InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Candele Giapponesi

Cosa sono le candele giapponesi? Perché sono onnipresenti nel mondo della finanza? Quando si parla di candele giapponesi ci si riferisce ad uno specifico strumento per riuscire a rappresentare l’andamento del prezzo di uno strumento finanziario nel corso del tempo.

Su di un grafico, ogni singola candela va a rappresentare un determinato arco temporale e la sua figura sul grafico rappresenta un certo numero di informazioni sul valore di un asset nel momento di apertura e chiusura, oltre che sul massimo e minimo che è stato raggiunto nel tempo preso in esame. 

Le candele giapponesi sono degli elementi fondamentali per gli investitori ed oggi giorno tutte le principali piattaforme di trading online si basano su questa particolare tipologia di grafico. Per chi si approccia a questa attività, quindi, diventa indispensabile saperle leggere adeguatamente e sfruttarle a proprio vantaggio per migliorare i propri investimenti. Mostrando come funzionano le candele giapponesi, si comprenderà come lo studio del loro andamento può aiutare gli investitori a stabilire le giuste strategie di trading per i propri obiettivi finanziari. Infatti, oltre a rappresentare l’andamento del prezzo di un asset, le candele giapponesi indicano anche quali sono le mosse da eseguire per effettuare un’operazione efficace. 

Candele giapponesi – Riepilogo: 

Cosa sono:Elementi grafici utilizzati per condurre un’analisi tecnica e riuscire a definire i trend di un asset
📈Formazioni rialziste:White marubozu, testa e spalle rovesciato, triplo bottom, engulfing rialzista, triangolo rialzista
📉Formazioni ribassiste:Black marubozu, testa e spalle, triplo top, engulfing ribassista, triangolo ribassista
🤔Opinioni:⭐⭐⭐⭐⭐
🕯️Su quali asset usarle?Efficaci su qualsiasi asset finanziario
💡Dove utilizzarleeToro / Capital.com / Trade.com  / FP Markets
Tabella caratteristiche principali Candele Giapponesi

Candele Giapponesi: cosa sono e come funzionano – Corso 2022

Come è stato accennato nell’introduzione della guida, le candele giapponesi sono degli elementi che permettono di disegnare su un grafico tecnico l’andamento di un certo valore di uno strumento finanziario nel corso del tempo.

Solitamente, il valore per cui vengono più utilizzate è il prezzo dell’asset. Ogni candele va a rappresentare un certo arco temporale, a seconda di quello che è stato scelto dal trader in maniera manuale quando adopera una piattaforma di investimento. I periodi di tempo sui quali gli investitori e le piattaforme possono rappresentare sono:

  • 1M: 1 minuto;
  • 5M: 5 minuti;
  • 15M: 15 minuti;
  • 1H: 1 ora;
  • 4H: 4 ore;
  • 1D: 1 giorno;
  • 1W: 1 settimana.

Andando a spiegare nel dettaglio con un esempio, se un investitore decide di impostare il tempo a 1 ora, sul grafico si andranno a formare delle nuove candele ogni ora. Ciò vuol dire che nel corso di mezza giornata si avranno 12 candele, ognuna con le sue specifiche informazioni riguardanti il movimento del prezzo dell’asset su cui si sta facendo l’analisi. Bisogna informare che i periodi di tempo elencati sopra sono adoperati per convenzione dalle principali piattaforme di investimento, ma un trader può decidere di adoperare l’arco temporale che più lo aggrada andando. Infatti, vi sono piattaforme come MetaTrader che danno accesso a molti più time frame rispetto a quelli nominati. 

Le candele giapponesi non sono sempre state utilizzate nel mondo della finanza. Infatti, prima di loro venivano utilizzati i grafici a linea, ormai quasi completamente in disuso quando un investitore deve effettuare un’analisi tecnica. Questi ultimi hanno il difetto di poter rappresentare graficamente solamente il prezzo di chiusura di ogni periodo, mentre le candele giapponesi sono capaci di fornire un numero maggiore di informazioni. Si rivelano molto utili, quindi, per quegli investitori che si basano sull’andamento passato dei prezzi per effettuare delle previsioni sul futuro di un asset. 

Prima di proseguire, potrebbe esserti d’aiuto la lettura delle seguenti guide:

Candele Giapponesi videocorso

Videocorso completo gratis sulle candele giapponesi

Candele Giapponesi: come si leggono

Dopo aver parlato di quello che sono, è possibile ora vedere come si leggono le candele giapponesi all’interno di un grafico. Per farlo verrà adoperato un grafico tecnico che può essere estrapolato sulla eccellente piattaforma di trading di eToro. Nell’esempio sottostante si è deciso di utilizzare l’andamento del prezzo dell’oro nel corso del 2021. Il time frame è stato impostato ad 1 ora, che è il tempo rappresentato da ogni candele giapponese al suo interno.

Candele Giapponesi- Esempio grafico eToro
Candele Giapponesi- esempio grafico con il broker eToro

Innanzitutto, è possibile osservare come ogni candela sia formata sostanzialmente da due elementi distinti. Questi sono:

  1. Scatola, oppure “corpo”: questa è la parte colorata della candela giapponese e va a rappresentare quella che è l’escursione tra il prezzo di apertura e quello di chiusura di un asset nel periodo di tempo preso in considerazione;
  2. Baffi: con questo termine ci si riferisce alle due linee nere che si trovano sopra e sotto la scatola. Queste rappresentano il massimo e il minimo che è stato raggiunto dal prezzo per il time frame che è stato impostato. 

È necessario informare come non tutte le candele giapponesi possiedono i baffi. Infatti, è possibile che un investitore si trovi di fronte una candela che ha il proprio prezzo di chiusura nello stesso punto dove è stato toccato il minimo o, viceversa, ha il prezzo di apertura che combacia con il suo massimo. I traders alle prime armi dovrebbe apprendere che nelle candele di tipo rialzista il prezzo di apertura è situato nella parte bassa della scatole, mentre nelle candele giapponesi ribassiste questo si trova nella parte superiore. Altro fattore che si può osservare dall’esempio soprastante è il colore delle diverse candele. Quando questa è di colore verde è una candela rialzista, ossia il prezzo dell’asset è aumentato tra l’apertura e la chiusura del periodo di tempo impostato. Diversamente, se la candela è di colore rosso è di tipo ribassista, ossia il prezzo si è abbassato tra l’inizio e la fine del time frame che l’elemento grafico rappresenta. 

Dove usare le Candele Giapponesi: Migliori piattaforme e soluzioni consigliate

Migliori piattaforme dove utilizzare le Candele Giapponesi [CLASSIFICA 2022]

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Per mettere in pratica al meglio i risultati ottenuti dalle proprie analisi tecniche condotte studiando le candele giapponesi, è necessario utilizzare solamente degli intermediari finanziari che sono in possesso delle autorizzazioni e certificazioni rilasciate dalle autorità competenti come CySEC e CONSOB. Tutti i broker che sono qui elencati sono in possesso di queste suddette certificazioni e offrono un’ampia scelta di strumenti tecnici con cui trasformare i propri studi con le candele giapponesi delle operazioni profittevoli. 

A titolo di esempio, si possono descrivere alcuni di questi broker. Uno dei migliori è Capital.com (più informazioni sul broker qui). Si tratta di una piattaforma completa che mette a disposizione molti strumenti utili e permette di utilizzare diverse tipologie di candlesticks per le proprie analisi. Il listino di asset disponibili su Capital.com è molto vasto, andando a toccare i principali titoli azionari, il mercato Forex, le migliori criptovalute, indici e molto altro. Grazie alle caratteristiche di Capital.com, molto intuitiva e di facile utilizzo, i traders alle prime armi non avranno problemi ad imparare a leggere le candele giapponesi in poco tempo.

Sul lato costi è da sottolineare come non vi sono commissioni e l’unica cifra che si dovrà pagare per effettuare i propri investimenti è relativa allo spread. Il deposito minimo è altrettanto conveniente perché è di soli 100 euro. Si possono testare le qualità del broker aprendo un conto dimostrativo gratuito e utilizzandolo per tutto il tempo che si vuole. 

Per i traders con maggiore esperienza può essere utile segnalare FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale). Infatti, questo broker è particolarmente indicato per coloro che praticano il trading online da molto tempo e necessitano di una piattaforma completa e che offra strumenti professionali maggiormente adatti ai propri obiettivi di trading e a strategie di investimento elaborate. Non a caso, questa piattaforma permette di investire utilizzando MetaTrader, un classico dell’investimento online. Per coloro che sono alle prime armi è possibile utilizzare la piattaforma di trading proprietaria che è più semplificata e permette di muoversi attraverso i mercati senza difficoltà.

Anche per questo broker si segnala che si possono testare le sue qualità aprendo un conto demo 100% gratuito. Con questo non si correrà il rischio di perdere eventualmente i propri soldi reali perché il broker ne fornirà di virtuali. 

eToro: ottimo broker per usare le candele giapponesi

Chi vuole utilizzare le candele giapponesi con i grafici forniti dal broker numero in circolazione dovrebbe approfondire su eToro (sito ufficiale disponibile qui). Alcune delle caratteristiche di eToro che hanno attratto un così grande numero di persone sono gli strumenti che mette a disposizione, i costi irrisori e la sicurezza garantita.

In possesso delle autorizzazioni CONSOB e CySEC, questo broker non presenta alcuna commissione e l’unica cifra che si andrà a pagare durante un investimento è lo spread. Inoltre, il deposito minimo per poter aprire un conto reale è tra i più bassi del settore: 50 EUR.

Candele giapponesi in azione sul grafico del pluripremiato broker eToro

Dopo aver effettuato le proprie analisi tecniche si potranno adoperare gli strumenti esclusivi di eToro per effettuare investimenti di successo: il Social Trading e il Copy Trading. Il primo fa sì che la piattaforma possa essere considerata come un vero e proprio social network. Il Copy Trading, invece, è uno strumento che dà la possibilità di copiare alla lettera le operazioni dei Top Investors presenti sulla piattaforma e di ottenerne gli stessi risultati economici. Si tratta di un ottimo escamotage che coloro che sono alle prime armi possono utilizzare per migliorare in poco tempo. Si possono testare le caratteristiche di eToro aprendo un conto demo gratuito. 

Principali pattern Candlestick: esempi e come funzionano

Solitamente, i traders professionisti oltre ad andare a studiare le singole candele sul grafico d’analisi vanno a studiare anche come queste si dispongono. Infatti, una candela giapponese e il suo andamento non indicano solamente qual è la storia di un prezzo, ma anche un riassunto grafico di quello che è stato l’andamento tra la domanda e l’offerta su uno specifico asset. Tutto ciò prende il nome di pattern di candele, ossia i percorsi che queste vanno a formare sul grafico. A seconda del pattern trovato è possibile scorgere ulteriori segnali di trading relativi al futuro andamento del prezzo di uno strumento finanziario. 

Per aiutare i traders alle prime armi si è deciso di inserire sotto un elenco con i 15 principali pattern di candele giapponesi che si possono trovare durante un’analisi tecnica. Comprenderli al meglio prima di effettuare qualsiasi tipo di operazione può essere molto utile per andare a testare delle strategie di trading attraverso il conto demo di uno dei migliori broker di trading online.

Si tenga presente che i pattern riportati sotto possono essere delle figure di continuazione oppure figure di inversione del trend vissuto da un asset. Per ognuna è stata descritta brevemente la difficoltà e l’efficacia per i propri studi.

Candele Giapponesi elenco pattern grafici principali

🔺FIGURADIFFICOLTÀ✔️EFFICACIA
HammerFacileAlta
Shooting StarFacileAlta
Testa e spalleDifficileMedia
BandieraMediaMedia
White MarubozuFacileAlta
Black MarubozuFacileAlta
Three Black CrowsMediaMedia
Two Blacks GappingMediaMedia
EngulfingDifficileAlta
Tweezer bottomDifficileBassa
Triplo topMediaMedia
Triplo bottomMediaMedia
Dark cloudDifficileBassa
Rising Three MethodsMediaMedia
TriangoloDifficileAlta
Elenco dei principali pattern grafici di Candele Giapponesi a cura di InvestimentiFinanziari.net

Hammer

Si può iniziare a descrivere i pattern delle candele giapponesi elencati nel paragrafo sopra partendo da una delle più semplici da riconoscere: l’hammer. Questa tipologia di pattern, infatti, è formata da una singola candela. Questa formazione si può trovare alla fine di un trend ribassista. La candela giapponese si presenta con la scatola molto stretta e il minimo raggiunto è situato lontano dal prezzo di apertura e anche dal prezzo di chiusura. Questo tipo di candela è sprovvisto del baffo superiore, oppure può essere quasi impercettibile. 

Candele Giapponesi- figura Hammer
Candele Giapponesi- figura Hammer

La principale caratteristica di questa candela è quella di avere un comportamento relativo alla domanda e all’offerta, durante il periodo in cui si è formata, molto particolare. Indica che i venditori hanno tentato di spingere al ribasso la quotazione di un asset. Questo inizialmente ha intrapreso un rally ribassista, ma è arrivata subito l’opposizione dei compratori che hanno permesso al prezzo di recuperare tutto ciò che aveva perso. Trovandosi di fronte questo tipo di candela si può affermare che la domanda è più forte dell’offerta e il mercato è tendente a proseguire un andamento rialzista. L’efficacia di questo segnale è determinata da quanto dista il minimo rispetto alla scatola della candela.

Shooting star 

La candela giapponese di tipo shooting star può essere vista come l’esatto contrario dell’hammer. Si tratta, quindi, di una candela adatta ad identificare la fine di un trend rialzista in modo da anticipare l’inversione di tendenza del mercato. Infatti, in questo caso i compratori hanno spinto troppo sul rialzo del prezzo e la domanda ha esaurito la sua forza, portando ad una perdita della quotazione che aveva toccato il massimo nel periodo di tempo impostato per la candela. 

Candele Giapponesi- Figura shooting Star
Candele Giapponesi- figura shooting star

Al pari dell’hammer, il segnale shooting star è molto facile da riconoscere perché presenta una scatola stretta, mentre vi è un baffo superiore lungo. Nel caso il colore del segnale sia rosso allora vuol dire che il prezzo ha chiuso più in basso rispetto a dove è iniziato il periodo. Ciò significa che il segnale di inversione è più deciso e anche più affidabile rispetto ad una shooting star di colore verde. 

Testa e spalle

Questa tipologia di pattern, testa e spalle, è una formazione con un grado di difficoltà avanzato perché necessità da parte del trader la capacità di riconoscere un pattern di candele che racchiude 6 trend. Per questo tipo di pattern non vi è un numero definito e sempre uguale di candele che lo compongono. Solitamente va a formarsi tra le 10 e le 30 candele. 

Testa e Spalle Candele Giapponesi
Candele Giapponesi- figura Testa e Spalle

Dall’immagine d’esempio soprastante si può osservare come il nome del pattern derivi dalla sua forma, che ricorda proprio una testa di persona e le spalle. Ciò che questa formazione suggerisce al trader è che il prezzo non ha la forza per salire oltre la resistenza oltre la testa. Infatti, dopo un primo tentativo fallito ve n’è un secondo che però ritorna giù. Infine, nel terzo tentativo il trend non aveva più la forza per superare la resistenza e si conclude in discesa. La formazione non è sempre come quella rappresentata nell’esempio e può capitare che le spalle siano asimmetriche o che non abbiamo lo stesso minimo.

Si tratta di un pattern difficile da riconoscere proprio per questo sua non linearità e per ciò bisogna avere abbastanza flessibilità mentale quando si studiano dei grafici perché il più delle volte è abbastanza irregolare rispetto all’esempio teorico. Conviene nominare, inoltre, il pattern testa e spalle rovesciato che si va a formare alla fine di un trend ribassista. Qui la testa rappresenta il minimo toccato dal prezzo e le spalle si fermano sopra. In questo caso viene suggerita l’inversione di un trend al ribasso.

Bandiera

Il pattern bandiera è una formazione composta da un rintracciamento. Questo significa che vi sono una serie di candele giapponesi che si muovono nella direzione contraria al trend principale vissuto da un asset. Generalmente, questo tracciamento segue due linee di trend ben riconoscibili che si muovono in parallelo e se vi si disegnasse sopra si andrebbe a formare l’immagine di una bandiera, da cui prende il nome. 

Candele Giapponesi- Figura bandiera
Candele Giapponesi- Figura bandiera

il suggerimento che questo tipo di formazione fornisce è che l’andamento principale continuerà e ciò che si osserva sul grafico è solamente un rintracciamento temporaneo in direzione contraria. Si consiglia di fare attenzione a non confondere questo pattern con il pennant. Quest’ultimo è quasi uguale, ma le linee di trend non corrono in parallelo ma si avvicinano man mano. Ciononostante, entrambi i pattern indicano una continuazione del trend. Inoltre, tutte e due le formazioni possono nascere alla fine di un trend rialzista oppure di uno ribassista perché non sono figure direzionali.

White Marubozu 

Questa tipologia di pattern è una candela lunga che prende il nome di White Marubozu. La sua caratteristica principale è quella di avere una scatola completamente piena. L’indicazione che fornisce è vi è un forte slancio rialzista che ha portato il prezzo ad iniziare la sua corsa dall’inizio del periodo preso in considerazione dalla candela e continuarla fino alla sua fine, andando a toccare l’apice nel momento di chiusura. 

Candele Giapponesi- Figura White Marubozu
Candele Giapponesi- Figura white Marubozu

Il nome white Marubozu deriva dal fatto che quando il trading online era ancora agli albori e i computer non possedevano la potenza di calcolo attuale, i grafici a candele giapponesi non presentavano candele di colore verde e rosso. Le candele di tipo rialzista erano bianche, mentre quelle ribassiste erano nere. 

Lo studio di questa tipologia di candele è molto utile per quegli investitori che basano la propria strategia di trading sul trend following, in particolare sul brevissimo termine. L’informazione fornita da questo segnale, infatti, è che vi è un forte slancio rialzista. Inoltre, se la scatole del white Marubozu è molto allungata rispetto a quelle circostanti, il segnale rialzista è più forte. 

Black Marubozu

È stato accennato molto brevemente sopra il Black Marubozu. Questo è l’esatto contrario del white. Per questa tipologia di candela l’informazione che si ricava è quella di essere in presenza di un forte slancio ribassista con alte probabilità di continuare la sua corsa.

black marubozu figura Candele Giapponesi
Candele Giapponesi- figura Black Marubozu

Questo tipo di candela può essere facilmente trovato quando si studia il grafico di un titolo azionario ed emerge un’improvvisa notizia negativa riguardante l’azienda o i suoi risultati economici, per esempio degli scandali aziendali, la dimissione di un dirigente chiave o tutto ciò che può influire negativamente sul titolo.

Three Black Crows

Il Three Black Crows è un pattern che tradotto in italiano vuol dire “tre corvi neri”. Questo nome è in stretta analogia con quello che era il colore che le candele ribassiste avevano quando i computer non erano avanzati come adesso, e il colore dei corvi, spesso associati alla cattiva sorte. Infatti, quando un trader trova su un grafico questo tipo di pattern significa che il trend ribassista ha un forte slancio ed è destinato con molta probabilità a continuare. 

three-black-crows
Candele Giapponesi- Figura Three Black Crows

Ciononostante, questo pattern risulta molto utile per le proprie analisi perché permette agli investitori alle prime armi di identificare con precisione la nascita di un trend e di rispondere al quesito su quando un’inversione di tendenza diventa essa stessa il trend dominante. Questo pattern è formato da tre candele di colore rosso e con una scatola molto allungata. Per coloro che decidono di effettuare i propri investimenti facendo trend following, converrebbe iniziare a vendere in corrispondenza dell’inizio della formazione.

Così facendo si potrà approfittare degli eventuali ribassi duraturi. L’efficacia di questa formazione, inoltre, deriva anche dal fatto che quando vi è un gap tra le candele il segnale è più forte, ossia nel momento in cui la seconda candela si apre al di sotto della chiusura della prima e la terza sotto la sua chiusura. 

Two Blacks Gapping

Il Two Blacks Gapping è un pattern particolarmente adatto ai neofiti del trading perché è facilmente riconoscibile. Infatti, questa formazione comporta la successione di due candele dalla scatola allungata e di colore rosso una dopo l’altra e intervallate nel mezzo da un gap, ossia uno spazio vuoto tra di esse. Quest’ultimo sta ad indicare che è in corso un trend ribassista molto marcato. I gap tra le candele giapponesi possono formarsi per diversi motivi, ma generalmente avvengono nei momenti di chiusura momentanea del mercato

two-black gapping
Candele Giapponesi- Figura Two Black Gapping

Per esempio, i titoli azionari sono scambiati sui mercati dal lunedì al venerdì e nell’eventualità che il prezzo di apertura di un titolo il martedì sia minore rispetto alla chiusura del giorno prima, la candela che si formerà si andrà ad aprire sotto la chiusura della precedente. Questa tipologia di pattern si può trovare facilmente quando avviene la presentazione dei bilanci di una società oppure vengono pubblicati i report trimestrali, solitamente quando i mercati sono chiusi. 

Un’altra eventualità in cui è possibile trovare questa tipologia di formazione è quando la chiusura è dovuta ad una eccessiva volatilità del mercato. Le commissioni della borsa in questo caso possono richiedere la sospensione del trading sui titoli quando il loro prezzo cambia in maniera troppo repentina e drasticamente. Nel momento in cui la sospensione viene rimossa e si stabilizza la situazione il prezzo passerà dal livello a cui è stata richiesta la sospensione a quello in cui si è stabilizzato durante la relativa pausa. 

Engulfing

Questa tipologia di pattern è particolarmente apprezzata tra gli investitori che lo considerano molto affidabile per i segnali che va a generare. Dall’immagine d’esempio si può osservare che la formazione è composta da due candele. Dal nome del pattern e dall’immagine si comprendere che la seconda candela va a “circondare” la prima, aprendosi con un gap e mostrando di possedere una scatola di molto più lunga. 

engulfing Candele giapponesi
Candele Giapponesi- Figura Engulfing

L’engulfing può essere sia di tipo rialzista che ribassista. Nel pattern rialzista, si va a formare una candela rossa a cui segue successivamente una verde che si apre con un gap, ossia sotto il prezzo di chiusura della prima, ma si chiude sopra l’apertura fatta dalla rossa. La scatola della candela verde, quindi, è più lunga sia in alto che in basso, oltre ad avere anche dei baffi allungati. Ciò indica che il trend rialzista è molto deciso e superiore al precedente ribasso. Questo pattern engulfing può essere chiamato anche bullish.

Nel pattern ribassista, viceversa, si va a formare innanzitutto una candela di colore verde a cui segue una rossa. Anche in questo tipo di formazione si ha la seconda candela che presenta una scatola più lunga in entrambe le direzioni, come i baffi. Per questo tipologia di pattern si può utilizzare anche il nome bearish

Tweezer bottom

Il tweezer bottom è una tipologia di formazione che indica un’inversione di tendenza che solitamente si va a presentare al termine di un trend ribassista. Si tratta di un pattern che è abbastanza difficile da riconoscere perché richiede diverse conoscenze tecniche, relegandolo ad essere una formazione analizzata principalmente dagli investitori esperti. Infatti, per trovarsi davanti ad un effettivo tweezer bottom è necessario che vi siano una serie di dettagli nello stesso momento. 

tweezer bottom
Candele Giapponesi- Tweezer Bottom

In primis, una prima caratteristica di questo pattern è quella di presentare una candela rossa e una di colore verde una accanto all’altra. La prima candlestick ha una scatola più lunga rispetto a quella verde, ma entrambe possiedono lo stesso minimo e non presentano il baffo inferiore. Questo indica che alla chiusura della candela rossa il prezzo ha toccato il minimo e successivamente ha ricominciato a rialziarsi con l’apertura di quella verde. Altra caratteristica tecnica che deve possedere questo pattern è quella di presentare la candela verde con il corpo che supera la metà di quella rossa. Ciò sta a significare che l’inversione del trend ribassista è cominciata in maniera decisa ed ha la forza necessaria per poter portare ad un nuovo andamento rialzista. Più è lungo il corpo della candela verde è più alta è la possibilità che l’inversione duri tanto tempo. 

Triplo top

Il triplo top è un pattern che può essere considerato come un’evoluzione della formazione testa e spalle. Infatti, il trader che lo osserva sul grafico si troverà davanti ad una figura di inversione ma diversamente al testa e spalle il triplo top è formato da tre picchi rialzisti che si sono tutti fermati in corrispondenze del medesimo prezzo. 

triple top candele giapponesi
Candele Giapponesi- Figura Triple Top

Come è stato spiegato per il testa e spalle, l’immagine d’esempio soprastante riguardo il triplo top è teorica e nell’effettiva pratica è più probabile che vi sia qualche pip di differenza tra i punti di massimo che vengono toccati dalla formazione sul grafico. Quando un trader si trova sotto gli occhi questo pattern generalmente significa che il prezzo non ha lo slancio sufficiente per proseguire il suo trend rialzista perché i compratori si sono spinti oltre il prezzo d’equilibrio. Questo comporta che il grafico inizia a ritracciare, portando alla nascita di un trend al ribasso. 

Triplo bottom

Il pattern triplo bottom può essere considerato come il semplice contrario rispetto al triplo top. Anche in questo caso, come il testa e spalle e il triplo top, la formazione è composta da più di 15 candele giapponesi che si dispongono sul grafico andando a mostrare tre minimi che si trovano sullo stesso livello di prezzo.

triple bottom
Candele Giapponesi- Figura Triple Bottom

Questa tipologia indica ad un trader che si è in presenza di un eccesso di offerta sul mercato. Questo ha portato il prezzo dell’asset al di sotto del suo livello di equilibrio e i compratori in risposta hanno iniziato a portare il prezzo verso l’altro, pensando sia conveniente entrare sul mercato. 

Dark cloud

Il Dark cloud è un pattern che indica un’inversione del trend vissuto da un asset e si può ritrovare sui grafici abbastanza facilmente quando un titolo azionario ha corso molto durante i giorni precedenti sul mercato. La formazione mostra graficamente che chi ha comprato un asset ha iniziato a prendere il profitto, nonostante vi siano ancora investitori che vogliono continuare a cavalcare il trend con una strategia di following. Si vanno a formare, quindi, due candele: una verde e una rossa. Solitamente questa formazione dà il massimo quando è studiata su un grafico di un’azione o di un indice azionario, con un time frame impostato ad una giornata. 

dark cloud candele giapponesi
Candele Giapponesi- Figura Dark Cloud

Alla fine dell’andamento rialzista si assiste alla formazione di una candela rossa che si apre con un gap rialzista rispetto alla chiusura della candela precedente. Ciononostante, questa candela giapponese inizia a ritracciare per più del 50% della lunghezza di quella verda. Questa candela rossa è la nuvola nera che mina il trend rialzista e sta ad indicare che sono iniziate le prese di profitto da parte degli investitori e il calo della spinta dei compratori. Questo comporta un’alta probabilità che inizi un trend al ribasso.

Rising Three Methods

Il Rising Three Methods è una tipologia di pattern che indica la continuazione di un trend ed è formata da tre candele in fila che hanno lo stesso colore. Queste candele presentano la stessa direzione opposta rispetto al trend principale del mercato. Se un trader si trova in presenza di un trend ribassista, allora vedrà la formazione di un rising three methods composto da tre candlesticks rialziste (come mostrato nell’immagine d’esempio sottostante. Con un trend rialzista, invece, si avranno tre candele rosse ribassiste. 

rising three methods candele giapponesi
Candele Giapponesi- rising three methods

Nel momento in cui l’andamento di un asset procede spedito al rialzo o al ribasso, chi lo segue arriverà al momento in cui andrà a fare le proprie prese di profitto. I traders che operano con una strategia di trend following potrebbero avere il timore che l’andamento non abbia abbastanza forza per continuare e smetterebbero di entrare sul mercato. Così facendo si vanno a formare le tre candele contrarie del pattern, portando il prezzo a scostarsi di poco in direzione contraria rispetto al trend principale. 

Triangolo

Ultimo pattern presente nell’elenco che è stato inserito tra i primi paragrafi della guida è il triangolo. Questa è una figura di continuazione di un trend ed è formata da molte candele. Si tratta di un pattern molto complicato da riconoscere e spesso è studiato a proprio vantaggio dai traders più esperti. Infatti, nonostante la sua difficoltà le informazioni che riesce a fornire su ciò che potrebbe avvenire sul mercato sono molto precise. 

triangolo candele giapponesi
Candele Giapponesi- Figura Triangolo

Questo pattern presenta come un trend di lunga durata che è interrotto in alcuni punti da dei picchi di inversione. Quest’ultimi presentano un’ampiezza decrescente e andando a disegnare due linee di trend che uniscono i massimi e i minimi raggiunti si otterrà l’immagine di un triangolo, da cui prende il nome questa formazione. Solitamente, le figure di continuazione a triangolo sono composte da tre picchi, ma ve ne potrebbero essere anche altri, che andrebbero ad indicare un rafforzamento del segnale di continuazione. 

Candele Giapponesi e segnali di mercato: riconoscere le figure di inversione

Durante un’analisi tecnica può capitare di frequente di far riferimento a figure di continuazione e figure di inversione di un trend. Una figura di continuazione è un pattern che suggerisce la continuazione del trend principale sul lungo periodo. Diversamente, quella ad inversione suggerisce che l’andamento potrebbe invertirsi e il grafico si muoverebbe in direzione contraria. 

Nell’elenco di 15 pattern che sono stati presentati e descritti approfonditamente nel corso dei paragrafi precedenti vi sono, nello specifico, 6 figure di inversione:

✴️Nome Figura🔥Affidabilità segnali📊Indicatori consigliati da abbinare
Shooting star⭐⭐⭐⭐RSI
Hammer⭐⭐⭐⭐⭐RSI
Testa e spalle / testa e spalle rovesciato⭐⭐⭐⭐⭐Bande di bollinger
Triplo top⭐⭐⭐⭐Media mobile
Triplo bottom⭐⭐⭐⭐Media mobile
Engulfing⭐⭐⭐Alligator
Tabella pattern di inversione con indicatori per conferma segnali di negoziazione

Ciò che accomuna queste formazioni è che si tratta di figure grafiche meno affidabili rispetto a quelle di continuazione. La motivazione principale è che la strategia di trading trend reversal è meno affidabile del trend following. Infatti, le inversioni di trend generalmente sono accompagnate da notizie o questioni relative all’analisi fondamentale. Se non vi sono eventi rilevanti tendenzialmente, un grafico tende a seguire la sua direzione principale. 

Candele Giapponesi con figure rialziste

È stato possibile leggere ed osservare nel corso della guida che alcuni pattern sono composti da una singola candela giapponese. Si tratta di formazioni sul grafico che hanno un’elevata efficacia per le proprie analisi, soprattutto quando queste sono riferite a degli studi sugli indici azionari. Le principali candele giapponesi di questa tipologia che sono state descritte sono:

  • White marubozu: candela che presenta una scatola lunga e non ha baffi;
  • Shooting star rialzista: questa candela ha una scatola molto stretta ed un massimo molto marcato che si va a formare alla fine di trend ribassista;
  • Hammer rialzista: candela giapponese dal corpo molto stretto e con un minimo basso che si forma sempre alla fine di un trend al ribasso. 

Le ultime due anticipano l’inversione di un trend, mentre il white marubozu si può formare anche in un mercato che vive già un rialzo ed indica un rafforzamento verso l’alto di quest’ultimo. Solitamente questi tipi di candela sono analizzate nei grafici con un time frame ad una giornata, ma possono essere utilizzate anche per periodi di 1H o 15M. 

candele rialziste
Candele Giapponesi- Configurazione al rialzo

Candele Giapponesi con figure ribassiste

Tra le candele giapponesi ribassiste che sono state descritte vi sono:

  • Black marubozu: candela dalla scadola molto allungata e che non presenta baffi;
  • Shooting star ribassista: questa candela ha un corpo molto stretto e un massimo particolarmente alto che si forma alla fine di un trend rialzista;
  • Hammer ribassista: candela dalla scatola stretta e che presenta un minimo lontano dal corpo che si va a formare alla fine di un trend rialzista.  
candele ribassiste Candele Giapponesi
Candele Giapponesi- Configurazione al ribasso

Per la shooting star si consiglia di fare attenzione durante il suo studio. Infatti, all’interno di un pattern molto ampio come un grafico a testa e spalle o a triangolo, è possibile che si formi una shooting star rialzista o ribassista abbastanza piccola e difficile da individuare.

Imparare il Candlesticks Trading: materiale didattico e consigli

Sempre nell’ottica di fornire delle buone basi di studio ai traders che sono alle prime armi e vogliono studiare al meglio le candele giapponesi, o anche i più esperti che vorrebbero fare un ripasso. Nei prossimi paragrafi si andrà a presentare del materiale didattico. Sono state selezionate sia fonti italiane che internazionali, in modo da offrire diverse alternative di studio valide. 

Candele Giapponesi PDF: il materiale di Trade.com

Dal punto di vista dei PDF riguardanti le candele giapponesi è difficile trovare del materiale didattico gratuito. Per chi se la sente ed è più esperto, è possibile cercare dei paper accademici sull’argomento adoperando Google Scholar o i database universitari delle facoltà di economia. 

Nonostante questo esiste una valida soluzione alternativa che permette di avere materiale didattico gratuito anche in formato PDF da parte di un broker, stiamo parlando di Trade.com che a questo indirizzo offre diverse risorse gratuite per imparare il trading con candele giapponesi e tanto altro.

Trade.com è un broker che offre molto materiale didattico
Trade.com è un broker che offre molto materiale didattico

Per coloro che sono alle prime armi si consiglia l’unico PDF effettivamente utile ai fini della pratica che è messo a disposizione in maniera gratuita sul sito Learnpriceaction.com. Si tratta di una guida valida sull’argomento candele giapponesi e che studia in maniera approfondita ogni singolo pattern e figura con diversi esempi e consigli di trading. 

Leggi anche: Trade.com opinioni e recensioni

Candele Giapponesi: Forum

Solitamente è sconsigliabile frequentare un forum di trading online perché la maggior parte delle volte le informazioni qui contenute sono state scritte da pseudo guru dell’investimento di cui non si può appurare la veridicità, in quanto sono nascosti da un nickname. Per quanto riguarda le candele giapponesi, però, il discorso cambia. Infatti, vi sono alcuni forum internazionali in lingua inglese dove molti utenti esperti trattano l’argomento in maniera approfondita:

  • TradersLaboratory.com: forum consigliato ai traders che sono interessati allo studio delle candele giapponesi e dei pattern applicati al mercato Forex e al day trading;
  • Candlestickforum.com: come dice il nome, si tratta di una community dove si discute principalmente sulle candele giapponesi e i pattern che formano sul grafico;
  • MQL5.com: questo è il forum ufficiale della piattaforma MetaTrader in cui sono presenti threads su tutti i principali argomenti riguardanti il trading e diverse sezioni che trattano l’argomento delle candele giapponesi.

Migliori libri per imparare le candele giapponesi

Per chi desidera studiare le candele giapponesi attraverso un libro cartaceo ve ne sono diversi a pagamento che sono molto validi, sia per chi è ad un livello principiante, sia per i più esperti. Questi sono:

  • Candlestick Charting for Dummies: Si tratta di un libro indicato soprattutto per chi è alle prime armi perché tratta l’argomento in maniera molto semplice ma allo stesso tempo approfondita, anche per quanto riguarda i temi più complessi;
  • Japanese candlestick charting techniques: Libro che è già stato nominato nel corso della guida. Si tratta di un volume abbastanza tecnico e adatto a chi è già ad un livello medio-alto. Scritto da Steve Nison negli anni ‘90 e diventato subito un best-seller tra gli investitori occidentali;
  • Profitable Candlestick Trading: Pinponting Market Opportunities to Maximize Profits: Questo libro è stato dato alle stampe nel 2011 ed è stato scritto dall’analista Stephen Bigalow. Nell’opera sono trattati in maniera molto chiara e completa tutti i pattern di candele giapponesi più efficaci a livello pratico per massimizzare i propri guadagni quando si studiano i grafici. 

Candele Giapponesi Opinioni: usarle conviene? 

Quali sono le opinioni sulle candele giapponesi? Diversi studi accademici e di settore hanno mostrato l’efficacia statistica delle candele giapponesi per prevedere in maniera efficace l’andamento futuro di un asset. L’opinione degli esperti di settore, quindi, è sono uno strumento fondamentale per poter condurre delle buone strategie di trading.

Ciononostante, non bisogna pensare che si tratti di strumenti infallibili. Infatti, nel mondo della finanza non vi è alcun strumento o sistema che permette di effettuare un investimento efficace al 100%. Tutto sommato, però, la validità dello studio delle candele giapponesi per i propri obiettivi di trading è effettiva quando un investitore analizza costantemente i grafici e applica costantemente l’utilizzo delle candele giapponesi, magari coadiuvando il tutto con un robot di forex trading che è stato programmato per intercettare determinate formazioni quando queste appaiono.

Andando a condurre degli studi su elevati volumi di candele e per un arco temporale molto lungo, le possibilità di rendimento aumentano perché ci si basa sull’uso delle candele invece che decidere prettamente in maniera soggettiva e facendosi influenzare dall’emozione. In ogni caso, è consigliabile fare attenzione alla presenza di falsi segnali, che possono nascere dal rilascio di una notizia importante e anche a seconda del mercato di riferimento sul quale si vuole operare. 

Considerazioni finali

È possibile affermare che sono stati trattati in maniera approfondita tutte le caratteristiche delle candele giapponesi più importanti, andando a trattare anche la loro storia e molto altro. Si possono fornire, quindi, delle considerazioni finali in merito a quest’argomento. 

Le candele giapponesi, sin dalla loro adozione da parte degli investitori occidentali durante gli anni ’90, ha cambiato profondamente l’analisi dei grafici e lo studio tecnico di un asset. La loro capacità di fornire informazioni dettagliate sui massimi, minimi, prezzi di apertura e chiusura in poco spazio le hanno rese degli strumenti fondamentali nell’arsenale a disposizione di un investitore. I pattern che vanno a formare su un grafico possono fornire ottimi spunti per elaborare strategie di investimento efficaci, sia sul breve che sul medio o lungo periodo di tempo. 

Si deve sottolineare, però, che per ottenere il massimo dal loro utilizzo è necessario dedicare molto tempo allo studio e alla pratica di quanto appreso. Per farlo senza correre rischi il modo migliore è aprire un conto demo gratuito con una piattaforma di trading autorizzata dalle autorità di vigilanza apposite e che metta a disposizione diversi strumenti tecnici per studiare i grafici degli asset su cui si desidera investire.

FAQ – Candele Giapponesi: Domande e Risposte Frequenti

Cosa sono le candele giapponesi?

Le candele giapponesi sono delle figure che vanno a rappresentare su di un grafico l’andamento dei prezzi, o altro valore, di un asset nel corso del tempo che è stato impostato. Dunque, sono essenziali per l’elaborazione di corrette Previsioni di Borsa o per Previsioni Forex.

Dove si possono utilizzare le candele giapponesi?

È possibile adoperare e studiare le candele giapponesi che si formano su un grafico utilizzando le migliori piattaforme di trading online. Queste, infatti, sono in possesso delle autorizzazioni rilasciate da enti di controllo come CONSOB e garantiscono all’utente l’impossibilità di imbattersi in un’eventuale truffa a danno dei suoi capitali.

Conviene utilizzare le candele giapponesi?

La risposta è sì. Attraverso il loro utilizzo e studio, è possibile osservare l’andamento che un asset ha intrapreso nel corso del tempo e le sue variazioni. In questo modo si potranno effettuare previsioni e strategie abbastanza accurate, così da condurre operazioni efficaci. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.