InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Trading USD/JPY

Il trading USD/JPY è tra le operazioni più frequenti sul Forex. La coppia dollaro statunitense / Yen giapponese è giunta sul podio tra i titoli più negoziati sul liquido, caotico ed instabile mercato Forex.

Partendo dal principio, è bene sapere che le coppie principali sono quelle in cui è presente il dollaro. Di conseguenza, la negoziazione che vede come attori principali dollaro statunitense e yen giapponese è al secondo posto, in quanto il primato va alla coppia EUR/USD.

Lo yen diviene moneta ufficiale del Giappone solo durante l’epoca Meiji, cioè nel 1871: periodo in cui la potenza orientale si avvia verso una fase di restaurazione a tutti gli effetti, iniziando a modernizzarsi secondo tendenze occidentali.

USD/JPY: la seconda principale coppia forex
Analisi finanziaria completa della coppia valutaria USD/JPY a cura di InvestimentiFinanziari.net – Come fare trading in USD/JPY forex

Favorendo pratiche di esportazione e fornendo il supporto necessario per una crescita interna, nel corso degli anni lo yen è giunto a giocare un ruolo di fondamentale importanza per l’economia internazionale. In termini finanziari, la valuta giapponese è la terza più scambiata al mondo.

E’ altrettanto importante sapere che lo yen, proprio come il dollaro statunitense, viene considerato come una valuta di riserva. Inoltre, tali valute sono sempre state considerate dai traders come dei safe heaven, cioè dei porti sicuri a cui aggrapparsi nel momento in cui i mercati vivono delle fasi di crisi.

La storia che vede protagoniste la coppia USD/JPY protende, inizialmente, verso una potenza già consolidata: gli USA hanno sempre goduto di un prestigio internazionale. Al contrario, lo yen giapponese ha fatto una maggiore fatica ad affermare la propria presenza sul mercato: nonostante fasi altalenanti, il Giappone è ugualmente riuscito ad ergersi tra i più potenti attori orientali in uno scenario mondiale.

Attualmente, la scelta di fare trading USD/JPY sta diventando sempre più popolare. Ma com’è possibile se il mercato Forex è così volatile? La risposta è molto semplice: studiando tutti quei fattori esterni che incidono sulla quotazione di una o dell’altra valuta, si potranno attuare le strategie più adatte per realizzare promettenti investimenti finanziari

Prima di spiegare dettagliatamente come investire in dollaro/yen, proponiamo una tabella riassuntiva delle caratteristiche più importanti di questa coppia di valute:

Titolo:🇺🇸Dollaro Statunitense / 🇯🇵Yen Giapponese
Codice:USD / JPY
Minimi:102,34
Massimi:112,11
Volumi medi:91.963K
Tipo di investimento:CFD
Dove investire:eToro / Capital.com / FP Markets
Tabella di introduzione alla coppia valutaria USD/JPY

Coppia USD/JPY: cos’è?

Riprendendo quanto accennato nell’introduzione, l’abbreviazione USD/JPY indica semplicemente una delle più popolari e negoziate coppie valutarie quotate sul Forex: il dollaro statunitense e lo yen giapponese.

Il dollaro funge da valuta principale, mentre lo yen può esser definito come valuta di quotazione o secondaria. Ragionando in termini di coppia, in quanto è così che si opera sull’Foreign Exchange Market, un trader comprerà dollari e venderà yen. Ad esempio, seguendo la media delle quotazioni degli ultimi anni, 1 dollaro equivale a circa 103,43 yen.

 Il cross ha, ormai, un peso internazionale: trattandosi di due nazioni ampiamente influenzate da molteplici fattori, è bene considerare quelli più incisivi che conducono a variazioni di prezzo per la coppia in questione.

In linea generale, fare trading USD/JPY significa assicurarsi un’elevata liquidità, ma anche andare incontro ad una volatilità giornaliera non indifferente. Tuttavia, è possibile fornire delle statistiche riguardo gli anni scorsi per comprendere, sempre in termini di probabilità, verso quale direzione la coppia potrebbe incamminarsi. 

USD/JPY, anche nota come gopher, è sottoposta all’influenza di numerosi elementi macroeconomici e microeconomici, come:

  • Fattori economici: tasso d’inflazione, di disoccupazione, PIL, esportazioni, vendite al dettaglio, produzione interna sono indicatori essenziali da cui comprendere lo stato da salute delle due rispettive potenze;
  • Tassi di interesse: le decisioni prese dalla Bank of Japan e dalla Federal Reserve System periodicamente possono influenzare l’andamento del cross sul mercato;
  • Prezzo del greggio: il Giappone ha assunto un ruolo sempre più importante nel settore dell’industria. Esiste un’evidente correlazione tra l’andamento della coppia e il prezzo del petrolio: quando il prezzo del greggio aumenta, il valore dello yen tende a calare. Tuttavia, il cross ha una diretta correlazione col petrolio, quindi il suo valore aumenta, anche la coppia salirà di prezzo;
  • Questioni politiche: cambiamenti e decisioni politiche hanno un gran peso sulla quotazione di una valuta di un Paese. Ovviamente, ciò riguarda tanto la politica interna che quella internazionale;

Sebbene sia un aspetto spesso poco considerato, dare un’occhiata al settore immobiliare negli USA è un’arma che potrebbe giocare a proprio favore: nel momento in cui la situazione è positiva e stabile, il dollaro consolida ulteriormente la propria posizione.

In linea generale, per i traders più dinamici restare aggiornati sulle principali news di mercato è diventato un gioco da ragazzi: sarà sufficiente consultare, almeno su base quotidiana, un calendario economico

USD/JPY: che ruolo ha il Dollaro Statunitense?

Naturalmente, quando ci si cimenta in un investimento sul mercato Forex, è sempre bene considerare il ruolo giocato da entrambe le valute. Iniziando dal dollaro americano, sappiamo che si tratta della valuta che rappresenta, in termini storici, una delle prime potenze mondiali. Ad oggi, l’America deve fronteggiare un rivale abbastanza temibile: la Cina, da cui si sente minacciata per l’importanza che sta assumendo.

Nell’ultimo trimestre del 2020 l’economia statunitense ha attirato l’attenzione di numerosi esperti: nonostante il lockdown vissuto a causa della diffusione del covid-19, il PIL ha registrato un rialzo del 33,1%.

PIL americano nel 2020
IL GDP (PIL) americano in netta crescita dopo la prima ondata di Codid-19

In un solo trimestre, gli USA sono riusciti a riprendersi da un anno quantomeno disastroso sotto numerosi punti di vista. Ciò significa che l’economia americana sta attraversando una fase piuttosto positiva.

In effetti, il ruolo del dollaro è ancora di primaria importanza: da sempre, mostra il rapporto inversamente proporzionale posseduto con lo stato di salute americano. Proprio come successo durante la grave crisi del 2008, in situazioni di recessione la valuta USD tende a rafforzarsi.

USD/JPY: che ruolo ha lo Yen?

Per quanto riguarda il ruolo svolto dallo yen, ci sono diverse considerazioni da fare. In primis, la principale valuta del Sol Levante non risente direttamente dello stato economico del Paese. In effetti, viene vista come una valuta rifugio: in momenti di crisi mondiale, gli investitori iniziano a speculare sullo yen. 

Tutto ciò è, ad esempio, avvenuto durante la già citata crisi del 2008 quando migliaia di traders hanno scelto di puntare alla valuta giapponese, incrementandone notevolmente il valore.

Considerando che il Giappone sta ancora lottando per affermarsi come una realtà solida e prolifica, bisogna considerarlo come un paese competitivo, con relazioni internazionali intraprese relativamente di recente. Nello specifico, è uno dei maggiori player nel campo delle esportazioni: ciò significa che le valute saranno necessariamente convertite in yen.

L’opinione più comune è quella secondo cui è abbastanza intuitivo definire il futuro della valuta giapponese se la si considera in relazione all’andamento dell’economia mondiale. 

Prima di concludere, è bene sapere che le decisioni riguardo i tassi di interesse prese dalla Bank of Japan è uno di quei fattori a cui prestare particolarmente attenzione: in un momento in cui il Giappone sta vivendo un periodo di deflazione e con una stima dei consumi in netto calo, la banca giapponese non può non attuare dei piani per una veloce ripresa economica.

L'inflazione giapponese dopo la crisi degli anni '80
Dopo la Bubble Economy l’inflazione giapponese è stata mantenuta a livelli bassissimi

Con ciò, si vuole affermare che attorno allo yen giapponese aleggia un’aria di incertezza e scetticismo, per cui è necessario monitorare con costanza le notizie di mercato che riguardano il Paese del Sol Levante.

Trading USD/JPY: correlazione con altre coppie valutarie

Investire nel Forex implica una conoscenza approfondita di tale mercato. Infatti, il presupposto da cui partire è che tutte le coppie di valute quotate sono interconnesse tra loro. 

In termini semplici, per correlazione ci riferiamo semplicemente ad un rapporto uguale o inverso esistente tra due valute/due coppie di valute. Nel momento in cui si prende come riferimento una tabella di correlazione, si avranno maggiori opportunità di fare adeguatamente trading sul Forex con una consapevolezza maggiore di quali tendenze stanno per vivere determinati cross valutari.

Prendendo in considerazione la coppia USD/JPY, bisognerà successivamente scegliere se operare su coppie direttamente correlate alla principale, oppure legate da un rapporto di correlazione inversa.

Nel primo caso, quando il cross di riferimento riporta una specifica variazione, anche l’altra coppia si muoverà nella stessa direzione. Nel caso della correlazione inversa, è intuitivo che quando il cross di base si rafforza, allora l’altra coppia subisce una variazione in negativo.

Nello specifico, USD/JPY ha una correlazione positiva con:

  • USD/CHF;
  • USD/CAD;
  • EUR/JPY;
  • GBP/JPY.

Sebbene si tratti di una strategia forex che può rivelarsi utile principalmente per traders che sanno già come muoversi, è un interessante spunto per avere una visione più ampia di cosa può offrire il Forex e le coppie che, sia in positivo che in negativo, si rivelano interdipendenti.

In effetti, è un ottimo escamotage per definire i punti d’ingresso sul mercato, valutando più di un cross.

Come investire in USD/JPY

Dopo aver analizzato il rapporto esistente tra le due valute, è giunto il momento di fornire una risposta ad una delle più frequenti ricerche degli investitori: “come investire in USD/JPY? Attualmente, la soluzione che consente di approfittare di caratteristiche come liquidità e volatilità, tipiche del Forex, è fare trading con i CFD.

Si tratta di un’attività che si rivolge anche a principianti o piccoli traders indipendenti che iniziano da piccole somme. Dunque, il trading online si fonda su due principi: accessibilità e versatilità. 

Infatti, nel momento in cui si decide di operare in questa direzione, si potrà scegliere di investire mediante strumenti finanziari derivati come i CFD (Contracts for Difference). 

Per giungere immediatamente al cuore della questione, vogliamo brevemente elencare i principali vantaggi da cui è scaturito il favore da parte di migliaia di traders in tutto il mondo verso tali strumenti.

In prima istanza, i CFD si adattano perfettamente a qualsiasi tipologia di asset/mercato, nonché ad ogni strategia di trading si voglia applicare. Permettono di speculare su un bene senza possederlo: ciò significa generare profitti grazie alle fluttuazioni costanti di prezzo riportate. Come abbiamo già compreso, è la principale particolarità del Foreign Exchange Market. 

Inoltre, il trading online CFD offre una doppia opportunità di rendimenti, in quanto si potrà investire al rialzo oppure al ribasso. Nel secondo caso, si tratta della cosiddetta “short selling” o vendita allo scoperto, con cui un investitore tenta di trarre dei vantaggi anche da situazioni di mercato in apparenza poco favorevoli. 

In genere, è un’attività di cui si riconosce anche una maggiore flessibilità economica, in quanto numerose piattaforme di trading offrono depositi minimi che vanno dai 10 ai 250 euro, proponendo operazioni a zero commissioni con il solo pagamento dello Spread.

Dove investire in USD/JPY: piattaforme di trading consigliate

L’obiettivo che maggiormente abbiamo a cuore è quello di fornire indicazioni valide ai fini dgli investimenti di chiunque sia interessato ad investire in USD/JPY. Per questo motivo, è importante un breve focus sulla scelta della piattaforma di trading. 

Sebbene molto spesso sia un argomento preso sottogamba, in verità c’è un importante legame esistente tra il forex broker a cui ci si affida e l’andamento della propria attività di trading. E’ sufficiente una mossa sbagliata per vedere tutti i propri piani andare in fumo.  

Sulla scia di quanto abbiamo appena affermato, non vogliamo assolutamente demoralizzare traders alle prime armi, ma semplicemente presentare i requisiti fondamentali che rendono un servizio di trading online davvero valido e sicuro, così da partire col piede giusto ed assicurarsi un’esperienza positiva. 

Dunque, i criteri per riconoscere le migliori piattaforme di trading sono:

  • Autorizzazioni e regolamentazioni: affidandosi a broker regolamentati CySEC e CONSOB, traders europei avranno la certezza di operare con una piattaforma che rispetta le normative vigenti per la salvaguardia dei loro stessi interessi;
  • Assenza di commissioni: non sono previste commissioni da applicare su ogni singola operazione, così che nessun utente veda limitarsi le proprie opportunità di profitto. Tuttavia, per esser chiari menzioniamo il tipico spread (una somma davvero irrisoria) e, per posizioni notturne, eventuali tassi overnight;
  • Intuitività: senza un’interfaccia friendly user e realizzata per agevolare il lavoro ai traders, si incapperà in difficoltà operative che potrebbero rallentare il piano di investimento prestabilito, ma un buon broker agisce per favorire i propri clienti.

Come è facilmente constatabile, si tratta di piccole e rapide verifiche, ma pur sempre essenziali per porre le giuste basi alla propria carriera da traders online.

Intanto, proseguiremo la guida proponendo i migliori tre broker con cui fare trading USD/JPY, i quali detengono un bacino di utenti ben variegato e altamente soddisfatto delle condizioni offerte.

eToro

eToro (qui il sito ufficiale) è tra i broker maggiormente apprezzati nel settore, in quanto detiene tutte le carte in regola per offrire servizi gratuiti, sicuri e del tutto innovativi. In effetti, investire in USD/JPY con il leader del trading online comporta usufruire di due strumenti che si rivelano un concreto supporto agli utenti:

  • Social Trading: ricordando un tipico social network, eToro ha creato una community di traders vera e propria, premiando l’interazione tra gli utenti così da ottenere validi consigli o previsioni di mercato in men che non si dica;
  • Copy Trading: è legato al tipico concetto di trading automatico, ma con delle leggere differenze. Infatti, consente di seguire dei popular investor lasciando che, in automatico, i risultati da loro registrati, verranno riportati sul nostro profilo;

Sembra che sia uno degli escamotage più utilizzati dai neofiti, in quanto è utile per comprendere quali sono le migliori strategie di trading da adottare a seconda della situazione di mercato. In effetti, l’instabilità del Forex potrebbe fuorviare i principianti, ragion per cui la proposta di trading eToro è tra le più valide del momento.

Per conoscere meglio questi servizi, leggi i nostri approfondimenti:

Nel caso in cui si avvertisse il bisogno di conoscere la piattaforma e familiarizzare con gli strumenti presenti, consigliamo semplicemente di iniziare aprendo un conto demo gratuito e senza vincoli.

Operando con del credito virtuale, si accederà ad una piattaforma speculare a quella reale, così da mettersi alla prova ma senza esporsi ad alcun rischio. Puoi registrarti ad entrambe direttamente da aprendo un conto in questa pagina.

FP Markets

FP Markets (qui il sito ufficiale) è una piattaforma regolamentata, affidabile e che combina semplicità ed innovazione. Infatti, l’elevato numero di utenti ottenuto in poco tempo dimostra come il broker sia attento alle esigenze di ognuno.

Prima di ogni cosa, è bene sapere che si disporrà di una doppia scelta per investire in USD/JPY, in modo da operare sulla base delle proprie possibilità. Nello specifico, FP Markets propone due piattaforme:

  • IRESS: intuitiva, ben strutturata ma ricca di strumenti potenziati per analisi di mercato precise e corrette. L’interfaccia varia in base ai mercati selezionati, così che i traders abbiano le informazioni principali relative agli asset scelti in evidenza;
  • MetaTrader 4/5: è la più amata da investitori di tutto il mondo, in quanto propone livelli di operatività più complessi ma con l’ausilio di funzioni di livello, come la possibilità di configurare dei Forex Robot e fare trading automatico.

Per traders che necessitano di un ulteriore supporto, sottolineiamo anche la presenza di una sezione formativa accessibile gratuitamente: combinare un broker professionale con un percorso didattico è la combo vincente per affermarsi nel settore.

Per visionare in prima persona quanto appena riferito, consigliamo di visitare questa pagina: potrete selezionare sia un conto reale che un account demo.

Capital.com

L’ultima piattaforma che rientra tra le più efficienti con cui investire in USD/JPY è Capital.com (qui il sito ufficiale). Anche in questo caso, la piattaforma offerta è regolamentata, esente da commissioni e presenta una moltitudine di strumenti per investire nel migliore dei modi.

Il broker in questione è tra i più consigliati per fare trading sul Forex in quanto propone alcuni dei più competitivi spread di mercato. Inoltre, consente negoziazioni tramite leva finanziaria: con un massimo di 30:01, un trader opera con lo scopo di moltiplicare i propri profitti.

Se si tratta di concetti ancora poco chiari o del tutto estranei, il consiglio è quello di accedere alle risorse formative offerte da Capital.com. Grazie a dei corsi gratuiti sul Forex e delle piccole guide, sicuramente incrementerete le vostre conoscenze, adoperandovi per approfittare a pieno dei potenziali intrinsechi al mercato valutario.

Infine, la piattaforma deve la sua fama anche alla presenza dell’intelligenza artificiale personalizzata in base al proprio piano di trading. Analizzando le scelte che si compiono di solito, fornisce indicazioni e corregge gli errori che potrebbero compromettere i probabili guadagni.

Le statistiche sembrano parlare in favore del servizio qui citato, in quanto è stato testato un netto miglioramento nei risultati conseguiti da coloro che ne hanno usufruito.

Per approfondire l’offerta di trading Capital.com, potrebbe esser utile iniziare da un account di prova: essendo gratuito, non ci sarà neanche bisogno di versare un capitale minimo. La registrazione ad entrambe può essere fatta direttamente a questo indirizzo.

Analisi tecnica su USD/JPY

Uno degli aspetti basilari del trading online da curare è l’analisi tecnica. In breve, si tratta di una disciplina che si fonda sullo studio di un asset direttamente dal grafico, da cui partire per definire le probabili tendenze future che si presenteranno. 

Naturalmente, sappiamo che possa essere una ragione per cui demoralizzarsi: ma non è così. Innanzitutto, consigliamo di aprire un conto demo gratuito con cui far pratica avendo a disposizione appositi grafici di trading.

Intanto, stiamo per fornire un esempio concreto di analisi tecnica sulla coppia di valute USD/JPY basata su uno degli indicatori di trading migliori per il Forex: l’Alligator.

L’indicatore Alligator si basa su tre medie mobili di velocità diverse. Queste sono programmate in modo da interagire tra loro in occasione di eventi significativi per il titolo, in modo da evidenziare le variazioni di quotazioni. Le immagini sottostanti, tratte dal conto demo di eToro, ti possono fornire un esempio concreto dell’utilità dell’Alligator:

Esempio di trade con l'Alligator su USD/JPY
Come investire studiando la coppia USD/JPY con l’Alligator e gestire il rischio

Come puoi vedere, al segnale di ingresso corrisponde l’apertura delle linee dell’Alligator, una formazione nota come mouth open (bocca aperta). Questo è un segnale di rialzo in quanto la linea superiore (in verde) ha intersecato la mediana (in rosso) dal basso verso l’alto. Si procede dunque all’acquisto ma prima è necessario impostare la giusta gestione del rischio.

Aprendo un conto demo gratis su eToro potrai non solo impostare sia lo Stop Loss che il Trailing Stop, ma anche ordinare al broker di applicarli in specifiche condizioni. Nel caso di un indicatore come l’Alligator questo è utilissimo in quanto i suoi elementi si sviluppano parallelamente al titolo.

Di conseguenza imposti:

  • L’ordine di Stop Loss in occasione dell’intersezione del titolo con la linea superiore dell’Alligator;
  • Il Trailing Stop in modo che segua lo sviluppo della linea mediana;

Se non sai cosa sono gli strumenti di gestione del rischio, ti consigliamo di leggere:

Trading USD/JPY: strumenti di analisi consigliati

Restando in tema di analisi tecnica, vogliamo approfondire l’argomento proponendo quelli che potrebbero essere i migliori indicatori di trading da applicare a questa coppia di valute oltre all’Alligator.

Sia traders principianti che esperti, potrebbero far tesoro di informazioni del genere, in quanto non sono altro che tecniche d’investimento adatte alle principali caratteristiche che contraddistinguono il dollaro e lo yen, considerato uno dei cross più liquidi ma anche poco equilibrati del Forex.

Tra gli indicatori consigliati per investire in USD/JPY abbiamo:

  • Indicatore ADX: acronimo di “Average Directional Index” trova un ampio uso in quanto mostra il più probabile trend di mercato futuro. Bisogna prestare attenzione: non indica la direzione, ma la forza del trend stesso. Basandosi su un calcolo di prezzi su un time frame giornaliero, è tra i migliori per capire quando entrare/uscire dal mercato;
  • Indicatore MACD: è tra i più utilizzati per confermare quanto la tendenza e la forza del trend dedotta in precedenza. Di conseguenza, mostra efficacia nel momento in cui bisogna valutare quando aprire/chiudere una posizione, indicando in quale fase (rialzo, ribasso, stasi) si trova il mercato;
  • Pivot Point: sono degli indicatori di prezzo da cui è possibile ricavare i livelli di supporto e resistenza intraday, così da capire immediatamente come muoversi il giorno successivo.

Una guida esaustiva a questi strumenti è inclusa nell’offerta forex di Capital.com, motivo per cui ti consigliamo di prenderla come punto di riferimento per ampliare il tuo bagaglio di strumenti e conoscenze analitiche.

Investire su USD/JPY: perché tutti parlano della strategia carry trade?

Non possiamo assolutamente passare oltre ad una delle strategie che, negli ultimi tempi, sembra esser particolarmente in voga nel trading USD/JPY. In realtà, il carry trade è una delle più vecchie tecniche applicate al Forex Trading, ma in cosa consiste? In breve, i traders sfruttano la differenza dei tassi d’interesse tra due valute per generare profitti. 

Nel nostro caso, entrambe le valute assumono un ruolo preciso:

  • USD: è la valuta carry trade in quanto offre il tasso d’interesse più elevato;
  • JPY: è la valuta di funding poiché presenta tassi d’interesse bassi e sempre contenuti.

Dunque, bisognerà procedere con la vendita della valuta dal tasso d’interesse minore, acquistando quella dal tasso maggiore. Qual è il vantaggio di fare carry trade? Nel caso di esito negativo, avremo ottenuto un prestito momentaneo a costi bassi, investendo in un Paese il cui tasso d’interesse è maggiore, ottenendo profitti dall’evidente differenza tra i tassi caratterizzanti le due valute in questione.

Vogliamo precisare che non è una strategia da applicare sempre in un mercato come il Forex, ma è bene affiancarla ad indicatori come quelli sopracitati, così da agire in base a tassi e quotazioni aggiornati in tempo reale.

Previsioni USD/JPY 2021/2022 a cura di InvestimentiFinanziari.net

Prima di concludere la guida, vogliamo presentare le previsioni USD/JPY elaborate dagli analisti ed esperti delle finanze di InvestimentiFinanziari.net. Vogliamo partire dalle opinioni riguardo l’andamento del dollaro per il 2021/2022: la valuta potrebbe incamminarsi verso una fase ribassista a causa di ciò gli USA stanno vivendo. Instabilità politica e indicatori economici nettamente peggiorati potrebbero gravare pesantemente sul dollaro.

Non si tratta, infatti, solo della guerra commerciale con la Cina, ma ci sono altri due fattori in gioco: le elezioni perse da Trump e gli avvenimenti che hanno shockato il mondo intero e, ovviamente, la situazione d’incertezza causata dal covid-19. Nonostante l’America abbia mostrato di essere una potenza resiliente, gli analisti non sono così sicuri che il dollaro abbia le capacità di rialzarsi sul breve termine.

Al contrario, stando ai dati riportati all’inizio del 2021, lo yen si sta mostrando più forte del dollaro. Le politiche monetarie della Bank of Japan stanno portando i loro frutti. Il lento recupero dalla crisi della Bubble Economy degli anni ’80 ha portato ad un costante controllo dei tassi di interesse sul capitale monetario interno, andando a stabilizzare sempre più lo yen.

L'evoluzione dei tassi di interesse in giappone è minimo
Il Giappone mantiene da anni i tassi di interesse a livello minimo

La programmatica svalutazione della moneta, inoltre, la rende un asset estremamente appetibile per gli investitori, specialmente in cross con valute come il dollaro, i cui volumi e la cui liquidità sono da sempre sinonimo di opportunità.

Trading USD/JPY: le opinioni degli esperti

Gli esperti ribattono sul concetto di incertezza: è un periodo storico abbastanza complesso, in cui si vede come le principali economie mondiali cercano di lottare per salvarsi dalla recessione. Inoltre, evidenziano una volatilità giornaliera da tenere assolutamente d’occhio. 

Intanto, le piccole ma frequenti variazioni al rialzo per la coppia USD/JPY conferiscono ancora dei flussi di liquidità interessanti. Dunque, pare che gli stessi esperti abbiano assunto attualmente una posizione neutrale: su 12, 6 spingono per il buy, mentre gli altri 6 per il sell.

Monitorando il mercato con una certa costanza, sicuramente sul breve termine si andrà a definire una precisa tendenza di mercato: a questo punto, col supporto di un broker come eToro si potrà reagire tempestivamente a qualsiasi occasione si presenti.

Il principale consiglio che diamo a chi fa trading su USD/JPY, infatti, è quello di sfruttare il Social Trading di eToro per informarsi sulle opinioni dei top investors che operano su USD/JPY. Spesso questi pubblicano analisi e considerazioni utili a valutare il da farsi. Il traduttore istantaneo permetterà di rendere comprensibili i post con ideogrammi o in lingue che non si conoscono.

Il trading su USD/JPY conviene?

E’ lecito, ad un certo punto, chiedersi se investire in USD/JPY conviene. In realtà, riteniamo che ormai la risposta sia stata gradualmente fornita nel corso della guida. Le protagoniste sono due realtà economiche che formano circa il 30% del prodotto interno lordo mondiale.  Dunque, ci sono tutti i presupposti per una crescita ed uno sviluppo tanto per gli USA quanto per il Giappone.

Nonostante ne abbiamo già parlato, vogliamo anche ribadire che fasi di estrema volatilità giornaliera non fanno altro che incrementare la convenienza del secondo cross valutario più negoziato al mondo.

Naturalmente, i dati, le indicazioni e le previsioni riportate vanno prese con i guanti: essendo il Forex in costante cambiamento, non si possono fornire informazioni certe finché non si studia il mercato.

Trading USD/JPY: considerazioni finali

Durante la guida abbiamo visto come il mercato Forex, nonostante l’ampia scelta di investimenti che offre, è costellato da coppie major che stuzzicano, giorno dopo giorno, l’appetito di migliaia di investitori in tutto il mondo.

Il cross USD/JPY svolge un ruolo di primaria importanza, soprattutto perché si tratta di valute appartenenti a consolidate realtà economiche. In verità, sia gli USA che il Giappone stanno mostrando di possedere tutto ciò che serve per continuare la propria crescita ed espansione economica, di cui sia il dollaro che lo yen si fanno indicatori.

Purtroppo, però, abbiamo anche visto come la rischiosità sia sempre dietro l’angolo, soprattutto per investimenti sul Forex. Di conseguenza, è importante valutare le modalità e le strategie di investimento che più si addicono alla coppia valutaria qui in analisi. Una soluzione potrebbe essere fare trading online CFD, così da negoziare a zero commissioni e potendo aprire posizioni anche al ribasso.

Ricordiamo che solo investendo con broker dal calibro di eToro, FP Markets e Capital.com si potrà intraprendere un percorso di trading dedito ad una crescita personale e, con il tempo anche economica, grazie ad asset come la coppia USD/JPY.

A seguire trovi le domande più frequenti rivolteci dai lettori. Per qualsiasi dubbio ti invitiamo a scriverci nei commenti e il nostro team di esperti ti risponderà esaustivamente.

FAQ Trading USD/JPY: domande frequenti

Cos’è USD/JPY?

USD/JPY è la seconda coppia valutaria per importanza del mercato Forex, dopo EUR/USD. Rappresenta l’economia di due nazioni come gli USA e il Giappone, entrambe potenze mondiali.

Come fare trading su USD/JPY?

Per evitare commissioni e garantirsi un’interessante soglia di flessibilità operativa, consigliamo di fare trading online con i CFD. IN questo modo sarà possibile investire sia sul rialzo che sul ribasso della coppia.

Conviene operare su USD/JPY

Si, la coppia USD/JPY è uno dei principali titoli sul Forex, sul quale operano milioni di investitori in tutto il mondo. La sua liquidità e volatilità, se combinate con la flessibilità dei CFD, forniscono opportunità sempre interessanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.