InvestimentiFinanziari.net
Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Pine Script

Che cos’è Pine Script? Può essere utile per le proprie attività di trading?  Quando si parla di Pine Script ci si riferisce ad un linguaggio di programmazione ideato da TradingView e che gli utenti possono adoperare per andare ad elaborare e creare dei programmi di trading algoritmico. Il linguaggio su cui è basato PineScript è in gran parte quello Python e Javascript, ed è tra i più facili linguaggi di programmazione agli occhi di investitori alle prime armi, che intendono affinare le proprie capacità di trading. 

Negli ultimi anni la fama del sito TradingView ha fatto sì che un numero sempre maggiore di broker online decidesse di adottare questa speciale piattaforma come valido supporto grafico per le operazioni dei loro utenti. Ciò ha portato anche ad un maggior interesse per Pine Script, il quale può essere adoperato direttamente dalla piattaforma senza dover collegare programmi esterni.

Questo linguaggio di programmazione dà la possibilità di testare le proprie strategie di trading: uno dei principali motivi per i quali sempre più traders sono interessati a capire com’è e e come funziona Pine Script

Pine Script, inoltre, viene aggiornato continuamente e riceve di volta in volta delle nuove funzionalità che aumentano la sua capacità di gestire programmi complessi. Nonostante non si possa ancora mettere a confronto Pine Script con altri linguaggi più complessi, a poco a poco sta crescendo e migliorando, mantenendo tuttavia una struttura molto semplice da utilizzare e imparare.

Pine Script – Tabella di introduzione: 

Cos’è:Linguaggio di programmazione utilizzato da TradingView
💰Costo:GRATUITO
🏅Migliori Piattaforme Pine script:Elenco completo 2022
🖥️Miglior broker integrato con Pine Script:Capital.com (conto virtuale gratis)
🤔Opinioni:⭐⭐⭐⭐
💡Caratteristiche:Un insieme delle peculiarità dei linguaggi Python e Javascript
Principali caratteristiche di Pine Script

Pine Script: Cos’è?

Come è stato accennato nell’introduzione Pine Script risulta essere un valido linguaggio di programmazione ideato per permettere ai traders di creare degli algoritmi di trading e indicatori. Andando a programmare con Pine Script all’interno di TradingView un investitore sarà capace di effettuare dei backtest sulle proprie strategie di trading, vale a dire testarne la loro validità in sicurezza. Inoltre, sarà in grado di costruirsi autonomamente degli indicatori di trading personalizzati che potrà adoperare durante le sue analisi sui grafici tecnici. 

Attenzione: è possibile, oltretutto, programmare un algoritmo che sia in grado di testare un’eventuale strategia per i tempi futuri. Non è possibile, però, elaborare un algoritmo con Pine Script che vada ad investire del denaro reale al proprio posto. 

Pine Script- Guida completa
Pine Script- Cos’è? Guida completa al linguaggio di programmazione TradingView a Cura di InvestimentiFinanziari.net

Come accennato nell’introduzione Pine Script può essere visto come un ibrido tra il linguaggio Python e quello Javascript, ma allo stesso tempo non è basato su nessun linguaggio di programmazione specifico, rendendolo uno strumento unico nel suo genere. Infatti, si tratta di un linguaggio indipendente e quindi le funzioni che un programmatore potrebbe utilizzare su Javascript o Python con successo non è detto che funzionino su Pine Script. La sintassi utilizzata, ciononostante, è molto simile a questi ultimi due. 

Vi sono dei motivi per cui Pine Script è stato ideato come un linguaggio di programmazione indipendente. In primis, vi è il fatto che presenta solamente le funzionalità ideate per essere utili nel trading online. Questo comporta che non si devono sfogliare diverse librerie per poter trovare gli strumenti con cui costruire un algoritmo. Oltretutto, l’assenza di librerie permette a Pine Script di rimanere semplice nel suo utilizzo ed essere accessibile anche agli investitori alle prime armi. 

Pine Script: Come funziona?

Il funzionamento di Pine Script poggia sul cloud. Questo vuol dire che il codice del programma è letto ed eseguito direttamente sui server di TradingView invece che sul proprio computer. Ciò permette di mantenere la sua struttura leggera e di non richiedere un dispositivo con elevate capacità computazionali. 

Sotto questo aspetto è importante rilevare che la piattaforma TradingView presenta diverse schermate e all’interno di ognuna di loro è presente una specifica sezione dedicata alla programmazione e all’esecuzione di programmi in Pine Script chiamata Pine Editor. Inoltre, grazie al fatto che Pine Script è eseguito in cloud si ottiene il vantaggio di avere un programma capace di lavorare 24 ore su 24 tutti i giorni, anche nel caso in cui il computer utilizzato per fare trading e analisi è spento.

Gli altri linguaggi di programmazione più utilizzati, invece, necessitano di un VPS per poter funzionare nel caso il dispositivo del trader fosse disattivato, rendendo le proprie operazioni più complicate e spesso più costose. 

La caratteristica di Pine Script di lavorare in cloud, però, porta con sé anche uno svantaggio. Questo si manifesta nel fatto che la piattaforma TradingView paga tutti i costi necessari per mantenere l’infrastruttura in piedi e gli algoritmi elaborati attivi e perciò la piattaforma ha deliberatamente scelto di limitare la complessità del programma. Questo, in sostanza, è il compromesso ideato da TradingView per permettere ai suoi utenti di utilizzare Pine Script in maniera totalmente gratuita. 

Nonostante la sua complessità sia limitata, bisogna informare che si tratta di un linguaggio davvero semplice da poter eseguire e le linee di codice richieste per farlo funzionare a dovere sono di molto inferiori rispetto ai suoi concorrenti diretti per ottenere lo stesso risultato. 

Attraverso Pine Script puoi creare due tipologie di programmi: 

  • Indicatori di trading: hanno la funzione di analizzare un grafico e di restituire all’investitore diverse informazioni utili per le proprie operazioni future;
  • Strategie di trading: righe di codice che danno istruzione al programma su come e quando andare ad aprire o chiudere una posizione. Con le strategie si possono effettuare investimenti virtuali attraverso il conto demo di TradingView senza correre rischi. 

Pine Script: Come creare un Trading System

Solitamente, facendo trading algoritmico l’obiettivo finale è quello di poter creare un sistema automatizzato ed efficace che vada ad applicare una strategia di trading con delle buone possibilità di profitto. Nonostante Pine Script non sia ancora in grado di creare dei veri e propri Robot di trading che possano investire dei soldi reali, rimane comunque uno strumento particolarmente utile per appurare la validità di una determinata strategia di investimento. 

Con Pine Script un trader ha la possibilità di eseguire due diversi tipi di operazioni per il proprio trading system: 

  • Backtest: eseguire una serie di operazioni simulate su un periodo di tempo passato e appurare se la strategia sarebbe stata efficace o meno;
  • Forward-test: condurre delle operazioni simulate rivolte verso il futuro ogni volta che il grafico si aggiorna. 

Con i backtest si vanno ad ottenere dei risultati abbastanza immediati perché sul grafico sono già presenti delle candele giapponesi. I secondi, invece, non sono condizionati da informazioni passate sull’andamento di un asset. Si consiglia, quindi, di adoperare entrambe le funzionalità per ottenere dei risultati affidabili quando si effettuano dei test sulle proprie strategie di investimento. 

I forward-test, inoltre, possono essere adoperati per creare dei segnali di trading che si possono replicare con un conto reale. Nonostante l’algoritmo elaborato su Pine Editor non possa eseguire delle operazioni in maniera diretta, i suggerimenti che vengono mostrati possono essere poi applicati su un conto reale delle migliori piattaforme di trading online

Programmare un Trading System con Pine Script

Utilizzando un altro linguaggio di programmazione legato al trading solitamente bisogna dichiarare la differenza tra un indicatore e un trading robot all’inizio del programma, con il linguaggio di TradingView ciò non avviene. Un trading system possiederà solamente due funzioni in più dentro il proprio codice:

  • strategy.entry(): questa è la funzione che dà l’ordine al programma di aprire una posizione, e con cui si può specificare la quantità di soldi che si desidera investire;
  • strategy.order(): questa funzione si utilizza quando si desidera effettuare un ordine sul mercato invece che entrare al prezzo del momento;
  • strategy.exit(): si tratta della funzione dedicata a comandare al programma di chiudere una posizione particolare;
  • strategy.close_all(): si utilizza per far chiudere tutte le posizioni aperte al programma invece che una specifica. 

Per far funzionare in maniera corretta il trading system è necessario che vi siano perlomeno una funzione di apertura e una di chiusura all’interno del codice. Ciò che si trova scritto prima di queste funzioni andrà a determinare in quali situazioni sarà eseguita l’apertura o la chiusura della posizione.

Per avere un esempio pratico si possono pensare a degli indicatori tecnici come l’RSI, già presente all’interno di Pine Script sottoforma di funzione, e chiedere al programma di comprare o vendere quando l’indicatore raggiunge un certo livello. 

Per scrupolo di informazione bisogna dire che un altro elemento fondamentale di un trading system è study(). Al suo interno vi può essere qualsiasi argomento come valore. Non si tratta di una vera e propria funzione ma di una sorta di “dichiarazione” che dà il nome con cui il trading system verrà mostrato all’interno di Pine Editor. Si tratta della prima funzione da dichiarare dentro un programma e dà la possibilità di accedervi attraverso la libreria pubblica di Pine Script dopo che è stato salvato. 

Programmare un indicatore con Pine Script

Rispetto ai trading system, gli indicatori di trading differiscono sia per il fatto che non aprono e chiudono le operazioni di investimento, sia perché vanno a disegnare qualcosa sul grafico del prezzo o altro. Per capire meglio è sufficiente pensare all’indicatore Media Mobile che compare sul grafico del prezzo sotto forma di linea. 

Per programmare un indicatore Pine Script anche in questo caso risulta molto semplice. Si tratta della funzione plot(). Questa va disegnare sul grafico qualsiasi tipo di funzione o elemento che il trader richiede. Per comprendere meglio sotto è stato inserito un esempio in cui il codice dell’indicatore inserito che si vede nell’immagine va a disegnare una media tra il valore di apertura e quello di chiusura di tutte le candele che vi sono sul grafico. 

PINE SCRIPT- Media Mobile
Pine Script- esempio grafico con la Media Mobile

Andando a spiegare dettagliatamente il codice d’esempio, è stata creata una variabile “media”. Il suo valore è pari alla metà tra la somma del valore di apertura e il prezzo di chiusura delle candele. A questa variabile segue la funzione plot(), in cui si è chiesto di disegnare il risultato della stessa. Solitamente, infatti, plot() va a disegnare il risultato su un grafico diverso da quello del prezzo. Se si desidera disegnare sulle candele è sufficiente aggiungere overlay=true dentro la funzione study(). L’effetto è osservabile nell’immagine sottostante:

Pine Script grafico
Pine Script- Effetto post applicazione dell’indicatore Media Mobile

Si ricorda che funzioni come queste appena mostrate, sono disponibili esclusivamente su piattaforme regolamentate e professionali come Capital.com, la quale supporta TradingView e l’insieme degli strumenti proposti.

Pine Script: Piattaforme e soluzioni di trading consigliate

Migliori piattaforme di trading Pine Script [CLASSIFICA 2022]

TRADING

Voto: 10/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Copia Trader Migliori
  2. App Gratis
  3. Portafogli gestiti
  4. Azioni pure a 0 spese
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: Illimitato

VANTAGGI:

  1. Intelligenza Artificiale
  2. App Gratis
  3. Zero commissioni
  4. Formazione avanzata
TRADING

Voto: 9,9/10

Tipo: STP / DMA

Licenze: FCA / CYSEC / ASIC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Trading Automatico
  2. Expert Advisor e Segnali
  3. Spreads bassi
  4. Social e CopyTrading
TRADING

Voto: 9,7/10

Tipo: Market Maker CFD

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 10.000$

VANTAGGI:

  1. Social Trading
  2. Conto VIP
  3. Deposito 10€
  4. Trade min. 1€
TRADING

Voto: 9,5/10

Tipo: CFD / DMA

Licenze: FCA / CYSEC

Demo: 100.000$

VANTAGGI:

  1. Segnali gratuiti
  2. MetaTrader 4
  3. Live Coaching
  4. Azioni reali DMA

Vi sono diversi broker che danno la possibilità di effettuare delle operazioni utilizzando i grafici messi a disposizione da TradingView, ma quasi tutti permettono soltanto di consultare i grafici all’interno della propria piattaforma. Ciò significa che non si può utilizzare Pine Script o Editor all’interno del broker. 

Capital.com: migliore soluzione per Pine Script

L’unico broker che attualmente possiede un’integrazione superiore con Pine Script è Capital.com (clicca qui per il sito ufficiale). Si tratta di broker che è riuscito a conquistare la fiducia di milioni di utenti nel corso del tempo grazie alle sue caratteristiche oltre che all’integrazione con questo linguaggio. 

Capital.com è il miglior broker per usare Pine Script

Una di queste è il fatto di essere in possesso dell’autorizzazione CONSOB. Questa permette di muoversi sui mercati senza avere il rischio di incorrere in eventuali truffe a danno dei propri capitali. Inoltre, Capital.com adopera l’intelligenza artificiale per migliorare le performance dei suoi utenti e aiutarli ad evitare gli errori che commettono maggiormente. Per quanto riguarda i costi non vi sono commissioni e l’unica cifra richiesta è quella dello spread. Per provare la qualità di questo broker si consiglia di aprire qui un conto demo gratuito con cui praticare senza utilizzare i propri capitali reali, ma utilizzandone di virtuali forniti dal broker. 

Pine Script Public Library

Come si è scritto in qualche paragrafo precedente, uno dei motivi per cui si potrebbe adoperare Pine Script è la possibilità di poter consultare gli indicatori che sono stati già pensati e programmati da altri. Si può importare il loro codice su Pine Editor in maniera gratuita. 

Per poterlo fare è sufficiente cliccare sulla scritta “indicators”, scegliere quello che si vuole dalla libreria e successivamente verrà visualizzato il codice dell’indicatore dopo aver cliccato sul simbolo delle parentesi graffe che appare sul nome dello stesso. Grazie a questa caratteristica si possono trovare oltre 10.000 indicatori all’interno della libreria. 

PINE SCRIPT- Pine Editor
Pine Script- Pine Editor per scaricare e applicare Indicatori di trading

Alcuni di questi possono essere utilizzati solamente in modalità lettura. Ciò significa che si potranno copiare ed incollare nei propri programmi, ma le modifiche applicate non saranno salvate nella libreria pubblica. Altri, invece, permettono di essere modificati perché sono frutto della collaborazione di più persone. Per aggiungere un indicatore della libreria tra i preferiti è sufficiente cliccare sulla piccola stella accanto al suo nome nel Pine Editor. 

Imparare Pine Script: materiale didattico-formativo 

Esistono diversi modi per poter imparare a programmare con Pine Script, sia che si tratti di materiale consigliato direttamente da TradingView, sia che sia stato ideato da utenti privati. 

Una prima risorsa fondamentale è la documentazione ufficiale che si trova all’interno del sito ufficiale di TradingView. Per coloro che masticano Python o Javascript non vi saranno particolari problemi e si troveranno a proprio agio. La guida introduttiva presenta le caratteristiche più importanti del linguaggio di programmazione, mentre le singole funzioni sono spiegate successivamente. Se non si hanno delle esperienze minime con la documentazione di un linguaggio informatico il tutto può essere complicato. 

Da questo punto di vista vi sono altri tipi di risorse che sono più facili da capire. Per esempio, The Art of Trading, un canale Youtube, spiega in 9 video come poter imparare ad utilizzare Pine Script partendo da zero. Unica nota da fare è che i video sono solamente in inglese. Altro canale che offre un corso riguardo a Pine Script è BigBits, che con oltre 40 video gratuiti va ad esaminare ogni aspetto del linguaggio in maniera chiara. Questo, però, è un corso che si consiglia di seguire se si ha una competenza intermedia sulla programmazione. 

Pine Script: Elenco libri consigliati 2022

Se non si è capaci di studiare attraverso dei video corsi si può scegliere di apprendere ad utilizzare Pine Script attraverso un libro, sia che sia incentrato su questo linguaggio, sia che tratti di programmazione e matematica finanziaria in maniera generale.

Ecco un elenco di alcuni dei migliori libri per apprendere Pine Script:

  • Teach Yourself Coding Indicators in Pine Script:  una lettura semplice ideale per chi vuole partire dalle basi della programmazione di Pine Script; 
  • Teach Yourself Trading Strategies in Pine Script: sequel del precedente volume che affronta concetti più avanzati, arrivando fino alla programmazione di algoritmi complessi;
  • Algorithmic Trading: Winning Strategies and Their Rationale: si tratta di un’opera che va ad analizzare centinaia di strategie di trading automatico per determinare quale siano quelle vincenti e quali le perdenti;
  • Advances in Financial Machine Learning: adatto a chi è esperto nel mondo della programmazione e vuole passare al livello successivo andando a studiare l’intelligenza artificiale applicata al trading. 

Pine Script vs. MQL: Qual è il migliore?

Nonostante MetaTrader 4 risulti essere ancora la piattaforma di trading più utilizzata al mondo il numero di utenti che scelgono di adoperare TradingView continua ad aumentare di anno in anno. Attualmente sono più di 3 milioni gli utenti attivi ogni mese. Può essere utile ai fini di questa guida andare a fare un breve confronto tra i linguaggi di programmazione delle due piattaforme. 

Primo fattore da considerare è la difficoltà nel programmare. In questo senso MQL è basato su C#, un linguaggio molto poco astrattivo. Chi non ha nessuna esperienza di programmazione, quindi, si troverà in difficoltà all’inizio della sua esperienza su Meta editor. Diversamente, Pine Script è più semplice da imparare perché ha un linguaggio più astratto e simile al parlato reale. Sono pochi gli elementi da controllare e gli errori sono segnalati in maniera chiara. 

Per ciò che riguarda la funzionalità MQL ha dalla sua una forte potenza di calcolo e permette di eseguire moltissime istruzioni che attualmente sono ancora precluse a Pine Script, in primis quella di aprire o chiudere una posizione con dei soldi reali. Pine Script è ancora lontano dall’avere la stessa complessità di MQL, ma allo stesso tempo viene aggiornato più velocemente e nei prossimi anni potrebbe assottigliare la differenza. 

Sul lato dei materiali didattici trovabili online si può dire che entrambi in linguaggi di programmazione siano sullo stesso livello.  

Conviene o non conviene apprendere Pine Script?

Nei prossimi paragrafi saranno trattati gli aspetti che rendono l’apprendere Pine Script conveniente per quei traders che vogliono dare un’impronta professionale alla propria attività di investitore attraverso il trading algoritmico e anche quelli che sono gli elementi per cui non conviene farlo.  

Perché conviene apprendere Pine Script?

Per chi vuole cominciare a muoversi nel trading algoritmico bisogna informare che non è semplice a primo impatto nel caso non si avessero delle conoscenze pregresse di programmazione. Anche chi è bravo in questo campo non è raro che possa avere qualche problema. Infatti, i linguaggi che vengono adoperati nel trading sono complicati. Alcuni dei principali che vengono appresi sono Ruby, Javascript, Python. Questi hanno un’elevata astrazione. Diversamente quelli adoperati nel trading sono tendenti al linguaggio-macchina. 

Vantaggio di Pine Script è che si tratta di un linguaggio anch’esso ad alto livello di astrazione. Questo significa che i comandi che vengono forniti al programma sono molto simili a quelli che si utilizzano nel linguaggio parlato dagli esseri umani. Un esempio è che non si deve specificare la tipologia di dato conservato nelle variabili, se è un numero intero, carattere, ecc. Nei linguaggi basati su C++, invece, questo non avviene. 

Il linguaggio di Pine Script, quindi, è molto semplice e allo stesso tempo performante. Inoltre, è in grado di gestire una certa complessità e di eseguire un codice nonostante il dispositivo di un investitore sia disattivato. Oltretutto, diversamente da altri programmi non è necessario acquistare un abbonamento a un VPS o pagare qualsiasi tipo di prezzo. Nel corso degli anni e degli aggiornamenti che si sono succeduti Pine Script è ed è stato in grado di soddisfare le necessità di diverse tipologie di investitori. 

Capire come si usa Pine Script risulta ancora più semplice grazie alle collaborazioni che TradingView ha stretto on dei siti per ospitare tutorial, lezioni e consigli sull’utilizzo di Pine Script. Così facendo anche gli investitori alle prime armi saranno capaci di avvicinarsi al mondo dei linguaggi di programmazione applicati al trading online. 

Quali sono gli svantaggi di Pine Script?

Nonostante Pine Script risulti essere molto semplice e rapido da apprendere bisogna informare che non possiede molte delle funzionalità che si possono trovare in un linguaggio come MQL. Il principale difetto è proprio quello di non poter ancora chiedere ai programmi di andare ad aprire o chiudere una posizione reale. 

Coloro che nel mondo della finanza programmano in maniera avanzata negli ultimi anni si stanno concentrando principalmente sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale applicata agli investimenti. Questa può essere in grado di eseguire dei programmi che non sono solo basati su delle istruzioni semplici ma che si istruiscono da soli andando ad analizzare i dati che gli vengono forniti. 

Una soluzione di questo tipo è molto complessa ed è necessario adoperare un avanzato compiler, avere a disposizione molta potenza di calcolo ed essere abile nell’utilizzo delle librerie e nel trovare i prezzi del momento rapidamente in modo che l’algoritmo sia in grado di applicare le posizioni della strategia scelta. Ciò implica dover praticare in maniera costante. Inoltre, nonostante coloro che utilizzano TradingView siano sempre di più, questa non è ancora sviluppata al livello del colosso MetaTrader. Si può prevedere che nel corso del tempo questa distanza sarà colmata con successo. 

Pine Script: Opinioni degli utenti

Le opinioni nei confronti di Pine Script sono generalmente positive sia per quanto riguarda gli analisti esperti sia per quello che si può riscontrare online. I primi sono stati attratti dalla semplicità di questo linguaggio di programmazione per le proprie analisi e sono dell’idea che il suo utilizzo possa aumentare nel prossimo futuro. 

Le opinioni sui forum e sui siti specializzati sono a favore di Pine Script per il fatto di essere gratuito e facile da apprendere grazie alla documentazione ufficiale presente sul sito di TradingView. Considerando che un numero sempre maggiore di investitori si affida a questa piattaforma attratti anche da ciò che offre con Pine Script si può ritenere che la considerazione generale su di esso sia di un linguaggio di programmazione snello ed efficace.  

Nel corso della guida sono emersi diversi segnali a cui prestare attenzione. Tra questi, bisogna porre l’accento sul fatto che per i principianti, l’apprendimento e l’utilizzo corretto di un codice come Pine Script può risultare complesso. Per tale motivo, per chiunque fosse interessato a fare trading online secondo algoritmi, potrebbe valutare dapprima l’idea di fare trading automatico. In questo modo, si tenterà un primo approccio a strumenti del genere, senza doversi cimentare, in prima persona, nella scrittura di un vero e proprio programma.

Infine, la soluzione migliore per acquisire dimestichezza con tali funzioni è fare trading online demo, così da poter mettere alla prova le proprie capacità, ma senza temere che gli errori commessi abbiano ripercussioni sul proprio capitale.

Considerazioni finali

Arrivando alla fine di questa guida si possono stilare delle considerazioni finali riguardo a Pine Script. Dopo che sono stati scritti numerosi paragrafi si può affermare che Pine Script è un buon linguaggio di programmazione che deve ancora mostrare il suo pieno potenziale visto che viene aggiornato costantemente con nuove funzionalità senza andare a snaturare la sua filosofia di linguaggio semplice. 

Questo linguaggio è adatto a tutte le tipologie di investitore, ma soprattutto per coloro che sono alle prime armi e vogliono utilizzare la programmazione come arma in più nella finanza. La versione attuale di Pine Script è la v4 ed è disponibile in tutte le sue funzioni solamente sul broker di qualità come Capital.com, oltre che su TradingView. 

FAQ- Pine Script – Domande e Risposte Frequenti

Cosa è Pine Script?

Pine Script è il linguaggio di programmazione ufficiale di TradingView che dà la possibilità ai traders di creare degli indicatori tecnici unici delle strategie di trading automatico

Dove utilizzare Pine Script?

Per utilizzare Pine Script è necessario affidarsi a piattaforme di trading autorizzate e regolamentate da enti quali CySEC. Inoltre, Pine Script è supportato esclusivamente da broker che si affidano ai servizi TradingView.

Pine Script è adatto a principianti?

Apprendere ad utilizzare Pine Script è più semplice rispetto ad altri linguaggi di programmazione legati alla finanza come per esempio MQL. Infatti, non è particolarmente complesso ed anche i neofiti con molta dedizione possono imparare in fretta.

Pine Script o MQL?

Non esiste una risposta definitiva, ma varia a seconda del proprio livello individuale con la programmazione. Chi ha già esperienza può virare su MQL, chi è ancora agli inizi su Pine Script. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.