.

I livelli di sicurezza di Bitpanda, inoltre, dovrebbero essere sufficientemente aggiornati da impedire che si possa verificare uno scandalo simile a quello che, nel 2014, decretò la fine di MtGox. Per questo motivo, trade fantasma a parte, si può decretare che Bitpanda sia discretamente affidabile.

Bitpanda conviene?

Nonostante il sentiment positivo che si percepisce tra gli utenti che hanno utilizzato personalmente Bitpanda, l’obiettivo di questa guida è quello di comprendere se questo exchange sia effettivamente uno strumento efficace per fare trading online sulle criptovalute.

Appurato che si tratta di un servizio affidabile, è impossibile non sottolineare che la struttura dei costi è elevata e può comportare un serio limite all’utilizzo di Bitpanda, specialmente se rivolta a investitori che non sono intenzionati ad operare con capitali troppo consistenti.

È tuttavia possibile diversificare gli investimenti e sfruttare i piani di accumulo con Bitpanda Saving, queste strategie di investimento a lungo termine possono risultare un ottimo utilizzo dell’exchange. Se si vuole operare trading online con CFD, investire con capitali anche minimi senza costi di commissione e attuare strategie di breve o medio periodo, risulta evidente che un piattaforma come Bitpanda non è conveniente.

In generale è quindi necessario comprendere quali sono gli obiettivi e le tipologie di investimento che si vogliono compiere per poi determinare lo strumento con cui operare. Investire nelle criptovalute sfruttando tutte le potenzialità che questi asset offrono ai trader, può essere sicuramente svolto in maniera più proficuo utilizzando broker e piattaforme diverse da Bitpanda, che tuttavia può essere una scelta valida per investitori amatoriali.

Leggi anche:

Considerazioni finali

Le criptovalute, trainate dal Bitcoin, hanno sostanzialmente aperto nuove possibilità di investimento, costituendo un mercato in fortissima ascesa. La loro elevata volatilità nel breve periodo le rende un asset davvero interessante per chi opera strategie di trading intraday.

Resta comunque intrinseco il concetto che per trarne i profitti più sostanziosi, è necessario acquistare le criptovalute e mantenerle nel portafoglio per periodi molto lunghi. Per questa ragione sempre più investitori amatoriali utilizzano strumenti come Bitpanda per scambiare queste valute virtuali e trarne profitti dal loro aumento di valore a lungo termine.

Bitpanda dimostra di essere un exchange molto intuitivo e ricco di funzionalità interessanti. La vasta gamma di servizi ed i numerosi strumenti messi a disposizione dei propri utenti dimostra che la società di Vienna pone al centro del proprio “core business” l’attenzione per gli utenti e l’accessibilità su larga scala agli investimenti finanziari.

Come è stato già ribadito all’interno di questa guida, va constatato che Bitpanda presenta numerosi svantaggi in termini di sicurezza e, soprattutto, di convenienza. Tali svantaggi lo rendono una seconda scelta rispetto ad altri broker come eToro, FP Markets e Capital.com.

Scegliere uno di questi broker consente di disporre di strumenti e funzionalità migliori, utili per orientarsi al meglio e con meno costi da sostenere nel complesso mondo del trading online.

FAQ Bitpanda: domande frequenti

Cos’è Bitpanda?

Bitpanda (questo il sito ufficiale) è un exchange che permette di acquistare, vendere o scambiare le criptovalute ed altri strumenti finanziari.

Bitpanda è una truffa?

No, Bitpanda non è una truffa. Si colloca tra i migliori exchange di criptovalute tra quelli disponibili oggi, vanta più di 2 milioni di utenti.

Bitpanda ha costi di commissione elevati?

Le commissioni previste da Bitpanda risultano più alte della media, specialmente entro certi limiti di capitali e possono essere considerate competitive solo se paragonate ad altri exchange. Esistono possibilità di investimento più convenienti come i broker per il trading online di CFD.

Bitpanda è adatto a principianti?

Si, Bitpanda è sicuramente adatto ad investitori amatoriali e piccoli risparmiatori.

Bitpanda permette di investire in Bitcoin?

Tra le criptovalute presenti su Bitpanda è compresa anche la criptovaluta più famosa, ovvero il Bitcoin.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.