Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Amplifon

L’Amplifon è l’azienda italiana per eccellenza, fondata nel 1950, che si occupa dell’hearing care.

La compagnia finanziaria leader in Europa Kepler Chevreux di recente ha confermato una tendenza positiva per il titolo appartenente alla Borsa di Milano, spingendo per il buy. In effetti, durante le ultime sedute c’è stato un rialzo del +1,7%, stuzzicando l’interesse di numerosi investitori.

Partendo da tali notizie, la guida s’interesserà allo studio delle azioni Amplifon, così che ogni investitore possa valutare se inserire la società italiana tra i propri investimenti finanziari, oppure procedere verso un’altra direzione.

In verità, si vogliono fornire indicazioni più precise circa il settore degli investimenti, proponendo anche quella che, attualmente, risulta la modalità più interessante per investire sui mercati: il trading online. Potendo gestire autonomamente la propria attività, attuando delle strategie valide, si potranno perseguire i propri scopi pur partendo da zero.

Principali caratteristiche del titolo AMPLIFON:

ISINIT0004056880
Quotata in borsa dal2001
Indice di riferimentoFTSE MIB
SettoreMTA / Health Care
Capitalizzazione7,82 mrd €
Target Price Medio30,33 €
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToroCapital.com / Trade.com
Principali caratteristiche titolo Amplifon

Come comprare azioni Amplifon: CFD e azioni reali DMA

Come già accennato durante l’introduzione, il miglior modo per trarre vantaggi concreti dalle azioni Amplifon è optare per la giusta modalità d’investimento. Negli ultimi anni, il trading on line ha ottenuto il consenso di numerosi investitori in tutto il mondo, in quanto si è imposta come la scelta più innovativa ed accessibile per investire.

In effetti, grazie al cosiddetto “TOL“, anche coloro che iniziano da piccole somme e non hanno esperienza nel settore, possono cimentarsi un’attività finanziaria da gestire interamente sul Web. Fare trading online, inoltre, implica poter scegliere come investire in Borsa: se attraverso strumenti come i CFD, oppure in modalità reale (DMA).

I Contracts for Difference sono strumenti derivati con cui garantirsi un’esperienza di trading flessibile e versatile. Infatti, funzionano come dei contratti che replicano l’andamento dell’asset scelto. In breve, si potrà speculare su un bene senza acquistarlo. Ciò consente di generare profitti grazie alle continue oscillazioni di valore che lo stesso riporta.

In verità, il beneficio maggiore riguarda l’esposizione più diretta ai mercati finanziari: potendo investire sia al rialzo che al ribasso, è chiaro che si avranno maggiori chances di ottenere risultati a proprio favore. La vendita allo scoperto è un’operazione semplice, che non richiede l’acquisto diretto dell’asset, con cui tentare di far fruttare il proprio capitale anche quando i mercati sembrano poco propizi.

Nel caso in cui si preferisse operare secondo modalità più tradizionali, è possibile fare trading DMA. Così come è facilmente intuibile dall’acronimo, che sta per “Direct Market Access”, si tratta di una scelta con cui acquistare direttamente il titolo finanziario scelto. In questo modo, si diventerà azionisti effettivi del gruppo, con diritto a dividendi nel caso in cui fossero previsti dalla società.

La modalità reale è più adatta ad investitori che operano in long, avendo ben chiari i profitti, ma anche i rischi legati ad ogni investimento. Infatti, è bene sapere che col trading DMA, si potrà investire esclusivamente al rialzo. Per poter far ciò, è necessario affidarsi a dei validi e professionali broker DMA, che rivestono semplicemente il ruolo di intermediari finanziari.

I migliori broker DMA oggi sono:

Dove comprare azioni Amplifon: migliori piattaforme

Lo strumento principale per fare trading online è un’apposita piattaforma, su cui aprire un conto ed iniziare a rendere concreto il proprio piano di investimento. Purtroppo, però, la scelta della piattaforma non è semplice come si possa pensare: non tutti i servizi disponibili sono affidabili e sicuri come sembrano.

Per questo motivo, si vogliono brevemente presentare i criteri di valutazione da applicare per fare trading in totale sicurezza. Prima di tutto, è necessario controllare che la piattaforma scelta sia regolamentata ed autorizzata. In tal caso, per traders europei sarebbe meglio optare per broker ESMA, cioè che operano rispettando quanto previsto dalle normative imposte sul territorio. Gli enti preposti per tali controlli sono la CySEC e la CONSOB, sorti esclusivamente per tutelare i diritti dei traders e rendere i mercati trasparenti.

Un altro aspetto da considerare riguarda le commissioni: fare trading online non ne prevede. L’unica somma da pagare, nonché la sola fonte di entrata per i broker, è lo spread; una cifra davvero irrisoria perché riguarda la differenza di prezzo di un asset, dal momento di apertura a quello di chiusura di una posizione. Si consiglia di non prendere sotto gamba l’argomento, perché elevati costi potrebbero limitare le proprie possibilità d’investimento.

Infine, le migliori piattaforme di trading risultano intuitive e chiare da utilizzare sin da subito, così che gli utenti possano focalizzarsi esclusivamente sulla propria attività, senza riscontrare difficoltà operative.

Intanto, si proseguirà presentando brevemente le funzioni più interessanti offerte da quelli che ricoprono il ruolo di migliori broker di mercato, adatti sia ad utenti esperti che a traders novizi.

eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) rientra le migliori proposte di trading online, ottenendo il consenso di molteplici utenti in tutto il mondo. Ciò rende evidente che ci si sta riferendo ad una piattaforma regolamentata, intuitiva ed esente da commissioni.

La prima caratteristica da evidenziare riguarda i servizi eToro, il quale si propone sia come broker CFD che DMA, potendo personalmente scegliere le modalità d’accesso ai titoli finanziari più ambiti del momento. Naturalmente, entrambe le opzioni non prevedono costi aggiuntivi.

Scopri l’offerta sulle Real Stock eToro accedendo a questo indirizzo. Il rapido successo ottenuto dal broker in questione riguarda l’introduzione di funzioni all’avanguardia, brevettate e concretamente utili per agevolare i meno esperti. Infatti, è importante sapere che eToro nasce come la prima piattaforma di trading funzionante come un tipico social network.

Con l’interazione tra gli utenti messa al primo posto, il Social Trading si rivela un’interessante soluzione per ottenere consigli e previsioni di mercato da investitori professionisti.

La funzione più apprezzata è il CopyTrader, poiché consente di selezionare personalmente i traders più performanti della piattaforma. Dopodiché, automaticamente i risultati da loro ottenuti verrano riportati sul proprio profilo.

Per scoprire come funziona il Copy Trading eToro, visita questa pagina.

Tutto ciò è possibile testarlo in prima persona, senza depositare alcuna somma, iniziando da un conto demo gratuito: doppiamente vantaggioso se si vogliono testare le strategie elaborate senza esporsi a rischi.

FP Markets

Un secondo broker che sembra soddisfare pienamente i bisogni di diverse tipologie di traders è FP Markets (qui per il sito ufficiale). Anche in questo caso, si può immediatamente chiarire che la piattaforma gode delle dovute regolamentazioni, potendo prestare i propri servizi di trading a numerosi utenti. Proprio come eToro, anche FP Markets consente di fare trading CFD, oppure in modalità reale (DMA).

Ciò che rende la piattaforma così apprezzata è la presenza di numerosi strumenti d’analisi di mercato; un supporto valido per investire al momento giusto, sugli assets più promettenti. Inoltre, il broker mette a disposizione un’area didattica gratuita, ricca di materiali con cui curare l’aspetto teorico del trading. Partendo da una formazione valida, usufruendo di strumenti come Autochartist, FP Markets sembra fornire diversi aiuti ai propri utenti.

Per approfondire le valide proposte di FP Markets, sarà sufficiente raggiungere questo indirizzo. Il broker soddisfa anche le esigenze di traders professionisti, consentendogli di operare a livelli più avanzati grazie alla piattaforma più amata al mondo: MetaTrader; sofisticata e dalle esecuzioni immediate.

Si consiglia di mettersi alla prova con un account di prova gratuito e senza vincoli, in modo da acquisire familiarità e dimestichezza con strumenti del genere.

Trade.com

Un’ultima piattaforma conosciuta su scala internazionale è Trade.com (qui per il sito ufficiale). Broker ben noto nel settore, detiene le autorizzazioni necessarie che ne giustificano l’attuale fama.

Trade.com è una piattaforma priva di commissioni con cui speculare su una molteplicità di assets. Per quanto riguarda il trading azionario, l’offerta del broker è tra le più valide in assoluto: consente addirittura di investire in IPO, in attesa che una società venga ufficialmente quotata in Borsa.

Come le due piattaforme sopracitate, anche Trade.com permette di speculare con CFD, o fare trading DMA. Il fiore all’occhiello della piattaforma è la sezione formativa accessibile gratuitamente agli utenti, con cui colmare eventuali lacune teoriche in base al proprio livello. Da un glossario ad un ebook completo, il broker offre materiali didattici completi e semplici da studiare. Puoi scaricare a questa pagina il pacchetto formativo gratuito Trade.com.

Infine, come ogni piattaforma valida, anche Trade.com propone inizialmente un conto demo gratuito con cui accedere ai mercati senza intaccare i risparmi a propria disposizione. Dopodiché, con un deposito minimo di soli 100 euro, si potrà aprire un account reale.

Apri qui il tuo conto di trading con Trade.com.

Azioni Amplifon: analisi completa del titolo

Come si è ben compreso, il fulcro principale della guida è quello di studiare il titolo Amplifon come attivo di Borsa. Ciò significa prenderne in considerazione gli aspetti salienti, in modo da non lasciare nulla al caso e capire quali sono le strategie di trading più adatte per accedere alle azioni Amplifon.

azioni Amplifon - la nostra guida analitica sul titolo italiano, con analisi tecnica, fondamentale e target price di medio periodo. A cura degli esperti di investimentifinanziari.net.
Logo Amplifon: una sicurezza per chiunque ne abbia bisogno dal 1950

Sebbene il mercato azionario sia davvero complesso, esistono numerosi escamotage per comprendere quali sono le opportunità legate ad una società quotata in Borsa da rigirare a proprio favore.

Analisi fondamentale azioni Amplifon

La guida si soffermerà dapprima sull’analisi fondamentale delle azioni Amplifon. In tal caso, si procederà con uno studio di tutti quegli elementi di natura microeconomica e macroeconomica che esercitano una certa influenza sulla azioni Amplifon, causandone oscillazioni di prezzo. In verità, è uno studio importante anche per comprendere i margini di crescita futuri che potrebbero interessare la società in questione.

Si inizierà dalla storia del gruppo Amplifon. Il gruppo viene fondato nel 1950 a Milano, operando nel settore della salute. Nello specifico, nasce per volontà di un ex militare britannico, che dopo il secondo conflitto mondiale, voleva offrire apparecchi acustici a coloro che avevano riportato dei danni all’udito.

Col tempo, Amplifon riesce ad espandersi sull’intero territorio regionale, ingrandendosi grazie ad acquisizioni e partnership attuate strategicamente negli anni. Dopo circa venti anni, riescono persino a fondare un centro per ricerche e studi, per approfondire le conoscenze riguardo problemi all’udito.

La crescita per la compagnia italiana è tale che esporta i propri prodotti anche all’estero, rivelandosi un leader mondiale con una quota sul mercato pari all’11%.

Amplifon: quotazione e dati storici

La società Amplifon fa la propria entrata in Borsa nel 2001, imponendosi come uno dei titoli azionari più interessanti dell’Indice FTSE MIB. Il gruppo, in poco tempo, ha conquistato l’interesse di numerosi investitori in tutto il mondo, poiché ha riportato performances più che positive.

In circa 3 anni, il titolo è riuscito a triplicare il proprio valore. In effetti, analizzandone i dati storici, ciò che colpisce è la resilienza dimostrata dalla società anche in situazioni negative di mercato: durante la crisi del 2008, Amplifon è stata una delle poche società del FTSE MIB a raggiungere ugualmente risultati in rialzo.

A partire dal 2014, il gruppo di origini italiane ha ottenuto una crescita costante sul mercato, crescendo del +400% negli ultimi 5 anni, toccando un massimo di 36,54 euro per azione.

Anche dati più recenti mostrano come Amplifon sia uno dei titoli più sottovalutati di Piazza Affari: è tra le società che, nel 2019, hanno chiuso l’anno con un fatturato da record, pari a 1,7 miliardi di euro. Partendo da ciò, si può immediatamente affermare che la società gode di una struttura finanziaria interna così stabile che anche sul breve termine è degna di nota: negli ultimi 6 mesi, ha riportato una variazione positiva del +49,68%.

Il modo migliore per studiare i rendimenti storici del titolo è operare mediante una piattaforma di trading autorizzata e professionale.

Amplifon:principali competitors

I principali competitors del gruppo Amplifon sono:

  • Hear USA Inc;
  • Miracle-Ear Service Center;
  • Oticon Inc;
  • Sonova

Il mercato della cura dell’udito è in forte crescita. Nonostante ciò, l’Amplifon riesce a detenere ancora una fetta importante del settore, imponendosi come un colosso indiscusso dell’hearing care.

Azionariato Amplifon

L’azionariato Amplifon è così suddiviso:

  • Ampliter s.r.l: 42,2%;
  • Tamburi Investement Partners: 3,3%;
  • Azioni proprie: 0,9%;

Sul mercato è disponibile il 53,6% delle azioni Amplifon: sembra che siano tra le più apprezzate dagli investitori americani, mentre solo il 9% degli azionisti risulta italiano. Per poter accedere immediatamente al titolo, si consiglia di aprire un conto gratis col leader del trading eToro.

Amplifon: business model e piani strategici per il futuro

L’Amplifon è tra le eccellenze italiane, che gode di una fama mondiale come leader nella produzione e distribuzione di apparecchi acustici. Risultati simili provengono da un business model strategicamente realizzato per soddisfare le esigenze della clientela.

Prima di tutto, il gruppo rende chiaro che le strategie di crescita sono realizzate in base ai clienti: un focus sui bisogni e le preferenze di mercato è essenziale per esser competitivi e far fronte all’elevata domanda. Allo stesso tempo, la compagnia dà importanza al contatto col cliente stesso, offrendogli consulenze e prodotti personalizzati.

Lo slogan:

We empower people to rediscover all the emotions of sound” è la dimostrazione che Amplifon lavora per fornire un concreto aiuto a chiunque abbia bisogno di cure per porre fine ai disturbi dell’udito. Da ciò, si può intuire che è riuscita a guadagnarsi una clientela fidelizzata, godendo di un marchio degno di nota e di fiducia su scala globale.

Innovazione e tecnologie all’avanguardia sono i concetti basilari su cui ruotano le strategie presenti e future del gruppo, il quale è riesce ad offrire prodotti acquistabili in base ad ogni stile di vita. E’ davvero un passo avanti interessante: dall’ampli-easy realizzato per piccole sfide quotidiane, come guardare un film, all’ampli-mini perfetto per coloro che cercano dispositivi poco visibili ma di qualità, Amplifon si rivela davvero attento alle esigenze di chiunque.

Grazie all’introduzione di piattaforme online, la società garantisce un’esperienza ottimale anche per quanto riguarda la comunicazione tra le sedi e i diversi punti vendita: efficienza e soluzioni integrative sono alla base di un business plan con cui garantirsi una posizione predominante nel settore salute.

Analisi tecnica azioni Amplifon

La guida ora si focalizzerà su un aspetto forse leggermente più complicato legato allo studio di un titolo finanziario: l’analisi tecnica delle azioni Amplifon. In breve, si tratta dello studio di rendimenti passati del titolo, utilizzando appositi grafici per determinarne i più probabili movimenti futuri.

Intanto, ecco un esempio concreto di analisi tecnica grazie al grafico di trading proposto dal conto demo gratis di eToro:

azioni Amplifon
Grafico di analisi tecnica sulle azioni Amplifon

Per tranquillizzare traders ancora poco abili, al grafico è stata applicata una strategia davvero semplice, e al contempo efficace per iniziare a fare analisi tecnica: la Doppia Media Mobile.

Come si può facilmente intuire, si basa sul calcolo di due medie differenti (una veloce, l’altra lenta) impostate su un preciso time frame. Così facendo, dal grafico si individueranno i punti d’ingresso/uscita dal mercato. In questo caso, è stato impostato su un’ora: valido per investimenti sul medio periodo.

Nello specifico, focalizzandosi sull’intersezione tra le due medie, si potranno leggere due chiari segnali:

  • Di vendita: quando la media mobile veloce (linea rossa) interseca quella gialla con un movimento che va dall’alto verso il basso;
  • D’acquisto: al contrario, quando la media mobile veloce incontra quella gialla dal basso verso l’alto.

Il primo cerchio evidenzia un trend al ribasso per le azioni Amplifon, fornendo i primi segnali che dovrebbero condurre alla vendita. Al contrario, il secondo cerchio mostra un segnale d’acquisto. Si vuole precisare che per ricavare informazioni più precise, una volta acquisite le conoscenze necessarie, si potranno combinare diversi indicatori di trading.

Infine, si ricorda che solo facendo trading con un broker degno di nota come Trade.com, si potrà puntare anche al ribasso per incrementare le proprie chances di rendimenti positivi.

Azioni Amplifon: grafico con quotazione in tempo reale

Il miglior modo per non precludersi alcuna occasione di speculare sul titolo quotato presso la Borsa di Milano e generare profitti, è visionare un grafico con quotazione in tempo reale sulle azioni Amplifon:

[GRAFICO PREZZO AZIONI TENARIS, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Amplifon:Target Price e prospettive future

Prima di concludere la guida, è bene fornire le ultime informazioni sul titolo Amplifon. Nel dettaglio, ci si occuperà di presentarne i target price più probabili, da utilizzare come punto di partenza nel caso si fosse interessati ad investimenti sul medio periodo.

Inoltre, si mostreranno le previsioni elaborate sul biennio 2021/2022, così da agevolare anche traders che intendono operare in long, allettati da un titolo che occupa un settore in continuo sviluppo.

Target Price azioni Amplifon

Il target price, definito anche “prezzo obiettivo” non è altro che il valore più probabile che, secondo gli analisti, un asset potrebbe raggiungere. La guida si focalizzerà su tre livelli: medio, basso e alto stimati per le azioni Amplifon sul medio periodo.

30,33 TM16 TB38 TA
Livelli di target price-medio,basso,alto- per l’azienda Amplifon su un ordine previsionale di medio periodo

La quotazione attuale delle azioni Amplifon si aggira intorno ai 35,01 euro, con un massimo di 35,75 in queste ultime sedute. Per il medio periodo, gli analisti hanno stimato un target price massimo di 38 euro per share: un miglioramento interessante rispetto ai €36 raggiunti come cifra più elevata durante quest’ultimo anno.

Il minimo previsto è, invece, pari a €16 per azione: è un valore ugualmente migliore dei minimi riportati nelle ultime 52 settimane, pari a 14,83 euro.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: i dati e le informazioni tecniche riportate durante la guida sono oggetto di revisione costante da parte del nostro staff di esperti, in modo che risultino un aiuto valido ai fini dei propri investimenti.

Azioni Amplifon: previsioni 2021/22

Le previsioni sulle azioni Amplifon per il biennio 2021/22 risultano abbastanza promettenti, considerando che per numerosi analisti Amplifon rientra tra i titoli più sottovalutati di Piazza Affari.

Ci si aspetta performances positive dalle azioni in questione soprattutto per i progetti che la società ha presentato per il futuro, soprattutto quelli improntati ad una crescita sui mercati principali. Inoltre, bisogna contestualizzare anche il mercato in cui opera: si stima una crescita annua del +4%, rivelandosi tra i più allettanti per gli investitori.

Su circa 15 analisti, 12 optano per il buy; i restanti 3 spingono per l’hold. Il motivo è molto semplice: entro fine 2021, le azioni Amplifon potrebbe raggiungere, come target price massimo, quota €45 per azione.

Si consiglia di monitorare con costanza l’andamento del titolo sul mercato, dando un’occhiata anche alla situazione economica generale. Per restare aggiornati sulle ultime di mercato, la scelta migliore appare operare con piattaforme complete come FP Markets.

Comprare azioni Amplifon: conviene?

Dopo aver studiato il titolo Amplifon sotto due diversi punti di vista, si vuole fornire finalmente una risposta al tipico quesito: “comprare azioni Amplifon conviene?

Il primo motivo per il quale comprare azioni Amplifon potrebbe rivelarsi un’interessante opportunità per inserirsi nel mondo del trading online è direttamente legato all’importanza che il gruppo riveste sul mercato. Una piccola realtà italiana, è riuscita a conquistare il settore dell’hearing care su scala mondiale.

Con una presenza forte in tutti i continenti e almeno 16.000 dipendenti, Amplifon ha ancora dei punti di forza che ne favoriscono una crescita interna, contribuendo a rendere ancora più solido il patrimonio che il gruppo possiede.

Grazie a numerose acquisizioni, di cui la più recente risale all’inizio del 2020, la multinazionale intende rafforzare il proprio marchio, incrementando produzione e distribuzione.

Naturalmente, non è possibile basare un investimento esclusivamente sulla base di quanto affermato: si dovrà pur sempre fare i conti con l’instabilità dei mercati finanziari. Attenzione: ciò non significa che comprare azioni Amplifon non sia una scelta conveniente, ma solo che bisogna seguire attentamente gli sviluppi del mercato.

Comprare azioni Amplifon: opinioni e considerazioni finali

Il titolo Amplifon risulta performante sia sul breve che sul lungo termine, inserendosi tra le azioni più interessanti da considerare per il proprio piano di trading.

Società quotata presso la Borsa di Milano, è principalmente ambita da traders internazionali: ma perché lasciarsi sfuggire un’eccellenza appartenente al proprio paese?

Naturalmente, si ribadisce che bisognerà selezionare la modalità d’investimento più giusta per evitare di esporsi a perdite elevate ed irreversibili. Per questa ragione, rientrano in campo i CFD: strumenti flessibili con cui investire anche al ribasso.

Operando con piattaforme professionali e regolamentate come eToro, Trade.com o FP Markets, sia esperti che principianti potranno mettere alla prova il potenziale di un titolo in crescita costante come Amplifon.

FAQ azioni Amplifon: domande frequenti

Come comprare azioni Amplifon?

La modalità più efficiente ed innovativa riguarda il trading online; così da gestire la propria attività in totale autonomia e senza incorrere in ingenti commissioni.

Dove comprare azioni Amplifon?

E’ bene optare per piattaforme regolamentate (CySEC e CONSOB) e professionali per garantirsi un’esperienza positiva e comprare azioni Amplifon.

Come investire al ribasso sulle azioni Amplifon?

Facendo trading in CFD si potrà investire sulle azioni Amplifon anche al ribasso, in modo da non precludersi alcuna chance di profitto.

E’ possibile comprare azioni Amplifon in modalità reale?

Sì, il trading DMA implica la possibilità di comprare azioni Amplifon in modalità reale, diventando soci a tutti gli effetti del gruppo.

Qual è il target price delle azioni Amplifon?

Il target price medio previsto per le azioni Amplifon, entro fine anno, è pari a 30,33 euro.

Comprare azioni Amplifon conviene?

Le previsioni fanno ben sperare, rendendo le azioni Amplifon uno dei titoli più interessanti dell’Indice FTSE MIB.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.