InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Azioni Tiffany

Tiffany & Co., da molti conosciuta come Tiffany’s, è un’azienda statunitense fondata nel 1837 a New York che si occupa principalmente della vendita di gioielleria di lusso. L’azienda è nota specialmente per i suoi beni di lusso, come ad esempio i suoi gioielli con diamanti e argento sterling.

Si tratta di uno dei marchi al giorno d’oggi più richiesti e più riconosciuti in quanto l’azienda americana negli anni ha aperto svariati punti vendita in modo da coprire quasi tutto il mondo. Non a caso l’azienda in questione ha attirato prima l’attenzione del gruppo Avon, per poi successivamente attrarre l’interesse del più prestigioso LVMH francese.

Il settore di riferimento è quello di gioielleria e argenteria e si tratta sostanzialmente di un settore particolarmente profittevole  specie se si fa riferimento a prodotti di lusso come quelli di Tiffany. Difatti, l’azienda americana, prima di essere acquisita da LVMH, ha fatto verificare dei numeri sempre più promettenti diventando un vero e proprio riferimento per gli acquirenti esperti del settore.

Azioni Tiffany – Riepilogo

💼Quotata in borsa dal:1984
🔔Stato attuale del titolo:Titolo non listato (acquisito da LVMH nel 2021)
❓Settore:Luxury
💰Capitalizzazione:15,8 mrd EUR
🤑Come comprare:Azioni DMA / CFD (sul titolo LVMH)
👍Dove comprare:eToro / Capital.com / Trade.com
Tiffany & co.: principali caratteristiche introduttive

Dove comprare azioni Tiffany

Il titolo TIF non è più listato come asset a se stante, quindi per acquistarlo è necessario operare sul titolo LVMH che ha effettuato l’acquisizione di Tiffany & co. attraverso queste eccellenti piattaforme [CLASSIFICA]

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

É chiaro che prima di cominciare ad investire ci sono degli step molto importanti da affrontare, primo tra questi la scelta della piattaforma di trading più adatta alle proprie esigenze. Si è deciso di proporre diverse piattaforme per rispondere alle necessità più disparate degli utenti. Inoltre, si tratta di soluzione con le quali investire beneficiando di commissioni di trading contenute ed accessibili anche ad utenti che dispongono di risorse limitate. Altro punto a favore delle piattaforme di trading qui sopra proposte è il fatto che permettono ai loro utenti di investire senza commissioni aggiuntive in quanto i loro profitti sono generati dal solo spread.

Operando con uno dei broker che sono stati introdotti nella tabella non ci sarà di che preoccuparsi in quanto si tratta di piattaforme di trading online che godono delle regolamentazioni e certificazioni delle due autorità che regolano i mercati finanziari in Italia ed in Europa, la CONSOB e la CySEC. Quanto alle caratteristiche principali che un broker di trading online deve avere, esse sono:

  • Sicurezza;
  • Convenienza;
  • Affidabilità.

Inutile sottolineare che i broker proposti nella tabella qui sopra soddisfano tutti e tre questi requisiti in quanto l’obiettivo degli analisti di InvestimentiFinanziari.net è quello di fornire informazioni utili per chi vuole iniziare a fare trading online e, nel caso più specifico, per chi vuole comprare azioni Tiffany.

Come comprare Azioni Tiffany $TIF

Innanzitutto, c’è da dire che il settore in cui opera Tiffany è strettamente legato a quello del lusso, non a caso prima Avon e successivamente il gruppo LVMH hanno inglobato la società in questione. Queste acquisizioni la dicono lunga su Tiffany, azienda che da diversi anni fa verificare numeri mai visti prima e che, di conseguenza, attrae una grossa mole di investitori che fino ad oggi non avevano considerato il titolo in questione.

Detto ciò, una volta individuata la piattaforma che più si adatta alle proprie esigenze, lo step successivo sarà quello di scegliere la tipologia di investimento con la quale andare a comprare azioni Tiffany operando su sul titolo LVMH:

  • Trading CFD: i CFD, acronimo di Contracts for Differences, sono dei particolari strumenti derivati utilizzati perlopiù per gli investimenti sul breve periodo; essi consentono ai traders di investire sia al rialzo che al ribasso, motivo per cui sono molto utili nelle fasi di elevata volatilità del titolo;
  • Trading DMA: l’acronimo DMA, invece, sta per Direct Access Market ed indica la pratica di compravendita di vere e proprie azioni; in questo caso si andrà a possedere una quota in percentuale dell’azienda in questione ma non si potrà investire al ribasso.
Guida completa azioni Tiffany
Azioni Tiffany: Guida completa per comprare azioni TIF online a cura di InvestimentiFinanziari.net

Inoltre, quando si opera con il Trading CFD si deve tenere presente di altri strumenti molto importanti come il Take Profit, di grande aiuto per massimizzare i profitti, e lo Stop Loss, fondamentale in quanto aiuta i traders a limitare le perdite. Da non sottovalutare è sicuramente lo strumento leva finanziaria in quanto permette di moltiplicare l’esposizione anche quando si opera con un capitale ridotto.

Quanto al Trading DMA, è una pratica utilizzata perlopiù nel medio-lungo periodo in quanto si tratta di movimenti che necessitano di diverso tempo prima di generare i profitti sperati. Ovviamente in questo caso sarà lo stesso intermediario, broker DMA, al quale si è deciso di affidarsi a immettere sul mercato gli ordini dei traders seguendo la scia della “migliore esecuzione”.

Analisi Fondamentale titolo Tiffany

Prima di cominciare ad investire è pratica buona e giusta andare a realizzare le due tipologie di analisi utili a capire quale sarà la direzione del titolo in questione: fondamentale e tecnica. Volendo entrare più nel dettaglio, per realizzare un’analisi fondamentale ben dettagliata si è deciso di analizzare il titolo Tiffany attraverso il modello Warren Buffett, dai più considerato come il più grande visionario e imprenditore di tutti i tempi.

Lo studio del titolo attraverso questo modello include l’analisi di:

  • Dati di bilancio: sono tutti i dati relativi alla società analizzata che permettono di stimare la capacità della stessa a generare utili e, di conseguenza, ad attrarre nuovi investitori;
  • Settori operativi e organizzazione societaria: è molto importante, specie se si tratta di un’azienda di successo, analizzare la sua struttura societaria e la settorizzazione (Business Model);
  • Figure chiave: sono le figure che hanno fondato la società e spesso vanno a ricoprire ruoli amministrativi all’interno della stessa:
  • Competitors: sono i diretti concorrenti dell’azienda trattata; è molto utile analizzare i competitors e il loro modus operandi in quanto si tratta di società che operano nello stesso settore del titolo che ci interessa;
  • Azionariato: è formato dagli investitori che possiedono quote in percentuale dell’azienda in questione; è anch’esso molto importante in quanto permette di stimare la liquidità di un titolo.

Una volta realizzata in maniera ben dettagliata l’analisi fondamentale si avrà una panoramica più ampia sul titolo Tiffany, in modo da avere molte informazioni utili prima di cominciare effettivamente l’investimento, sia esso nel breve o nel lungo periodo.

Naturalmente, come si è accennato poco fa, l’analisi fondamentale andrà poi integrata con lo studio analitico del trend, ossia l’analisi tecnica, in modo da avere delle previsioni sempre più precise e soddisfacenti.

Dati di Bilancio storici

Il primo aspetto da considerare per realizzare una buona analisi tecnica sono i dati di bilancio, ossia tutti i dati relativi alla società che consentono di stimare la capacità della stessa a generare utili. Ci sono molti broker di trading online, come ad esempio eToro, che mettono a disposizione dei traders questi dati sul proprio sito ufficiale, il tutto in maniera completamente gratuita.

Dati finanziari Tiffany
Dati finanziari Tiffany 2017/2020

Guardando il grafico qui sopra si può facilmente intuire come le entrate siano diventate sempre più cospicue dal 2017 ad oggi, da 4001,8 a 4424 dollari. Chiaramente il 2020 è stato un anno che ha fatto verificare una lieve perdita alla società in questione e non solo, dato che la crisi pandemica ha inflitto un duro colpo al mercato globale.

dati storici Tiffany
Stato patrimoniale Tiffany 2017/2020

In questo secondo grafico, invece, è molto utile osservare come sia le attività (da 5097,6 a 6660,1 dollari) che il patrimonio netto dell’azienda statunitense (da 3013,5 a 3322,9) siano cresciuti in maniera molto decisa arrivando a generare profitti notevoli agli investitori che avevano deciso di comprare azioni Tiffany negli ultimi anni.

Settori operativi e organizzazione societaria di Tiffany

Chiaramente alla base di una società di successo del calibro di Tiffany c’è sicuramente un’organizzazione societaria stabile e ben salda. Si pensi che la società statunitense è stata fondata nel lontano 1837 come emporio di articoli di cancelleria e oggettistica ed ha proseguito su questa strada per circa venti anni prima di orientare la loro produzione verso i gioielli ed il lusso.

Scelta coraggiosa da parte del fondatore Charles Tiffany in quanto il settore dei gioielli era particolarmente volatile all’epoca; nonostante ciò, la sua spiccata sensibilità verso la produzione esclusiva e di qualità ha portato l’azienda nei decenni successivi a diventare una vera e propria leader di mercato. Si può dire che dagli anni ‘50 dell’800 la società Tiffany è cresciuta, sia a livello finanziario che produttivo, in maniera esponenziale tanto da attirare l’attenzione del gruppo francese del lusso LVMH.

Figure chiave

La rinomata Tiffany è stata fondata nel 1837 da Charles Lewis Tiffany e John B. Young a Brooklyn come emporio di articoli di oggettistica e cancelleria; fondazione voluta fortemente da Charles Tiffany che finanziò il negozio con soli 1.000 dollari. Intorno al 1850 la società statunitense cambiò il suo nome in quello attuale di Tiffany & Co, lo stesso anno in cui il fondatore prese il controllo e stabilì l’enfasi dell’azienda sulla gioielleria.

Ormai è chiaro come l’azienda trattata in questa guida sia partita letteralmente dal nulla e solo grazie alla determinazione della sua figura chiave è riuscita ad affermarsi a grandi livelli entrando a far parte della ristretta cerchia dei marchi di lusso. Con la morte di Charles Tiffany nel 1902 le redini dell’azienda passano al figlio Louis Comfort Tiffany il quale la guidò per buona parte del ‘900 sotto il segno dell’innovazione e della crescita.

Una figura di spicco dei nostri giorni è sicuramente Michael Kowalski, CEO di Tiffany per 16 anni dal 1999 al 2015 assumendo poi la carica di presidente non esecutivo. In questi anni la società statunitense ha fatto verificare la sua crescita maggiore lanciando numerose collezioni innovative e arrivando ad attirare l’attenzione del colosso LVMH.

Competitors di Tiffany

Quanto ai competitors dell’azienda qui analizzata, non si può fare a meno di studiarli e di vedere qual è il loro approccio alla produzione e al mercato; questo perché è molto utile per capire verso quale direzione o prodotto una determinata società si sta dirigendo. Inoltre, studiare i competitors è fondamentale per riuscire a capire quanto un settore stia diventando saturo e quando, invece, c’è un ampio margine di crescita.

Tra i principali competitors di Tiffany si annoverano:

  • Pandora A/S: è un’azienda danese che produce e distribuisce gioielleria. Si tratta di un’azienda che commercializza i suoi prodotti in più di 100 paesi con più di 7000 punti vendita. Si presenta con una capitalizzazione di mercato pari a 84.3 Bln di DKK e un fatturato riferito ad oggi pari a 19 miliardi DKK.
  • Blue Nile: è un rivenditore online di gioielli fondato nel 1999 con sede a Washington e dal 2017 è una filiale di Bain Capital, una delle società d’investimento più grandi al mondo. Ad oggi si presenta con una capitalizzazione di mercato di 477.544 Mln di dollari e un fatturato di 480.06 Mln di dollari.
  • Cartier International SNC: è una nota azienda produttrice di gioielli ed orologi ed è una ramificazione della Compagnie Financière Richemont SA, una holding finanziaria svizzera. Oggi si presenta con una capitalizzazione di mercato pari a 32.7 Mln di euro.
  • Folli Follie Group: è un’azienda internazionale con sede in Grecia che progetta, produce e distribuisce gioielli di lusso, orologi e accessori di moda.Ad oggi si presenta con una capitalizzazione di mercato pari a 318.548 Mln di dollari e un fatturato pari a 1,337 miliardi di euro.

Analizzando queste aziende, diretti competitors di Tiffany, si può constatare come la società statunitense sia circondata da veri e propri colossi del settore; è anche vero che Tiffany si è sempre distinta per qualità e per creatività delle sue produzioni, ritagliandosi nel tempo una posizione abbastanza forte nel mercato dei gioielli.

Acquisizione di Tiffany dal gruppo LVMH

Quanto all’azionariato di Tiffany bisogna fare un po’ di chiarezza in quanto la società in questione è stata acquisita nel 2021 dal gruppo francese del lusso LVMH. Si pensi che la sola acquisizione è stata realizzata per un costo di 15,8 miliardi di dollari e questo la dice lunga sulla grandezza del marchio Tiffany.

Si è trattato di una delle acquisizioni più travagliate di sempre, che addirittura è stata accennata diversi anni fa per vedere la luce soltanto nel 2021. Il gruppo francese è considerato da Bloomberg la prima azienda europea e soltanto la terza a livello mondiale; d’altronde si sta parlando di un’azienda con a capo Bernard Arnault che secondo Forbes è il terzo uomo più ricco al mondo con un patrimonio di 176.1 miliardi di dollari dietro a Elon Musk e Jeff Bezos.

Ovviamente c’è da dire che è stata la spiccata sensibilità di produzione e innovazione di Tiffany che ha spinto il colosso francese ad investire su di essa; basti pensare che il gruppo LVMH ha acquisito marchi del calibro di Dior, Fendi, Bulgari, Louis Vuitton, Moet & Chandon ed altri veri e propri colossi dei settori in cui operano.

L’acquisizione da parte di LVMH è stata una sorta di elevazione su un gradino superiore per la società Tiffany tanto da far verificare, nei primi mesi del 2021, un incremento delle vendite senza precedenti.

Analisi Tecnica azioni Tiffany (TIF)

Una volta realizzata una completa analisi fondamentale si dovrà passare alla realizzazione dell’analisi tecnica, ossia dello studio analitico del trend in questione attraverso dei particolari indicatori di trading.

Quando si va a realizzare l’analisi tecnica bisogna applicare al grafico del trend in questione:

  • time frame: indica il lasso di tempo in cui sarà effettuata l’operazione; si può operare sul breve, sul medio e sul lungo periodo;
  • indicatori di trading: sono dei particolari strumenti che, una volta applicati al grafico, generano dei segnali di ingresso o di uscita dal mercato che il trader deve prontamente cogliere.

Effettuando una buona analisi tecnica ed integrandola all’appena trattata analisi fondamentale si avrà una panoramica abbastanza ampia del titolo in questione; inoltre, si avranno delle previsioni quanto mai precise ed attendibili in modo da andare a comprare azioni Tiffany cercando di limitare i rischi e di massimizzare i profitti.

Leggi anche:

Analisi Tecnica azioni Tiffany al momento dell’acquisizione da parte di LVMH

In questa analisi grafica si è pensato di mostrare gli ultimissimi sviluppi del titolo Tiffany al momento dell’acquisizione da parte del colosso della moda LVMH. Il picco rialzista qui mostrato si è avuto sul mercato di Tiffany al momento in cui si è diffusa la notizia dell’acquisizione.

Picchi di questo tipo possono essere sfruttati con i CFD con un’operazione di trading rialzista facilmente operabile su broker del calibro di eToro (qui il sito ufficiale), che per altro offrono un conto demo illimitato e gratuito per poter fare prove di analisi tecnica

Analisi tecnica Tiffany
esempio di analisi tecnica sulle azioni Tiffany (TIF)

Come si può facilmente intuire dal grafico qui sopra, gli analisti esperti hanno individuato un segnale d’ingresso, il che significa che il cerchio verde indica un ottimo momento per entrare nel mercato; difatti, successivamente al segnale d’ingresso evidenziato il trend ha fatto verificare una risalita non indifferente portando la quotazione da 110 a 131 dollari.

C’è da dire che Tiffany non è mai stata nuova a risalite del genere, non a caso il gruppo LVMH ha deciso di inserirla a tutti gli effetti tra la ristretta èlite dei suoi marchi di lusso con un’acquisizione molto costosa le cui pratiche hanno richiesto due anni prima di ufficializzare il tutto.

Inutile dire che l’impatto dell’acquisizione ha giovato particolarmente alle casse e agli investitori del gruppo francese in quanto l’azienda statunitense ha generato proventi degni di un colosso del settore.

Azioni Tiffany: quali sono le previsioni post-acquisizione?

Era il 2019 quando il gruppo francese LVMH con a capo Bernard Arnault si interessò direttamente all’iconico marchio di gioielleria Tiffany. Da allora ci sono voluti ben due anni per portare a termine l’acquisizione. Si tratta, non a caso, della più grande acquisizione del gruppo francese nella sua storia. 

Lo stesso Bernard Arnault si è mostrato molto deciso verso questo obiettivo, ponendo l’accento sull’andamento dell’altro marchio di proprietà LVMH, Bulgari, il quale ha raddoppiato il fatturato da quando è stato acquistato dal gruppo francese nel 2011.

Acquisizioni Louis Vuitton Tiffany
Acquisizione Louis Viutton/Tiffany: la conquista del mercato dei gioielli

Secondo le stime degli analisti esperti l’ingresso di Tiffany nella famiglia LVMH avrà sicuramente un impatto simile a quello fatto verificare da Bulgari in quanto si sta facendo riferimento ad un’azienda che già dal 2018 aveva chiuso con un fatturato maggiore del 7% rispetto a quello dell’anno precedente.

Anni cruciali per Tiffany in cui ha raggiunto un livello di produzione altissimo che, di conseguenza, ha destato l’attenzione di colossi come quello di Arnault. Dunque, l’acquisizione strategica di LVMH è stato sicuramente un movimento che sin da subito può far crescere sia Tiffany che lo stesso LVMH. Lo spirito avanguardistico e d’innovazione del gruppo francese porterà Tiffany a diventare ancora più iconica e riconoscibile di quanto non lo sia già, come difatti è successo per gli altri marchi sotto la sua ala.

Comprare Azioni Tiffany (LVMH) conviene?

Come si è visto in questa guida, il titolo Tiffany è sempre stato uno dei veri e propri colossi del settore dei gioielli, arrivando a competere con aziende del calibro di Cartier. Si è anche visto come i numeri del passato siano stati prettamente positivi per Tiffany, specie se si guarda alla crescita verificatasi dal 2017 in poi.

Chiaramente questa sua decisa evoluzione l’ha portata a trattare con quello che ad oggi è considerato il colosso del mondo del lusso, LVMH, che ha ampliato la rete di contatti di Tiffany facendole acquisire ancora più risonanza rispetto agli anni passati. Giunti alla fine di questa guida non si può non rispondere forse al quesito che interessa di più agli investitori: comprare azioni Tiffany conviene?

Avendo trattato e analizzato tutti gli aspetti della società in questione e del gruppo di cui ora fa parte si può affermare che sì, comprare azioni Tiffany conviene ora che il titolo è stato incorporato da Louis Vuitton.

Considerazioni Finali

In questa guida si è cercato di analizzare a fondo ogni aspetto riguardante il noto marchio di gioielli Tiffany non trascurando la recente acquisizione da parte del gruppo francese LVMH.

Ebbene, Tiffany ad oggi si presenta come un vero e proprio colosso del settore in cui opera; è chiaro che non si tratta di una novità per l’azienda statunitense in quanto i suoi numeri sono sempre stati più che positivi, ma dall’ingresso in LVMH nel 2021 Tiffany ha avuto un impatto senza precedenti sul gruppo francese.

Oltre alla fama del marchio, noto ormai in ogni angolo del mondo, Tiffany si è sempre distinta per la qualità e lo stile delle sue produzioni, cosa che l’ha posta da sempre su un gradino superiore rispetto ai suoi competitors. Detto ciò, il titolo analizzato in questa guida ha dato sicuramente riscontri molto positivi e lì dove agli investitori poteva sorgere qualche dubbio, si spera che ora ci siano solo certezze della portata di questa azienda e del gruppo di cui ora è entrata a far parte.

FAQ – Azioni Tiffany: Domande e Risposte frequenti

Conviene investire sulle azioni Tiffany?

Comprare azioni Tiffany conviene in quanto si tratta di un’azienda leader del settore in cui opera. Tra l’altro si tratta di una società che opera nel campo del lusso, la quale è entrata a far parte del gruppo francese LVMH (Luis Vuitton). Ci sono tutti i presupposti per trarre profitti notevoli da questo titolo che si presenta con delle potenzialità non indifferenti. Naturalmente, la convenienza attuale è legata al titolo LVMH, il quale ha inglobato la Tiffany anche da un punto di vista prettamente finanziario.

Come comprare azioni Tiffany?

Si possono comprare azioni Tiffany mediante il Trading CFD, degli strumenti derivati che permettono ai traders di investire sia al rialzo che al ribasso, oppure con il Trading DMA, che indica la pratica di compravendita di vere e proprie azioni ed è molto utilizzato per gli investimenti sul lungo periodo. La scelta è puramente soggettiva, ma è bene prediligere broker di trading regolamentati da autorità come l’ESMA.

Dove comprare azioni Tiffany?

Per comprare azioni Tiffany, ormai appartenenti al titolo LVMH, bisognerà operare con le già menzionate piattaforme di trading. In questo modo, si potrà accedere ad uno dei titoli che rientrano tra le migliori azioni da comprare: tutto ciò, grazie all’innovazione e alla curiosità suscitata da questa nuova acquisizione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.