InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Blue Chip

Le azioni Blue Chip costituiscono un’interessante occasione di investimento nel 2022. Anzi, a voler esser più specifici, titoli azionari considerati “Blue Chip” sono un evergreen che sembra non passare mai di moda, soprattutto nel caso di investitori prudenti ed interessati a strategie impostate sul medio/lungo periodo.

Le motivazioni che spingono sempre gli azionisti ad acquistare azioni Blue Chip saranno individuabili già approfondendo il significato del termine. In particolare, questo viene usato per identificare dei titoli finanziari relativi a società considerate notoriamente affidabili e consolidate.

Trattandosi di compagnie che presentano dei vantaggi competitivi tali da aver scalato il mercato ed aver assunto una posizione predominante, l’interesse degli investitori verso le azioni Blue Chip sembra rinnovarsi periodicamente.

Stando a questa definizione, potrebbe essere facile intuire quanto i nomi delle società che rispecchiano questi requisiti varino molto nel tempo, pertanto è bene attuare check costanti ed avere un quadro sempre ben chiaro di quelle che sono le migliori azioni da comprare.

Azioni Blue Chip – Riepilogo:

Cosa sono:Titoli azionari emessi da aziende finanziariamente molto stabili, leader di settore
Come sceglierle:Valutazione performance aziendali/ Analisi report trimestrali e annuali
🏅Migliori titoli italiani:Elenco Migliori azioni Blue Chip italiane 2022
🏅Migliori titoli esteri:Classifica migliori azioni Blue Chip USA 2022
👍Come investire:Trading DMA / CFD / ETF
🏦Dove investire:Migliori piattaforme di trading azioni Blue Chip
🤔Conviene:– Occhio ai rischi
Azioni Blue Chip: Principali caratteristiche introduttive

Azioni Blue Chip: Cosa sono?

Come anticipato in precedenza, non esiste una definizione particolarmente netta per poter distinguere le azioni Blue Chip. Il termine è stato preso in prestito dal mondo del poker, nel quale le blue chip stanno a indicare quelle carte che, all’interno del mazzo, hanno un valore maggiore rispetto alle altre.

Azioni Blue Chip: Guida completa ai migliori titoli Blue Chip italiani ed internazionali 2022 a cura di InvestimentiFinanziari.net
Azioni Blue Chip: Guida completa ai migliori titoli Blue Chip italiani ed internazionali 2022 a cura di InvestimentiFinanziari.net

Per la prima volta questa denominazione è stata usata nel corso dello scorso secolo proprio per definire azioni di aziende consolidate e dai profitti elevati. Si tratta perlopiù di società presenti nel mercato ormai da diversi anni, in grado di proporre prodotti e brand talmente conosciuti da essere, in alcuni casi, iconici. Da quel momento, le azioni blue chip hanno mantenuto questo nome, identificando le aziende multinazionali in grado di detenere la leadership o grandi quote di mercato del loro settore di riferimento.

La maggior parte delle azioni blue chip sono caratterizzate da un valore in costante crescita e sono, generalmente, associate a titoli piuttosto stabili. Il vantaggio di questa tipologia di azioni è quello di garantire, insieme a una maggiore sicurezza, anche dei dividendi particolarmente interessanti.

Ma dove è possibile trovare delle azioni Blue Chip? Lo si scoprirà di seguito, così da scoprire su quali indici di borsa sono solitamente quotati questi indici finanziari.

Dove sono quotate le azioni Blue Chip?

Quasi tutte le azioni Blue chip sono quotate nei maggiori mercati finanziari di tutto il mondo. Questi titoli, infatti, sono perlopiù inclusi nei principali indici di borsa, quali Dow 30, S&P500 e FTSE 100. Le azioni presenti nella borsa di Milano, dell’indice FTSE MIB, appartengono a società che riescono a superare i 5 miliardi di valore.

Nel dettaglio, la Borsa di Milano riconosce come azioni blue chip tutti quei titoli appartenenti ad aziende con un market cap di almeno un miliardo di euro. Tra le società migliori presenti su Piazza Affari, sicuramente Enel spa è la più importante. Si tratta, come ben si sa, di un’azienda storica e particolarmente solida, che si occupa di distribuire e produrre gas naturale ed energia.

Ma le azioni Blue chip non fanno parte solo dell’indice FTSE MIB, ma sono parte di altri indici molto popolari, come l’EURO STOXX 50, indice azionario dell’eurozona l’S&P 500 negli Stati Uniti e il Nikkei 225, un particolare segmento della Borsa di Tokyo.

Per quanto riguarda il mercato statunitense, oltre al già citato S&P 500, l’indice più popolare riguardante le azioni blue chip è sicuramente il Dow Jones Industrial Average. Si tratta in particolare di una media ponderata per il prezzo di 30 azioni blue chip, che appartengono solitamente ad aziende leader del settore nel quale operano.

Alla luce di quanto detto, ci si potrebbe chiedere quali siano le migliori azioni Blue Chip sulle quali puntare, sia nel mercato italiano che internazionale. A tale quesito si cercherà di rispondere nel corso dell’approfondimento, allo scopo di fornire più strumenti possibili agli investitori interessati a questi titoli finanziari.

Azioni Blue Chip: Classifica migliori titoli italiani

Per poter fornire un’idea esaustiva circa le migliori azioni blue chip italiane, di seguito verrà riportato un elenco basato su alcune delle realtà più importanti presenti sul nostro territorio nazionale.

Molti dei nomi presenti in questa classifica mantengono saldo il loro posto da diversi anni, rendendole a tutti gli effetti tra le scelte più gettonate dagli investitori che prediligono un approccio a lungo termine. Si potrà facilmente notare che si tratta di beni di importanza fondamentale, come energia elettrica o petrolio. Tutti settori particolarmente solidi che potrebbero incoraggiare un investimento anche in momenti generalmente non molto positivi.

Migliori Azioni Blue Chip Italiane [CLASSIFICA] 2022:

🌐Titolo📄ISIN📊Settore💸Capitalizzazione 
Enel IT0003128367Energia 48,9 miliardi di euro
Eni IT0003132476Energia 46 miliardi di euro
Intesa SanpaoloIT0000072618Bancario 40 miliardi di euro
Ferrari NL0011585146Motori36,5 miliardi di euro
STMicroelectronicsNL0000226223Semiconduttori34,8 miliardi di euro
Generali AssicurazioniIT0000062072Assicurativo29,6 miliardi di euro
Unicredit IT0005239360Bancario21 miliardi di euro
SnamIT0003153415Gas16.5 miliardi di euro
Migliori Azioni Blue Chip Italiane 2022

Enel

All’interno di questa classifica non poteva certamente mancare Enel, una delle principali aziende fornitrici di luce e gas, ormai affermata a livello globale. Infatti, Enel si colloca all’84esimo posto, a livello mondiale, per il suo fatturato che supera gli 80 miliardi di euro

La più grande società nel campo delle utilities, inoltre, vanta una capitalizzazione di borsa pari a 48,9 miliardi di euro, che la rende la maggiore a livello europeo per capitalizzazione. Al contrario di ciò che molti potrebbero pensare, Enel non si limita a operare in Italia, ma è attiva in 35 paesi del mondo occupandosi di: infrastrutture, produzione di energia elettrica (sia tradizionale che rinnovabile), erogazione di servizi e fornitura di prodotti.

Analisi tecnica sul titolo italiano Blue Chip ENEL
Grafico settimanale sul titolo italiano Blue Chip ENEL

Dal grafico riportato, gentilmente offerto dal conto demo gratuito di eToro, è evidente quanto le azioni Enel, seppure soggette ad alcune variazioni, non subiscono mai un crollo davvero significativo. Un’evidenza che potrebbe non stupire. Enel è uno dei leader nel settore dell’energia, sia per quanto riguarda la sua produzione che la sua distribuzione, per questo motivo si può dire di avere dei profitti quasi assicurati. Ovviamente, come in ogni realtà aziendale, ci sono dei momenti sfavorevoli, ma in linea generale si può considerare un settore tra i più sicuri sui quali puntare con i propri investimenti.

È regolarmente quotata alla Borsa di Milano sul Ftse Mib, dove detiene il titolo di più grande azienda per capitalizzazione di mercato, con un peso del 16,6%. I suoi dividendi sono in costante crescita: basti pensare che nel 2019, al termine dell’assemblea sul bilancio, ha annunciato un aumento dello stesso del 17%.

Eni

Subito dopo Enel sarebbe impossibile non citare anche Eni, una delle aziende più importanti del settore petrolifero. Presente in oltre 60 paesi del mondo, la società è attiva a livello globale e secondo gruppo sul FTSE MIB per livello di capitalizzazione. La principale attività di Eni è sicuramente l’estrazione, la produzione e la vendita di gas naturale e di petrolio, vantando anche una capillare rete di distribuzione sul territorio nazionale.

Analogamente a Enel, anche Eni viene creata inizialmente con l’identità di ente nazionale nel 1953. Solo nel 1992 divenne poi, effettivamente, una società per azioni. Al giorno d’oggi, lo stato italiano risulta ancora essere uno degli azionisti più importanti della società, con una quota di circa il 30%. 

Andamento del titolo italiano blue chip ENI
Andamento del titolo italiano blue chip ENI

Dal grafico offerto dal conto demo gratuito di Capital.com, è evidente come, nonostante alcune oscillazioni fisiologiche per il mercato finanziario, le azioni Eni mantengono un andamento positivo, fino a incontrare un netto miglioramento a partire dallo scorso autunno 2021.

Questo è dovuto alle molteplici attività di Eni, che si occupa di ricerca, distribuzione e produzione non solo di carburanti e biocarburanti, ma anche di prodotti chimici e lubrificanti, oltre che del suo core business di fornitura, commercio e trasporto di gas naturale, anche liquefatto, olio ed energia elettrica.

Negli ultimi anni, con l’approccio anche alla ricerca di bio-based chemicals, l’azienda sta studiando un approccio più sostenibile, operando azioni di ripristino ambientale e limitando eventuali sprechi con la riconversione di siti industriali dimessi. Grazie al business adottato, il quale si rivela in linea con le esigenze attuali, le azioni ENI rientrano indiscutibilmente tra i titoli italiani Blue Chip più interessanti per investimenti di medio/lungo termine.

Intesa Sanpaolo

L’Intesa Sanpaolo è sicuramente uno dei gruppi bancari più solidi in Italia. Dopo aver portato con successo a compimento alcune azioni strategiche di acquisto e scambio, come quella con Ubi Banca (il quale capitale è ora nelle mani di Intesa per il 91%), l’istituto è diventato uno dei principali player del settore bancario a livello europeo. In Italia è sicuramente il maggior gruppo bancario, con oltre 11 milioni di clienti e circa 3700 filiali sparse sull’intero territorio.

All’estero, invece, vanta 7,2 milioni di clienti e 1000 sportelli, situati principalmente  nell’Europa centro-orientale, Nord Africa e nel Medio Oriente. Ma analizziamo ora il grafico del titolo offerto gentilmente dall’ottimo broker di trading online eToro.

Analisi di trend azioni Intesa SanPaolo 2022
Analisi di trend azioni Intesa SanPaolo 2022

Dal grafico appena riportato è evidente che Intesa Sanpaolo si conferma essere un buon investimento per chi ricerca una maggiore sicurezza. L’andamento delle quotazioni è piuttosto lineare e, a fronte di un calo maggiormente marcato, si evidenzia subito un immediato miglioramento.

Il business di Intesa Sanpaolo è articolato in sei ben distinte divisioni: Banca dei Territori, Private Banking, Corporate & Investment Banking, Asset Management, International Subsidiary Banks e assicurazioni.

La Banca Centrale Europea, a seguito della crisi scatenata dal Covid-19, ha raccomandato a tutti gli istituti di credito comunitari di non emettere dividendi almeno fino alla fine dell’anno. Si tratta di una manovra necessaria per poter far fronte all’emergenza e garantire al mercato di riferimento tutta la liquidità della quale ha bisogno.

La capitalizzazione di Intesa Sanpaolo è di circa 40 miliardi, con un peso sul FTSE MIB del 6,64%, rendendolo sicuramente uno dei titoli più quotati, sia agli occhi di investitori italiani che stranieri.

Ferrari N. V.

La Ferrari N.V. è la società controllante della celeberrima Ferrari. Un’azienda che non necessita di troppe presentazioni, essendo la casa automobilistica simbolo del Made in Italy per antonomasia. Fondata da Enzo Ferrari nel 1947, l’omonima azienda nel corso degli anni è arrivata a occupare una delle posizioni più alte tra le blue chip presenti nel FTSE MIB. Il core business della società è costituito maggiormente dalla sezione sportiva del brand, ovvero le Scuderie Ferrari.

Ed è proprio il brand uno dei segni distintivi di Ferrari, che in passato è stato il più influente al mondo per due anni consecutivi, oltre a essere collocato nella classifica Forbes dei marchi più pregiati

Andamento delle Azioni Ferrari 2022

Anche il grafico appena riportato evidenzia quanto l’andamento generale delle azioni Ferrari sia piuttosto positivo, nonostante il periodo delicato che l’economia nazionale e internazionale sta affrontando. Anche a fronte di qualche piccola contrazione del prezzo delle azioni, quest’ultimo poi tende subito a recuperare una buona quotazione.

La sua capitalizzazione, oggi, supera i 30 miliardi di euro. Il mercato nel quale si sono riscontrate maggiori attività, negli ultimi anni, è stato sicuramente quello asiatico, seguendo delle precise strategie di mercato adottate dall’azienda.

Per restare aggiornati circa l’andamento del titolo blue chip italiano Ferrari, si suggerisce di adoperare piattaforme come eToro (sito ufficiale qui), le quali constano di grafici professionali ed una sezione di news a cui attingere per capire come acquistare tali azioni.

STMicroelectronics

STMicroelectronics, conosciuta anche come Stm, è una società quotata sia sul FTSE MIB, ma anche all’Euronext Paris e al NYSE. Anch’essa rientra tra le maggiori aziende sull’indice di Milano: vanta una capitalizzazione complessiva di circa 34 miliardi di euro.

Azioni STMicroelectronics: andamento stagionale in rialzo
Azioni STMicroelectronics: andamento stagionale in rialzo

Come per le altre società Blue Chip, anche la Stm presenta un andamento del prezzo delle azioni tendenzialmente molto positivo. Per questa ragione, anche i titoli azionari di questa azienda potrebbero essere un’ottima possibilità di investimento: sebbene si assista a una contrazione del prezzo, questo torna immediatamente a salire.

La società è una delle maggiori nel settore dei semiconduttori e si occupa di fornire prodotti e servizi per il consumo di energia. Tratta, quindi, di applicazioni elettroniche usate quotidianamente e che riguardano aziende, abitazioni, città, automobili  e dispositivi mobili, che riescano a connettersi a una rete internet. L’assetto azionario della Stm è equamente diviso al 50% tra il Ministero dell’Economia italiano e quello francese. L’azienda possiede oltre 60 società sussidiarie grazie alle quali riesce a garantire la propria presenza in quasi 30 paesi al mondo.

Generali Assicurazioni

Proseguendo con la lista delle azioni Blue chip italiane sulle quali puntare nel 2022, non si possono non citare quelle relative a Generali Assicurazioni. Questo gruppo è il più grande in Italia e terzo a livello europeo, subito dopo Allianz e Axa, con oltre 69 miliardi di fatturato ed è attivo in Europa occidentale, Estremo Oriente e Nord America.

Si tratta di una società storica, la cui strategia di espansione si sta focalizzando sull’Oriente, con un’attenzione particolare alle economie che si stanno maggiormente sviluppando, come quella cinese e indiana. Si tratta, dunque, di un’azienda con una forte impronta internazionale. Un aspetto che sicuramente viene confermato dall’assetto del suo azionariato, composto per circa il 41% da investitori istituzionali esteri.

Analisi di Status&Trend del titolo italiano Generali
Analisi di Status&Trend del titolo italiano Generali

Il grafico della Generali Assicurazioni potrebbe sembrare meno stabile a causa delle oscillazioni del prezzo delle sue azioni. La realtà, però, è che la solidità che l’azienda ha raggiunto nel corso degli anni fa sì che il suo titolo sia sempre molto appetibili, rientrando a pieno titolo nella categoria Blue Chip.

Nel 2020 Generali ha corrisposto i dividendi ai suoi azionisti in due diverse tranche, una intorno al mese di maggio e l’altra alla fine dell’anno. Per tale ragione, le azioni Generali sembrano stuzzicare l’appetito di investitori che sono alla ricerca di azioni da dividendo, dal quale ottenere profitti soddisfacenti sul lungo termine.

Unicredit

Segue subito nella classifica Unicredit; prima banca italiana per fatturato e patrimonio complessivo gestito. La società ha sedi in diversi paesi, circa 14 in Europa, e i principali mercati sono stati identificati nell’Italia, nella Germania e anche in Austria, dove risulta essere il primo gruppo bancario. Oltre i confini europei, la Unicredit vanta la propria presenza in altri 18 paesi in tutto il mondo e una capitalizzazione di circa 21 miliardi.

Il graduale rialzo del titolo blue chip Unicredit

Com’è possibile vedere dal grafico soprastante, anche le azioni Unicredit si attestano come uno dei titoli più soggetti a oscillazioni di mercato. Ma nonostante quanto accaduto tra l’ultima settimana di marzo e l’inizio di aprile, con un leggero ribasso del titolo, Unicredit si conferma in costante crescita, un segnale decisamente positivo per tutti gli investitori interessati a questa azienda.

I titoli appartenenti al settore finanziario sono stato oggetto di diverse variazioni di trend, presentando anche elevati livelli di volatilità giornaliera sul breve periodo. Pertanto, si suggerisce di operare con cautela, adoperando i servizi proposti da piattaforme come Trade.com (scopri qui la piattaforma), le quali offrono strumenti analitici professionali con cui studiare i mercati.

Snam

Snam è una delle aziende più attive nel campo energetico che si occupa principalmente di stoccaggio, trasporto e rigassificazione del metano, operando in diversi paesi come Italia, Francia, Albania, Regno Unito e Grecia, grazie a diverse società partecipate.

L’estensione della sua rete di trasporto è tra le prime in Europa ed è anche tra i maggiori azionisti del gasdotto Trans Adriatic Pipeline, che avrà origine in Turchia per poi arrivare in Italia passando per Grecia e Albania. Si tratta di un’opera molto importante per l’approvvigionamento di gas naturale in Italia, anche se sono presenti anche diverse implicazioni geopolitiche che potrebbero complicare la sua realizzazione. Il titolo è disponibile alla negoziazione sulla piattaforma di Capital.com.

Andamento grafico della società italiana SNAM 2022
Andamento grafico della società italiana SNAM 2022

Quest’ultimo grafico rappresenta al meglio la quotazione delle azioni di Snam, che potrebbe sembrare poco regolare a una prima occhiata. Si deve sempre ricordare, però, che è necessario studiare l’azienda nella sua interezza, considerandone le performance e gli scopi di lungo periodo. In questo caso, l’obiettivo della società è convergere verso un modello più trasparente, volto alla sostenibilità.

Snam, comunque, rappresenta un’ottima possibilità di investimento se si intendono acquistare azioni blue chip. Ha, infatti, una capitalizzazione di 16,5 miliardi di euro e gli analisti ritengono che, sul lungo termine, il titolo potrà continuare ad offrire performance positive e tese al rialzo.

Azioni Blue Chip Americane: Migliori titoli consigliati 2022

Migliori azioni Blue Chip Americane CLASSIFICA 2022]

❓Titolo✏️ISIN💡Settore💰Capitalizzazione
AppleUS0378331005Tech2.53T
Berkshire HathawayUS0846701086Holding 723.10B
Johnson & JohnsonUS4781601046Industria farmaceutica, salute445.27B 
Coca-ColaUS1912161007Beverage251.11B
Classifica migliori azioni Blue Chip americane 2022

Considerando l’importanza di progettare un wallet equilibrato e diversificato, non si possono non considerare le migliori azioni Blue Chip Americane, le quale garantiscono un’esposizione internazionale. Inoltre, come si vedrà, rappresentano dei colossi irremovibili sui mercati, i cui titoli sono dei veri e propri must have da diversi anni.

Apple

Tra le migliori azioni blue chip in circolazione sul mercato americano, non si possono non citare quelle di Apple. Un’azienda tra le più grandi al mondo, è stata in grado di essere un importante traino nel settore della tecnologia. Impossibile non conoscere i suoi prodotti più iconici, che hanno rivoluzionato l’intero mercato: il primo Macintosh del 1980, iPod nel 2001, seguiti poi dal primo iPhone, iPad e così via.

Sicuramente uno dei suoi punti di forza è il brand, ormai davvero solido e conosciuto in tutto il mondo, che ha garantito all’azienda una fidelizzazione della clientela davvero invidiabile.

Azioni Apple: il must have del 2022
Azioni Apple: il must have del 2022

Apple si conferma essere anche oggi un’azienda solida e con delle quotazioni in costante crescita, un vero e proprio porto sicuro per moltissimi investitori.

Buona parte dei guadagni Apple deriva anche dall’erogazione di diverse tipologie di servizi, come App Store, iTunes e Apple TV.  L’azienda è in costante crescita e, a oggi, ha superato i 2 bilioni di dollari di capitalizzazione.

Comprare azioni Apple è un’occasione offerta anche da piattaforme come Capital.com (raggiungi qui la piattaforma), il quale permette sia un approccio diretto (DMA) che operazioni speculative attraverso i CFD.

Berkshire Hathaway

La Berkshire Hathaway è conosciuta come una delle più grandi holding in tutto il mondo. Si occupa di offrire assicurazioni di diverso genere, da quelle commerciali a quelle personali, con una rete capillare di filiali GEICO e Gen Re. Il gruppo, però, non si limita a queste attività: possiede, inoltre, l’azienda ferroviaria BNSF e altre società come anche Dairy Queen. Il CEO del gruppo è Warren Buffet, uno degli investitori più conosciuti in tutto il mondo e autore di numerosi libri in ambito finanziario. 

Grafico delle azioni BerkShire così come disponibile sulla piattaforma gratuita di eToro
Grafico delle azioni Berkshire così come disponibile sulla piattaforma gratuita di eToro

La Berkshire Hathaway si conferma essere una delle aziende più solide e affidabili mai esistite. Le contrazioni del prezzo delle sue azioni sono modeste rispetto a quanto visto per altre aziende, registrando comunque una forte crescita dall’inizio dell’anno.

Per questo motivo, sono sempre maggiori gli analisti che suggeriscono un buy immediato per le azioni Berkshire Hathaway, soprattutto nel caso in cui si cercasse un’allocazione equilibrata degli asset da inserire in un wallet di lungo periodo.

Johnson & Johnson

Tra le migliori azioni blue chip, infine, si colloca anche la Johnson & Johnson, particolarmente rinomata per produrre beni sanitari essenziali per la cura della persona. Non tutti sanno, però, che il business di Johnson  & Johnson  non si limita alla sola produzione di beni di consumo, ma si estende anche a prodotti farmaceutici e dispositivi medici.

Johnson&Johnson: l'andamento del titolo statunitense 2022
Johnson&Johnson: l’andamento del titolo statunitense 2022

Nel corso della lotta al Covid-19, infatti, l’azienda ha anche realizzato un suo vaccino per contrastare il virus, che è stato utilizzato in diverse zone del mondo. Come Coca-Cola, anche la Johnson  & Johnson fa parte delle Dividend Aristocrats, essendo riuscita ad aumentare i propri dividendi per oltre 58 anni di seguito.

attualmente, il grafico mostra delle oscillazioni di prezzo che aumentano la rischiosità del titolo per operazioni di breve termine. Tuttavia, da una prospettiva più estesa in termini temporali, comprare azioni Johson&Johnson potrebbe rivelarsi un’idea proficua, così come attestano le numerose previsioni degli analisti, i quali suggeriscono di dare ancora fiducia ad un titolo storico ma performante come questo.

Coca-Cola

Impossibile non citare, in questo breve elenco, la Coca-Cola, che da più di cent’anni detiene saldamente la sua posizione di leader del settore del beverage. Si tratta di una società solida che, nel corso degli anni, è stata in grado di ampliare la propria offerta, estendendosi anche ad altre categorie come succhi, bevande analcoliche, sportive e vegetali.

L'andamento del titolo Coca-Cola (CO) 2022
L’andamento del titolo Coca-Cola (CO) 2022

I titoli azionari emessi dalla Coca-Cola, nonostante l’andamento apparentemente meno lineare di quanto visto finora, sono tra quelli che offrono migliori dividendi e, per questo motivo, fanno parte delle Dividend Aristocrats. Con queste ultime si intende identificare quelle aziende che hanno incrementato i propri dividendi per almeno 25 anni di seguito. La Coca-Cola rientra a pieno diritto in questa categoria, essendo riuscita ad aumentare i suoi dividendi per ben oltre i 59 anni consecutivi.

Un’azione che è stata possibile grazie alle ottime performance sostenute dall’azienda, anche in periodi particolarmente complessi come quello pandemico. Inoltre, la multinazionale sembra riuscire ad assicurarsi una posizione di predominio sul mercato, grazie a delle strategie di marketing ed un modello business flessibile ed integrato, il quale risponde costantemente alle mutevoli esigenze della propria clientela internazionale.

Come comprare azioni Blue Chip

A questo punto della guida, si potrebbe essere particolarmente persuasi dall’acquisto di azioni Blue Chip, ma come possono essere effettivamente comprate? Per poter acquistare titoli finanziari, in genere, si possono seguire alcuni distinti approcci che si andrà di seguito ad analizzare:

  • Trading DMA: con trading DMA si intende Direct Access Market, consigliata a tutti quegli investitori che intendono acquistare le azioni Blue Chip nel senso più stretto del termine. Con l’approccio DMA, infatti, si va a comprare direttamente il titolo azionario al quale si è interessati, conservandolo poi nel proprio portafoglio nel lungo periodo.

In questo modo, l’investitore avrà la possibilità di guadagnare da questi investimenti esclusivamente in periodi di trend particolarmente positivi per le azioni in questione e non il viceversa. Per questa ragione, il trading DMA viene utilizzato maggiormente per azioni particolarmente stabili e con una volatilità molto bassa, così da ridurre più possibile il rischio di eventuali perdite economiche.

  • Trading CFD: l’acronimo indica dei particolari strumenti derivati che possono essere scambiati direttamente con broker o istituti di credito. Sono ideali per gli investitori retail, che hanno l’occasione di fare trading a margine con leva finanziaria, aprendo posizioni sia corte che lunghe. 

In questo caso, dunque, le azioni Blue Chip vengono scambiate attivamente, non appena le condizioni si rivelano favorevoli. Si tratta di una tipologia di investimento sicuramente più adatta a coloro che intendono concentrarsi su un orizzonte temporale di breve termine.

Dove comprare azioni Blue Chip: Migliori Piattaforme Consigliate 

Con l’esplosione del digitale il settore finanziario si è arricchito sempre più di nuovi operatori di trading. Sono molti, ormai, i broker che offrono i loro servizi in Europa e in Italia, creando non poca difficoltà nella scelta a chi si sta appena approcciando a questo mondo. I meno esperti, infatti, potrebbero essere ammaliati da promesse di facili guadagni e incappare in vere e proprie truffe.

MIGLIORI PIATTAFORME AZIONI BLUE CHIP CLASSIFICA 2022:

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

I broker che ci si accinge a citare sono particolarmente convenienti dal punto di vista economico. Presentano commissioni di trading basse o nulle e depositi minimi adatti anche a investitori alle prime armi o con capitali non molto cospicui.

Inoltre, grazie alla possibilità di fare trading online demo, i meno esperti potranno curare l’aspetto pratico-teorico prima di comprare azioni Blue Chip. Ciò significa poter investire con maggiore esperienza e consapevolezza, evitando di commettere errori dovuti a delle conoscenze poco approfondite in questo ambito.

Comprare azioni Blue Chip con eToro

Tra le diverse piattaforme presenti online, le azioni Blue Chip possono essere acquistate anche su eToro (sito ufficiale qui): uno dei migliori broker finanziari presenti nel mercato.

Azioni blue chip con eToro
eToro: il broker consigliato per l’acquisto delle migliori azioni blue chip 2022

Grazie ad una piattaforma intuitiva, user-friendly e ricca di strumenti e funzionalità di cui usufruire per affinare le proprie tattiche di trading, eToro si rivolge sia ad utenti alle prime armi che a coloro che hanno già un’esperienza consolidata alle spalle.

Il listino azionario proposto del broker è in costante aggiornamento: propone, infatti, le azioni blue chip internazionali più promettenti e peformanti del momento. Il vantaggio è che, i traders propensi ad operazioni di lungo termine, potranno approfittare della proposta zero commissioni sulle Real Stock: accedendo a dei titoli esteri selezionati dal broker, si potrà fare trading DMA senza preoccuparsi di alcun costo.

Tuttavia, anche optando per operazioni di natura speculativa mediante i CFD, si andrà incontro a spread di mercato competitivi ed accessibili. In effetti, è questo l’unico costo che il broker applica per ogni posizione aperta, evitando costi di gestione che potrebbero limitare le possibilità di coloro che partono da piccole somme.

Infine, si suggerisce di approfondire la proposta del broker aprendo un conto demo gratuito e illimitato: vantaggioso sia per capire come funziona la piattaforma, sia per mettersi alla prova senza sperperare il proprio capitale.

Comprare azioni Blue Chip: Quali opportunità offrono gli ETF?

Un’altra possibilità per comprare azioni Blue Chip è quella di puntare sugli ETF. Si tratta, in breve, di veri e propri panieri di azioni che vengono scambiati in borsa. La maggior parte degli ETF traccia gli indici più famosi, come il Nasdaq, il Dow Jones Industrial Average o FTSE 100.

Dato che la maggior parte dei principali indici azionari è composta da azioni blue chip, gli ETF costituiscono un ottimo strumento per poter scambiare un gruppo di azioni blue chip in una sola operazione. Questa alternativa si rivela comunque meno volatile e rischiosa delle singole azioni e consente uno scambio anche tramite CFD e altri derivati con leva.

Un esempio di ETF correlato alle miglori azioni Blue Chip è il FIDELITY BLUE CHIP GROWTH ETF, il quale è strutturato su titoli appartenenti a società che presentano possibilità d crescita sul lungo termine. Insomma, circa l’80% dell’ETF consta di azioni Blue Chip caratterizzate da un’elevata market cap.

Durante l’ultimo anno, il rendimento di tale ETF è stato pari ad un +3,23% e, tali informazioni, denotano un’interessante occasione per investire in azioni Blue Chip mantenendo contenuti i livelli di rischio. Infatti, strumenti finanziari del genere, presentano una diversificazione intrinseca tale da agevolare e semplificare le operazioni finanziarie da effettuare ai neofiti del settore.

Azioni Blue Chip: Come selezionare le migliori?

Sicuramente, prima di effettuare ogni tipo di operazione, è necessario capire come fare a selezionare le migliori azioni Blue Chip in circolazione.

Prima di procedere con l’investimento, infatti, è necessario svolgere una serie di ricerche volte a comprendere quali siano le società che hanno performato meglio nel corso degli anni. A tal fine, potrebbe essere utile cercare e leggere attentamente le relazioni annuali e trimestrali più recenti, per poter saggiare i risultati raggiunti.

A volte, però, non è sufficiente basarsi solo sulle performance aziendali più recenti. Per essere sicuri di stare investendo in azioni Blue Chip davvero convenienti, si dovrà scavare più a fondo con la propria analisi. Potrebbe essere opportuno, dunque, analizzare i risultati aziendali dell’ultimo decennio, per poter conoscere non solo gli utili ottenuti, ma anche l’andamento dell’erogazione dei dividendi agli azionisti.

Osservare l’andamento storico delle performance dell’azienda di proprio interesse è importante, in particolare, per avere un’idea più precisa del suo andamento anche in periodi di crisi o espansione. Un’ultima azione da compiere per valutare le migliori azioni Blue Chip nel mercato è, inoltre, quella di confrontare tra loro quelle con una qualità superiore alle altre, così da poter scegliere in piena consapevolezza le più adatte alle proprie necessità.

Azioni Blue Chip: Investire nel 2022 conviene?

Le azioni Blue Chip, come più volte ricordato nel corso della presente guida, sono emesse dalle aziende più stabili e forti al mondo. Da ciò ne deriva che è davvero molto raro che società di questo tipo falliscano e che, quindi, i prezzi delle loro azioni crollino senza possibilità di ripresa.

Questa sicurezza è dovuta alla solidità raggiunta dai modelli di business di queste aziende, che hanno saputo reinvestire sapientemente i propri utili al fine di crescere e consolidarsi nel corso degli anni. D’altro canto, si parla nella maggior parte dei casi di leader del proprio settore di riferimento, con un netto vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti. Questi ultimi, infatti, raramente riescono a strappare quote di mercato davvero considerevoli, non riuscendo a ridurre il divario esistente.

Per avere una maggiore idea della convenienza di un investimento di questo tipo, basti pensare che molti dei grandi investitori istituzionali investono buona parte delle loro risorse in azioni Blue Chip. Se si vuole trovare uno svantaggio a questa tipologia di azione è che le aziende di questo calibro tendono, generalmente, a crescere meno velocemente di aziende di dimensioni più piccole.

I titoli appartenenti a queste società, però, portano con sé una maggiore volatilità e, quindi, un maggiore rischio per il proprio capitale. Inoltre, se è vero che è molto raro che le aziende Blue Chip falliscano, questo non vuol dire che sia impossibile.

La causa del fallimento di questo tipo di società potrebbe essere l’inadeguatezza della propria offerta e l’incapacità di adattarsi ai numerosi cambiamenti di mercato. Per questa ragione, un’accortezza fondamentale è quella di valutare attentamente il settore nel quale opera l’azienda di proprio interesse, per valutarne l’effettivo stato di salute, oltre che le potenzialità.

In conclusione, si può desumere che è assolutamente conveniente investire nelle azioni Blue Chip nel 2022, a patto di tenere in considerazione quanto detto, oltre ai propri obiettivi di investimento.

Azioni Blue Chip: Chi dovrebbe puntare a questi titoli?

Arrivati a questo punto della lettura, dovrebbe essere chiaro che le azioni blue chip costituiscono davvero un’ottima opportunità di investimento. Ma si può dire, effettivamente, che siano adatte a tutti?

In linea generale, gli investitori che dovrebbero considerare delle operazioni nelle blue chip sono quelli che puntano a rendimenti particolarmente elevati sul capitale investito e a generare un reddito periodico. Ma non solo, le azioni blue chip sono considerate anche un’ottima forma di risparmio in vista di un pensionamento, soprattutto se si dovesse optare di acquistarle e investire a lungo termine. In quest’ottica, il pagamento dei dividendi periodico e regolare potrebbe garantire un reddito costante nel corso degli anni.

Le azioni Blue Chip sono adatte, inoltre, anche a tutti quegli investitori più prudenti e poco avvezzi a un rischio elevato, che puntano a una composizione del portafoglio con una prevalenza di azioni di società stabili

Al contrario, investire in azioni blue chip potrebbe non essere la migliore soluzione per i piccoli investitori, a causa del loro prezzo particolarmente elevato. Una valida alternativa, in questi casi, potrebbe però essere quella di valutare la possibilità di fare trading con queste azioni sfruttando gli strumenti derivati. 

La cosa importante, quindi, è quella di essere pienamente consapevoli delle proprie disponibilità economiche e, soprattutto, della propria tolleranza al rischio. Solo dopo questa attenta analisi sarà possibile capire in pieno quali possono essere le operazioni più adatte al proprio caso.

Considerazioni Finali

Alla luce di quanto emerso in questa guida, le azioni Blue Chip sembrerebbero essere davvero un’ottima opportunità di investimento. Come spesso accade, una delle migliori strategie è quella di diversificare quanto possibile il proprio portafoglio. Affiancando le Blue Chip, notoriamente appartenenti ad aziende più affidabili e solide, ad altri titoli con maggiori potenzialità e maggiori rischi, potrebbe essere una mossa da valutare attentamente.

Queste considerazioni vanno ovviamente calibrate in base alla propria disponibilità di capitali e alla propensione al rischio che si sente di avere. In linea generale, un investitore particolarmente avverso al rischio potrebbe tendere ad avere maggiori azioni Blue Chip rispetto a un trader con una propensione opposta.

FAQ – Azioni Blue Chip: Domande e Risposte Frequenti 

Cos’è un’azione blue chip?

Con “azioni blue chip” ci si riferisce comunemente a un titolo di una società considerata particolarmente solida e affidabile. Normalmente si tratta di un’azienda presente sul mercato da moltissimi anni, presente in diversi paesi del mondo e con capitalizzazione di mercato particolarmente cospicua. Si tratta di società in grado di sopravvivere a diverse crisi finanziarie, come quella scatenata dalla pandemia, o a altri tipi di calamità economiche

Le azioni blue chip sono sicure?

Le azioni Blue Chip possono essere considerate tra i titoli più sicuri sul mercato. Sono emesse da aziende particolarmente solide, che hanno dimostrato di riuscire a far fronte a ogni tipo di situazione, come la crisi economica scatenata dalla pandemia. Per investire in maniera cauta è prudente su tali titoli, sarà bene preferire opzioni di investimento proposte dai migliori broker azioni.

Comprare azioni Blue Chip conviene?

La scelta di comprare azioni Blue Chip è conveniente se si approfondisce la natura di tali titoli finanziari. Tuttavia, si tratta pur sempre di manovre finanziarie che comportano una serie di rischi, per cui è necessario attuare delle valutazioni prima di decidere di investire in Borsa, evitando così di esporsi a rischi ai quali non si saprebbe rimediare.

La valutazione dell'autore

⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.