Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Speculare in borsa

Speculare in borsa significa acquistare titoli finanziari allo scopo di rivenderli per ottenere un profitto. Questa guida non potrà che occuparsi di una questione sulla quale, complici i giornali e i media sensazionalistici, pende molta confusione, informazioni poco veritiere e per certi versi contraddittorie.

Il sottinteso infatti, soprattutto quando a parlarne sono politici e giornalisti che poco capiscono di mercati, è che la speculazione in borsa sia sostanzialmente diversa dall’investimento in borsa e che sia moralmente abietta, o comunque pericolosa per mercati e società.

In realtà speculazione non ha il significato, almeno limitatamente alle borse, negativo che avrebbe nella lingua italiana generale e proprio di questo dovremo necessariamente occuparci nel corso della nostra guida di oggi.

Una guida che non è di carattere politico, ma squisitamente di carattere tecnico, perché quando ci occupiamo di mercati non abbiamo da difendere la borsa contro chi non ne capisce nulla.

Dobbiamo necessariamente limitarci a spiegare ai nostri lettori cosa voglia dire speculare in borsa e perché è la stessa medesima attività dell’investire in borsa.

Cosa significa “speculare

Speculare vuol dire compiere operazioni di carattere commerciale, cercando di sfruttare condizioni favorevoli. Questa è la definizione che si può trovare praticamente in qualunque tipo di dizionario della lingua italiana e non sembrerebbe incorporare quel significato negativo che invece troviamo purtroppo nel discorso pubblico e soprattutto nella discussione politica.

Negli anni il termine ha appunto incorporato anche un significato parallelo e soprattutto negativo, dove alla speculazione corrisponde un’attività dove – lecitamente o meno – si sfruttano altri per ottenere profitti personali.

Nel corso della guida che segue saremo in grado di capire come e quando si è arrivati a questa definizione, che rapporto ha con gli investimenti in borsa e perché appunto non dovremmo curarcene. Non perché non abbiamo limiti di carattere etico o morale, ma perché appunto la differenza tra speculazione e investimento in realtà non esiste.

Speculare in borsa significato

Speculare in borsa significa comprare e vendere titoli finanziari, tipicamente azioni, allo scopo di guadagnare. Come dovrebbe apparire chiaro a chiunque si sia mai avvicinato alle borse, questa definizione calza perfettamente anche quando parliamo di investimenti in borsa.

Il grande inganno, se così vogliamo chiamarlo, è tutto qui: esiste una narrativa, della quale abbiamo già parlato, che separa investimenti e speculazione su gradi che non sono sempre chiari.

Speculare in borsa guida
Speculare in borsa oggi è accessibile a tutti: capiamo insieme come e perché

Proviamo ad elencarne qualcuno per cercare di comprendere come ci si possa muovere all’interno di questa categoria:

  • Speculare in borsa come investimento a breve termine

Per motivi a noi oscuri, spesso con speculazione in borsa si intendono gli investimenti a brevissimo termine, quelli che vogliono sfruttare una situazione che si è presentata sul breve e che in genere durano pochi giorni, se non poche ore o pochi minuti.

La vulgata in questo caso vorrebbe l’investimento a breve termine come un investimento “dannoso” per l’economia mondiale, cosa che ovviamente non sta assolutamente in piedi.

Si può fare – correttamente e senza la necessità di remore morali – trading a brevissimo termine senza che nessuno abbia il diritto di tacciare altri di speculazione, almeno nella sua accezione negativa.

Tutti i migliori broker oggi consentono di farlo – anche in conto demo gratuito (qui con eToro) – senza limitazioni di sorta anche da parte di legislazioni (per inciso quella italiana) da sempre interveniste sui mercati finanziari.

  • Speculare in borsa come investimento che approfitta di una notizia

Anche questa definizione dell’investimento speculativo la riteniamo folle. Perché il punto di fare investimenti è proprio questo, ovvero muoversi su quelle che sono le notizie che arrivano dai mercati.

È da qui che nasce infatti l’analisi fondamentale, così come è da qui che nascono gli strumenti di analisi di medio e lungo periodo.

  • Speculare in borsa come vendita allo scoperto

Altra situazione decisamente paradossale, con gli investitori che vengono appunto accusati di speculare quando vendono allo scoperto, ovvero quando appunto puntano al ribasso di un determinato titolo.

Vendita allo scoperto che oggi viene offerta, anche questa, da praticamente tutti i broker del mondo di una certa qualità. FP Markets (qui per il suo conto demo) è uno dei broker che permette di fare trading allo scoperto, quello che molti giornalisti ritengono speculativo, ma che in realtà è soltanto speculare al modo classico di fare trading.

  • Speculare in borsa come investimento in asset molto rischiosi

L’unica definizione dello speculare in borsa che abbia oggi un minimo di senso è quella appunto della speculazione come investimento in asset particolarmente rischiosi e volatili.

È la stessa definizione che le banche d’affari danno, ad esempio, degli investimenti in bond sotto un certo grading, che sono appunto “di grado speculativo”.

Investire in Bitcoin, criptovalute in generale o ancora in materie prime nonché in determinati titoli di borsa può sicuramente essere considerato come investimento speculativo. Definizione che in questo caso, almeno parzialmente, condividiamo.

Speculare in NASDAQ
Anche borse solide come il NASDAQ sono ricche di titoli altamente speculativi

Tutti gli investimenti speculativi andrebbero testati, prima di procedere con l’investimento di denari reali – cosa che si può fare anche con il conto demo offerto da IQ Option (qui per aprirlo in modo gratuito), broker in grado di offrire non solo accesso ai mercati speculativi, ma che permette al tempo stesso di investire poche decine di euro per fare trading.

Come speculare in borsa

Per speculare in borsa abbiamo bisogno di un broker che ci garantisca accesso ai mercati azionari e – se questo dovesse interessarci, anche ad altri tipi di mercati.

In questo punto specifico della nostra guida di oggi ci preoccuperemo di fare un piccolo cammino – gratuito e aperto a tutti – per capire come speculare in borsa facendo trading di azioni.

Prenderemo ad esempio il broker eToro (qui per il sito ufficiale) e le azioni AMD, società quotata negli USA che produce semiconduttori e che negli anni passati – come il grosso delle tech – si è sempre dimostrata particolarmente volatile.

Per le prime fasi di test possiamo accontentarci del conto demo di eToro, che può essere aperto in pochi minuti e anche senza fornire documenti o versare neanche 1 euro.

  • Entriamo nella piattaforma con login e password che abbiamo scelto in fase di registrazione

Bastano pochi secondi per entrare direttamente nell’interfaccia web di eToro (qui il sito). Possiamo in alternativa scegliere anche di fare trading con quanto ci viene offerto per il nostro smartphone, ovvero con la App del medesimo broker.

  • Scegliamo Mercati>Azioni>Tecnologia>AMD

In quattro rapidissimi click potremo individuare il titolo che ci interessa, che è appunto AMD. Ricordiamo che abbiamo scelto AMD perché particolarmente volatile almeno nel passato.

  • Puntiamo su AMD

Nella schermata allegata possiamo impostare la quantità di denaro – virtuale o meno – e anche decidere di vendere allo scoperto, clickando su VENDI.

eToro speculazione in borsa
La schermata per piazzare gli ordini offerta da eToro

In quattro passi semplici avremo iniziato a speculare in borsa e, possibilmente, ad ottenere profitti. Con eToro (qui per aprire il conto demo gratis) si può ovviamente investire anche in tantissimi altri titoli, senza limitarsi ad AMD.

Lettura d’approfondimento consigliata: Guida completa al broker eToro

Ulteriori indicazioni utili

Speculare non è semplice, almeno nell’accezione di investimento ad alto rischio e di conseguenza a potenziale alto guadagno.

Per questo raccogliamo cinque indicazioni utili per chi vuole iniziare a speculare in borsa, che devono essere sempre tenute in considerazione prima di iniziare ad investire seguendo logiche speculative.

Lo abbiamo già detto nel corso di questa guida e lo abbiamo già detto in altri approfondimenti sul nostro sito.

Prima di iniziare ad investire con strategie speculative e dunque ad alto rischio, è bene testare suddette strategie partendo con un conto demo.

Qui c’è il conto demo di Trade.com, altro broker in grado di offrire il top a chi vuole investire anche su mercati ad alto rischio e che mette a disposizione capitali virtuali per testare investimenti senza rischi.

  • Diversificare conta, soprattutto quando si specula

La diversificazione è una strategia che permette di distribuire i rischi lungo diversi titoli e diventa particolarmente importante quando vogliamo iniziare a fare trading in modo speculativo. Non bisogna pertanto puntare tutto su di un solo titolo. Meglio scegliere un paniere, magari composto anche soltanto di titoli tutti speculativi.

Su eToro si trovano migliaia di titoli, il che vuol dire che potremo scegliere questo broker anche se fossimo alla ricerca di una strategia speculativa distribuita su decine di titoli diversi.

  • Le piattaforme contano, anche quando si specula

Scegliere un broker come FP Markets (qui per testare l’offerta in demo) vuol dire poter scegliere tra MetaTrader IRESS, per la migliore offerta di piattaforme che abbiamo attualmente a disposizione online.

Scegliere una buona piattaforma fa la differenza sia per chi specula sul breve periodo, sia per chi semplicemente vuole speculare nel senso di puntare su titoli particolarmente rischiosi.

  • Esiste anche la vendita allo scoperto

La vendita allo scoperto è un ottimo modo di speculare, soprattutto in relazione a notizie che si attendono su di un determinato mercato.

Questo si traduce nella possibilità, per chi investe con in broker che abbiamo indicato, di poter puntare anche sul ribasso. Non dimentichiamo mai che una vera strategia di speculazione non può che tenere conto del fatto che molto guadagno si può genere proprio puntando sul crollo di un titolo.

  • Zero questioni morali

È più che ragionevole voler evitare, per motivi propri morali, di investire su determinate aziende, magari attive nel gioco d’azzardo, nel settore degli alcolici, nelle armi (e in qualunque altro tipo di attività dovesse essere in contrasto con i nostri principi morali).

Discorso invece completamente diverso voler evitare di investire in modo speculativo, perché non è vero, come raccontano i giornali, che sono gli speculatori a “distruggere l’economia reale“. Lo speculatore prezza un titolo, come fa un investitore di lungo periodo.

Dove speculare in borsa

Come abbiamo detto sopra, per speculare in borsa si ha bisogno di broker che offrano accesso… alle borse: ne abbiamo selezionati tre, ovvero eToro, FP Markets, IQ Option.

  • eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è uno dei broker più indicati per fare trading speculativo in borsa. Perché lo abbiamo inserito in questa specifica lista? Perché appunto offre migliaia di titoli e accesso a tutte le principali borse del mondo.

Il tutto con una piattaforma lineare e relativamente semplice da apprendere, pur rimanendo comunque profonda per chi vuole fare appunto trading a livello professionale.

eToro ha un conto demo con 100.000 USD, che può essere inoltre utilizzato per testare le nostre strategie speculative.

Broker australiano storico, qui per saperne di più sul sito ufficiale, oggi FP Markets è attivo anche in Europa, con tanto di licenza e propone a noi italiani la possibilità di investire su oltre 11.000 titoli.

Molti di questi titoli sono inoltre distribuiti sulle borse minori USA, ovvero nel segmento mid e small cap. Notoriamente due segmenti che sono maggiormente volatili e che dunque offrono una sponda migliore a chi vuole fare trading speculativo.

Anche FP Markets offre un conto demo gratis, con il capitale virtuale sufficiente per fare tutti i test di cui abbiamo bisogno.

IQ Option (qui il sito ufficiale) è un broker che permette di andare ad investire anche con soli 10 euro per un conto reale. E che mette comunque a disposizione 10.000 USD per il conto virtuale, per testare le nostre strategie di speculazione in borsa.

IQ Option può essere testato in demo, sempre per avere contezza e certezza del fatto che sia il broker che può fare al caso nostro.

Considerazioni finali

Speculare in borsa, nel senso proprio del termine, oggi è possibile per tutti. Quello di cui dobbiamo tenere conto è che una strategia particolarmente rischiosa e che dunque dovremo muoverci per quanto possibile con il massimo della cautela.

La presenza di conti demo gratuiti e accessibili a tutti è ovviamente un grandissimo vantaggio per chi vuole fare trading speculativo in borsa. Partiamo da qui, da questa guida, testiamo e rendiamoci conto da soli se sia o meno possibile, per le nostre aspettative, investire con alto rischio e dunque… speculando.

FAQ speculare in borsa

Che vuol dire speculare in borsa? 

L’unica definizione accettabile di speculazione in borsa è l’investimento con altissimo rischio.

Come speculare in borsa? 

Per speculare in borsa abbiamo bisogno di un broker, di un capitale e di una strategia. Non è qualcosa di semplice come raccontano i giornali.

Speculare in borsa è sbagliato? 

Fare investimenti speculativi è una strategia perfettamente legittima e che non ha ripercussioni negative sull’economia. No, non ci sono questioni morali che coinvolgono il mondo della “speculazione“.

Quanto capitale serve per speculare in borsa? 

Bastano anche poche decine di euro per iniziare, con i broker che abbiamo consigliato nella nostra guida.

Su quali mercati conviene speculare in borsa?

Tendenzialmente sulle borse che includono titoli maggiormente volatili come ad esempio le criptovalute. Per mezzo della leva finanziaria qualunque mercato può risultare ideale e pertanto idoneo all’investimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.