Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Market Maker Broker

I broker market maker sono broker che agiscono sia come venditori che come compratori di titoli, garantendo al contempo la liquidità delle operazioni.

Si tratta di una definizione, come spessissimo accade nel mondo della finanza, non esattamente comprensibile, motivo per il quale ci occuperemo in questa guida di offrire una definizione semplice di Market Maker, di capire cos’é e come funziona, nonché di individuare i migliori broker MM disponibili oggi sul mercato europeo.

Sono broker market maker oggi tutti quelli che offrono contratti per differenza e che – si dice questo volgarmente – puntano contro il cliente. In realtà, come vedremo dal seguito della nostra guida, in realtà i broker market maker non fanno altro che operare da controparte, lasciando comunque la piena libertà ai loro clienti.

Market Maker definizione

I broker market maker sono broker che non instradano gli ordini verso il mercato, ma che si comportano come se fossero essi stessi il mercato.

La differenza definitoria in questo senso, rispetto ai broker che sono invece DMA o ECN, è che appunto i broker MM non sono dei semplici canali, ma operano attivamente nel mercato, sia come compratori che come venditori, in controparte ai loro clienti.

Ci sono moltissime implicazioni che derivano da questo modo di agire, motivo per il quale abbiamo deciso di offrire una guida dettagliata sulla questione, di fondamentale importanza soprattutto oggi, in uno scenario che vede i broker CFD dominare in lungo e largo.

Broker market maker guida
I broker market maker sfruttano la tecnologia offerta oggi dai computer e da internet

Broker che come vedremo offrono anche diversi vantaggi a chi investe, motivo per il quale sono diventati tanto popolari e soprattutto utilizzati dai piccoli e medi investitori.

Dal lato operativo, le differenze tra broker MM e broker DMA sono minime, tant’è che broker come eToro (che qui si può testare in demo gratis) riescono ad offrire entrambe le modalità dalla medesima piattaforma.

A cambiare, come vedremo più avanti, sono due ordini di questioni: da un lato quello che possiamo fare con il titolo (i CFD dei market maker sono più duttili), dall’altro il piano di commissioni.

Cos’è un broker trading Market Maker

Un broker market maker opera come fornitore di liquidità – potendo appoggiarsi a terzi – ed è il venditore e compratore di ogni tipo di titolo scambiato. Questa è l’enorme differenza di fondo che separa i broker Market Maker dal grosso dei broker che eravamo un tempo abituati a vedere sui mercati.

Nel prossimo paragrafo, dedicato al funzionamento del broker market maker, analizzeremo a fondo gli strumenti che utilizza per ottenere questo risultato.

Qui ci basterà sapere che quando compriamo un contratto CFD che rappresenta, ad esempio, le azioni Amazon, stiamo in realtà comprando un contratto emesso dal broker in questione e che questo dovrà necessariamente riacquistare quando decideremo di chiudere la posizione.

Così opera anche IQ Option (qui in demo gratis), uno dei broker specializzati nell’investimento per i piccoli risparmiatori, dato che offre conti di investimento reali a partire da soli 10 euro.

Ripetiamo ancora una volta che le differenze a livello di interfaccia e di operatività sono relativamente minime: molti broker permettono di operare addirittura tramite la stessa piattaforma all’interno dei due settori.

Broker Market Maker come funziona

Il broker market maker opera generalmente emettendo contratti derivati, come i CFD, che rappresentano il prezzo del titolo sottostante. Ancora una volta dobbiamo esplicitare però quelle che sono le definizioni di scuola, quelle definizioni che non possono offrire granché in termini di comprensione, soprattutto a chi non ha una formazione scolastica in finanza.

Analizziamo dunque più a fondo la situazione: un broker come Trade.com (qui per il suo sito ufficiale), permette di investire su migliaia di titoli, anche limitatamente alla sua sezione in MM.

Quando acquistiamo 1.000 USD di petrolio tramite questo broker – e tramite tutti gli altri che siamo abituati a vedere sulle nostre pagine – stiamo in realtà comprando un contratto che afferma: “questo contratto vale 23,2 barili di petrolio” (se dovessimo tenere conto del prezzo attuale di mercato).

eToro permette sia l’investimento diretto, sia in modalità market maker

Non stiamo dunque fisicamente comprando petrolio, ma stiamo comprando un contratto che ne segue pedissequamente il valore. Sembrerebbe un inutile artificio giuridico, se non fosse che questo modo di procedere porta con sé tantissimi vantaggi rispetto all’acquisto diretto di petrolio (o di qualunque altro asset).

  • Possibilità di investire in modo frazionato

Prendiamo ad esempio le azioni Microsoft, che viaggiano sopra quota 200 USD da un pezzo. Se volessimo acquistare direttamente le azioni, dovremmo investire almeno 200 USD e comunque in multipli di quella cifra. Per capirci, investire 50 USD o 300 USD sarebbe impossibile, perché non si possono acquistare frazioni di azioni.

Con i contratti CFD che vengono offerti dai broker Marker Maker, invece possiamo acquistare – si tratta di contratti! – anche una frazione delle azioni, per una massima libertà di investire quanto vogliamo.

  • Investimento al margine e leva finanziaria

Con i broker market maker possiamo anche investire al margine, ovvero coprendo soltanto il differenziale tra il prezzo di acquisto ai tempi e il prezzo attuale sul mercato. Questo apre ad una straordinaria opportunità, ovvero l’utilizzo della leva finanziaria.

La leva finanziaria permette così di moltiplicare l’andamento di un determinato titolo, sia in positivo che in negativo, permettendo di aumentare dunque la volatilità di qualunque tipo di asset.

Anche questo è uno strumento straordinario – che qui si può testare in demo con eToro – e che un tempo era a disposizione soltanto di chi poteva permettersi un’intermediazione costosissima.

La vendita allo scoperto permette di puntare al ribasso ed è un’altra esclusiva dei broker MM o meglio di quanto viene offerto dai CFD. Con la vendita allo scoperto si può puntare ad un profitto anche quando i mercati sono in trend negativo.

  • Commissioni

Anche la modalità con la quale si applicano commissioni, da parte dei broker market maker è assolutamente particolare. Siamo abituati a vedere le banche che applicano un fisso e un variabile su ogni operazione, tendenzialmente a salire verso i mercati più lontani.

I broker market maker invece utilizzano due tipi di commissioni: pochi centesimi di spread sul valore del titolo, ovvero una differenza minima tra il prezzo di mercato e il prezzo praticato tramite CFD.

In aggiunta ci sono le cosiddette commissioni overnight, calcolate sul tasso di interesse bancario e che si pagano ogni giorno alle 23:00 su ogni posizione aperta. Si finisce comunque per pagare qualche centesimo, al giorno, su ogni mille euro investiti.

Migliori Broker Market Maker

Abbiamo scelto tre diversi Broker Market Maker, quelli che riteniamo essere i tre migliori del settore: eToro, Trade.com e FP Markets.

Di seguito spiegheremo perché riteniamo che questi specifici broker debbano essere considerati al top della loro categoria e perché dovrebbero essere quelli di cui tenere maggiormente conto prima di iniziare a fare trading.

1° eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è un broker che permette di investire in modalità market maker su un grandissimo numero di mercati, mettendo a disposizione oltre 2.200+ titoli sui quali puntare.

Una delle particolarità di questo specifico broker è che permette sia di fare trading in modalità Market Maker, sia in modalità DMA sulle azioni, sulle criptovalute e anche sugli ETF.

eToro è un broker a zero commissioni, in entrambe le modalità e offre anche un’interfaccia particolarmente semplice per iniziare a fare trading, anche se non si ha una grande esperienza.

Va sicuramente citato, all’interno dell’excursus che riguarda questo specifico broker, il sistema di CopyTrading, che permette con un solo click di copiare 1:1 il portafoglio di un trader di successo.

Qui c’è la nostra recensione, che può essere liberamente consultata per rendersi conto, sempre nel modo più indipendente possibile, se questo broker sia o meno quello che può fare al caso nostro.

Puoi aprire un conto prova su eToro a questo indirizzo.

2° Trade.com

Il secondo dei broker Market Maker che segnaliamo ai nostri lettori è Trade.com (qui per il sito ufficiale), altro broker di eccellente qualità e altro che offre sia la modalità MM, sia invece l’investimento diretto per alcune categorie di asset.

Trade.com ha l’enorme pregio di offrire una piattaforma come MetaTrader, in aggiunta a quella che è una piattaforma proprietaria web comunque straordinaria, che può essere utilizzata anche in versione mobile su smartphone.

Qui si può aprire un conto demo con Trade.com, con tutto il capitale virtuale necessario per testare in indipendenza la piattaforma e decidere se possa essere o meno quella che può aiutarci a fare investimenti.

Recensione completa: Trade.com recensioni ed opinioni

3° IQ Option

IQ Option (qui per il sito ufficiale) è il terzo dei broker MM che consigliamo. Questa volta siamo davanti ad un broker market maker puro, di quelli che possono offrire soltanto questa modalità.

Poco male, per molti, soprattutto per i piccoli investitori, questa continua ad essere la migliore modalità che possiamo utilizzare per accedere a diversi mercati.

IQ Option Market Maker
IQ Option propone un’ottima interfaccia proprietaria per fare trading

Buona anche, da parte di IQ Option, la selezione di mercati: Forex, Materie Prime, ETF, Criptovalute, Azioni, con listini non quantitativamente importanti, ma che contengono tutti i principali titoli della rispettiva categoria.

Qui si può aprire un conto demo di IQ Option, con 10.000 USD di capitale virtuale per testarne tutte le funzionalità.

Puoi approfondire la conoscenza con il broker IQ Option, consultando la nostra guida completa: IQ Option recensione ed opinioni

Lista broker Market Maker forex

Abbiamo raccolto una lista dei broker market maker, ovvero che agiscono da controparte, che sono attivi in Europa e che possano garantire le migliori condizioni di investimento.

eToro (qui per il sito ufficiale), sebbene oggi operi in regime misto, continua ad essere il punto di rifermento del settore, grazie a listini completi, strutture come il CopyTrading e una facilità d’uso ancora impareggiabile per gli altri.

  • Trade.com

Broker assolutamente completo che oltre ad una modalità market maker, offre anche volendo gestione del capitale e accesso diretto ai mercati. Moltissimi titoli a disposizione e soprattutto grandi piattaforme per investire. Possiamo saperne di più sul sito ufficiale.

Qui possiamo iscriverci subito al demo del broker, per poi passare, quando ci sentiremo pronti, all’investimento con capitale reale, che parte da 10 euro per l’apertura del conto e 1 euro per posizione.

Siamo partiti così, per spiegare a chi ci legge che il vero punto di forza di IQ Option è e rimarrà la democraticità di quanto offre ai propri clienti a livello di investimenti minimi.

Broker Market Maker italiani

Non esistono broker Market Maker italiani degni di nota. Il nostro paese continua ad essere particolarmente inospitale per questo tipo di attività e rimane dunque al palo quando si tratta di ospitarne.

Questo però non deve essere motivo di preoccupazione per noi che investiamo dall’Italia. Tutti i broker che abbiamo citato nel corso della nostra guida offrono interfaccia in Italiano e dunque perfettamente comprensibile anche a chi non sa l’inglese.

Come vedremo tra pochissimo, inoltre, i broker in questione sono anche regolamentati a livello europeo, il che vuol dire che devono necessariamente offrire delle tutele a chi investe anche dall’Italia.

Non importa la provenienza di un broker market maker per avere a disposizione il massimo che la legge e il mercato possano mettere oggi a disposizione di chi investe.

Broker Market Maker regolamentati

I migliori broker market maker, per essere considerati come tali, devono necessariamente offrire regolamentazioni europee. Questo perché la legge, su tutto il continente, obbliga gli intermediari finanziari a dotarsi di una licenza, che presuppone controlli molto approfonditi, per operare in Europa.

Il discorso delle licenze è relativamente semplice da comprendere. Un broker può ottenere la licenza nel suo paese di residenza operativa e, nel caso in cui dovesse trattarsi di un paese europeo, sfruttare quella licenza in tutto il territorio dell’Unione.

Negli anni è diventata particolarmente utilizzata dai broker CySEC, ovvero la licenza che viene rilasciata dalle autorità cipriote, con Cipro che continua ad essere una sorta di destinazione naturale per chi opera in intermediazione finanziaria. È la licenza di cui sono dotati i broker che abbiamo citato come migliori, ovvero eToroIQ Option e anche Trade.com.

Abbiamo detto che possiamo ritenere questa licenza perfettamente utile anche in Italia, in quanto fa parte del framework MiFID, un framework che fissa regole ed obblighi degli intermediari finanziari, che si tratti di broker strutturati oppure di altro tipo di attività.

MiFID inoltre obbliga l’implementazione, da parte dei broker, delle normative che arrivano da ESMA, altro ente europeo che regolamenta i mercati a tutela massima degli investitori.

Considerazioni finali

I broker market maker sono dei broker che offrono accesso ai mercati intermediato, cosa che può essere o meno di gradimento di chi investe.

Nella guida di oggi ne abbiamo evidenziato i caratteri principali, i vantaggi e gli svantaggi, le funzionalità, così come i costi.

Sarà una decisione personale a guidare chi sceglierà di operare con questi broker a scapito di altri, tipicamente quelli ECN e quelli DMA. Senza che però spesso ci sia la necessità assoluta di decidere. Perché appunto molti broker market maker offrono anche le altre modalità.

FAQ Broker Marker Maker: Domande e Risposte comuni

Che cos’è un broker market maker?

È un broker che opera come controparte nelle nostre operazioni, senza offrirci accesso diretto al mercato, tipicamente con contratti CFD.

Conviene investire con i broker market maker?

Potrebbe esser conveniente, a patto di scegliere sempre degli intermediari che siano affidabili e regolati dalla legge.

Quali sono i migliori broker Market Maker?

I migliori broker market maker sono eToro, IQ Option e Trade.com. Abbiamo spiegato il motivo delle nostre preferenze nel corso della nostra guida.

Dove investire con un broker market maker?

I broker market maker offrono i mercati più disparati: dal Forex alle azioni, passando per materie prime, indici, ETF, criptovalute e anche obbligazioni talvolta.

Quanto denaro serve per investire con i broker market maker?

Bastano soltanto 10 euro con il broker giusto. Di media, comunque, difficilmente si superano i 100 euro di investimento minimo, con casi che possono spingersi fino ai 250 euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.