Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Tim Telecom

La società italiana leader nel settore di telefonia fissa e mobile Telecom Italia S.p.A (TIM) è una società quotata in due Major Stock Exchange: la Borsa Italiana (BIT: TIT) e la Borsa di Wall Street (NYSE: TI).

Facente parte del paniere FTSE-MIB a maggior capitalizzazioni dell’indice, il titolo fa riferimento al colosso delle comunicazioni targato ITA ed è una delle più importanti in assoluto nel settore relativo alle tecnologie informatiche e della comunicazione.

Il gigante della telefonia TIM Telecom è presente saldamente  nel mercato italiano, dove mantiene il ruolo di capolista nel suo settore. A livello internazionale si denota invece un focus sul mercato brasiliano, dove i clienti della sua rete mobile hanno toccato soglia 55,1 milioni.

Lo scopo di questa guida è perciò quello di darvi un agile strumento per valutare se, ma soprattutto come investire sul titolo Telecom. Porteremo perciò all’attenzione dei nostri cari lettori tutta una serie di dati, informazioni e analisi atte a poter valutare autonomamente il da farsi riguardo le azioni di questo tiolo, offrendo soprattutto la possibilità di esplicarvi il funzionamento di uno dei modi più in voga per investire in rete oggi: stiamo parlando ovviamente del trading on-line.

Riguardo questa modalità di investimento innovativa resa possibile dalla tecnologia contemporanea, illustreremo nel dettaglio le due principali possibilità di investimento grazie alle piattaforme di trading online e ai migliori broker online autorizzati attualmente presenti in questo mercato.

Stiamo parlando quindi dalle due opzioni principali relative, da una parte, a uno strumento estremamente innovativo riguardante un prodotto finanziario derivato chiamato in gergo con l’acronimo di CFD; e dell’altra opzione concessosi dagli attuali broker online, e cioè la modalità di accesso di mercato grazie all’opzione DMA.

Principali caratteristiche del titolo TIM Telecom:

ISINIT0003497168 / IT0003497176
Quotata in borsa dal1997
Indice di riferimentoFTSE IT All share – FTSE MIB
SettoreICT
Capitalizzazione8 mrd
Target Price Medio0,52 EUR
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToroCapital.com / Trade.com
Principali caratteristiche del titolo Telecom

Comprare azioni TIM Telecom: CFD e azioni reali DMA

Come già detto nel paragrafo antecedente, il trading online è, ad oggi, la forma di investimento più in voga in questa era tecnologica in cui riusciamo a interconnetterci gli uni con gli altri e con il mondo in qualunque luogo e in qualunque momento anche solo grazie a un cellulare e una connessione internet.

Ed è proprio grazie a questi nuovi mezzi smart-tech che si è constatato un boom anche nel settore del trading online, dove piccoli e medi investitori hanno finalmente trovato un mezzo facile, economico e a zero commissioni per poter investire i propri capitali negli asset che più stimolano il loro interesse, come il titolo Telecom in questo caso.

Oggi, grazie ai mezzi di cui sopra è possibile accedere al mercato finanziario grazie alle piattaforme di trading online e decidere se investire principalmente in due modalità: investimenti tramite il trading CFD o tramite il trading DMA.

  • Trading in CFD: Ad oggi, il metodo più utilizzato per investire online. “CFD” altro non è che un acronimo di origine il cui inglese spesso tradotto col calco italiano di “Contratti per differenza“. Questi sono uno strumento finanziario derivato il cui scopo è quello di scommettere sull’andamento futuro di mercato di un dato asset, senza il bisogno di doverlo acquistare.

Ciò significa che andremo a speculare sulle oscillazioni di prezzo generate dal mercato finanziario, guadagnando sia se il titolo salirà di quotazione, sia che questo scenda. Ciò è di fatto una novità se confrontato agli investimenti diretti, il cui profitto è unito a un filo diretto con la crescita del titolo su cui abbiamo investito i nostri soldi.

Negli investimenti tramite CFD invece, grazie a opzioni come la vendita allo scoperto sarà possibile guadagnare anche nel caso in cui ci fosse un tonfo in borsa del titolo da noi selezionato, se previsto in tempo.

Inoltre, poiché non dovremo possedere una fetta di azioni, ma limitarci soltanto a prevederne l’andamento in borsa del titolo, i costi di entrata saranno nettamente inferiori e sarà possibile investire anche somme veramente esigue per iniziare la nostra avventura finanziaria nel mondo del trading online.

guida analitica azioni telecom
Il logo storico e iconico di Telecom – La nostra guida analitica completa alle azioni Telecom / TIM

Tutto ciò mette in risalto le caratteristiche peculiari di questo prodotto finanziario derivato che le rendono estremamente flessibili e perciò atti a performance ottimali sui mercati finanziari a prescindere dal tipo di asset selezionato su cui si è deciso di investire.

Per tutti coloro i quali invece prediligono un approccio più “canonico” al mondo della finanza, i miglior broker online autorizzati danno anche la possibilità di accedere direttamente ai mercati finanziari tramite l’opzione trading DMA.

  • Trading DMA: anche qui siamo alle prese con un acronimo di origine inglese stante questa volta per “Direct Market Access”. Utilizzando questa modalità di investimento, il trader avrà l’accesso diretto al mercato grazie al servizio di un broker online DMA autorizzato, così da poter procedere con l’acquisto diretto di una porzione dell’asset desiderato.

Facendo uso di questa opzione avremo quindi la possibilità di divenire azionisti a tutti gli effetti del gruppo Telecom Italia, avendo perciò accesso ai guadagni relativi ai dividendi e a un incremento generale del capitale da noi investito nel momento in cui il titolo salirà di quotazione in borsa.

A differenza dei CFD infatti, facendo un investimento diretto si punta a un guadagno sul lungo periodo, basato prettamente su un’analisi che preveda un andamento positivo del titolo finanziario selezionato.

A prescindere dalla scelta da noi effettuata in qualità di investimenti, però, nel momento in cui vorremo accedere a una piattaforma di trading online ci sarà bisogno dell’intercessione di un broker per azioni online autorizzato. Sarà compito di quest’ultimo infatti fornire ai propri trader clienti una piattaforma funzionale agli investimenti da noi desiderati con cui poter fare liberamente trading in qualunque momento.

Per tutti coloro i quali invece hanno ben chiaro tutti questi concetti, vi ricordiamo di dare un’occhiata a questi tre tra i migliori broker DMA a cui potersi affidare:

Dove comprare azioni Telecom TIM: migliori piattaforme da utilizzare

A questo punto diventa di primaria importanza la scelta del broker online e l’analisi delle migliori piattaforme per il trading online attualmente in circolazione per poter effettuare i nostri investimenti nella maniera più pratica, essenziale e facile possibile.

Prima di inoltrarci in questo campo però bisogna fare attenzione a tutti quei broker online non-autorizzati che si presenteranno a noi durante le nostre ricerche, e dai quali sarà meglio stare alla larga. Ogni volta che si ripone anche un solo euro nelle mani di questi loschi figuri, non aspettatevi che questi possano tornare indietro, anzi: spesso e volentieri il nostro investimento non solo non frutterà, ma sarà perso a prescindere.

Per questo motivo, è importantissimo rivolgerci a un broker online autorizzato. Per prima cosa, una buona idea è quella di mettere avanti nella nostra lista persona i broker ESMA, cioè tutti quei broker che si attengono alle normative in vigore sul territorio EU in materia di tutela del trader e dei suoi diritti.

Per quanto riguarda invece le licenze e le autorizzazioni rilasciate dalle autorità competenti, vi suggeriamo di controllare sempre il possesso di tutte le carte in regola per poter operare sul territorio nazionale ed europeo. Nello specifico, controllate che i broker online da voi selezionati siano in possesso delle licenze CySECe CONSOB.

Una volta accertatosi di ciò, potremo passare al capitolo successivo della nostra ricerca per il broker online perfetto, e cioè le commissioni trading a costo zero. Dovete sapere infatti che al momento tutti i migliori servizi di brokeraggio online hanno assunto la decisione di non far pagare alcuna commissione ai propri clienti, ragion per cui dovrete diffidare da chi vorrà farvi pagare costi aggiuntivi una volta effettuato un trade.

Gli unici costi che sono inclusi in ogni tipo di operazione finanziaria e investimento online dovrebbero essere quelli relativi al tanto decantato spread, il quale è fondamentalmente il “sostentamento” di tutti i broker autorizzati ed è un pagamento d’obbligo a prescindere dal broker selezionato. Ma non disperate: il costo dello spread è spesso e volentieri bassissimo.

Ultima cosa da tenere d’occhio prima di aprire un conto online con un broker è l’interfaccia della piattaforma su cui andrete a fare trading online. Questo è il parametro probabilmente più personale, e cambia a seconda delle proprie esigenze, del livello di esperienza del trader e così via.

 Ad esempio: un neofita del trading online vorrà un’interfaccia quanto più user-friendly ed essenziale possibile e con un ottimo customer-care, mentre un trader più avvezzo questo mondo passerà sopra alla macchinosità di una data piattaforma se questa permette la possibilità di mettere in atto strategie di trading specifiche di trading come lo scalping.

Sulla base di quanto scritto finora e tenendo bene a mente i parametri sopraindicati, passeremo ora alla presentazione delle tre migliori piattaforme di trading online per comprare azioni Telecom.

eToro

Partiamo subito con quello che, ad oggi, è probabilmente il più famoso broker online attualmente in circolazione:eToro (clicca qui per il sito ufficiale).

Il broker israeliano eToro è ormai un leader nel settore delle piattaforme di trading online, grazie non solo al suo innovativo modo di ripensare il trading in un’ottica che definire social sarebbe un eufemismo, ma anche perché da sempre il suo nome è sinonimo di un servizio capace di offrire qualità e sicurezza.

Per questa ragione è ovvio che il broker in questione sia in possesso di tutte le certificazioni e licenze del mestiere, comprese le sopra menzionate CONSOB e CySEC, ed offre ai suoi clienti la possibilità di eseguire qualunque tipo di operazione finanziaria senza far pagare commissioni. Anche qui, l’unico costo d’obbligo a operazione ultimata sarà lo spread.

Ritornando invece al suo aspetto che rasenta i contorni di un vero e proprio social network, e di tutte quelle funzioni che lo fanno apparire come uno stretto parente di quest’ultimi, vale la pena sottolineare due aspetti fondamentali legati a questa nuova concezione di apportarsi al mondo del trading online:

  • il Social Trading: ciò che ha reso realmente famoso in tutto il mondo questa nuova metodologia di fare e intendere il trading online, in cui è possibile trattare ogni asset finanziario presente sulla piattaforma alla stregua di un post di facebook e ogni trader importante come un influencer.
  • il Copy trading: legato al concetto di cui sopra c’è il Copy Trading, una opzione che ci permetterà di selezionare il profilo di un dato utente e replicare ogni operazione aperta fino a quel momento, per poi aprire tutte le future posizioni che il trader sui cui è stata applicata questa opzione aprirà di volta in volta.

Questi sono due strumenti più che validi per tutti quegli investitori nuovi del campo finanziario ma allo stesso entusiasti all’idea di poter cominciare a investire da soli e a guadagnare in maniera relativamente facile in confronto ai metodi di investimento tradizionali.

Segnaliamo poi che il broker eToro dà la possibilità ai propri clienti di scegliere non solo Il trading CFD, ma anche di entrare nel mercato in modalità DMA. In questo modo potrete essere azionisti di un titolo come Telecom acquistandone uno stock di azioni.

Se però vi rimangono delle perplessità in merito a quanto detto finora su questo broker, eToro vi dà la possibilità di provare a utilizzare la sua piattaforma di trading online con un conto demo gratuito, così da poter fare pratica liberamente senza avere troppi pensieri riguardo il perdere soldi o fare cattivi investimenti, poiché il tutto sarà eseguito tramite un balance virtuale completamente “fittizio”.

FP Markets

Il secondo broker online che abbiamo selezionato in base a tutti quei parametri prima descritti per i nostri lettori è FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale), uno tra i broker online più rinomati sul mercato del trading online attivo sin dal 2013.

Anche questo broker online soddisfa tutti i requisiti legali in materia di autorizzazioni e licenze per poterci far lavorare nel pieno della legalità in Italia ed Europa grazie alle licenze CySEC e CONSOB, e ancora una volta il tutto sarà possibile farlo senza aver paura di dover pagare costi aggiuntivi o commissioni nascoste.

Per quanto riguarda le caratteristiche più peculiari di questo broker online, ci sentiamo di segnalarvi la presenza di una fornitissima sezione didattica, nella quale è possibile trovare una quantità veramente sconfinata di materiale didattico.

Sul versante puramente finanziario, invece, questa piattaforma di trading online ci offre tutta una serie di strumenti per la misurazione finanziaria che va dai classici grafici a misuratori ben più sofisticati, i quali vi permetteranno di fare tutte le ricerche del caso prima di decidere di investire o meno in un titolo finanziario su cui avete fatto un pensiero.

Per quanto riguarda le modalità di investimento, anche questa volta siamo in presenza di un broker online autorizzato sia sul versante del trading online relativo ai CFD, sia a quello relativo all’entrata nel mercato tramite il trading in modalità DMA.

A tutti quei trader di una certa esperienza invece interesserà sapere che FP Markets offre ai suoi clienti di fare trading online tramite la famosa piattaforma MetaTrader; software a dir poco rinomato nel campo degli investimenti online in quanto attivamente utilizzato dai migliori trader in giro per il mondo con la sua versione MT4, la quale è attiva nel settore da più di un decennio.

Trade.com

Il terzo ed ultimo broker online autorizzato che vogliamo presentarvi oggi in questo articolo è Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale), il quale ci offre una serie di possibilità con cui sarà facile investire nel gruppo Telecom.

Il broker in questione soddisfa anche lui tutti i criteri di sicurezza sopraelencati ed è in possesso di tutte quelle licenze e autorizzazioni atte a salvaguardare il sistema di brokeraggio online e i trader online che attingeranno a questo servizio nella maniera più sicura e legale possibile.

Trade.com ci dà la possibilità di investire sia in maniera flessibile con le possibilità offerteci dai CFD, ma allo stesso tempo è un broker DMA autorizzato: questo significa che sarà possibile diventare azionisti diretti del gruppo Telecom Italia nel caso in cui noi lo volessimo acquistandone una porzione di azioni.

Ciò che ci ha colpito particolarmente di questo broker è non solo una fornitissima area didattica, ma anche la questione relativa al deposito minimo che si richiede per aprire un conto di trading online, la cui somma ammonta a soli 100 euro. Cifra, quest’ultima, abbastanza irrisoria se si è interessati a voler fare trading per davvero.

Azioni TIM Telecom: analisi completa del titolo

Nel momento in cui si decide di prendere la strada del trading online, avremo bisogno di avvalerci di tutta una serie di ricerche e analisi essenziali per poter raggiungere il successo in questo campo. Nello specifico, parleremo due delle tecniche più in voga tra i trader online e di cui avrete già sentito parlare se non siete completamente nuovi a questo ambiente.

Stiamo parlando, nello specifico, di due discipline:

  • L’Analisi fondamentale: è lo studio che concerne tutti gli elementi esterni e interni di natura micro/macroeconomica capaci di influenzare in qualche modo una data società. Ciò si rivela specialmente utile nel momento in cui vorremo valutare la potenziale crescita che un titolo finanziario potrà avere nel tempo.
  • Analisi tecnica: è uno studio effettuato principalmente con tutta una serie di strumenti di misurazione finanziaria riguardante la quotazione di un titolo nel tempo e il cui scopo è quello di prevedere l’andamento futuro di quest’ultimo in borsa.

Per riuscire però ad abbassare il nostro rateo di fallimento e raggiungere i nostri obiettivi finanziari, gli esperti della finanza e del trading online suggeriscono di utilizzare entrambe le analisi, in modo da avere un quadro completo di una società come Telecom e poter trarre le proprie conclusioni riguardo il puntare i propri capitali su di esso, e in quale modalità di investimento.

Entrambi i tipi di analisi sono essenziali se si vuole raggiungere il successo
Entrambi i tipi di analisi sono essenziali se si vuole raggiungere il successo

Una ottima idea potrebbe essere perciò quella di utilizzare gli strumenti offertici  ad esempio da IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale), i quali si presteranno ottimamente alle tecniche di cui sopra.

Analisi fondamentale azioni Telecom TIM

In questa prima fase della nostra guida relativa all’analisi del titolo Telecom inizieremo con l’analisi fondamentale delle azioni Telecom in modo così da rendere esplicito il ruolo della più importante compagnia telefonica nazionale e se l’investire su essa sia, a conti fatti, una buona idea. E partiremo proprio dalla sua storia che l’ha caratterizzata, contraddistinguendola prima come compagnia di telecomunicazione nazionale, e oggi come colosso del settore ICT.

Nata infatti dalle ceneri della fu Società Italiana per l’Esercizio Telefonico (SIP), la quale assunse il nome attuale durante la ristrutturazione societaria avvenuta nel 1980. La società privata come la conosciamo noi però si è evoluta in quanto tale nel 1997,quando lo Stato Italiano vendette la maggior parte della sua quota  e privatizzando, di conseguenza, la società.

Fu quello il momento in cui Telecom lasciò il monopolio statale del settore e si aprì al mercato privato, nonché alla rivoluzione riguardante lo sviluppo della rete internet.

Da allora il titolo ha vissuto diverse fasi altalenanti, rimanendo però il protagonista principale del suo settore, ed è è uno dei 40 titoli presenti nell’indice FTSE MIB.

Telecom TIM: quotazione e dati storici

Il gruppo Telecom è specializzato nell’offerta di servizi relativi alla telefonia avanzata, ai servizi wholesale internazionali, all’IT e alla trasmissione dati, ed opera in Italia utilizzando il famosissimo brand TIM.

Oltre ad essere in testa sul mercato nazionale italiano, ha una presenza internazionale decisamente importante nello scenario sudamericano con un focus basato sulla rete mobile. Basti pensare che se in Italia gli utenti connessi ala rete mobile tramite Telecom sono 30,5 milioni, in Brasile questi arrivano a soglia 52 milioni.

Per questa ragione, il gruppo è diviso in due business unit: la prima è Business Unit Domestic, il quale si occupa del mercato interno come è già intuibile dal nome; l’altra invece è la Business Unit Brasile (TIM Brasile), il quale si occupa ovviamente del mercato brasiliano.

Ad oggi, il gruppo Telecom risulta settima tra le compagnie italiane per fatturato, e addirittura tra le prime 500 al mondo, entrambi prove di una grande stabilità per moltissimi.

Inoltre, visto il basso valore delle loro azioni che oggi hanno fatto registrare una quotazione pari a 0,35 EUR, moltissimi investitori italiani hanno riposto le loro speranze in questa compagnia comprando enormi stock azionari con la fermezza di credere in un “ritorno di fiamma” della società che una volta era in possesso del monopolio della telefonia italiana.

Azioni Telecom: principali competitors

Vista la natura e le origini del gruppo Telecom, i principali competitors sono da rintracciare proprio negli altri quattro protagonisti del settore relativo alle telecomunicazioni.

Stiamo parlando ovviamente di:

  • Vodafone
  • PosteMobile
  • Wind/3 (a seguito della recente fusione)
  • Iliad

Azionariato TIM Telecom

Al momento, i principali azionisti in possesso delle più grandi fette percentuali di azioni del gruppo Telecom Italia secondo la composizione dell’azionariato in data 30 giugno 2020 e sulla base delle risultanze presenti nel Libro Soci Integrate, e dalle comunicazioni arrivateci in base alla azioni ordinarie, è la seguente:

  • Vivendi: 23,94%
  • Cassa Depositi e Prestiti: 9,89%
  • Paul Elliot Singer. 0,14%
  • Gruppo Telecom Italia: 1,06%
  • Investitori istituzionali italiani: 2,16%
  • Investitori istituzionali esteri: 51,68%
  • Altri azionisti: 11,13%

Telecom: business model e piani strategici per il futuro

Oltre a fornire servizi di telefonia avanzata, trasmissione dati, servizi wholesale internazionali e soluzioni IT avanzate e operando in Italia come leader di questi settori e avendo un’importante presenza in Brasile come già segnalato nel paragrafo precedente, a oggi segnaliamo la sua avanzata incontrastabile nel campo delle tecnologie LTE.

Di fatto, Telecom è riuscita a raggiungere una copertura LTE pari al 99% della popolazione italiana, dell’80% con la fibra ottica e in Brasile ha raggiunto il 93% della popolazione di quel paese grazie alla tecnologia 4G.

Sempre riguardo questo tipo di tecnologia, una minaccia che paradossalmente non arriva da uno dei principali competitor arriva invece da ENEL, la quale ha affermato di voler utilizzare la sua ampia rete presente sul territorio utilizzata per portare energia nelle case di milioni di italiani per espandersi nel campo della fibra.

Una rete per la banda larga messa a disposizione da Enel porterebbe però ad un pesante abbassamento del margine operativo lordo di Telecom in meno di 5 anni, facendo pressione sulla sua quotazione di mercato poiché darebbe la possibilità agli altri competitor colossi del settore come Vodafone e Wind di attingere ad una rete alternativa a quella attualmente messa in piede da Telecom.

Analisi tecnica azioni TIM Telecom

Conclusa la nostra prima parte riguardante l’analisi fondamentale del titolo Telecom, passiamo dunque alla seconda tipologia di analisi a nostra disposizione per poter valutare la quotazione del gruppo e completare col quadro generale di cui abbiamo bisogno per procedere col nostro investimento.

Su questo grafico (puoi aprire il conto pratica gratuito di eToro per usarlo anche tu) abbiamo quindi dovuto utilizzare due indicatori specifici: le medie mobili semplici. Questo tipo di indicatori servono a indicarci quale sarà il momento giusto per aprire una posizione riguardo questo titolo, e investire di conseguenza.

Questo grafico è stato ottenuto grazie alla piattaforma di trading online di eToro

Se analizziamo il grafico noteremo la presenza di due punti di intersezione tra gli indicatori da noi cerchiati. Queste intersezioni delle medie mobili indicano al trader il momento giusto per l’investimento.

Nel primo caso si denota un segnale di vendita: la media mobile veloce (linea rossa) interseca a la lenta (linea blu) andando dall’alto verso il basso, indicando di conseguenza un trend al ribasso causato dall’inizio della crisi economica scaturita a seguito della pandemia di Covid-19 iniziata nel mese di marzo del 2020. In un caso come questo, sarà meglio virare verso l’utilizzo dei CFD puoi scaricare il corso gratis di Trade.com per imparare in modo pratico come fare trading online in azioni.

Nel secondo caso, al contrario si denota un segnale d’acquisto: la media mobile veloce interseca la lenta dal basso verso l’alto, indicandoci che il titolo è in procinto di vivere un trend di tipo rialzista.

In un caso come questo si potrebbe pensare anche di optare per un investimento diretto, ma visti i tempi incerti in cui ci troviamo utilizzare anche questa volta i CFD potrebbe essere la scelta più prudente, nonostante l’alta volatilità di questo strumento finanziario derivato.

Azioni  Telecom: quotazione e grafico reale

Per tutti coloro i quali sono interessati all’investire in maniera previdente sulle azioni Telecom e scegliere il momento più proficuo in base al suo andamento in tempo reale, abbiamo messo in questa sezione un grafico relativo alla quotazione Telecom aggiornato in tempo reale.

[GRAFICO PREZZO AZIONI TELECOM, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Telecom: Target Price e prospettive future

Prima però di arrivare alla conclusione di questo nostro articolo riguardante il comprare le azioni Telecom, vogliamo fornire un ultimo dato importante riguardo questo titolo finanziario e di cosa si prospetta per esso nel prossimo futuro fornendovi i dati relativi al suo target price nel medio periodo.

Inoltre, nel paragrafo immediatamente successivo a quello relativo al target price troverete anche le previsioni sul biennio 2021/2022; previsioni a dir poco essenziali per tutti coloro i quali hanno intenzione di assumere posizioni sul lungo periodo relativi al gruppo Telecom italia.

Target Price azioni Telecom Tim

Parlando del target price ci riferiamo ovviamente alla probabili quotazioni (minime, medie e massime) che raggiungerà il titolo Telecom nel medio periodo secondo le stime dei migliori analisti del mercato finanziario.

0,52 TM0,23 TB0,79 TA
Target Price Medio, Basso e Alto, previsti per le azioni Telecom

Al momento della scrittura di questo articolo, il valore delle azioni Telecom si aggira in un range che tocca un target price medio di 0,52 EUR, con le previsioni al ribasso che fanno prevedere una discesa verso 0,23 EUR.

Per quanto riguarda la prospettiva di un eventuale rialzo della quotazione, i nostri esperti indicano la possibilità che queste salgono fino a 0,79 EUR per azione.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: i dati e previsioni che ci siamo curati di inserire in questa guida riguardo le azioni Telecom, vengono aggiornati costantemente da parte di un team di esperti finanziari al fine di offrirvi una serie di informazione sempre attuali e utili ai fini di un investimento finale.

Azioni TIM Telecom: Previsioni 2021/22

Per il prossimo biennio, Telecom dovrà far fronte a una serie di sfide che arrivano dalla crisi economica scaturita dalla pandemia di Covid-19, che ha intaccato anche la quotazione del colosso delle telecomunicazioni italiano come per il resto del mercato.

Questa crisi si aggiunge ai ricavi minori se confrontati alla media fornita dagli analisi (un 19.7 miliardi da confrontare ai previsti 19,9 miliardi), mentre la lotta per la fibra iniziata da Enel sarà il problema principale con cui si troverà a combattere non solo nel prossimo biennio, ma negli anni a venire.

La tendenza principale che guida il settore delle telecomunicazioni è la necessità di connessioni più veloci e il numero crescente di dispositivi collegati a Internet. I carrier wireless negli stati europei e in tutto il mondo stanno lavorando per costruire le loro reti 5G il più rapidamente possibile al fine di sostenere la domanda sia dei consumatori che delle imprese.

La crescita dell’internet delle cose, delle città intelligenti e del numero di dispositivi di consumo come smartphone, dispositivi indossabili e altoparlanti intelligenti in uso sta aumentando la necessità per le reti di essere in grado di gestire molte connessioni contemporaneamente. E man mano che l’elaborazione del cloud computing si sposta verso l’informatica di bordo, aumenterà la necessità di reti di comunicazione più dense.

Telecom sembra essere alla portata di queste sfide essendo l’azienda che in Italia ha assunto l’espansione della rete in fibra. Questo nei prossimi 2 anni potrebbe anche incrementare i ricavi aziendali facendo crescere il titolo.

Comprare azioni Telecom conviene?

Questa domanda ha, di fatto, spaccato l’opinione dei trader, e crea una serie di problemi anche a noi della redazione.

Per riassumere il tutto, diciamo che la fazione relativa ai “rialzisti” si basa sul presupposto dato dal valore storico del marchio una volta in possesso del monopolio delle telecomunicazioni in Italia, e sul suo spessore a livello internazionale grazie all’enorme posizione di rilievo assunto in Brasile

Dall’altra parte della barricata troviamo invece gli scettici, i quali hanno timore nell’investire in questo titolo poiché la concorrenza degli altri operatori presenti nel mercato italiano è spietata, soprattutto ora che da qui a qualche anno la telefonia e l’offerta relativa a internet sono state integrate e unificate sempre più in servizi quanto più efficaci e pratici possibili.

Non è un caso quindi se questo titolo ha avuto diversi momenti ribassisti quando si è ritrovato a dover “rincorrere” l’innovazione portata dai competitor, trovandosi a sottostare e adeguarsi ai trend dettati da questi ultimi. .

Comprare azioni Telecom: opinioni e considerazioni finali

L’azienda Telecom e le sue azioni, nonostante abbiano un prezzo di mercato relativamente contenuto, rimangono tra le più stabili del nostro panorama italiano se si esclude il tonfo di marzo 2020 causato dall’inizio della crisi economica legata alla pandemia. Non è un caso, infatti, se è prassi comune per gli imprenditori nostri compaesani investire parte dei propri capitali in questo titolo finanziario come se fosse una sorta di “salvadanaio”.l

Detto ciò, noi della redazione restiamo dell’idea che vista l’estrema insicurezza che sta vivendo il mercato internazionale, e date le minacce del futuro che si prospettano per l’azienda Telecom Italia, il miglior modo per investire nel suddetto titolo finanziario è quello di sfruttarlo al massimo grazie alle opportunità concesse dal trading in CFD.

 In questo modo, riusciremo ad adattare i nostri investimenti in base alla fase che il titolo sta vivendo e al momento storico che i mercati finanziari stanno attraversando.

Azioni Telecom: domande frequenti

Comprare azioni Telecom conviene?

Sì, a patto che si abbia una buona strategia di trading alla base e si utilizzi una strategia atta a soddisfare le nostre aspettative, come ad esempio l’uso preventivo dei CFD.

Comprare azioni Telecom è rischioso?

Giocare in borsa è sempre rischioso, a prescindere dal titolo su cui si è deciso di investire. L’importante è affidarvi a un broker online autorizzato per non incorrere in truffe o simili.

Comprare azioni Telecom senza pagare commissioni?

I migliori broker online, come i tre menzionati in questa guida, non fanno pagare commissioni una volta eseguita l’operazione di trade.

Posso acquistare azioni Telecom direttamente?

Tutti i broker online qui citati sono anche broker autorizzati DMA. Entrando in modalità DMA su una piattaforma di trading online, sarete in grado di acquistare direttamente azioni Telecom e diventarne azionisti a tutti gli effetti.

Qual è il target price di Telecom?

Il target price medio di Telecom ammonta al momento a un range medio di 0,52 EUR, e oscilla da un minimo di 0,23 EUR fino a un massimo previsto di 0,79 EUR.

Quanto costano le azioni Telecom?

Oggi, un azione Telecom costa intorno ai 0,35 EUR.

Qual è la capitalizzazione di mercato di Telecom?

La capitalizazione di mercato del gruppo Telecom è di 8 miliardi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.