Gli Investimenti Finanziari a 360°.

Broker NO ESMA

I Broker no ESMA sono broker che operano al di fuori dei confini europei o comunque senza licenza di tipo europeo e quindi al di fuori di quella che è la giurisdizione di ESMA – l’ente europeo che si preoccupa di regolamentare l’accesso ai mercati finanziari.

Dentro la categoria dei broker NO ESMA ci sono dunque tantissimi soggetti diversi, dai broker legittimi ma semplicemente non europei a quelli che si spacciano per grandi broker per fare trading on line, ma che in realtà non hanno nulla alle spalle, se non un indirizzo caraibico che spesso corrisponde ad una casella postale.

Nella guida di oggi su InvestimentiFinanziari.net cercheremo di capire insieme se i broker NO ESMA sono legali, se possono essere utilizzati o meno per operazioni di trading online e se possono avere dei vantaggi rispetto a quelli più squisitamente europei e dotati di licenza.

Ci sono poi broker che sono sia NO ESMA, sia ESMA, nel senso che hanno sia una licenza europea sia una licenza non europea (vedi eToro, qui per il sito ufficiale) dato che appunto operano in diverse giurisdizioni.

Broker no esma
ASIC è la licenza NO ESMA più affidabile

Parleremo anche, prima di lasciarci, di regole dettate dall’ESMA – ovvero di quelle che sono le regole che questo ente impone ai broker che vogliono operare in Europa.

Cos’è un broker NO ESMA

Un broker NO ESMA è un broker che non è in possesso di una licenza europea offrire servizi d’investimento finanziari. La legge europea infatti prevede che qualunque tipo di intermediario finanziario sia dotato di una licenza che viene rilasciata dall’ente pubblico di controllo e vigilanza sui mercati (in Italia CONSOB, a Cipro CySEC, in Germania BaFin…) del paese in cui ha la sua sede principale.

Ottenere una licenza di questo tipo non è semplice: devono essere rispettati dei criteri di operatività, di solidità societaria, di separazione dei capitali clienti, che non tutti i broker sono in grado di rispettare.

La presenza di una licenza ESMA è in genere segno di affidabilità per il broker che l’ha conseguita, il che vuol dire che potremo relativamente fidarci di quei broker che presentano una licenza ottenuta in ambito ESMA.

È altrettanto vero però che esistono broker che sono dotati di licenze non europee ma altrettanto solide. Una licenza australiana può essere ritenuta in pari con quanto viene offerto dalle licenze europee, seppur le regole siano molto diverse, come vedremo tra pochissimo nel corso della nostra guida.

Ci sono anche broker dotati di doppia licenza, nel senso che hanno sia una licenza ESMA, sia una licenza extra-europea. FP Markets ha due licenze e reindirizza i suoi clienti verso la struttura giusta, a seconda della loro provenienza.

Dovrebbe essere chiaro già a questo punto che il discorso “broker NO ESMA” è in realtà vastissimo ed è in grado di offrire diversi angoli dai quali affrontare la questione.

Broker NO ESMA: sono legali?

I broker NO ESMA non possono, per legge, contattare clienti residenti in Europa, anche se questa è un po’ una tautologia, perché si tratta di una norma diffusa da ESMA, alla quale non sono soggetti i broker… che non sono europei.

Tecnicamente siamo di fronte ad operatori illegali, o meglio, che non rispettano le leggi europee – anche perché non devono rispettarle in quanto operatori extra-europei. Un residente in Europa ha comunque tutto il diritto di rivolgersi ad un broker NO ESMA per le proprie operazioni sui mercati online, a patto che tutto poi venga dichiarato in sede fiscale.

Quello che dovrebbe interessare chi decide di orientarsi verso un broker NO ESMA, è appunto la possibilità di trovarsi di fronte un operatore non esattamente limpido e magari anche truffaldino. Impareremo nel corso di questa guida anche a riconoscere i broker NO ESMA affidabili da quelli che invece non possono essere considerati come tali.

Regole ESMA nel Trading

ESMA impone diverse regole agli operatori e intermediari nel trading: regole che appunto i broker NO ESMA non sono costretti a seguire, ma che in alcuni casi rispettano comunque perché norme di buon senso e di trasparenza.

ESMA è particolarmente restrittiva su diversi punti delle offerte dei broker che fanno parte della sua copertura:

  • Leva finanziaria: il limite è per tipologia di strumento. Forex? 1:30, materie prime? 1:5 o 1:10 a seconda della materia prima. Criptovalute? 1:2.

I broker NO ESMA non hanno invece questo tipo di limitazioni e possono in genere sforare, e di parecchio, questo tipo di limiti.

  • Tipologia di asset: ESMA proibisce la distribuzione al dettaglio di taluni strumenti per il trading.

Il caso più importante è sicuramente quello delle opzioni binarie, che oggi sono proibite in tutta Europa e che invece diversi broker NO ESMA possono continuare ad offrire.

  • Normative sul comportamento del broker: ESMA prevede anche diverse regole sulla separazione dei capitali e sull’esecuzione degli ordini.

Norme che sono in realtà oggi relativamente omogenee per ogni tipo di licenza, anche NO ESMA. Quando un broker ottiene una licenza NO ESMA di qualità, come ad esempio ASIC, può essere certo che suddette norme siano comunque rispettate.

In soldoni, chi sceglie un broker con licenza ESMA, ha come principale limitazione quella di una leva finanziaria ristretta e l’impossibilità di accedere alle opzioni binarie.

Migliori Broker NO ESMA

I migliori broker NO ESMA oggi disponibili per il pubblico europeo sono FP Markets, USGFX e Finmax. Li abbiamo scelti per diversi motivi, che andremo a riassumere brevemente per rendere conto ai nostri lettori dei processi di selezione degli intermediari tramite i quali scegliamo quelli da proporre a chi ci segue.

  • Licenza: anche se NO ESMA, può essere comunque importante, perché appunto segnala la presenza di controlli e rispetto delle regole;
  • Affidabilità: devono essere sempre dei broker che hanno operato per anni sui mercati e che abbiano dimostrato di avere un certo grado di solidità;
  • Strumenti e funzionalità: quanto viene offerto dai broker che abbiamo selezionato deve sempre essere di primissima fascia. Perché non serve a nulla avere leva finanziaria più alta se poi i servizi non sono di livello.

Tenendo conto di questi criteri ne abbiamo individuati 3, ovvero FP Markets (qui per il sito ufficiale).

USGFX e in ultimo Finmax, che regge la bandiera dei broker di opzioni binarie che hanno ancora… un senso.

1- FP Markets Broker NO ESMA

FP Markets è un broker australiano dotato di doppia licenza. Opera in Europa legalmente e offre, parallelamente, una licenza australiana tramite la quale investire senza le restrizioni di ESMA.

FP Markets trading
FP Markets offre condizioni molto interessanti per il trading

FP Markets (che qui si può testare in demo) è un broker CFD e DMA, nel senso che offre sia contratti per differenza sui principali mercati come azionario, commodities e indici, sia accesso diretto ai titoli, principalmente su azioni USA e Australiane.

FP Markets è un broker che offre due diverse piattaforme per investire – MetaTrader 4/5 e IRESS – entrambe di eccellente qualità e con la possibilità di investire con gli strumenti più importanti.

Con questo broker è possibile:

  • Scegliere tra più di 11.000 titoli in negoziazione, una quantità di titoli che non è possibile ottenere praticamente con nessun broker che operi in Italia, ESMA o no ESMA;
  • Leva fino a 1:500 per chi opera con la licenza NO ESMA. Leva massima di 1:30 invece per chi sceglie di operare sotto licenza CySEC;
  • Spread bassissimi: gli spreads applicati sono tra i più bassi al mondo, soprattutto sui titoli e sulle coppie maggiormente trafficate.

Qui è possibile aprire una demo gratuita sul broker.

2 – USGFX Broker NO ESMA

Anche USGFX (qui il sito) è un broker con sede in Australia e che è dotato in parallelo anche di una licenza FCA, che almeno fino a quando Brexit non sarà completata, può essere considerata come valida in ambito europeo.

Lo riteniamo essere tra i migliori broker NO ESMA perché:

  • Solido e affidabile: in quanto dotato comunque di doppia licenza e di tutte le strutture idonee ad offrire un ambiente sicuro a chi investe;
  • Leva fino a 1:500: anche qui si opera con il massimo della leva, superando di gran lunga quello che viene proposto e imposto da ESMA;
  • Piattaforme: una grande scelta tra MetaTrader 4 e 5 e WebTrader, per la massima comodità per chi investe.

USGFX è un broker di spessore a prescindere dalle licenze ottenute e può essere sicuramente considerato come uno dei più affidabili su scala mondiale.

Qui per il sito ufficiale di USGFX.

3 – Finmax Broker NO ESMA

Finmax (qui per il sito) fa parte della nostra selezione perché in grado di offrire anche opzioni binarie, insieme ai classici CFD. Una modalità di investimento sicuramente rischiosa, che dovrebbe essere maneggiata con cura e soprattutto soltanto da chi ha una buona esperienza sui mercati, ma che comunque è bandita in Europa e che dunque possiamo trovare soltanto sui broker NO ESMA.

Finmax al contrario degli altri due sopracitati non è dotato di licenza parallela ESMA/Europea e dunque non può essere mai utilizzato seguendo quelle che sono le imposizioni della legge europea.

Bisogna fidarsi dunque, anche se possiamo dire di essere davanti ad un gruppo sicuramente di qualità e che ormai opera da anni nel settore. Uno dei migliori broker per chi è a caccia di opzioni binarie che – ricordiamo – non possono essere più negoziate rivolgendosi ad operatori europei.

Qui per il sito ufficiale del broker FinMax.

Broker NO ESMA Forex e CFD

FP Markets e USGFX sono i migliori broker NO ESMA per Forex e CFD. Li abbiamo già citati poco sopra e dunque non ci sarà la necessità di tornare sui dettagli di questi specifici broker.

I vantaggi nel rivolgersi a strutture che sono al di fuori del sistema europeo sono state ampiamente discusse e per quanto concerne questi due broker dobbiamo necessariamente segnalare che:

  • L’accesso ai mercati è massimo

Perché non ci sono broker in circolazione in grado di offrire gli oltre 10.000 titoli che si possono trovare su FP Markets (qui per testare in demo).

  • Solidità

Perché avere doppia licenza è sicuramente un merito e soprattutto segno della volontà di operare comunque nel pieno rispetto della legge.

  • Strumentazione

Entrambi mettono a disposizione non solo le piattaforme di base, ma anche strumentazione avanzata come quella fornita da MetaTrader.

  • Leva massima

Anche per i massimi di leva siamo su livelli altissimi. Entrambi questi broker offrono infatti fino a 1:500 sul Forex e poco meno sugli altri tipi di asset. Per chi è a caccia di leve finanziarie molto alte, queste sono le migliori alternative che abbiamo a disposizione.

Leggi anche: CFD, cosa sono e come funzionano

Broker NO ESMA Opzioni binarie

Finmax è il miglior broker NO ESMA per le opzioni binarie: un settore sicuramente border line e che dovrebbe essere di interesse esclusivo per chi cerca investimenti ad altissimo rischio e soprattutto su un lasso temporale estremamente breve.

Da Finmax si possono trovare opzioni 30 secondi come minimo, per salire fino ad opzioni con durata annuale. Tra i diversi vantaggi che rendono questo broker il migliore per quanto concerne le opzioni binarie, non possiamo poi che citare:

  • Grande numero di asset: sono in pochi a poter offrire opzioni binarie su un palcoscenico tanto vasto fatto di azioni, Forex e altri tipi di titoli;
  • Minimi per investire bassi: perché bastano soltanto 250 USD per aprire un conto e fare trading;
  • Bonus di benvenuto: anche questo assolutamente non possibile in Europa ma che Finmax può offrire proprio in virtù della sua collocazione extra-europea.

Puoi scoprire di più sul broker qui.

Migliori broker australiani

I broker australiani sono tecnicamente broker NO ESMA, perché appunto operano in una giurisdizione extra-europea. In questo caso i dubbi devono comunque essere pochi, perché l’autorità di vigilanza australiana e la relativa licenza, ASIC, sono tra le più affidabili a livello mondiale.

Sono due i broker australiani che riteniamo essere al top della loro categoria. Nello specifico:

  • FP Markets

Del quale abbiamo già ampiamente parlato – consigliando anche ai nostri lettori l’apertura di un conto demo gratis che permette di investire con capitale virtuale.

FP Markets è un broker ricco di titoli, con licenza ASIC completamente valida e regolare e con un mondo di funzionalità e di strumenti per fare trading essendo messi in pari con i professionisti veri del trading.

  • eToro

eToro (qui per il sito ufficiale) è un broker principalmente europeo – perché è nel nostro continente che opera maggiormente, ma che negli anni ha deciso di dotarsi anche di una licenza australiana ASIC.

ASIC eToro
Anche eToro ha una valida licenza ASIC

È un broker noto per il copy trading, sistema che permette di copiare qualunque tipo di trader che sulla piattaforma stia ottenendo dei risultati e noto anche per una grandissima piattaforma – semplice nell’uso – ma comunque ricca di funzionalità.

Recensione completa del broker: eToro opinioni e recensioni

Broker NO ESMA vantaggi

I vantaggi nell’utilizzo di un broker NO ESMA risiedono principalmente nella possibilità di avere leva maggiore, bonus di benvenuto (anche se non sempre) e asset altrimenti illegali in Europa.

I motivi che spingono investitori con un progetto – investitori che comunque sanno quello che stanno facendo, ad operare tramite broker NO ESMA è la possibilità di:

  • Investire con leva finanziaria fino a 1:500: il che vuol dire poter amplificare grandemente il risultato dei propri investimenti, in positivo o in negativo;
  • Ricevere talvolta dei bonus di benvenuto: pratica anche questa bandita in Europa e che offre un boost, spesso del 100%, sul primo versamento;
  • Opzioni binarie: che sono una categoria altamente speculativa di asset e che in Europa non si possono più vendere ai piccoli investitori no professionisti.

Chi è a caccia di questo tipo di vantaggi – che ripetiamo ancora una volta non possono essere assolutamente ottenuti con quanto viene offerto dai broker europei, potrà scegliere un broker NO ESMA solido e di qualità per ottenerli.

Migliori licenze NO ESMA

Anche paesi extra-europei offrono licenze per gli operatori e gli intermediari finanziari: non tutte le licenze sono ovviamente altrettanto solide e dunque procederemo con il segnalare quelle che sono da ritenersi senza ombra di dubbio come sicure.

  • ASIC: viene rilasciata dalle autorità australiane ed è in pari con quelle europee.

Perché le autorità di vigilanza australiane sono comunque molto attente e perché impongono delle condizioni assolutamente trasparenti ai broker che ottengono la loro licenza. Per questo motivo ASIC, di cui è dotato FP Markets (qui per il sito ufficiale) è da considerarsi quantomeno in pari con le licenze europee.

  • FFAJ: è la licenza che viene rilasciata dalle autorità giapponesi, altra giurisdizione estremamente vigile.

Quando si incontra un broker che ha ottenuto una licenza in Giappone, si può stare relativamente tranquilli per quanto concerne appunto la solidità del broker stesso. Le autorità giapponesi vigilano a fondo e impongono anche loro condizioni di trasparenza assoluta a tutti gli intermediari.

Broker Non Europei: come scegliere i migliori

Ci sono criteri fissi per scegliere i migliori broker non europei. Di seguito vedremo insieme quali sono i criteri che ci permetteranno di individuare i broker non europei degni della nostra attenzione e del nostro denaro.

  • Licenza: è sempre importante, anche se non europea.

Non è detto che l’assenza di una licenza europea voglia dire che tutte le altre licenze non hanno ragion d’essere. Un broker non europeo ma dotato di una licenza solida come ASIC può essere considerato come al pari, per sicurezza, di un broker europeo.

  • Reputazione: difficile considerare come migliore un broker che opera da poco tempo sul mercato e che non si è costruito una buona reputazione.

Tendiamo sempre a preferire quegli intermediari che sono attivi sui mercati da anni e che si sono costruiti un pubblico di appassionati e di persone che ne testimoniano l’affidabilità.

  • Strumenti e titoli: perché è pur sempre di broker che stiamo parlando.

Avremo dunque bisogno di intermediari in grado di offrire il top in termini di accesso ai mercati e soprattutto in termini di piattaforme per la gestione del portafoglio e degli ordini.

  • Costi: non devono avere costi di commissione troppo alti o ingiustificati.

FP Markets opera con spread bassissimi così come fanno gli altri broker che abbiamo consigliato nel corso di questa guida. Occhio a non cadere nel tranello di broker iper-funzionali ma che fanno pagare ogni operazione letteralmente a peso d’oro.

Broker NO ESMA: considerazioni finali

I broker NO ESMA possono essere una degna alternativa ai broker europei, a patto che esse ne contemplino i rischi e soprattutto le differenze. Non è detto che una soluzione del genere sia per forza vantaggiosa, così come non è detto che un piano di investimenti serio e articolato necessiti di leve finanziarie così alte.

Rimaniamo però sempre a favore della libertà di scelta – ci siamo limitati con questa guida ad indicare i migliori operatori di quel settore, cercando di sgombrare il campo dai tanti truffatori che sfruttano il mondo del trading online per mettere le mani in tasca a chi vorrebbe investire.

I broker NO ESMA vanno valutati con la stessa attenzione con la quale valuteremmo i broker europei. Mai abbassare la guardia, perché il conto da pagare potrebbe essere salatissimo.

Broker No Esma: Domande Frequenti

I broker NO ESMA sono legali?

Si, se prendiamo in considerazione broker extra europei muniti di valide licenze internazionali come la l’australiana ASIC, possiamo ammettere che sono del tutto legali.

Quali sono i migliori broker NO ESMA?

I migliori broker NO ESMA testati e convenienti sono FP Markets e il broker USGFX.

I broker NO ESMA sono una truffa?

Dipende. Esistono molti broker privi di licenza europea, quindi NO ESMA, che sono delle truffe in quanto sono spesso privi di ogni valida licenza internazionale, o posseggono licenze farlocche come quella rilasciata a Vanuatu.

Conviene fare trading con un broker NO ESMA?

Dipende dal broker cui ci si sta riferendo. L’eccellenza in fattore broker no esma è rappresentata dai brokers australiani FP Markets e USGFX.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.