Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Come risparmiare: consigli utili per mettere soldi da parte

Come risparmiare soldi? L’accumulo di capitale è un passaggio assolutamente necessario per chi vuole crescere finanziariamente e dunque sarà necessario imparare a farlo.

Abbiamo preparato, in 25 pratici consigli, un vademecum per il risparmio, che permetterà a tutti di imparare a risparmiare da un lato e soprattutto a tagliare spese inutili, che sono il primo passo per iniziare ad accumulare capitale, che può poi essere investito con profitto.

Scopriremo insieme tutto quello che c’è da sapere sul come risparmiare soldi, sul perché farlo e sul dove farlo, con 25 consigli pratici da mettere in pratica, situazione per situazione, senza ostacoli di sorta.

Indice di pagina

Perchè bisogna risparmiare soldi?

Bisogna risparmiare denaro perché è il risparmio ad essere la base di ogni crescita finanziaria, professionale, personale e anche familiare. Senza il risparmio non si possono avere quei capitali, da investire con più o meno rischio, che possono andare ad integrare i nostri redditi futuri.

Senza risparmio non si può pensare di investire per rendere più efficiente eventuali crescite di capitale futuro, che si tratti di investimenti personali, finanziari, bancari o professionali.

Senza risparmio, in ultimo, c’è il rischio di indebitarsi davanti al minimo imprevisto, cosa che comporta l’attivazione di un circolo vizioso, che renderà impossibile risparmiare in futuro, o quasi.

La buona notizia che abbiamo per chiunque volesse appunto risparmiare, è che tale opera, ovvero l’astenersi da consumi presenti, è retribuita dai mercati finanziari. Non perché si tratti di una particolare nota di merito, ma perché chi ha bisogno di capitali, in un modo o nell’altro, li paga.

Come risparmiare guida
Il risparmio è fruttifero e ci aiuta a raggiungere il benessere economico

Pensiamo a chi acquista ad esempio obbligazioni, uno degli impieghi classici per chi vuole risparmiare. In quel caso sta prestando letteralmente – ad uno stato o ad una azienda – del capitale che ha risparmiato. E in cambio riceverà degli interessi, che sono appunto la retribuzione per il suo risparmio.

Questo al primo giro – se così vogliamo definirlo. Gli interessi percepiti sul risparmio poi possono essere anch’essi re-investiti, per un ulteriore crescita, innescando un circolo virtuoso che moltissimi investitori e risparmiatori quasi professionali conoscono benissimo, ovvero quello dell’interesse composto.

Ci sono dunque un mucchio di buoni motivi che rispondono alla domanda perché risparmiare. Certo, bisognerà sicuramente farlo tenendo conto delle proprie necessità personali e delle proprie possibilità, anche se come scopriremo insieme dai 25 consigli per risparmiare che abbiamo messo insieme, in realtà ci sono modalità di risparmio semplici e applicabili da tutti, anche se ad oggi potrebbe sembrare che di spazio per risparmiare, con salari non esattamente eccellenti, ce ne sia davvero poco.

Come risparmiare soldi: 25 pratici consigli

Abbiamo diviso i nostri 25 pratici in diverse sezioni, per permettere appunto a tutti di organizzare il proprio percorso verso il risparmio e ottimizzarlo in relazione alle nostre spese e ai nostri redditi.

Si tratta di consigli – lo ripetiamo ancora una volta – che sono immediatamente applicabili, senza spese aggiuntive e sono adatti a tutti. Partiamo subito, da quelli che sono i consigli per risparmiare i soldi in banca.

Risparmiare soldi in Banca

La banca non è solo uno strumento di risparmio, ma spesso appunto il centro delle spese improduttive.

Si può tagliare alla grande sulle spese del conto corrente, del conto di risparmio e magari qualcosa anche sugli strumenti di investimento che abbiamo magari acquistato proprio attraverso il promotore finanziario.

1. Risparmiare soldi tramite il conto corrente

Si può risparmiare molto sul conto corrente, soprattutto oggi che possiamo scegliere tra decine di conti correnti online, come abbiamo già recensito nel corso della nostra attività di divulgatori.

Perché parliamo di risparmiare soldi tramite il conto corrente? Perché con ogni probabilità il conto corrente che stiamo utilizzando, se è di quelli di vecchia generazione, è un conto troppo costoso, che non può in alcun modo soddisfare le nostre esigenze e che ci offre con ogni probabilità dei servizi inutili e pagati a carissimo prezzo.

I dati parlano di un costo medio dei conti correnti in Italia di 180/200 euro annuali per privato, somma decisamente troppo elevata, soprattutto oggi che sono disponibili conti correnti a zero costi, almeno per le funzionalità di base.

Cercare un nuovo corrente – e superare la paura di cambiare – può portarci a risparmiare anche più di 100 euro in un anno, e anche di più nel caso in cui facessimo un uso più frequente del conto corrente.

2. Risparmiare sugli strumenti di risparmio gestito

Con rarissime eccezioni, siamo assolutamente contrari alla gestione del portafoglio di investimento tramite la banca. Perché appunto questi risparmi gestiti finiscono per essere molto costosi, senza offrire nulla di più di un portafoglio gestito in proprio.

Se abbiamo in portafoglio PAC, prodotti assicurativi vita, fondi comuni di investimento e patrimoni gestiti attivamente, è il momento giusto, adesso di riconsiderare tutto quello che viene messo a disposizione dalla banca in questo senso.

E se necessario andare a chiudere queste posizioni e prendere finalmente in mano la propria situazione finanziaria.

3. Risparmiare in banca rinunciando ai servizi inutili

Le banche tendono a fare oversell dei propri strumenti e questo va capito, senza portare sul banco degli imputati nessuno. Per ogni servizio venduto la banca ha infatti dei ricavi e dei profitti, motivo per il quale tendono appunto a rappresentarci come necessari servizi che non lo sono.

Risparmio carta di credito
Le carte di credito sono servizi contrari al risparmio, che vanno utilizzate solo quando necessario

Siamo sicuri di non poter fare assolutamente a meno del libretto di assegni, costosissimo e oggi non accettato praticamente da nessuno? Abbiamo davvero bisogno della seconda, terza o quarta carta?

Valutiamo tutti i servizi che la banca ci offre, analizziamo il nostro estratto conto e rendiamoci conto di quello che si può effettivamente risparmiare riducendo i servizi che andiamo ad utilizzare.

4. Risparmiare chiudendo conti

Sono in moltissimi in Italia ad avere a disposizione più di un conto corrente, senza che questo effettivamente abbia un senso. C’è chi pensa che sia maggiormente sicuro – ma i conti correnti in Italia sono completamente coperti fino a 100.000 euro per conto e per correntista.

Sopra a questa somma avere più di un conto non ha alcun senso e raddoppia nettamente le spese. Quindi un altro modo per risparmiare è di chiudere tutti i conti che non possono fare al caso nostro e soprattutto che non sono necessario.

5. Rinegoziare il mutuo aiuta a risparmiare

Se abbiamo acceso un mutuo tanti anni fa, può essere sicuramente utile rinegoziare il mutuo. Si tratta di un servizio che oggi viene offerto da praticamente tutte le banche, senza alcun tipo di lungaggine burocratica e senza costi aggiuntivi per chi procede con questa rinegoziazione.

Che vuol dire rinegoziare il mutuo? Vuol dire portare il mutuo presso un altro istituto bancario e ottenere dei tassi di interesse aggiornati e spesso piani di pagamento più vantaggiosi. Risparmiare anche lo 0,5% di interesse su somme tanto importanti come quelle che si prendono a mutuo risulta in un risparmio enorme per chiunque.

Cercare il miglior mutuo online oggi è molto semplice e dunque nel giro di pochi minuti si può essere già letteralmente inondati da proposte molto vantaggiose. Anche senza muoversi da casa.

Risparmiare soldi in famiglia

Anche in famiglia si può imparare a risparmiare, senza trasformarsi in persone assolutamente ossessionate da qualunque tipo di spesa.

Oggi in famiglia si spende molto (gli italiani risparmiano, dati alla mano, molto meno di prima) e si potrebbe fare sicuramente meglio, pur non peggiorando la qualità della vita dei membri del nostro nucleo familiare.

6. Imparare a fare la spesa

Sembrerà strano, ma sono moltissime le famiglie che, prese dalla fretta e perché abituate ad un consumismo inutile e sfrenato, non hanno mai imparato a fare la spesa.

Consultare le offerte dei supermercati più vicini e fare scorte quando possibile, girare alla ricerca di prezzi interessanti su beni a lunga conservazione (olio, pasta, detersivi, legumi, etc.) può risultare in diverse centinaia di euro risparmiati ogni anno.

Risparmiare spesa
Una spesa intelligente aiuta a risparmiare moltissimo

Imparare a fare la spesa si può, anche con piccolissime tecniche e accorgimenti quotidiani:

  • Fare una lista prima di andare al supermercato

Questo aiuta ad eliminare acquisti inutili e compulsivi, che dati alla mano superano il 30% del budget che le famiglie destinano alla spesa al supermercato.

  • Evitare di andare affamati al supermercato

Un piccolissimo trucco che permettere però di andare a spendere molto meno e dunque di risparmiare. Una pianificazione che permette a tutti di risparmiare soldi concreti giorno per giorno.

  • Pianificare i pasti

Anche qui l’organizzazione richiesta è davvero minima e permette di evitare di buttare cibo e altri beni reperibili. Il che vuol dire che anche qui andremo a risparmiare molto nell’arco di un anno. Imparare a fare la spesa può andare ad impattare in modo sostanziale sul budget della famiglia e dunque su quanto si riesce a risparmiare.

7. Vacanze: chi fa da sé… risparmia

Le vacanze sono per una famiglia moderna una vera necessità, un momento di stacco da vite che sono frenetiche anche per i più giovani membri della nostra famiglia.

Oggi si può organizzare una vacanza comunque soddisfacente, anzi, senza alcun tipo di rinuncia, da soli. Con siti tramite Airbnb si possono prenotare case che sono anche più funzionale degli hotel, oppure comunque si può prenotare una stanza d’albergo assolutamente di livello risparmiando molto rispetto alle agenzie.

Lo stesso vale per i biglietti aerei, per i biglietti del treno e per qualunque altro tipo di spostamento. Anche qui il risparmio può essere sostanziale.

E se non si è particolarmente bravi con il computer e con internet, si può sempre chiedere aiuto ai membri più giovani della nostra famiglia.

8. Risparmiare sui trasporti

Questa sarà un’idea di risparmio molto difficile da far passare, perché gli italiani, come il grosso dei popoli che vivono in un’economia opulenta ed avanzata, sono particolarmente affezionati alla propria auto.

Ma siamo davvero sicuri che ne servano 3 per famiglia? Si tratta di un discorso che non tocca neanche l’aspetto ecologico della cosa e l’educazione dei figli, ma anche soltanto il risparmio.

Un’auto ha dei costi di mantenimento e di utilizzo molto alti, che hanno un impatto disastroso sulla nostra possibilità di risparmiare. Un altro aspetto dell’economia famigliare che può subire un hair cut, anche pesante.

I più piccoli? Non hanno necessariamente bisogno della loro specifica auto. Possono arrangiarsi con i mezzi pubblici almeno fino a quando non si separeranno dal nucleo familiare.

9. Bollette e utenze: oggi si può risparmiare tantissimo

I mercati delle utenze, a partire da quello telefonica all’energia elettrica, nonché alla fornitura del gas, sono oggi parzialmente liberalizzati e ci permettono di scegliere diversi fornitori.

Una strategia di hopping, ovvero del saltare da un’offerta ad un’altra può essere estremamente remunerativa e quasi sempre senza alcun tipo di interruzione di servizio.

Anche sulla telefonia mobile si può spendere molto meno, grazie all’arrivo delle cosiddette compagnie low cost, che permettono di avere pacchetti flat che fanno risparmiare tanto, anzi tantissimo rispetto alle compagnie tradizionali.

Anche in questo caso dunque c’è molto da tagliare, senza affanni, per avere somme che prima avremmo speso e oggi invece possiamo finalmente risparmiare.

10. Tempo libero: ridurre il cibo da asporto e le uscite fuori

Le uscite fuori come famiglia sono comunque necessarie, almeno in una certa misura. Ma se siamo di quei nuclei famigliari che ricorrono troppo di frequente a pasti fuori o pasti da asporto, dobbiamo sapere che stiamo pagando anche 4 volte di più gli alimenti che portiamo in tavola.

Certo, il gusto di non cucinare per tanti non ha prezzo, ma la cucina può essere un luogo anche dove coltivare l’unita della famiglia e soprattutto risparmiare.

Non serve portare necessariamente a zero queste spese. Ma ridurre anche della metà le uscite fuori vuol dire avere in mano un gruzzolo importante da poter risparmiare.

Risparmiare soldi sulle spese d’investimento

Si può risparmiare in modo sostanziale sugli investimenti, perché appunto ci sono strumenti di investimento molto cari e soprattutto intermediari che ci fanno spendere troppo in commissioni, andando ad erodere il rendimento stesso dei nostri risparmi.

Faticosamente accumulati e finiti, purtroppo, nelle tasche di intermediari che potrebbero essere tagliati, o scartati a favore di intermediari decisamente più convenienti.

11. Un broker giusto per investire fa spendere poco più di zero

In realtà oggi non abbiamo più necessariamente bisogno dell’intermediazione bancaria per fare investimenti e dunque per far fruttare i nostri risparmi.

Oggi ci sono alternative molto più vantaggiose a livello di costi vivi da sostenere nel tempo per fare investimenti e che possono farci risparmiare in percentuale somme davvero importanti. In questa sotto-sezione della nostra guida sul come risparmiare, parleremo di come risparmiare durante l’impiego dei nostri stessi risparmi.

Una spesa che in molti ignorano ma che intacca anche questa in modo assolutamente considerevole la possibilità di risparmiare da parte delle famiglie e dei singoli italiani.

risparmi investimenti
eToro offre un’ottima piattaforma per spendere meno in commissioni e investire i propri risparmi

Ci sono broker come eToro (qui per il sito ufficiale) che offrono una politica zero commissioni su tutti gli asset che mettono a disposizione. Il che vuol dire risparmiare le commissioni fisse che la banca applica su qualunque tipo di mercato.

Certo, anche i broker online per il trading di CFD, categoria di cui fa parte il sopracitato eToro, devono pur guadagnare in qualche modo. Lo fanno applicando un piccolissimo differenziale (o spread) tra acquisto e vendita, che risulta in pochi centesimi per ogni migliaio di euro investito.

Il risparmio comunque c’è e permette di accantonare somme che crescono al crescere dei capitali che abbiamo impiegato.

Per approfondimenti leggi anche: Trading Online, cos’è e come iniziare [Guida per Principianti 2020]

12. Il promotore può essere evitato, soprattutto se non abbiamo grossi capitali

Quasi tutti le banche oggi propongono un promotore finanziario che dovrebbe occuparsi di indicarci le vere opportunità di investimento di aiutarci nella composizione del nostro portafoglio di investimento.

Purtroppo nella stragrande maggioranza dei casi i promotori finanziari sono ammaestrati dalla banca stessa, per vendere prodotti che sono molto convenienti per la banca stessa e poco per noi che vogliamo investire i nostri risparmi.

Oltre al danno poi c’è la beffa di commissioni importanti che i promotori addebitano per la gestione di suddetto capitale.

Preferiamo a questo punto prendere in mano i nostri investimenti, fare di testa nostra ed evitare il servizio, se così vogliamo chiamarlo, dei promotori finanziari, che appunto sono un asso costosissimo e che gioca contro la nostra capacità di risparmiare.

Ci sono decine di piattaforme trading che possono offrire listini completi con i quali comporre portafogli assolutamente diversificati.

FP Markets (qui per testarlo in demo) è un broker che offre oltre 11.000+ titoli, senza la commissione aggiuntiva del promotore finanziario, che si può sfruttare appunto per investire per conto proprio.

13. No ai servizi di segnali a pagamento, oggi c’è il social trading

In molti utilizzano sistemi di segnali a pagamento per avere imbeccate sugli investimenti. Dei servizi informativi che sono gestiti – si presuppone – da esperti e che però faticano sempre o quasi ad ottenere risultati.

Sono servizi molto costosi, che oggi possono essere facilmente aggirati ricorrendo a quanto di più moderno ci viene messo a disposizione dai migliori servizi di brokering.

Il social trading di eToro è uno degli esperimenti meglio riusciti in questo senso, perché ci permette appunto di ricevere indicazioni e analisi senza costi aggiuntivi. Anche qui con un risparmio molto sostanzioso su quanto invece spenderemmo andando a scegliere un qualunque servizio di segnali a pagamento.

Lettura integrativa consigliata: Cos’è e come funziona il Social trading

14. Analisi dei mercati: anche qui risparmiare si può

Anche i servizi di analisi dei mercati vengono offerti a carissimo prezzo da banche e broker senza scrupoli. Servizi di analisi che poi non sono neanche ritagliati intorno alle nostre effettive esigenze.

Anche qui si può fare di meglio, ricorrendo a quanto viene offerto dalle più moderne tecnologie, tecnologie che tra le altre cose non hanno costi aggiuntivi.

MetaTrader, per citare la migliore delle piattaforme per gli investimenti, sulla quale è possibile integrare dei servizi di analisi tecnica e fondamentale, è offerta dal broker Trade.com (che qui si può testare in demo), così come da tanti altri broker che consigliamo sulle nostre pagine.

Permette di avere script e programmi semi-automatici in grado di offrire le stesse analisi che paghiamo a carissimo prezzo dalla nostra banca o dal nostro broker.

I nostri approfondimenti sulle analisi di mercato:

15. Risparmiare scegliendo strumenti non gestiti: gli ETF

Sono in moltissimi ad avere bisogno di prodotti diversificati e gestiti da terzi. Come dovrebbe essere però estremamente chiaro già a questo punto della nostra trattazione, in realtà gli strumenti gestiti offerti dalle banche finiscono sempre per essere molto costosi.

I fondi comuni viaggiano su commissioni totali spesso superiori al 2% del capitale investito, su base annua e a prescindere dal risultato.

Gli ETF invece sono a gestione passiva, seguono un paniere di beni predefinito e ci permettono di spendere anche il 90% rispetto ai fondi comuni di investimento.

Anche questo è un risparmio sostanziale che ci sentiamo di consigliare praticamente a chiunque, anche perché i fondi comuni difficilmente riescono a superare i risultati ottenuti dagli ETF stessi.

Risparmiare il 2% annuo in commissioni vuol dire risparmiare anno su anno cifre molto importanti, che potremo poi reimpiegare in modo assolutamente proficuo nel futuro.

16. Iniziare ad investire subito i risparmi… vuol dire risparmiare

Oggi non servono più migliaia di euro per iniziare ad investire e possiamo rendere immediatamente produttivo il nostro capitale accumulato, anche se dovesse essere di pochissime centinaia di euro.

Questo perché con broker come IQ Option (che permette di aprire un conto con soli 10 euro) possiamo appunto iniziare ad investire i nostri capitali anche quando sono di dimensioni non eccellenti.

Investire da subito i propri risparmi vuol dire iniziare ad ottenere dei rendimenti già da subito e dunque avere maggior reddito risparmiato a parità di spesa.

Lo stesso si può dire anche per quanto riguarda altri broker che abbiamo citato su queste pagine. Da eToro (qui per testare in demo gratuita) si può iniziare a fare trading con 200 euro.

17. Evitare chi dei nostri risparmi non fa nulla

Poste Italiane è il nostro principale imputato quando parliamo di soldi da risparmiare. Perché se è vero che negli anni ha praticamente monopolizzato il risparmio degli italiani, è altrettanto vero che quanto è in grado di offrire oggi è molto poco interessante.

  • I vecchi prodotti postali rendono pochissimo

Il che equivale a non far fruttare affatto i capitali che abbiamo risparmiato. I libretti e i buoni fruttiferi postali oggi non permettono alcun tipo di guadagno sul risparmio. I rendimenti sono infatti prossimi allo zero.

  • I nuovi prodotto sono equivalenti a quelli bancari

Perché anche da poste purtroppo troveremo fondi comuni e prodotti finto-assicurativi che hanno vantaggi solo per chi li vende e chi li amministra.

Anzi, spesso le commissioni che vengono applicate da Poste Italiane sono addirittura più alte di quelle che sono applicate dagli istituti bancari stessi.

Risparmiare soldi sulle assicurazioni

Le assicurazioni sono una voce di spesa importantissima, che attacca la nostra capacità di risparmiare e che può essere fortemente ridotta, anche questa volta a parità di servizio e di copertura.

18. Fare la polizza RCA online permette di risparmiare tantissimo

Le polizze RCA oppure per scooter e moto online sono molto convenienti e permettono talvolta di risparmiare centinaia di euro l’anno, risparmio che potremo poi ancora una volta impiegare in modo produttivo.

Il tutto a parità assoluta di copertura, perché appunto ad offrire le assicurazioni online sono le stesse compagnie che troviamo nell’ufficio dell’assicuratore.

Questo si traduce in un risparmio netto a condizioni esattamente identiche. Un’occasione assolutamente da non perdere, soprattutto perché si tratta di un risparmio effettivamente a portata di click.

19. Assicurazioni caso vita, caso morte, polizze unit linked

Dietro questi prodotti si nascondono in realtà spesso strumenti finanziari molto poco convenienti e all’antitesi del vero risparmio.

Perché dietro formule molto complicate finiscono per celarsi appunto degli strumenti con commissioni altissime e che non sono garantiti come affermano.

Scegliere questo tipo di prodotti è sempre o quasi un salto nel vuoto, a meno di non spulciare le centinaia di pagine di contratto e condizioni che spiegano per filo e per segno come funzionerà l’assicurazione stessa.

In aggiunta spesso si tratta di prodotti altamente rischiosi, che si sposerebbero meglio con una strategia speculativa che con una strategia di risparmio.

Si può risparmiare tanto, anzi tantissimo orientandosi verso prodotti assicurativi e per il futuro della nostra famiglia che siano ugualmente tutelanti ma a costi decisamente più bassi.

Risparmiare soldi sui viaggi e tempo libero

Abbiamo già accennato alla possibilità di organizzarsi una vacanza da soli, ma questo non è l’unico modo di risparmiare sui viaggi e sul tempo libero.

Abbiamo anche parlato della necessità per la famiglia di eliminare le uscite inutili e lo sperpero di denaro in cibo d’asporto, tendenzialmente di bassissima qualità.

C’è altro però da dire, con un altro paio di trucchi, se così vogliamo chiamarli, che ci permetteranno di risparmiare ulteriormente sul tempo libero e sui viaggi.

20. Valutare la possibilità di ridurre le vacanze

Se è vero che le vacanze sono una necessità per molte famiglie, non è assolutamente detto che se ne debbano fare anche 3 in un solo anno.

Cancellarne una o farla ruotare con le altre su un arco temporale più ampio non renderà impossibile la vita di nessuno, e permetterà di risparmiare diverse centinaia di euro, se non addirittura migliaia.

Settimana bianca, vacanze pasquali e vacanze estive non devono essere necessariamente essere consumate tutte durante lo stesso anno. Si insegnerà così ai nostri piccoli anche a vivere di quello che abbiamo intorno, senza dover per forza ricorrere a viaggi faraonici.

21. Imparare ad apprezzare le bellezze vicino casa nostra

Noi italiani abbiamo la fortuna di vivere in uno straordinario Paese, un paese che oggi è custode di oltre la metà dei siti UNESCO su base mondiale, che è dotato di spiagge incredibili e di scenari montani altrettanto godibili.

In ogni regione italiana ci sono diversi luoghi di villeggiatura all’altezza e che soprattutto possono soddisfare in modo molto più economico la nostra necessità di viaggiare e di staccare dalla vita di tutti i giorni.

Imparare a vivere di quello che si ha vicino può essere un momento di straordinario arricchimento, di legame con il proprio territorio e le proprie radici. Che si coniuga anche con un risparmio importantissimo per tutta la famiglia.

22. Imparare ad andare in vacanza con i mezzi pubblici

I mezzi pubblici – aerei e treni – possono essere un’alternativa molto economica per andare in vacanza. Certo, in tante località turistiche può esserci il bisogno di avere poi un’auto in loco, ma possiamo comunque affittarla, spesso con un grande risparmio rispetto ad un lungo viaggio con l’auto propria.

Questo si traduce – ancora una volta – in un risparmio concreto che può finire sul nostro conto e poi nei nostri investimenti, invece di essere sperperato tra autostrade e carburante.

23. Auto – oggi l’usato è un’alternativa validissima

L’auto spesso si acquista proprio per il tempo libero e anche in questo caso c’è la possibilità di risparmiare tantissimo.

L’usato garantito è un’alternativa economica, che fa risparmiare e soprattutto molto valida sotto il profilo tecnico e di affidabilità. Oggi tutti i migliori marchi dell’auto offrono una soluzione di questo tipo, spesso tramite le loro concessionarie autorizzate e associate.

L’usato garantito offre garanzie identiche a quelle delle auto appena uscite dalla concessionaria, offrendo comunque veicoli a prezzi estremamente più bassi.

Basti pensare che un’auto, appena lasciata la concessionaria, ha già perso il 20% del suo valore. Sicuramente non un buon affare per chi vuole risparmiare.

Risparmiare soldi sulla salute

Si può risparmiare sulla salute? Sembrerebbe un controsenso, ma in realtà una strategia di risparmio di lungo e lunghissimo periodo non può assolutamente prescindere da un approccio sano anche alla salute.

24. Imparare a fare la spesa, di nuovo

La salute è fatta anche di tanti piccoli oggetti, di tanti prodotti di libera vendita che possiamo acquistare approfittando delle offerte.

Per la buona salute della pelle creme e saponi di qualità sono necessari, ma non è detto che non possiamo farne incetta quando appunto ne troviamo l’occasione. Lo stesso vale per i prodotti di bellezza e anche per i farmaci da banco, quando questi siano a lunga conservazione.

Anche qui farsi smart può permette di risparmiare cifre molto importanti, che possono cambiare i destini della nostra capacità di risparmiare.

25. Negoziare, anche con i professionisti

Ci sono professionisti dai quali è necessario recarsi periodicamente per mantenerci in salute. Pensiamo ai dentisti, talvolta ai nutrizionisti e magari anche ai ginecologi.

Se la nostra famiglia è particolarmente numerosa, non ci sarà problema a negoziare prestazioni per tutti, delle quali usufruire durante l’anno.

Quella che è una spesa molto alta e necessaria può essere sicuramente ridotta con un atteggiamento proattivo.

Migliori metodi per risparmiare soldi

Ci sono diversi metodi che possono aiutarci a risparmiare denaro, metodi che possono essere raggruppati sul fronte temporale, sulla tipologia di spesa e sull’orizzonte e obiettivo che ci siamo prefissati.

Anche in questo caso ne parleremo separatamente, per aiutare chi dovesse trovarsi di fronte ai primi passi nel mondo del risparmio a capire come organizzare le proprie spese, come ridurle e soprattutto come affrontare nell’immediato le situazioni che causano il maggior numero di spese inutili.

Risparmiare soldi quotidianamente

Si può, anzi si deve necessariamente risparmiare ogni giorno. Non è un mantra di chi è avaro ed ossessionato da ogni singola e piccolissima spesa.

Tuttavia con i consigli che abbiamo offerto sopra, sarà possibile aggredire le piccole spese quotidiane ed eliminare quelle inutili. Questa però non sarebbe la guida più completa in Italiano al risparmio, se non offrissimo qui un ulteriore consiglio pratico.

  • Tenere un diario delle proprie spese quotidiane

Tenere un diario delle proprie spese quotidiane ci aiuterà a capire davvero quanto spendiamo e soprattutto a tenere traccia di quelle spese che ci sfuggono, perché magari di entità troppo ridotta.

Prendiamo troppi caffè al bar? È una cosa di cui non ci accorgeremmo mai senza un dettagliato e completo diario delle nostre spese.

  • Rinunciamo ad un vizio: sarà tutto risparmio

Fumiamo? Per un fumatore medio italiano si parla di circa 1 pacchetto al giorno, che ai prezzi attuali vuol dire viaggiare intorno ai 1.800 euro annui in sole sigarette.

Abbiamo il vizio del gratta e vinci? Anche qui le possibilità di vincere ci sono matematicamente contro e si tratta di una spesa che, anche con pochi gratta e vinci a settimana, ammonterebbe a migliaia di euro non risparmiati ogni anno.

Risparmiare soldi mensilmente: 5 consigli utili

Abbiamo bisogno anche di un piano di periodo più lungo e per questo abbiamo preparato 5 consigli per risparmiare mensilmente, anche questi consigli che possiamo mettere subito in pratica e che ci permettono di accantonare, mese per mese, ulteriori somme.

1. Programmiamo la spesa su base mensile

Anche se siamo una famiglia che consuma principalmente alimenti freschi, la spesa si può facilmente programmare su base mensile.

I piccoli vizi e i piccoli sfizi possono essere così distribuiti più efficacemente e potremo risparmiare tantissimo evitando di buttare cibo e altri tipi di prodotti.

2. Decidiamo un tot minimo da accantonare

E mettiamolo immediatamente da parte possibilmente in un conto al quale abbiamo un accesso difficoltoso, come può essere un conto deposito vincolato o meno.

In questo modo saremo relativamente sicuri di non dover ricorrere appunto al capitale che abbiamo risparmiato, se non in caso di vere emergenze.

3. Se abbiamo figli, mettiamo in piedi una gara del risparmio

Magari anche con incentivi economici. Imparare già da piccoli a spegnere le luci, a chiudere l’acqua quando non necessaria, a fare una piccola rinuncia per qualcosa di inutile al loro benessere li renderà degli adulti, un giorno, in grado di risparmiare di più e vivere in modo finanziariamente più solido.

4. Fissiamo un budget per il tempo libero

Quando si parla di tempo libero è sempre facilissimo farsi prendere la mano e in questo caso la programmazione del risparmio quotidiana può lasciare parecchio insoddisfatti.

Per questo motivo riteniamo che le spese per il tempo libero siano meglio amministrate se decise su base temporale mensile.

Decidiamo un budget per quanto andrà speso in ristoranti, uscite e gite fuori porta e cerchiamo di rispettarlo. Per i più spendaccioni sarà difficilissimo, soprattutto nei primissimi mesi. Dopo qualche mese però sarà un automatismo in grado di farci risparmiare tantissimo.

5. Rinunciamo a 10 colazioni al bar

Se abbiamo il vizio – se così vogliamo chiamarlo – della colazione al bar, non dobbiamo necessariamente eliminarlo di punto in bianco.

Basta ridurre. Possiamo decidere per 10 giorni di preparare una colazione in casa, più nutriente e soprattutto meno costosa. Nell’arco di un anno si tratta di circa 300 euro risparmiati.

Risparmiare soldi facilmente

Risparmiare soldi è difficile, anche se poco prima di lasciarci forniremo qualche idea, tre per la precisione, che renderanno il risparmiare soldi molto più facile.

  • Fissare degli obiettivi di breve periodo

Il nostro cervello è programmato per gratificarci ogniqualvolta raggiungiamo un obiettivo. Possiamo dunque aiutarci con un piccolo hack della nostra struttura cerebrale.

Fissiamo un obiettivo importante ma raggiungibile in relazione al risparmio. Al raggiungimento dello stesso, saremo enormemente soddisfatti, non soltanto su un piano strettamente economico. Il che vuol dire che saremo ancora più motivati per proseguire nel nostro percorso.

  • Fissare degli obiettivi di lungo periodo

Il risparmio non è fine a se stesso. Si può risparmiare per obiettivi di lungo periodo, come il poter mandare i figli all’università, o ancora comprare una casa al mare, oppure cominciare a spendere di più in un’altra fase della vita.

Tali obiettivi vanno però pensati e scritti, perché questo ci aiuterà a materializzarli e a darci un’ulteriore motivazione per risparmiare.

  • Investire i risparmi ed ottenere dei rendimenti

Anche nel caso di piccoli risparmi che vengono appunto accantonati ogni mese. Andarli ad investire, per avere ritorni anche relativamente bassi, vuol dire avere ulteriori stimoli per continuare.

Il risultato, anche se piccolo, è il miglior incentivo per continuare su una determinata strada, che si tratti della strada verso il nostro peso forma oppure verso l’indipendenza finanziaria ottenuta anche attraverso il risparmio.

Considerazioni finali

Risparmiare è fondamentale per la stabilità finanziaria e per avere capitali da investire per migliorare il nostro futuro economico.

In questa guida abbiamo fornito tantissimi consigli e spunti che possono rendere il percorso più semplice, dando anche delle coordinate per iniziare da subito.

Sono metodi che abbiamo testato di persona e che riteniamo essere al passo con i tempi, che non richiedono sforzi o sacrifici enormi e che possono essere applicati anche soltanto in parte.

Partire da oggi si può, per il primo passo verso un futuro economicamente più roseo.

Come risparmiare: Domande e Risposte comuni

Risparmiare è necessario?

. Soltanto con il risparmio possiamo pensare di costruire un futuro economicamente più solido per noi e per la nostra famiglia.

Quanto bisogna risparmiare al mese? 

Dipende dal reddito. Tipicamente riuscire a risparmiare tra il 20% e il 30% del proprio reddito è un buon risultato, soprattutto per i più giovani.

Come va investito il risparmio? 

Ci sono decine di alternative, per ogni tipo di obiettivo e di orizzonte temporale. Sul nostro sito sono disponibili guide approfondite per ciascuno di questi orientamenti.

Posso iniziare a risparmiare se ho debito pregressi? 

Dato che i debiti generano interessi, meglio chiudere i propri debiti prima di affannarsi a risparmiare. Se questo non fosse possibile, si potrà partire con politiche di risparmio anche con debiti importanti.

Conviene investire i risparmi? 

Assolutamente sì e gli investimenti sono il complemento naturale e ideale dei risparmi, o meglio, uno dei motivi per i quali dovremmo cercare di non consumare tutto quello che guadagniamo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.