Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Terna

Terna è un operatore il cui compito è quello di gestire le reti per la trasmissione dell’energia elettrica sull’intero territorio nazionale italiano tramite l’utilizzo di linee elettriche in alta tensione e in altissima tensione.

Società per azioni quotato alla Borsa di Milano sin dal 2004 e nata dalle ceneri del monopolio dell’ENEL a seguito della liberalizzazione messa in atto dal cosiddetto decreto Bersani, essa è presente nel paniere dell’indice FTSE MIB.

Il motto della società Terna è: “La responsabilità dell’energia. L’energia della responsabilità”.

Non ci sorprendiamo quindi se, con queste premesse, sono in tantissimi a chiederci come fare per poter investire in azioni Terna. Per analizzare a fondo questo titolo quindi passeremo con il mostrare tutta una serie di dati atti a fornirvi un’idea di come sta andando il titolo, il tutto supportato anche da studi di materia empirica come l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale del titolo Terna.

Ciò che però frena molti dei nostri lettori abituali entusiasti del mondo della finanza è la modalità di investimento legato a questo mondo. Il problema infatti sorge non solo quando si deve scegliere l’asset finanziario su cui puntare, ma anche e soprattutto quando si arriva all’atto vero e proprio dell’investimento in sé per sé.

Sarà quindi nostra premura in questa sede di parlare anche della modalità più in voga negli ultimi anni in materia di investimento, e cioè l’utilizzo del trading online.

Principali caratteristiche del titolo Terna:

ISINIT0003242622
Quotata in borsa dal2004
Indice di riferimentoFTSE MIB
SettoreServizi pubblici
Capitalizzazione12.196B mrd
Target Price Medio6,51 EUR
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToroFP Markets / Trade.com
elenco delle caratteristiche del titolo Terna

Comprare azioni Terna: CFD e azioni reali DMA

Prima di partire quindi con la nostra disamina relativa al titolo Terna, vale la pena soffermarci sulle modalità di investimento che possono supportare i nostri intenti imprenditoriali.

A questo proposito, segnaliamo la presenza di diversi broker online i cui servizi si concentrano nel fornire piattaforme di trading online atte a permettere gli investimenti in forma di trading CFD o trading DMA.

Partiamo prima di tutto con quella che è emersa come la metodologia principale di investimento in materia di trading online: il trading di quelli che in italiano vengono definiti come Contratti per differenza.

  • Trading in CFD: modalità tra le più in voga n questo momento, si avvale di un prodotto finanziario derivato chiamato in gergo con l’acronimo di CFD (“Contract for Difference”) il cui guadagno è basato non sul possesso di un asset finanziario, quanto piuttosto sulla speculazione riguardante la quotazione in Borsa di quest’ultimi.

In pratica, il profitto viene generato ogni qualvolta si “scommette” sull’andamento positivo o negativo di un asset finanziario sui mercati finanziari, differendo dalle metodologie classiche di investimento, come l’investimento diretto, dove il guadagno è direttamente correlato con l’andamento positivo di dato asset.

analisi e recensione azioni terna - la guida completa analitica e come investire e comprare azioni Terna a cura degli esperti finanziari di Investimentifinanziari.net
Nella foto, l’edificio della direzione generale del gruppo Terna

Questa formula di investimento è particolarmente interessante in quanto estremamente eclettica, soprattutto nel momento in cui riusciamo a prevedere l’andamento negativo di un dato asset: grazie a un’opzione detta “vendita allo scoperto“, ad esempio, riusciremo a guadagnare anche in questo caso. Ecco quindi spiegato il perché di tanto successo nel mondo del trading online.

Ciononostante, sulle attuali piattaforme di trading online esiste comunque la possibilità di poter investire in maniera più canonica tramite i broker autorizzati al trading DMA.

  • Trading DMA: l’acronimo DMA è di origine inglese e sta per: “Direct Market Access”. Questa opzione dà la possibilità al trader di accedere direttamente al mercato finanziario interessato e investire direttamente in un dato asset, diventando un azionista di quest’ultimo.

Se decideremo quindi di procedere con questa forma di investimento diretto, diventeremo automaticamente azionisti del gruppo Terna. Ciò dà accesso a una serie di guadagni, guadagni legati ad esempio ai dividendi nel momento in cui questi siano previsti, ma anche a dei vincoli relativi per lo più all’obbligatorio andamento positivo del titolo azionario.

Quel che sia comunque la strada da noi intrapresa, avremo in entrambi i casi bisogno di un broker autorizzato e certificato con cui poter aprire un conto di trading online e fare quindi i nostri primi passi nel mondo degli investimenti online. Per questa ragione, nel prossimo paragrafo elencheremo le caratteristiche essenziali che rendono un broker online il top nel suo campo.

Se invece avete già presente quali sono queste caratteristiche e siete interessati direttamente a una lista di nome, qui sotto potete trovare i migliori broker DMA con cui aprire un conto trading:

Dove comprare azioni Terna: migliori piattaforme da utilizzare

A prescindere perciò che si scelga la via del trading coi CFD o quella relativa al trading DMA, avremo bisogno di un broker autorizzato con cui poter aprire un conto di trading online. Per fare ciò, la prima cosa da fare è restringere il nostro campo di ricerca ai cosiddetti broker ESMA, quindi tutti quei broker che rispettano le normative europee in materia di rispetto del consumatore e di trader in quanto tale.

Fatto ciò, tra le licenze e le autorizzazioni che vengono ritenute un must nel campo del brokeraggio online, dobbiamo assicurarci il possesso di licenze come quelle CySEC per il territorio europeo e CONSOB per il territorio italiano. Ciò ci permetterà di agire in maniera indisturbata in questi territori, nel completo rispetto della legge e senza temere di andare incontro a brutte sorprese a livello legale.

Sempre in relazione a ciò, va sottolineato che nel momento in cui ci si voglia rivolgere a un broker non autorizzato, il rischio di incorrere in truffe, perdita dei soldi investiti o problemi sul piano legale è sempre dietro l’angolo.

Assicuratici quindi di esserci rivolti a un broker online affidabile, il passo successivo sarà controllare la loro offerta in materia di costi e assicurarci che questi non ci facciano pagare alcuna commissione. Sì, perché nel momento in cui scriviamo la maggior parte dei broker online autorizzati principali hanno assunto all’unisono una politica di zero commissioni di trading a operazione conclusa.

L’unico costo che dovremo affrontare in quanto tale è quello relativo allo spread, un costo obbligatorio che, a prescindere dal broker (molti giocano al ribasso in materia di spread), risulterà decisamente esiguo in confronto all’investimento effettuato.

Finito perciò col controllo delle autorizzazioni e dell’assenza di eventuali costi “nascosti“; possiamo passare con l’aprire un conto di trading online. Vi consigliamo infine, prima di iniziare direttamente investendo denaro in questo o quell’altro broker, di dare un’occhiata alle piattaforme di trading online offerte da questi ultimi e a ciò che è permesso fare su di esse, e come le si possono utilizzare.

Ad esempio, se si è dei trader newbie, assicuratevi che la piattaforma si presenti a voi in maniera semplice e con un’assistenza clienti sempre pronta a supportarvi in caso di problemi; mentre per i più “vecchiotti” del settore, potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata alle tecniche avanzate di trading possibili su data piattaforma, come ad esempio la possibilità di fare scalping eccetera.

Avendo quindi elencato tutti gli elementi utili a rendere un broker online il top nel suo settore, abbiamo deciso di seguire i suddetti punti e selezionare per i nostri lettori tre tra i migliori broker online per comprare azioni Terna.

eToro

Andiamo subito al sodo e iniziamo presentando il più famoso tra i broker online presenti sulla lista: eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Broker online che vede la sua nascita a Tel Aviv, Israele, nel 2007 e conosciuto inizialmente come RetailFX, questi ha portato avanti con successo una nuova concezione di fare trading tutta incentrata sul trader in quanto parte di un sistema più ampio e interconnesso fatto a immagine e somiglianza dei più attuali social network.

Il tutto, rispettando le normative e licenze atte a poter effettuare questo lavoro sul nostro territorio; autorizzazioni dimostrate dal possesso di certificati essenziali come quello CySEC per l’Unione Europea e CONSOB per l’Italia.

Tornando però alle feature che più ci hanno colpito relative al sopracitato mondo social implementato in questa piattaforma segnaliamo due realtà in particolare:

  • Il concetto di Social Trading: nuovo modo di intendere il trading tutto focalizzato sull’interazione tra gli utenti, i quali si troveranno a confrontarsi riguardo gli innumerevoli asset finanziari presenti sulla piattaforma, scambiandosi opinioni, recensioni e suggerimenti riguardo quest’ultimi.
  • L’opzione CopyTrader: legato al concetto di cui sopra e alla possibilità di “seguire” le orme degli “influencer” di questa piattaforma, i cosiddetti Top Investors, segnaliamo l’opzione relativa al copy trading brevettata da eToro. Questa permette agli utenti di copiare i portfolio elettronici di un utente seguito e proporzionarli in base alla nostra disponibilità economica.

Utilizzando questi due aspetti importanti di eToro, sarà quindi possibile anche ai più inesperti tra i trader di guadagnare grazie al trading online senza troppi sforzi.

Detto ciò, segnaliamo la possibilità di poter utilizzare entrambi i metodi descritti nei paragrafi precedenti riguardanti il trading CFD e tramite il trading DMA senza il bisogno di dover pagare commissioni aggiuntive nel momento in cui si esegua un trade in una di queste due modalità.

Se comunque pensate che tutto ciò non faccia per voi, o che il vostro precedente broker online sia più semplice da utilizzare, eToro vi dà comunque la possibilità di aprire un conto demo gratuito con cui provare tutte le specifiche della sua piattaforma al meglio senza preoccuparsi di perdere soldi o di dover aprire un ulteriore conto di trading “alla cieca”.

FP Markets

Broker online nato nel 2013, FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale) è divenuto col tempo uno dei top di gamma nel campo dei broker online.

Anche questo broker online ha tutte le carte a posto per poter operare in Europa e in Italia grazie al possedimento di licenze CySEC e CONSOB, oltre che all’essersi aggiunto a quella serie di broker online seri e autorizzati i quali hanno deciso di non far pagare commissioni ai propri clienti quando si eseguiranno operazioni in modalità DMA o tramite i CFD.

Riguardo invece alle specifiche del servizio offerto da questo broker, segnaliamo un’enorme sezione relativa alla didattica dove è possibile farsi una cultura in materia di trading online autonomamente grazie a una biblioteca elettronica piena di materia informativo ed e-book liberamente consultabili per chi è interessato.

Come se ciò non bastasse, poi, sempre riguardo all’informazione e all’analisi del settore finanziario il broker ha messo a disposizione dei suoi trader tutta una serie di strumenti di misurazione finanziaria estremamente utili nel momento in cui si vorrà procedere ad eseguire un’analisi tecnica del titolo interessato.

Trade.com

L’ultimo, ma non in termini di qualità, della nostra lista è Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale). Anche in questo caso ci troviamo dinanzi a un broker autorizzato in possesso di tutte le autorizzazioni e licenze finora elencate, e ancora una volta segnaliamo l’assenza di commissioni nel momento in cui si vorrà investire tramite trading DMA o trading con i CFD.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche di Trade.com, avremo a disposizione un’ottima area didattica in cui si annoverano una serie di corsi per il trading online gratuiti, mentre per quanto riguarda il conto trader da aprire col broker online è molto apprezzato il fatto di poterne aprire uno con un deposito minimo di 100 euro.

Comprare azioni Terna: analisi del titolo

Una volta che abbiamo scelto con quale broker online autorizzato aprire un conto di trading online, dovremmo passare a quello che è il pane quotidiano di ogni trader che si rispetti: l’analisi del titolo.

Lo studio di un titolo finanziario, in questo caso del titolo Terna, è essenziale se si vuole ottenere il massimo dai propri investimenti e per evitare di incappare in errori grossolani che potrebbero farci perdere soldi inutilmente sbagliando ad esempio tipo di investimento effettuato o il momento in cui esso viene fatto.

Ragion per cui, la maggior parte dei trader oggi utilizzano due tecniche specifiche di analisi:

  • Analisi fondamentale: è uno studio basato sugli elementi interni ed esterni di natura macroeconomica e microeconomica capaci di influenzare una società e di conseguenza il titolo azionario ad essa associato;
  • Analisi tecnica: è uno studio basato sul supporto di grafici e statistiche ricavati dall’andamento della quotazione di un titolo finanziario registrato ne tempo, il cui scopo è quello di prevedere l’andamento di dato titolo nel futuro sui mercati.

Unendo entrambi i tipi di analisi, riusciremo così ad avere un quadro completo del titolo Terna; quadro che ci servirà a sua volta per prevedere l’evoluzione di questo colosso energetico italiano e dell’andamento futuro di quest’ultimo sui mercati azionari.

immagine che mostra gli stabilimenti dell'azienda terna
Una stazione elettrica di proprietà dell’azienda Terna

A questo proposito, gli strumenti di misurazione finanziaria messi a disposizione sulla piattaforma di trading online di IQ Option (vai qui per il sito) sono a dir poco essenziali, nonché facili da utilizzare anche se si è dei completi neofiti del settore grazie a questa guida.

Analisi fondamentale azioni Terna

Per cominciare con la nostra analisi completa del titolo Terna, cominceremo dall’analisi fondamentale del titolo, la quale si concentrerà sulla storia dell’importantissima azienda attualmente detentrice della quasi totalità delle reti elettriche ad alta e altissima tensione sparse sull’interno territorio italiano e che ora è alle prese con un periodo di ripresa dopo la battuta di arresto causata dalla crisi dei consumi energetici provocata dalla pandemia di Covid-19 che sta tediando l’Italia e il mondo intero.

Comprare azioni Terna: quotazione e dati storici

La Terna, ovvero la Trasmissione Elettrica Rete Nazionale è un operatore la cui nascita, avvenuta nel 1999,  deriva da una costola staccatasi dall’ENEL con la fine del monopolio statale sulla compagnia nazionale a seguito del famoso decreto Bersani.

L’ENEL si è staccata definitivamente dalla Terna dopo aver mantenuto per diversi anni il 50& della partecipazione nel capitale il 23 giugno del 2004, quando con una OPV (Offerta Pubblica di Vendita) fa la sua comparsa in Borsa.

Ad oggi, la compagnia si regge su 74.669 km di linee elettriche in alta tensione e in altissima tensione, il che la rende la detentrice del 98,5% della rete nazionale. Questo le ha permesso di divenire il leader incontrastato nel suo lettore in Italia e a raggiungere un fatturato di 2.295,1 milioni di euro ne 2019.l

Azioni Terna: principali competitors

Al momento, Terna non ha veri e propri competitors in Italia poiché nel suo campo possiede la quasi totalità delle strutture atte a supportare la sua rete per la trasmissione dell’energia elettrica con linee elettriche in alta e altissima tensione, una rete fitta e capillare che si estende sull’intero territorio nazionale.

Per ritrovare dei competitors bisogna spostarsi sul campo europeo ed internazionale, dove su tutti spiccano i nostri “vicini” situati in Francia del gruppo RTE (acronimo francese stante per “Réseau de Transport d’Électricité“), con cui non mancano tuttavia interscambi energetici e tecnologici.

Azionariato Terna

Secondo le ultime informazioni aggiornate durante agosto 2020 dalla stessa società e basate a loro volta sulle informazioni messe a disposizione e comunicate dalla Consob, gli azionisti rilevanti del gruppo sono divisi tra:

  • CDP RETI S.P.A. (Società controllata da Cassa Deposito e Prestiti S.p.A.), con una quota posseduta del 29,851%;
  • LAZARD ASSET MAMAGEMENT LLC, con una quota posseduta del 5,122%;
  • NORGES BANK, con una quota posseduta dell’1,643%;
  • INARCASSA, con una quota posseduta dell’1,11%;
  • BANCA D’ITALIA, con una quota posseduta dell’1,017%.

Terna: business model e piani strategici per il futuro

La struttura società del gruppo riflette il suo enorme potere e il controllo capillare che ha sul territorio in materia di trasmissione dell’energia elettrica e la gestione della cosiddetta: Rete di Trasmissione Nazionale; una rete che si estende sull’intera penisola italiana (isole comprese) e che comprende ben 74.669 km di linee elettriche dell’alta tensione.

Per quel che riguarda la struttura a cui si accennava prima, le società italiane le quali sono controllate direttamente da terna sono le seguenti:

  • la Terna Rete Italia S.p.A, la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la Rete S.r.l., la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la Terna Plus S.r.l. , la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la Terna Energy Solutions S.r.l., la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la Resia Interconnector S.r.l. la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la PI.SA 2 S.r.l., la cui quota di possesso è pari al 100%;
  • la Terna Interconnector S.r.l., la cui quota di possesso è pari al 65%;
  • la Monita Interconnector S.r.l, la cui quota di possesso pari al 95%.

Per quel che riguarda invece le società estere che vengono controllate direttamente tramite una quota azionaria pari al 100% troviamo:

  • la Terna Crna Gora d.o.o.;
  • la Terna Difebal S.A.

Le società che si annoverano tra quelle valutate tramite il metodo detto del patrimonio netto e partecipate da Terna S.p.A. sono invece:

  • la società collegata CESI S.p.A., la cui quota di partecipazione è pari al 42,698%;
  • la società collegata CORESO S.A., la cui quota di partecipazione è pari al 15,84%;
  • la società collegata CGES, la cui quota di partecipazione è pari al 22,0889%;
  • la società a controllo congiunto ELMED ÉTUDES Sarl, la cui quota di partecipazione è pari al 50%.

Le società italiane controllate indirettamente tramite Terna Energy Solutions S.r.l. sono al momento:

  • il Gruppo Tamini, tramite il possesso di una quota pari al 70%
  • la Rete Verde 17 S.r.l.; 18 S.rl; 19 S.r.l. e 20 S.r.l, tutte e quattro controllate rispettivamente tramite il possesso di una quota del 100%;
  • la Avvenia The Energy Innovator S.r.l., tramite il possesso di una quota pari al 70%

Infine, per concludere l’elenco della struttura societaria di Terna, annoveriamo all’attivo le seguenti società estere controllate indirettamente tramite Terna Plus S.r.l., le quali sono:

  • la Terna Chile S.p.A.
  • la Terna Peru S.A.C.
  • la Terna 4 Chacas S.A.C.
  • la SPE Santa Maria Transmissora de Energia S.A.
  • la SPE Santa Lucia Transmissora de Energia S.A.
  • la SPE Transmissora de Energia Linha Verde II S.A

Per quello che riguarda invece i suoi piani futuri, si prospetta una spinta verso le energie di tipo green (tema che tratteremo nel paragrafo relativo alle prospettive future del biennio 2021-2022), una sfida al rinnovamento e allo svecchiamento della propria rete elettrica tra cui si segnala ad esempio il recentissimo taglio del nastro della nuovissima linea elettrica che collega l’isola di Capri alla terraferma.

Progetto per cui la società ha investito ben 150 milioni di euro e alla cui inaugurazione era presente il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Analisi tecnica azioni Terna

Una volta perciò svelato tutto ciò che c’era da sapere riguardo la società Terna tramite l’analisi fondamentale, passiamo immediatamente all’analisi tecnica di questo titolo, in modo da poter ben comprendere come questo titolo si comporterà nel futuro, dopo averci investito.

Per svolgere questo compito abbiamo quindi analizzato la quotazione nel tempo del titolo Terna e applicato due indicatori specifici: le medie mobili semplici. L’utilizzo di questi indicatori ci permetteranno, una volta analizzati, di comprendere che periodo vivrà da lì a poco il titolo (se sarà un periodo positivo o negativo per la quotazione quindi) e investire di conseguenza.

grafico con analisi tecnica azioni terna
Grafico generato grazie agli strumenti presenti sulla piattaforma di trading online di eToro

Se passiamo quindi all’analisi vera e propria del grafico possiamo dunque osservare la presenza di due punti di intersezione all’interno degli indicatori cerchiati. Individuare queste intersezioni delle medie mobili ci serviranno per comprendere il momento più adatto per aprire una posizione.

Nel primo caso notiamo un segnale di ribasso, quindi di vendita: la media mobile veloce (linea rossa) si va infatti a intersecare alla lenta (linea blu) dall’alto verso il basso, e ciò denota un futuro trend di ribasso; trend in questo caso specifico causato dalla crisi economica scaturita durante il mese di marzo 2020 dalla Pandemia di Covid-19. In un caso come questo, virare immediatamente verso l’utilizzo dei CFD è una scelta più che saggia.

Nel secondo caso notiamo invece al contrario un segnale di rialzo, quindi d’acquisto: la media mobile veloce si interseca allenta andando al contrario di prima, cioè dal basso verso l’alto, segnalandoci perciò il fatto che il titolo è in procinto di vivere un trend di tipo rialzista.

In un caso come questo si potrebbe selezionare anche un investimento di tipo diretto, anche se ciò non è particolarmente consigliato a causa dei tempi che corrono e dalle incertezze scaturite dalla crisi pandemica, ragion per cui l’utilizzo di un investimento tramite i CFD è anche questa volta un’eventualità da tenere a mente, anche aprendo un conto demo gratuito dove provare questa strategia.

Azioni  Terna: quotazione e grafico reale

Per tutti coloro i quali sentono giustamente l’esigenza di doversi tenere costantemente aggiornati sull’andamento azionario del titolo Terna, qui sotto potrete trovare un grafico sulle quotazioni Terna aggiornato in tempo reale:

[GRAFICO PREZZO AZIONI TERNA, QUOTAZIONE IN TEMPO REALE]

Azioni Terna: Target Price e prospettive future

Prima di mettere la parola fine a questa guida riguardante l’investimento in azioni Terna, vogliamo lasciare i nostri lettori con una serie di informazioni essenziali, e nello specifico segnalarvi un indicatore da tenere sempre a mente prima di investire in un titolo finanziario: il target price.

Un paragrafo conclusivo verrà aperto poi riguardo alle previsioni relative al biennio 2021/2022 che si troverà ad affrontare il gruppo Terna; previsioni quest’ultime essenziali se si intende fare un investimento sul lungo periodo. Se si è perciò interessati in base a queste previsioni a investire sul titolo Terna, puoi aprire un conto trader (GRATIS) con FP Markets.

Target Price azioni Terna

Nella tabella qui sotto troverete il target price relativo alle quotazioni medie, minime e massime a cui può ammontare sul medio periodo un’azione Terna.

6,51 TM5,70 TB7,50 TA
Target Price medio, basso e alto – MEDIO PERIODO

Al momento quindi in cui scriviamo questa guida, il taget price medio di un’azione Terna si aggira intorno ai 6,51 EUR, ma gli analisti finanziari pensano che questa possa arrivare addirittura a toccare quota 7,50 EUR per azione secondo il target price massimo.

Importante nota sull’aggiornamento dei dati: dati, previsioni e informazioni presenti in questa guida alle azioni Terna sono fornite e aggiornate costantemente da un pool di esperti finanziari il cui compito è quello di aiutare quanto è più possibile i trader lettori nelle loro analisi pre-investimento.

Azioni Terna: Previsioni 2021/22

Per poter prevedere l’andamento del titolo nel prossimo biennio, bisogna prendere in considerazione due fattori fondamentali: la prima, sul lungo periodo, relativo al piano strategico di Terna relativo alla transizione energetica e conseguente passaggio verso energie rinnovabili; la seconda invece si basa sulle incertezze relative alla crisi economica e alla crisi dei consumi energetici relativi alla pandemia da Covid-19.

Riguardo il primo punto, va sottolineato che l’Italia ha aderito a una campagna internazionale relativo alle energie rinnovabili che l’ha portata a stilare un Piano Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC); piano con il quale si sono venuti a delineare una serie di obiettivi mirati per contrastare i cambiamenti climatici che attanagliano l’intero pianeta.

Il primo di questo obiettivi è quello di ridurre le emissioni da parte del nostro paese secondo un tetto da raggiungere entro l 2030. Per cominciare quindi Terna ha messo nero su bianco un Piano Strategico 2020-2024 che punta ad accelerare quanto è più possibile verso questa direzione tramite anche l’immissione e l’investimento di ingenti capitali, che arriveranno a toccare quota 7,3 miliardi dall’inizio del piano fino alla sua fine nel 2024.

Detto ciò, alla sfida relativa al cambiamento climatico si è aggiunta quella riguardante la crisi pandemica ed economica iniziata a marzo 2020. Questa crisi ha fatto registrare una flessione negativa relativa alla domanda elettrica del -6,9% nei primi 9 mesi del 2020 se rapportati allo stesso periodo dell’anno precedente.

Segnali positivi sono arrivati però a settembre 2020, quando dopo mesi in negativo i consumi elettrici dell’Italia sono tornati sui valori registrati l’anno scorso.

Comprare azioni Terna conviene?

Terna è una società per azioni quotata nell’indice FTSE-MIB ed è una garanzia in quanto non solo presente nel paniere di questo indice, ma soprattutto perché essa è la detentrice della quasi totalità dei mezzi di distribuzione e diffusione di energia elettrica dell’intero paese.

Ciò farebbe presumere che un investimento diretto sul lungo periodo potrebbe fare al caso nostro, ma a causa delle incertezze causate dalla crisi pandemica sarebbe meglio optare per investimenti tramite trading in CFD.

Se pensi che convenga investire in CFD puoi comprare azioni Terna a zero commissioni con eToro.

Comprare azioni Terna: opinioni e considerazioni finali

In conclusione, nonostante la società Terna sia una sicurezza in campo nazionale e internazionale, permangono tutta una serie di dubbi.

Se sul lungo periodo segnaliamo la volontà, a cui sono seguiti anche i fatti, di voler mantenere un profilo green e di volersi inserire in uno scenario di crescita in ambito di transizione energetica e decarbonizzazione in chiave anti-inquinamento; d’altro canto rimaniamo scettici riguardo l’incertezza relativa ai ridotti consumi energetici relativi alle conseguenze della pandemia di coronavirus del 2020.

Questo ci porta a pensare che la strategia migliore per procedere con gli investimenti sul titolo Terna sia quella di consultare di volta in volta il mercato utilizzando l’agilità di investimento data dai CFD e scommettere a seconda dell’andamento borsistico sull’avanzata o l’arresto momentaneo del titolo Terna.

FAQ Azioni Terna: domande frequenti

Comprare azioni Terna conviene?

Le azioni Terna sono una garanzia, ma visti i tempi correnti conviene investire tramite CFD.

Comprare azioni Terna è rischioso?

Ogni investimento finanziario è rischioso, l’importante è affidarsi a un broker online autorizzato.

Comprare azioni Terna senza pagare commissioni?

Sì, si può fare tramite uno delle piattaforme di trading online da noi suggeriti in questa guida.

Posso acquistare azioni Terna direttamente?

Sì, i broker online riportati in questa lista hanno tutti l’opzione DMA.

Target price azioni Terna?

Il target price medio delle azioni Terna si aggira attorno ai 6,51 EUR.

Quanto costano le azioni Terna?

In questo periodo il range medio delle quotazioni di un’azione Terna è compreso tra i 6 e i 7,50 euro.

Qual è la capitalizzazioni di mercato di Terna?

La capitalizzazione di mercato di Terna ammonta è pari a 12.189 mrd.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.