Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni MPS

Nata nel 1472 come Monte di Pietà, il Monte dei Paschi di Siena è attualmente la più antica banca ancora in attività al mondo.

Nonostante i suoi trascorsi burrascosi e i vari salvataggi statali di quest’ultimo decennio, dopo le ultimissime voci di corridoio riguardo una possibile vendita della quota statale pari al 68% dell’istituto toscano e un presunto coinvolgimento di Unicredit, il titolo è volato in borsa.

Ma ciò basterà a placare i dubbi degli investitori sul lungo andare alla fatidica domanda: Comprare azioni MPS conviene?. Che sia questo il momento giusto per farlo e con che modalità farlo?

Al momento, a seguito dei salvataggi degli anni scorsi, il maggior azionista del Gruppo Montepaschi è lo Stato italiano. Esso infatti detiene il 68,2% del capitale sociale complessivamente, con la partecipazione diretta del Ministero dell’economia e delle finanze.

L’obiettivo principale di questa guida sarà proprio rispondere a queste e altre domande riguardanti il titolo azionario MPS grazie a una tecnica analitica di vitale importanza nel settore del trading: l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale del titolo MPS.

Sarà grazie ad essi infatti se potremo rispondere non solo a queste domande, ma anche dare nuovi spunti al trader interessato, il quale potrà scegliere autonomamente se investire o meno sul più antico istituto finanziario al mondo.

Oltre a scegliere se puntare o meno sul suddetto, però, c’è bisogno anche di fare un’altra scelta riguardante le modalità d’investimento in borsa da utilizzare e tramite metodi legali e autorizzati.

Principali caratteristiche del titolo MPS:

ISINIT0005218752
Quotata in borsa dal1988
Indice di riferimentoFTSE MIB
SettoreMTA / Banche
Capitalizzazione1.5 mld €
Target Price Medio2,19 €
Come comprareAzioni DMA / CFD
Dove comprareeToro Capital.com / Trade.com
Principali caratteristiche azioni MPS

Come comprare azioni Unicredit: CFD e azioni reali DMA

Prima di analizzare nello specifico il titolo finanziario MPS e tutto ciò che ha da offrirci, dovremo prima aver ben chiaro come e con chi accedere ai mercati finanziari e quali strumenti dovremo utilizzare per trarre il massimo profitto dalla nostra avventura finanziaria.

Al momento, lo strumento finanziario che va per la maggiore è un prodotto finanziario derivato chiamato CFD (Contracts for Difference).  È grazie alla loro versatilità, e al loro avere un “prezzo” alla portata anche del più piccolo dei trader retail, se le piattaforme per trading di CFD oggi stanno spopolando.

Guida completa alle azioni MPS - analisi completa e previsioni.
Entrata della sede storica del Monte dei Paschi di Siena

Per tutti quelli invece che preferiscono optare per l’acquisto diretto di azioni si possono utilizzare le opzioni concesse dai broker DMA (Direct Market Access). Come ci suggerisce già la traduzione italiana di: “Accesso Diretto al Mercato“; grazie a questa opzione potremo operare direttamente in borsa e inviare ordini di acquisto o di vendita.

Ciò significa, di conseguenza, che diventeremo azionisti del titolo su cui abbiamo deciso di investire il nostro capitale.

Andiamo quindi a vedere nello specifico come fare e come comprare azioni MPS grazie a queste due opzioni offerteci dai suddetti broker autorizzati e le loro piattaforme di trading online.

  • Trading in CFD delle azioni Unicredit: la peculiarità di questi strumenti derivati che vanno sotto la dicitura inglese di Contracts for Difference è che ci danno la possibilità di guadagnare su un titolo senza procedere col suo acquisto diretto. In parole povere: guadagneremo grazie alle frequenti variazioni di prezzo che questo registra in borsa.

Un altro dei benefici principali collegati ai CFD è che questi ci permetterano di investire sia al rialzo che al ribasso del titolo. Nel secondo caso, si parlerà di vendita allo scoperto ed è grazie a questa opzione che andremo in positivo nonostante il titolo stia vivendo un periodo negativo.

Al momento, i CFD risultano non solo lo strumento maggiormente utilizzato sulle piattaforme di trading online, ma anche il più adatto se si sceglie comunque di assumere posizioni long.

Inoltre, non dimentichiamoci che a differenza dell’acquisto diretto tramite broker, i CFD permettono di iniziare a investire online in borsa con capitali di entrata ridottissimi. Questo ovviamente non accade se si vuole diventare un azionista di rilievo di un titolo, dove i costi di entrata sono decisamente elevati.

Sempre a proposito dei costi, i migliori broker online (compresi quelli da noi citati) NON fanno pagare commissioni per ogni operazione di trading, come invece accade per i broker tradizionali. L’unica cosa che ci sarà da pagare a operazione ultimata sarà ovviamente lo spread.

Per utilizzare tali strumenti finanziari derivati quindi non dovremo fare altro che cominciare con l’aprire un conto di trading online con un broker online certificato. Nel caso avessimo ancora dubbi però sul loro funzionamento, possiamo sempre optare con l’aprire un conto demo online gratuito.

  • Trading azioni Unicredit in DMA: se invece siete tra quelli che hanno intenzione di comprare a tutti gli effetti uno stock di azioni, i broker online mettono al nostro servizio anche la possibilità di fare trading DMA.

Come accennato in precedenza, DMA è un acronimo inglese stante per “Direct Market Access“. Grazie infatti a questa opzione fornitaci dai nostri broker online autorizzati di fiducia, potremo accedere alla borsa e investire autonomamente l’acquisto e la vendita dei titoli di nostro interesse, compreso il titolo MPS.

Ciò ci darà la possibilità di divenire a tutti gli effetti azionisti del titolo MPS, anche se non è tutto oro quel che luccica. Per avere una posizione di rilievo in quanto azionisti, si deve acquisire una percentuale elevata di azioni del titolo elevato. Se quindi pensate di voler optare a questa opzione per avere un qualche peso nel famoso istituto finanziario, sappiate che in quel caso le cifre da spendere saranno da capogiro.

Le migliori piattaforme per trading in DMA oggi sono:

In molti pongono la domanda: meglio investire in azioni MPS con i CFD o con il sistema DMA?

In risposta a questa domanda possiamo dire che molto dipende dalla propensione personale e dal capitale disponibile. L’investitore può decidere liberamente in base alle proprie esigenze, l’ammontare del capitale disponibile e l’esperienza alle spalle.

Dove comprare azioni MPS: migliori piattaforme da usare

Per sfruttare quindi al meglio il pieno potenziale di queste forme di investimento, dovremo decidere finalmente su che piattaforma di trading online immettere i nostri capitale.

In prima istanza però, prima di prendere qualsiasi decisione, dovremo assicurarci di fare la nostra scelta guardando esclusivamente alle piattaforme autorizzate e regolamentate. Questo ci permetterà di assicurarci almeno una tutela di tipo legale sia quando operiamo, sia quando depositiamo materialmente il nostro denaro.

Non vi sorprendete quindi se, una volta immesso soldi su un broker online non autorizzato, perderete immediatamente tutti i soldi investiti.

Secondo punto di vitale importanza è assicurarsi che il broker online prescelto non faccia pagare commissioni una volta eseguita un’operazione. I migliori broker online infatti, hanno puntato su una politica di zero commissioni riguardo le operazione di trading.

L’unica cosa che si dovrà quindi andare a pagare una volta scelto un broker online gratuito e autorizzato sarà lo spread. Questo non è altro che la fonte primaria di guadagno per i broker e che risulterà a dir poco ridicola in confronto alle cifre investite, ed è d’obbligo a prescindere dal tipo di broker selezionato.

Esso infatti non è altro che il divario tra il prezzo iniziale e il prezzo finale di un asset che si viene a creare durante l’apertura di una posizione.

Oltre quanto detto fino ad ora, un’altra caratteristica importante per poter fare trading online autonomamente e senza intoppi è l’assicurarsi di scegliere una piattaforma con un’interfaccia user-friendly. Questa caratteristica è particolarmente importante quando si è alle prime armi, momento cruciale in cui bisogna concentrarsi sul trade in sé per sé piuttosto che nel capire come funziona una feature ostica per i non-addetti ai lavori.

Fatte queste doverose premesse, partiamo quindi con illustrare la nostra triplette di broker online per comprare azioni MPS.

1. eToro

Partiamo col più famoso tra i tre broker online da noi selezionati, impostosi oramai tra i leader indiscussi del settore. Stiamo parlando ovviamente di eToro (clicca qui per il sito ufficiale), eToro (clicca qui per il sito ufficiale) piattaforma di trading online dai contorni social con milioni di utenti sparsi per il globo.

Va da sé che, data la sua fama e data la sua presenza in questa lista, stiamo parlando di un broker online con tutte le carte in regola per poter operare qui in Italia, e non solo. Il broker online eToro è autorizzato a operare in tutta Europa grazie alla autorizzazion CySEC (licenza 109/10).

Detto ciò, quello che veramente colpisce di eToro e che l’ha reso famoso a livello internazionale in così pochi anni (è nata meno di 15 anni fa, nel 2016) è il suo essersi orientato tutto verso il mondo dei social network.

Sì, perché eToro ha reso il suo essere una sorta di mix tra piattaforma di trading e piattaforma social il suo marchio di fabbrica, spingendo i suoi obiettivi dando sempre un occhio di riguardo a tutta una seria di feature che lo rendono particolarmente appetitoso anche per il più digiuno di finanza e investimenti in borsa.

Andando più nello specifico, stiamo parlando soprattutto di due funzioni particolarmente care a questa piattaforma e cioè:

Il social trading altro non è quindi che una vera e propria fusione e interazione tra due monti apparentemente separati, e cioè quello della borsa e quello dei social network. Grazie a questo modo nuovo e visionario di vivere il trading online infatti, ogni titolo ci risulterà come una sorta di “post“, dove potremo leggere le opinioni degli altri trader-utenti, o chiedere consiglio.

Sempre su questo filone quindi si inserisce la seconda funzione legata a questo concetto, e cioè quella del copy trading. In questo caso, sempre seguendo la falsariga dei social, avremo la possibilità di “seguire” le operazioni dei migliori trader presenti sulla piattaforma, detti Popular Investor, impostando l’opzione copy trading e fare di conseguenza trading in automatico.

Questo farà praticamente andare in “pilota automatico” la piattaforma online, la quale replicherà grazie a questa funzione ogni azione eseguita dall’utente che stiamo “copiando“, facendoci ottenere dei risultati direttamente proporzionali al nostro capitale investito basato su quanto ottenuto da questa sorta di “influencer” del trading online.

Al momento, gli strumenti finanziari maggiormente in voga sono i prodotti derivati finanziari già citati e detti CFD, ma eToro spicca anche tra i broker DMA. A conti fatti, questo si rivela tra i migliori per performance e costi ridotti in quanto intermediario per il direct market acess.

Se comunque vi sentite spaesati da questa mole di informazione e operazioni, non disperate: non solo eToro presenta una interfaccia tra le più riconoscibili, pulite e user-friendly tra quelle disponibili in questo ambiente, ma dà anche la possibilità di aprire un conto demo gratuito e senza alcun vincolo.

Guida completa: eToro opinioni e recensioni

2. Trade.com

Il secondo tra i broker online che tratteremo in questa guida è Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale). Broker online arrivato sulle scene nel 2013, si è imposto presto nel mondo del trading online grazie alla sua affidabilità e all’attenzione verso il cliente -in questo caso i suoi utenti- nel formarli come futuri trader.

Ovviamente, essendo presente in questa lista, stiamo parlando di un broker online certificato e in possesso di autorizzazioni e licenze CONSOB e CYSEC. Questo lo rende atto a svolgere e a farci svolgere il nostro lavoro di trading online senza alcun problema di tipo legale e/o amministrativo.

Impostosi soprattutto come uno dei migliori broker CFD in assoluto, con centinaia di asset CFD su cui scommettere, la sua piattaforma si presenta pulita e piacevole all’occhio, dove sarà facilissimo scoprire i trend più in voga riguardo. In caso contrario, anche questo broker online dà la possibilità di virare verso gli investimenti diretti essendo un broker DMA autorizzato.

Ma il vero punto di forza nel caso di questo broker online è la formazione gratuita. Questi ha infatti puntato tantissimo sulla formazione dei propri trader, dando la possibilità in svariati modi di imparare come fare trading grazie alla sua piattaforma.

Tra i modi di imparare a fare trading online c’è anche, tra le altre cose, la possibilità di aprire un conto demo gratuito.

Nota importante: questo broker permette di comprare azioni MPS sia in modalità DMA che in CFD.

Guida completa: Trade.com opinioni e recensioni

3. FP Markets

Ultimo, ma non ultimo, è FP Markets (clicca qui per il sito ufficiale). Questo è, non c’è neanche bisogno di dirlo oramai, un broker online autorizzato.  Ampiamente riconosciuto e apprezzato sia dagli esperti del settore che dai neofiti, ha tutte le carte in regola per operare in quanto broker online sul nostro territorio.

Nato in Australia già nel 2005, offre la possibilità di operare tramite i CFD a tutti i suoi clienti internazionali grazie a una serie di certificazioni e licenze, nel nostro caso CySEC, utilizzando le sue piattaforme di trading online – comprese le famosissime MT4 e MT5.

I suoi utenti avranno la possibilità, tra le altre cose, di accedere al mercato diretto avendo anche autorizzazioni in materia di brokeraggio DMA utilizzando la piattaforma di trading Iress, sempre di proprietà del broker. Quest’ultima spicca per un impressionante numero di asset che supera quota 10.000.

Se si è quindi interessati ad aprire un conto con questo broker online per investire sulle azioni MPS, si potrà beneficiare di questi e altri servizi, tra cui una sezione apposita interamente dedicata alla didattica gratuita.

Anche FP Markets, come i sopracitati eToro e Trade.com, permette di fare trading sia in modalità DMA che in CFD.

Guida completa: FP Markets opinioni e recensioni

Azioni MPS: Analisi completa del titolo

 Una volta scelto il broker online a cui affidarci, dovremo passare al succo del trading online: analizzare il titolo che abbiamo adocchiato, in questo caso il titolo finanziario del Monte dei Paschi di Siena.

Per fare ciò, dovremo fare affidamento su due discipline che, unite, ci daranno modo di farci un’idea su cosa stiamo investendo il nostro tempo e i nostri soldi. Stiamo parlando quindi di due tipi di analisi:

  • Analisi tecnica: un tipo di analisi che, supportata da una serie di grafici e statistiche estrapolati grazie a misuratori finanziari spesso forniti dalle stesse piattaforme di trading online, studia l’andamento futuro di un asset partendo dai suoi rendimenti passati;
  • Analisi fondamentale: un tipo di analisi che, basando su elementi di micro e macro economia, cerca di comprendere quali fattori interni o esterni all’azienda possono influenzare il titolo da essi rappresentato, individuandone di conseguenza le prospettive future.

Il consiglio di ogni esperto è quindi quello di avvalersi non di una, ma di entrambe le tipologie di analisi, in modo di avere un quadro ben chiaro e preciso di come si comporterà il titolo dal momento in cui comincerete a investirci sopra sul breve e sul lungo termine.

Palazzo Salimbeni, la sede storica del Monte dei Paschi di Siena

In entrambi i casi, sarà utile avvalersi di tutta una serie di strumenti di misurazione economica presenti su piattaforme come eToro, utilizzabili gratuitamente anche aprendo un conto demo utilizzabili gratuitamente anche aprendo un conto demo. Ciò ci permetterà di analizzare un dato titolo (non necessariamente MPS), prevederne l’andamento e sperimentare senza versare, di fatto, neanche un solo euro.

Analisi fondamentale azioni MPS

Per partire con l’analisi fondamentale sulle azioni MPS, bisogna partire inevitabilmente dalla sua illustre storia.

Non a caso a il suo motto è:

“Una storia italiana dal 1474”.

 Fondata nel 1472 come Monte di Pietà sotto il nome di Monte Pio per aiutare le classi meno abbienti tra la popolazione della città di Siena, questa è la più antica banca ancora in attività, nonché la più longeva al mondo.

Nel 1580 assunse il carattere di banca pubblica, mentre nel 1624 costituisce un secondo monte, specializzato nel credito agrario. Quest’ultimo venne rinominato “Monte non vacabile dei Paschi della città e stato di Siena”. I due monti vennero unificati nel 1783, ma passeranno altri 100 anni prima che questi assuma il nome attuale nel 1872.

Arrivati alle soglie degli anni 2000, questa andrà incontro a una seria riorganizzazione e comincerà una serie di acquisizioni di banche strategiche e ben radicate sul suolo nazionale, come l’acquisto di Banca Antonveneta (avvenuta per ben 9 miliardi di euro dal Banco Santander) e della Banca del Salento per espandersi al Sud.

Purtroppo però, anche a causa delle suddette acquisizioni comincerà una serie rovinosa di disastri finanziari per MPS, la quale costringerà lo Stato Italiano a intervenire prontamente nel 2017 utilizzando l’opzione di burdern sharing prevista dalla direttiva europea BRRD, investendo ben 5,4 miliardi di euro.

Ciò renderà lo Stato il primo azionista dell’istituto finanziario MPS, in quanto proprietario del 68% del capitale sociale.

Azioni MPS: quotazione e dati finanziari

Lo storico istituto di credito, oggi Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (MPS), possiede al momento una capitalizzazione di mercatopari a circa 1.738,94 milioni di euro. Il titolo è quotato ed è presente nella Borsa Italiana, sotto l’indice: FTSE MIB. Il suo settore di attività principale è rimasto, nei secoli, l’attività bancaria.

MPS risulta la 5° banca per numero di succursali (1030) sul suolo italiano e ha all’attivo 23.423 dipendenti (dati 2018).

MPS: principali competitors

Essendo una delle principali banche italiane, va da sé che i suoi principali competitors si trovano proprio sul nostro suolo nazionale.

Nello specifico stiamo parlando di:

  • Intesa Sanpaolo
  • Unicredit
  • Unione di Banche Italiane (UBI Banca)

In particolare, l’attenzione è puntata soprattutto sull’avanzata dell’Intesa Sanpaolo, in quanto è balzato all’onore delle cronache dopo l’acquisizione di uno dei principali competitor presenti nel Bel Paese, e cioè UBI Banca.

Per quanto riguarda Unicredit invece, è recentissimo il rumor riguardante una volontà di acquisire la fetta azionaria maggioritaria di MPS oggi in possesso dello Stato Italiano.

Azionariato MPS

Il capitale sociale del Capogruppo Banca Monte dei Paschi di Siena ammonta al momento alla somma di 10.328.618.260,14 euro, ed è suddiviso a sua volta in 1.140.290.072 azioni ordinarie.

Attualmente l’azionariato maggioritario è diviso in:

  • MEF: 68,247%
  • Assicurazioni Generali S.p.A: 4,319%
  • BMPS S.p.A.: 3,181%

Come già sottolineato in precedenza, a seguito del salvataggio del 2017 il maggiore azionario del gruppo è il MEF (il Ministero dell’Economia e della Finanza). Eppure, secondo le ultime indiscrezioni di Borsa, le cose potrebbero cambiare da qui a poco tempo con l’entrata in scena di Unicredit.

MPS: business model e piani strategici per il futuro

Il gruppo MPS è un gruppo bancario italiano attivo sia sul territorio italiano, che sulle principali piazze internazionali. Oltre all’attività bancaria tradizionale però, essa copre una varietà di servizi finanziari per conto dei suoi clienti, tra cui si annoverano:

  • il servizio di banca commerciale con vendita di prodotti e servizi bancari di tipo tradizionale, ma anche specialistici (come il credito al consumo, il leasing finanziario, etc);
  • il servizio di banca d’affari;
  • il servizio di gestione di attivi;
  • il servizio di attività assicurative.

Altro dato significativo è il suo numero di sportelli bancari diffusi su tutto il suolo italiano (.309), oltre che una serie di sportelli all’estero; e nelle sue mani si trovano al momento 81 miliardi di depositi e 142 miliardi di prestiti.

Nonostante il futuro sia ancora incerto a causa della crisi economica provocata dalla Pandemia di Covid-19 che continua a scuotere il tessuto sociale ed economico dell’intero mondo nel 2020, si vocifera di una prossima acquisizione da parte di Unicredit. Voci che stanno facendo crescere il titolo sui listini della borsa.

Analisi tecnica azioni MPS

Per quanto riguarda l’altra branca delle analisi riguardante le azioni MPS, passiamo all’analisi tecnica delle azioni MPS. Questo tipo di analisi sarà essenziale nel momento in cui decideremo di investire in MPS per capire il suo andamento futuro.

Per fornire perciò ai nostri lettori un esempio pratico di quanto stiamo dicendo, qui sotto verrà riportata un’analisi grafica del titolo MPS mediante un grafico fornito da TradingView.

analisi tecnica azioni MPS
Grafico generato gratuitamente grazie agli strumenti di analisi economica di TradingView

Al grafico è stato applicato una doppia media mobile, per seguire un tipo di strategia e di analisi tecnica tra le più in voga tra i trader online. In parole povere, sul grafico si denota due linee atte a calcolare le due medie (una lenta, l’altra veloce) con cui è possibile comprendere gli spostamenti del titolo MPS durante un preciso lasso di tempo.

Analizzando nello specifico, si denotano due segnali:

  • Di vendita: quando la media mobile veloce (linea azzurra) si interseca a quella lenta andando dall’alto verso il basso;
  • D’acquisto: quando la media mobile veloce si interseca a quella lenta dal basso verso l’alto.

Nel primo cerchio si intravede quindi uno spostamento della media mobile veloce verso l’alto, il che indica una risalita del titolo, mentre nel cerchio rosso successivo possiamo intravedere l’inizio della caduta del titolo poiché la media mobile veloce si interseca dall’alto verso il basso.

In quest’ultimo caso, è consigliabile ovviare vendere e avvalersi di uno strumento finanziario quale i CFD; prodotto finanziario derivato grazie al quale sarà possibile investire in borsa con una maggiore libertà.

Azioni MPS: grafico con quotazione in tempo reale

Per aiutarvi quindi a tenere sott’occhio questo titolo e il suo andamento borsistico, di seguito potrete trovare la quotazione in tempo reale del titolo MPS.

[GRAFICO QUOTAZIONE CON GRAFICO MPS IN TEMPO REALE]

Azioni MPS: Target Price e previsioni future

Un ulteriore strumento che ci permetterà di darci un’idea dell’andamento del titolo nel tempo ci è dato dal target price. Inoltre, proponiamo qui alcune previsioni sul titolo MPS per il 2020 e 2021, anni in cui sul titolo qualcosa potrebbe iniziare a muoversi.

Ma come usare questo dato nel migliore dei modi? Inutile dover precisare che le previsioni degli analisti in merito non sempre sono corrette. Eppure i range di prezzo di cui parliamo qui, nella maggior parte dei casi vengono rispettati almeno nelle loro linee di massima.

Target Price azioni MPS

La previsione qui effettuata riguardo il target price può variare in base alle future scelte aziendali e all’impatto che il Covid avrà non solo sul titolo MPS, ma anche sul settore bancario in generale.

2,19 TM1,50 TB3,70 TA
Target Price azioni MPS – 3 LIVELLI / target price medio, basso e alto

A monte di quanto è stato detto finora, abbiamo un quadro specifico del titolo MPS e possiamo cominciare a prevedere un dato sviluppo riguardo l’evoluzione del prestigioso istituto finanziario nato nella città di Siena, e di qui fare delle stime sul Target Price.

Nonostante il suo nome prestigioso, il titolo ha visto dei crolli importanti sul fronte finanziario che non vanno sottovalutati. Pensate: poco più che 20 anni fa, nel 1999, una singola azione MPS costava ben 9.000 euro. All’inizio del nuovo millennio, le azioni avevano già perso metà del proprio valore, arrivando a circa 5.000 euro nel 2002.

Oggi, un’azione MPS ha un prezzo intorno a 1,34 euro.

Detto ciò, questo non vuol dire che il dato sia necessariamente negativo nel nostro caso. Se infatti le voci di acquisizione di una larga fetta di stock in mano statale da parte di Unicredit si avverassero, le azioni potrebbero salire vertiginosamente di valore (valore già aumentato nel momento in cui è stato diffuso il rumor).

Questo è il dato che fa pensare che il prezzo possa arrivare anche di nuovo alle soglie di un Target Price a 3,70€.

Azioni MPS: Previsioni 2021/2022

Secondo una stima della stessa Banca MPS, questa stima un andamento in perdita fino al 2022 a causa dell’impatto macroeconomico legato al Covid-19 sui propri conti, la quale prevede di aggiornare il proprio piano industriale nel secondo trimestre.

Da quanto si legge nella relazione sui risultati semestrali in cui la banca spiega di avere aggiornato le stime interne al 2024 che, citando testualmente:

…si collocano ad un livello inferiore rispetto a quanto previsto nel piano di ristrutturazione 2017-2021 approvato dalle competenti autorità a luglio 2017.

Ciononostante, il banco senese ha tenuto a precisare che le previsioni di perdite per questo triennio vedono comunque una ratio delle patrimoniali superiori ai requisiti regolamentari, oltre a non tener conto della scissione degli NPS (vedi operazione Hydra M).

Investire in azioni MPS conviene?

Dopo tutto quello esplicato e illustrato finora, a questo punto una domanda sorge spontanea: conviene comprare azioni MPS?

Ebbene, la domanda non è di facile risposta.

Nel senso, non possiamo dare un giudizio tout court riguardo questa scelta, poiché questa è legata anche agli obiettivi principali che il trader online si prefigge.

Sicuramente gli ultimi rumor riguardo l’entrata in scena a sorpresa di Unicredit possono ribaltare la situazione e addirittura portare a una crescita improvvisa del titolo, il ché spingerebbe ad approfittare del basso costo delle azioni e provare ad inserirsi come azionista tramite un investimento diretto utilizzando i broker DMA.

Allo stesso tempo, però, dato il passato burrascoso del fu Banco di Pietà, e delle future perdite previste dallo stesso dovuta all’emergenza COVID-19, un’alternativa pratica e utile sarebbe quella di affidarsi ai CFD.

Come già illustrato in precedenza in questa stessa guida, i CFD sono degli strumenti finanziari derivati estremamente flessibili con cui è possibile investire sia al rialzo che al ribasso. Questa flessibilità risulterà estremamente utile per tutti quei trader che vogliono investire in MPS, vista la situazione incerta che il titolo sta vivendo in questo momento storico.

Comprare azioni MPS: opinioni e considerazioni finali

Da quanto detto finora quindi si evince che la situazione di MPS riflette la sua stessa storia: se da un lato abbiamo un istituto finanziario rinomato e sopravvissuto a più di mezzo millennio, dall’altro si presenta in una fase particolarmente precaria, anche se in ripresa, supportata dallo Stato ma allo stesso tempo alle prese con una crisi economico-finanziaria di portata globale.

Ragion per cui, le nostre considerazioni finali ci portano a suggerire l’utilizzo dei CFD tramite uno dei broker online autorizzati sopraelencati, a seconda dei propri personali bisogni in quanto trader (novizio o veterano che sia, non importa).

Concludiamo però ricordandovi di investire con prudenza a prescindere dalla strada che si deciderà di percorrere, evitando il fatidico “passo più lungo della gamba”. Perché ricordate: i mercati finanziari sono altamente instabili e la perdita di capitale è sempre dietro l’angolo.

Azioni MPS: domande frequenti

Comprare azioni MPS conviene?

Al momento, l’istituto finanziario prevede delle perdite per il prossimo triennio, ma la possibilità di un acquisto da parte di Unicredit potrebbe ribaltare completamente questa previsione.

Comprare azioni MPS è rischioso?

Il rischio fa sempre parte del trading online. L’importante è avvalersi esclusivamente dei servizi di un broker online certificato.

Dove posso comprare azioni MPS?

È possibile comprare azioni MPS comodamente da casa grazie al servizio di trading online offerto dai broker online certificati citati in questo articolo eToro, Trade.com e Capital.com.

Posso comprare azioni MPS senza pagare commissioni?

Nel momento in cui si sceglierà di utilizzare i CFD o trading DMA (come ad esempio su eToro), questi non imporranno alcuna commissione alle operazioni eseguite tramite le loro piattaforma. L’unica cosa che si andrà a pagare sarà come di consuetudine lo spread.

Posso comprare azioni MPS direttamente?

Assolutamente sì. I suddetti broker online sono anche broker DMA certificati. Ciò significa che grazie al servizio di Direct Market Access potrete diventare azionari a tutti gli effetti di MPS.

Qual è il target price delle azioni MPS?

Al momento, i l target price delle azioni MPS oscilla tra l’1,50 EUR e i 2,19 EUR.

Quanto costa un’azione MPS oggi?

Un’azione MPS al momento costa 1,34 EUR.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.