InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Imparare ad investire

Quello degli investimenti è un mondo vasto e in continua evoluzione. Si  tratta di un settore che sta attirando sempre più aspiranti in tutto il mondo, intenzionati a impiegare al meglio i propri capitali. Complice anche la spinta alla digitalizzazione avvenuta negli ultimi anni, si sta assistendo alla nascita di sempre nuove possibilità per imparare ad investire.

Si può affermare, quindi, che ci sono innumerevoli occasioni per veder crescere i propri risparmi, soprattutto se si deciderà di imparare ad investire online.

Sebbene crearsi una seconda entrata possa essere una prospettiva molto allettante, in molti appaiono timorosi dinanzi all’enorme quantità di informazioni da assimilare. Tuttavia, oggi il trading online riesce a semplificare e velocizzare tale processo, consentendo anche a coloro che sono privi di esperienza di districarsi tra le dinamiche complesse che si nascondono dietro i principali mercati finanziari.

A questo punto è necessario fare una precisazione: in molti si avvicinano a questo mondo sperando di ottenere degli ottimi guadagni senza, però, mettere a rischio il proprio capitale. Una situazione potenzialmente idilliaca, ma purtroppo poco praticabile. Come è possibile notare dalla tabella seguente, è davvero improbabile che un investimento redditizio sia anche sicuro.

Tipologia investimenti💰Investimenti redditizi🛡️Investimenti sicuri
Possibilità di fare risultatoElevataBassa
Rischio capitaleAltoBasso
Imparare ad investire- introduzione al Rapporto rischio/ rendimenti

Tale precisazione si rivela necessaria per introdursi correttamente nell’ambito finanziario. Avere degli obiettivi da perseguire ben chiari e costruire un piano prestabilito sulla base delle proprie risorse economiche, è il primo step per capire come imparare ad investire. Ciò evidenzia anche che, con gli strumenti ed il supporto giusto, anche coloro che non hanno mai preso parte a degli investimenti possono cimentarsi in tale attività, con lo scopo di accrescere i propri risparmi.

Imparare ad investire – Riepilogo:

💰Costo:Online l’apprendimento è gratuito
Come iniziare:Trading online demo
📖Come imparare:Attraverso un conto virtuale o Corsi formativi gratuiti online
📖Cosa serve:1) Studio di analisi tecnica/ fondamentale;   
2) Conoscenza dei mercati/ asset-class;
3) Libri e approfondimenti disponibili online.
💲Dove investireMigliori piattaforme consigliate
🤔Conviene?⭐⭐⭐⭐⭐
Imparare ad investire – Principali caratteristiche introduttive

Imparare a investire: Le basi essenziali

Una delle domande che ci si pone più spesso, da aspiranti investitori, è quando iniziare a investire. Ovviamente si tratta di un’attività che richiede studio ed esercizio, oltre a una buona capacità di valutare quanti soldi investire. Date queste premesse, sebbene possa sembrare scontato, si sottolinea che non è possibile imparare a investire da un giorno all’altro senza queste basi fondamentali.

Imparare ad investire- Guida principianti 2022
Imparare ad investire: Cosa serve e come iniziare – Guida per principianti a cura di InvestimentiFinanziari.net

Ci si deve chiedere, allora, quali siano le proprie conoscenze in materia di investimenti finanziari. Si è compreso a pieno il funzionamento dei mercati? Si conoscono i principali strumenti per poter iniziare a investire? Non molti sanno, infatti, che esistono davvero molte soluzioni per accedere ai mercati finanziari. Molti di questi sono particolarmente adatti anche per i neofiti che stanno muovendo i primi passi in questo mondo.

A prescindere dal proprio livello di base, comunque, è importante assimilare dei concetti imprescindibili per la buona riuscita dei propri investimenti. Insomma, per imparare ad investire è necessario:

  • saper riconoscere e distinguere le principali tipologie di prodotti finanziari quotate sui mercati internazionali;
  • avere consapevolezza del capitale da cui si inizia ad investire;
  • conoscere le discipline utili per studiare i mercati;
  • riuscire a costruire un piano di trading che sia allineato alle proprie abilità e/o disponibilità finanziarie.

Partendo da questa doverosa introduzione, è ora possibile iniziare a definire singolarmente i passaggi necessari per comprendere come trarre il meglio dalla propria attività finanziaria, senza preoccuparsi della scarsa esperienza acquisita fino ad ora.

Imparare ad investire in ambito finanziario

Il primo aspetto da prendere in considerazione riguarda una semplice definizione di investimento finanziario. In breve, un investimento  implica l’impiego produttivo di un certo capitale per un periodo di tempo più o meno breve. Lo scopo? Accrescerne l’ammontare. Potrebbe essere utile iniziare a orientarsi tra le diverse alternative classificando gli investimenti in base alla loro durata.

Esistono diverse categorie di investimenti, ma la prima distinzione può essere fatta tra:

  1. Investimenti finanziari a breve termine;
  2. Investimenti finanziari a lungo termine.

I primi costituiscono una categoria di investimento che richiede solitamente somme non troppo ingenti. La loro caratteristica è quella di poter generare dei guadagni anche in un periodo di tempo molto ridotto, addirittura meno di un giorno. Si tratta di operazioni definite “speculative”, attuabili attraverso strumenti derivati come i CFD (Contratti per Differenza).

Gli investimenti finanziari a lungo termine, invece, sono solitamente più dispendiosi in termini sia di capitale che di tempo necessario per poter valutare i risultati. In questo caso, si potrebbe trattare di un lasso di tempo lungo mesi, se non anche anni. Generalmente, è un’opzione che dovrebbe seguire un’attenta analisi degli scenari futuri, in modo da avere possibilità concrete di direzionare correttamente il proprio investimento. 

Non si tratta, però, dell’unica distinzione che è importante fare se si tratta di investimenti. In particolare, possono esistere investimenti con un profilo di rischio alto o basso. In quest’ultimo caso, la propensione al rischio è una variabile che differisce in base al capitale iniziale e dalle abilità possedute per gestirlo. Di conseguenza, vien da sé che investitori ancora poco abili dovranno mantenere un profilo basso e cercare di capire come gestire al meglio i propri risparmi.

Leggi anche: Come speculare in borsa

Imparare a sfruttare le oscillazioni di prezzo

Poter capire al meglio il meccanismo degli investimenti finanziari è fondamentale per poter imparare a investire consapevolmente. In linea generale, i titoli finanziari quotati (come le azioni o le criptovalute) hanno un prezzo che varia di continuo. Tale variazione dipende interamente dalla legge della domanda e dell’offerta. Secondo quest’ultimo postulato, se i titoli sono particolarmente richiesti dal mercato, il loro prezzo salirà, viceversa se la loro domanda dovesse essere bassa.

Quando si inizia a investire, in genere, si può scegliere di agire in uno dei seguenti modi:

  • Comprare un titolo per poter ottenere un introito in base al suo aumento di prezzo;
  • Vendere allo scoperto il titolo per poter guadagnare dalla diminuzione di prezzo.

Per esempio, si possono comprare azioni e guadagnare se la borsa è in rialzo o vendere allo scoperto e generare risultato quando la Borsa scende. L’acquisto di azioni, quindi, è un processo abbastanza intuitivo, anche se non a tutti è chiaro il concetto di vendita allo scoperto. Si tratta di una manovra che permette di vendere ciò che non si possiede per ottenere un guadagno grazie alla discesa del prezzo.

Con l’evoluzione tecnologica, infatti, il mondo degli investimenti online è sempre più accessibile e a portata di mano. Si tratta di un’opportunità da cogliere non solo per chi inizia a investire, ma anche per i più esperti che intendono diversificare il proprio portafoglio.

Imparare ad investire online facendo trading

Per anni si è parlato maggiormente di tipologie di investimento di stampo più tradizionale, ma la digitalizzazione ha travolto inesorabilmente anche questo settore. L’avvento di internet ha reso possibile imparare a investire in maniera più smart, senza doversi affidare a intermediari esterni e potendo controllare in ogni momento la propria situazione patrimoniale.

Così nasce il trading online, grazie al quale è possibile acquistare e vendere titoli finanziari grazie al proprio PC e a una connessione stabile. Si tratta di un’attività che permette di poter generare profitto dalla differenza esistente tra il prezzo di vendita e di acquisto di un titolo. Sicuramente, presenta un profilo di rischio più alto rispetto ad altre soluzioni, ma è molto più remunerativo. Non solo, con il trading online è possibile accedere a diversi strumenti finanziari, che si adattano sia all’esperienza che ai capitali in possesso dell’investitore.

Molti dei broker attualmente in attività, inoltre, offrono una serie di servizi rivolti proprio a chi ha intenzione di imparare a investire. Un esempio è il conto dimostrativo gratuito di eToro, che permette di mettere alla prova le proprie conoscenze senza rischiare il capitale accumulato. Come? Attraverso la possibilità di fronteggiare le reali dinamiche di mercato, utilizzando esclusivamente denaro virtuale.

Si tratta di uno strumento fondamentale non solo per i neofiti, ma anche per professionisti che intendono mettere alla prova delle nuove strategie. Si parla solo di uno dei molti servizi ormai attivi a favore dei traders in tutto il mondo. Per queste ragioni, il mondo del trading online si rivela essere una vera risorsa per imparare a investire in modo efficace e consapevole.

Piattaforme consigliate per imparare ad investire

Se è vero che l’ambito del trading online è davvero vasto e offre infinite opportunità, altrettanto vero è che è vitale scegliere la piattaforma più adatta. Pertanto, la tabella qui inserita mostra un’accurata ed esclusiva selezione delle migliori piattaforme trading consigliate per imparare ad investire:

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Si tratta di broker autorizzati da appositi enti di controllo come CySEC e CONSOB, i quali propongono una molteplicità di funzioni e tools con cui imparare le basi del trading online. Inoltre, ciascuna piattaforma qui menzionata, presenta dei vantaggi legati alle commissioni di trading: appaiono competitive e accessibili, cioè adatte anche ad investitori che stanno muovendo i primi passi nel settore con dei capitali ridotti. Intanto, è possibile descrivere brevemente le caratteristiche delle piattaforme migliori tra cui scegliere come imparare ad investire:

eToro è uno dei broker più utilizzati e apprezzati dagli investitori di tutto il mondo. Tale fama è dovuta non solo alla sua affidabilità, ma anche alla varietà di strumenti finanziari messi a disposizione dei propri clienti. Sono sempre di più, infatti, coloro che ogni giorno scelgono questa piattaforma per poter mettere in campo le proprie strategie finanziarie e raggiungere i propri obiettivi di guadagno. Tra le molteplici possibilità offerte da eToro, sicuramente il servizio di CopyTrading si rivela essere particolarmente utile, soprattutto se si sta imparando a investire. 

Imparare ad investire con eToro
eToro: il broker consigliato per imparare ad investire

Attraverso questo servizio, infatti, un investitore potrà letteralmente copiare le azioni di un altro trader professionista. Si tratta di un processo che potrà ovviamente essere interrotto in qualunque momento, ma che fornisce un vantaggio non indifferente per i neofiti alle prime armi. Inoltre, aprendo un conto demo illimitato e gratuito su eToro, si potrà testare il funzionamento della piattaforma senza esporsi a rischi.

Anche Trade.com è un’ottima piattaforma per chi sta muovendo i primi passi nel mondo del trading online, in quanto propone un’interfacciai intuitiva e user friendly.

Trade.com è un broker focalizzato sulla formazione degli utenti

Il broker Trade.com offre ai propri clienti una serie di contenuti formativi gratuiti se si vuole imparare a investire. È lo stesso broker, quindi, a preoccuparsi in prima battuta della corretta formazione dei suoi investitori, fornendo dei corsi adatti anche a principianti.

Si potrà trovare, ad esempio, un corso CFD appositamente realizzato per chi si sta appena avvicinando al mondo del trading online. Senza considerare gli altri centinaia strumenti di auto-formazione fondamentali per poter avviare percorso di successo nel mondo degli investimenti. Si consiglia di raggiungere questo indirizzo per scoprire l’intera proposta formativa Trade.com.

A concludere questo elenco Capital.com, un altro dei migliori broker ai quali affidarsi per imparare a investire. È particolarmente indicato anche per neofiti che si stanno appena approcciando al mondo degli investimenti finanziari. Questo grazie al fatto che la piattaforma è molto semplice da utilizzare, rendendo le azioni di trading molto più veloci e intuitive.

Capital.com: demo gratis e intelligenza artificiale a disposizione degli utenti

La tecnologia utilizzata si basa sull’intelligenza artificiale che è in grado di fornire una marcia all’esperienza di investimento. Come? Analizzando le operazioni compiute e aiutando a optare per decisioni più vantaggiose per i propri interessi. Una soluzione davvero efficiente e utile per chi vuole imparare a investire.

Se si considerano, inoltre, le commissioni praticamente nulle e i migliori tassi di spread garantiti sul mercato, sembrerebbe trattarsi di un’alternativa da tenere in seria considerazione. Si conclude ricordando che anche tale broker propone un conto dimostrativo virtuale gratuito da cui iniziare, in modo da far pratica prima di introdursi in investimenti veri e propri.

Imparare a investire sui vari mercati e asset class

Arrivati a questo punto della guida è fondamentale capire quali possano essere i metodi di investimento più comuni. Se si sta iniziando a investire, in particolare, si sarà interessati agli strumenti migliori per una persona non esperta, con un budget magari non molto elevato e possibilmente semplici da utilizzare.

I mercati finanziari sono, infatti, in costante evoluzione e contemplano ormai un ampio ventaglio di soluzioni. Conoscerle tutte è davvero importante per poter impostare al meglio il proprio portafoglio di investimento. Una delle regole fondamentali da tenere a mente, infatti, è proprio quella di diversificare i propri investimenti. Per questo motivo di seguito si troveranno i principali metodi di investimento finanziario, unitamente alle rispettive caratteristiche.

Strumenti d’investimento classici

É necessario introdursi gradualmente nell’ambito degli investimenti finanziari, al fine di possedere informazioni chiare e precise da cui decidere come e dove investire.

Per questa ragione, è bene iniziare proponendo quelli che sono gli strumenti di investimento classici, ovvero degli evergreen che, da sempre, accompagnano numerose categorie di investitori. Naturalmente, conoscere le peculiarità dei singoli strumenti finanziari consente di giocare d’anticipo, selezionando esclusivamente quelli che sembrano allinearsi con i propri scopi finanziari.

Imparare ad investire in azioni

Un’azione è un titolo che rappresenta una quota del capitale di un’azienda. Quando si acquista un’azione, si diventa soci della suddetta, acquisendo anche diritto di voto e di partecipare alla distribuzione dei dividendi. La misura del profitto, in genere, dipende proporzionalmente dal numero di azioni possedute. Ovviamente non esiste una sola tipologia di azione che è possibile acquistare. Ognuna di esse, infatti, ha diverse caratteristiche. 

Una cosa importante da sapere, però, è che non tutte le società distribuiscono i dividendi ai propri azionisti. Come poter guadagnare, in questo caso? Sfruttando l’aumento del valore delle proprie azioni, vendendole al momento opportuno a un altro investitore. Ciò è possibile grazie al fatto che i titoli azionari seguono le leggi di mercato, guidate dalla domanda e dall’offerta. Se un’azienda è forte e rinomata, le sue azioni avranno un’alta domanda, che provoca un aumento del prezzo delle sue azioni. Se, viceversa, una società è più debole e l’offerta di titoli supera l’effettiva domanda di mercato, il prezzo tenderà a scendere.

Quindi, laddove la società non dovesse ricevere dividendi, l’unica azione possibile per ottenere dei profitti è quella di speculare sulla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita. Di seguito, una tabella riassuntiva sulle diverse tipologie di azioni che è possibile acquistare.

🏛️Tipologia azione🔃Dividendi🗳️Diritto di voto📈Volatilità
Azioni ordinarieDiscrezionaliSì, in assemblee ordinarie e straordinarieAlta
Azioni di risparmioNoMedio/bassa
Azioni privilegiateSolo in assemblee straordinarieBassa
Imparare ad investire: Le differenti tipologie di azioni

Imparare ad investire in fondi comuni

I fondi comuni di investimento sono titoli che usano le quote di fondi di investimento. Si tratta di strumenti finanziari che raccolgono i soldi degli investitori, che ne affidano la completa gestione a società di controllo del risparmio. Queste società hanno una personalità giuridica ben distinta da quella del fondo comune, come anche un capitale proprio. In sostanza, investendo in un fondo, si entra a far parte di una comunità di persone che hanno riunito i propri risparmi, consegnati a un investitore esperto che li gestirà di conseguenza. 

🟢PRO🔴CONTRO
Gestione professionale capitaleBassi profitti
Protezione dal tasso d’inflazioneAlti costi di gestione
Elevato capitale iniziale
Fondi Comuni di investimento: Pro e Contro

Questo gestore utilizzerà il denaro depositato per acquistare azioni e obbligazioni, costituendo poi un vero e proprio fondo comune di investimento. Gli utili, in seguito, verranno distribuiti in base alla propria quota di partecipazione. Esistono davvero diverse tipologie di fondo nel mercato. Partendo da quelli che investono su panieri di titoli, altri che replicano degli indici particolari, fondi a gestione passiva, attiva e così via. Di solito questi fondi vengono a loro volta agganciati a dei piani di accantonamento, sottoscritti da chi non ha tempo per poter imparare a investire in autonomia.

Di seguito, un’utile tabella riassuntiva circa i pro e i contro di destinare il proprio capitale a dei fondi di investimento.

Imparare ad investire in obbligazioni

Le obbligazioni costituiscono un vero e proprio titolo di debito emesso da un’azienda, che fornisce a chi lo acquista la garanzia di restituzione della quota investita, oltre a una quota di interessi periodica. Anche in questo caso, esistono diverse tipologie di obbligazioni, con diverse caratteristiche contrattuali.

Investendo in obbligazioni si sta sostanzialmente finanziando un’azienda, che nei confronti dell’obbligazionista avrà un debito. Tale debito deve essere rimborsato in una data ben precisa, stabilita in fase contrattuale insieme all’ammontare dell’interesse da elargire.

Pro e Contro delle obbligazioni:

🟢PRO🔴CONTRO
Flusso di cassa in entrataTassi di interesse bassi
Basso rischio di perditaDiscesa dei tassi abbassa la quota
Imprevedibilità delle revenue
Obbligazioni: Pro e Contro

In linea generale, più la società che emette le obbligazioni è rischiosa, più il tasso di interesse sarà elevato. Al contrario, a fronte di un’azienda particolarmente solida, gli interessi percepiti saranno inferiori. Anche i titoli di stato sono delle obbligazioni a tutti gli effetti. I più famosi sono sicuramente i BOT o BTP italiani, i Bond americani o i Bund tedeschi. Il termine stesso “obbligazione” racchiude la natura stessa del contratto che si viene a creare tra società e investitori. La prima sarà obbligata a restituire il capitale, più eventuali interessi, nelle date prestabilite.

In questo caso, dunque, si tratta di un investimento con un guadagno e una data fissi. Da queste informazioni potrebbe sembrare che le obbligazioni siano un titolo che non comporta praticamente rischi. Questo, però, non è esatto. Le società, infatti, possono fallire e non riuscire a tenere fede agli impegni presi con i propri investitori.

Stesso discorso vale per gli Stati, come nel caso della bancarotta dell’Argentina risalente a non molto tempo fa. Escludendo questi fattori, si tratta di titoli che vantano sicuramente rischi più contenuti di altri. Ciò si traduce, però, anche in possibilità di profitto abbastanza basse.

Strumenti d’investimento speculativi

Le categorie di investimento analizzate in precedenza, implicano l’acquisto vero e proprio di un titolo, da conservare fino al momento in cui si genereranno dei veri e propri profitti. Tuttavia, è necessario precisar che grazie a broker sicuri come eToro, è possibile speculare anche sui migliori titoli azionari, decidendo di attuare investimenti attraverso i CFD.

Quelli che si analizzeranno di seguito, invece, sono degli strumenti che non prevedono l’acquisto in senso stretto. In questo caso, si tratta di operazioni con fini speculativi, per poter guadagnare non solo in caso di rialzo di un prezzo di un titolo, ma anche di un ribasso. Si tratta, in sostanza, dei cosiddetti “strumenti derivati”. Nonostante questi possano non avere una buona nomea, a causa dei rischi che comportano, è davvero importante approfondirne la conoscenza. In questo modo si capirà presto che si tratta di strumenti davvero validi se utilizzati con criterio, al contrario di quel che si possa pensare. 

Leggi anche: CFD cosa sono

Imparare ad investire in Criptovalute

Comprare criptovalute è una scelta che sembra interessare sempre più investitori, soprattutto quelli che preferiscono attuare operazioni speculative sul breve termine.

Tali asset sono particolarmente noti per gli estremi livelli di volatilità giornaliera ai quali sono soggetti, rivelandosi tra i più adatti per fare trading online CFD. Inoltre, presentano un’elevata liquidità, la quale li rende semplici da piazzare sul mercato.

L’asset-class delle criptovalute si è evoluta nel corso del tempo, andando ben oltre gli storici Bitcoin. Per quanto sia innegabile che si tratti di operazioni da valutare con attenzione, poiché rischiose per investitori poco esperti, scegliendo le più promettenti, si otterranno dei ritorni soddisfacenti.

Pro e contro delle criptovalute:

🟢PRO🔴CONTRO
Ottimo potenziale di profittoAltissima volatilità
Ottime per diversificareAlto rischio di perdita
Incredibili prospettive di lungo termineMercato molto imprevedibile
Criptovalute: Pro e Contro

Per direzionare correttamente i propri investimenti in criptovalute, si suggerisce di concentrarsi sullo studio quotidiano del mercato. Monitorando le performance delle valute digitali scelte e concentrandosi sulle ultime notizie, sarà più semplice capire come investire. Inoltre, si ricorda che per speculazioni di breve termine, seguire l’hype degli investitori potrebbe essere una tattica utile: tale discorso, invece, è fortemente sconsigliato per operazioni di medio/lungo termine.

In quest’ultimo caso, infatti, è bene effettuare un’analisi finanziaria approfondita, al fine di valutare l’interesse e la portata che il progetto relativo ad una crypto assumerà sul mercato: si tratta di un indicatore utile per individuare i margini di crescita di una valuta digitale.

Imparare a investire sul Forex

Il termine Forex sta per Foreign Exchange Market ed è il mercato più conosciuto e vasto al mondo: quello valutario. Non si tratta, quindi, di un titolo o di uno strumento di investimento, ma di un mercato all’interno del quale utilizzare i diversi strumenti finanziari. In questo mercato si scambiano esclusivamente coppie di valute.

Queste ultime non possono, infatti, essere scambiate singolarmente. La transazione avviene in base al controvalore di una valuta con un’altra. In questo caso gli investitori effettuano delle speculazioni basandosi sul fatto che questo cambio tra le due valute vada ad aumentare o diminuire.

🟢PRO🔴CONTRO
Molti asset disponibiliAlta volatilità
Ottime possibilità di negoziazioneMaggiori rischi
Perfetto per il day tradingNecessita di studio
Pro e contro di imparare a investire sul Forex

Il Forex offre opportunità di profitto davvero molto interessanti, ma ovviamente altrettanti sono i rischi nei quali si può incorrere. Per questa ragione, per potervi operare è necessario avere una buona conoscenza, oltre a una certa esperienza nel mondo degli investimenti finanziari per poter effettuare operazioni di successo. Si tratta di obiettivi che richiedono sicuramente mesi, se non anni, di studio intenso e prove sul campo. Per questa ragione, si dovrebbe diffidare di chiunque prometta guadagni facili e senza sforzo, in quanto si tratterebbe sicuramente di truffe e di una perdita certa di capitali.

Leggi anche: Migliori broker forex

Dove Imparare ad investire: guida passo dopo passo

Considerando il crescente numero di coloro che sono interessati ad imparare ad investire, attualmente sono disponibili molteplici strumenti e risorse di cui usufruire per introdursi in questo settore.  Si tratta, in verità, di occasioni di apprendimento interessanti e concretamente utili, le quali sembrano non sfuggire nemmeno all’interesse di investitori  già esperti, il cui obiettivo è capire come avanzare di livello ed affinare le proprie strategie di trading online.

Di seguito, saranno analizzati due degli strumenti principali consigliati per imparare a investire:

📗Modalità di apprendimento🔥Accessibilità💰Costo⌚Tempistiche🔝Migliore risorsa per imparare
Libri sul tradingMediaGratis/10-25€1 mese di letturaStefano Fanton – Professione trader
Materiali didattici GratisAltaGratuiti2/3 mesi per apprendere le basiTrading Academy eToro
Trading online demoAlta100% Gratis3 mesi di pratica minimoConto demo di Capital.com
Corsi formativiAltaGratis e a pagamento1/6 mesiCoaching Live di Trade.com
Tabella migliori metodi per imparare a investire

Bisogna chiarire che una soluzione non esclude l’altra. Anzi, in un contesto come il trading online, si rivela essenziale avvalersi delle risorse migliori di cui si dispone per studiare, mettersi alla prova e far pratica senza correre rischi. 

I migliori libri per imparare a investire

Se si sta pensando di imparare a investire studiando dei libri appositi, probabilmente si potrebbe rimanere abbastanza delusi. Purtroppo, infatti, moltissimi dei testi attualmente in commercio sono molto teorici, con scarsissimi esempi pratici. Questo porta solo a creare confusione, aumentando notevolmente la quantità di nozioni acquisite, senza però sapere come agire.

libri di trading per imparare ad investire
Imparare ad investire con i libri sul trading online

Tuttavia, si consiglia di ricorrere all’elenco qui presente per scegliere i migliori libri di trading online se si ha intenzione di imparare ad investire:

  • Manuale dell’investitore consapevole;
  • Analisi tecnica dei mercati finanziari;
  • L’arte di investire;
  • L’investitore intelligente

Naturalmente, gli esperti consigliano di selezionare i libri in base agli argomenti verso i quali si nutre maggiore interesse, senza escludere l’importanza di conoscere il lessico di base del trading online e tutto ciò che riguarda le nozioni indispensabili per comprendere cosa significa investire.

Risorse online per imparare a investire

Se i manuali attualmente in commercio risultano non essere abbastanza esaustivi, il web è invece una fonte illimitata di risorse, gratuite o meno. Si possono trovare ottimi corsi, lezioni o anche testimonianze di investitori più esperti, davvero utili se si vuole imparare a investire.

Ma non solo: online sono presenti anche numerosissimi ebook ricchi di nozioni e tips pratiche che potrebbero essere un grande aiuto nello studio dei mercati finanziari. Alcuni di questi sono offerti anche dagli stessi broker, che mettono a disposizione delle vere e proprie academy per poter guidare i propri investitori.

Tra queste, si suggerisce la Trading Academy di eToro (da esplorare sul sito ufficiale): una sezione completamente gratuita messa a disposizione degli utenti. Accedendo all’Academy eToro, si potranno imparare le nozioni basilari per capire come diventare un trader, approfondendo quelli che sono i mercati e/o gli asset verso i quali si è orientati ad investire.

In sintesi, si potranno seguire dei corsi completi per principianti, da affiancare con un semplice conto demo gratuito eToro. In questo modo, sarà possibile mettere in pratica la teoria studiata, ma senza esporre a rischi il proprio capitale.

Imparare con la pratica su un conto dimostrativo

Abbiamo già accennato a questo utilissimo servizio offerto da alcuni broker nel mercato, ovvero la possibilità di fare trading in modalità demo. Come? Aprendo un conto demo con uno degli operatori che prevede questa opzione. Una volta inseriti tutti i propri dati e aver attivato l’account, non rimarrà altro che iniziare a mettere in pratica quanto appreso a livello teorico. Attraverso un conto demo si potranno fronteggiare le vere e proprie dinamiche di mercato, utilizzando solo del denaro virtuale.

Per aprire un conto demo gratuito con le migliori piattaforme di trading, sarà sufficiente dare un’occhiata alla tabella sottostante:

⭐PIATTAFORMA🎮CONTO DEMO💰DEPOSITO MINIMO
eToroAPRI QUI GRATIS$50 
Trade.comAPRI QUI GRATIS$100
Capital.comAPRI QUI GRATIS$20
Imparare ad investire con il trading online demo

In questo modo non si dovrà aver paura di sbagliare o rischiare, non mettendo in pericolo il proprio capitale. Si tratta di un servizio molto utile non solo per chi vuole imparare a investire, ma anche per i trader professionisti. In questo modo si potranno testare sempre nuove strategie di investimento, senza incorrere in alcun rischio.

Imparare ad investire attraverso un corso

Online sono disponibili diversi corsi per imparare ad investire. In particolare per approfondire questo argomento, consigliamo la lettura di 2 nostre risorse:

In questi contenuti è presente una panoramica completa delle possibilità di apprendimento per i novelli imprenditori. Nel primo abbiamo in generale le possibilità di corsi relativi al trading online, mentre il secondo contenuto è focalizzato sul mercato Forex, uno dei più gettonati e importanti al mondo.

Imparare come si crea un portafoglio investimenti

Quando si inizia a investire si verrà a conoscenza di molte dinamiche, comprese quelle riguardanti il cosiddetto “portafoglio di investimenti” . Ma di cosa si tratta nel dettaglio? Un portafoglio di investimento è un insieme di attività finanziarie che, combinate opportunamente, portano al raggiungimento di un certo obiettivo finanziario. Si tratta dell’insieme di titoli, investimenti e strategie che si vogliono mettere in campo.

Per poter raggiungere il proprio obiettivo di guadagno, però, è davvero importante saperlo costruire adeguatamente. Per capire come poterlo fare, si può andare avanti con la lettura.

Strategia di diversificazione del wallet

Per poter realizzare un portafoglio equilibrato, ma profittevole, si deve far ricorso alla strategia di diversificazione. Si tratta della migliore strada per poter scegliere al meglio quali titoli e investimenti inserire nel proprio wallet. È importante fare attenzione a unire strumenti con caratteristiche diverse, così da poter andare a diminuire il rischio complessivo che si corre.

Costruendo un portafoglio troppo omogeneo, infatti, si creerebbe uno squilibrio, portando a un’elevata possibilità di perdere il capitale investito. Una possibilità decisamente poco piacevole ed evitabile. Se non si è convinti di quanto detto, si sottolinea che quanto appena esposto altro non è che uno dei principi base della finanza aziendale.

Anche statisticamente, è stato più volte dimostrato che i rischi di un portafoglio diversificato sono ben inferiori rispetto a quelli di un portafoglio omogeneo. Considerando, ad esempio, le obbligazioni come degli strumenti più sicuri rispetto ad altri titoli, e le azioni come quelli più rischiosi, si possono elaborare diverse configurazioni di wallet equilibrati.

Si possono scegliere delle impostazioni più aggressive o meno, a seconda della propria propensione al rischio. Nel primo caso si avrà una leggera preponderanza per l’investimento in azioni, viceversa se si propende per un approccio più conservativo. Si sta parlando, ovviamente, di linee guida generali all’interno delle quali è possibile creare diverse configurazioni di portafoglio. Quest’ultimo dovrà essere, quindi, sì equilibrato, ma anche elaborato sulla base degli obiettivi da raggiungere e sulla propensione al rischio dell’investitore scelto.

Imparare a investire con pochi soldi

Arrivati a questo punto della guida dovrebbe essere ormai chiaro che il mondo degli investimenti finanziari sia pienamente accessibile a chiunque. Non è necessario, dunque, essere in possesso di grandi somme di denaro per imparare a investire. Grazie alle numerose piattaforme di trading online in attività, si può mettere a frutto il proprio capitale in fretta e, spesso, senza commissioni.

Esistono certamente alcune piattaforme note che richiedono investimenti minimi e applicano elevate commissioni. Per questa ragione, però, si è proposto una lista dei migliori broker attualmente attivi nel mercato. Si tratta delle alternative più equilibrate e, soprattutto, affidabili, per poter attuare i propri investimenti al meglio.

3 Step pratici per i principianti degli investimenti

La guida fino a questo momento dovrebbe aver risposto alla maggior parte dei dubbi comunemente diffusi tra chi vuole imparare a investire. Di seguito, però, sembra utile riportare alcuni consigli generalmente utili per approcciarsi a questo settore:

1 – Investire nella propria formazione 

Potrebbe sembrare scontato, ma investire nella propria formazione è cruciale se si intende imparare a investire. Si è già accennato a diverse risorse che è possibile sfruttare per implementare più possibile le proprie conoscenze. Video, corsi, guide, ebook o risorse messe a disposizione dalle diverse piattaforme di trading attualmente presenti nel mercato.

Fondamentale sarà sempre e comunque avere una buona base dalla quale partire e iniziare a mettersi alla prova quanto prima. Con questo si intende incoraggiare a sfruttare tutte le opportunità messe a disposizione dal web. Oltre a una formazione perlopiù gratuita, dunque, si potrà maturare un’esperienza significativa sfruttando i conti demo, come quello di eToro, del quale si è parlato molto in precedenza. In questo modo imparare a investire non sembrerà più così difficile come potrebbe sembrare.

2 – Approfondire l’analisi tecnica

Per imparare a investire e acquistare i migliori titoli finanziari è fondamentale compiere una serie di analisi. Tra queste, una delle più importanti è l’analisi tecnica. Si tratta, in breve, dello studio dell’andamento dei prezzi di un certo titolo nel corso del tempo. Questa analisi è molto importante se si vuole imparare a investire, perché aiuta a intravedere se si manifestano dei segnali utili per poter comprendere il trend futuro del titolo.

Per poterla eseguire al meglio, si ricorre a strumenti statistici, oltre che grafici. Si tratta di tool indispensabili per avere un quadro completo della situazione in essere e della sua evoluzione. Per questa ragione, ogni analisi tecnica implica l’ausilio di un grafico che vada a evidenziare il trend del prezzo del titolo finanziario. A tal fine, vengono spesso utilizzati anche degli indicatori di trading che possano aiutare la lettura e l’interpretazione dei dati.

3 – Acquistare sfruttando l’analisi fondamentale

L’analisi fondamentale è lo step durante il quale si acquisiscono tutta una serie di notizie di mercato utili a far comprendere la situazione aziendale. Si tratta di una fase nella quale si vanno a sviscerare, in sostanza, molti degli aspetti cruciali da conoscere se si intende investire in una certa azienda.

Questa analisi viene svolta per poter conoscere il valore potenziale della società, così da capire se acquistare dei suoi titoli possa essere conveniente o meno. Verranno ora riportati gli ambiti ai quali è importante fare particolare attenzione:

  • Azionariato, cioè tutti gli investitori che hanno acquistato una quota dell’azienda in oggetto. Diverse persone giuridiche possono farlo, per questo si va a distinguere gli azionari retail e quelli istituzionali;
  • I dati societari, comunicati dalla stessa azienda tramite dei report periodici, nei documenti ufficiali e anche negli storici finanziari;
  • Il business model, ovvero il modello di business che la società sta perseguendo. Si tratta di investimenti, nuove aree strategiche e tutte le azioni che possano coinvolgere l’ambito produttivo della società.

Imparare ad investire significa anche riuscire a sfruttare, a proprio vantaggio, notizie e avvenimenti legati ai mercati finanziari. Difatti, investire sfruttando le news di mercato è un asso nella manica che, sempre più traders, riescono a sfoderare grazie a strumenti innovativi quali il calendario economico.

Imparare ad investire conviene? Opinioni

Per moltissimi anni buona parte degli investitori ha preferito impiegare i propri capitali nel classico “mattone” o, in alternativa, nel risparmio gestito da terze parti. Oggi, però, è sempre più lampante il fatto che affidarsi a banche o altri intermediari finanziari non sia la scelta più efficiente da fare.

Spesso, infatti, i costi associati ai servizi da loro offerti sono molto alti, al punto da andare a intaccare i profitti ottenibili dagli investitori. Oltre a questo aspetto, c’è da considerare che sempre più spesso questi soggetti esterni non agiscono sempre nell’interesse dei propri clienti. Non di rado, infatti, i capitali vengono investiti in modo tale da andare a vantaggio degli stessi intermediari.

Allo stesso tempo, investire online è diventato sempre più accessibile, con accesso a molteplici risorse formative e con commissioni nettamente inferiori rispetto a quelle del risparmio gestito. Oltretutto, si potranno gestire in piena autonomia i propri capitali, con la sicurezza di stare perseguendo i propri interessi.

Ovviamente, nel mondo degli investimenti online, si deve agire con la massima cautela. Ciò per evitare di cadere in sgradevoli situazioni, come delle truffe o situazioni potenzialmente rischiose.

Potrebbe interessarti anche: Trading Online Opinioni

Considerazioni finali

Arrivati alla conclusione di questa guida, dovrebbe essere chiaro che imparare a investire non è così difficile come si potrebbe pensare. Con l’avvento di Internet molte delle barriere all’ingresso nel settore possono essere facilmente superate.

La formazione è praticamente illimitata e aperta a tutti, anche ai neofiti che si stanno appena approcciando al concetto di investimento. Si deve tenere in considerazione, però, che investire è un’attività che richiede un impegno a tutti gli effetti.

Il tempo e le risorse da impiegare non sono indifferenti, soprattutto se si intende raggiungere degli obiettivi di guadagno ambiziosi. Per queste ragioni, per poter agevolare il percorso di un aspirante investitore, è stata fornita una lista dei migliori broker da valutare, come anche delle indicazioni su come muoversi tra le varie risorse disponibili.

Per poter avviare il proprio percorso con successo e imparare a investire, è fondamentale la pratica. In tal senso aprire un conto demo su eToro potrebbe essere la soluzione migliore, per poter mettere subito in pratica quanto appreso. Il tutto confrontandosi con le vere dinamiche di mercato e utilizzando esclusivamente denaro virtuale.

FAQ – Imparare a investire: Domande e Risposte Frequenti

In cosa è possibile investire?

Si possono effettuare degli investimenti più tradizionali, in obbligazioni o fondi di investimento, o sfruttare il trading online. In questo modo si potrà avere accesso a più mercati finanziari, oltre che a una moltitudine di titoli tale da poter costruire un wallet ad hoc in base ai propri obiettivi di investimento.

Imparare a investire da soli conviene?

Al contrario di quanto si possa pensare, imparare a investire da soli conviene, soprattutto seguendo un buon corso trading online. Questo perché si andrebbero a evitare eventuali costi derivanti da una gestione esterna del capitale. Ma non solo, investendo in autonomia si può tenere maggiormente sotto controllo il proprio capitale e modificare le proprie azioni di investimento in qualunque momento.

Come imparare ad investire?

Per imparare ad investire si suggerisce di curare la propria formazione e di avvalersi degli strumenti disponibili per imparare a fare trading. Gradualmente, si scoprirà il funzionamento e le caratteristiche principali dei singoli strumenti finanziari verso cui dirigere il proprio interesse.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.