Gli Investimenti Finanziari a 360°.

ETF Oro

Gli ETF Oro sono strumenti finanziari che permettono di investire su questa specifica materia prima per quote. Dei fondi in gestione automatica, che offrono delle differenze sostanziali, nel modus operandi, rispetto all’investimento in questa materia prima tramite altri canali.

Investire in ETF Gold può essere una buona idea per i piccoli e medi investitori? Quali sono i migliori titoli di questo comparto?

Meglio investire tramite ETF sull’oro, oppure scegliere broker che offrono investimenti sull’oro di tipo diverso?

ETF Oro (Gold) cosa sono

Gli ETF Gold sono degli Exchange Traded Fund, ovvero dei titoli quotati in borsa e che si comportano, in larga parte, come fondi comuni di investimento. Dobbiamo però specificare, già in apertura, che in realtà le differenze tra fondi comuni di investimento classici e ETF sono enormi. I primi hanno infatti una gestione attiva, i secondi una gestione passiva.

Con questo si intende il fatto che un ETF Oro (così come tutti gli altri ETF sul mercato), replica in realtà un paniere di beni, che può essere un indice, un gruppo di azioni o, come nel caso degli ETF Oro, una materia prima.

Non c’è dunque una gestione attiva, non c’è la possibilità di inserire all’interno del portafoglio del fondo altri tipi di titoli. Nel caso poi degli ETF sulle materie prime, che dovrebbero essere chiamati più propriamente ETC, la replica riguarda un solo tipo di asset. In questo specifico caso, l’oro.

ETC Oro guida
Gli ETF sono uno dei modi classici per investire in Oro

Sul perché esistano titoli di questo tipo, torneremo più avanti nel corso della nostra guida, comprendendo la perplessità di chi ci segue e si starà chiedendo quale può essere il senso di avere un fondo che replica l’andamento di un singolo asset.

Gli ETF Oro sono trattati sia dai broker bancari tramite deposito titoli, sia tramite i migliori broker ETF che possono essere o degli intermediari in CFD, oppure ancora broker che offrono accesso anche in modalità diretta.

ETF Oro: componenti

Gli ETF Oro hanno al loro interno esclusivamente titoli che rappresentano l’oro. Una situazione curiosa, davanti alla quale ci troviamo ogniqualvolta analizziamo ETF che devono replicare delle materie prime.

Vale la pena ricordare a questo scopo che almeno tra gli ETF Armonizzati, ovvero quelli che seguono le leggi e i regolamenti UE, è tecnicamente proibito avere degli ETF con un singolo componente.

E che pertanto, pur se stiamo parlando di ETF Gold, in realtà siamo davanti ad ETC, che hanno il medesimo funzionamento ma che impongono ai gestori del fondo di avere come collaterale oro fisico.

Per quanto concerne invece altre giurisdizioni, come la Svizzera o gli USA, è tecnicamente possibile avere degli ETF sull’oro. La differenza, per noi piccoli investitori, non è comunque rilevante.

Abbiamo comunque deciso di segnalare questa distinzione per rendere chiaro il motivo per cui, su molti listini, si potranno trovare ETC e non ETF oro. Dal punto di vista degli investimenti, possiamo dire che sia la stessa identica cosa.

Etf Gold: tipologie

Gli ETF Oro si possono distinguere in diverse tipologie, alcune delle quali particolarmente rilevanti, altre invece meno. Qui di seguito introdurremo le principali categorie di ETF Gold (o ETC) che sono attualmente disponibili sui mercati.

La differenza più grande che possiamo incontrare quando si parla di diversi ETF oro riguarda la leva finanziaria, che in questo tipo di strumenti è talvolta incorporata. Un ETF Gold con leva moltiplica l’andamento del sottostante per 2, per 3, per 5 o per 7, a seconda appunto della leva scelta.

  • ETF/ETC Oro senza leva: soo strumenti che si limitano a replicare l’andamento dell’Oro, senza moltiplicatori;
  • ETF Oro leva 2: sono quelli con ala leva più modesta: in questo caso il rendimento viene moltiplicato per 2;
  • ETF Oro Leva 3: come sopra, con la differenza che la leva finanziaria in questo caso moltiplica per tre;
  • ETF Oro Leva 5 e 7: sono quelli maggiormente rischiosi, perché in questo caso la moltiplicazione è appunto per 5 e per 7.

Vale la pena di ricordare ai nostri lettori ancora una volta che quando parliamo di leva finanziaria che sia o meno incorporata in un ETF, la moltiplicazione del rendimento avviene in entrambi i sensi. Ovvero siamo davanti a strumenti che guadagnano di più quando il sottostante sale, e perdono di più quando il sottostante scende. Non si tratta di una formula magica per di ventare improvvisamente ricchi!

Ci sono altri tipi di differenze che possiamo trovare negli ETC/ETF Gold, che riteniamo però essere sicuramente meno rilevanti:

  • ETF Oro quotati in Euro

Sono decisamente più rari della controparte quotata in dollari. Il Dollaro USA, checché ne dicano fantasiosi detrattori, è ancora la valuta ufficiale delle materie prime e pertanto anche l’oro, sui mercati internazionali, è prezzato in USD.

Gli ETF Oro quotati in Euro dunque sono un mero artificio: scegliendoli dobbiamo ricordarci che staremo investendo al tempo stesso sia sull’Oro sia sulla nostra valuta.

  • ETF Oro armonizzati e non armonizzati

Un’altra differenza importante… ma non troppo. Gli ETF/ETC armonizzati hanno residenza in Europa e, oltre a seguire determinate regole, son tassati appunto come fondi.

Gli altri non hanno residenza fiscale e legale in Europa e sono redditi altri da capitale. La differenza inoltre c’è, come abbiamo detto poco sopra, anche a livello di separazione tra ETF e ETC. Tra gli ETF armonizzati non possono esserci dei panieri monoasset, motivo per il quale, dalle nostre parti, è più facile incontrare ETC che ETF sull’oro.

ETF Oro: quali sono i migliori consigliati

Gli ETF Gold sono molto popolari e sui mercati se ne possono trovare a decine. Ovviamente non tutti possono essere ritenuti utili per chi vuole investire al meglio. Per questo motivo ne abbiamo segnalati cinque, tenendo conto dei fattori che sono sempre i più importanti.

Nello specifico, come per tutti gli ETF, quello di cui tenere conto sono i seguenti fattori:

  • Liquidità: sempre importantissima, perché appunto rende l’ETC/ETF più facile da vendere senza grossi spread;
  • Costi: anche i fondi a replica automatica hanno dei costi di gestione, seppur ridotti e possono cambiare radicalmente tra due diversi ETC;
  • Mercato: sono sempre da preferirsi, c’è poco da discutere a riguardo, quelli che sono disponibili sulle nostre borse locali.

iShares Physical Gold ETC

ISIN: IE00B4ND3602 Valuta di Base: USD Commissioni di gestione: 0,19% Patrimonio: 12.635 milioni di dollari Replica: fisica

iShare Physical Gold è il più popolare degli ETF/ETC basati sull’oro. Fondo residente in Irlanda, con spese relativamente basse anche per il settore e che ha una grandissima liquidità .

Non ha leva incorporata ed è denominato in dollari USA. Sicuramente la scelta migliore per chi vuole investire in ETF Gold senza aumentare il rischio di base.

Xetra Gold

ISIN: DE000A0S9GB0 Valuta di Base: EUR Commissioni di gestione: 0,00% Patrimonio: 11.650 milioni di dollari Replica: fisica

Anche l’ETC Gold gestito da Xetra è molto popolare, con commissioni addirittura più basse di quelle del fondo appena presentato, replica fisica e nessuna leva finanziaria incorporata.

Un’alternativa ideale per chi vuole investire in ETF Oro senza leva finanziaria e con una buona liquidità.

Wisdomtree Gold 3x leveraged

ISIN: IE00B8HGT870 Valuta di Base: USD Commissioni di gestione: 0,99% Patrimonio: 47 milioni di dollari Replica: su indice

Per chi dovesse essere alla ricerca di un ETF Oro con leva finanziaria, citiamo questo prodotto di Wisdomtree, che incorpora una leva finanziaria di 3x, per chi appunto vuole mettersi alla ricerca di maggiori profitti (e maggiori rischi) sul mercato.

Costi di gestione relativamente alti e liquidità non eccellente. Ma chi è alla ricerca di un prodotto con leva incorporata, dovrà accontentarsi di questi parametri.

SPDR Gold

ISIN: US78463V1070 Valuta di Base: USD Commissioni di gestione: 0,40% Patrimonio: 78 miliardi di dollari Replica: su indice

SPDR Gold è un ETF quotato negli USA e che dunque potrebbe essere, in quanto ETF non armonizzato, relativamente complicato da trovare sulle piazze nostrane. Lo abbiamo inserito non solo perché ben capitalizzato e con costi interessanti, ma anche perché è uno dei pochi che possiamo trovare sui broker in trading CFD o DMA come eToro (qui per testarlo in demo), un broker che non solo offre l’acquisto diretto, ma che permette su questo titolo anche di avere la vendita allo scoperto .

Chi volesse pertanto puntare su un ETF Oro al contrario, ovvero sulla perdita di valore dello stesso, troverà in questo ETF disponibile su eToro (qui il sito) pane per i suoi denti.

Invesco Physical Gold A

ISIN: IE00B579F325 Valuta di Base: USD Commissioni di gestione: 0,15% Patrimonio: 11 miliardi di dollari Replica: fisica

Chiudiamo la nostra rassegna di ETC sull’oro consigliati con un titolo che ben capitalizzato, con spese basse e quotato direttamente in USD. Un titolo che è disponibile, essendo di diritto irlandese anche sulla Borsa di Milano e che può pertanto essere trattato su tutti i mercati locali.

Spese molto basse, buona liquidità e un gestore molto solido fanno di questo ETF Oro uno dei migliori sul mercato.

Alternative migliori agli ETF Gold

Ci sono molte alternative per investire sull’oro senza passare dagli ETF. La principale è sicuramente quella dei contratti CFD, che sono offerti sull’oro praticamente da tutti i principali broker del settore.

Quando investiremo su di un contratto CFD sull’oro, ci sono delle differenze importanti rispetto all’acquisto di ETF/ETC Gold, che andremo a riassumere in questo punto della nostra guida proprio per offrire ai nostri lettori un’informazione assolutamente completa.

  • I CFD sono contratti che rappresentano il prezzo dell’oro

E non l’oro fisicamente. Chi acquista un CFD sull’oro sta inserendo in portafoglio un titolo che segue pedissequamente il prezzo di questa materia prima sui mercati.

  • I CFD sono infinitamente liquidi

Nel senso che il broker market maker che li emette è un broker che è sempre disposto a riacquistare i contratti che esso stesso ha emesso. Non dobbiamo dunque preoccuparci della consistenza del fondo che abbiamo scelto.

  • I CFD permettono la leva libera

Si può impostare, al di sotto dei limiti impostati da ESMA qualunque tipo di leva si voglia, senza rimanere pertanto legati alla scelta del gestore del fondo. Capital.com offre CFD sull’oro, così come vengono offerti, lo ripetiamo ancora una volta, da tutti gli intermediari che generalmente consigliamo sulle nostre pagine.

Investire sugli Etf Oro è rischioso?

Gli ETF Oro hanno un profilo mediamente rischioso, sicuramente più basso di quelli basati su altre materie prime, ma comunque lontani dalle forme di investimento più sicure.

Su prodotti che non incorporano leva si ha tendenzialmente un profilo di rischio si 4 su 7, che può aumentare fino a 7 su 7 nel caso di prodotti con una leva incorporata molto elevata.

Ad ogni modo, sicuramente non siamo davanti ad un prodotto adatto a chi non vuole correre affatto rischi. Non lasciamoci pertanto ingannare dal fatto che, negli anni, questo tipo di prodotti hanno avuto sempre dei buoni rendimenti.

Si deve sempre tenere conto di diverse questioni legate al rischio per tutti gli investimenti in oro:

  • Volatilità: siamo davanti ad un asset che sebbene sia più tranquillo delle altre materie prime, deve essere comunque considerato come ad alta volatilità, soprattutto in momenti di crisi importanti per l’economia come quelli che stiamo affrontando;
  • Cambio: quando si sceglie di investire su di una materia prima, che sia tramite ETF o meno, si deve considerare anche il rischio di cambio, se quello che faremo è conteggiare gli eventuali profitti attraverso l’Euro.

Sono questioni dunque da tenere bene in considerazione prima di passare ad un investimento di questo tipo. Non saremo assolutamente noi a spingere i nostri lettori verso un investimento sull’oro, definendolo come sicuro al 100%.

Come comprare ETF Oro

Ci sono due canali che si possono scegliere per acquistare ETF Gold: si può sicuramente passare dalla banca, che dovrebbe quantomeno offrire accesso agli ETF armonizzati e pertanto a quelli Gold con domicilio in Europa.

In alternativa qualche broker che propone trading in CFD offre la possibilità di accedere tipicamente a ETF americani sull’oro, che hanno un funzionamento diverso e che possono essere sicuramente una buona integrazione al nostro portafoglio.

Investire in Gold ETF tramite banca o broker bancario

Le banche e i broker bancari sono la via classica per chi vuole comprare e vendere ETF o ETC basati sull’oro. Dopotutto gli Exchange Traded Funds hanno proprio la particolarità di essere quotati in borsa e dunque di essere scambiabili proprio sui canali che le banche tipicamente offrono:

PRO della scelta della banca

  • Unico interlocutore per risparmi e investimenti: anche se si deve valutare poi la bontà del tenere complessivamente i nostri investimenti tutti presso la banca;
  • Presenza di tutti gli ETF/ETC Oro armonizzati, perché tutti sono quotati in Borsa;
  • Possibilità di integrare con altri ETF: che sono titoli sempre disponibili presso questi intermediari.

CONTRO della scelta della banca

  • I costi delle banche italiane sono molto elevati: almeno rispetto ai prezzi che vengono praticati da entità straniere
  • Trading non sempre al top: chi sceglie di investire tramite le piattaforme bancarie ha in genere strumenti antiquati a disposizione

I contro di questa scelta possono essere ovviati ricorrendo a Trade.com, che opera anche in DMA e che dunque ci permette di avere un conto di brokering classico, senza passare dai CFD. Di questa opportunità parleremo con maggiore dovizia di particolari tra pochissimo.

Investire in ETF Oro con broker trading

I broker di trading puri possono essere una buona alternativa per investire in ETF Oro, anche se pure in questo caso dovremo tenere in considerazione eventuali pro e contro di questa decisione.

Cosa mettono a disposizione i migliori broker che offrono il trading in CFD per chi vuole investire in ETF Oro?

PRO deli broker CFD

  • Alcuni oggi offrono anche accesso secco in DMA, il che vuol dire avere a disposizione molto di più di quanto offrono anche le banche italiane a livello di scelta;
  • Modularità: quando un titolo ETF Oro è presente presso questi broker, abbiamo piena libertà di scelta tra leva finanziaria, vendita allo scoperto, etc.

Questi vantaggi possono essere valutati anche con un conto demo per fare pratica con eToro, gratuito e in grado di farci valutare liberamente tutti i tipi di vantaggi e svantaggi che si possono avere da questa soluzione.

Tra gli svantaggi che vanno sicuramente citati troviamo una minore scelta di ETF, che trattino oro o meno, dato che questo tipo di titoli non sono affatto il pane quotidiano di questi broker.

Tuttavia, per chi volesse una soluzione intermedia, citiamo di nuovo Trade.com (qui per il sito ufficiale), broker che offre appunto sia la modalità CFD sia la modalità DMA, con la seconda pronta ad offrire migliaia di ETF.

Conviene investire in ETF Gold?

Non esistono degli investimenti che siano convenienti per tutti, neanche di fronte al bene rifugio per eccellenza, l’oro, che è il sottostante dei titoli che abbiamo analizzato oggi.

Gli ETF Oro devono essere valutati, almeno a nostro avviso, alla stessa maniera in cui siamo abituati a valutare l’investimento diretto in questa materia prima: perché si tratta pur sempre di titoli basati su di un unico sottostante.

Un investimento di questo tipo può avere anche scopo di hedging, ovvero di protezione di portafoglio che sono altrimenti maggiormente esposti ai venti di mercato.

Ci sono dei fattori che devono essere comunque tenuti in considerazione per chi vuole investire su questo tipo di titoli:

  • Gli ETF sono meno liquidi dei CFD: e questo vuol dire che chi vuole investire speculando su movimenti di breve periodo, farebbe bene ad affidarsi alla seconda soluzione che abbiamo citato.
  • Gli ETF non sono privi di costi: come d’altronde non è privo di costi l’uso di altri tipi di strumenti.

Certo, con gli ETF sul lungo periodo si paga meno di quanto dovremmo pagare con altre forme di investimento, ma sul breve i costi, soprattutto se collegati a scarsa liquidità del fondo, possono essere comunque molto importanti.

Analisi, quotazione e grafico ETF Oro

Seguire l’andamento degli ETF Oro vuol dire seguire l’andamento del suo sottostante, ovvero l’oro. Alleghiamo pertanto quello che è il grafico che rappresenta l’andamento dell’oro come materia prima.

Da qui si potranno individuare resistenze, supporti, nonché altri tipi di indicatori tecnici che possono portarci a decidere se fare il nostro ingresso o meno in questo tipo di mercato.

andamento etf ORO
L’andamento dell’oro dal 2017 ad oggi

Vale la pena di ricordare a questo scopo che l’oro ha un andamento molto diverso da quello delle materie prime, non solo per il suo ruolo di bene rifugio, ma anche per il fatto che grossomodo non esistono contratti futures rilevanti su questa materia prima e che dunque non dobbiamo preoccuparci del Contango e di altre particolarità analitiche che invece riguardano molto da vicino, ad esempio, il petrolio.

Analisi Gold ETF

L’analisi dei Gold ETF, che si tratti poi di ETC o di altro tipo di prodotto, non può prescindere da quella che è la realtà dietro il sottostante, ovvero appunto l’oro.

L’oro, da bene rifugio per eccellenza, ha goduto di particolare considerazione da parte dei mercati a partire dalla crisi del 2009 ed oggi ha garantito, a chi ha investito per tempo, dei ritorni molto interessanti.

Questo ovviamente non può significare, sul medio e lungo periodo, che l’oro continuerà a crescere e che l’economia finanziaria e reale a livello mondiale continui a soffrire di volatilismo. Le performance passate non possono essere mai indice di eventuali performance future e questa è purtroppo una verità che in troppi pochi ricordano e supportano.

ETF Oro Previsioni

Anche in questo caso, data l’enorme varietà di costo-quota dei prodotti ETF, ci limiteremo ad analizzare il sottostante degli ETF Oro. Questo perché appunto le quote di ciascun ETF o ETC sono prezzate diversamente, così come può esser diversa la leva incorporata.

Previsioni 2020: ci si aspetta per l’oro una chiusura di 2020 particolarmente stabile, che non dovrebbe muoversi molto dal range 1950-2000 USD per oncia. Prezzi molto alti rispetto agli anni passati, ma che comunque sembrano essere la nuova realtà. Difficilmente i problemi che stiamo affrontando nell’economia di oggi saranno risolti nelle poche settimane che ci separano dal prossimo anno.

previsioni etf oro 2020 2021
Nel grafico è possibile individuare il consenso delle previsioni per 2020 e 2021

Previsioni 2021: fortemente rialziste, con il consenso degli esperti che sembra essere diretto, per il finire dell’anno, a quota 2550 USD. Si tratterebbe di un incremento di valore molto importante, che però farebbe il paio con il mostro che tutti stanno aspettando alla porta, ovvero il ritorno dell’inflazione, date le enormi manovre espansive messe in atto dalle principali banche centrali mondiali.

ETF Oro: Opinioni e considerazioni finali

Gli ETF oro sono canali molto interessanti per fare trading su questo specifico asset, anche se presentano dei vantaggi e degli svantaggi rispetto alle modalità più classiche che abbiamo per investire su questa materia prima.

In questa guida abbiamo indicato i migliori 5 ETF oro presenti oggi sul mercato, indicando anche quali possano essere gli intermediari migliori per fare trading o semplicemente risparmiare tramite questi strumenti.

Ci lasciamo con una considerazione: nessun asset è a guadagno automatico e neanche quando c’è l’oro in ballo possiamo essere sicuri che il futuro sia poi così roseo.

Un piccolo trucco per decidere rapidamente se convenga investire in ETF Oro oppure in Oro tramite CFD: per il lungo periodo gli ETF sono più convenienti, mentre sul breve e sul brevissimo, meglio considerare i contratti per differenza.

ETF Gold FAQ: domande frequenti

Cosa sono gli ETF Gold?

Sono fondi a gestione automatica che replicano l’andamento dell’oro e che sono venduti sulle borse.

Gli ETF Gold hanno commissioni da pagare?

Sì, variabili a seconda del titolo scelto. Nella nostra guida che ne seleziona 5, abbiamo riportato anche i costi di gestione.

Conviene investire in ETF Oro?

Dipende dalla nostra strategia e dalle nostre aspettative. Abbiamo inserito nella nostra guida alcune indicazioni in questo senso.

Ci sono broker CFD che offrono ETF Oro?

Sì. Sono disponibili sia su eToro che su Trade.com (qui per il sito), sia in modalità DMA che in modalità CFD.

Meglio investire in ETF Oro oppure in CFD?

Dipende dalla nostra prospettiva temporale. Tendenzialmente per il trading a breve, i CFD sono migliori.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.