Gli Investimenti Finanziari a 360°.

AEX

L’indice Aex, acronimo di “Amsterdam Exchange Index”, è il principale indicatore dello stato di salute economica dell’Olanda.

E’ un paniere contenente le 25 migliori società quotate sul mercato azionario di Amsterdam, selezionate in base a criteri ben precisi per assicurare liquidità agli investitori.

La scelta di investire in Indici di Borsa come l’AEX accomuna numerosi traders di tutto il mondo, attirati dagli eventuali benefici da poter ottenere dall’ex Amsterdam Stock Exchange. La guida presenterà la storia, le quotazioni e i futuri target price dell’Indice borsistico olandese per eccellenza, in modo da analizzarne vantaggi e svantaggi per i propri investimenti finanziari.

Oltre ciò, non mancheranno indicazioni riguardo le modalità d’investimento più adatte per investire in AEX. Nello specifico, saranno trattate due opzioni per fare trading: l’accesso diretto ai mercati e il trading CFD.

Principali caratteristiche del principale indice di borsa olandese Aex:

NazionalitàOlandese 🇳🇱
Anno di creazione1983
Composizione25 migliori titoli olandesi
CodiceAEX
Min 12 mesi483,60
Max 12 mesi604,58
Come comprareAcquisto reale (DMA) / Trading in CFD
Dove comprareeToroFP Markets, Trade.com
Caratteristiche dell’indice di Borsa olandese AEX

AEX: Cos’è?

Come si è già intuito, l’AEX è il principale Indice di Borsa di Amsterdam. Contiene le migliori 25 società quotate presso l’Euronext Amsterdam, selezionate in base alla capitalizzazione. Nasce nel gennaio del 1983, e attualmente rientra tra gli Indici più importanti dell’eurozona, insieme al CAC40 parigino e il DAX tedesco.

In verità, è interessante sapere che la Borsa di Amsterdam è tra le più antiche al mondo, la cui fondazione risale addirittura al 1602. L’AEX rientra, appunto, tra i tre indici azionari che contengono i titoli azionari quotati presso questa Borsa, insieme all’AMX e all’ AScX.

Nel 1983, l’AEX debutta con 100 punti, contente delle multinazionali di gran calibro, come l’Heinken o la Philips. L’AEX risulta un Indice ponderato in base alla capitalizzazione di ogni singola azienda, la cui revisione avviene su base trimestrale.

indice aex - la guida analitica completa sul principale indice olandese a cura del team di InvestimentiFinanziari.net.
Aex: maggior indice olandese, guida completa

Più precisamente, l’Indice si basa sul prezzo delle azioni delle singole società da moltiplicare con il flottante, cioè l’attuale numero di azioni in circolazione. Per quanto possa sembrare un’economia ristretta, rappresenta una delle potenze economiche più rilevanti dell’Europa, con multinazionali da risultati sorprendenti.

Durante la guida verrà elencata la composizione dell’AEX, di cui si può già affermare un interessante equilibrio per i diversi settori che le società quotate occupano. Inoltre, è tra le attrattive di maggior curiosità per numerosi traders, perché l’Olanda è contraddistinta da una situazione economico-politica abbastanza solida, ma anche facilmente prevedibile.

AEX: come investire?

Le possibilità per accedere ad uno degli Indici di Borsa più promettenti del territorio europeo sono abbastanza ampie, anche se quelle davvero efficienti sono poche.

Difatti, le soluzioni più allettanti, soprattutto per chi cerca praticità e condizioni d’investimento adatte a piccoli capitali, sono due:

  • Trading DMA: accesso diretto ai mercati;
  • Trading CFD: investimenti mediante strumenti derivati.

In entrambi i casi, è importante sapere che non sono previste commissioni e si può negoziare sui mercati comodamente da casa propria. Per poter far ciò, è richiesto l’utilizzo di apposite piattaforme di trading online, gestite da broker il cui ruolo è intermediare tra utenti e i mercati d’interesse.

Per chi fosse già a conoscenza di tali informazioni, si consiglia di dare un’occhiata a piattaforme trading come eToro, con cui decidere personalmente se optare per un accesso diretto o meno all’AEX.

Investire in AEX in modalità reale: trading DMA

I traders che decideranno di investire sull’AEX facendo trading DMA, necessitano di valutarne i pro e i contro. Prima di tutto, l’accesso diretto ai mercati è una scelta che riguarda, di solito, i traders che operano sul lungo termine.

Inoltre, com’è facilmente deducibile, tale modalità implica un acquisto diretto delle azioni, rendendo il trader azionista a tutti gli effetti. Di conseguenza, nel caso in cui ci soffermasse su singoli titoli azionari, se emessi sul mercato, si riceveranno anche i dividendi.

  • Trading in DMA indice Aex: Negoziare in DMA significa che, il broker scelto, opera in base alla migliore esecuzione proponendo così i migliori prezzi di mercato ai propri utenti, piazzandone gli ordini ai momenti più propizi.

Purtroppo, è l’unica chances di profitti, poiché operare in questo modo comporta guadagni esclusivamente quando il valore delle azioni rialza. In caso di crisi economiche o rallentamento nel rafforzamento di una società, si esporrebbe il proprio capitale a dei rischi molto elevati.

Fare trading DMA risulta ugualmente una soluzione interessante con cui investire sull’AEX. Per coloro che hanno già qualche conoscenza nel settore, ecco i broker a cui far riferimento per un accesso diretto alle migliori proposte dei mercati finanziari:

Trading AEX in CFD

Il trading online in CFD è la modalità d’investimento più apprezzata dagli investitori in questi ultimi tempi, perché combina accessibilità e rapidità nelle operazioni.

  • Trading in CFD dell’indice AEX: Bisogna sapere che l’acronimo Contracts for Difference indica degli strumenti finanziari derivati, i quali replicando l’andamento dell’asset principale. Ciò significa che non è richiesto l’acquisto e i traders possono ottenere profitti dalle oscillazioni di valore registrate.

Inoltre, rispetto al trading DMA, gli investitori hanno una maggiore esposizione ai mercati, potendo investire al rialzo, ma anche al ribasso (Short Selling). Tradotto in termini di benefici, si potranno registrare perfomance positive anche quando i titoli scelti seguono un andamento ribassista.

Sia in caso di trading CFD, che DMA, c’è bisogno di una piattaforma con cui subentrare sui mercati finanziari. La scelta è molto più rilevante di ciò che sembra, poiché è lo strumento principale da cui dipende l’andamento della propria attività finanziaria. Per questo motivo, la guida proseguirà con delle breve recensioni sui principali broker per investire in indici.

Dove investire in AEX: migliori piattaforme consigliate

A causa del crescente numero di truffe nel settore, è davvero importante riuscire a riconoscere un servizio affidabile da uno scadente e truffaldino. Ciò non deve inibire i principianti: è possibile evitare truffe mediante delle piccole verifiche. Nello specifico, bisognerebbe valutare una piattaforma in base a specifici criteri.

Prima di tutto, è necessario operare solo con broker autorizzati ESMA, cioè che seguono le normative imposte sul territorio europeo per tutelare gli interessi dei traders. I principali enti di riferimento sono la CySEC e la CONSOB, quest’ultimo italiano.

E’ altrettanto importante sapere che fare trading non comporta il pagamento di commissioni. Tale caratteristica è da valutare soprattutto per coloro che detengono piccole somme: l’assenza di spese non limita le proprie possibilità d’investimento. Intanto, ecco gli approfondienti su quelle che appaiono, indiscutibilmente, le migliori piattaforme con cui investire sull’AEX.

eToro

eToro (qui il sito ufficiale) è da considerare come un leader del trading online, offrendo una piattaforma autorizzata CySEC e CONSOB. eToro è un broker che propone un’allettante offerta sulle Real Stock (qui per i dettagli) cioè la possibilità di acquisto diretto delle azioni a zero spese.

Allo stesso tempo, si potrà fare trading CFD sull’AEX, con il supporto di strumenti come il Social Trading e il Copy Trading. La piattaforma in questione dà importanza all’interazione tra gli utenti, facilitando ai principianti lo studio e le previsioni su un titolo.

Inoltre, è disponibile anche la funzione di copy trading, che permette di selezionare dei popular investor con lo scopo di ottenere i loro medesimi risultati, lasciando che la piattaforma li replichi in automatico.

Puoi visitare questo indirizzo per scoprire come fare Copy Trading.

Tale strumento è tra i più utilizzati al mondo e, per provarlo, basterà accedere ad un conto demo gratuito. Versando un deposito di 200 euro, si potrà iniziare ad usufruire delle molteplici funzioni di eToro da sfruttare sull’AEX.

Ricordiamo che eToro è anche broker DMA, il che significa che permette di investire su indici, anche con accesso diretto ai mercati finanziari.

FP Markets

Broker autorizzato e regolamentato, perfetto sia per neofiti che per esperti è FP Markets (qui il sito ufficiale). La piattaforma intuitiva e gratuita offre sia l’opportunità di trading DMA che CFD sugli assets più allettanti del momento, come l’Indice AEX.

Per i meno esperti è possibile consultare la sezione didattica gratuitamente accessibile, con cui iniziare a porre le basi per la propria attività di trading. Inoltre, mediante il conto di prova gratuito, si potranno verificare i risultati ottenibili dalle strategie elaborate, accedendo a mercati i cui prezzi sono aggiornati in tempo reale. Per testare la piattaforma demo proposta, basterà aprire un conto qui.

I traders più esperti che cercano di ottimizzare il proprio livello operativo, con FP Markets potranno investire con la piattaforma più amata di sempre: MetaTrader. Il deposito minimo risulta ampiamente accessibile: 250 euro iniziale, con operazioni in assenza di commissioni. Visita questo indirizzo per aprire un conto FP Markets.

Trade.com

Un ultimo broker apprezzato a livello internazionale è Trade.com (qui il sito ufficiale). Naturalmente, possiede le certificazioni necessarie che ne attestano affidabilità e professionalità. Trade.com è una piattaforma valida per iniziare ad investire in AEX, perché ricca di strumenti di supporto gratuiti.

Si potrà tenere sotto controllo l’AEX, avendo a propria disposizione i principali market mover, semplicemente accedendo alla piattaforma. Inoltre, è presente un’area formativa da cui iniziare a colmare eventuali mancanze teoriche, fondamentali nel trading. Scopri qui il materiale didattico gratuito di Trade.com.

I traders interessati possono investire sia in DMA che con CFD, a zero spese e con un’ampia scelta di assets. Potendo acquistare direttamente le azioni, si potrà subentrare su un titolo ai prezzi reali di mercato. Visita questo indirizzo per aprire un conto di trading con Trade.com.

AEX: analisi completa dell’Indice

Una parte fondamentale degli investimenti online è lo studio di un titolo, condotto principalmente per capire come e quando subentrare sullo stesso.

Per un trading online corretto, le discipline portanti sono:

  • Analisi fondamentale: studio di tutti i fattori (micro e macroeconomici) che possono influenzare l’andamento e la quotazione di un asset;
  • Analisi tecnica: analisi dei rendimenti storici di un titolo, con l’ausilio di appositi grafici, per studiare i futuri target price.

Si consiglia di procedere con entrambe le analisi se si vogliono ricavare previsioni accurate. Pertanto, si può iniziare a far pratica nel trading grazie ad un conto demo di trading online. Intanto, la guida proseguirà con una dettagliata analisi sull’Indice di Borsa Aex, per capire se si tratta di un investimento conviene, oppure no.

Analisi fondamentale AEX

Iniziando con l’analisi fondamentale sull’AEX, ci si soffermerà su elementi esterni (o interni) che incidono notevolmente sull’Indice. Per questo motivo, c’è bisogno di monitorarli costantemente, ponendo la giusta attenzione alle principali news politico-economico-sociali.

Nel caso dell’AEX, oltre a doversi informare sulla situazione politica Olandese, è altrettanto importante conoscere l’andamento dell’economia europea in generale. Per quanto possa sembrare complesso, i migliori piattaforme trading semplificano il tutto proponendo dei calendari economici, personalizzabili in base alle proprie preferenze.

Indice Aex: Quotazione e dati storici

L’AEX partì con un livello base di 100 punti, alternando periodi positivi, a fasi di gravi ribassi. Un risultato da ricordare è legato al 200: raggiunse un punteggio di 703,18, durante la fase clou della bolla di dot-com. Successivamente, ci sono voluti 3 anni per far sì che l’AEX raggiungesse gli altri Indici di Borsa europei.

Indice borsistico di Amsterdam,AEX
Quotazione Indice AEX ad Amsterdam.

Dopo un’ulteriore crisi del 2008, con una perdita del -9%,le sessioni successive hanno mostrato fasi rialziste per l’Indice, ben diversificato per livelli di liquidità interessanti per i traders. Purtroppo, tra i dati più recenti, si riporta una delle più elevate perdite di sempre, con un calo dell’11%. La causa scatenante è stata il coronavirus, come per quasi tutti gli assets di mercato durante il medesimo periodo.

Nonostante queste diverse fasi altalenanti, l’AEX si è dimostrato della fiducia di numerosi investitori, attirati probabilmente dallo stabile quadro economico in cui l’Indice s’inserisce. Il consiglio dei più esperti è quello di munirsi di piattaforme professionali come FP Markets per conoscere le varie variazioni di prezzo dell’AEX.

AEX: composizione dell’indice

Per comprendere meglio quali sono i titoli migliori quotati nell’Indice olandese AEX, ecco la composizione attuale:

Società (ordine alfabetico)Settore
Aalberts Nv   Beni industriali e servizi
Abn Amro Bank N.V Bancario
Adyen   Telecomunicazioni
AegonAssurance
Ahold Del Informatica
Akzo NobelCommercio al dettaglio
Arcelormittal Materie prime
AsmlTecnologia
Asr Nederland Chimica
Dsm KonCostruzioni e materiali
Galapagos Assicurazioni
Heineken   Industria alimentare
Ing Groep N.VBancario
Imcd   Immobiliare
Nn Group    Media
Philips Kon Beni industriali e servizi
Randstad NvBeni industriali e servizi
Relx    Media
Royal Dutch Shella Petroli
Just Eat Takeaway   Settore alimentare
Unibail-Rodamco-We  Immobiliare
Unilever     Beni al consumo
Vopak    Beni industriali e servizi
Wolters KluwerServizi Media
SBM OffshorePetrolio e Gas
Composizione indice olandese AEX – Tabella riassuntiva

In evidenza sono stati messi i titoli che, fino ad ora, hanno riportato delle interessanti variazioni in salita. Tuttavia, di norma, le prime 20 società sono quelli di riferimento per i traders.

Principali market mover dell’AEX

Conoscere i principali market mover dell’AEX significa sapere già a quali fattori guardare per capire la natura di eventuali spostamenti dell’andamento normale dell’Indice.

Nello specifico, i market mover principali per l’AEX sono:

  • PIL;
  • Tasso di disoccupazione (e simili);
  • Andamento delle singole imprese;
  • Decisioni sui tassi.

E’ chiaro che le questioni di natura geopolitica siano molto più ampie di quelle sopracitate. Per tale ragione, è importante affidarsi a broker di trading qualificati e autorizzati.

Per quanto si tratti di una potenza relativamente minore, ha delle ottime opportunità di crescita. Non a caso, quella olandese, rientra tra le Borse di maggiore interesse in termini internazionali.

Analisi tecnica AEX

Fare l’analisi tecnica dell’AEX significa focalizzarsi sui rendimenti passati, con l’obiettivo di stabilire dei trend futuri. Intanto, ecco un esempio pratico di analisi tecnica grazie al grafico professionale offerto da Tradingview:

Al grafico è stata applicata una delle strategie più consigliate per semplificare tale studio: la Doppia Media Mobile, ritenuta davvero efficiente per capire i punti d’ingresso e di uscita dai mercati.

Grafico AEX - analisi tecnica dell'indice
Analisi tecnica sull’indice AEX.

Bisognerà inserire due medie, una veloce (nel nostro caso, impostata a 50) e l’altra lenta (impostata a 100), su base giornaliera. Nello specifico, le linee riporteranno due segnali:

  • D’ingresso: quando la media mobile veloce, cioè la linea rossa, interseca quella gialla con un movimento che va dall’alto verso il basso;
  • Di uscita: quando la media mobile veloce, incontra quella gialla dal basso verso l’alto.

Come risulta evidente dai cerchi sul grafico, i movimenti delle linee riportano entrambi i casi. E’ opportuno ricordare che per procedere con la vendita allo scoperto bisogna operare con broker CFD regolamentati e di livello.

Intanto, per traders curiosi e dinamici, è bene sapere che è possibile mettere in pratica la strategia DEMA sull’AEX, semplicemente accedendo al conto demo gratuito del broker FP Markets.

Indice AEX: previsioni medio periodo

Stando alle ultime sedute dell’AEX, le previsioni per il medio periodo risultano poco favorevoli, poiché l’Indice sembra mostrare ancora qualche affanno a causa del covid-19. Al contrario, la fase ribassista è meno forte sul breve periodo, mostrando piccoli miglioramenti.

Il piano dell’Olanda per il futuro è lavorare per una maggiore integrazione tra le economie europee, per limitare le diseguaglianze tra le nazioni. Per ciò che riguarda la stessa Olanda, sembra che il presidente della banca Centrale Olandese abbia intenzione di fornire stipendi più alti, e ridurre le tasse sul lavoro.

Tutto ciò fa ben sperare gli analisti, secondo cui l’economia olandese è tra le più stabili, efficienti e dal PIL pro capite più elevato dell’intera Europa.

Aex Index: analisi e prospettive future

Nei prossimi paragrafi andiamo a fare un’analisi su quelli che potrebbero essere le prospettive future per questo indice. La nostra analisi guarderà al medio periodo attraverso un commento dei target price.

In seguito ci spingeremo più in là per analizzare i possibili scenari di sviluppo sul grafico di prezzo per questo importante indice internazionale. Lo scopo qui è individuare le possibili tendenze dell’indice per suggerire le giuste mosse a potenziali investitori su questo titolo.

In ogni caso, l’analisi non è da ritenersi come un suggerimento diretto su come investire, ma indicazioni di massima utili a capire quali potrebbero essere gli sviluppi e come coglierli in un mercato in costante evoluzione anche a causa della pandemia.

Target Price indice AEX

Conoscere i più probabili target price è davvero importante per gli investitori, poiché significa avere già un’idea del range di prezzi minimi e massimi che l’AEX potrebbe raggiungere.

I target price previsti per il medio periodo sono:

572, 40 TPM584,98 TPA546,75 TPB
Target Price AEX 25 – Indice previsionale di medio periodo

Conoscere questi dati è molto utile perché quando si fa un confronto tra questi e la quotazione in tempo reale che è riportata sopra è possibile capire in quale fase di mercato ci si trova e se le valutazioni degli analisi sono corrette o sbagliate.

Dati come questo risultano essenziali nell’individuare l’andamento del trend attuale rispetto alle impressioni degli operatori di mercato. Si tratta di livelli di prezzo orientativi che vengono emessi dalle società di rating finanziario al fine di guidare gli investitori.

Anche tu, eseguendo una buona analisi di questo tipo sull’AEX, puoi individuare i tuoi target price da adattare nel modo migliore possibile alle strategie di trading che intendi realizzare sull’indice.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: i dati e previsioni che abbiamo inserito qui relativi all’indice AEX, sono in sempre aggiornati da parte del nostro team di analisti e redattori finanziari ciò permette agli investitori di avere dati freschi su cui contare per le proprie analisi e deduzioni.

Previsioni AEX: 2021/2022

Per quanto riguarda il 2021, le previsioni intravedono dei target price che vanno da un minimo di 560 ad un massimo di 630. Se l’economia olandese dovesse finalmente raggiungere una maggiore solidità economia, l’Indice potrebbe continuare a crescere verso un punteggio di 720/750 entro il 2022.

Si ricorda che si tratta di semplici previsioni, poiché come ben si sa, i mercati non sono mai stabili. In qualsiasi caso, per i principianti è consigliabile un confronto gratuito con i più esperti del settore, facendo del Social Trading col broker leader eToro.

In ogni caso, è possibile fare previsioni più precise andando ad approfondire il discorso relativo alle aziende che hanno più peso nella quotazione di questo indice. Di certo tra esse si possono individuare aziende come Philips o Heineken. Se a queste si aggiungono tutte le altre a maggiore capitalizzazione confrontandone bilanci e dati sui dipendenti diventerà più semplice fare previsioni sul prossimo biennio.

Grafico con quotazione in tempo reale dell’AEX

Ecco un grafico aggiornato in tempo reale da cui visionare l’attuale quotazione AEX, in modo da esser pronti a reagire a qualsiasi eventuale cambiamento di direzione da parte dell’indice:

[GRAFICO INDICE AEX – QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Investire in AEX conviene?

Come già lungamente affermato, l’Indice AEX si fa principale indicatore dello stato di salute dell’economia olandese. Inserita nel contesto europeo, è forse tra quelle più sottovalutate, poiché è tra quelle più stabili e profittevoli dell’intero territorio.

Inoltre, l’Indice in questione è ben variegato, contenendo dei titoli che occupano diversi settori: da quello bancario a quello alimentare. La convenienza dell’Indice in questione deriva, quindi, dalla possibilità di diversificare gli investimenti e marginalizzare il rischio.

Inoltre, per quanto possa apparire di piccole dimensioni, l’economia olandese si è ben imposta sul territorio internazionale, rivelandosi dal 1600 una delle nazioni con risorse da sfruttare a proprio vantaggio.

Partendo dalla Ing Group, un istituto bancario, sino all’analisi della Royal Dutch Shell si può comprendere come l’Olanda sia in grado di rafforzare la propria posizione sui mercati, nonostante dei periodi poco stabili.

Investire in AEX: considerazioni e opinioni finali

Investire in AEX potrebbe rivelarsi una scelta potenzialmente proficua se si seguono le giuste strategie di mercato. L’Indice olandese, riferimento per le Borse europee per l’antichità e la storia che lo caratterizzano, è un evergreen in voga maggiormente in questi ultimi tempi.

Come già affermato, purtroppo i mercati non sono stabili e, dunque, c’è bisogno di valutare le modalità d’investimento adatte a raggiungere gli obiettivi prefissati. Dunque, selezionando una piattaforma di trading valida, sia per un accesso diretto ai mercati, sia per investire con CFD, si avranno allettanti possibilità di far fruttare il proprio capitale.

Scegliendo un servizio di trading professionale come quelli offerti da eToro, FP Markets e Trade.com, accedere ai mercati finanziari sarà tanto rapido quanto semplice.

FAQ Indice di borsa AEX: domande frequenti

Come s’investe in AEX?

Le possibilità d’investimento più interessanti sono due: accesso diretto all’Indice AEX, in modo da possederlo, oppure fare trading in CFD. Nel secondo caso, si tratta di investimenti mediante strumenti derivati con cui poter investire anche al ribasso.

Dove inizio ad investire in AEX?

Per investire in AEX è necessario utilizzare una piattaforma di trading affidabile e professionale. Si tratta di servizi completi e gratuiti, realizzati per facilitare le operazioni da effettuare anche per i principianti.

Qual è il target price futuro dell’AEX?

l’Indice borsistico olandese comprende una diversificazione ben equilibrata dei migliori titoli quotati. Gli analisi non escludono possibilità di crescita tra il 2021 e il 2022. Infatti, l’AEX potrebbe raggiungere un punteggio di 720/750 entro il 2022

Investire in AEX conviene?

Investire in AEX risulta conveniente sotto molteplici punti di vista. Appartiene ad una delle economiche più stabili e solide dell’eurozona, presentando un Indice ricco di società con ampi margini di crescita.

Meglio investire in Aex con i CFD o DMA?

La scelta qui dipende in toto dai gusti dell’investitore. I CFD vengono scelti nella maggior parte dei casi perché permettono di negoziare a leva finanziaria e quindi aumentare i margini di profitto se si parte da capitali bassi. L’accesso diretto ai mercati è invece scelto da chi non ha fretta di monetizzare e può quindi optare per il trading DMA.

Previsioni Aex: come si muoverà l’indice nel 2021/2022?

Come legge generale relativa agli indici di borsa, sappiamo bene che questo dipende molto dalle performance di ogni singola azienda quotata nell’indice. Prendiamo un esempio: Heineken, questo è uno dei titoli più importanti sull’Aex eppure se le sue esportazioni dovessero calare causa coronavirus, è probabile che le sue azioni scendano e quindi l’indice ne risenta. Stando alla composizione è prevedibile che i titoli restino comunque tutti abbastanza stabili nonostante il rischio recessione.

Quali sono i market mover dell’Aex?

I principali Market Movers dell’indice sono:
PIL;
Tasso di disoccupazione (e simili);
Andamento delle singole imprese;
Decisioni sui tassi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.