InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Robinhood

Robinhood (Robinhood Markets Inc) è un broker americano fondato nel 2013 che offre ai clienti la possibilità di operare in autonomia sui principali strumenti finanziari: azioni, crypto, oro e opzioni. Il broker è divenuto famoso soprattutto per il pubblico mediamente molto giovane e per il profilo di costi innovativo, che non prevede commissioni fisse.

Al momento il broker non opera in Europa, dove invece ha sede la sua “controparte europea“: parliamo di eToro (qui per il sito ufficiale), che condivide con Robinhood diversi aspetti del servizio. Malgrado non sia possibile usare Robinhood.com in qualità di cittadini italiani, comunque, possono legalmente usarlo in Italia tutti i cittadini americani che si trovano qui in vacanza o chiunque sia considerato una U.S. person dal sistema fiscale statunitense.

recensione completa di Robinhood con pro e contro del servizio, controversie e opinioni reali
Robinhood.com è diventato il broker più chiacchierato degli Stati Uniti dopo aver introdotto la possibilità di comprare azioni senza commissioni

La sua fama è giunta fino a qui per diversi motivi, che avremo modo di esplorare insieme all’interno della nostra recensione completa. Conoscere le tante luci e ombre di Robinhood è utile anche per capire come scegliere un buon broker per investire in Italia. Anzi, una volta presentato il servizio, probabilmente scoprirai che in Europa siamo “fortunati” ad avere delle leggi che ci proteggono da alcuni comportamenti su cui Robinhood ha costruito il suo impero.

 Cos’è:Broker online
⚠️ Disponibile in Italia?No⛔ – Scopri le migliori alternative
🔗 Sito ufficiale:https://www.robinhood.com/
💰 Deposito minimo:0$
💸 Costi:Nessuna commissione, 2,5% di interesse sul margine
📊 Asset disponibili:Circa 5.000
💻 Piattaforme:Piattaforma proprietaria, App
⚖️ Il voto dei lettori:3,425/5 (14 voti)
⚖️ Il nostro voto:3/5
🎥Videocorso:Gratis Youtube – Guardalo Qui!
📌 Trustpilot:1.1/5 (3.300+ recensioni)
✅ Migliori alternative:eToro FP Markets Capital.com
Robinhood – Riepilogo

Cos’è Robinhood.com?

Robinhood nasce con un preciso obiettivo: far scoprire a tutti il proprio lato da investitori. Le pubblicità, la piattaforma e il sito del broker vanno nella stessa direzione, cioè dare alle persone inesperte un sistema facile per gestire i propri investimenti.

La tradizione americana è fatta di broker come Chase o Charles Schwab, pensati per investitori con tasche pesanti e tanta esperienza. I fondatori di Robinhood.com hanno avuto l’idea per il loro servizio proprio lavorando a contatto con queste realtà: in un primo momento erano sviluppatori che creavano software per banche commerciali e broker online.

Vladimir Tenev e Baiju Bhatt, i due fondatori del progetto Robinhood, hanno presto capito che il mercato del trading online negli Stati Uniti era pensato per beneficiare più gli intermediari che i clienti. Le banche e i broker pagano costi vivi nell’ordine dei centesimi di dollaro per piazzare un ordine in Borsa; per contro, possono facilmente addebitare 15-20$ di commissioni per eseguito ai loro clienti.

Strutturando un servizio che non guadagna direttamente dalle provvigioni sugli ordini dai clienti, Robinhood.com si è presto distinto dalla sua concorrenza. Per rafforzare la sua presenza sul mercato ha realizzato un’app estremamente semplice da usare e con un forte appeal sui più giovani, soprattutto la clientela under-30. Così ha completamente cambiato le carte in tavola in un settore rimasto fermo per anni, arrivando ben presto sotto i riflettori.

Robinhood come funziona

Robinhood.com funziona in modo molto simile ai broker europei che raccomandiamo sul nostro sito, come Capital.com – trovi il sito ufficiale qui-. L’utente si registra in autonomia, esegue un deposito e inizia a investire liberamente sugli strumenti finanziari offerti dal broker. Negli Stati Uniti i broker di CFD non sono legali, per cui tutte le operazioni riguardano direttamente gli strumenti finanziari reali.

Il deposito minimo è di 0$, per cui si può letteralmente iniziare a investire con qualunque cifra. Questo è intrigante per i giovani trader con poco capitale a disposizione, come d’altronde lo sono la maggior parte dei broker di CFD che raccomandiamo sul nostro sito. Un’innovazione interessante, considerando che negli Stati Uniti i conti inferiori a 10.000$ non avevano praticamente nessuna utilità a fronte delle commissioni proposte dai concorrenti prima di Robinhood.

L’offerta di strumenti finanziari è limitata ma adatta al giovane americano medio:

  • Conto deposito – Tutti i fondi mantenuti su Robinhood ottengono un piccolo interesse, che in questo momento è dello 0,30% annuo;
  • Azioni – Si possono negoziare tutti i titoli americani quotati sul NYSE e sul NASDAQ, mentre non sono disponibili le azioni europee o asiatiche a meno che non siano quotate anche negli USA;
  • ETF – I fondi a gestione passiva, come le azioni, sono negoziabili senza commissioni di intermediazione ma sono limitati ai soli prodotti quotati negli States;
  • Crypto – Sfruttando il fatto di essere un broker regolamentato che offre la possibilità di negoziare criptovalute senza commissioni, Robinhood.com si è fatto strada sul mercato americano esattamente come eToro in Europa. Anche eToro offre la possibilità di comprare molte criptovalute, senza leva finanziaria, pagando lo 0% di commissioni (maggiori info sul sito ufficiale);
  • Opzioni – Strumenti molto speculativi e molto volatili, ma anche molto amati dagli investitori americani. Purtroppo, come vedremo più avanti nella guida, messi nelle mani sbagliate questi strumenti hanno causato dei danni irreparabili sul fronte umano.

Ciliegina sulla torta, il processo di registrazione è molto veloce e richiede appena 5 minuti. Anche in questo caso è importante ricordare cosa fa la concorrenza, che invece richiede l’apertura di un conto corrente nella maggior parte dei casi. Robinhood.com ha davvero pensato a tutto per semplificare e “democratizzare gli investimenti“, come dice bene il logo aziendale.

Videorecensione Robinhood: Video-Analisi di Investimentifinanziari.net

Di seguito puoi prendere visione del videotutorial che abbiamo realizzato sul broker Robinhood.

Robinhood conviene? Pro e contro Robinhood? Quali spese, costi fissi e commissioni devo sostenere per usarlo? Abbiamo risposto a queste e altre domande nel corso della nostra video-guida completa.

Video-recensione sull’app trading Robinhood a cura di Investimentifinanziari.net

Come guadagna Robinhood

Come ricordiamo sempre, nel mondo degli investimenti le cose troppo belle per essere vere sono pericolose. Nemmeno Robinhood sfugge a questa regola. Essendo una società con fine di lucro, i proventi che non arrivano dalle commissioni devono necessariamente provenire da qualcos’altro.

Ci sono, in realtà, diverse fonti di ricavo per questo broker. Alcune sono controverse, altre trasparenti; alcune sono praticabili anche in Europa, mentre altre no. Nel loro complesso, però, i flussi di ricavato di Robinhood sono un’ottima lezione di finanza e di come scegliere un broker in modo intelligente. La tabella qui sotto li riporta in modo sintetico, mentre tutti i punti sono approfonditi di seguito.

FontePercentuale sul totaleTrasparenza
Payment Per Order Flow81%Bassa
Interessi12%Alta
Abbonamento Gold8%Alta
Vendita di datiSconosciutaBassa
Fonti di ricavo di Robinhood

Payment Per Order Flow

Il Payment Per Order Flow (PFOF) permette ai broker di essere pagati per dirottare gli ordini dei clienti verso un fornitore di liquidità. Questa è la fonte di ricavo più importante per Robinhood, ma anche la più controversa: nel 2021 la SEC ha iniziato a minacciare di rendere illegale questo sistema, ponendo una seria minaccia alle possibilità di Robinhood di sopravvivere.

Il sistema è piuttosto complesso, ma possiamo semplificarlo senza perdere troppa aderenza a quello che succede tra Robinhood e i suoi clienti. Molto spesso, quando un broker realizza una transazione per conto di un cliente, questa non viene direttamente indirizzata in Borsa. Ci sono delle aziende che comprano grandi quantità di titoli e poi li rivendono ai broker su richiesta.

Le aziende che operano in questo modo sono note come liquidity providers. Il vantaggio è che una singola grossa transazione in Borsa, in proporzione al numero di azioni acquistate, costa meno di tante piccole transazioni. Per cui un liquidity provider guadagna comprando grosse quantità di titoli con pochi costi e rivendendo gli stessi titoli ai clienti, che sono dei broker.

come funziona il payment for order flow da cui guadagna Robinhood
Schema di funzionamento del Payment For Order Flow

Per il broker, che passa direttamente gli ordini dei clienti ai liquidity providers, avvalersi di queste aziende non è un costo. Per cui Robinhood.com è felice di ricevere delle commissioni ogni volta che passa un ordine a un fornitore di liquidità, guadagnando quindi dal fornitore e non dal cliente.

Il problema di questo modello è che i liquidity providers più svantaggiosi per il cliente finale sono anche quelli che possono offrire le commissioni più grandi a Robinhood. C’è un conflitto di interessi tra la società e i clienti, un conflitto irrisolto che potrebbe addirittura rendere del tutto illegale questo sistema negli Stati Uniti.

Interessi

Gli interessi sono una fonte di guadagno per qualunque broker e in questo non c’è nulla di male. Anche i broker europei, come Capital.com o FP Markets, generano interessi in diversi modi. Sono soprattutto i servizi di vendita allo scoperto e di trading con margine che permettono di farlo, ma anche qui c’è una differenza molto rilevante tra broker europei e americani.

Il primo modo in cui un broker può generare interessi è investendo una parte della liquidità depositata dai clienti. Dato un numero abbastanza grande di clienti e di depositi, un broker sa che non tutti i fondi depositati saranno investiti 24/7. Ci sarà una parte di questi fondi che viene mantenuta sotto forma di liquidità e che può essere investita, di solito su bond governativi sicuri e a breve scadenza.

Anche se il rendimento di questi bond è minimo, un grande broker come Robinhood o eToro (l’alternativa europea consigliata) raccoglie quantità enormi di denaro. Anche solo una piccola parte di questi fondi, investita a un piccolo tasso di interesse, si trasforma in realtà in una fonte di ricavi piuttosto importante. Questo è legittimo sia per i broker americani che europei.

La forma più importante di interessi, però, sono quelli che vengono raccolti attraverso la leva finanziaria o la vendita allo scoperto. Nel primo caso, gli interessi vengono maturati quando una persona fa trading sul margine prendendo in prestito dei soldi dal broker; nel secondo caso, gli interessi derivano dal fatto che il broker presta i titoli a chi li vuole vendere allo scoperto. Quest’ultimo caso non riguarda Robinhood, dal momento che su Robinhood.com non si può vendere allo scoperto un’azione.

Abbonamento Gold

I clienti di Robinhood possono scegliere se utilizzare il conto base o passare a un abbonamento premium, sottoscrivendo il pacchetto Gold. Sottoscrivendo l’abbonamento, i clienti ottengono una serie di vantaggi:

  • Dati di mercato avanzati;
  • Limiti più alti sui depositi istantanei;
  • Trading con margine a un tasso annuo del 2,5% sul prestito.

Tutto questo per 5$ al mese. La cifra sembra molto accessibile, ma lo è davvero? Dipende. Per un broker come JP Morgan Chase, che si rivolge a clienti molto abbienti, 5$ al mese sono una cifra decisamente bassa. Ma se consideriamo Forbes riporta che in media un account su Robinhood.com ha 3.500$ depositati.

Facendo i conti, 60$ l’anno su un account da 3.500$ sono circa lo 0,5%. Più di quanto costa la gestione di un ETF, quindi non è propriamente un costo trascurabile. Detto questo, se ne può recuperare una parte attraverso il tasso di interesse dello 0,3% che viene fornito sulla liquidità depositata. Nel complesso, essendo una libera scelta, rimane un metodo di guadagno trasparente.

Per confronto, però, bisogna dire che i broker europei come eToro (puoi provarlo gratis qui) offrono di solito tutte le loro funzionalità avanzate senza chiedere nessun abbonamento in cambio. Questo include, ad esempio, la funzionalità come il CopyTrading o i CopyPortfolios di eToro.

Vendita di dati

Questo è decisamente l’aspetto più controverso di Robinhood, specialmente dal momento in cui non sappiamo di preciso quanto il broker guadagni vendendo i dati dei suoi utenti. In ogni caso non si tratta di una cospirazione o di un’ipotesi: la società ha ufficialmente ammesso di essere in questo business già anni fa.

Robinhood stringe questi accordi con hedge funds e fondi d’investimento che utilizzano il trading algoritmico per fare operazioni ad alta frequenza. Questo tipo di algoritmi cerca di ottenere profitti in pochi millisecondi piazzando gli ordini esattamente quando c’è l’opportunità di ottenere un minimo guadagno, anche soltanto 0,01$ per azione. Su grandi volumi, facendo migliaia di operazioni al giorno, il guadagno è notevole.

Semplicemente comprando i dati degli utenti di Robinhood, i fondi d’investimento possono avere un’idea chiara dei flussi di cassa che stanno entrando sul mercato da parte degli investitori al dettaglio. Di conseguenza possono regolare i loro algoritmi o la loro operatività per trarre un vantaggio competitivo rispetto agli altri player sul mercato.

Vantaggi e svantaggi reali di Robinhood.com

L’ondata di innovazione di Robinhood ha portato con sé molti amanti e molti detrattori. Ora vogliamo riassumere tutti i pro e i contro di questo broker, in un modo totalmente neutro e oggettivo.

🟢ROBINHOOD PRO🔴ROBINHOOD CONTRO
Facile da usareConflitto di interessi con il PFOF
Zero commissioniNessuna protezione dal saldo negativo
Nessun deposito minimoVendita dei dati degli utenti
Trading di opzioniSolo titoli e ETF americani
Depositi istantaneiNiente vendita allo scoperto
Pro e contro di Robinhood

I vantaggi di Robinhood sono tutti aspetti che saltano subito all’occhio, specialmente per una persona poco esperta. Vedere che non si pagano commissioni, oppure che si possono negoziare crypto e azioni sulla stessa piattaforma senza pagare costi, attrae facilmente i piccoli investitori. Il fatto che l’app di trading sia così semplice da usare, poi, è ciò che li mantiene clienti a lungo.

Robinhood.com confronto diretto dei pro e dei contro del servizio
Pro e contro di Robinhood a confronto

I limiti di Robinhood, invece, sono molto più sofisticati e difficili da notare. Cose che può conoscere una persona abbastanza esperta da sapere i dettagli dell’operatività di un broker di azioni, cose nascoste dietro alla superficie. Ecco perché Robinhood è stato spesso al centro di indagini e scandali: la struttura di un broker che nasconde i suoi difetti sotto al tappeto desta facilmente sospetti.

Detto questo, complessivamente per un piccolo risparmiatore americano la scelta di usare Robinhood rimane più conveniente rispetto alla maggior parte delle alternative sul mercato. Il fatto di avere un’esecuzione non ottimale degli ordini, oppure il fatto che i dati sulle operazioni siano ceduti a terzi, sono comunque meglio di essere esclusi completamente dal mercato per via dei costi elevati di negoziazione.

In Europa siamo più fortunati, per lo meno per quanto riguarda la regolamentazione e l’attività dei broker. Abbiamo delle soluzioni valide, come eToro, che non ci richiedono di scendere a scomodi compromessi. Sarà comunque interessante capire come il mercato del trading online americano evolverà per adattarsi a questa nuova concorrenza.

Migliori alternative a Robinhood

Visto che abbiamo menzionato il diverso funzionamento dei broker europei e americani, vale la pena di parlare di quali siano i migliori servizi per investire in Borsa in Europa. Bisogna anche ricordare che difficilmente vedremo mai Robinhood sbarcare in Italia: per lo meno, è quasi sicuro che non succederà nei prossimi anni. L’autorità europea ESMA si è già espressa contro l’uso del Payment For Order Flow, dal quale Robinhood genera oltre l’80% del suo fatturato.

Di seguito trovi i servizi raccomandati dalla redazione. Sono broker che abbiamo scelto manualmente sulla base di tutte le caratteristiche più importanti per un servizio di questo tipo:

  • Strumenti negoziabili;
  • Costi di intermediazione;
  • Facilità di utilizzo;
  • Assistenza clienti;
  • Qualità delle piattaforme di trading;
  • Peculiarità interessanti e servizi aggiuntivi.

La tabella viene anche aggiornata regolarmente in base all’evoluzione dei vari servizi di trading.

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Per avere un’idea ancora più chiara di ciò che offrono questi servizi rispetto a Robinhood, vogliamo fare qualche confronto diretto.

Robinhood vs eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è considerato l’equivalente di Robinhood in Europa. Malgrado alcune somiglianze, però, i due servizi rimangono sostanzialmente diversi per alcuni elementi molto importanti. Tanto per cominciare, il fatto che eToro non utilizzi il Payment For Order Flow e non venda ai fondi di investimento le informazioni sulle operazioni dei suoi clienti.

voto di etoro da parte di investimentifinanziari.net e posizione nella classifica dei migliori broker
Attualmente eToro è in cima alla nostra classifica di broker consigliati

L’unica vera somiglianza tra le due piattaforme riguarda le azioni. Su eToro puoi negoziare molti titoli di aziende americane senza pagare commissioni quando li compri senza usare la leva finanziaria. Lo stesso vale, però, per molti titoli europei, asiatici e australiani che invece non sono presenti su Robinhood. Per il momento le azioni italiane sono tra le poche che non puoi comprare senza commissioni su eToro.

Un’altra differenza importante riguarda le funzionalità. Robinhood permette ai clienti solo di investire in totale autonomia. Invece eToro ha inventato il social trading, un sistema nuovo di investire copiando in automatico le persone che ritieni più capaci. Puoi scegliere chi copiare, analizzando il loro portafoglio e la loro performance, e puoi scegliere che capitale destinare alla copia.

Per quanto riguarda le criptovalute, sia eToro che Robinhood ti permettono di acquistare le principali crypto senza pagare commissioni. eToro però ti permette anche di operare sui CFD delle crittomonete, in modo da poter accedere alle vendita allo scoperto e alle operazioni in leva.

Forse ora ti starai chiedendo che cosa faccia eToro per sopperire alla mancanza del PFOF, dal momento che anche questo broker non impone nessun tipo di commissioni su molti strumenti negoziabili. La risposta è semplice: eToro offre anche i CFD. Sui CFD viene applicato uno spread, cioè un piccolo scarto tra prezzo di acquisto e vendita che rappresenta il margine del broker. Inoltre, grazie alle operazioni in leva, eToro ha più opportunità per generare ricavi dagli interessi.

Puoi provare eToro senza rischi, aprendo un conto demo e facendo trading con denaro virtuale, visitando il sito ufficiale del broker.

Robinhood vs Capital.com

Capital.com (qui per il sito ufficiale) è uno dei nostri broker preferiti perché offre piattaforme avanzate, tanti strumenti finanziari disponibili e costi di negoziazione davvero bassi. A differenza di Robinhood e di eToro, che offrono anche la possibilità di operare sugli strumenti sottostanti, Capital.com è specializzato in CFD.

voto di capital.com da parte di investimentifinanziari.net e posizione nella classifica dei migliori broker
Capital.com è un broker estremamente innovativo, specie per via dell’intelligenza artificiale integrata

Per cominciare, Capital.com non offre soltanto la possibilità di operare in azioni, ETF e crypto come Robinhood. Sulla piattaforma puoi trovare anche tante materie prime, indici e metalli preziosi che non sono offerti dall’alternativa americana. Inoltre non dispone soltanto di una sua piattaforma e di un’app dedicata, ma si appoggia anche alle migliori piattaforme esterne per chi vuole un’esperienza più complessa e avanzata.

Le due piattaforme esterne disponibili sono MetaTrader e TradingView. Entrambe non hanno bisogno di presentazioni: sono piattaforme molto utilizzate anche dai professionisti, che offrono tra le altre cose anche la possibilità di fare trading algoritmico e di accedere al book degli ordini sui vari strumenti disponibili.

Sulla sua piattaforma proprietaria, invece, Capital.com ha introdotto un’intelligenza artificiale che studia i trade degli utenti e i loro risultati. Collezionando i dati, poi, l’AI suggerisce all’investitore come può migliorare le sue strategie sulla base delle performance ottenute in passato. Un servizio originale, efficace e gratuito che conferma la validità di questo broker.

Capital.com ha pensato anche alla formazione dei suoi utenti, costruendo un’app dedicata e gratuita scaricabile sia dal Play Store che dall’Apple Store. Si chiama Investmate e ti permette di imparare la finanza attraverso brevi pillole, con quiz riepilogativi e grafici dinamici. In pochi minuti al giorno puoi costruire così la tua cultura sull’argomento, anche semplicemente nei ritagli di tempo.

Puoi provare gratis il conto demo di Capital.com registrandoti qui e sperimentando tutte le sue funzionalità e tutte le sue piattaforme con il denaro virtuale messo a disposizione dal broker.

Robinhood vs FP Markets

FP Markets (puoi provarlo gratis qui) è un altro broker che ci piace molto e che raccomandiamo da tempo sul nostro sito. Anche in questo caso si tratta di una società autorizzata da Consob a operare in Italia, con licenza CySEC valida per lo Spazio Economico Europeo.

voto di fp markets da parte di investimentifinanziari.net e posizione nella classifica dei migliori broker
FP Markets, sfruttando a pieno le potenzialità di MetaTrader, è eccellente per chi usa l’analisi tecnica e il trading intraday

FP Markets è un servizio basato soprattutto sulla celebre piattaforma MetaTrader, la più utilizzata al mondo ormai da oltre un decennio. A differenza di Robinhood, che si rivolge soprattutto a chi vuole costruire un portafoglio di investimento per il lungo termine, FP Markets è pensato soprattutto per chi vuole operare intraday utilizzando i migliori strumenti del mestiere.

Uno di questi strumenti, forse il più conosciuto, è il trading automatico. Su MetaTrader puoi realizzare i tuoi programmi di trading algoritmico, oppure scaricare quelli di altri utenti sia gratis che a pagamento. Ma non è l’unico vantaggio di MT4 e MT5: i segnali di trading sono un altro punto di forza molto interessante. I segnali di trading di MetaTrader possono essere suggeriti da altri utenti o dai loro algoritmi, combinando i vantaggi dei due mondi.

FP Markets è anche uno dei pochi broker in Europa che ti offre la possibilità di ottenere un sistema totalmente ECN in cui fare trading. I prezzi sono forniti direttamente dai fornitori di liquidità del broker, assicurando ai trader un mercato sempre profondo in cui gli ordini vengono eseguiti al miglior prezzo e nel minore tempo possibile.

Puoi testare FP Markets registrando il tuo conto demo gratuito direttamente sul sito ufficiale del broker. Avrai accesso completo a MetaTrader, ai prezzi in tempo reale e a una quantità a tua scelta di denaro virtuale per esercitarti.

Leggi anche la guida: FP Markets opinioni e recensioni

Controversie su Robinhood

Robinhood è un broker radicalmente innovativo, soprattutto per gli standard americani. Abbracciare l’innovazione significa anche rischiare di fare dei passi falsi e la storia di questo broker lo dimostra molto bene. Di certo ci sono delle caratteristiche molto valide di questo servizio, ma vengono facilmente messe in ombra dalle controversie che lo riguardano.

Non stiamo parlando soltanto del Payment For Order Flow, che potrebbe addirittura diventare illegale su decisione della SEC. Nemmeno della vendita dei dati degli utenti, che per quanto sia discutibile è esplicitamente segnalata nel contratto di accordo con l’utente finale. Ci sono purtroppo altri aspetti di Robinhood che sono più sottili e opinabili, ma che hanno portato a multe importanti e addirittura alla perdita di giovani vite.

Pubblicità ingannevole Robinhood

Nel 2020 la SEC, l’equivalente della Consob negli Stati Uniti, ha multato Robinhood per pubblicità ingannevole. Per evitare di arrivare al processo, il broker ha accordato un pagamento di 65 milioni di dollari come transazione. Normalmente questo viene visto come un modo per “limitare i danni” alla reputazione che deriverebbero da una condanna formale in tribunale.

La SEC ha accusato Robinhood di avere attirato gli utenti con pubblicità ingannevoli soprattutto tra il 2015 e il 2018. Nello specifico, il broker avrebbe utilizzato un modo semplicistico di presentare gli investimenti in Borsa per attirare persone non qualificate verso strumenti finanziari rischiosi. Lo slogan stesso di Robinhood, che recita “Democratizzare la finanza per tutti” è stato cambiato in seguito alle accuse.

Prima di essere cambiato, lo slogan era “Investing is for everyone“, cioè investire è per tutti. Un’affermazione molto discutibile, specialmente quando viene rivolta a un pubblico molto giovane al quale vengono messi in mano strumenti con una perdita potenzialmente illimitata come le opzioni. Per questo Robinhood ha accordato di pagare la multa e ha poi cambiato il suo approccio al marketing.

Robinhood e la vicenda GameStop

Un duro colpo alla reputazione di Robinhood è arrivato poi all’inizio del 2021, durante la famosa vicenda delle azioni GameStop. Per chi se la fosse persa, ecco un breve riassunto: uniti dall’idea che le azioni fossero sottovalutate, milioni di utenti di Reddit hanno iniziato a comprare azioni GameStop incoraggiandosi l’uno con l’altro.

Il titolo era fortemente venduto allo scoperto da alcuni grandi hedge funds, che all’improvviso si sono ritrovati in uno short squeeze. Si tratta di una situazione in cui i venditori allo scoperto sono “intrappolati“, perché vorrebbero comprare i titoli con cui chiudere le loro posizioni di vendita allo scoperto; sul mercato però non ci sono abbastanza azioni in vendita, per cui il prezzo sale vertiginosamente.

Il ruolo di Robinhood è stato centrale in questi avvenimenti, dal momento in cui buona parte degli utenti di Reddit che stava comprando l’azione erano piccoli risparmiatori giovani che usavano questo broker. L’azienda si è ritrovata tra l’incudine e il martello: da una parte i suoi utenti, dall’altra parte gli hedge funds che stavano perdendo miliardi di dollari e che pagano Robinhood per i dati dei suoi clienti.

Alla fine Robinhood ha deciso di far prevalere gli interessi degli hedge funds, bloccando la possibilità di comprare azioni Gamestop sulla piattaforma. Da quel momento, su Reddit è diventato pressoché “tabù” parlare di Robinhood o pubblicare degli screenshot legati a questo broker. Si sa che in questo settore ci vogliono anni a costruirsi una reputazione, ma basta un giorno per perderla.

Scandalo Robinhood.com riguardante il blocco degli acquisti delle azioni Gamestop
Uno dei tanti meme circolati su Reddit dopo il blocco degli acquisti di azioni Gamestop

Il CEO di Robinhood si è dovuto scusare pubblicamente di fronte al Financial Services Committee e il broker sta attualmente affrontando una battaglia legale che potrebbe costargli molto cara.

Un’altra chiara differenza rispetto al rivale europeo Capital.com (scoprilo sul sito ufficiale), che invece non ha mai bloccato la possibilità di comprare CFD su Gamestop.

Il suicidio di Alexander E. Kearns

Il 20enne Alexander E. Kearns era un cliente di Robinhood. Giovane di belle speranze, laureando all’Università del Nebraska, anche Alexander era stato attirato dalle pubblicità di Robinhood e aveva iniziato a usare il servizio per investire i suoi risparmi e farli crescere. Come spesso accade, però, strumenti rischiosi come le opzioni messi nelle mani di chi non è esperto possono causare grossi danni.

Così l’attività di questo giovane sulla piattaforma si è trasformata in tragedia, scrivendo la pagina più triste della storia di Robinhood nel giugno del 2020.

Il giovane aveva comprato delle opzioni, strumento regolarmente offerto da Robinhood senza bisogno di avere dell’esperienza pregressa o adeguati titoli di studio. Il suo account è finito in rosso per migliaia di dollari, malgrado il giovane non fosse effettivamente indebitato con Robinhood. Il problema è che la piattaforma mostrava il valore dell’intero sottostante in azioni delle opzioni che Alexander aveva comprato.

Pensando di avere un conto in rosso di 730,165$, il giovane ha visto il suo futuro finanziario rovinato. Pensando di dover vivere una vita solo per pagare i suoi debiti verso il broker, si è tolto la vita prima di poter scoprire che la realtà era diversa da ciò che sembrava sulla piattaforma. Questo è quello che può succedere quando si mettono strumenti pericolosi nelle mani di chi non ha un’esperienza sufficiente.

Ecco perché i broker che consigliamo su InvestimentiFinanziari.net, come eToro – qui per il sito ufficiale – offrono la protezione contro il saldo negativo. Significa che anche con operazioni di vendita allo scoperto o altri investimenti con perdita potenzialmente illimitata, il tuo saldo non potrà mai scendere sotto lo zero. Se dovesse succedere, un’assicurazione coprirà il broker e tu non sarai mai in debito verso la piattaforma.

Opinioni e recensioni autentiche su Robinhood

Tutto quello di cui abbiamo parlato fino a questo momento ha avuto un forte impatto sulla community del trading online, soprattutto negli Stati Uniti. Ecco perché le opinioni su Robinhood sono tendenzialmente molto divisive, con fans e haters molto accaniti nel difendere o attaccare il servizio. Tendenzialmente, però, la reputazione di Robinhood si è deteriorata molto tra il 2020 e il 2021.

Sui forum e su Reddit, dove risiede la community più accanita di investitori al dettaglio, le opinioni sono molto contrarie all’uso di Robinhood. Le persone sono rimaste scottate dal comportamento del broker nella vicenda di GameStop e dal suo modello di business. Essendo community tendenzialmente popolate di persone più esperte e appassionate, è difficile che a loro sfuggano questi aspetti.

Per quanto riguarda Trustpilot, invece, le recensioni sono direttamente terribili. Non c’è altro modo per descrivere una valutazione media di 1,1 su 5, specialmente considerando che le recensioni sono oltre 3.300. La lamentela più comune riguarda il servizio clienti, che nel tempo ha deluso molte persone.

Robinhood recensioni degli utenti del broker su Trustpilot
Recensioni di Robinhood su Trustpilot

Le recensioni sono mediamente migliori sui marketplace di Apple e Android, dove gli utenti hanno votato l’applicazione 3,7 su 5 (Play Store) e 4,0 su 5 (Apple Store). Una differenza notevole, ma facile da giustificare. Sui marketplace votano tutti, non solo utenti esperti, per cui le opinioni “sofisticate” degli utenti più esperti vengono diluite in mezzo a quelle dei trader alle prime armi che sono semplicemente entusiasti di evitare le commissioni.

robinhood.com recensioni reali degli utenti Android sul Google Play Store
Recensioni di Robinhood.com sul Play Store

La nostra opinione su Robinhood

La nostra opinione su Robinhood non è così estrema come quelle di cui abbiamo appena parlato. Da una parte riconosciamo l’importanza di un broker che ha rinnovato completamente il panorama degli investimenti negli Stati Uniti. Un’intera nuova generazione di investitori è nata grazie a questo servizio e questo è sicuramente una medaglia sul petto della società.

Dall’altra parte non possiamo ignorare il fatto che le pratiche di Robinhood siano poco trasparenti, spesso rischiose per i clienti e troppo vicine agli interessi degli hedge funds che pagano per avere i dati dei clienti. Questi sono comportamenti accettati negli Stati Uniti, almeno per il momento, ma un broker del genere non riuscirebbe a sopravvivere al contesto competitivo europeo.

Pensiamo a un’alternativa come eToro – puoi provarlo gratis qui – che offre gli stessi vantaggi sulle azioni ma ha un’offerta più ampia di strumenti finanziari e ha sviluppato il CopyTrading; pensiamo anche a un broker come Capital.com, che offre tre diverse piattaforme e migliaia di CFD con la possibilità di sfruttare la leva finanziaria e la vendita allo scoperto.

Questo è uno dei pochi settori in cui l’Europa è nettamente più avanti degli Stati Uniti, soprattutto grazie a un quadro normativo più efficace. Ci sono cose che non si possono fare, come il Payment Per Order Flow, ma altre cose più trasparenti che si possono fare e possono generare ricavi per i broker senza andare a danno dei clienti come i CFD.

FAQ – Domande e risposte frequenti su Robinhood

Robinhood.com è disponibile in Italia?

No, Robinhood.com al momento non accetta clienti italiani e non è autorizzato da Consob a operare sul nostro mercato.

Perché Robinhood è così famoso?

Robinhood.com è diventato famoso per il fatto di non imporre commissioni di negoziazione sulle azioni. Una cosa molto simile avviene con eToro in Europa.

Da cosa guadagna Robinhood?

Robinhood guadagna dirottando gli ordini dei clienti verso certi fornitori di liquidità, dagli interessi sugli investimenti con margine, dall’abbonamento Gold dei clienti e dalla vendita di dati sulle transazioni.

Robinhood vende i dati dei suoi clienti?

Una delle fonti di ricavo di Robinhood è la vendita dei dati sulle transazioni dei clienti, che vengono ceduti a hedge funds e fondi di investimento.

Quali sono le migliori alternative a Robinhood?

Le migliori alternative a Robinhood sono eToroFP Markets Capital.com, tutti autorizzati da Consob e molto validi sia per costi che per qualità del servizio.

Qual è il deposito minimo su Robinhood?

Robinhood non prevede nessun deposito minimo.

Cos’è l’abbonamento Gold di Robinhood?

L’abbonamento Gold permette di accedere a dati avanzati sulle azioni, trading con margine al tasso del 2,5% annuo e maggiori limiti sui depositi istantanei. Tutto questo per 5$ al mese.

La valutazione dell'autore

⭐⭐⭐⭐⭐

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.