Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Grafici Forex

Il Forex Market non è solo un importantissimo mercato finanziario, primo al mondo per volumi di trading, ma si tratta anche di un market mover molto importante per altri titoli. Sapere quali sono le diverse tipologie di grafici forex, come leggerli e interpretarli, dunque, è indispensabile se punti ad essere un trader professionista.

In questa guida vogliamo mostrarti in che modo i grafici forex possono implementare di molto la tua attività di investimenti finanziari e, soprattutto, quali sono i grafici maggiormente indicati a ciascuna occasione.

Grafici Forex - cosa sono e come funzionano, la guida realizzata dal team di esperti di Investimentifinanziari.net.
Guida completa ai principali grafici Forex e a come leggerli

Indipendentemente dal fatto che tu voglia investire o meno sul Forex Market, infatti, imparare a leggere i grafici che monitorano l’evoluzione dei tassi di cambio tra coppie di valute è utilissimo per pianificare attentamente le tue operazioni di investimento.

“Il segreto per avere successo nel Forex Trading è essere affamati di informazioni e conoscenza”

 Paul Tudor Jones

Per questo motivo in questa guida non ti parleremo solo dei tanti grafici forex che puoi impiegare per investire nel mercato valutario, ma anche delle migliori piattaforme che ti permettono di confrontare vari grafici tra loro.

Confrontare vari grafici tra loro ti permetterà di tradurre in analisi qualsiasi informazione di cui vieni a conoscenza. Ricorda sempre questo quando guardi o leggi i notiziari: l’informazione è politica e la politica è sempre economia. Ogni informazione economica, laddove interpretata correttamente, può trasformarsi in un investimento proficuo.

Questo è il principale segreto di qualsiasi trader professionista.

Grafici forex – principali caratteristiche:

Tipi:Lineare, a barre, candele giapponesi, Heikin Ashi
Quanto costano:Sono gratuiti in demo
Dove si usano:Migliori broker forex
Come fare pratica:Attraverso i conti dimostrativi forex
Cosa studiare:Analisi tecnica e indicatori di trading
Principali caratteristiche dei Grafici Forex

Grafici Forex: cosa sono?

Partiamo, dunque, dalle basi: cos’è un grafico Forex?

Ebbene, si tratta di un grafico di trading che monitora l’evoluzione delle quotazioni di una coppia forex. Ogni grafico risulta essere più o meno indicato a diversi tipi di analisi in quanto risulta essere capace di mettere in evidenza diversi aspetti dell’evoluzione del titolo.

Ecco perché, ancor prima di imparare a leggere correttamente un grafico forex, è necessario comprendere quale tipologia risulta essere più adatta ai tuoi scopi.

Vuoi analizzare le variazioni sul lungo periodo?

Ebbene, in questo caso non ti serve a nulla sapere della volatilità giornaliera ma puoi anche semplicemente affidarti ai soli prezzi di chiusura. Allo stesso modo, se ti serve analizzare variazioni in archi temporali più ristretti, è bene farsi un’idea anche della volatilità e dell’evoluzione complessiva del trend.

Il forex market, difatti, è uno dei mercati più volatili al mondo (secondo solo a quello delle criptovalute), motivo per cui la quantità di informazioni che ti viene mostrata da un grafico è essenziale per l’applicazione di diverse strategie di analisi o di investimento.

Procediamo, tuttavia, con ordine. Nei prossimi paragrafi procederemo ad illustrarti quali sono le principali tipologie di grafici Forex e quali sono le migliori piattaforme che te li mettono a disposizione.

Grafici Forex: le diverse tipologie

Le diverse tipologie di grafico differiscono principalmente dal tipo di informazioni che ti permettono di ottenere.

Se sei un investitore che opera prevalentemente sul Forex allora molto probabilmente necessiterai di un grafico diverso da chi, invece, impiega il Forex per indagare il mercato delle materie prime o quello azionario. Allo stesso tempo, tuttavia, alcune strategie forex risultano essere più semplici su alcune tipologie di grafici piuttosto che su altre.

Per questo motivo comprendere bene le caratteristiche di ogni grafico Forex è essenziale.

Le principali tipologie sono:

  • Lineare, con la variante a “montagna”;
  • Barre;
  • Candele giapponesi, sia cave che piene;
  • Heikin Ashi;

Grafico forex lienare e a “montagna”

Quello lineare è il classico esempio di grafico forex impiegato per monitorare evoluzioni pluriennali.

Esso si compone di una linea semplice che monitora i prezzi di chiusura della coppia forex nel tempo. In base al time frame che andrai ad impostare puoi monitorare sullo schermo evoluzioni giornaliere, settimanali, mensili o annuali.

In generale nei periodi brevi i grafici forex lineari hanno scarsa utilità in quanto non dicono nulla circa la forza, la volatilità e la direzione di sviluppo di un trend. Ecco perché solitamente questi vengono impiegati su time frame di almeno un giorno.

Qui sotto puoi vedere un esempio di grafico lineare della coppia EUR/USD tratto dal conto demo di eToro (visita questa pagina per aprirne uno):

grafici forex
Grafico Forex lineare della coppia EUR/USD

Come puoi vedere, si tratta di un vero e proprio elettro-cardiogramma delle quotazioni della coppia EUR/USD.

La variante del grafico lineare è data da quello a “montagna”. Non cambia nulla di particolarmente rilevante se non il fatto che la zona sottostante il grafico è evidenziata rispetto alla zona sovrastante. Questo permette un più facile riconoscimento degli sviluppi delle quotazioni e rende più semplice comparare tra loro l’andamento di più coppie di valute tra loro connesse.

Ne puoi vedere un esempio con una delle principali coppie Forex utili a monitorare e studiare le evoluzioni delle quotazioni dell’oro. Nell’esempio sottostante, infatti, abbiamo confrontato la coppia AUD/USD con l’oro, sempre grazie al conto demo gratuito del broker di eToro:

Grafici Forex
Grafico Forex a montagna della coppia AUD/USD, utile a monitorare l’andamento dell’oro

Il tasso di cambio tra la valuta australiana (uno dei principali estrattori di oro) e quella statunitense (standard internazionale), infatti, è utilissima per monitorare il livello di speculazione sull’oro e i tassi di inflazione in generale.

Grafici forex a barre

I grafici forex a barre risultano essere decisamente più completi rispetto a quelli lineari. Non si tratta, infatti, di una semplice linea spezzata che monitora i prezzi di chiusura nel tempo, ma di una serie consecutive di barre.

Queste barre ti permettono di monitorare i prezzi di apertura, chiusura, minimi e massimi raggiunti dal titolo in un determinato arco di tempo. Per questo motivo, rispetto al grafico lineare, quello a barre è decisamente indicato anche per l’analisi di coppie forex in time frame minori.

Nell’esempio sottostante, ad esempio, ti proponiamo un grafico a barre della coppia GBP/USD tratto dal conto demo gratis per fare pratica su eToro:

grafici Forex
Esempio di grafico a barre sulla coppia GBP/USD

Come puoi vedere, tuttavia, le barre non sono di immediata lettura e per familiarizzare con questa tipologia di grafico ti servirà non poca pratica. Il vantaggio principale di questa tipologia di grafico Forex è di permettere di avere informazioni complete e, inoltre, di riuscire ad ottenere validi segnali forex dall’analisi tecnica.

L’intersezione delle barre con alcuni tra i principali indicatori di trading, infatti, ti permetterà di studiare le previsioni future della coppia forex su cui vuoi investire. Per questo motivo solitamente i trader non usano il grafico a barre quanto, piuttosto, quello a candele giapponesi.

Grafici forex a candele giapponesi

Il grafico forex a candele giapponesi è quello più impiegato dagli investitori di tutto il mondo. Questo sistema di raffigurazione delle variazioni dei prezzi nel tempo, infatti, riesce a combinare perfettamente la lettura intuitiva con la pienezza dei dati comunicati.

È detto grafico a candele giapponesi proprio in quanto gli inventori di questa tipologia di rappresentazione delle oscillazioni dei prezzi furono i giapponesi nei primi anni dell’Ottocento.

I dati comunicati da questa tipologia di grafici forex sono gli stessi del grafico a barre, ma con la principale differenza che risultano essere più intuitivi, come puoi vedere nell’esempio sottostante tratto dal conto demo gratis di eToro:

Grafici Forex
Un esempio di grafico forex a candele giapponesi sulla coppia EUR/GBP

Come puoi vedere, l’aggiunta di elementi cromatici rendono di gran lunga più semplice leggere il grafico e individuare il trend del titolo.

Una variante del grafico a candele è costituita da quello a candele cave. Non vi sono grandi differenze a parte il fatto che le candele rialziste non sono colorate ma presentano un corpo cavo. Le candele ribassiste, invece, continuano ad avere un corpo colorato di rosso (o nero), come puoi vedere nell’immagine tratta dal conto demo gratuito del top broker eToro:

Grafici Forex
Grafico Forex a candele cave della coppia EUR/GBP

Grafico forex Heikin Ashi

Il grafico Heikin Ashi differisce da quello a candele giapponesi nel calcolo delle stesse.

Mentre le candele giapponesi si limitano a registrare le variazioni reali dei prezzi, restituendo un’immagine spesso frastagliata dello sviluppo delle quotazioni di una coppia forex, quelle Heikin Ashi vanno a correggere le micro-variazioni.

Il loro calcolo, infatti, si basa sia sulla candela precedente che sui risultati delle medie mobili, in modo da restituire al trader una panoramica complessiva di:

  • Momentum;
  • Trend;
  • Volatilità.

Affidandoti al grafico delle Heiking Ashi, dunque, potrai individuare più semplicemente il momento di ingresso sul mercato e quale trend è in fase di sviluppo. Nell’immagine sottostante, tratta dal conto demo gratuito di IQ Option, puoi vederne un chiaro esempio:

Grafici forex
Grafico a candele giapponesi e Heikin Ashi a confronto

Il grafico Forex Heikin Ashi è uno dei maggiormente apprezzati da tutti coloro che fanno trading intra-day sul Forex. Vi sono, infatti, alcune strategie forex che non funzionano bene con le Heikin Ashi e che richiedono una riproduzione fedele degli scostamenti di prezzo per operare.

Un esempio di strategia forex che può funzionare molto bene con il grafico Heikin Ashi, ad esempio, è lo scalping.

Grafici Forex: i broker maggiormente consigliati

A seguire, come ti abbiamo anticipato, ti vogliamo elencare alcuni dei migliori broker per quanto riguarda l’offerta di grafici forex validi e di ottima qualità. Quali sono le caratteristiche di un buon grafico forex da ricercare nelle offerte di un broker?

Ebbene, innanzitutto vi è l’affidabilità dei dati riportati: trattandosi di un supporto agli investimenti di vitale importanza, è necessario che il grafico ti proponga in tempo reale le variazioni di prezzo dell’asset in questione. In caso contrario rischi di entrare in ritardo sul mercato e, quindi, di registrare perdite.

Specialmente nel trading sul Forex, data la volatilità di questo mercato, il tempo è tiranno.

In secondo luogo, è necessario che il grafico sia interamente personalizzabile. Devi essere in grado di tracciare linee di trend, fasce di prezzo che ti interessano e, soprattutto, di applicare tutti gli indicatori indispensabili all’analisi e allo studio delle tue operazioni.

Nei paragrafi successivi ci preoccuperemo di spiegare al meglio questi aspetti. Per ora vogliamo proporti una breve descrizione dei broker forex che ti offrono i migliori grafici forex:

eToro

Hai potuto constatare la validità dei grafici di eToro (visita il sito ufficiale) nel corso di questa guida grazie ai numerosi esempi che ti abbiamo fornito.

Ebbene, il broker non solo ti permette di avere a disposizione ottimi grafici Forex, ma ti permette di confrontare tra loro più titoli in maniera semplice e intuitiva.

Oltre a questo il broker ti mette a disposizione due strumenti in particolare che ti possono aiutare a sfruttare i grafici Forex sia per investire sul mercato valutario sia per analizzare altri titoli: il Social Trading e il Copy Trading.

Il Social Trading di eToro, in particolar modo, ti permette di apprendere notizie stesso dai trader attivi su un particolare titolo. Grazie alla sezione di news feed, infatti, chiunque può pubblicare informazioni, analisi o previsioni su un titolo.

La sezione dei commenti, inoltre, ti permette di chiedere ulteriori delucidazioni o di risolvere dubbi che ti sono sorti in relazione ad una particolare informazione.

Con oltre 10 milioni di utenti attivi e un sistema di traduzione istantaneo in oltre 24 lingue, eToro è leader mondiale nel Social Trading. Visita questa pagina per saperne di più.

Il Copy Trading di eToro, invece, ti permette di copiare le operazioni dei principali investitori attivi sulla piattaforma. Se sei interessato ad un titolo in particolare, puoi ricercare quali sono i top investors su quell’asset e copiarne le operazioni sul tuo portafogli.

Cosa più interessante, puoi porre loro domande e richiedere maggiori informazioni sulle operazioni che stanno realizzando, in modo da apprendere stesso da loro i principali segreti di trading sul Forex. Il Copy Trading di eToro è completamente gratuito e per accedervi ti basta aprire un conto sulla piattaforma (clicca qui).

IQ Option

IQ Option (visita il sito ufficiale) è uno dei migliori broker forex per tutti gli investitori alle prime armi.

Si tratta di un broker intuitivo e dotato di un’interfaccia molto semplice: in un paio d’ore di pratica si può apprendere quali sono le funzioni principali della trading room di IQ Option. Ovviamente consigliamo di passare qualche mese sul conto demo (puoi aprirne uno gratuito a questo indirizzo) prima di effettuare il primo deposito.

IQ Option, inoltre, è tra i broker che presentano il deposito minimo più basso, in modo da permettere a chiunque di sperimentare il trading online. Aprire un conto reale su IQ Option comporta un deposito iniziale di appena 10€ e permette di realizzare investimenti a partire da appena 1€.

Si tratta, ovviamente, di un’offerta mirata prevalentemente al permettere di fare esperienza senza rischiare molti soldi: con un capitale di 10€, infatti, non potrai mai puntare a risultati degni di nota.

Se anche riuscissi a garantirti un ritorno del 100% in un anno (percentuali a cui solo un professionista può puntare), ugualmente avresti semplicemente raddoppiato 10€!

Ecco perché ti consigliamo di fare prima un po’ di esperienza sul conto demo di IQ Option e poi passare a investire più seriamente, con un deposito minimo di almeno 100€.

FP Markets

FP Markets (visita il sito ufficiale) è un broker che consigliamo a tutti coloro che hanno intenzione di esplorare più approfonditamente le possibilità offerte dall’innovazione tecnologica, specialmente sul Forex Market.

Il broker, infatti, ti mette a disposizione ben 3 piattaforme all’avanguardia per investire sul mercato valutario:

  • MetaTrader 4 e 5, tra i supporti agli investimenti più impiegati dai traders. Queste due piattaforme ti permettono di fare trading algoritmico sul Forex grazie alla vasta offerta di Expert Advisor presenti nella MQ Library, gratuitamente accessibile stesso dalle due piattaforme;
  • IRESS, piattaforma di nuova generazione che permette di accedere ad un’interfaccia personalizzata per il mercato e il titolo sul quale si vuole investire. Operando sulla IRESS potrai contare sull’accesso diretto ai principali strumenti di personalizzazione del grafico che più ti sono utili per studiare il titolo sul quale vuoi investire;

Queste piattaforme sono disponibili sia per il conto demo gratuito sia per il conto reale (puoi aprirne uno con un deposito minimo di 100€).

Cliccando qui potrai accedere direttamente alla formula di registrazione, dalla quale selezionare il tipo di account e la piattaforma con cui vuoi operare.

Investire con i grafici Forex: quali mercati?

A seguire vogliamo spiegarti per quale motivo ogni investitore dovrebbe padroneggiare al massimo i grafici Forex e perché riuscire ad ottenere valide previsioni Forex può migliorare i tuoi investimenti anche se questi non sono indirizzati al mercato valutario.

Come ti abbiamo detto, infatti, il Forex è il mercato dei tassi di cambio tra coppie di valute. I tassi di cambio influenzano praticamente ogni tipo di movimento economico per il semplice motivo che ogni transazione viene mediata dal denaro.

Per intenderci, se una società ha sede legale nel Regno Unito ma ha relazioni di scambio principalmente con il mercato internazionale (acquistare materiali e vendere i prodotti), questo significa che le sue performance verranno fortemente influenzate dai tassi di cambio.

Se la sterlina, infatti, vede un calo del proprio valore questo significa che il tasso di cambio con il dollaro sarà maggiormente vantaggioso alla società: questa potrà vendere le proprie merci ad un prezzo inferiore e, di conseguenza, avere la meglio sulla concorrenza.

Ti vogliamo fare un esempio pratico: nell’immagine qui sotto, tratta dal conto demo gratuito di eToro, puoi vedere le performance dell’indice britannico, il FTSE 100, paragonata a quella della coppia GBP/USD:

Grafici Forex
Confronto GBP/USD con il FTSE 100: i grafici Forex aiutano a interpretare gli altri mercati

In questo caso, chi investe sul FTSE 100 dovrà necessariamente monitorare anche l’andamento della sterlina sui mercati internazionali (il confronto con il dollaro è il principale termine di paragone). Ecco dunque che un buon investitore in indici deve essere anche un buon analista Forex.

Un ragionamento simile può essere condotto anche sul mercato delle materie prime e su quello azionario.

Per il confronto tra grafici, dunque, affidarsi ad un grafico forex lineare è sufficiente. Una volta trovata la relazione più calzante, tuttavia, è opportuno procedere ad un’analisi più mirata e, dunque, affidarsi a grafici forex più dettagliati, come quello a candele giapponesi.

Investire con i grafici forex: come studiarli?

A seguire vogliamo elencarti alcuni degli strumenti di personalizzazione dei grafici forex più utili ad uno studio efficace e funzionale della coppia di valute. Se sei intenzionato ad approfondire, invece, l’argomento sugli indicatori allora ti suggeriamo di leggere la nostra guida: indicatori di trading.

In questa sezione, infatti, ci occuperemo principalmente di spiegarti come inserire sul grafico le linee di trend. Inoltre ti spiegheremo in che modo disegnare dei validi canali sui grafici Forex.

In questo modo potrai ottenere delle valide informazioni sul titolo sia per investire direttamente sul Forex sia, invece, per usare i dati ricavati per operazioni su altri mercati.

Realizzare un’analisi tecnica completa su un titolo che ti serve come indicatore per un altro investimento è, a nostro avviso, una completa perdita di tempo. Se invece desideri investire sul Forex, nei prossimi paragrafi ti spiegheremo come fare analisi tecnica sui grafici forex.

Grafici Forex e linee di trend

Le linee di trend sono un elemento grafico che dovrai inserire manualmente sul grafico.

Queste vanno ad unire due punti di swing massimi o minimi, in modo da seguire un trend rialzista o ribassista. La loro validità sta nel fatto che individuano soglie limite per i futuri movimenti dei prezzi.

Nel caso di un trend ribassista, le linee di trend svolgono un’importante funzione di Supporto. Se, invece, si tratta di una trend line rialzista, questa svolgerà una funzione di Resistenza.

Vediamo ora come disegnarle sul grafico del conto demo forex gratuito di eToro:

  • Apri il menù di personalizzazione del grafico (1);
  • Seleziona la categoria “strumenti o tools” (2);
  • Clicca su “linea” (3);
Grafici di trading
Accedere agli strumenti di personalizzazione del grafico con eToro
  • Collega tra loro i massimi della candela iniziale e finale di un trend (linea rialzista) o i minimi (linea ribassista);
Grafici forex
Due linee di trend disegnate sul grafico di EUR/USD

Una buona linea di trend non viene mai rotta dalle candele dello stesso trend. In questo modo il suo sviluppo ti dirà quali valori limite vi sono per ogni trend della stessa direzione. Nel caso in cui i prezzi dovessero avvicinarsi ai valori di una linea di trend è plausibile aspettarsi un rimbalzo.

Le linee di trend, ovviamente, risultano essere maggiormente utili se impiegate con time frame più ampi, in modo da ammortizzare notevolmente le fluttuazioni legate alla volatilità di mercato e da comunicarti dati maggiormente utili per lo studio di altri mercati.

Grafici forex e canali

I canali sono un altro utilissimo strumento grafico che va disegnato manualmente grazie alle opzioni di personalizzazione del grafico. Fondamentalmente è possibile disegnare dei canali su un grafico Forex sia andando a tracciare separatamente le due linee che racchiudono le oscillazioni di prezzo sia, invece, affidandosi allo strumento apposito.

Questo ti permette di ingabbiare le variazioni di quotazioni di una coppia Forex entro Supporti e Resistenze che ti aiutano a capire non solo il trend generale, ma anche e soprattutto quando incorrerà un evento che porterà a variazioni di mercato.

Queste variazioni possono essere sfruttate sia per realizzare investimenti mirati sulla coppia stessa sia, invece, per ricevere segnali di variazione per i titoli che dipendono da quella specifica coppia.

Se, ad esempio, ti rendi conto che la coppia GBP/USD sta per sfondare il canale al rialzo, allora è probabile che l’indice FTSE 100 affronterà un ridimensionamento della sua quotazione se non proprio un trend ribassista.

Per disegnare i canali sul tuo grafico Forex altro non dovrai fare che tracciare due linee di trend, una in corrispondenza dei massimi e l’altra in corrispondenza dei minimi (non è indispensabile che le due linee siano parallele).

Altrimenti, come ti mostriamo in questa figura, tratta dal conto demo gratuito del broker eToro, puoi affidarti allo strumento specifico:

Grafici forex
Canali sul grafico GBP/USD che ne delimitano i trend

Come vedi, una volta che i canali hanno individuato i livelli di Supporto e Resistenza, la rottura di uno di questi livelli comporta il ridisegnamento dei canali e, di conseguenza, l’individuazione di una nuova fase del titolo.

Grafici Forex: l’analisi tecnica

Se il tuo obiettivo non è quello di utilizzare i grafici forex per ricavare previsioni valide per altri titoli ma di quello di investire sugli asset di questo mercato, allora linee di trend e canali non saranno sufficienti. Investire sulle coppie forex significa innanzitutto imparare a realizzare una buona analisi tecnica sui grafici Forex.

Il conto demo di IQ Option comprende al suo interno 139 video-tutorial gratuiti che ti possono aiutare ad apprendere l’analisi tecnica sui grafici forex, motivo per cui ti consigliamo di aprirne uno (puoi iscriverti gratis in questa pagina) per apprendere di più su questo metodo di indagine.

In alternativa puoi anche consultare la nostra guida: analisi tecnica. In ogni caso, in questo paragrafo vogliamo prendere in considerazione quale tipologia di grafico forex maggiormente si adatta all’analisi tecnica.

Esordiamo con il dirti che ti sconsigliamo assolutamente di affidarti al grafico forex lineare: l’incompletezza delle informazioni che ti comunica e il fatto che la sua forma si potrebbe confondere con numerosi indicatori di trading (ad esempio le medie mobili) è sufficiente a renderlo inadatto a questo scopo. Il nostro consiglio è quello di fare affidamento al grafico a candele giapponesi e, per alcune strategie forex specifiche, a quello Heikin Ashi.

Specialmente il grafico a candele giapponesi, infatti, permette di implementare l’analisi tramite gli indicatori di trading con le pattern candlestick, ovvero una serie di formazioni particolari di candele che solitamente preannunciano alcune variazioni di mercato. Indicatori di trading e pattern candlestick sono complementari e entrambi necessari ad una buona analisi tecnica sul Forex.

Grafici Forex: considerazioni e opinioni finali

In conclusione ti abbiamo voluto fornire una panoramica completa non solo di quelle che sono le principali tipologie di grafici forex ma anche e soprattutto del miglior modo per impiegarle.

Ti ricordiamo ancora una volta che anche se non sei interessato al mercato valutario, scoprire l’andamento dei tassi di cambio ti permetterà di anticipare numerose evoluzioni di mercato.

È opinione diffusa che chiunque abbia intenzione di fare trading online di fatto deve possedere una conoscenza anche rudimentale del Forex.

Ovviamente noi siamo completamente d’accordo.

Per questo motivo armati di pazienza e sfrutta al massimo le offerte dei broker che ti abbiamo consigliato in precedenza: eToro, IQ Option e FP Markets, infatti, oltre a metterti a disposizione ottimi grafici Forex, ti semplificano il lavoro di analisi grazie a strumenti e a offerte innovative.

A seguire ti proponiamo alcune delle domande più comuni che gli utenti ci hanno posto in materia di grafici Forex. Per qualsiasi dubbio ti comunichiamo che il nostro team di esperti è a tua disposizione: scrivici nei commenti e ti risponderemo nella maniera più completa possibile.

FAQ grafici forex: domande e risposte frequenti

Cosa sono i grafici Forex?

Si tratta di grafici di trading che mostrano lo sviluppo delle quotazioni delle coppie Forex nel tempo. Ogni tipologia di grafico mostra dati diversi e permette di ricavare diverse considerazioni circa l’evoluzioni del mercato. Per questo motivo è essenziale individuare il grafico giusto per ciò che si sta cercando.

Quante tipologie di grafici Forex esistono?

Le principali tipologie di grafici Forex sono 4: lineare, a barre, a candele giapponesi e Heikin Ashi. Ognuna di queste tipologie ha diversi vantaggi e svantaggi. Quello più impiegato dagli investitori è senza dubbio il grafico a candele giapponesi.

È importante saper leggere un grafico Forex?

Assolutamente si! Il Forex Market, infatti, è il cuore pulsante di tutti i mercati finanziari. Le variazioni dei tassi di cambio tra le valute, infatti, sono importantissimi market movers di numerosi titoli finanziari. Riuscire a leggere bene un grafico forex permetterà di ricavare previsioni più accurate anche per gli altri investimenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.