Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Mediobanca

Mediobanca S.p.A, o anche Mediobanca Banca di Credito Finanziario, è un istituto di credito leader nel suo settore in Italia e fondato nel 1946 dall’allora Presidente della Banca Commerciale Italiana Raffaele Mattioli.

Ad oggi, è presente sul mercato italiano ed europeo con 309 filiali sparse sul territorio EU, e la sua forza la si ritrova in quattro attività principali suddivise in: Wealth Management, Consumer Banking, Investment Banking, Principal Investing.

Negli ultimi anni il gruppo Mediobanca si è dimostrato un gruppo redditizio, con una solida crescita che ha fatto registrare a fine giugno 2020 il suo posizionamento tra le migliori banche in Europa in quanto a crescita. Da qui la domanda sorge spontanea:Conviene comprare azioni Mediobanca?

Per quel che riguarda perciò lo scopo principale della guida, e cioè l’intenzione di investire o meno sul gruppo Mediobanca, il nostro scopo sarà quello di portare ai nostri lettori una serie di dati e analisi utili a questo proposito, e portando nuove forme di investimento oggi utilizzate da tantissimi trader in giro per il mondo: stiamo parlando del trading on-line.

A questo proposito, vi mostreremo nel dettaglio le due possibilità principali fornite dal trading online, e cioè: acquistare porzioni di azioni relative al titolo direttamente grazie alle opportunità concesse dai broker DMA, o in caso contrario speculare sul titolo (nel termine tecnico del termine) utilizzando strumenti finanziari derivati come i CFD.

Principali caratteristiche del titolo Mediobanca:

ISINIT0000062957
Quotata in borsa dal1956
Indice di riferimentoFTSE MIB
SettoreMTA / Banche
Capitalizzazione6,176 mrd
Target Price Medio8,45€
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToroCapital.com / Trade.com
Principali caratteristiche azioni Mediobanca

Comprare azioni Mediobanca: CFD e azioni reali DMA

Come accennato nel paragrafo precedente, il trading online è un’alternativa alle forme di investimento tradizionali particolarmente in voga negli ultimi anni che ha visto un boom incredibile anche grazie agli enormi passi in avanti fatti dalla tecnologia nel campo dell’informatica e della tecnologia mobile.

Altra ragione poi che ha reso possibile l’accesso anche ai piccoli e medi investitori in questo campo è stato la possibilità per tutti gli entusiasti del trading, ma poco pratici di finanza, di investire anche soltanto con piccolissime somme se confrontate ai costi usuali necessari agli investimenti borsistici.

Al momento, per accedere ai mercati finanziari abbiamo due principali modalità di investimento, le quali si suddividono in: trading in CFD e trading DMA.

  • Trading CFD: la prima modalità che andremo ad illustrare sarà quella dei cosiddetti “Contract for Difference”; strumento finanziario derivato tra i più utilizzati dai trader in rete per guadagnare sui mercati finanziari. Sottolineiamo che questi sono strumenti derivati e che quindi replicano l’andamento dell’asset scelto, senza acquistarne parti dello stesso.

Questo significa quindi che, quando utilizziamo questa forma di trading, generiamo un profitto dall’oscillazione di prezzo registrata di dato asset quotato sul mercato. Di conseguenza, un altro vantaggio fondamentale è perciò la possibilità di guadagnare grazie al trading CFD non solo sull’oscillazione positiva verso il rialzo di un titolo, ma anche verso il ribasso.

Azioni Mediobanca - guida completa all'investimento con analisi previsionali a cura di InvestimentiFinanziari.net.
Il logo storico di Mediobanca – La nostra guida analitica dedicata alle azioni del gruppo Mediobanca

Nel caso ad esempio in cui si voglia guadagnare su un presunto andamento negativo di un asset finanziario, possiamo utilizzare un’opzione che in gergo tecnico viene chiamata vendita allo scoperto, ed anche questa operazione non richiede alcun acquisto dell’asset selezionato in sé per sé.

Ciò rende perciò evidente quella che è una caratteristica a dir poco principale dei CFD: la loro estrema flessibilità. Una versatilità e flessibilità che li rende virtualmente adatte a qualsiasi tipo di bene presente sul mercato, a prescindere dal fatto che si scelga una posizione short o long su di esso.

Per tutti quelli invece che sono più orientati verso modalità di trading diciamo “tradizionali”, diverse piattaforme di trading online autorizzate permettono anche l’accesso diretto ai mercati finanziari.

  • Trading DMA: come si intuisce già dall’acronimo di origine inglese il quale sta a indicare il “Direct Market Access”, questa seconda modalità di investimento  permette al trader interessato l’accesso diretto ai mercati finanziari grazie all’intercessione di un broker online DMA autorizzato, in modo da divenire azionisti a tutti gli effetti del gruppo societario interessato.

Utilizzando questa opzione quindi si potrà divenire diretti azionisti anche del gruppo Mediobanca, avendo di conseguenza accesso ai dividendi annuali quando previsti dal piano societario. Ciò è una scelta che va presa soprattutto a chi punta investimenti sul lungo periodo e per chi conosce a fondo il mercato azionario.

Non dimentichiamo infatti che fare trading DMA sottintende la volontà di voler puntare sulla crescita di un dato asset, poiché il capitale investito frutterà solamente nel momento in cui il titolo andrà in positivo.

In entrambi i casi però, l’intermediario di riferimento per avere accesso ai mercati in queste due modalità differenti sarà sempre la figura del broker. Spetterà a lui quindi fornirvi una piattaforma appositamente pensata per il trading online e con cui sarete liberi di fare trading online una volta aperto un account.

Per tutti quelli invece che sono già a conoscenza di queste informazioni, ricordiamo di tenere d’occhio i migliori broker DMA a cui potersi affidare:

Dove comprare azioni Mediobanca: migliori piattaforme da utilizzare

A questo proposito quindi si rivela essenziale aprire un capitolo a parte riguardante le migliori piattaforme trading con cui poter effettuare i nostri investimenti oggi, soprattutto a monte delle numerose truffe che girano per il web, perpetrate solitamente da tutti quei broker non-autorizzati o presunti tali.

Ragion per cui partiamo col presupposto che i trader europei dovrebbero sempre affidarsi e preferire i broker ESMA, cioè tutti quei broker i quali rispettano le normative attualmente vigenti sul territorio europeo atte a salvaguardare e tutelare i diritti dei trader in quanto tali.

In merito invece alle autorità di controllo relative alla regolamentazione e alla verifica del rispetto di quest’ultime, bisogna sempre assicurarsi che il broker online a cui ci stiamo affidando sia in possesso delle autorizzazioni CySEC e CONSOB. Una volta fatta questa verifica, bisognerà eseguire controlli relativi a un altro problema che spesso passa in secondo piano quando si parla di broker online: le commissioni.

A conti fatti, bisogna sempre diffidare da quelle piattaforme di trading online che applicano esosi costi di commissione relativi alle operazioni di trade effettuate grazie a quest’ultima. Di fatto, l’unica cifra che dovremmo pagare quando effettuiamo operazioni tramite un broker per azioni autorizzato e competente, dovrebbe essere lo spread e nient’altro. Costo che, per l’inciso, ammonta tendenzialmente a cifre irrisorie.

L’ultima caratteristica a cui bisogna fare attenzione ricade poi sulla questione accessibilità. È infatti essenziale per una piattaforma di trading online fornire ai propri utenti una modalità d’accesso facile al mercato e alle varie opzioni ed operazioni eseguibili grazie ad essa facile. In questo modo, i trader potranno mantenere il loro focus sul trading in sé per sé, senza perdere tempo su dettagli tecnico-informatici.

Detto ciò, questo non toglie che la scelta può essere anche fatta in base ad esigenze squisitamente personali. Ad esempio, un trader neofita vorrà (anzi, dovrà) optare per una piattaforma dall’interfaccia semplice, con un buon customer care e supporto per i nuovi utenti e dove sia possibile reperire facilmente materiale di tipo informativo in materia di finanza e trading online.

Questa guida continuerà perciò sulla scia di quanto detto finora, presentandovi tutta una serie di piattaforme di trading per comprare azioni Mediobanca.

eToro

Il primo broker online che andremo a presentare è eToro (clicca qui per il sito ufficiale), leader nel suo settore impostosi nel mercato grazie a una piattaforma di trading online prima di commissioni ed estremamente user-friendly, ma allo stesso tempo munita di tutti gli strumenti del mestiere.

Il broker eToro è in possesso delle autorizzazioni CySEC e CONSOB, non prevede commissioni e si presenta a noi con una piattaforma dalle accentuate sfumature social che l’hanno resa particolarmente allettante sia per i nuovi trader che per quelli più esperti

In particolare, tra le funzioni che più ci hanno colpito e che vengono maggiormente apprezzate dagli utenti di eToro troviamo:

  • Social Trading: eToro deve la sua fama soprattutto a questa nuova forma di interazione tra utenti, che ha reso famosa la sua piattaforma in tutto il mondo in quanto capace di guadagnare, scambiare opinioni e previsioni riguardo la Borsa come se si stesse semplicemente utilizzando un social network, piuttosto che una piattaforma di trading online.
  • Copy trading: legata con un filo diretto al concetto di cui sopra, il Copy Trading è uno strumento in grado di replicaretutte le operazioni e posizioni aperte da un altro utente in automatico nel proprio portfolio. Gli utenti che vengono selezionati, o meglio copiati, rientrano generalmente tra quei trader detti Popular Investor, una sorta di “influencer” resi famosi dai loro proficui investimenti.

Queste due funzioni brevettate dal famoso broker israeliano appaiono come dei validissimi strumenti per tutti quei trader che non si sentono ancora pronti al 100% per diventare trader, ma che allo stesso tempo trovano ovviamente allettante la possibilità di poter guadagnare grazie al trading online.

Oltretutto, segnaliamo il fatto che eToro propone sia investimenti in forma di CFD, che la possibilità di operare direttamente nel mercato finanziario grazie alla sua modalità DMA a costo zero. Nel caso in cui poi non siate ancora convinti di come questa piattaforma funzioni, o se effettivamente faccia per voi, eToro vi dà la possibilità di aprire un conto demo gratuito con cui fare liberamente pratica nel campo del trading.

FP Markets

Broker online rinomato e attivo dal 2013, FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale)è in possesso di tutte le autorizzazioni e competenze atte a poter svolgere, e farci svolgere, il proprio lavoro sul suolo europeo grazie alle licenze CONSOB e CySEC in suo possesso, ragion per cui comprare azioni Mediobanca grazie a lui non sarà soltanto facile, ma anche a costo zero poiché anche questo broker non prevede costi aggiuntivi.

Segnaliamo inoltre la sezione didattica presente all’interno della piattaforma e gratuitamente accessibile, la quale si rivela una miniera d’oro per tutti quelli alla ricerca di aggiornamenti costanti o, semplicemente, di materiale informativo di qualità per cominciare a fare trading online.

Oltre a questo, la piattaforma mette a nostra disposizione anche diversi strumenti d’analisi finanziaria utilissimi per quei trader più esperti i quali hanno bisogno della giusta dose di ricerca e studio prima di procedere con un investimento online.

 Investimenti ai quali è possibile accedere in maniera totalmente gratuita, ça va sans dire, sia tramite trading CFD, sia trading DMA.

La piattaforma di trading online utilizzata principalmente da questo broker online inoltre è MetaTrader, una piattaforma leader nel suo settore con cui la maggior parte dei trader più esperti avranno sicuramente già avuto a che fare.

Trade.com

L’ultimo broker online autorizzato che andremo a presentare in questa sede è quella di Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale), con la cui piattaforma sarà facile investire in azioni Mediobanca.

Anche questo fa parte di tutti quei broker online autorizzati come i precedenti, e dà la possibilità di investire sugli asset che più ci interessano sia utilizzando la flessibilità dei CFD, sia entrando nel mercato in modalità DMA.

La sua piattaforma ha poi un’interessantissima area didattica su cui poter informarsi al meglio sul mondo degli investimenti online e della finanza globalizzata, il tutto gratuitamente e con la possibilità di aprire un conto con un deposito minimo di appena 100 euro. Una somma che, diciamocelo, risulta decisamente modesta se si è tra quelli che hanno realmente intenzione di inserirsi nel mercato azionario.

Azioni Mediobanca: analisi completa del titolo

Se si ha intenzione di intraprendere la strada del trading online e degli investimenti finanziari, c’è bisogno di imparare prima di tutto come si valuta un asset finanziario e quali tecniche vanno utilizzate per questo proposito.

Nello specifico, tra le tecniche maggiormente utilizzate tra i trader più esperti troviamo due discipline:

  • Analisi fondamentale: è lo studio di tutti quegli elementi esterni ed interni collegati ad una data società di natura macroeconomica e microeconomica. Questo tipo di analisi si rivela particolarmente utile per valutare la potenziale crescita di un titolo nel tempo, ma anche per valutare i fattori capaci di determinare le variazioni di prezzo di questi;
  • Analisi tecnica: è lo studio effettuato mediante l’aiuto di grafici e dati di tipo statistico dell’andamento del prezzo di un titolo finanziario, in modo da prevedere il possibile andamento futuro di questo in borsa.

Per far sì che queste analisi possano fruttare al massimo, ci sarà bisogno di utilizzarle entrambe, in modo da avere un quadro completo e preciso del titolo.

Sia l’analisi tecnica che l’analisi fondamentale sono imprescindibili per aver successo

Una buona idea sarebbe quindi avvalersi degli strumenti di misurazione finanziaria mesi gratuitamente a disposizione da IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale).

Analisi fondamentale azioni Mediobanca

La prima parte relativa a questa guida si concentrerà sull’analisi fondamentale delle azioni Mediobanca, in modo da poter capire qual è il ruolo di questo importante istituto finanziario italiano e se questi si possa rivelare un titolo finanziario adatto ai nostri investimenti.

Partendo dalle origini rintracciabili nella volontà dell’allora Presidente della Banca Commerciale Italiana, Raffele Mattioli, e di Enrico Cuccia, direttore generale dalla sua fondazione fino al 1982, da istituto di credito è divenuta oramai un gruppo finanziario specializzato e attivo soprattutto nei settori del Wealth Management, del Consumer Banking e nel cosiddetto Corporate  Investment Banking.

La sua fama è rimasta tale da oramai quasi 80 anni e si posiziona tra i primi dieci istituti finanziari in Italia, è quotata nella Borsa italiana dal 1956 e fa parte del paniere dell’indice FTSE MIB.

Comprare azioni Mediobanca: quotazione e dati storici

Performance ultimi 10 anni i ricavi ottenuti dal gruppo sono aumentati in maniera significativa, facendo registrare inoltre un aumento nella diversificazione tra servizi corporate e retail, tant’è che la quota di quest’ultima è cresciuta dal 40% fino a ben il ~70% dei ricavi relativi al gruppo Mediobanca. Ciò ha portato anche un raddoppiamento degli impieghi in seno al gruppo e della varietà di essi.

Le ottime performance ottenute sono state frutto di un processo, avviato già dal 2003, di completa trasformazione di Mediobanca, la quale portato il gruppo dall’essere una holding di partecipazione fino a divenire un operatore finanziario dal profilo altamente specializzato

Per quanto riguarda invece il margine di interesse, questo è in stabile crescita negli ultimi 10 anni, e ad oggi rappresenta il 55% dei ricavi totali. Il restante viene coperto a sua volta rispettivamente da un 25% relativo alle commissioni e un residuo 20% rappresentato dal Trading e dal Principal Investing.

Ad oggi, il colpo più pesante subito dal gruppo è stato quello incassato a seguito della crisi economica e dei mercati scaturita dalla pandemia di Coronavirus che ha colpito il mondo e che si è riversata sui mercati maggiore, il quale ha fatto precipitare il costo delle azioni arrivate a 9,75 EUR del 19 febbraio 2020 ai 4,17 EUR del 19 marzo, dati presi a distanza di giusto un mese dall’inizio della crisi.

Il gruppo è però in fase di ripresa insieme al resto dell’economia mondiale e le sue azioni oggi hanno raggiunta quota 7,00 EUR, ma permangono dubbi e pericoli socio-economici a causa delle incertezze che il mondo tutto sta vivendo nel 2020.

Azioni Mediobanca: principali competitors

Poiché la storia di Mediobanca è unita con un filo diretto al campo dell’Investment Banking, a oggi i maggior competitors si ritrovano proprio in questo campo, facendo registrare lo scontro con la banca d’affari italiana Unicredit, mentre in campo internazionale troviamo nomi del calibro di Morgan Stanley, J.P. Morgan e Goldman Sachs.

Per quanto riguarda invece il settore retail, i competitors si annoverano tra i top del settore italiano, e quindi parliamo della principalmente di gruppi come

Azionariato Mediobanca

Ad oggi, data 7 ottobre 2020, la maggior parte dell’azionariato Mediobanca è costituito da investitori istituzionali, i quali ne costituiscono ben il 75%, mentre gli azionisti retail costituiscono il restante 25%.

Gli azionisti in possesso di una quota di partecipazione al capitale di Mediobanca superiore a quota 3% sono i seguenti:

  • Leonardo Del Vecchio maggior azionista con una partecipazione indiretta del 10,6%
  • Gruppo Bollorè: 5,60%
  • Gruppo Blackrock: 3,98%
  • Gruppo Mediolanum: 3,28%

Spicca fra tutti quindi il nome del magnate italiano Leonardo Del Vecchio, uno degli uomini più ricchi al mondo comparso improvvisamente come azionista maggioritario del gruppo e il quale ha ricevuto l’ok dalla BCE per poter aumentare il suo investimento nel gruppo finanziario.

Mediobanca: business model e piani strategici per il futuro

Mediobanca è una banca d’affari e ricopre un ruolo di leader nel suo settore in quanto tale nel nostro paese.

Fondamentale è la sua assistenza alla clientela nei processi di evoluzione, supporto e sviluppo imprenditoriale basata su servizi di consulenza professionale e servizi di finanza. Questi tipi di servizi possono andare dal tradizionale credito bancario, a formule finanziarie offerte dagli attuali mercati dei capitali.

La clientela servita da Mediobanca è formata principalmente da importanti gruppi imprenditoriali italiani e un numero considerevole di aziende di medie dimensioni, mantenendo però un occhio di riguardo alla clientela internazionale, soprattutto nel campo relativo ai fabbisogni cross-border.

Mediobanca rivela perciò un modello di business che la caratterizza principalmente come gruppo finanziario specializzato ed articolato in quattro divisioni: Wealth Management, Corporate & Investment Banking, Principal Investing e Consumer Banking.

Ognuna di queste quattro divisioni ha delle caratteristiche distintive che compongono a loro volta una struttura che si rivela, in conclusione, coerente e virtuosa nel suo insieme

Analisi tecnica azioni Mediobanca

Finita la nostra disamina riguardante l’analisi fondamentale del titolo Mediobanca, possiamo passare a un’altra tecnica importantissima per poter ottenere il massimo dall’investimento su un titolo finanziario: stiamo parlando dell’analisi tecnica. Per fare ciò ci avvarremo come accennato in precedenza di diversi strumenti di misurazione finanziaria e grafici per rendere il tutto più comprensibile ai nostri lettori.

Per darvi un esempio pratico e utile ai vostri futuri investimenti, questo grafico è basato sull’andamento borsistico del titolo Mediobanca. Abbiamo perciò utilizzato una tecnica estremamente in voga tra i trader, la quale si avvale di due indicatori specifici: le medie mobili semplici.

Questo tipo di indicatori ci danno una chance per conoscere il momento giusto per aprire una posizione ottenere così il massimo dei benefici dall’operazione in questione.

Grafico gentilmente concesso da eToro

Se analizziamo il grafico possiamo perciò osservare due punti di intersezione tra gli indicatori cerchiati. Queste sono le intersezioni delle medie mobili e indicano il momento più adatto per aprire una posizione.

Nel primo caso notiamo un segnale di vendita: la media mobile veloce (linea rossa) si interseca a quella lenta (linea blu) dall’alto verso il basso, e ciò denota un forte trend di ribasso causato dalla pesante crisi economica. In questo caso, optare per l’utilizzo dei CFD a leva è la scelta decisamente quella più indicata.

Nel secondo caso al contrario notiamo un segnale d’acquisto: la media mobile veloce si interseca questa volta a quella lenta dal basso verso l’alto, il che denota come il titolo stia per vivere un trend rialzista. In questo caso si potrebbe optare per un investimento diretto, anche se visti i tempi correnti di crisi e incertezza dei mercati è sempre cosa buona e giusta tenersi delle possibilità aperte grazie ai CFD.

Azioni  Mediobanca: quotazione e grafico reale

Per aiutare tutti quei nostri lettori interessati a investire in maniera corretta e previdente sulle azioni Mediobanca, abbiamo deciso di aiutarvi tenendovi costantemente aggiornati sull’andamento societario del gruppo bancario con questo grafico riguardante le quotazioni Mediobanca in tempo reale:              

[GRAFICO PREZZO AZIONI MEDIOBANCA, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Mediobanca: Previsioni e Target Price

Prima di arrivare alla conclusione di questa nostra guida sul comprare azioni Mediobanca, abbiamo deciso di fornirvi un quadro di più ampio respiro sulle prospettive legate al futuro delle azioni di questa importante società finanziaria fornendovi dati relativi al suo target price sul medio periodo.

Oltre a ciò, offriremo anche una serie di previsioni riguardanti il biennio 2021/2022; previsioni fondamentali nel momento in cui si vogliano assumere posizioni sul lungo periodo riguardo questo titolo finanziario.

Target Price azioni Mediobanca

Quando parliamo di target price, si stiamo riferendo alle probabili quotazioni minime, medie e massime che un azione potrà raggiungere secondo gli analisti del mercato azionario.

8,45 TM6,90 TB9,00 TA
Tabella target price per l’azienda Mediobanca – I tre livelli del TP con ordine previsionale di medio periodo

Nel momento in cui questa guida viene scritta, il valore delle azioni Mediobanca si aggira intorno a un taget price medio che tocca quota 8,45 EUR. Si prevede però che queste possano salire fino ad arrivare a quota 9,00 EUR entro la fine dell’anno 2020.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: i dati e le previsioni da noi inseriti in  questa guida alle azioni Mediobanca, subiscono un aggiornamento costante da parte del nostro team di esperti del settore finanziario in modo da offrirvi informazioni sempre aggiornate e attendibili, nonché utili nel momento dell’ investimento.

Azioni Mediobanca: Previsioni 2021/22

Ciò che si legge nelle linee guida del piano strategico relativo al 2019/2023, presentate già nel novembre 2019, segnano la volontà del gruppo Mediobanca di voler raggiungere il completamento del suo riposizionamento strategico e definitiva affermazione del modello detto “Specialized Financial Player”.

Il piano 2019-2023 mira perciò ad aumentare l’efficacia di questo modello di business, con l’obiettivo di affermare Mediobanca come un protagonista sul panorama finanziario europeo in quanto a crescita, qualità e sostenibilità, ambendo a proseguire in tutti i segmenti di operatività con un occhio di riguardo per la nuovissima divisione Wealth Management e la sua storica attività nei campi del Corporate & Investment Banking e del Consumer Banking.

Tutto ciò è indirizzato verso una crescita dei ricavi, degli utili, della remunerazione degli azionisti e del compiacimento degli stakeholder, preservando però con un profilo riguardo il rischio/rendimento tra i migliori in campo europeo.

A seguito però della crisi pandemica ed economica del 2020, e in seguito alle raccomandazioni da parte della Banca Centrale Europea che vietano tra le altre cose la distribuzione dei dividendi fino al mese di  gennaio 2021, per l’esercizio 2019/2020 verrà proposto alla prossima assemblea di ottobre 2020 l’azzeramento del dividendo.

Inoltre, per quanto riguarda il ritorno alla remunerazione degli azionisti il gruppo ha dichiarato che questa verrà stabilita in base alla velocità di ripresa economica post-Covid, dall’andamento borsistico di Mediobanca e dalle autorizzazioni concesse dalla BCE.

Comprare azioni Mediobanca conviene?

Per tutti quelli che, alla fine di questo articolo, si fanno (e ci fanno) la fatidica domanda: comprare azioni Mediobanca conviene?, è bene tener presente che non è possibile dare una risposta netta a questo quesito.

Ciò dipende molto dalle modalità di investimento e da come il mercato procederà con la sua ripresa post-Covid, cosa di difficile previsione a causa dell’eventualità sempre più vicina di una seconda ondata pandemica per questa fine 2020.

Resta però la posizione d’avanguardia e di rilievo in campo finanziario, soprattutto in quanto banca d’investimento da parte del gruppo Mediobanca, nonché un certo appeal relativo alle sue azioni in sé per sé, poiché queste sono caratterizzate a conti fatti da una certa volatilità, cosa che le può rendere particolarmente appetitose per tutti quegli investitori intenzionati a utilizzare la leva finanziaria.

Comprare azioni Mediobanca: opinioni e considerazioni finali

A monte di quanto detto finora, quello che ci sentiamo di raccomandare a tutti i nostri lettore è l’avvicinarsi con cautela a questo titolo, e optare per l’utilizzo dei CFD, poiché questo strumento finanziario derivato ci dà modo di investire in Mediobanca in maniera più agevole e versatile.

L’occasione dataci infatti dalla cosiddetta vendita allo scoperto offertaci dai CFD è tra le miglior armi in nostro possesso per affrontare le fasi altalenanti del mercato e la situazione di enorme instabilità che questo sta vivendo in questo turbolento anno targato 2020.

L’importante è quindi utilizzare piattaforme di trading online autorizzate come ad esempio IQ Option, broker online che ci permetterà di investire facilmente a prescindere dalla modalità prescelta, e senza il bisogno di dover pagare commissioni aggiuntive di alcun tipo.

FAQ Azioni Mediobanca: domande frequenti

Comprare azioni Mediobanca conviene?

Al momento, la soluzione migliore per poter investire comprando azioni Mediobanca è quella di farlo tramite il trading online, soluzione adatta anche ai neofiti del settore finanziario e degli investimenti in borsa.

Dove compro azioni Mediobanca è rischioso?

Per comprare azioni Mediobanca c’è bisogno di utilizzare una piattaforma di trading online autorizzata, il quale può essere fornita esclusivamente da broker online autorizzati come quelli citati in questo articolo.

Posso comprare azioni Mediobanca direttamente?

Sì, utilizzando un broker DMA come quelli citati in questo articolo è possibile accedere al mercato finanziario e acquistare direttamente azioni Mediobanca, divenendo di fatti azionisti del gruppo.

Acquistare azioni Mediobanca conviene?

Le prospettive dateci dai nostri analisti riguardo le azioni Mediobanca risultano relativamente positive, ed allettanti per il medio/lungo termine, ma l’incertezza dei mercati causata dalla crisi pandemica ancora ci suggerisce una certa prudenza, indirizzandoci perciò verso la versatilità dei CFD.

Target price azioni Mediobanca?

Il costo delle azioni Tenaris si aggira in un range che va da un minimo di 6,90 EUR a un massimo di 9,00 EUR.

Quanto costano le azioni Mediobanca?

Essendo azioni quotate in borsa, il loro prezzo è in costante variazione. In questo periodo oscilla tra i 7 e gli 8,50 euro.

Qual è la capitalizzazioni di mercato di Mediobanca?

La capitalizzazione di mercato di Mediobanca oggi ammonta a circa 6,176 miliardi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.