InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

ETF obbligazionari

I traders interessati a costruire un portafoglio diversificato e da elevati livelli di liquidità, possono considerare l’idea di investire in ETF Obbligazionari. Si tratta di fondi a gestione passiva che replicano un determinato indice obbligazionario. 

Quello delle obbligazioni è un mercato molto vario e comprende una vasta gamma di titoli: dai titoli di Stato a quelli emessi dalle aziende. Fino a qualche anno fa, prima della nascita degli ETF obbligazionari, una delle principali difficoltà dei trader era proprio quella di costruire una strategia obbligazionaria diversificata. 

Con il trading online, invece, è possibile investire in obbligazioni seguendo una strategia semplificata, trasparente e a basso costo. Infatti, verrà fornita una panoramica completa su cosa sono gli ETF sulle obbligazioni, come funzionano e quali sono i migliori in cui investire secondo gli analisti. Inoltre, saranno forniti alcuni strumenti di analisi utili per comprare ETF Obbligazionari  

ETF obbligazionari – Riepilogo:

❓Cosa sono:Exchange Traded Fund che replicano l’andamento delle obbligazioni
⛔Rischi:Volatilità di Mercato/ Eventi che possono condizionare l’andamento del settore di riferimento/ Tracciamenti ciclici dei prezzi
🏅Migliori ETF obbligazionari:1) ETF Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF;
2) Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged;
3)
SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF;
4) 
Lyxor US Treasury 1-3Y (DR) UCITS ETF.
💡Dove investire:Migliori piattaforme ETF obbligazionari
🤔Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
ETF obbligazionari- tabella di riepilogo

ETF obbligazionari: Cosa sono? Principali tipologie

Prima di spiegare cosa sono gli ETF Obbligazionari, occorre fare un piccolo passo indietro e fornire una definizione sia di “ETF” che di “obbligazione” per rendere più chiaro il concetto ai lettori non abbastanza esperti. 

  • Gli ETF (Exchange Traded Fund) sono dei fondi a gestione passiva che replicano l’andamento di un indice borsistico (azionistico o obbligazionario). In questo modo è possibile investire in un paniere di titoli puntando su un singolo prodotto finanziario. Il fondo, infatti, si comporta come un vero e proprio asset, per cui è possibile monitorarne l’andamento, fare analisi di mercato e mettere in atto specifiche strategie di trading;
  • Le obbligazioni sono dei titoli di credito emessi da società o enti pubblici (es. lo Stato, una municipalità, ecc) per raccogliere denaro a debito. L’ente che emette il titolo si finanzia mediante debito conferendo agli investitori una retribuzione per il capitale investito. 

Gli ETF Obbligazionari, quindi, permettono di investire in un paniere di obbligazioni provando a riprodurne l’andamento sui mercati. Nello specifico, i fondi investono in obbligazioni e le quote di partecipazione possono essere negoziate come dei veri e propri asset.

A differenza degli ETF azionari, quelli obbligazionari non investono nella totalità dei titoli che fanno parte dell’indice da replicare perché questi includono un numero troppo elevato di emissioni. Questo andrebbe ad aumentare ulteriormente i costi per i gestori dei fondi e inevitabilmente anche per gli investitori. 

ETF Obbligazionari: Migliori 2022. Come investire in ETF obbligazionari; Guida completa a cura di InvestimentiFinanziari.net
ETF obbligazionari: Guida completa ai migliori ETF obbligazionari 2021 a cura di InvestimentiFinanziari.net

Il mercato delle obbligazioni, infatti, presenta alcuni segmenti non particolarmente liquidi, come ad esempio quelli relativi ai debiti aziendali. Quindi, per evitare che l’ETF risulti troppo costoso e a basso rendimento, i gestori dei fondi dovranno optare per una replica sintetica ed effettuare una selezione sui titoli da inserire. Generalmente vengono selezionati quelli più rappresentativi di un determinato indice in modo che la replica sia più fedele possibile. 

Esistono diverse tipologie di ETF obbligazionari a seconda dei titoli che compongono l’indice di riferimento e sono: 

  • ETF sui titoli di stato;
  • ETF sui titoli di stato emergenti in valuta locale ; 
  • ETF obbligazionari di paesi emergenti;
  • ETF obbligazionari globali: 
  • ETF obbligazionari sui titoli europei ad alto rendimento. 

Gli ETF obbligazionari vengono classificati anche in base alle caratteristiche intrinseche del fondo stesso come: 

  • Provenienza geografica: importante perché possono offrire tutele o garanzie diverse in base all’ente governativo al quale sono collegati; 
  • Tasso d’interesse importante per valutare il livello di rischio. Maggiore è il tasso, più alto è il livello di rischio; 
  • Durata: cioè la scadenza del titolo, anch’essa collegata al margine di rischio. Più la durata è lunga, più rischia di aumentare il tasso d’interesse e, di conseguenza, il margine di rischio; 
  • valuta di riferimento che permette di valutare il rischio di cambio; 
  • merito creditizio delle obbligazioni che ne valuta il grado di investimento;
  • Cedole: che possono essere a distribuzione periodica o reinvestite nel fondo. 

Di seguito saranno presi in esame alcuni tra i migliori ETF obbligazionari su cui investire nel 2022. Ognuno chiaramente rientra nelle categorie sopracitate e sono stati accuratamente selezionati da analisti esperti.

Migliori ETF obbligazionari: su quali investire? [CLASSIFICA 2022]

Il mercato delle obbligazioni è molto vario e risulta più complesso rispetto a quello azionistico. Costruire un paniere di titoli obbligazionari che riesca a contenere i margini di rischio e, allo stesso tempo, generare profitti adeguati, risulta alquanto complicato. Per questo motivo, scegliere un ETF obbligazionario in cui investire richiede un’attenzione particolare in modo da costruire la giusta strategia. 

Tuttavia, scegliere i migliori ETF permette di ottimizzare la propria strategia obbligazionaria diversificando il proprio portafoglio a costi contenuti. A questo proposito, di seguito saranno presentati i migliori ETF Obbligazionari in cui investire su cui investire nel 2022 accuratamente selezionati da un team di analisti esperti. 

📑ISIN & TICKER💸COMMISSIONI👍VOTO💰DOVE COMPRARE
LU1650487413 EM 130,17%⭐⭐⭐⭐⭐eToroCapital.comTrade.com
LU0378818131 XGSH0,25%⭐⭐⭐⭐⭐eToroCapital.comTrade.com
IE00B4613386 EMLD0,55%⭐⭐⭐⭐⭐eToroCapital.comTrade.com
LU1407887162 US130,07%⭐⭐⭐⭐⭐eToroCapital.comTrade.com
Tabella ripeilogativa migliori ETF obbligazionari

Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF– (LU1650487413- EM 13)

L’ETF Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF investe in titoli di stato Europei e replica l’indice obbligazionario Bloomberg Euro Treasury 50bn 1-3 Year Bond. Le obbligazioni presenti nel fondo hanno scadenze comprese tra 0-3 anni. Le obbligazioni sottostanti hanno rating investment grade. Per quanto riguarda l’esposizione valutaria dell’ETF, la valuta di riferimento è EUR. La tipologia di dividendi è ad accumulazione, vale a dire che il rendimento da interessi viene reinvestito nel fondo.

Tabella riassuntiva principali caratteristiche Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF:

📄ISIN & Ticker:LU1650487413 EM 13
🌈Tipologia di ETF:ETF Obbligazionario
💡Indice di RiferimentoBloomberg Euro Treasury 50bn 1-3 Year Bond
💰Commissioni annue0,17%
💻Dove comprareeToro / Capital.com / Trade.com
Tabella principali caratteristiche obbligazionari ETF Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF

L’indice di spesa annua è pari allo 0,17%. La tipologia di replica della performance dell’indice sottostante è fisica totale, vale a dire che il fondo acquista tutti i componenti dello stesso. Il patrimonio gestito dall’ETF Lyxor Euro Government Bond 1-3Y (DR) UCITS ETF è pari a 1.270 mln di Euro, si tratta quindi di un fondo di grandi dimensioni. L’ETF è attivo dal 2005 e ha domicilio fiscale in Lussemburgo. La volatilità annua è bassa e si aggira intorno allo 0,35%

Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged –(LU0378818131- XGSH)

L’ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged è un fondo a gestione passiva che investe in titoli di stato con focus Globale. L’ETF replica l’indice FTSE World Government Bond – Developed Markets (EUR Hedged) che comprende obbligazioni governative emesse da nazioni sviluppate a livello globale. La copertura valutaria è in EUR e detiene tutta la gamma di scadenze delle obbligazioni. Anche questo ETF come il precedente ha una politica dei dividendi ad accumulazione e, quindi, li reinveste nel fondo stesso.

Tabella riassuntiva principali caratteristicheXtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged:

📄ISIN & Ticker:LU0378818131 XGSH
🌈Tipologia di ETF:ETF Obbligazionario
💡Indice di RiferimentoFTSE World Government Bond – Developed Markets (EUR Hedged)
💰Commissioni annue0,25%
💻Dove comprareeToro / Capital.com / Trade.com
Tabella principali caratteristiche obbligazionari ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged

Per quanto riguarda la spesa complessiva, la percentuale annua è pari allo 0,25%. Il fondo replica la performance dell’indice sottostante mediante replica a campione, ossia,  acquistando solo i componenti più importanti. Si tratta, inoltre, di un ETF di grandi dimensioni con un patrimonio pari a 917 mln EUR. 

SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF – (IE00B4613386 – EMLD)

L’ETF SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF investe in titoli di stato con focus sui mercati emergenti e replica l’indice Bloomberg Emerging Markets Local Currency Liquid Government Bond. L’indice replicato include obbligazioni a debito di mercati emergenti con valuta locale di cui L’ETF detiene l’intera gamma di scadenze. In questo caso i dividendi seguono una dinamica a distribuzione, il che significa che non vengono reinvestiti nel fondo come per i precedenti ma distribuiti tra gli investitori.

Tabella riassuntiva principali caratteristiche obbligazionari ETF SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF:

📄ISIN & Ticker:IE00B4613386 EMLD
🌈Tipologia di ETF:ETF Obbligazionario
💡Indice di RiferimentoBloomberg Emerging Markets Local Currency Liquid Government Bond
💰Commissioni annue0,55%
💻Dove comprareeToro / Capital.com / Trade.com
Tabella principali caratteristiche obbligazionari ETF SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF

La spesa complessiva annua per la gestione del fondo è pari allo 0,55% annuo, leggermente più alta dei precedenti. Anche in questo caso la tipologia di replica è a campione: infatti, il fondo replica la performance del sottostante acquistando solo i componenti più importanti dell’indice. L’ETF SPDR Bloomberg Barclays Emerging Markets Local Bond UCITS ETF, infine, è un fondo di dimensioni ampie e conta un patrimonio gestito pari a 2.162 mln EUR. 

Lyxor US Treasury 1-3Y (DR) UCITS ETF(LU1407887162 – US13)

I trader interessati a investire in obbligazioni statunitensi, possono optare per l’ETF Lyxor US Treasury 1-3Y (DR) UCITS ETF che replica l’andamento dell’indice Bloomberg US 1-3 Year Treasury Bond. Si tratta di un indice che comprende titoli di stato emessi dal tesoro americano e, quindi, negoziati in dollari. Le obbligazioni in questo caso hanno una scadenza che va da 0 a 3 anni. 

Tabella riassuntiva principali caratteristiche obbligazionari ETF Lyxor US Treasury 1-3Y (DR) UCITS ETF:

📄ISIN & Ticker:LU1407887162 US13
🌈Tipologia di ETF:ETF Obbligazionario
💡Indice di RiferimentoBloomberg US 1-3 Year Treasury Bond
💰Commissioni annue0,07%
💻Dove comprareeToro / Capital.com / Trade.com
Tabella principali caratteristiche obbligazionari ETF Lyxor US Treasury 1-3Y (DR) UCITS ETF

Il fondo è attivo dal 2010 con sede fiscale a Lussemburgo e gestisce un patrimonio pari a 134 mln EUR. La modalità di replica è fisica totale, vale a dire che il fondo acquista tutti i titoli presenti nell’indice sottostante. Per quanto riguarda i dividendi, invece, la politica scelta è quella della distribuzione che avviene con cadenza semestrale. Infine, le spese di gestione annue ammontano a 0,7%. 

Investire in ETF obbligazionari: come fare?

Per investire in ETF Obbligazionari si può scegliere tra due principali modalità di accesso ai mercati. La scelta, chiaramente, viene effettuata in base ai propri obiettivi di trading o alle strategie che si intende mettere in atto. In breve, le due tipologie di trading tra cui scegliere sono: 

  • Trading online tramite CFD;
  • Investimenti classici tramite Banche. 

Con l’avanzare delle tecnologie, sempre più trader optano per gli investimenti online attraverso specifiche piattaforme trading. Questa opzione, in effetti, può risultare più interessante per i piccoli investitori amatoriali che dispongono di cifre più modeste da investire.

Inoltre, la possibilità di poter sfruttare una vasta gamma di strumenti di misurazione finanziaria per effettuare autonomamente le proprie analisi di mercato, può costituire un ulteriore vantaggio. Da un lato, però, gli investimenti bancari potrebbero rappresentare una valida alternativa grazie alla possibilità di poter essere seguiti da un consulente, anche se però i costi di commissione potrebbero risultare un po’ elevati per investitori alle prime armi. 

Un modo per valutare qual è l’opzione più adatta alle proprie esigente è aprire un conto demo gratuito su un broker di qualità come Capital.com. In questo modo, sarà possibile verificare se tutti gli strumenti offerti siano adeguati alle proprie esigenze e se procedere o meno verso questa strada. 

Trading ETF obbligazionari: migliori piattaforme e soluzioni consigliate 

Migliori piattaforme per ETF OBBLIGAZIONARI [CLASSIFICA]

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Per investire in ETF obbligazionari tramite CFD, è necessario affidarsi solo a piattaforme sicure e legali come quelle elencate nella tabella sovrastante. Per capire se un broker sia affidabile, occorre controllare che sia autorizzato dai principali enti incaricati al controllo delle attività finanziarie in Europa, come CySEC e CONSOB. Questi broker consentono di investire in ETF Obbligazionari in modo autonomo e veloce grazie a tutti gli strumenti offerti dalla piattaforma. Le piattaforme elencate, infatti, dispongono di una serie di strumenti utili in fase di investimento, come grafici e notizie, ma anche materiale didattico per la formazione del trader. 

Tra questi è possibile citare FP Markets (sito ufficiale qui) che offre una piattaforma estremamente innovativa, ricca di funzioni avanzate come il Copy Trading che permette di effettuare operazioni automatiche basandosi sulle strategie di altri utenti esperti. Oppure, il pluripremiato broker Capital.com che offre un’area didattica completa che permette ai trader di accrescere le proprie conoscenze a partire dal livello base a quello più esperto. La piattaforma, infatti, offre e-book gratuiti a tema trading e video lezioni al termine delle quali è possibile testare le proprie abilità tramite verifiche. 

Queste piattaforme, inoltre, offrono la possibilità di aprire un account demo gratuito prima dell’apertura del conto live. In questo modo, sarà possibile familiarizzare con tutte le funzioni della piattaforma e con le strategie di trading senza correre il rischio di perdere il capitale investito. 

Comprare ETF obbligazionari con eToro

Tra le migliori soluzioni per comprare ETF obbligazionari online, sembra opportuno fare un approfondimento a parte su eToro (vai qui per il sito ufficiale), il broker online più utilizzato al mondo. La piattaforma di eToro presenta un funzionamento facile e intuitivo ed è particolare proprio perché funziona come un Social Network. Infatti, con il Social Trading permette agli utenti di entrare in contatto tra loro scambiandosi commenti e consigli a tema trading. Il CopyTrader permette, invece, di copiare le operazioni dei migliori investitori della piattaforma.

Con eToro è possibile investire in ETF Obbligazionari sia speculando sui prezzi tramite trading CFD che acquistando direttamente con DMA. Il tutto a zero commissioni. Inoltre, per investitori inesperti o che non hanno molto tempo da dedicare al trading, c’è la possibilità di investire col Copy Trading, una funzione che consente di copiare automaticamente tutte le operazioni di un Top Investor selezionato.

Per testare tutte queste funzioni e tante altre ancora, è possibile aprire un conto demo gratuito e illimitato che permetterà di simulare strategie e investimenti tramite un conto virtuale.

Investire in ETF obbligazionari in Banca: conviene?

Come accennato in precedenza, è possibile acquistare ETF obbligazionari anche in Banca. Prima che ci fosse la possibilità di fare investimenti online, infatti, gli istituti bancari erano il principale ponte tra i trader e i mercati finanziari. Tuttavia, attualmente, è una pratica sconsigliata poiché presenta dei costi di commissione troppo alti.

Scegliendo di investire in ETF Obbligazionari  tramite banca, infatti, si rinuncia alla totale autonomia che caratterizza gli investimenti online. Gli istituti bancari, infatti, mettono a disposizione un consulente finanziario che si occupa della gestione e delle analisi, e ciò presenta dei costi abbastanza elevati. 

In questo modo si perde uno dei principali vantaggi degli ETF, cioè, i costi di gestione bassi. Oltretutto, trattandosi di fondi a gestione passiva, le banche non sempre sono interessati a trattarli e, in genere, non dispongono di servizi di trading adeguati per questi strumenti. Di conseguenza si rischia di ritrovarsi a pagare commissioni maggiori e a percepire profitti minori. 

Analisi tecnica ETF obbligazionari

Una volta scelto l’ETF Obbligazionario più adatto alle proprie esigenze e valutati gli strumenti migliori per fare trading, si può procedere con l’ultimo step necessario che precede le operazioni di trading: l’analisi tecnica. Questa disciplina permette di studiare a fondo l’andamento di un asset e, basandosi sulle performance passate, permette di effettuare previsioni future. In base ai risultati dell’analisi sarà possibile ottimizzare le proprie strategie di trading e provare a trarre maggiori vantaggi dai propri investimenti. 

L’analisi tecnica si basa sullo studio di grafici ai quali vengono applicati degli indicatori di trading che permettono di identificare segnali all’interno del grafico stesso che possono suggerire al trader le opportunità d’investimento per quel caso specifico. In base al tipo di indicatore scelto, si possono ottenere informazioni specifiche come direzione del trend e volatilità.

Un altro aspetto importante da prendere in considerazione durante l’analisi tecnica è il tempo. Infatti, in base alla strategia di trading  che si decide di applicare, è possibile effettuare un’analisi tecnica sul breve, sul medio e sul lungo termine in base al time frame impostato.

Un esempio pratico di analisi tecnica è dato dal seguente grafico che analizza l’ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged sul lungo termine. Al grafico è stato applicato un time frame di 1 giorno per analizzare l’andamento dell’ultimo anno. L’indicatore di trading scelto, invece, è l’Alligator che aiuta a individuare la direzione del trend mettendo a confronto tre diverse medie mobili: 

ETF obbligazionari: Analisi tecnica lungo periodo
Analisi tecnica ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged

Come si può vedere dal grafico, durante tutto il 2021, l’ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged ha presentato un andamento altalenante caratterizzato dall’alternarsi di lunghi e imponenti ribassi e rialzi. Nella prima fase, infatti, è possibile individuare un trend in ribasso della durata di tutto il primo semestre. Di seguito, tra maggio e giugno si può notare una correzione di trend seguita da un rialzo per tutto il trimestre successivo. Dopo questa fase, inizia un altro ribasso caratterizzato da una notevole volatilità. 

In base a questi movimenti repentini del mercato, l’investimento potrebbe presentare qualche difficoltà sul lungo termine. Tuttavia, una strategia sul breve termine con CFD potrebbe rivelarsi una valida opzione: nelle fasi ribassiste, infatti, si potrebbe optare per una vendita allo scoperto con possibilità di trarre profitto dal trend in ribasso.   

Approfondisci anche:

ETF obbligazionari Previsioni 2022 / 2023

L’aspetto previsionale è uno dei punti focali di un investimento di successo perché spiana la strada per la strategia di trading da adottare. Tuttavia, gli ETF obbligazionari rientrano in un mercato molto ampio e soggetto a una vasta gamma di influenze sia di natura macroeconomica che microeconomica. Trattandosi di titoli legati a crediti e debiti di natura prevalentemente istituzionale, l’andamento dell’economia generale è chiaramente uno dei punti cardine di questo tipo di investimento. 

In un mondo messo in ginocchio dalla pandemia di Covid-19, gli effetti a lungo termine di questa crisi sono evidenti soprattutto in mercati come quello delle obbligazioni. Secondo gli esperti, malgrado i rallentamenti, la prospettiva di una crescita superiore è comunque possibile, ma le incertezze sono tante. Le probabilità di crescita sul medio periodo sono sotto il 10%. 

ETF obbligazionari previsioni 2022/ 23
Previsioni ETF Xtrackers II Global Government Bond UCITS ETF 1C EUR Hedged 2022/23

Dopo il picco di rialzo vissuto a inizio anno, infatti, è iniziato un periodo altalenante per i mercati obbligazionari che hanno portato un po’ di incertezze nel settore. I rialzi dei tassi delle banche centrali e l’aumento dell’inflazione, infatti, hanno portato un calo dei rendimenti per le obbligazioni. Tuttavia, le principali Borse Europee sono fiduciose sulla breve durata del rialzo dell’inflazione che dovrebbe scendere all’ 1,7% nel 2022, e all’1,5% nel 2023 con una conseguente ripresa per il prossimo biennio del mercato obbligazionario. 

Allo stato attuale, quindi, è difficile valutare una strategia di investimento sul lungo termine, pertanto, gli investitori dovrebbero monitorare l’andamento dei singoli ETF volta in volta e le notizie di natura macroeconomica che potrebbero influenzare l’andamento del settore obbligazionario. 

Investire in ETF obbligazionari Conviene? Vantaggi e svantaggi

Dopo questo approfondimento sugli ETF obbligazionari e sul tipo di mercato che essi riproducono, è possibile rispondere alla domanda che molti trader si pongono: investire in ETF Obbligazionari conviene? E’ innegabile che gli ETF sono strumenti che offrono una serie di vantaggi e che permettono una gestione ottimizzata del proprio portafoglio di investimenti. 

Inoltre anche in termini di gestione del rischio questi strumenti offrono maggiori possibilità rispetto ad un investimento diretto in obbligazioni. Tuttavia, la scelta di uno strumento finanziario rispetto a un altro, è legata principalmente a fattori personali ed è cura del trader stabilire se si presta bene ai propri obiettivi e le proprie esigenze di trading. A questo proposito, può essere d’aiuto valutare i rischi individuando i principali vantaggi e svantaggi di investire in ETF Obbligazionari in modo da prendere una decisione ponderata.   

Vantaggi degli ETF obbligazionari 

I principali vantaggi di investire in un paniere di titoli obbligazionari tramite ETF sono: 

  • Costi meno elevati: gli ETF permettono di effettuare investimenti ampi con costi ridotti; 
  • Trasparenza nella gestione passiva del fondo;
  • Diversificazione: gli ETF, infatti, permettono di investire in un paniere di titoli diversificato puntando su un solo asset. Ciò riduce i rischi di credito da parte dell’emittente del titolo;
  • Flessibilità: gli ETF permettono di accedere a molti mercati contemporaneamente mediante diversi canali (banche, piattaforme di trading, ecc);

Risulta, quindi, che la possibilità di accedere a un ampio mercato a costi ridotti, rende gli ETF Obbligazionari un investimento interessante anche per piccoli investitori retail che intendono effettuare grandi investimenti senza esporsi troppo. Inoltre, la diversificazione e la flessibilità permettono di costruire un portafoglio vario ed equilibrato. 

Svantaggi ETF obbligazionari 

Quando si parla di investimenti finanziari, è chiaro che oltre ai vantaggi ci sono comunque degli svantaggi che bisogna considerare prima di cominciare a operare sui mercati. Per quanto riguarda gli ETF obbligazionari, i principali svantaggi sono: 

  • La difficile valutazione del sottostante: gli indici obbligazionari, infatti, spesso comprendono numerosi titoli di diversa natura ed è difficile individuare l’andamento generale, soprattutto per investitori con poca esperienza; 
  • Liquidità: questo è un aspetto fondamentale da valutare quando si investe in un ETF. Un fondo con scarsa liquidità, infatti, può creare qualche difficoltà in fase di investimento. 

Infine, occorre ricordare che gli ETF sono strumenti adatti principalmente a investimenti sul lungo termine poiché possono presentare problemi di volatilità che li rende poco adatti al breve termine o addirittura al day trading. 

Investire in ETF obbligazionari: Opinioni dei massimi esperti

Prima di procedere con le proprie operazioni di trading su strumenti come gli ETF Obbligazionari, può essere utile consultare le opinioni dei massimi esperti a riguardo. Si ricorda, infatti, che il mondo degli investimenti richiede uno studio costante e una preparazione di un certo livello. Per questo motivo, avvalersi delle opinioni degli esperti del settore è di estrema importanza. 

Gli ETf Obbligazionari, in particolare, fanno parte di un tipo di mercato difficile da gestire poiché molto ampio e variegato. Inoltre è soggetto a variazioni di varia natura o subire gli effetti di situazioni dal calibro mondiale, come nel caso della pandemia del 2020 che ha particolarmente influenzato il mercato obbligazionario. 

A questo proposito, gli esperti si trovano divisi in due: da un lato ci sono quelli che pensano che l’aumento dei tassi e dell’inflazione continuerà ancora per molto e che, quindi, la fase negativa andrà avanti ancora a lungo. Altri, invece, vedono una ripresa nel medio periodo prevedendo una riduzione dell’inflazione per il prossimo biennio con un conseguente rialzo per il mercato delle obbligazioni. Una delle cause scatenanti di questo ribasso è anche la crisi energetica degli ultimi mesi: l’impennata dei prezzi del gas, sta creando non poche incertezze sull’inflazione. Tuttavia, proprio da questo settore potrebbe arrivare la risposta con una crescente richiesta di green bond. 

La Commissione Europea, infatti, ha in programma l’emissione di 250 miliardi di euro di obbligazioni verdi entro il 2026 come piano di ripresa post- Covid per le nazioni dell’Eurozona. Stando a quanto detto dal commissario per il bilancio Johannes Hahn, questi titoli sarebbero in grado di finanziare il piano di ripresa per circa il 30% ponendo al centro la “finanza sostenibile”. Sebbene la situazione attuale non sia tra le più promettenti per il settore obbligazionario, in base a quanto appena detto le prospettive sul lungo termine sembrano essere favorevoli.

Considerazioni finali

Nel corso della guida agli ETF obbligazionari, sono stati analizzati una serie di punti interessanti su questo particolare prodotto finanziario che permette di investire in obbligazioni senza acquistarle direttamente. Da questo approfondimento è emerso che investire in ETF obbligazionari può essere un modo interessante per diversificare il proprio portafoglio, specie se si intende investire in un mercato così vasto e complicato. 

E’ stato infatti possibile valutare tutte le opzioni offerte dai mercati per investire in ETF Obbligazionari, sia in modo più canonico tramite istituti bancari che tramite trading online con CFD. Inoltre, sono stati analizzati i migliori ETF obbligazionari su cui investire, facendo ulteriori approfondimenti sugli strumenti di analisi disponibili per un investimento ottimale. 

Sebbene in questo momento il mercato obbligazionario non sta vivendo un periodo particolarmente positivo, potrebbe comunque risultare interessante investire su un paniere di obbligazioni tramite ETF valutando una prospettiva sul lungo termine.

FAQ – ETF obbligazionari: Domande e Risposte frequenti

Cosa sono gli ETF obbligazionari?

Gli ETF obbligazionari sono dei fondi a gestione passiva che permettono di investire su un paniere di obbligazioni, cioè, titoli di credito emessi da società o enti istituzionali.

Come investire in ETF obbligazionari?

E’ possibile investire in ETF obbligazionari tramite banche o tramite le migliori piattaforme di trading online, la cui affidabilità è comprovata dalla presenza di certificazioni rilasciati da autorità internazionali. Ad esempio, i broker che rispettano le normative ESMA rientrano tra quelli che godono di una reputazione migliore sul territorio europeo.

Quali sono gli ETF obbligazionari migliori?

Gli ETF obbligazionari in circolazione sono tantissimi. All’interno di questa guida ne sono stati analizzati 4 accuratamente selezionati da un team di analisti esperti. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.